Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘missioni’

Missioni dei giovani dell’Università Europea di Roma

Posted by fidest press agency su martedì, 27 marzo 2018

Le Missioni di Settimana Santa del Regnum Christi sono un apostolato di Gioventù e Famiglia Missionaria che coinvolge in Italia circa 250 persone. Si svolgono nel Triveneto, in Toscana e in Sicilia e in circa 20 Paesi nel mondo, per servire la Chiesa locale, i vescovi e i parroci.
Da mercoledì Santo alla domenica di Pasqua, un gruppo di studenti dell’Università Europea di Roma, insieme ad altri giovani provenienti da diverse parti d’Italia, parteciperà alle Missioni di Evangelizzazione che il Movimento Regnum Christi promuove in occasione della Settimana Santa, attraverso l’apostolato “Gioventù e Famiglia Missionaria”.
L’iniziativa fa parte delle attività sociali dell’Ateneo. L’Università Europea di Roma, infatti, ha tra i suoi obiettivi principali la formazione integrale della persona. Una formazione che consenta non solo l’acquisizione di competenze professionali ma che orienti lo studente ad una crescita umana e spirituale e lo aiuti a sviluppare uno spirito di servizio per gli altri.
Per questa ragione 100 giovani andranno in missione nella diocesi di Fiesole, in provincia di Firenze. Saranno accompagnati da Padre Nicola Tovagliari LC, Cappellano dell’Università Europea di Roma, da altri sacerdoti e seminaristi dei Legionari di Cristo e dalle consacrate del Regnum Christi.“Vogliamo accogliere con gioia l’invito di Papa Francesco a vivere una Chiesa in uscita”, spiega il Cappellano Padre Nicola Tovagliari LC. “La missionarietà giovanile è la speranza di una Chiesa che vuole essere sempre giovane e vivere la cultura dell’incontro”.
Gli studenti dell’Università Europea di Roma, insieme agli altri giovani, visiteranno le famiglie, gli anziani e gli ammalati dei paesi. Si metteranno al servizio delle parrocchie, aiutando i sacerdoti nelle celebrazioni del Triduo Sacro, animando le funzioni liturgiche, organizzando giochi per i bambini, catechesi per i giovani e per le famiglie. In tutte le attività saranno guidati e accompagnati spiritualmente dai Legionari e dalle consacrate.
Le Missioni sono un’occasione concreta per mettersi alla prova a livello umano e come testimoni di Cristo, fare amicizie profonde, ma soprattutto per vivere la Pasqua nella sua pienezza, con spirito di accoglienza, di amicizia e di aiuto per gli altri. I ragazzi sperimentano in queste occasioni che veramente “c’è più gioia nel dare che nel ricevere” (Atti 20,35).

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Missioni dei giovani dell’Università Europea di Roma, per una Chiesa in uscita

Posted by fidest press agency su domenica, 25 marzo 2018

Roma. Da mercoledì Santo alla domenica di Pasqua, un gruppo di studenti dell’Università Europea di Roma, insieme ad altri giovani provenienti da diverse parti d’Italia, parteciperà alle Missioni di Evangelizzazione che il Movimento Regnum Christi promuove in occasione della Settimana Santa, attraverso l’apostolato “Gioventù e Famiglia Missionaria”.L’iniziativa fa parte delle attività sociali dell’Ateneo. L’Università Europea di Roma, infatti, ha tra i suoi obiettivi principali la formazione integrale della persona. Una formazione che consenta non solo l’acquisizione di competenze professionali ma che orienti lo studente ad una crescita umana e spirituale e lo aiuti a sviluppare uno spirito di servizio per gli altri.Per questa ragione 100 giovani andranno in missione nella diocesi di Fiesole, in provincia di Firenze. Saranno accompagnati da Padre Nicola Tovagliari LC, Cappellano dell’Università Europea di Roma, da altri sacerdoti e seminaristi dei Legionari di Cristo e dalle consacrate del Regnum Christi.“Vogliamo accogliere con gioia l’invito di Papa Francesco a vivere una Chiesa in uscita”, spiega il Cappellano Padre Nicola Tovagliari LC. “La missionarietà giovanile è la speranza di una Chiesa che vuole essere sempre giovane e vivere la cultura dell’incontro”.
Gli studenti dell’Università Europea di Roma, insieme agli altri giovani, visiteranno le famiglie, gli anziani e gli ammalati dei paesi. Si metteranno al servizio delle parrocchie, aiutando i sacerdoti nelle celebrazioni del Triduo Sacro, animando le funzioni liturgiche, organizzando giochi per i bambini, catechesi per i giovani e per le famiglie. In tutte le attività saranno guidati e accompagnati spiritualmente dai Legionari e dalle consacrate.
Le Missioni sono un’occasione concreta per mettersi alla prova a livello umano e come testimoni di Cristo, fare amicizie profonde, ma soprattutto per vivere la Pasqua nella sua pienezza, con spirito di accoglienza, di amicizia e di aiuto per gli altri. I ragazzi sperimentano in queste occasioni che veramente “c’è più gioia nel dare che nel ricevere” (Atti 20,35).Le Missioni di Settimana Santa del Regnum Christi sono un apostolato di Gioventù e Famiglia Missionaria che coinvolge in Italia circa 250 persone. Si svolgono nel Triveneto, in Toscana e in Sicilia e in circa 20 Paesi nel mondo, per servire la Chiesa locale, i vescovi e i parroci.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Gioventù e Famiglia Missionaria”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 luglio 2017

MissioniRoma. Dal 28 luglio al 20 agosto 2017 un gruppo di studenti dell’Università Europea di Roma parteciperà, come parte del programma di formazione umana, alle Missioni Umanitarie e di Evangelizzazione che il Movimento Regnum Christi promuove nelle zone più povere del Messico, attraverso l’apostolato “Gioventù e Famiglia Missionaria”.L’Università Europea di Roma, infatti, ha tra i suoi obiettivi principali la formazione della persona. Una formazione che consenta non solo l’acquisizione di competenze professionali ma che orienti lo studente ad una crescita personale e sviluppi uno spirito di servizio per gli altri.
Circa quaranta giovani provenienti da varie parti d’Italia si recheranno in Messico, nello stato di Queretaro, accompagnati dai sacerdoti Legionari di Cristo e dalle consacrate del Regnum Christi. Gli studenti dell’Università Europea di Roma, insieme agli altri giovani provenienti da diverse città italiane, si metteranno al servizio delle persone che vivono in situazioni di difficoltà. Un’occasione unica per trascorrere l’estate in un modo diverso conoscendo un paese nuovo, mettendosi al servizio dei più bisognosi, crescendo nella conoscenza di sé stessi, facendo nuove amicizie ma soprattutto sperimentando che c’è molta più gioia nel dare che nel ricevere.I giorni di Missione sono divisi tra attività di evangelizzazione e umanitarie. Infatti la Chiesa del Messico, per la vastità del suo territorio non riesce ad inviare i sacerdoti nei molti villaggi rurali; pertanto, accompagnati dai sacerdoti Legionari di Cristo e dai membri consacrati del Regnum Christi, i missionari saranno al servizio della parrocchia organizzando attività di catechesi ed animando le funzioni liturgiche, doneranno alle persone cibo e vestiti, assistenza medica tramite personale specializzato; i ragazzi costruiranno, con l’aiuto di tecnici, edifici prefabbricati come aule, case o cappelle per il villaggio di missione.Grazie alla collaborazione con il Banco Farmaceutico, sono stati raccolti farmaci che saranno donati alle persone bisognose in Messico. Le Missioni sono state precedute da una serie di incontri di formazione nell’Università Europea di Roma, tenuti nel corso dell’anno accademico. In questo modo, gli studenti hanno potuto prepararsi ed apprendere la lingua spagnola, per comunicare con le persone che incontreranno. (foto: missioni)

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Missioni: “Bene ok Camera, rapidità decisioni e centralità Parlamento”

Posted by fidest press agency su sabato, 9 luglio 2016

“Con l’approvazione alla Camera della legge quadro sulle missioni internazionali si compie un altro significativo passo per dotare il nostro Paese di una normativa organica e strutturale che disciplini in maniera più efficiente ed efficace l’impegno delle nostre Forze armate nel mondo per costruire la democrazia, portare la pace e difendere la libertà. Una legge condivisa che sarà molto utile per i prossimi anni”. E’ quanto dichiara il deputato di Area popolare Andrea Causin, componente commissione Difesa, intervenuto in aula durante le dichiarazioni di voto sul testo unificato sulle missioni internazionali.
“Ad oggi sono circa 6mila i militari italiani presenti in tutti gli scenari più delicati del pianeta, dall’Asia, all’Africa all’Europa, in molti casi anche con il comando delle missioni e una credibilità e una professionalità riconosciute da tutti. Un impegno fondamentale per la nostra stessa sicurezza nazionale e per i concittadini italiani che vivono all’estero – prosegue Causin – in una delicata fase storica in cui incombe la minaccia del terrorismo di matrice islamica. Questa legge quadro, che abbiamo sostenuto con convinzione e contribuito a migliorare, consentirà di dare maggiore chiarezza e rapidità alle autorizzazioni e alle decisioni da adottare, con una indiscussa centralità del Parlamento, compresa la fase di acquisizione delle informazioni. In ultimo – conclude Causin – riusciamo ad affermare un principio culturale fondamentale in prospettiva, ovvero considerare la spesa militare un investimento per la sicurezza”.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Missioni africane di Togo e Benin

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 Mag 2012

Cernusco sul Naviglio dall’11 al 13 maggio, presso l’Auditorium del Centro S. Ambrogio Fatebenefratelli di Cernusco sul Naviglio, per le Missioni della Vice-Provincia Africana San Riccardo Pampuri dei Fatebenefratelli, Ordine presente dagli anni ’60 con opere sanitarie assistenziali in Togo (un Ospedale Generale ad Afagnan ed un Centro di Salute Mentale ad Agoè – Nyivé), e in Benin (un Ospedale Generale a Tanguiéta ed un Centro sanitario a Porga). L’obiettivo è quello di individuare idee, progetti e iniziative che permetteranno di valutare cosa fare nell’immediato futuro a favore di queste missioni. L’auspicio è che dall’incontro possano emergere soluzioni che aiutino ad affrontare i difficili anni a venire, alla luce della pesante crisi economica che ha colpito l’Europa. Fra Fiorenzo Priuli, da oltre 40 anni medico-chirurgo e missionario religioso dei Fatebenefratelli, spiega: “Se l’Africa risente della crisi è perché i costi aumentano e la popolazione diventa sempre più povera: per questo dall’Europa c’è bisogno di un incremento di aiuti. Nel nostro Ospedale generale di Tanguiéta abbiamo registrato nel 2011 circa 12 mila ricoveri e 4 mila interventi chirurgici; all’incirca lo stesso volume di attività registrato nella analoga struttura di Afagnan. Le due missioni hanno un bisogno assoluto di un sostegno costante al funzionamento: le spese vive di ogni giorno per assicurare anche a chi non ha mezzi la migliore assistenza possibile. Per questo è importante che ci siano partner, associazioni e privati che intervengano per il funzionamento normale degli ospedali, oltre che per fare investimenti fornendo strutture e attrezzature adeguate. C’è poi tutto il “capitale umano” fatto di specialisti che si recano in questi luoghi, il cui contributo è importante per la qualità del lavoro e la formazione di personale locale, che va incoraggiato a restare migliorando la capacità di accoglienza”.
Apriranno l’incontro, Fra Donatus Forkan, Padre Generale dell’Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Dio Fatebenefratelli; Fra Giampietro Luzzato, Superiore Provinciale della Provincia Lombardo-Veneta fondatrice degli Ospedali Fatebenefratelli di Afagnan (Togo) e Tanguiéta (Benin); Fra Bonifacio Sambieni, Vice-Provinciale del Benin-Togo.“Il Vice Provinciale – continua Fra Fiorenzo – esporrà la situazione presente in queste missioni e le proposte per lo sviluppo futuro di quanto esiste. Le associazioni che si confronteranno sono già fortemente legate alle strutture di Afagnan e di Tanguiéta e daranno il loro parere su come potenziare gli interventi”. Verrà anche evidenziato l’importante aspetto della trasparenza e del coinvolgimento dei donatori che continuano a sostenere queste opere, potendo avere un riscontro sul frutto del loro impegno.
Queste le Associazioni e le Fondazioni presenti al dibattito: Amici di Tanguiéta, UTA Onlus, GSA, Unicredit Fondation (Unidea), Fondazione Charlemagne, Fondazione CHIESI, Fondazione FAI, Les Amis d’Afagnan e de Tanguiéta (Paris), GFMER (Genève), Jumelage du JUR (CH), Hospital de SION (Vallais CH). Gemellaggi italiani: Ospedale di Niguarda, AO Melegnano, Ospedale civile di Legnano, Università di Roma “La Sapienza”, Ospedale Sant’Andrea (Roma), “Vallinfreda” Gemellaggio SION-CAPODIPONTE. In allegato il programma.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Difesa: La Russa tarocca I numeri

Posted by fidest press agency su domenica, 10 luglio 2011

“Dalle agenzie apprendo che come al solito la Lega abbaia ma non morde” – Lo dichiara Luca Marco Comellini, segretario del Partito per la tutela dei diritti di militari e forze di polizia (Pdm)- “Ma non solo questo – prosegue Comellini- i leghisti si lasciano pure prendere in giro sulla riduzione dei numeri che è assolutamente fittizia. Infatti –aggiunge- dal sito della Difesa risulta che al 30 giugno erano 7.224 i militari in 29 missioni in 28 Paesi e non 9250 come riferito oggi alle agenzie di stampa, quindi ridurli a 7172 mi sembra ben poca cosa. Delle due una –sottolinea Comellini -o Bossi non sa fare i conti, oppure La Russa ha aumentato strumentalmente i numeri per poi ridurli e mantenere sempre lo stesso risultato di impegno perché i conti non tornano e al riguardo c’è sempre meno chiarezza da parte della Difesa. Credo che i cittadini, ai quali il Governo chiede sempre maggiori sacrifici, abbiano tutto il diritto di sapere quanto spendono per mandare i loro saldati in guerra. Una cosa è certa -conclude Comellini- in questo periodo di crisi gli unici che se la godono sono quelli che forniscono le armi mentre alla vera cooperazione, che dovrebbe essere il solo scopo di queste missioni, vengono riservate le briciole.” Lo dichiara Luca Marco Comellini – Segretario del Partito per la tutela dei Diritti di Militari e Forze di polizia)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Al Bateen, cerniera strategica

Posted by fidest press agency su sabato, 14 Mag 2011

Per chi opera in territorio afgano, per i nostri soldati che che affrontano 20 ore di volo per andare in Aghanistan o per ritornare in Patria, l’atterraggio nell’aeroporto di Al Bateen, ad Abu Dhabi, rappresenta una situazione di particolarmente interessante. Per chi va in Afghanistan, è una tappa di transito, per sostare alcune ore e salire quindi sul C130J, che atterrerà dopo un volo tattico ad Herat, in teatro operativo, ad affrontare situazioni non sempre prevedibili. Per chi rientra in Patria, invece, pur essendo sempre una sosta di alcune ora in attesa del velivolo che dirigerà verso l’Italia, è una tappa ricca di sensazioni ed emozioni che fan sentire la stanchezza fisica quasi un piacere.
Al Bateen è una importante realtà operativa dell’Aeronautica Militare e un hub strategico nel contesto mediorientale, fondamentale crocevia per l’espletamento delle missioni nell’ambito internazionale. “Una cerniera, la descrive l’attuale comandante colonnello Claudio Icardi, “che offre trasporto strategico e tattico, supporto tecnico, logistico ed operativo, alle missioni internazionali a cui l’Italia partecipa con i suoi contingenti militari” … continua … su http://www.cybernaua.it

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Sputtanamento” storico

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 marzo 2011

Lettera al direttore. Sputtanare è un verbo un po’ volgare, ma credo sia proprio adatto se riferito alle nazioni che ogni tanto, una volta qua, una volta là, sono intervenute con ingenti forze militari in missioni umanitarie armatissime, che poi è un po’ una contraddizione in termini. Queste nazioni si sono sputtanate. Nessuno, infatti, alla luce della storia degli ultimi tempi, è così allocco da credere ancora che si siano mosse per spirito altruistico. Ed ora, se intevengono militarmente in Libia, è lecito pensare che come il solito lo facciano nel proprio interesse; se non intervengono, è lecito ritenere che come il solito lo facciano nel proprio interesse. Questo il frutto dello sputtanamento storico.(Veronica Tussi)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Sospendere legittimità Libia

Posted by fidest press agency su domenica, 27 febbraio 2011

Dichiarazione dei Senatori Radicali Marco Perduca e Donatella Poretti: “Oltre ai 20 milioni di Euro recuperabili dal decreto missioni stornando quanto destinato all’Unione del Mediterraneo e al pattugliamento congiunto coi libici, occorre da subito ipotizzare un accantonamento preventivo estraordinario dell’8×1000 che, tra gli altri fini, e’ fonte di finanziamento alle attività pei rifugiati. Lo Stato lanci subito campagna pubblicitaria per richiesta 8×1000 e contestualmente modifichi la denominazione dei Cie facedoli tornar a essere centri di permanenza temporanea. Resta pero’ il gravissimo problema del mantenimento della legittimita’ politica bilaterale – occorre congelare l trattato anche se, come dice La Russa al momento non e’ applicato – e unirsi agli USA nel richiedere la sospensione della Libia dal consiglio dei diritti umani dove e’ stata eletta l’anno scorso fino al 2013. Tollerare all’Onu di Ginevra la presenza di un governo che ammazza I propri cittadini ricorrendo a mercenari stranieri sarebbe l’ultimo atto del discreditamento del sistema delle nazioni unite in materia di diritti umani”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma capitale: celebrazioni per tutti i caduti

Posted by fidest press agency su domenica, 19 settembre 2010

Dichiarazione di Luca Marco Comellini, Segretario del Partito per la difesa dei diritti di militari e forze di polizia (Pdm) “La decisione suggerita dal senatore Gasparri al sindaco di Roma Alemanno di dedicare le celebrazioni per il 140° anniversario di Roma Capitale al tenente Alessandro Romani, il militare romano che ha perso la vita in Afghanistan, dimostra come l’attenzione di questo Governo verso i militari che sono deceduti sia solo un fatto momentaneo ed è un grave errore aver dimenticato tutti gli altri che hanno perso la vita partecipando a quella che ora non possiamo più considerare una missione di pace. Alemanno dovrebbe avere la sensibilità di correggere la sua decisione perché Roma è la capitale di tutti.”

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Uranio impoverito e danno biologico

Posted by fidest press agency su sabato, 28 agosto 2010

Il Tar della Campania con la sentenza 17232 depositata il 5 agosto scorso ha condannato il ministero della Difesa a risarcire anche il danno biologico ai militari colpiti dal cancro per contaminazione da uranio impoverito. Il militare colpito da un tumore dopo essere stato esposto all’uranio impoverito durante missioni all’estero deve essere risarcito dalla pubblica amministrazione anche del danno biologico. Il Giudice, ha accolto la domanda di risarcimento di un militare che aveva sviluppato un tumore alla tiroide dopo aver operato in Kosovo tra il 2000 e il 2002. L’uomo aveva presentato una fitta documentazione medico legale che provava la dipendenza della sua patologia dall’esposizione all’uranio impoverito durante la sua permanenza nei Balcani, una sostanza radioattiva contenuta negli armamenti utilizzati dalle forze NATO durante la guerra in Kosovo del 1999. Il soldato aveva ricevuto l’equo indennizzo per infermità da causa di servizio, ma non il risarcimento per il danno biologico patito. La decisione del Tar partenopeo si inserisce nella delicata vicenda della cosiddetta “sindrome dei Balcani”, che ha visto decine di soldati impegnati nel conflitto NATO ammalarsi di patologie tumorali legate all’esposizione alle radiazioni. I giudici campani, dopo aver ribadito che la domanda di risarcimento rientrava pienamente nella giurisdizione amministrativa, in quanto la responsabilità dell’amministrazione era “correlata alla violazione dell’obbligo di tutelare l’integrità fisica e la personalità morale dei lavoratori dipendenti”, hanno condannato il Ministero della Difesa a risarcire il danno biologico sofferto dal militare. Gli interessati ed i loro eredi potranno rivolgersi al sottoscritto Giovanni D’AGATA, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori che per il tramite di esperti provvederà a fornire tutte le delucidazioni in ordine alla documentazione che occorre approntare per introdurre eventuale giudizio davanti alle Sezioni Giurisdizionali preposte. La stessa documentazione sarà esaminata e valutata in via assolutamente gratuita da un esperti e consulenti in materia.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le missioni di Regnum Christi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 luglio 2010

Negli Stati di Querétaro, Quintana Roo e Estado de Mexico dal 28 luglio al 20 agosto 2010 un gruppo di volontari italiani si recherà, come tradizione, per svolgere la sua missione Quest’anno circa cinquanta persone, tra famiglie e giovani tra i 17 e i 28 anni, dedicheranno la propria estate al servizio delle persone più bisognose. Le missioni si svolgeranno presso alcuni villaggi rurali che presentano situazioni di grande disagio e povertà. I missionari agiranno su più fronti: donando cibo, vestiti, beni di prima necessità, costruendo case e piccole infrastrutture ed offrendo attività di formazione umana e cristiana per i giovani, le famiglie, gli anziani e giochi per i bambini. Un’equipe di medici, infermieri e studenti di medicina allestiranno ambulatori in cui offriranno visite, interventi e assistenza sanitaria gratuita.
Gioventù e Famiglia Missionaria è un’organizzazione internazionale promossa dal Movimento Regnum Christi, presente in più di 20 Paesi. Ogni anno, nei mesi di luglio e agosto, Gioventù e Famiglia Missionaria organizza missioni umanitarie, mediche e di evangelizzazione in varie parti del mondo, radunando centinaia di giovani e famiglie in un grande sforzo al servizio degli altri. E’ possibile avere maggiori informazioni sulle missioni organizzate da Gioventù e Famiglia Missionaria visitando il sito http://www.demisiones.com/italia

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il costo delle missioni di “pace”

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 luglio 2010

“Le missioni internazionali cosi dette di “pace”, nel 2009 ci sono costate ben 1.460.429.471 euro, mentre con i D.L. 1/2010 e il 102/2010 alla fine del 2010 ne avremo spesi 1.521.054.661 e quindi ben 60.625.190 in piu dello scorso anno.” – Lo afferma Luca Marco Comellini, Segretario del Partito per la tutela dei diritti di militari e forze di polizia (PDM) –“Lo scorso 30 giugno il Ministro La Russa ha dichiarato, in merito al rifinanziamento per altri sei mesi delle missioni internazionali in cui sono impegnati (e muoiono) i nostri militari, che “abbiamo mantenuto le risorse necessarie a finanziare tutte le missioni allo stesso identico livello del 2009”. Meno male che il rassicurante ministro ha dichiarato che “il costo non è aumentato di un solo euro”! A questo punto la situazione sta diventando veramente comica, questo governo, in prima fila il ministro La Russa, riesce a mentire su tutto anche su una semplice addizione di numeri, proprio mentre il Governo di cui fa parte, con la manovra correttiva, su cui ha appena annunciato il voto di fiducia al Senato, sta massacrando i comparti Difesa e sicurezza. Nel testo del decreto- legge, in discussione in queste ore presso la IV Commisasione (Difesa) della Camera (A.C. 3610), si leggono, inoltre, chiare disposizioni che con la natura delle missioni e la cooperazione internazionale non hanno nulla a che vedere. Mi riferisco alla proroga del mandato del Commissario straordinario della Croce Rossa Italiana, ai contratti e le consulenze stipulati dal Ministero Affari Esteri fino al 31 dicembre del 2011. Per il Ministro della difesa – conclude Comellini- la matematica è una opinione e per l’ennesima volta ha preso in giro gli Italiani, quelli che pagano le tasse, per favorire i soliti noti. Luca Marco Comellini – Segretario del PDM

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Missioni militari di guerra

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 luglio 2010

“E’ l’ennesima conferma, qualora ce ne fosse stato bisogno, che i nostri militari in Afghanistan non sono impegnati in una missione di pace bensì si trovano coinvolti nel pieno di un conflitto senza esclusione di colpi”. Questo il duro commento del presidente dell’Italia dei Diritti, Antonello De Pierro, in seguito a quanto emerso dalla scottante inchiesta del settimanale L’espresso circa le taciute e numerose vittime dei soldati italiani in “missione di pace” in Afghanistan che avrebbero ucciso tra i 1200 e 1500 talebani. Per riportare l’armonia le nostre truppe si servirebbero di “diplomatiche” azioni militari giornaliere con l’utilizzo di mezzi pesanti quali ad esempio cingolati Dardo, autoblindo pesanti Freccia ed elicotteri Mangusta armati con cannoncini. Altro dato sul quale non esistono versioni ufficiali è quello relativo ai prigionieri che in teoria non sarebbero mai stati catturati dagli italiani perché sarebbero stati consegnati ai marines o ai rappresentanti del governo di Kabul. Se nel 2003 erano in loco alcune centinaia di nostri soldati e se alla fine dell’anno in corso è prevista la partecipazione di circa 4000 unità, oltre a rivedere l’utilità della nostra missione non possiamo ignorare gli altissimi costi che questa comporta per le languenti casse dello Stato soprattutto in un periodo di piena crisi economica. Tra l’altro noi dell’Italia dei Diritti – prosegue stizzito De Pierro – vorremmo un’assunzione di responsabilità da parte di questo Governo ed evitare di piangere ancora dei morti tra le nostre file. Per parlarci chiaro il nostro punto di vista è che i militari italiani non fanno parte di alcuna missione di pace ma sono lì per difendere grossi interessi internazionali. I nostri uomini e le nostre donne in divisa sono sacrificati sull’altare affaristico di chi si arricchisce sulla loro pelle, nella maggior parte dei casi sulle speranze e le aspirazioni di giovani che rischiano la vita per una paga più elevata in vista di un futuro migliore. Tutto ciò ci sembra veramente meschino, vorremmo almeno che, invece di far giacere tutte le informazioni in un assurdo silenzio, gli italiani fossero messi a conoscenza sulla verità dei fatti anche se siamo consapevoli che i nostri desideri s’infrangono sugli scogli dell’utopia”. Vista la rilevanza dell’inchiesta, l’Italia dei Diritti ha provato a contattare l’ufficio di Gabinetto del Ministero della Difesa per conoscere la posizione del Ministro La Russa in relazione a quanto emerso dall’indagine giornalistica. Il portavoce ci ha fatto sapere che qualora il Ministro avrebbe fornito delle dichiarazioni in merito, ce lo avrebbero comunicato. All’ufficio stampa dell’Italia dei Diritti non è giunta ancora nessuna nota, nonostante l’urgenza di una risposta che una simile inchiesta richiederebbe.  “Gradiremmo – conclude De Pierro – che il Ministro della Difesa Ignazio La Russa, prima di dedicarsi alle sue pur legittime sortite mondane, riferisca in Parlamento su quella che è la situazione reale delle nostre missioni, tengo a precisare, di guerra, senza ammorbidirla con mistificazioni di convenienza auspicando la previsione di un progetto di ritiro delle nostre truppe”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Missioni di “pace”

Posted by fidest press agency su domenica, 4 luglio 2010

Dichiarazione di Luca Marco Comellini, Segretario del partito per la tutela dei diritti di militari e forze di polizia  (Pdm)  “il 24 giugno il CDM ha approvato il decreto legge per la proroga delle missioni internazionali così dette di “pace” relativo al secondo semestre del 2010, ma ancora oggi questo atto normativo non risulta essere stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale o trasmesso alle Camere come prescrive l’articolo 77 della Costituzione.  In questo momento i nostri militari si trovano in missione all’estero senza alcuna copertura normativa perché l’atto approvato dal CDM è solo una notizia con cui il governo ha voluto fare propaganda in merito alle spese.  Se per il Governo le regole non hanno alcun valore per noi invece sono fondamentali e qualsiasi azione compiuta dai militari impegnati in Afghanistan, o nelle altre missioni, dopo il 30 giugno scorso, sarà fuori dalla legge e da ogni tutela.  Ciò che maggiormente ci preoccupa, ora, è la sorte dei nostri militari in caso di incidenti o di attacchi e scontri a fuoco con i Talebani ( tutt’altro che rari!), fatti questi che se dovessero accadere non troverebbero alcuna giustificazione o copertura normativa. Su questo lunedì presenteremo una interrogazione parlamentare a firma del deputato radicale Maurizio Turco, cofondatore del Pdm.”  http://www.partitodirittimilitari.org

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Anziani e pensionati per missioni umanitarie

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 giugno 2010

(Centro Maderna)  Projects Abroad, l’organizzazione inglese che da quasi vent’anni organizza esperienze di viaggio all’estero per volontari che desiderano mettere a disposizione le proprie competenze a scopi umanitari, ha lanciato una nuova proposta di viaggi per i pensionati: insegnamento, ecovolontariato, assistenza e persino archeologia per rendersi utili al momento della pensione ed immergersi completamente nella cultura di un nuovo paese per conoscerlo dall’interno. Il viaggio normalmente prevede la sistemazione presso una famiglia del luogo e le missioni che occuperanno i turisti volontari dipenderanno dalle loro esperienze, dal loro livello di preparazione e dalle loro attitudini, si tratta infatti di percorsi estremamente personalizzati che possono andare dall’assistenza dei bambini del Nepal, all’insegnamento in Bolivia, alla preservazione dell’ambiente in Sudafrica. In ogni paese è poi presente un’equipe di Project Abroad che coordina i rapporti tra le famiglie ospitanti, i turisti e i partner locali. “Quella che ho vissuto in Bolivia” testimonia Nicole Montet, pensionata Francese che ha preso parte come volontaria ad uno dei progetti di Project Abroad, “è stata un’esperienza umana senza uguali. Il mio unico rammarico è stato che avevo scelto di stare via un solo mese, perché pensavo che alla mia età partire per un’ “avventura” di quel tipo sarebbe stato molto faticoso, ma il mese è passato troppo in fretta. In realtà il rapporto con quei bambini è stato talmente forte dal punto di vista emotivo, che tutto il resto, inclusi i miei piccoli acciacchi, è passato in secondo piano”.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giornalisti del Mediterraneo

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 Mag 2010

Bari. Manca poco alla cerimonia di premiazione della 2a edizione del Concorso Internazionale “Giornalisti del Mediterraneo”. Il prossimo 30 maggio, alle 18, nei saloni dello Sheraton Nicolaus Hotel di Bari, saranno assegnati i premi ai vincitori della kermesse giornalistica, articolata quest’anno su quattro sezioni: “Missioni di pace dell’Italia all’estero”, “Solidarietà, soccorso e impegno civile”, “Immigrazione, integrazione, accoglienza”, “Giovani talenti e web”. L’evento, in partnership con Europuglia, portale di promozione delle attività e dei progetti del Servizio Mediterraneo della Regione Puglia, gode del patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Presidenza del Parlamento Europeo, dell’Assemblea Parlamentare del Mediterraneo, del Ministero delle Politiche Europee, delle Ambasciate di Svezia, Turchia, Polonia, Spagna, Portogallo, Ungheria, Romania e Cipro, dell’Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo della Regione Puglia e della Rai-Segretariato Sociale, nonché di Centri Culturali e Istituzioni regionali, nazionali e internazionali. Altissima la qualità dei lavori in concorso, provenienti da giornalisti di testate rinomate a livello nazionale ed internazionale: RaiNews24, Ansa, Panorama, Settimanale Oggi, Antenna Sud, La7, Rete4, TGR Rai, Il Manifesto, Messaggero Veneto, Corriere Veneto,  La Rinascita della Sinistra,  Tg7 Gold, Sat 2000. Buona la partecipazione di diverse scuole di giornalismo italiane. Il delicato compito di valutare gli elaborati pervenuti è stato affidato ad una qualificata giuria presieduta da Lino Patruno. Nell’ambito della serata saranno attribuiti riconoscimenti speciali assegnati dal Presidente della Repubblica, dalla Presidenza del Senato, dalla Presidenza della Camera e i Premi “Caravella del Mediterraneo”.   Riceveranno il Premio “Caravella del Mediterraneo” i giornalisti Toni Capuozzo, inviato di guerra e vice direttore del TG5; Domenico Nunnari, vice direttore del TGR Rai; Antonio Fatiguso dell’Ansa di Tokyo; Arcangelo Moro, fondatore e primo direttore in Kosovo, durante la missione Joint Guardian, di Radio West  la prima emittente radiofonica nella storia delle Forze Armate Italiane; Giuseppe Perrone Colonnello dell’Esercito della 132ª Brigata Corazzata “Ariete”, responsabile della Pubblica Informazione e Portavoce del Contingente nelle Missioni Militari oltre confine, svolte in Iraq e in Libano; Oscar Iarussi, giornalista cinematografico e presidente dell’Apulia Film Commission; Leyla Tavsanoglu, capo redattore centrale del quotidiano turco Cumhuriyet; Franco Deramo, responsabile  della Federazione Relazioni Pubbliche Italiane di Puglia e Basilicata, Michele Traversa direttore del quotidiano online Lsdmagazine e l’Ambasciatore Onofrio Solari Bozzi, che ritirerà il Premio alla Memoria di suo padre “Giuseppe Solari Bozzi”, giornalista del Giornale d’Italia.(foto capuozzo)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Missioni di settimana santa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 31 marzo 2010

Dal 31 marzo al 4 aprile 2010, in tutta Italia, si svolgeranno le missioni di Settimana Santa di Gioventù e Famiglia Missionaria, organizzazione internazionale del Movimento Regnum Christi. Questa organizzazione è presente in più di 30 paesi e formata da giovani e famiglie che, impegnati nella collaborazione con i Pastori della Chiesa per la Nuova Evangelizzazione della società, attraverso l’attività missionaria, rispondono all’invito di Cristo: «Andate in tutto il mondo e predicate il Vangelo» (Mc 16, 15), secondo le esigenze della giustizia e della carità evangeliche. Le missioni di Settimana Santa sono da anni un appuntamento fisso per migliaia di giovani e famiglie che in tutto il mondo decidono di trascorrere  i giorni che precedono la Pasqua a servizio degli altri, riscoprendo una vocazione missionaria insita in tutti i cristiani. In Italia le missioni si svolgeranno in varie parti d’Italia, dal nord al sud, al servizio di più diocesi: Signa (Firenze), Ciconia – Orvieto (Terni), Orvieto e Sferracavallo (Terni), Roncà e Terrarossa (Verona), Agira (Enna), Melendugno (Lecce), Trentinara (Salerno) e Lascari (Palermo). I missionari saranno divisi in gruppi di adolescenti tra i 14 e i 16 anni, di ragazzi e ragazze dai 17 ai 28 anni, interi nuclei familiari e singoli adulti. Dal mercoledì Santo alla Domenica di Pasqua, i missionari condivideranno con gli abitanti di un paese i giorni del Triduo Sacro, appoggiando il parroco in questo momento così importante dell’anno liturgico. Visiteranno le case del paese invitando i parrocchiani a partecipare alle attività del pomeriggio e alle funzioni della Settimana Santa. Organizzeranno giochi, catechesi per bambini e momenti di formazione per i giovani. Parleranno con gli anziani, animeranno le celebrazioni, e in particolar modo la Via Crucis per le vie del paese.  Un grande sforzo evangelizzatore che ha come scopo ravvivare e condividere con gli altri la fede cattolica, scoprendo un’inedita dimensione missionaria, aiutando e supportando la pastorale parrocchiale da un lato e facendo vivere a centinaia di giovani e famiglie italiane un’esperienza unica. Un’opportunità per mettersi a servizio del prossimo, per condividere con il mondo quella luce che ognuno di noi porta dentro. Una luce di fede, di speranza, di carità che può illuminare e cambiare la vita degli altri. Gioventù e Famiglia Missionaria è un’organizzazione internazionale del Regnum Christi, movimento di apostolato che condivide il carisma della congregazione dei Legionari di Cristo.  Il movimento Regnum Christi attualmente conta 70.000 membri, giovani ed adulti, diaconi e sacerdoti, in più di 30 Paesi del mondo. Sito di Gioventù e Famiglia Missionaria:  http://jfmisionera.org/italia/

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

2° Edizione Giornalisti del Mediterraneo 2010

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 febbraio 2010

Bari – Al via la 2° edizione del Concorso Internazionale “Giornalisti del Mediterraneo” e Premio “Caravella del Mediterraneo”. L’evento gode del patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per l’Editoria e la Comunicazione, della Presidenza del Parlamento Europeo, dell’Assemblea Parlamentare del Mediterraneo, del Ministero delle Politiche Europee, dell’Assessorato al Mediterraneo della Regione Puglia, del Segretariato Sociale Rai e di AnsaMed, oltre al patrocinio delle Ambasciate di Spagna, Turchia, Polonia, Portogallo, Ungheria, Cipro, Svezia e Slovacca, nonché, di Università italiane, Centri Culturali e Istituzioni regionali, nazionali e internazionali.  Il concorso si articolerà in quattro sezioni: Missioni di Pace dell’Italia all’Estero; Solidarietà, Soccorso e Impegno Civile; Immigrazione, Integrazione, Accoglienza; Giovani Talenti e Web. E’ possibile scaricare il bando dal sito http://www.terradelmediterraneo.it e chiedere informazioni chiamando il numero 346.82.62.198. I lavori devono prevenire entro e non oltre il 12 aprile 2010. Nell’ambito della manifestazione, riceveranno il Premio “Caravella del Mediterraneo” i giornalisti Toni Capuozzo, inviato di guerra e vice direttore del TG5; Domenico Nunnari, vice direttore del TGR; Antonio Fatiguso dell’Ansa di Tokyo; Gina Di Meo, inviata di guerra freelance; Arcangelo Moro, fondatore e primo direttore in Kosovo, durante la missione Joint Guardian, di Radio West  la prima emittente radiofonica nella storia delle Forze Armate Italiane. Il Premio “Caravella del Mediterraneo” rappresenta l’incrocio dei mari e delle culture del Mediterraneo, protagonista millenario di scambi commerciali, linguistici e sociali tra Oriente ed Occidente.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Afghanistan: proroga Missioni Internazionali

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 gennaio 2010

Il network ‘Afgana’ a proposito dell’avvio dell’iter di conversione in legge del DL 1 Gennaio 2010 n. 1, si rivolge ai parlamentari italiani per presentare alcune riflessioni e proposte sulla questione afgana come contributo della società civile. Si rileva importante che il DL sottolinei « l’urgenza di emanare disposizioni volte ad assicurare la prosecuzione degli interventi di cooperazione allo sviluppo e a sostegno dei processi di pace e di stabilizzazione » e preveda il coinvolgimento della società civile attraverso « una conferenza regionale della società civile per l’Afghanistan, in collaborazione con la rete di organizzazioni non governative ‘Afgana’».  Da più parti, infatti, e stata messa in evidenza la necessità di un maggior intervento in ambito civile. La relazione presentata dal responsabile di Unama, ambasciatore Kai Eide, davanti al Consiglio di Sicurezza l’8 gennaio 2010 ribadisce l’urgenza di un maggior investimento nell’ambito sociale, dello sviluppo e della ricostruzione con un’attenzione particolare al popolo afgano e alle sue esigenze primarie. Rileva inoltre la necessita di promuovere un piano di riconciliazione nazionale che abbia come base la nuova Costituzione nazionale.  Tra le primarie esigenze degli afgani vi e indubbiamente quella della sicurezza e della salvaguardia della vita. In realta, l’ultimo rapporto quadrimestrale di Unama, pubblicato a Kabul il 13 gennaio 2010, rileva che, benché sia diminuito al 28% il numero delle vittime civili imputabili alle forze pro-governative (esercito afgano e alleati occidentali), il 61% di esse e dovuto a raid aerei. Il rapporto ricalca una preoccupazione gia espressa anche in ambito militare dal generale Stanley McChristal, comandante delle truppe Usa e Nato nel territorio quando, nel documento preparato nell’estate 2009 per la Casa Bianca, ha fatto diretta menzione del problema della “sicurezza degli afgani”. Da questi due elementi, opzione civile e vittime civili, la cui importanza è sottolineata anche in altri documenti prodotti da diversi think tank internazionali e italiani, facciamo emergere alcune raccomandazioni che ‘Afgana’ sottopone al dibattito parlamentare al fine di un coerente impegno del governo italiano. Se finora gli aiuti per il soccorso umanitario e la ricostruzione civile hanno complessivamente mantenuto un rapporto di 1 a 10 rispetto alla spesa per le operazioni militari, l’annunciata nuova attenzione alla dimensione civile dovrebbe indurre rapidamente ad un visibile cambiamento di tale proporzione”. “Afgana” ritiene che la questione delle vittime civili debba essere una priorità e una preoccupazione costante della comunita internazionale e del nostro paese. L’Italia dovrebbe premere perché sia respinto l’utilizzo dei raid aerei come forma di pressione militare, dati i disastrosi e ripetuti “effetti collaterali”, in modo da evitare ulteriori danni alla popolazione dell’Afghanistan. Una rinnovata posizione in questo senso da parte del parlamento italiano sarà di stimolo per una definitiva presa di coscienza che l’arma del bombardamento aereo e la più nociva sia in termini di perdita di vite umane che di consenso tra la popolazione. L’Italia non partecipa attivamente ai bombardamenti ma ne è comunque eticamente corresponsabile e ‘Afgana’ si augura che il nostro paese faccia adeguate pressioni in sede Nato/Isaf in tal senso”. “Convinti dell’attenzione dei parlamentari del Senato e della Camera, ci auguriamo che, nell’ambito di un confronto ampio e franco, possano accogliere le sollecitazioni della rete di ‘Afgana’, dando un segno tangibile della giusta attenzione che l’Italia intende dedicare a un paese cui ci vincolano antiche relazioni e, da nove anni, un forte impegno per la sua stabilizzazione”. (www.afgana.org).

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »