Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘migliorare’

Anno nuovo, voglia di cambiare e di migliorarsi

Posted by fidest press agency su domenica, 29 dicembre 2019

I social media stanno influenzando la percezione sociale di bellezza, con una maggiore attenzione al proprio aspetto. L’ultima bizzarria del web sono le cosiddette “evil lips”, anche dette “octopus lips”, una assurda tendenza estetica popolare soprattutto in Russia: “Con i filler si ottengono due incurvature al labbro di sopra e a quello di sotto, per un effetto davvero poco naturale – spiega il professor Rauso -. E’ solo una delle tante stranezze legate al mondo di chirurgia e medicina estetica che compaiono sui social e sulla cronaca, ma bisogna ricordare che riguardano solo un numero davvero esiguo di persone, anche se l’esposizione mediatica potrebbe far pensare diversamente”.Botulino per trentenni. Oltreoceano va di moda organizzare “Botox Birthday Party” per i trent’anni: “Da noi il fenomeno è meno evidente, per fortuna, ma esiste e va crescendo – afferma il vice-presidente FIME -. La fascia di pazienti che aumenta più in fretta è quella degli under 40, che si regalano degli iniettabili per il viso, in particolare per riempire le “linee degli 11”, ossia i solchi che si formano tra le sopracciglia, le cosiddette rughe glabellari”.
Ringiovanire grazie ai filler più naturali e a lunga durata. Esiste, da qualche anno, una nuova generazione di filler che consente di ottenere risultati naturali e duraturi; alcuni di questi non utilizzano più il BDDE con “agente legante” (cross linker) ma bensì il PEG.Si inietta in profondità, ripristinando la morfologia del volto, fin dall’impalcatura ossea, che nel tempo tende a rimaneggiarsi e riassorbirsi, con tecniche che hanno un’impronta quasi chirurgica. “I “vecchi” filler venivano iniettati solo nei tessuti più superficiali, come cute e sottocute, mentre oggi, grazie a nuovi studi sull’invecchiamento, si è capito che l’esclusivo aumento di volume superficiale crea solo un “anomalo gonfiore”, concetto ben lontano dal ringiovanimento – afferma Rauso -. Oggi, utilizzando i filler con una corretta reologia e infiltrandoli nel modo corretto (a contatto con le strutture scheletriche del volto), riusciamo a replicare i risultati che, 20 anni fa, si raggiungevano tramite l’inserimento delle protesi facciali”.Visi troppo gonfi. Anche con i filler di nuova generazione, bisogna evitare di rivolgersi a medici non opportunamente formati in estetica o che facciano passare la procedura come “una semplice punturina”: “I rischi sono di due tipi – spiega il professor Rauso -. Con iniezioni in profondità, è possibile lesionare nervi e vasi sanguigni di calibro maggiore rispetto ad i capillari che si incontrano in superficie. In secondo luogo, si può ottenere la “puffy face”, ossia visi con un effetto gonfio poco naturale”. Uno degli effetti meno amati della medicina estetica.30 minuti per un naso nuovo. Ideale per correggere piccole asimmetrie o gibbi, la medicina estetica consente di modificare l’aspetto del proprio viso solo con un filler. “Non ci sono tempi di ricovero postoperatori, è possibile sollevare la punta del naso o ridurre la percezione della gobba” sostiene Rauso, che conclude: “Attenzione, tra tutte le procedure eseguite con filler questa è quella con più alti rischi vascolari”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’intelligenza umana si può modificare o migliorare specializzandola?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 luglio 2018

Se, a questo punto, riuscissimo a fare tesoro delle diversità emerse e delle complessità emergenti e il possibile modo di ovviarle, considerando che il cervello mentre pensiamo si modifica, saremmo più cauti nel pensare sia ad un modello di essere umano “preconfezionato” sia al modo di apportare delle varianti sostanziali al “prodotto finito”.
Basti pensare che anche chi ha un basso quoziente di intelligenza può manifestare ad un certo momento della propria vita grandi capacità mentali. Infatti è dimostrato che alcuni ritardati possono mostrare dei comportamenti straordinari. Ancora oggi la scienza non sa dare una spiegazione razionale al fatto che soggetti incapaci, a volte, di formulare una frase sensata siano in grado di fare calcoli matematici più velocemente di un computer o di scolpire o di dipingere opere d’arte da vero artista. Per contro oggi tale metodica selettiva può avere più successo sull’uomo, allorché si incomincia ad adottare trattamenti più sofisticati, inserendo o eliminando uno o più geni dal patrimonio genetico.
Lo si deve alla biologia molecolare con i suoi studi sui geni e sul loro costituente il DNA o acido desossiribonucleico. Queste molecole di DNA portatrici di determinate caratteristiche possono essere sintetizzate in laboratorio. Le loro particolari doti vengono poi distinte ed inserite in esseri viventi, ottenendo in altri termini, ma per una via molto più breve e con maggiore efficacia, quello che si otteneva da millenni mediante gli incroci. Un organismo così ottenuto viene detto “transgenico”. E’ un genere d’intervento che, se applicato sull’uomo, diventa senza dubbio positivo se resta preminentemente terapeutico. In effetti le carenze genetiche di un individuo possono provocare gravi malanni quali l’emofilia, la fibrosi cistica e via dicendo e intervenire su di essi è estremamente positivo. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Migliorare l’attività internazionale delle Regioni

Posted by fidest press agency su sabato, 3 luglio 2010

L’On. Aldo Di Biagio, ha accolto con entusiasmo il parere favorevole espresso dalla Camera dei Deputati e dal Governo sull’ordine del giorno al disegno di legge sulla Carta delle autonomie, in tema di individuazione delle funzioni fondamentali di Province e Comuni e semplificazione dell’ordinamento regionale e degli enti locali, con cui  il deputato ha  impegnato il Governo a definire, accanto alle funzioni fondamentali degli enti, anche quella relative alle “attività internazionali”  svolte dalle autonomie locali, promuovendo un maggior raccordo ed un migliore coordinamento con il ministero degli Esteri. Evidenzio che – le Regioni hanno dimostrato, nel tempo, grande capacità di azione in materia di attività di rilievo internazionale, contribuendo a rafforzare le relazioni internazionali con l’Unione Europea, il commercio estero, la valorizzazione dei beni culturali ed ambientali del nostro Paese. Questa attività, oltretutto, è stata puntualmente sostenuta dal Ministero degli Affari Esteri, ai fini di interessi non solo locali, ma dell’intero Paese, mettendo a disposizione sia risorse finanziarie che umane, oltre che la disponibilità di fondi di origine comunitaria. Ritengo che la necessità attuale di razionalizzare, semplificare ed evitare sprechi di risorse, richieda una maggiore attenzione e coordinamento del Ministero degli Affari Esteri proprio su queste attività di carattere internazionale delle Regioni, utile a rafforzare e rendere più trasparenti le iniziative e i  progetti internazionali. (On. Aldo Di Biagio)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Migliorare il volontariato

Posted by fidest press agency su sabato, 26 giugno 2010

Interloquire con le istituzioni per modificare le leggi che regolano il volontariato in Italia, organizzare campi formativi internazionali di interscambio tra i giovani volontari europei nelle zone a rischio o così dette difficili del tessuto metropolitano e la realizzazione di un evento mediatico che metta in rete associazioni di volontariato, cittadini, istituzioni e mezzi di comunicazione.  Sono queste le proposte del Forum Nazionale dei Giovani  che sono emerse stamani durante il Volunteering, iniziativa voluta dall’European youth forum che si è svolta a L’Aquila. Si tratta della prima iniziativa europea di preparazione al 2011, anno europeo sul volontariato. All’appuntamento hanno partecipato le principali associazioni europee della piattaforma dell’European Youth Forum che si occupano di volontariato in tutti i Paesi membri. Durante i lavori si è discusso delle linee guida e dei valori che animeranno tutte le iniziative promosse nel 2011, delle modalità d’impiego dei fondi destinati all’anno europeo e di una proposta di legge europea sul volontariato.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La flotta di AstraZeneca diventa più ecologica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 luglio 2009

AstraZeneca, azienda farmaceutica leader a livello mondiale nelle aree terapeutiche gastrointestinale, cardiovascolare, neuroscienze, respiratoria, oncologica e degli antinfettivi, riduce le emissioni di CO2 del proprio parco auto grazie a Clear Solutions, l’innovativo servizio di GE Capital, divisione della General Electric specializzata nel noleggio a lungo termine. La partnership AstraZeneca – GE La sinergia tra AstraZeneca e GE ha consentito di individuare un metodo attendibile per misurare e ridurre le emissioni di CO2, attraverso l’inserimento in flotta di veicoli con credenziali ecologiche che migliorano la sicurezza delle auto, riscuotendo il pieno gradimento del responsabile della gestione flotte e degli utilizzatori. La nuova car policy, disegnata con Clear Solutions, è stata ridefinita fissando il limite massimo di emissioni di CO2 a 160 gr/km per auto. Prima di questa scelta, oltre la metà della flotta di AstraZeneca presentava emissioni superiori alla soglia individuata. La scelta rientra nelle strategie di responsabilità sociale dell’azienda che nel 2008 ha già ottenuto risultati significativi in termini di riduzione delle emissioni di CO2 : -13% rispetto al 2007. In Italia AstraZeneca dispone di un’organizzazione di circa 1.000 dipendenti mentre il parco auto comprende (a giugno 2009) 700 automobili con età media inferiore a tre anni per una percorrenza media, relativamente al 2008, di 32.000 chilometri e complessiva di 30 milioni di chilometri l’anno.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »