Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘mobilità internazionale’

Mobilità internazionale: arriva Erasmus

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 maggio 2019

Parma Incontro informativo martedì 14 maggio dalle 12.30 alle 14.30 nell’Aula A del Plesso San Francesco sul bando per la partecipazione al Programma Erasmus Plus SMT – Mobilità individuale ai fini di Tirocinio – A.A. 2019-2020. Il bando Erasmus Plus SMT permette di accedere ai finanziamenti per effettuare un periodo di tirocinio da due a dodici mesi in un’impresa, centro di ricerca o di formazione (escluse istituzioni europee e organizzazioni che gestiscono programmi europei) presenti in uno dei Paesi europei partecipanti al Programma. La struttura ospitante può essere trovata autonomamente dallo studente, con il supporto della U.O. Internazionalizzazione di Ateneo o di un docente del proprio Dipartimento. Sulla base dei finanziamenti disponibili, l’Università di Parma, a prescindere dalla durata di mobilità del tirocinio, garantisce un finanziamento di 2 mensilità di borsa di studio per ogni flusso.Possono presentare domanda di candidatura gli iscritti a uno dei corsi di studio di I, II e III livello presenti nell’offerta formativa dell’Ateneo di Parma, compresi i corsi interateneo, a condizione che – in questo caso – la sede amministrativa sia l’Università di Parma.Gli studenti interessati potranno trovare tutte le informazioni utili per poter partecipare alla selezione, compresi il testo del bando, la guida, la documentazione da presentare e i relativi allegati, sul sito web dell’Università di Parma, alla pagina https://www.unipr.it/erasmusplus_smt_out_2019_2020
Per la mobilità ai fini di tirocinio, il Bando E+ SMT 2019/2020 prevede tre distinte scadenze per la presentazione della candidatura online e per il perfezionamento della domanda.La domanda di candidatura, corredata dei necessari allegati, dovrà essere compilata, collegandosi al proprio profilo personale ESSE3, entro le ore 23 del giorno:
· 30 MAGGIO 2019 (solo per candidati di LISTA A, cioè già in possesso di una lettera di accettazione da parte dell’azienda ospitante);
· 5 SETTEMBRE 2019 (solo per candidati di LISTA A, cioè già in possesso di una lettera di accettazione da parte dell’azienda ospitante);
· 5 DICEMBRE 2019 (per candidati di LISTA A e LISTA B, questi ultimi non in possesso di una lettera di accettazione da parte di un’azienda ospitante).La domanda dovrà essere stampata, sottoscritta e presentata, completa di tutti gli allegati, all’Ufficio Protocollo di Ateneo (Sede Centrale, via Università 12 – 43121 Parma) entro le ore 12 del giorno:
· 31 MAGGIO 2019 (solo per candidati di LISTA A, cioè già in possesso di una lettera di accettazione da parte dell’azienda ospitante);
· 6 SETTEMBRE 2019 (solo per candidati di LISTA A, cioè già in possesso di una lettera di accettazione da parte dell’azienda ospitante);
· 6 DICEMBRE 2019 (per candidati di LISTA A e LISTA B, questi ultimi non in possesso di una lettera di accettazione da parte di un’azienda ospitante).
Nel caso di domande inviate a mezzo posta, non fa fede il timbro postale di spedizione. È ammesso anche l’invio a mezzo PEC (da indirizzo personale certificato del candidato) all’indirizzo protocollo@pec.unipr.it.Secondo le disposizioni riportate nella guida al Programma Erasmus Plus, è essenziale la conoscenza adeguata della lingua del Paese di destinazione:
· per i candidati di LISTA A, è automaticamente riconosciuto un livello di competenza linguistica B2 della lingua utilizzata durante il periodo di scambio;
· per i candidati di LISTA B, il possesso del livello di competenza linguistica costituirà requisito sostanziale ai fini della selezione.Lo studente che non sia già in possesso di una lettera di accettazione da parte dell’Azienda/Ente ospitante dovrà dimostrare la conoscenza di una lingua veicolare (Francese, Inglese, Portoghese, Spagnolo e Tedesco), pari o superiore al livello B2 del Common European Framework of Reference (CEFR).
L’Università di Parma ha previsto, per il bando Erasmus Plus SMT 2019/2020, la verifica obbligatoria delle competenze linguistiche attraverso il sostenimento del Language Placement Test di Ateneo. Ai fini della selezione, risulta valido un livello B2, o superiore, acquisito durante le precedenti prove LPT del 18-19-20 febbraio 2019. Le prossime sessioni in programma (settembre 2019) saranno comunicate alla pagina http://www.unipr.it/LPT, dove sono disponibili tutte le istruzioni sul test e le categorie di esonero.
È previsto un incontro informativo relativo al bando martedì 14 maggio 2019 dalle 12.30 alle 14.30 nell’Aula A del Plesso San Francesco (p.le San Francesco, 3 – 43121 Parma).

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mobilità internazionale tra i manager italiani? Un fenomeno in costante crescita

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 agosto 2018

Il 57% dei lavoratori italiani dichiara che considererebbe seriamente il trasferimento all’estero nei prossimi due anni. Conferma anche dal mondo delle imprese: quasi una su due prevede che il fenomeno aumenterà nel prossimo triennio.
In un mondo senza confini, le assegnazioni internazionali sono infatti diventate uno strumento chiave nelle mani delle multinazionali per competere sul mercato, ma anche per il manager e la sua crescita professionale. Ciò nonostante, questo processo non è privo di rischi e il fallimento non è un evento remoto.“Nella nostra attività di ricerca e selezione, riscontriamo due caratteristiche tutte italiane che spesso ostacolano il processo di mobilità internazionale o addirittura ne impediscono il decollo” – afferma Carlo Caporale, Amministratore Delegato Wyser Italia. “Ci riferiamo, nello specifico, al gap linguistico che ancora oggi accomuna molti middle-manager e alla generalizzata tendenza ad essere proprietari di casa stanziali”.“Le aziende nostre clienti considerano imprescindibile la conoscenza della lingua inglese per partecipare a un processo di mobilità internazionale” commenta Carlo Caporale, Amministratore Delegato Wyser Italia. “Essere pressoché bilingue – e oggi sempre più trilingue – è la conditio sine qua non per un professionista che vuole migliorare le proprie opportunità di carriera. In Italia, tuttavia, la competenza linguistica è ancora troppo approssimativa. Non a caso il 40% degli italiani dichiara di aver perso almeno un’occasione di lavoro proprio a causa del proprio livello di inglese”.
Gli italiani si contraddistinguono per la propensione ad investire nel mattone, tanto che l’Italia risulta essere il primo Paese dell’Europa occidentale nel ranking di Eurostat per proprietari di casa. “Secondo l’Istat (2017), risulta che circa l’80% degli italiani vive in una casa di proprietà[6] – con o senza mutuo. Questa non è solo una forma di investimento, ma è una priorità assoluta, vissuta come un traguardo che implica anche e soprattuttto un legame affettivo, da cui è difficile separarsi” – continua Carlo Caporale, Amministratore Delegato Wyser Italia. “È proprio il rapporto con la casa e l’ambiente che lo circonda ad ostacolare spesso il manager intenzionato a trasferirsi, che addirittura non prende in considerazione soluzioni alternative, come ad esempio l’affitto della casa in Italia per il periodo di permanenza all’estero”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »