Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 30

Posts Tagged ‘microrganismi’

“Sorveglianza, prevenzione e controllo dei microrganismi multiresistenti”

Posted by fidest press agency su martedì, 24 settembre 2019

“Sorveglianza, prevenzione e controllo dei microrganismi multiresistenti”By Daniela Ponticelli. Informazione capillare in tutte le strutture aziendali sulle procedure e i comportamenti da adottare rivolte ai pazienti e alle loro famiglie, al fine di contrastare i microrganismi multiresistenti agli antibiotici. Si tratta di microrganismi che fanno parte della normale flora microbica intestinale, e che sono presenti anche sulla cute degli individui. Come per altri microrganismi, se le funzioni immunitarie del soggetto portatore si riducono, come in caso di particolari terapie, o le barriere di difesa vengono meno, come nel caso di terapie chirurgiche o altre tecniche invasive, questi batteri possono dare luogo ad infezioni, cioè causare malattia. A seguito di prolungate terapie antibiotiche, alcuni di questi microrganismi possono sviluppare dei meccanismi di resistenza agli antibiotici. Uno di questi meccanismi è la Metallo Lattamasi New Delhi (NDM). Le infezioni sostenute da batteri con questo tipo di meccanismo di resistenza sono difficili da trattare, perché i più comuni antibiotici hanno perso la loro efficacia: ecco perché è nell’interesse di tutti limitarne la diffusione. Si tratta di germi per i quali è difficile prescrivere una terapia efficace e che possono essere responsabili di infezioni soprattutto in quei pazienti con difese immunitarie ridotte.
Le nuove indicazioni vanno dalla regola più semplice, quella di adottare un efficace lavaggio delle mani, all’adozione delle misure di prevenzione e controllo, all’utilizzo delle protezioni individuali fino ai comportamenti da osservare per impedire il più possibile il diffondersi di un’infezione.Le procedure raccomandate ai cittadini hanno, infatti, l’obiettivo di contenere la diffusione dei germi multi resistenti e di omogeneizzare i comportamenti e le azioni.L’iniziativa, promossa dalla Direzione Sanitaria Aziendale , attraverso la costituzione di un gruppo di lavoro, con l’obiettivo di mettere in atto tutti gli interventi volti a sorvegliare l’evoluzione del fenomeno tramite screening attivo, a rinforzare le procedure di prevenzione e controllo delle infezioni nelle strutture sanitarie e ad adottare schemi terapeutici più adeguati per il trattamento delle infezioni da batteri NDM.Per contrastare la diffusione dei germi multiresistenti sono state messe a punto procedure aziendali omogenee, standardizzate e regolamentate da indicazioni di misure irrinunciabili dove l’elemento chiave è il tempestivo riconoscimento del paziente colonizzato/infetto e il loro rapido isolamento.Ormai da anni anche la AUSL Toscana centro si dedica alla riduzione delle infezioni, in particolare nelle degenze ospedaliere, attraverso diverse azioni, interventi e monitoraggi e tra queste anche riservando specifici percorsi formativi ai sanitari.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Alzheimer: verrà dall’Italia il primo vaccino?

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 febbraio 2012

(Centro Maderna) Due istituti di ricerca italiani, l’Istituto di Genetica e Biofisica (Igb-Cnr) e l’Istituto di Biochimica delle Proteine (Ibp-Cnr), hanno messo a punto una molecola che hanno chiamato E2, per la quale hanno già ottenuto il brevetto italiano e chiesto il brevetto internazionale, che eliminerebbe in modo efficace la proteina beta-amiloide responsabile dell’Alzheimer. La proteina, che accumulandosi nel cervello forma delle placche che inibiscono il corretto funzionamento dei neuroni fino ad annientarli, è infatti considerata la causa prima di questa malattia, e la sua eliminazione potrebbe rappresentare un passo importantissimo nella lotta all’Alzheimer. “Il vaccino,” spiega Piergiuseppe De Berardinis dell’Ibp-Cnr, “ induce la produzione di anticorpi e questi ultimi si legano al peptide che causa la malattia, favorendone così l’eliminazione”, ma per assicurarsi che gli anticorpi vadano a colpire solo dove ve ne è necessità, la ricerca ora si sta concentrando sui carriers, ovvero quei micro-organismi “utili a convogliare la risposta immunitaria sui bersagli desiderati”. La ricerca, pubblicata sulla rivista “Immunology and Cell Biology”, è attualmente nella fase pre-clinica della sperimentazione, quella cioè in cui il vaccino viene iniettato in cavie sane per verificare l’assenza di effetti collaterali. In caso di risultati positivi, verrà poi sperimentato su cavie malate e, solo a questo punto sull’uomo.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ricerca di eccellenza di Unicam

Posted by fidest press agency su sabato, 16 luglio 2011

Camerino Non solo i migliori cervelli non fuggono dall’Università di Camerino, ma ottengono costantemente risultati eccellenti. È di questi giorni infatti la notizia che la dott.ssa Irene Ricci, borsista della Scuola di Bioscienze e Biotecnologie di UNICAM è una dei 500 migliori ricercatori europei, che hanno superato la selezione per gli Starting Grants dell’European Research Council (ERC), una sorta di “Oscar” della ricerca, riservati alla fascia più giovane dei ricercatori. L’ERC è il primo organismo di finanziamento europeo istituito per sostenere la ricerca ed il suo scopo principale è quello di stimolare l’eccellenza scientifica sostenendo ed incoraggiando i migliori scienziati.
I finanziamenti dell’ERC sono attribuiti mediante concorso per progetti di ricerca in cui l’unico criterio di selezione è l’eccellenza scientifica. L’obiettivo è quello di riconoscere le idee migliori, e trattenere e conferire status e visibilità ai migliori cervelli d’Europa. La Dr.ssa Ricci ha ottenuto questo importante riconoscimento superando una prima selezione tra migliaia di progetti, basata sul profilo del ricercatore e sul progetto presentato, e successivamente un colloquio svoltosi a Bruxelles di fronte a una commissione di esperti. Il finanziamento atteso è di circa 1,5 milioni di euro e consentirà alla Dr.ssa Ricci di proseguire gli studi relativi alla relazione simbiotica tra un lievito e la zanzara vettore della malaria, studi che hanno aperto nuove importanti prospettive per il controllo biologico della trasmissione di una delle più gravi malattie infettive del pianeta. “Nel mio progetto – nota la dott.ssa Ricci – propongo un metodo per il controllo delle malattie infettive, attualmente confinate nelle regioni tropicali e subtropicali del pianeta, assolutamente ecocompatibile e biologico, che non comporta l’utilizzo di insetticidi e sostanze che hanno un impatto ambientale, ma prevede l’utilizzo di microrganismi presenti naturalmente nelle zanzare, che manipolati opportunamente esprimono molecole capaci di curare le zanzare dall’infezione e quindi non più infettanti per l’uomo. In termini comprensibili, un bio-pesticida!” Questo riconoscimento testimonia dunque l’elevata qualità delle ricerche condotte dalla Dr.ssa Ricci e valorizza la ricerca scientifica in Unicam. (irene ricci)

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sicurezza alimentare e tutela consumatore

Posted by fidest press agency su martedì, 21 giugno 2011

Dopo le ultime tossinfezioni alimentari il consumatore si chiede come può tutelarsi, specialmente quando mangia in un locale pubblico (ristorante, bar, rosticceria, ecc.), sia per necessità (pausa pranzo) che per piacere. Salmonella, Stafilococco e Listeria sono microrganismi pericolosi e sempre in agguato. La prima cosa da fare per capire quanto l’igiene stia a cuore al gestore e’ quella di fare una visita al bagno: un lavaggio alle mani fa sempre bene e serve a constatare l’igiene di quello che dovrebbe essere il posto pulito per eccellenza. Da verificare se nel locale e’ affisso il certificato HACCP (Hazard Analysis on Critical Control Points), che prevede l’applicazione di corrette prassi igieniche. Spesso nei ristoranti o nei bar-tavola calda, assistiamo ad un tripudio di antipasti: quelli di carpaccio di carne, pesci o crostacei o a base di maionese devono essere collocati in banchi refrigerati a + 4 gradi. I salumi e formaggi per i panini devono stare tra +4 e + 6 gradi, verdure e insalate a +10 gradi, i cibi caldi (es. lasagne e arrosti) a + 60 gradi. Un termometro consentira’ di verificare la temperatura di legge. Insomma, anche se fastidioso, ognuno di noi dovra’ improvvisarsi “ispettore di igiene”. Meglio cosi’ che un pericoloso e fastidioso mal di pancia. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »