Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘metropolitano’

Pronti i progetti del territorio metropolitano per partecipare al Programma PINQuA

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 marzo 2021

Torino. Lo scorso dicembre la Città metropolitana di Torino aveva avviato, con la collaborazione della Fondazione per l’architettura – in virtù di un protocollo di intesa firmato nello stesso mese dal consigliere delegato allo sviluppo strategico Dimitri De Vita e l’Ordine degli architetti di Torino – una ricognizione di proposte progettuali, con le quali partecipare al programma PINQuA, per ridurre il disagio abitativo e insediativo, con particolare riferimento alle periferie e all’incremento della qualità della vita e che attribuissero all’edilizia residenziale sociale un ruolo prioritario.Il bando, in linea con il Programma PINQuA, prevedeva che ciascun ente locale potesse presentare fino a tre idee progettuali, con un contributo massimo per ogni proposta ammessa di 15 milioni di euro. Il programma nazionale prevede che venga assicurato il finanziamento di almeno una proposta per regione. I temi attorno ai quali costruire le proposte progettuali erano :
– riqualificazione e riorganizzazione del patrimonio esistente;
– rifunzionalizzazione di aree, spazi e immobili pubblici e privati;
– miglioramento dell’accessibilità e della sicurezza dei luoghi urbani, dei servizi e infrastrutture;
– rigenerazione di aree e spazi già costruiti, soprattutto ad alta tensione abitativa;
– individuazione e utilizzo di modelli e strumenti innovativi di gestione, inclusione sociale e welfare urbano nonché di processi partecipativi, anche finalizzati all’autocostruzione.
La risposta territoriale è stata un successo, considerando anche la difficoltà per i Comuni di organizzare, oltre tutto in tempi di lockdown e di congenita mancanza di personale: hanno partecipato alla “call” della Città metropolitana di Torino 24 Comuni oltre all’Atc, (Agenzia territoriale per la casa del Piemonte centrale), per un totale di oltre 200 milioni di euro, proponendo progetti singoli o in forma aggregata.
Le tre proposte emerse dalla ricognizione e che verranno candidate sono:
– “Ricami-Ricuciture dell’abitare metropolitano inclusivo”, presentata dalla Città di Collegno unitamente ai Comuni di Borgaro e Grugliasco, all’Agenzia territoriale per la casa del Piemonte centrale “Atc” e alla Società Cooperativa edilizia a proprietà indivisa Giuseppe Di Vittorio (cluster ovest).
– “Residenza- Resilienza” presentata dalla Città di Moncalieri unitamente ai comuni di Nichelino, Beinasco, Trofarello, La Loggia, integrata dalle proposte presentate dai Comuni di Chieri, Piobesi, dall’Agenzia territoriale per la casa del Piemonte centrale “Atc” e dall’Ente di gestione delle Aree protette del Po piemontese(cluster sud).
– “UBIQuA Uomo, biosfera, innovazione, qualità dell’abitare” dalla Città di Settimo Torinese con aggregazione delle proposte di Venaria Reale, San Mauro, Foglizzo e dall’Agenzia territoriale per la casa del Piemonte centrale “Atc”(cluster nord/est).
“Riqualificazione di edifici, strade, aree verdi, attenzione al dissesto idrogeologico, promozione di spazi culturali, miglioramento delle infrastrutture digitali, mobilità sostenibile.” spiega il consigliere delegato metropolitano alla pianificazione strategica Dimitri De Vita “Gli interventi previsti dai tre progetti coprono a 360 gradi quegli aspetti che sono alla base di una vera riqualificazione dell’abitare e delle periferie, e che non si possono limitare a creare o aggiustare spazi cittadini ma devono proporre nuovi modi di vivere, di stare bene. Un elemento senza il quale è difficile guardare al futuro e pensare a un vero sviluppo economico e territoriale, in sintonia con il Piano di sviluppo strategico che la Città metropolitana di Torino ha appena approvato”. By Alessandra Vindrola

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Torino: Piano strategico metropolitano

Posted by fidest press agency su domenica, 11 ottobre 2020

Torino. Entro il 15 novembre è possibile contribuire al processo di elaborazione del nuovo Piano Strategico Metropolitano 2021-2023 compilando un questionario online ideato per raccogliere le opinioni e le istanze di chi vive e lavora sul territorio metropolitano torinese: il form è pubblicato sul sito istituzionale della Città metropolitana al link http://www.cittametropolitana.torino.it/cms/sviluppo-economico/piano-strategico/indagine-psm La consultazione online insieme al coinvolgimento diretto degli Atenei Torinesi è una delle novità di questa programmazione partecipata del Piano Strategico metropolitano che avrà valenza nel prossimo triennio: il progetto è stato presentato online ad amministratori locali e rappresentanti del mondo produttivo e associativo mercoledì 7 ottobre in collaborazione con Links Foundation.Per la Città metropolitana di Torino – rappresentata dalla sindaca metropolitana Chiara Appendino e dal consigliere metropolitano delegato alla pianificazione strategica Dimitri De Vita – la nuova impostazione metodologica del lavoro che porterà alla redazione del Piano valorizza il ruolo del territorio e consente un dialogo sinora mai compiutamente avviato tra il mondo accademico e le amministrazioni locali, le quali hanno la necessità di acquisire una visione strategica che vada al di là dei mandati elettorali.Secondo De Vita “è importante la valutazione sulle infrastrutture di cui necessita il territorio, ma è parimenti importante l’analisi e il contrasto alle disuguaglianze sociali e territoriali e al gap tra il capoluogo e le zone montane e rurali. L’obiettivo, secondo il Consigliere delegato alla pianificazione strategica, deve essere in sostanza quello di offrire le stesse chance e possibilità a tutti i cittadini che vivono nel territorio della Città metropolitana. Un obiettivo perseguibile valorizzando il terzo settore, varando il Piano Urbano della mobilità sostenibile, garantendo il diritto al trasporto e alle connessioni telematiche veloci in tutti i territori, investendo sul futuro dei giovani grazie alle risorse del piano Next Generation EU, sostenendo nella sfida dell’innovazione la piccola e media impresa, in cui opera il 50% dell’intera forza lavoro del territorio. Operare con l’ausilio della ricerca universitaria è decisivo per coniugare i desiderata politici con un’adeguata la visione del futuro, che deve poter contare su modelli predittivi scaturiti dalla ricerca scientifica”.La Città metropolitana dispone di strumenti progettuali che possono e debbono essere utilizzati per una programmazione territoriale di lungo periodo: il Piano Territoriale Generale Metropolitano, il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile e l’Agenda per lo sviluppo sostenibile.L’obiettivo è elaborare entro il 15 dicembre il documento di PSM da sottoporre al Consiglio metropolitano.Concludendo la presentazione, la sindaca metropolitana Chiara Appendino ha ricordato che “non si può più ragionare nei limiti dei confini territoriali comunali nella programmazione dei servizi essenziali, nelle politiche dei trasporti, delle filiere, dell’istruzione e della formazione universitaria. La capacità di fare programmazione superando i confini comunali può consentire alla Città metropolitana di Torino di confrontarsi ed entrare in relazione con le altre aree metropolitane europee. La condivisione con gli attori del territorio delle questioni da affrontare nel Piano Strategico è necessaria per impegnare tutti nel raggiungimento di obiettivi condivisi e scaturiti dal confronto, in una logica cooperativa che supera la competizione o l’incomprensione tra territori che fanno parte di un’unica area vasta”.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Convocazione consiglio metropolitano

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 novembre 2019

Torino mercoledì 27 novembre alle 12,30 nella sala del Consiglio Provinciale “Elio Marchiaro, in piazza Castello 205, il Consiglio metropolitano avrà all’ordine del giorno:
– un’interrogazione del Consigliere Silvio Magliano del gruppo “Città di città”sul tema “Servizio di pulizia strade aseguito di sinistro: Quando il nuovo affidamento?”
– la quarta Variazione al DUP-Documento Unico di Programmazione 2019, a relazione della Sindaca metropolitana Chiara Appendino
– la quinta Variazione al Bilancio di previsione 2019-2021, a relazione della Sindaca metropolitana Chiara Appendino
– la proposta di mozione contro la pena di morte, presentata dai Consiglieri del gruppo “Città di Città”, Maria Grazia Grippo, Claudio Martano, Roberto Montà e Maurizio Piazza.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rinnovato il Consiglio della Città metropolitana di Torino

Posted by fidest press agency su martedì, 11 ottobre 2016

torino8 seggi al centrosinistra, 7 seggi al Movimento 5Stelle, 3 seggi al centrodestra. Con la proclamazione questa mattina a palazzo Cisterna, si sono concluse le operazioni di vota per rinnovare il Consiglio della Città metropolitana di Torino, presieduto da Chiara Appendino.
La percentuale di voto finale (i seggi si sono chiusi domenica sera alle ore 23) si è attestata a 64.25% di poco inferiore a quanto registrato nelle elezioni del 2015, mentre è cresciuto il peso del voto ponderato per l’affluenza ai seggi di più amministratori di città e centri medio grandi del territorio.Sono andati 8 seggi alla lista di centrosinistra Città di Città che vede eletti Alberto Avetta (il più votato in assoluto) sindaco di Cossano Canavese, Vincenzo Barrea consigliere comunale di Borgaro Torinese, i consiglieri comunali di Torino Monica Canalis, Maria Grazia Grippo, Silvio Magliano, Roberto Montà sindaco di Grugliasco, Mauro Carena sindaco di Villardora e Maurizio Piazza sindaco di Beinasco.Al Movimento 5Stelle sono andati 7 seggi: risultano eletti consiglieri metropolitani Dimitri De Vita (il più votato della sua lista) consigliere comunale a Rosta, Marco Marocco consigliere comunale a Chivasso, Barbara Azzarà consigliera comunale a Torino, Carlotta Trevisan consigliera comunale a Rivoli, Elisa Pirro consigliera comunale ad Orbassano, Anna Merlin consigliera comunale di Cumiana e Antonino Iaria consigliere comunale a Torino.Alla lista di centrodestra Civica per il territorio sono andati 3 seggi: risultano eletti consiglieri metropoltani Paolo Ruzzola sindaco di Buttigliera alta , Antonio Catello sindaco di Pianezza e Mauro Fava consigliere comunale a Cuorgnè.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma: 30 maggio sciopero metropolitano

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 maggio 2011

Roma 30 maggio Corteo da piazza del Colosseo al Campidoglio – Partenza alle ore 15.00 Lunedì l’Unione Sindacale di Base ha indetto lo sciopero dell’intera giornata per il personale capitolino e delle aziende dellaholding Roma Capitale: Atac, Ama, Acea, Zetema, Farmacap. I lavoratori manifesteranno insieme ai movimenti sociali della città, con corteo in partenza alle ore 15.00 da piazza del Colosseo per raggiungere il Campidoglio. Lo sciopero metropolitano e la manifestazione assumono un orizzonte di carattere generale, a difesa del patrimonio, del reddito e dei diritti di tutti i cittadini, contro la precarietà e le dismissioni selvagge, in opposizione al progetto di Bilancio di Roma Capitale, che in nome del risanamento economico peggiorerà le condizioni materiali di ampi settori sociali. Scenderanno in piazza i dipendenti delle società che erogano i servizi pubblici essenziali a Roma – Atac, Ama, Acea, ecc. – coinvolti nel pieno del progetto di privatizzazione rappresentato da Holding Roma Capitale che, partendo dal disastro causato dalla mala gestione delle amministrazioni, intende svendere i beni di tutti ai privati. Manifesteranno i dipendenti capitolini – amministrativi,educatrici, insegnanti, oses, precari – in lotta contro le scelte di privatizzazione dell’assessore De Palo e le esternalizzazioni perseguite dalla Giunta, per ricordare le assunzioni prima promesse e poi smentite nella scuola dell’infanzia, nei nidi e nel settore amministrativo ed il corso-concorso per le insegnanti della scuola d’infanzia; per i contratti bloccati per tre anni; per rivendicare l’adeguamento di un buono pasto inchiodato da 10 anni a 5,25 Euro ed addirittura negato al personale dei nidi. Tutti in difesa dei beni comuni, a sostegno dell’appuntamento referendario del 12 e 13 giugno, contro la riduzione dei servizi, l’aumento delle tariffe e il drastico abbassamento dei livelli salariali e occupazionali. USB, unita ai movimenti cittadini nella rete collettiva Roma Bene Comune, esorta la cittadinanza, i lavoratori e le lavoratrici comunali e delle aziende collegate a partecipare compatti e indignati. (seguito qui)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: sciopero metropolitano

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 maggio 2011

L’Unione Sindacale di Base ha proclamato per il prossimo 30 maggio lo sciopero dei lavoratori di Atac, di Ama, di Acea e di tutte le aziende che rientrano nel piano della Holding Roma Capitale deliberato dalla Giunta Alemanno e di tutte quelle aziende che sono previste in dismissione dal medesimo progetto. Nella stessa giornata si asterranno dal lavoro i dipendenti del Pubblico Impiego capitolino, dei Nidi e delle Scuole d’infanzia, delle cooperative sociali e di tutti quei settori e aziende coinvolti in privatizzazioni, liberalizzazioni, esternalizzazioni e che subiscono i tagli dal progetto di bilancio presentato dalla Giunta. Lo sciopero metropolitano si colloca nel percorso avviato insieme alla rete Roma Bene Comune con l’obiettivo di costruire una diversa idea di città: più libera, più giusta, più sostenibile e più solidale, e in opposizione al progetto di Bilancio Comunale in via di discussione nelle prossime settimane al Consiglio Capitolino contro gli attacchi al lavoro e allo stato sociale, in preparazione degli appuntamenti referendari nonostante il tentativo di evitare il voto messo in atto dal Governo. USB comunicherà a breve le modalità dello sciopero in ogni categoria insieme alle iniziative nei luoghi di lavoro e sul territorio.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra di Massimo Innocenti “Naturae”

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 novembre 2010

Firenze sabato 6 novembre 2010 alle ore 18.00 si inaugurerà presso la Galleria Tannaz. L’artista, ci dice Massimo Innocenti, deve essere nuovamente <<capace di guardare e di fermarsi di fronte a un paesaggio, di soffermarsi lungo le sponde di un fiume ed ascoltare>>. L’invito all’ascolto equivale qui al desiderio di staccarsi dal frastuono metropolitano e di ritornare ai suoni naturali e al silenzio che l’artista esige nel dialogo con gli aspetti più semplici della vita e delle cose. La trilogia di dipinti intitolata al Lago, realizzata in tre formati differenti, ne è un esempio eloquente: l’aria brumosa e pacata si diffonde lentamente sulla superficie lacustre suscitando sentimenti di sottile malinconia; così anche i dipinti asimmetrici incentrati sulla Casa, evocazione rarefatta di un luogo lontano e denso di presagi che ci riconduce alle memorie autobiografiche dell’artista. Il dittico Gemelli, dove gli alberi costeggiano una strada nascosta e isolata che sembra simboleggiare la via per un altrove ‘esistenziale’, ci appare a sua volta immerso in una calma luminosa ma al tempo stesso misteriosamente umbratile. L’ambivalenza delle atmosfere che il pittore riesce a evocare con viva partecipazione e maestria rappresenta forse uno degli aspetti più coinvolgenti del suo lavoro. Quiete e tempesta, avvallamenti e prominenze, luce e oscurità sembrano i corrispettivi simbolici delle dicotomie insite nella natura umana, come morte e istinto vitale, desiderio e assenza, amore e odio. E così pure la selva di sentimenti contrastanti che nei dipinti di Massimo scivolano in una dimensione visionaria per poi risalire verso una visione più lucida, come un faro nella notte, come la serenità che scioglie il tormento. Di questi contrasti possiamo individuare una traccia perfino nella resa formale dei dipinti, ora traslucidi ora densi di materia, e composti da pennellate ora impulsive e gestuali ora ordinate e composte. Anche i formati, dal più grande al più piccolo, sembrano partecipare di questa visione composita dell’ambiente naturale, quasi fossero interpreti delle numerose sfumature che possono intercorrere tra una rappresentazione epica della natura e una sua immagine tra le più umili e familiari. (Da uno spunto critico di Angela Sanna)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Capatosta di Beppe Lopez

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 ottobre 2010

Al suo apparire, nel settembre del 2000, il romanzo Capatosta di Beppe Lopez (Mondadori) si impose subito all’attenzione dei lettori e della critica per quattro peculiarità: perché scritto in un linguaggio mai prima di allora usato in letteratura, un idioletto ricavato dall’autore intrecciando italiano parlato e un materiale dialettale – quello pugliese – considerato “minore”; perché ambientato in un mondo mai prima descritto, un Sud né contadino né operaio, né rurale né cittadino, né magico né metropolitano, come sospeso in una fase astorica di inconsapevolezza collettiva e individuale; perché dava voce a una plebe estranea ed estraniata dalla storia e dalla stessa letteratura; perché incentrato su un personaggio forte, memorabile, in assoluto – come è stato detto – “uno dei ritratti femminili più belli della narrativa italiana”. Il testo di questa edizione – che vede la luce esattamente a dieci anni dalla prima – è frutto di un’attenta rilettura, di revisioni e di correzioni alle quali l’autore ha ritenuto necessario e doveroso sottoporre la stesura “sperimentale” del 2000, restituendoci quello che può già considerarsi un “classico” della narrativa meridionale a una più adeguata altezza di coerenza e accuratezza linguistica.
Beppe Lopez, intellettuale a tutto tondo, ha scritto il suo primo romanzo (Capatosta) nel 2000, dopo un’intera vita dedicata al giornalismo e ai giornali, come cronista politico, inchiestista, direttore di quotidiani e di agenzia, polemista e saggista (Il giornale che non c’è, 1995; Il quotidiano totale, 1998; La casta dei giornali, 2007; Giornali e democrazia, 2009). Il suo secondo, grande romanzo è del 2008: La scordanza. Si è dedicato anche al racconto storico, pubblicando nel 2005 Mascherata Reale (Besa) e nel 2009 Il principe nel groviglio.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »