Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘michele campanella’

Grande concerto di Michele Campanella alla Uic

Posted by fidest press agency su domenica, 27 gennaio 2019

Roma martedì 29 gennaio 2019 alle 20.30 (Aula Magna della Sapienza, Città Universitaria, Piazzale Aldo Moro 5) Michele Campanella, uno dei grandi pianisti della nostra epoca, festeggia i suoi 50 anni dal suo debutto alla IUC con un concerto straordinario, eseguendo tre dei massimi capolavori della musica pianistica di tutti i tempi.
Nato a Napoli e allievo del grande maestro napoletano Vincenzo Vitale, Michele Campanella è il maggior erede attuale della illustre tradizione pianistica napoletana. Ai suoi esordi, grazie alla sua tecnica fenomenale, era considerato soprattutto uno straordinario virtuoso e uno dei maggiori interpreti di Franz Liszt ma in seguito ha gradualmente esteso il suo repertorio a tutti i grandi autori di musica pianistica. Ma dice: “Non chiamatemi pianista, preferisco il termine musicista: con il primo si pensa alle mani, con il secondo al cuore e al cervello”. Oggi ha settantuno anni, ma sia lo spirito che le dita sono ancora quelle di un giovane: “Non intendo considerare la mia carriera terminata – afferma –, credo invece che il meglio debba ancora arrivare e lavoro affinché ciò avvenga”.Si è esibito in concerto con le principali orchestre europee e statunitensi, collaborando con grandi direttori quali Claudio Abbado, Riccardo Muti, Zubin Mehta, Wolfgang Sawallisch, Georges Prêtre, Thomas Schippers, Christian Thielemann e molti altri. Da oltre vent’anni è titolare della cattedra di pianoforte all’Accademia Chigiana di Siena, una delle più prestigiose istituzioni musicali nel mondo intero.Questo suo concerto romano è un’occasione speciale, che va festeggiata in modo speciale, per questo Campanella ha scelto di offrire agli ascoltatori tre capolavori assoluti della musica per pianoforte di ogni tempo. Diversissimi tra loro, questi tre capolavori sono però accomunati dall’aver segnato segnato una trasformazione radicale della musica pianistica e in particolare della Sonata per pianoforte: sono la Sonata “Patetica” di Ludwig van Beethoven, la Fantasia “Wanderer” di Franz Schubert e la prima Sonata di Robert Schumann.La Sonata in do minore op. 13 “Patetica”, scritta tra il 1798 e il 1799 da un Beethoven non ancora trentenne, costituisce una vera pietra miliare nella storia della musica, perché dischiuse inedite e profonde prospettive all’arte di questo gigantesco musicista. Schubert non aveva che venticinque anni quando nel 1822 compose la Fantasia “Wanderer”, che è in realtà una grande Sonata per pianoforte in quattro movimenti, con la particolarità che essi sono interdipendenti e collegati idealmente: questa novità rispetto alle regole tradizionali indusse l’autore a usare il titolo più libero di “Fantasia” per non attirarsi le critiche di accademici e conservatori. Schumann era ancora più giovane – aveva infatti ventitré anni quando – quando nel 1833 iniziò a comporre la sua Grande Sonata in fa diesis minore op. 11, cui lavorò accanitamente per oltre due anni, per raggiungere la fusione tra la logica della Sonata classica e l’immediatezza espressiva e il libero fantasticare dei giovani artisti romantici.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concerto per celebrare i cinquant’anni di attività di Michele Campanella

Posted by fidest press agency su sabato, 26 novembre 2016

campanellacampanella1Roma alla IUC nell’Aula Magna della Sapienza martedì 29 novembre alle 20.30.In questo mezzo secolo Michele Campanella ha suonato in quattro continenti sia in recital solistici che in concerti con prestigiose orchestre e con direttori quali Riccardo Muti, Claudio Abbado, Zubin Mehta, Georges Prêtre, Wolfgang Sawallisch e Thomas Schippers. Ha eseguito quasi tutte le principali pagine della letteratura pianistica, ma le sue prime affermazioni sono avvenute nel nome di Franz Liszt, di cui è tuttora considerato uno dei migliori interpreti a livello mondiale, tanto da essere stato premiato dal Ministero della Cultura ungherese e dall’American Liszt Society. Attualmente sta incidendo una serie di ben 12 cd dedicati al compositore ungherese. Ma ha inciso musiche di molti altri autori – tra cui Scarlatti, Chopin, Brahms Ciajkovskij e Ravel – per importanti case discografiche, quali Emi e Philips e ha vinto il Premio della Critica Discografica Italiana.La sua poliedrica attività lo ha anche portato in tournée insieme a Javier Girotto con un progetto su musiche di Ravel e Debussy. All’attività di musicista, Campanella affianca quella di scrittore. Nel 2011 Bompiani ha pubblicato il libro “Il mio Liszt. Considerazioni di un interprete”, un omaggio letterario che il pianista ha voluto dedicare al suo autore di riferimento.
Il programma scelto da Campanella per questo concerto va da Schumann a Musorgskij e Prokofiev. Di Robert Schumann eseguirà Papillons op. 2 e la Novelletta op. 21 n. 8, due opere giovanili, scritte a poco più di vent’anni d’età, quando videro la luce i suoi maggiori capolavori pianistici. Di Sergej Prokofiev i Racconti della vecchia nonna op. 31 del 1919, che appartengono al filone delle composizioni ispirate all’infanzia e alla musica popolare e prendono come modelli da un lato proprio Schumann e dall’altro Modest Musorgskj, cui è dedicata tutta l’ultima parte del concerto, con i suoi Quadri di un’esposizione, una delle composizioni pianistiche più famose del secondo Ottocento, ispirata ai quadri di Viktor Hartmann, amico del compositore. Oggi i Quadri si ascoltano più frequentemente nella rutilante orchestrazione di Ravel ma è nella versione originale per pianoforte che meglio risaltano le originali e geniali invenzioni di Musorgskij.
Il concerto fa parte della rassegna “Sapienza in musica” con il sostegno della Regione Lazio. (foto: campanella)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Accademia Musicale Chigiana su radio Vaticana

Posted by fidest press agency su sabato, 22 ottobre 2011

Siena, Tuscany, Italy.

Image via Wikipedia

25 ottobre alle ore 19.50 andrà in onda l’Accademia Musicale Chigiana di Siena su Radio Vaticana. E’ la terza trasmissione inserita nell’ambito del progetto triennale che vede protagonisti alcuni tra i tanti allievi dell’Accademia di sicuro talento e già in carriera e che al tempo stesso dà un forte contributo alla diffusione di musica contemporanea. Dopo i concerti del clarinettista Giovanni Punzi, allievo di Alessandro Carbonare, e del Trio Bettinelli, allievo di Günter Pichler del Quartetto Alban Berg, sarà la volta del violista Daniel Palmizio, allievo di Bruno Giuranna. Con lui ci sarà al pianoforte Monaldo Braconi, attualmente collaboratore di Alessandro Carbonare nel corso di clarinetto e in passato allievo chigiano al corso di Michele Campanella. Il programma del concerto propone la Sonata op. 120 n. 2 di Brahms, gli Studi profondi per viola sola di Ronchetti e una selezione di brani da Games signs and messages per viola sola di Kurtàg.    Nel corso della trasmissione i lavori eseguiti verranno sviscerati nei loro dettagli dagli stessi esecutori, stimolati dal conduttore Marco Di Battista e da Marcello Filotei, che ha curato la direzione artistica del progetto con Aldo Bennici, direttore artistico dell’Accademia Chigiana di Siena, e Stefano Corato, responsabile dei programmi musicali di Radio Vaticana.
L’appuntamento successivo, il 6 dicembre, vedrà protagoniste la violinista Laura Marzadori, allieva di Salvatore Accardo, e la pianista Francesca Leonardi, allieva di Joaquin Achucarro, con la Sonata n. 7 per violino e pianoforte di Beethoven e la prima esecuzione assoluta di due brani di Durieux, Ouvrir per violino solo e Placer/Déplacer per violino e pianoforte.
I concerti vanno in onda sul Quinto Canale della Radio Vaticana nell’ambito del programma “Diapason” a cura di Stefano Corato. La durata è di circa 50′ (dalle 19.50 alle 20.40). Il Quinto Canale della Radio Vaticana può essere ascoltato via web in tutto il mondo sul sito www.radiovaticana.org/musica(cliccando sul player a destra – bottone n. 5), sui 105 MHz in Fm per Roma e zone adiacenti e sui 585 KHz in onde medie per ilcentro Italia).

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Concerto omaggio a Franz Liszt

Posted by fidest press agency su martedì, 19 luglio 2011

Napoli Prosegue la Stagione Estiva del Teatro di San Carlo. Martedì 19 luglio alle ore 21.00 nel Cortile del Maschio Angioino, Michele Campanella nella duplice veste di direttore e pianista si esibisce in concerto con l’Orchestra Giovanile “Luigi Cherubini”, formazione fondata nel 2004 da Riccardo Muti e divenuta in breve affermata protagonista dei più prestigiosi palcoscenici internazionali. In programma un omaggio a Franz Liszt -compositore prediletto dal pianista napoletano di cui ricorre quest’anno il bicentenario dalla nascita- con il Concerto per pianoforte e orchestra n. 2 in la maggiore S. 125, Fantasia Ungherese per pianoforte e orchestra S. 123, Concerto per pianoforte e orchestra n.1 in mi bemolle maggiore S. 124, e Totentanz parafrasi sul “Dies Irae” S. 126. L’evento è realizzato in collaborazione con la Soprintendenza ai Beni Architettonici, Paesaggistici, Storici, Artisti ed Etnoantropologici di Napoli e Provincia, e la Regione Campania per il progetto “Arte nei Giardini”. Biglietti: Posto unico 20 euro.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Concerto omaggio a Franz Liszt

Posted by fidest press agency su domenica, 17 luglio 2011

Napoli Teatro di San Carlo. Martedì 19 luglio alle ore 21.00 nel Cortile del Maschio Angioino, Michele Campanella nella duplice veste di direttore e pianista si esibisce in concerto con l’Orchestra Giovanile “Luigi Cherubini”, formazione fondata nel 2004 da Riccardo Muti e divenuta in breve affermata protagonista dei più prestigiosi palcoscenici internazionali. In programma un omaggio a Franz Liszt -compositore prediletto dal pianista napoletano di cui ricorre quest’anno il bicentenario dalla nascita- con il Concerto per pianoforte e orchestra n. 2 in la maggiore S. 125, Fantasia Ungherese per pianoforte e orchestra S. 123, Concerto per pianoforte e orchestra n.1 in mi bemolle maggiore S. 124, e Totentanz parafrasi sul “Dies Irae” S. 126. L’evento è realizzato in collaborazione con la Soprintendenza ai Beni Architettonici, Paesaggistici, Storici, Artisti ed Etnoantropologici di Napoli e Provincia, e la Regione Campania per il progetto “Arte nei Giardini”. Biglietti: Posto unico 20 euro.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A Siena la magia di Liszt

Posted by fidest press agency su domenica, 22 agosto 2010

Siena 22 agosto (ore 21.15) tutta la magia di Liszt con Michele Campanella. Il celebre pianista sarà in concerto al teatro dei Rozzi domenica per il penultimo appuntamento con la 79ª Estate Musicale Chigiana. Il recital pianistico sarà interamente dedicato al grande compositore ungherese, di cui Campanella, acclamato virtuoso, è considerato uno dei maggiori interpreti: in programma Première Année de Pélerinage: Suisse, Seconda Ballata, Due leggende: San Francesco d’Assisi che predica agli uccelli, San Francesco di Paola che cammina sulle onde.
Michele Campanella, docente chigiano fin dalla seconda metà degli anni ’80, è considerato nella comunità internazionale uno dei maggiori interpreti lisztiani e non solo, avendo affrontato in 40 anni di attività molte tra le principali pagine della letteratura pianistica. La Società “Franz Liszt” di Budapest gli ha conferito il Gran Prix du Disque nel 1976, 1977 e nel 1998. Spiccano tra le ultime importanti fatiche l’esecuzione integrale dei concerti di Beethoven e Mozart e l’integrale della musica per pianoforte di Brahms. Formatosi alla scuola pianistica napoletana di Vincenzo Vitale, Michele Campanella è un artista di temperamento assai versatile che spazia tra autori quali Clementi, Weber, Poulenc, Busoni (Premio della Critica Discografica Italiana nel 1980 per le incisioni con la Fonit Cetra), Rossini, Brahms, Ravel e Liszt, di cui ha inciso un’antologia di parafrasi, primo grande capitolo di un’importante serie dedicata al maestro. I biglietti (primi posti 25 euro, ingresso 18 euro, ingresso ridotto 8 euro) potranno essere acquistati anche domani, domenica 22 agosto, dalle ore 15.30 alle ore 18 presso il botteghino di Palazzo Chigi Saracini (via di Città 89) e da due ore prima l’inizio del concerto, direttamente presso il Teatro dei Rozzi. Il calendario completo della 79esima Estate Musicale Chigiana è consultabile sul sito internet http://www.chigiana.it.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »