Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘mid’

Le strategie di comunicazione delle Mid e Small Cap quotate su Borsa Italiana in ambito Esg

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 gennaio 2021

Intermonte SIM, investment bank italiana indipendente, presenta la quinta edizione dei “Quaderni di ricerca Intermonte”, studi su temi di interesse per il mercato che la Società sviluppa di anno in anno in collaborazione con la School of Management del Politecnico di Milano. Quest’anno, la ricerca: “Le strategie di comunicazione delle mid e small cap quotate su Borsa Italiana in ambito ESG: un’analisi di benchmarking”, si è concentrata sull’analisi della rendicontazione dei dati non finanziari di un campione selezionato di società mid e small cap italiane quotate, per valutare la completezza e l’efficacia della comunicazione delle metriche ESG e i risultati ottenuti in tale ambito (sulla base dei principali KPI desunti dagli elenchi di vari framework nazionali e internazionali) nel corso del triennio 2017-2019. Questo ha consentito di individuare alcuni cluster fra le imprese a piccola e media capitalizzazione analizzate: le “esperte”, le “ambizione” e le “gregarie”. L’analisi si è focalizzata, in particolare, su di un campioneselezionato secondi criteri stringenti di 21 aziende non finanziarie (con un focus sui comparti industriale, energy e utilities) quotate sul segmento mid e small cap del Mercato telematico Azionario Italiano, scelte tra quelle coperte dalla ricerca di Intermonte Sim (rappresentanti circa il 95% della capitalizzazione dell’intero mercato azionario italiano) che nel 2019 hanno divulgato più del 70% delle informazioni mappate come rilevanti ai fini ESG. Tale scelta consente di focalizzare l’analisi di fatto sulle aziende più ‘virtuose’ in termini di disclosure non finanziaria, per avere una fotografia del posizionamento del campione in ottica ESG e valutarne i miglioramenti.
Le società analizzate hanno performato molto meglio del mercato nell’arco del triennio: il valore mediano della performance è +76,6%, più del triplo rispetto alle blue chip e alle altre small e mid cap. Considerando che le imprese selezionate sono quelle che hanno rilasciato più informazioni in ambito ESG, ciò può rappresentare un elemento distintivo rispetto all’attenzione che il mercato ha riservato in termini di premio di performance. Si può inoltre apprezzare la presenza significativa nel capitale delle aziende del campione di investitori istituzionali e fondi: in media il 18,1% del capitale totale è in mano a questi soggetti mentre il valore mediano è il 17%. Moltissimi studi accademici, d’altronde, dimostrano l’impatto positivo di una efficace rendicontazione non finanziaria per un’impresa, con l’effetto di generare rendimenti differenziali positivi per gli investitori (es. riduzione del costo del capitale, migliore attrattività per investitori e manager, riduzione del rischio alla reputazione, efficienza sui costi operativi, riduzione delle asimmetrie informative ecc.).Secondo Morningstar, a fine giugno 2020 il valore totale degli investimenti in 3.432 fondi ‘sostenibili’ ha superato la soglia di $ 1.000 miliardi a livello mondiale. L’Europa è il mercato di riferimento, con un flusso netto di nuovi impieghi nel primo semestre 2020 pari a $ 61 miliardi (l’86% del totale) e uno stock complessivo pari a $ 870 miliardi (l’82% del totale). L’incertezza legata alla pandemia Covid-19 non ha frenato la raccolta che, a livello globale, ha registrato un valore record nel secondo trimestre del 2020 (+72% sul primo trimestre). Continua a crescere anche il numero di prodotti (fondi attivi ed ETF) che si richiamano a criteri ESG nella loro policy di investimento. Nel secondo trimestre 2020 si contano ben 125 nuovi fondi offerti al mercato, di cui 107 solo in Europa.Il tema della comunicazione dei dati non finanziari è sempre più rilevante per le aziende per consentire ad analisti e società di rating di comprendere e apprezzare qualitativamente e quantitativamente gli sforzi profusi dal management nella tensione verso l’eccellenza in ambito ESG. Dal 2017 le imprese quotate sui listini regolamentati sono tenute a pubblicare una rendicontazione non finanziaria; cominciano, quindi, ad essere disponibili informazioni di valore per il mercato (anche se la maggior parte degli studi realizzati fino ad oggi, su possibili impatti positivi della efficace rendicontazione dei paramenti ESG, sono stati spesso confinati al mondo delle blue chips e quasi mai al mondo delle piccole e medie imprese). La ricerca integrale è disponibile sul sito Intermonte al link https://www.intermonte.it/it-it/Free-Reports (abstract)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Open day del Master Mid Interior Design

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 novembre 2019

Milano 28 novembre 2019 a partire dalle 09:30 Via Carlo Bo 7 Open day presso SPD Scuola Politecnica di Design. sarà l’occasione per conoscere direttamente i professionisti del Master MID Interior Design, diretto dal Prof. Francesco Scullica, Politecnico di Milano, insieme alla co-direzione di Giorgio Tartaro, Scuola Politecnica di Design e Giulia Maria Gerosa, Politecnico di Milano. La sfida, in oltre 15 anni di attività, non è cambiata: formare professionisti del progetto di interni capaci e aggiornati, in grado di rispondere alle esigenze di committenti privati, di gestire le dinamiche delle grandi società di progettazione, imprese, aziende e studi, oltre che di avviare attività di consulenza aziendale nell’ambito di servizi immobiliari, industrie della distribuzione, dell’ospitalità o di produzione di arredi.Il Master si articola in diverse unità didattiche che affrontano il tema dell’interior design in diversi punti di vista e completano le competenze progettuali, approfondite durante lo svolgimento di cinque diversi workshop incentrati su temi di ampio respiro: domesticità, spazi per il lavoro, allestimento, spazi per la ricettività e il benessere e spazi per il retail. I contributi teorici sulla storia e la critica dell’interior design, sui materiali e le tecnologie, sull’illuminazione insieme alle visite e agli incontri sul “sistema design Milano”, hanno portato ulteriore valore all’aula, creando relazioni con aziende, studi e protagonisti della scena del progetto.
Infine, le sessioni di empowerment hanno accompagnato i partecipanti all’esperienza del tirocinio: 3 mesi di pratica presso aziende o studi di architettura, finalizzati a consolidare la preparazione dello studente e agevolarne l’inserimento professionale. Tra i protagonisti della professione che collaborano da anni per assicurare qualità ed efficacia al tirocinio curriculare: Lissoni Associati, Migliore + Servetto, Citterio and Partners, Cibic and Partners, Giovannoni Design, Studio Bellini, Dante Benini & Partners, Studio Simone Micheli, Progetto CMR, Studio Marco Piva, 5+1AA, Studio Andrea Castrignano ID Consulting. Le iscrizioni al Master sono aperte. L’ammissione è basata sull’analisi dei titoli e del portfolio e su un colloquio di selezione. Il programma è a numero chiuso per un massimo di 35 studenti. L’attività didattica prevede un totale di 1500 ore tra lezioni, laboratori e workshop progettuali, stage e studio individuale. Al termine del percorso formativo, i partecipanti ricevono il Diploma di Master Universitario del Politecnico di Milano corrispondente a 60 crediti CFU.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »