Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘migliore’

In Italia oggi non c’è bisogno di più Europa ma di un’Europa diversa, migliore

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 dicembre 2017

europa“Di un’Europa che sappia favorire l’occupazione e la crescita e che non sia solo quella della burocrazia, dei vincoli e dei limiti. Questa è l’Europa che noi vogliamo e che in questa legislatura Forza Italia ha tratteggiato. Il presidente Gentiloni si è vantato dei risultati ottenuti sulle politiche migratorie in questi anni, se questi risultati sono davvero arrivati è anche perché il governo ha seguito le indicazione di Forza Italia e ha lavorato nel solco di quanto aveva fatto il governo Berlusconi. Quello per cui si dovrebbe lavorare, perché manca in Europa, è una politica estera comune. Ed in quest’ambito l’Italia dovrebbe essere una protagonista primaria, iniziando col chiedere a gran voce la sospensione delle sanzioni contro la Federazione Russa. E’ inaccettabile poi che si continui a guardare, senza condannare, gli attacchi che quotidianamente ci sono verso Israele, si può condividere o meno la decisione di Trump, ma oggi in merito il premier Gentiloni non ha proferito parola. Cosa che invece avrebbe dovuto fare, vista anche la debolezza delle affermazioni di Federica Mogherini.” E’ quanto afferma Elio Vito, deputato di Forza Italia intervenendo in Aula dopo le comunicazione del Primo Ministro Gentiloni in vista del Consiglio Europeo.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La costruzione di una società migliore

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 agosto 2017

New YorkNew York. Si è infranto il sogno durato, per taluni, sino all’ultima ora dei 70 anni di socialismo reale per i Paesi dell’Europa orientale e, sull’onda dell’Internazionale comunista, per molti altri popoli della Terra. In questo arco di tempo la fuga dal paradiso comunista significò per molti la speranza di trovare in occidente la ricchezza e l’abbondanza di beni, oltre alla libertà e alla liberazione democratica dal controllo tirannico della politica sulla vita degli individui. Ciò ci spiega, osserva Sombart, il motivo per cui non ci fu mai il socialismo negli U.S.A. e nel resto delle Americhe, ma anche perché il comunismo rivoluzionario, con il suo piccolo dominio, non ha mai avuto una speranza in quel continente del nuovo mondo. E ciò che valeva allora vale ancora oggi, nonostante gli esorcismi di un Castro o le estemporaneità dell’attuale governo venezuelano. La lezione che inesorabilmente dobbiamo trarre da questo comportamento omogeneo è chiara: la maggioranza di persone cerca la felicità specialmente nei beni e nelle risorse, nella prosperità e nel lusso, per potersi appropriare della loro individualità e per non trovarsi sotto il controllo della comunità. Se la gente avesse la libertà di scelta, voterebbero per il capitalismo e non per il socialismo. Essi preferiscono l’individualismo al collettivismo e cercano l’autonomia individuale e non un accerchiamento solidale. Ma se osserviamo con occhio più critico ed anche maggiormente sensibile alle realtà che si vanno maturando nello stesso occidente progredito e capitalista, la nostra domanda sulla possibilità di potervi riconoscere i segni di una nuova società che non solo produca benessere ma lo faccia lasciandone l’accesso a tutti, ci rendiamo conto che vi sono grossi limiti al raggiungimento di questo obiettivo. Questa speranza attesa sta infrangendosi, un poco alla volta, alla stessa maniera del socialismo reale. Purtroppo. In ben altri porti ci toccherà far attraccare questa navicella di Odisseo dei nostri tempi. (Riccardo Alfonso direttore centri studi sociali e politici della Fidest)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Convegno: La bioeconomia per un futuro migliore

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 maggio 2017

fotoliaBologna Sabato 13 maggio, dalle ore 9.30 alle 12.40, presso la Sala Ulisse dell’Accademia delle Scienze (via Zamboni 31) si terrà il convegno La bioeconomia per un futuro migliore. Il convegno, organizzato da Accademia Nazionale di Agricoltura, Accademia delle Scienze di Bologna e Rotary Bologna, vedrà gli interventi di Giorgio Cantelli Forti – Presidente Accademia Nazionale di Agricoltura, Simona Caselli – Assessore Agricoltura caccia e pesca Regione Emilia-Romagna, Franco Venturi – Governatore Rotary Distretto 2072 insieme ai principali esponenti del settore.La bioeconomia comprende agricoltura, selvicoltura, pesca e acquacoltura sostenibili, per garantire sicurezza e qualità alimentare e produzioni no-food attraverso lo sviluppo di bioindustria e bioraffineria. La valorizzazione delle risorse biologiche rinnovabili presenti in natura, insieme alla salubrità del cibo, la riduzione dell’inquinamento ambientale e la difesa del clima, sono gli ambiti nei quali opera la bioeconomia.
Il suo fatturato e il numero di occupati rappresentano, inoltre, un importante tassello per l’economia europea e italiana. Nel nostro Paese, infatti, il fatturato annuo della bioeconomia è di quasi 255 miliardi di Euro con circa 1,7 milioni di occupati fatturato e, in Europa, si aggira intorno ai 2 miliardi di Euro con più di 20 milioni di posti di lavoro.Il rafforzamento della bioeconomia può creare occupazione, prodotti e processi portando nuova competitività nelle zone rurali, lungo le coste e nelle aree industriali provate dall’attuale crisi economica. L’Italia recentemente si è dotata di una strategia nazionale volta a rafforzare e integrare gli ambiti produttivo-industriali, al fine di creare nuove e più lunghe catene di valore, calate nel territorio assieme ad azioni di formazione e informazione specifiche. Il convegno è a ingresso libero fino a esaurimento posti. (foto: fotolia)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lotta all’epatite C per un futuro migliore

Posted by fidest press agency su domenica, 20 settembre 2015

epatite-CBaveno, Torna sul Lago Maggiore uno degli appuntamenti scientifici più importanti dell’infettivologia mondiale: l’Expert Meeting on the management of patients with HCV infection, giunto alla sesta edizione, anche quest’anno ha un respiro internazionale. A numero chiuso, come di consueto, il workshop seriale ha riunito circa sessanta esponenti dell’infettivologia in veste di discenti e più di venti speakers, in tutto circa novanta persone tra clinici e ricercatori. Sul tavolo dei lavori: il futuro della lotta all’epatite C. Molti i temi dibattuti, dalla sostenibilità alla scelta dei trattamenti e la gestione dei pazienti nei vari stadi di malattia, inclusa quella più avanzata; dal problema della gestione dei non rispondenti alle combinazioni dei nuovi Antivirali ad Azione Diretta (DAA – Direct Acting Antivirals), alle nuove molecole in arrivo che amplieranno la disponibilità terapeutica e miglioreranno i bisogni insoddisfatti dei pazienti.
«Nella lotta all’epatite C si prospetta certamente un futuro migliore con molecole più potenti, più efficaci e che necessiteranno di un minor numero di pasticche, di minore durata della terapia (da 12 settimane ad 8, fino ad arrivare a 6 settimane) con minori effetti collaterali e maggiore tollerabilità – afferma Savino Bruno, Professore Straordinario di Medicina Interna all’Humanitas University Medicine di Rozzano (Milano) e chairman del Meeting di Baveno – tali peculiarità miglioreranno ulteriormente le prospettive di guarigione e l’accesso alla terapia in confronto ai trattamenti già disponibili».
L’Expert Meeting ripropone anche quest’anno i lavori a piccoli gruppi e le lezioni frontali che sono state, in parte, la chiave del suo successo sin dalla prima edizione nel 2010. Ampio spazio nelle sessioni a una delle nuove opportunità terapeutiche per il trattamento dell’epatite C: l’associazione di grazoprevir, un inibitore della proteasi NS3/4A dell’HCV, ed elbasvir, inibitore del complesso di replicazione NS5A del virus HCV. Questa terapia, grazie all’elevata efficacia in tutte le tipologie di pazienti con HCV genotipo 1, 4 e 6 e grazie all’ottimo profilo di tollerabilità e sicurezza anche nei pazienti più “difficili” da trattare è stata designata lo scorso aprile da FDA “terapia fortemente innovativa” per il trattamento dei pazienti con infezione cronica da HCV genotipo 1, con insufficienza renale terminale in dialisi e per i pazienti con infezione cronica da HCV genotipo 4.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Teatro: Migliore

Posted by fidest press agency su domenica, 17 gennaio 2010

Roma Teatro Tor Bella Monaca – via Bruno Cirino, dal 30 gennaio al 4 febbraio  tutte le sere alle ore 21– domenica ore 18 – lunedì riposo Teatro Biblioteca Quarticciolo    via Ostuni 8, Roma dal 20 al 29 gennaio  Valerio Mastandrea in Migliore  scritto e diretto da Mattia Torre con Valerio Mastandrea  luci Luca Barbati  Valerio Mastandrea ritorna a teatro con “MIGLIORE”, lo spettacolo scritto e diretto da mattia torre debutta  il 20 gennaio al teatro biblioteca quarticciolo  “Migliore” è la prima produzione che il Teatro di Roma realizza per il Teatro Biblioteca Quarticciolo con una tenitura rilevante e solo per i Teatri di Cintura che vedranno lo spettacolo alternarsi per due settimane dal Quarticciolo (da mercoledì 20 a venerdì 29 gennaio) a Tor Bella Monaca (dal 30 gennaio al 4 febbraio). L’attore romano ha condiviso pienamente il progetto di un teatro nazionale decentrato consolidando il suo impegno verso la divulgazione periferica della cultura, mai fine a se stessa ma complementare a quella della Città.   Periodo felice per Valerio Mastandrea che, mentre al cinema è protagonista dell’ultimo film di Paolo Virzì, “La prima cosa bella”, a teatro propone un personaggio complesso e fragile, ma dalla vena irresistibilmente comica. “Migliore” racconta quanto oggi i “cattivi” si facciano largo nella nostra società ma soprattutto quanto gli altri – affascinati – li lascino imporre. Un monologo esilarante e terribile di un uomo divenuto “cattivo” in una società sedotta dalla prepotenza dopo aver condiviso con gli altri tanti buoni, e forse ipocriti, sentimenti. http://www.teatrotobellamonaca.it (mastandrea)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »