Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 151

Posts Tagged ‘mobilità’

Scuola: È partita la corsa alla mobilità 2017

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 aprile 2017

ministero-pubblica-istruzioneGli insegnanti dovranno fare molta attenzione alle preferenze esprimibili nella domanda di trasferimento e di passaggio: sarà infatti possibile inserire, all’interno del modello di domanda, massimo 15 preferenze. Di queste, solamente 5 potranno essere delle scuole specifiche. Anche i neo-assunti, se ne avranno la possibilità, potranno essere collocati su una singola scuola e uscire dalle incertezze professionali derivanti dalla collocazione su ambito territoriale. Diventa fondamentale, quindi, ottenere il massimo del punteggio. E farsi valere dal proprio Ufficio Scolastico Provinciale, di conseguenza, tutti i titoli e i servizi svolti.A questo proposito, Anief ricorda che ci sono diversi punti dell’Ordinanza sulla mobilità 2017 – la n. 220 e 221 del 12 aprile scorso – che penalizzano i docenti: non si considera per intero, a esempio, il servizio pre-ruolo. Va poi rilevata la mancata equiparazione del servizio svolto nelle scuole paritarie, nonché per i periodi di supplenze su sostegno che andranno considerati per coloro che chiederanno il passaggio su posto comune. Così come non c’è traccia nemmeno di quel punteggio massimo che si sarebbe dovuto assegnare per la presentazione del conseguimento dei titoli abilitanti o specializzanti, conseguiti attraverso Ssis, Tfa, Pas, Scienze della formazione primaria e corsi analoghi. In tanti saranno costretti a ricorrere al giudice.
Marcello Pacifico (Anief-Cisal): siamo di fronte a mancate applicazioni di servizi e titoli che potrebbero essere decisivi ai fini del soddisfacimento delle domande. Forti anche dalle ultime sentenze della Corte di Cassazione, tanti docenti e Ata della Scuola si stanno rivolgendo a noi per aver giustizia. Perché a volte anche un solo punto può fare la differenza sull’esito della domanda di mobilità presentata. Figuriamoci quando in ballo ci sono punteggi importanti derivanti da pre-ruolo, supplenze su sostegno, servizio nelle scuole paritarie e titoli abilitanti o specializzanti.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Stadio della Roma. Pelonzi (PD) ”Progetto residuale aggrava ripercussioni su mobilità”

Posted by fidest press agency su domenica, 2 aprile 2017

stadio roma (2)“La giunta capitolina a cinque stelle ha approvato un provvedimento in cui si da il via libera a 18 palazzine di sette piani per tagliare tre grattacieli di un architetto di fama internazionale. Rimane solo un progetto residuale che ridimensiona considerevolmente anche le opere pubbliche. Del progetto Stadio della Roma resta solo l’impianto sportivo e un residuo complesso di opere pubbliche. Il progetto cancellato ieri dalla giunta Raggi voleva far arrivare allo stadio con treni o metro il 50% dei tifosi. Con l’attuale progetto solo il 10 % degli investimenti andrà al trasporto su ferro e la Roma Lido avrà un paio di treni in più. Quella che doveva essere uno nuovo asseto urbanistico e infrastrutturale per il quadrante ovest della città, ora dovrà fare i conti con un maggiore congestionamento della mobilità.” Così in una nota il consigliere del Pd capitolino Antongiulio Pelonzi.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mobilità: Roma non riparte ma va in panne

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 marzo 2017

meleoRoma “Dopo la figuraccia della seguita ad una inaugurazione grottesca ora l’M5S del Municipio 9° e l’assessore Meleo sono andati in confusione anche sui tempi di completamento del ‘corridoio della mobilità laurentino’. I primi assicurano per bocca del Presidente una conclusione dell’infrastruttura entro pochi mesi e l’altra nei primi mesi del 2018. Alle indecisioni, alle incertezze e come in questo caso ai pasticci la giunta 5 stelle ci ha abituato da mesi però intestardirsi su progetti dannosi e controproducenti non è una scelta raziocinante. E’ utile quindi ricordare che i filobus elettrici destinati al corridoio della mobilità Laurentina e attualmente utilizzati sulle linee 90 express e 60 hanno solo motori elettrici. Questo significa che quando non sono collegati ad una rete aerea di alimentazione elettrica entra in funzione un generatore alimentato a gasolio che provvede a fornire la corrente necessaria per la marcia.
E’ evidente che l’amperaggio e la tensione prodotta da un generatore non è uguale ne tantomeno ha la stabilità e la potenza della rete che dovrebbe alimentare il motore elettrico. I recenti guasti alle centraline elettroniche e i surriscaldamenti dei generatori, come avevano avvertito i tecnici di ATAC, dipendono dall’anomalo uso di mezzi predisposti per essere collegati ad una rete filoviaria. Ad oggi ogni tratta percorsa da Largo Labia a piazza dei Cinquecento prevede 3 km di trazione attraverso il generatore di supporto, più 8 km per raggiungere il deposito di Grottarossa. Quindi ogni vettura percorre generalmente centinaia di chilometri al giorno solo con la propulsione del generatore di supporto. La banda degli esperti del Campidoglio avrebbe dovuto ascoltare gli operatori dell’azienda capitolina di trasporto che avevano sconsigliato l’uso dei nuovi mezzi progettati per fare solo pochissimi km con l’energia prodotta dai generatori.
I filobus a corto di rodaggio sul campo, uniti alla follia di farli girare a vuoto per raggiungere dei capolinea distanti anche 20 km con il solo ausilio dei generatori, si sono puntualmente fermati. Non vorremmo, come è accaduto in casi analoghi che in assenza di pezzi di ricambio dovuto alla mancata sottoscrizione di un contratto di manutenzione e anche a causa delle garanzie scadute si ricorra in questi giorni alla cannibalizzazione di parte dei mezzi guasti per ripararne altri.
Nella speranza che i cittadini possano veder realizzato al più presto il nuovo corridoio della mobilità auspichiamo per allora di avere ancora filobus integri per la nuova linea di trasporto pubblico. “ Così in una nota la consigliera del PD capitolino e vice presidente della commissione trasporti Ilaria Piccolo.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola – Mobilità: contratto in fase di stallo per mancato accordo sulla chiamata diretta

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 marzo 2017

ministero-pubblica-istruzioneLa trattativa con i sindacati vive una fase di stallo, perché le parti sono lontane sul ruolo che assumerà il Collegio dei docenti nella scelta dei nuovi colleghi. Se non dovesse chiudersi a breve, la macchina organizzativa ne risentirà, rendendo vana la promessa del Ministro dell’Istruzione di concludere tutto entro la prima quindicina di agosto. Inoltre, vanno apposte delle modifiche sui punteggi riguardanti pre-ruolo, supplenze su sostegno, servizio nelle scuole paritarie e titoli abilitanti o specializzanti. In caso contrario, soprattutto dopo le ultime sentenze della Cassazione, in tanti saranno costretti a ricorrere in tribunale. Marcello Pacifico (Anief-Cisal): l’amministrazione scolastica deve convocare subito i sindacati e dire come stanno le cose sulla chiamata diretta. Questo ping pong non fa bene a nessuno. Agli alunni, che rischiano di iniziare l’anno senza i loro insegnanti. Al personale, che rimane ‘appeso’ a una chiamata per mesi. Ai dirigenti scolastici, costretti a tamponare la situazione con supplenze fino all’avente diritto. Pensavamo che la lezione del 2016 fosse servita, con l’algoritmo impazzito, le nomine protratte fino allo scorso Natale e un tourbillon di cattedre senza precedenti nella scuola pubblica italiana.

Posted in Cronaca/News, scuola/school, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Commissione europea dà impulso alla mobilità dei giovani in Europa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 marzo 2017

erasmusBruxelles. La Commissione europea ha presentato oggi un’iniziativa nell’ambito del programma Erasmus+ che offre ulteriore sostegno all’apprendimento e alla mobilità dei giovani europei. La Commissione europea ha presentato oggi un’iniziativa nell’ambito del programma Erasmus+ che offre ulteriore sostegno all’apprendimento e alla mobilità dei giovani europei. Denominata “Move2Learn, Learn2Move”, permetterà ad almeno 5 000 giovani cittadini di recarsi in un altro paese dell’UE in modo sostenibile, individualmente o insieme alla classe. Questa iniziativa una tantum, legata al 30º anniversario del programma Erasmus, è coerente con due delle priorità fondamentali della Commissione, ossia riportare l’attenzione sui giovani europei e agevolare la mobilità dei cittadini dell’UE, in particolare la mobilità a basse emissioni. L’iniziativa “Move2Learn, Learn2Move” nasce da un’idea avanzata dal Parlamento europeo nel 2016 e sarà attuata mediante eTwinning, la più grande rete di insegnanti al mondo. Parte del programma Erasmus+, eTwinning consente a insegnanti e studenti di tutta Europa di sviluppare insieme progetti attraverso una piattaforma online. Tibor Navracsics, Commissario per l’Istruzione, la cultura, i giovani e lo sport, ha dichiarato: “Questa iniziativa, che si sviluppa dal successo di eTwinning, permetterà ai giovani di scoprire e vivere in prima persona paesi e culture di tutta Europa. In occasione del 30º anniversario di Erasmus, sarà un altro esempio del successo di questo programma, che unisce le persone e le aiuta a capire cosa significa essere europei.”
Violeta Bulc, Commissaria per i Trasporti, ha dichiarato: “I trasporti non sono solo una questione di binari, navi e autostrade, bensì di persone. Vogliamo offrire ai giovani europei l’occasione di scoprire l’Europa e vogliamo incoraggiarli a viaggiare in maniera rispettosa dell’ambiente: per questo motivo si terrà conto delle emissioni di CO2. Sono inoltre felice di poter contare sulla partecipazione attiva degli operatori dei trasporti, così da dare maggiore forza all’iniziativa.”
L’iniziativa sarà aperta alle classi di studenti di età pari o superiore a 16 anni che partecipano a eTwinning, che sono invitate a indicare se desiderano essere prese in considerazione per l’assegnazione di biglietti di viaggio gratuiti come premio per i migliori progetti eTwinning in ciascun paese partecipante. L’inclusione sociale sarà un criterio importante per la selezione dei progetti migliori. Una volta scelti, i vincitori potranno viaggiare da agosto 2017 a dicembre 2018, in una data a loro discrezione. Gli studenti potranno viaggiare in gruppo nell’ambito di una gita scolastica o da soli, in funzione della decisione di genitori e insegnanti.
Si può scegliere qualsiasi modo di trasporto, operatore e linea, tenendo conto dei criteri di sostenibilità e dei punti di partenza e di destinazione degli studenti partecipanti. Alcuni operatori sostengono l’iniziativa offrendo uno sconto speciale ai partecipanti. Tali operatori sono: Aegean Airlines, Air Dolomiti, ALSA Grupo, Azores Airlines, Brussels Airlines, Comboios de Portugal, Croatia Airlines, Deutsche Bahn, Hahn Air, Iberia Express, Interrail, Luxair, Naviera Armas, Olibus, SNCF, Transferoviar Calatori, Trenitalia, Vueling e Westbahn. La Commissione incoraggia altri operatori ad aderire all’iniziativa.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bando Uia: Campidoglio, Roma sceglie la “Mobilità sostenibile”

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 marzo 2017

raggiRoma Capitale partecipa al bando europeo Azioni Urbane Innovative con il tema “Mobilità sostenibile”. La decisione è stata presa direttamente dai cittadini romani a seguito della votazione sul sito istituzionale. Si è chiusa, infatti, alla mezzanotte del 23 febbraio la possibilità di aderire alla prima iniziativa di democrazia partecipata dell’amministrazione lanciata lo scorso 12 febbraio.I romani, iscritti al portale di Roma Capitale, hanno così scelto la tematica che verrà sviluppata dalla Giunta per concorrere al bando Uia. Le aree previste erano: Integrazione dei migranti e dei rifugiati; Economia circolare; Mobilità urbana sostenibile. Con 5.173 preferenze su 8.238 voti, la Mobilità sostenibile è stato il settore più scelto.Con le risorse che si potranno ottenere da questo bando, in caso di assegnazione, si punterà a realizzare progetti innovativi per migliorare la mobilità nel tessuto urbano con sperimentazioni specifiche sul territorio che prediligano possibilità e modi di spostamento orientati a ridurre la congestione e a migliorare la qualità di vita e ambientale della città, anche avvalendosi delle nuove tecnologie disponibili.”Per la prima volta i cittadini hanno potuto prendere parte ad un processo di democrazia partecipata. Un primo e significativo passo verso la città che vogliamo. I romani hanno scelto la Mobilità sostenibile che rappresenta una delle nostre priorità di governo. Coinvolgeremo sempre più i cittadini in iniziative come queste perché riteniamo la partecipazione uno dei principi fondamentali su cui costruire il futuro della nostra città”, commenta la sindaca di Roma Virginia Raggi.

Posted in Roma/about Rome, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Siglato il contratto mobilità 2017, ma è illegittimo e ad alto rischio impugnazione

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 febbraio 2017

pacifico-marcelloPremesso che sulle norme definite nella serata del 31 gennaio pesa il mancato accordo sulla chiamata diretta, che potrebbe rimettere tutto in discussione, per Anief non è stato disposto un concreto adeguamento dell’accordo con le disposizioni normative di rango primario, andando così a ledere i diritti di chi ha svolto servizio pre-ruolo o nelle paritarie. Eppure al Miur conoscono queste gravi mancanze, a seguito delle sentenze emesse dai tribunali, con i giudici che hanno deciso di riformulare i trasferimenti nel rispetto della normativa nazionale e transnazionale, oltre che del principio del merito sul lavoro. I punti oscuri del contratto sulla mobilità 2017/18 sono molti: si va dalla mancata considerazione del servizio pre-ruolo per il computo del quinquennio di permanenza sul sostegno, alla mancata valorizzazione completa della validità del periodo pre-ruolo (nella mobilità d’ufficio e nelle graduatorie interne d’istituto), dall’ancora scarsa trasparenza dell’algoritmo ministeriale, sino alla negata precedenza assoluta per i dipendenti con disabilità o che si occupano di familiari bisognosi d’assistenza.
Marcello Pacifico (Anief-Cisal): questa intesa sulla mobilità continua a non rispettare la normativa europea, poiché nega il giusto riconoscimento al servizio svolto durante il precariato, anche ai fini dell’assolvimento del vincolo sul sostegno. Infatti, già lo schema di decreto legislativo sulle ‘norme per la promozione dell’inclusione scolastica degli studenti con disabilità’ approvato il 14 gennaio in Consiglio dei Ministri e ora al vaglio delle commissioni parlamentari, ci ha dato ragione. Avevamo auspicato la sottoscrizione di un contratto che avesse tenuto conto, nell’assegnazione del personale alle sedi, di tutti i periodi di servizio, a iniziare dalle supplenze e passando per le paritarie. Ciò vuol dire che la stagione dei ricorsi non è ancora finita.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola contratto mobilità 2017: per Anief si continua con l’algoritmo impazzito

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 gennaio 2017

tribunale-milanoI tribunali del lavoro confermano l’illegittimità dell’operato dell’amministrazione nei cambiamenti di sede svolti nel 2016 di 207mila dipendenti: il tribunale del Lavoro di Venezia rileva gravi errori nell’attribuzione delle sedi in Fase C, a causa del famigerato algoritmo e condanna il Ministero all’immediata correzione dei trasferimenti operati, riportando a casa una docente Campana erroneamente assegnata in Veneto. Intanto, il giudice del Lavoro di Pavia conferma che il contratto sulla mobilità è illegittimo nella parte in cui non attribuisce rilevanza alcuna al servizio precario su posto di sostegno. Sono, però, anche altri i punti da modificare: oltre alla considerazione del servizio da precari per il computo del quinquennio sul sostegno, è fondamentale che si renda valido tutto il periodo pre-ruolo, per la mobilità d’ufficio e le graduatorie interne d’istituto; che si valorizzi il servizio nelle paritarie, si renda trasparente l’algoritmo ministeriale, si dia precedenza assoluta per i dipendenti con disabilità o che assistono familiari che necessitano di assistenza. È bene, infine, che i docenti assegnati su ambito territoriale possano chiedere la titolarità nella scuola di attuale servizio. Marcello Pacifico (Anief-Cisal): il contratto in via di definizione dia giusto riconoscimento al servizio dei precari, anche ai fini dell’assolvimento del vincolo su posto di sostegno e nel pieno rispetto della normativa comunitaria; già lo schema di Decreto Legislativo recante “norme per la promozione dell’inclusione scolastica degli studenti con disabilità”, approvato il 14 gennaio in CdM, e ora al vaglio delle commissioni parlamentari, ci ha dato ragione sul punto. Questa mobilità sarà determinante e il nostro sindacato vigilerà affinché i pasticci del 2016 non possano ripetersi: per questo, è bene sottoscrivere subito, nero su bianco, un contratto chiaro e puntuale, che consideri tutte le supplenze svolte. Altrimenti, saremo costretti a una nuova stagione di ricorsi e il Miur sarà ancora condannato in tribunale.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Migliorare la mobilità della Capitale

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 gennaio 2017

Automobile Club d’ItaliaRoma La giunta capitolina, riunitasi in Campidoglio, ha approvato una delibera che prevede lo schema di accordo quadro tra Roma Capitale, l’Automobile Club Italia (Aci) e l’Automobile Club Roma.Il fine è di operare congiuntamente per migliorare le condizioni della mobilità in termini di sicurezza, fluidità e sostenibilità ambientale e promuovere al contempo la diffusione di modelli di mobilità compatibili (sollecitazioni all’uso del trasporto pubblico locale, promozione di modelli di mobilità attiva).Tra le azioni da implementare: attività di analisi di incidentalità e valutazione dei soggetti a massimo rischio (utenze vulnerabili); valutazione dei livelli di sicurezza delle infrastrutture stradali, con particolare riferimento all’ambito urbano; sensibilizzazione alle tematiche della sicurezza stradale, mobilità sostenibile e pratiche di guida sicura; formazione specialistica per operatori del settore; iniziative di informazione e diffusione della cultura della sicurezza stradale e della mobilità sostenibile.
“La nostra città ha purtroppo un triste primato: è la prima in Italia per incidenti fatali – commenta l’Assessora alla Città in Movimento Linda Meleo – Soltanto nel 2015 sulle strade della Capitale si sono registrati 13.121 incidenti con vittime, che hanno provocato la morte di 173 persone, il 12% in più rispetto al precedente anno, con condizioni particolarmente critiche per i giovani, i motocilisti e soprattutto pedoni, ciclisti, bambini e anziani. In linea con le nostre attività programmatiche abbiamo deciso di avviare una collaborazione con Aci che si declinerà nella condivisione di dati, in attività di comunicazione per diffondere una cultura della sicurezza stradale e in attività di formazione volte a far accrescere la consapevolezza e la responsabilità soprattutto nei più giovani. L’accordo sarà valido cinque anni e non comporterà oneri per l’Amministrazione capitolina”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Mobilità docenti, dopo 18 anni l’Italia si adegua all’UE sulla valutazione del servizio svolto

Posted by fidest press agency su martedì, 3 gennaio 2017

scuola-digitale-casnati-como-800x500_cLe supplenze vengono equiparate, ma rimangono fuori quelle delle paritarie.Attraverso l’accordo politico raggiunto tra amministrazione e sindacati rappresentativi, anche l’Italia recepisce la direttiva dell’Unione Europea n. 70/99 sulla equiparazione del servizio pre-ruolo a quello svolto da chi ha sottoscritto il contratto a tempo indeterminato. Ciò varrà anche per chi ha svolto servizio sui posti di sostegno, ai fini del vincolo quinquennale. L’intesa ora dovrà tradursi in un contratto articolato da sottoscrivere entro il mese di gennaio, con effetti pratici ai fini della mobilità dei docenti 1°settembre 2017. Approvate anche importanti novità sulle percentuali dei posti vacanti da assegnare al personale precario. L’intesa, tuttavia, non tiene conto dei docenti che svolgono servizio negli istituti paritari, continuando a considerarli dei lavoratori di serie B.Marcello Pacifico (Anief-Cisal): è una mancanza particolarmente grave. Noi avevamo lanciato i primi ricorsi sull’equiparazione delle supplenze svolte negli istituti paritari già nel 2010, denunciando la violazione del principio di non discriminazione. Per tutti questi docenti, quindi, toccherà ancora una volta rivolgersi al giudice per vedersi considerare un loro pieno diritto: noi staremo, ancora una volta, al loro fianco.

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

SCUOLA –Mobilità, sottoscritta l’intesa Miur-sindacati che aggira la Legge 107/15

Posted by fidest press agency su sabato, 31 dicembre 2016

ministero-pubblica-istruzioneSpariscono le fasi di presentazione delle domande, per fare spazio ad un’unica “finestra” temporale durante la quale tutti i docenti potranno o dovranno presentare domanda di trasferimento; cambierà la tabella di valutazione dei titoli posseduti, con la probabile successiva equiparazione del servizio pre-ruolo a quello di ruolo; per le sedi di destinazione, si introduce la possibilità di esprimere fino a 15 preferenze, una parte riguarderanno le singole scuole e l’altra gli ambiti territoriali. Inoltre, si è stabilito che il 60% dei posti vacanti sarà assegnato alle nuove assunzioni, il 30% alla mobilità, il 10% alla mobilità professionale. Viene data la possibilità di presentare domanda di trasferimento indipendentemente dagli anni in cui i docenti sono rimasti in ruolo nella provincia in cui insegnano. Diventeranno comunicanti gli ambiti territoriali e la titolarità su scuola. Tra i punti che occorreva scardinare con l’accordo sulla mobilità, invece rimasti intatti, ci sono poi la valutazione del servizio nella scuola paritaria e il blocco di cinque anni sull’insegnamento del sostegno.
Marcello Pacifico (Anief-Cisal): questa intesa conferma quanto sostenuto sempre dall’Anief sulla mobilità, ovvero che ambiti territoriali e paletti temporali imposti a neo-assunti e personale già di ruolo introdotti con la Legge 107/15 erano e rimangano un vero affronto verso centinaia di migliaia di docenti. Con questo accordo di massima assistiamo ad un minimo avvicinamento a quella libera circolazione dei lavoratori sul territorio, da noi indicata, a tutela del ricongiungimento alla propria famiglia. Certo, siamo contenti che si siano realizzate le premesse per accogliere, nella nuova prossima tabella dei titoli di valutazione, la richiesta formulata da tempo dall’Anief di equiparare il servizio svolto con contratti di lavoro a tempo determinato a quello svolto dai colleghi di ruolo; peccato, però, che questo principio possa valere solo ai fini della costituzione delle graduatorie della mobilità. Su blocco quinquennale sostegno e valutazione del servizio svolto nella scuola paritaria, vorrà dire che per tutelare i diritti dei lavoratori si continuerà ad agire nelle aule di giustizia.

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La funivia a Roma

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 ottobre 2016

virginia raggi trasparenzaRoma. La Sindaca di Roma Raggi ha rilanciato l’idea di una funivia tra Casalotti e Battistini, in un’ottica di mobilità alternativa. Per una migliore mobilità, sostiene l’Adoc, basterebbe che l’attuale servizio di trasporti fosse più efficiente e sicuro.
“A Roma non serve una funivia, a Roma serve un vero, efficiente e sicuro servizio di trasporto pubblico – dichiara Roberto Tascini, Presidente dell’Adoc – al momento l’unico intervento nel settore è stata la riduzione e soppressione di corse ma di reali miglioramenti non se ne vedono. Gli autobus e le metro continuano a passare a singhiozzo, spesso strapieni, con forti ritardi soprattutto nelle ore di punta. E dobbiamo segnalare anche un aumento delle condizioni di insicurezza, sia a bordo che in banchina, dei viaggiatori. Non solo i mezzi quotidianamente utilizzati dagli utenti si ritrovano in condizioni di scarsa o quasi nulla agibilità, con portiere e finestre malfunzionanti, parti mancanti con fili elettrici scoperti ma nei giorni di pioggia non è raro che piova dentro l’autobus o dentro il vagone della metro. Gli utenti inoltre, soprattutto in determinati orari, spesso si trovano in seria difficoltà a causa del comportamento pericoloso assunto da altri soggetti ma anche a causa delle strutture di attesa stesse, di sera poco illuminate e poco raccomandabili. Quest’estate avevamo richiesto un incontro con l’amministrazione capitolina per affrontare i problemi legati al trasporto ma al momento tutto tace. Per questo abbiamo scritto al Prefetto di Roma, rimarcando lo stato deficitario del servizio. Cambiano le amministrazioni ma i cittadini continuano a dover sopportare una città invivibile”. (n.r. E’ un problema complesso ma dovremmo pur cominciare da qualche parte. Già da tempo avevamo proposto un correttivo per allegerire il traffico cittadino come quello di “scoraggiare” i parcheggi in seconda fila che speso riducono la velocità di percorrenza dei bus che oggi è tra i più bassi. Ciò faciliterebbe un maggior rispetto degli orari e una presenza più costante con la possibilità di aumentare l’utenza. Deve aggiungersi anche la necessità d’imporre la consegna delle merci ai negozi e ai supermercati tra le 4 e le sette del mattino e tra le ventidue e la mezzanotte. Una storia a parte andrebbe scritta per i parcheggi potenziandoli nelle aree periferiche per favorire agli autobilisti l’uso dei mezzi pubblici.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Piano per la mobilità sostenibile

Posted by fidest press agency su domenica, 16 ottobre 2016

nuova-fiera-di-romaRoma si doterà di un Piano Urbano della Mobilità Sostenibile, che definirà e programmerà le nuove infrastrutture al servizio della mobilità. La giunta capitolina, riunitasi oggi in Campidoglio, ha dato l’ok ad una memoria in cui sono contenuti gli indirizzi per la redazione delle Linee guida del Pums di Roma Capitale. Il PUMS agirà su due piani:
1) azioni di breve-medio periodo per ripristinare sulle infrastrutture standard di qualità adeguati, attraverso un programma di vera e propria “manutenzione urbana straordinaria”finalizzata al completamento delle opere in corso ed efficientamento di quelle esistenti;
2) su un orizzonte di più ampio respiro, con azioni e progetti strategici sui quali sollecitare anche la Regione Lazio e il Governo nazionale a reperire e finalizzare risorse commisurate al ruolo e alla funzione della Capitale. Il tutto per definire un nuovo modello di mobilità da realizzare entro 10 anni, basato prioritariamente sulla realizzazione di sistemi leggeri.
“L’obiettivo di questa amministrazione è quello di dotare la città di un sistema di mobilità competitivo con le altri Capitali europee e recuperare nel medio-lungo periodo il gap infrastrutturale storico, aggravato dall’incongruente sviluppo insediativo degli ultimi 15 anni – spiega l’Assessore alla Città in Movimento Linda Meleo – Per questo serve subito avere una nuova programmazione delle opere fondamentali per Roma Capitale ed il Pums definirà appunto le priorità di intervento in relazione alle risorse disponibili. Sarà anche l’occasione per verificare l’efficacia, la sostenibilità dei costi e dei tempi di realizzazione delle opere in programma”. La Commissione Europea, attraverso il Piano d’azione sulla mobilità urbana (2009) e il Libro bianco sui Trasporti (2011), ha promosso i Pums (piani urbani per la mobilità sostenibile), intesi come strumenti di pianificazione di una nuova concezione che metta al centro dell’attenzione la mobilità integrata e sostenibile. Il nuovo concetto introdotto dai Pums pone particolare enfasi sul coinvolgimento dei cittadini nel coordinamento delle politiche e degli strumenti di piano tra settori, tra enti, tra livelli diversi al loro interno e sul territorio e tra istituzioni confinanti. Il Pums sarà quindi un progetto del sistema della mobilità comprendente
l’insieme organico degli interventi sulle infrastrutture di trasporto pubblico e stradali, sui parcheggi di interscambio, sulle tecnologie, sul parco veicoli, sul governo della domanda di trasporto attraverso la struttura dei mobility manager, i sistemi di controllo e regolazione del traffico, l’informazione all’utenza, la logistica e le tecnologie destinate alla riorganizzazione della distribuzione delle merci nella città. Il provvedimento approvato dall’esecutivo capitolino prevede anche l’adozione del documento “Guidelines Developing and Implementing a Sustainable Urban Mobility Plan”, prodotto dalla Commissione Europea. In base a questo il Pums dovrà mirare a creare un sistema urbano dei trasporti che persegua almeno i seguenti obiettivi: garantire a tutti i cittadini opzioni di trasporto che permettano loro di accedere alle destinazioni ed ai servizi chiave; migliorare le condizioni di sicurezza; ridurre
l’inquinamento atmosferico ed acustico, le emissioni di gas serra e i consumi energetici; migliorare l’efficienza e l’economicità dei trasporti di persone e merci; contribuire a migliorare l’attrattività del territorio e la qualità dell’ambiente urbano e della città in generale a beneficio dei cittadini, dell’economia e della società nel suo insieme.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Decine di migliaia di docenti costretti a mobilità forzata

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 agosto 2016

Sono cattedre “nascoste” negli organici di fatto, che da decenni il Miur continua ad assegnare ai supplenti sino al 30 giugno, ma che nella realtà risultano in gran numero privi di un docente titolare. Per questo motivo, sono posti trasformabili in unità di insegnamento utili per i trasferimenti. Tra l’altro, il tutto non comporterebbe particolari oneri per lo Stato, visto che per dieci mesi l’anno vengono affidate a supplenza.
Marcello Pacifico (Anief-Cisal): è emblematico quanto è avvenuto in questi giorni in Sicilia, dove pur essendovi 4mila posti liberi, su organico di fatto, sono state respinte le 5mila domande di trasferimento formulate dai docenti inseriti negli ambiti territoriali. Solo che facendo prevalere la burocrazia, non solo si procrastina la supplentite, ma si condannano tanti docenti di ruolo a rimanere lontani da casa. Peraltro, continuando a violare le indicazioni della Corte di Giustizia Europea e della Corte Costituzionale.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mobilità nel Lazio e piste ciclabili

Posted by fidest press agency su martedì, 2 agosto 2016

biciclettata (1)“Ci domandiamo quali siano le motivazioni per cui la Regione Lazio, territorio fertile di piste ciclabili immerse in paesaggi naturalistici e storico-artistici preziosi, sia rimasta esclusa dai recenti accordi tra i Ministeri coinvolti e otto regioni italiane per lo sviluppo di una rete ciclabile nazionale. Siamo di fronte alla solita incompetenza e superficialità della giunta Zingaretti o delle solite guerre interne tra le correnti del PD ?” lo dichiara in una nota il consigliere regionale del Lazio per Fratelli d’Italia, Fabrizio Santori, in merito alla sottoscrizione dei Protocolli d’intesa per la progettazione e la realizzazione delle tre ciclovie Ven-To, del Sole e dell’Acquedotto Pugliese.“Insieme all’Associazione BiciRoma presenteremo una richiesta ufficiale di chiarimento per comprendere di chi siano le responsabilità che hanno visto la Regione Lazio esclusa da un progetto del governo Renzi che intende investire circa 91milioni di euro per il triennio 2016-2018. Non ci stupirebbe assistere all’ennesima disattesa da parte di #zerozingaretti e della sua Giunta di un programma elettorale che immaginava una mobilità alternativa nel Lazio ma che nei fatti si smentisce” conclude Santori.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Eur spa: nessun licenziamento nessuna mobilità del personale

Posted by fidest press agency su lunedì, 1 agosto 2016

roma eur“A un anno dall’omologazione da parte del Tribunale di Roma del concordato sul piano di ristrutturazione di Eur SpA, venuto a seguito di un’importante crisi finanziaria della società conseguente alla realizzazione della “Nuvola” di Fuksas, siamo felici di constatare che l’azienda conserverà intatta la sua pianta organica, rispettando così la volontà del Parlamento italiano. Lo desumiamo dal continuo ricorso a nuovi contratti esterni onerosi. Evidentemente i problemi strutturali cagionati da clamorosi errori strategici di Rutelli e Veltroni e dalla dissennata volontà di Renzi di non concedere la ricapitalizzazione, sono stati superati e i mancati incassi dalla locazione dei quattro edifici di pregio svenduti a Inail sono stati adeguatamente tamponati. Bene. A questo punto suggeriamo alla governance di bandire un concorso pubblico per reclutare professionisti e tecnici anche sul mercato romano, tanto per evitare una graduale “lombardizzazione” di un ex ente territoriale profondamente legato alla capitale e alla sua identità”. E’ quanto dichiara in una nota Fabio Rampelli, capogruppo alla Camera di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mobilità per i diversi abili

Posted by fidest press agency su martedì, 5 luglio 2016

“Garantire la possibilità di viaggio e spostamento è un diritto inalienabile dell’uomo oltre a rappresentare uno dei più grandi piaceri della vita. Ma per chi ha una patologia che compromette la capacità di muoversi autonomamente viaggiare è davvero complicato” afferma Antonella Celano, Presidente APMAR, Associazione Nazionale Persone con Malattie Reumatiche. “Oltre alle persone con malattie croniche con ridotta mobilità o i disabili sensoriali, riuscire a muoversi per i terminal di un aeroporto, superare check-in e controlli di sicurezza e arrivare all’imbarco e poi sull’aeromobile, può essere un problema anche per persone che hanno disabilità temporanee semplicemente a causa di un’operazione o di un incidente; parliamo quindi di qualche milione di persone obbligato a rivolgersi ai servizi di assistenza in aeroporto: solo a Fiumicino vengono assistite circa 300.000 persone l’anno”.I problemi sono ovviamente le barriere ambientali, la segnaletica per superarle non sempre chiara e visibile e le modalità di richiesta del servizio di assistenza aeroportuale che ovviamente cambia in ogni singolo aeroporto sul territorio nazionale e in ogni singolo Paese, ed anche ogni compagnia aerea ha regole differenti. Con l’obiettivo di valutare i problemi che devono affrontare viaggiatori con patologie diverse, nasce un gruppo di lavoro che riunisce intorno ad un tavolo diverse associazioni pazienti e ADR, Aeroporti di Roma, per valutare le difficoltà e dare risposte concrete.“Presso gli aeroporti italiani, continua Antonella Celano, tutti gli spostamenti, comprese le manovre di accesso all’aeromobile, sono fatti in sicurezza, con mezzi adeguati, come invece inaspettatamente non accade in altri aeroporti europei dove, ad esempio, a causa della non disponibilità di elevatori, viene proposta, per tale manovra, una semplice sedia portata a braccia. Un altro problema per i pazienti che viaggiano è quello di garantire la conservazione in ambiente refrigerato dei farmaci che lo richiedono: non tutte le compagnie aeree assicurano di poterli conservare nei frigoriferi a bordo”.Ai passeggeri che necessitano assistenza, il Servizio Assistenza alle Persone con Ridotta Mobilità ADR, Aeroporti di Roma, chiede la massima collaborazione dell’informare per tempo delle necessità in modo da poter pianificare ogni intervento. Per poter essere assistiti al meglio ADR consiglia ai viaggiatori di richiedere direttamente il servizio alla compagnia aerea al momento dell’acquisto del biglietto; la compagnia aerea trasmetterà la prenotazione. Spesso questo non avviene o viene richiesta impropriamente assistenza non per motivi di salute o di ridotta mobilità, ma semplicemente perché non si sa come muoversi all’interno dello scalo e si teme di perdersi o di non saper raggiungere il gate. Come è comprensibile, queste richieste improprie possono mettere a rischio la qualità dell’assistenza di chi ne ha veramente bisogno. Altri servizi sono preposti ad aiutare in queste situazioni. La collaborazione con le Associazioni dei Pazienti è un importante punto di partenza per comprendere veramente le varie necessità per diverse patologie e fornire un servizio sempre più efficiente e migliore.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: il pasticcio odella mobilità-lotteria

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 maggio 2016

scuola-digitale-casnati-como-800x500_cA giorni comincerà la pubblicazione dei movimenti della prima fase di mobilità: si inizierà con la scuola primaria e poi man mano si procederà con i docenti degli altri corsi scolastici. Ne scopriranno delle belle. Perché a questi docenti – parliamo di scuola secondaria, quindi medie e superiori – è stato chiesto di presentare domanda inserendo una classe di concorso sulla base delle vecchie tabelle, malgrado a metà febbraio fossero state pubblicate le nuove. Solo che il conferimento delle nuove sedi di servizio dei docenti avverrà invece con le nuove classi concorsuali. Con tutte le conseguenze del caso. Il rimescolamento delle cattedre produrrà l’effetto di portare nelle nuove discipline dei docenti privi di specifica abilitazione all’insegnamento. I quali avevano chiesto solo un trasferimento, ma non certo di insegnare un’altra materia.Marcello Pacifico (presidente Anief): siamo di fronte a una situazione assurda. Perché le regole del ‘gioco’ si stabiliscono prima. E non a gara in corso. A pagarne le conseguenze negative saranno gli studenti: privati dei docenti esperti e messi davanti a prof improvvisati su discipline che all’università hanno appena sfiorato.

Posted in scuola/school, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La mobilità del futuro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2015

mobilità200 miliardi di fatturato, il 13% del Pil nazionale, circa un milione di occupati: la logistica è un elemento trainante dell’economia italiana. Anche in Puglia questo comparto ha grande rilevanza, con 8.976 aziende registrate. Quasi 6.880 si occupano di trasporto terrestre, 1.701 di magazzinaggio e attività di logistica propriamente dette, 317 di servizi postali e attività di corrieri, 72 di trasporto marittimo, 6 di trasporto aereo. Un comparto che muove risorse e dà lavoro a 41.690 addetti, stando ai più recenti dati INPS.
Per sostenere le imprese pugliesi in un settore che resta per le aziende uno dei principali fattori di costo e che impatta sulla loro competitività, soprattutto a livello globale, la Camera di Commercio di Bari ha ideato nell’ambito del progetto comunitario Gift 2.0 – di cui la Regione Puglia è capofila – cinque casi pilota, alcuni dei quali già operativi: Shop ‘n’ Ship; Bari Easy Port; Borsa Carichi; LcL Med, Handbook logistica che sono stati presentati stamani agli operatori economici.
“GIFT 2.0 si concluderà a fine 2015 e ha visto la Camera di Commercio di Bari impegnata per due anni E’ un progetto comunitario, che vede la Regione Puglia capofila, con molte sfumature e una indubbia utilità in termini di servizi alle imprese e quindi di riduzione di costi e tempi. L’abbiamo voluto presentare alla comunità economica per favorire l’utilizzo delle facilities che esso propone”, ha detto il presidente della Camera di Commercio di Bari, Alessandro Ambrosi, introducendo l’incontro moderato da Enzo Magistà e trasmesso in diretta su Telenorba. “Per il Gift 2.0 è stato scelto un taglio molto operativo: produrre risultati concreti e offrire servizi reali che restino sul territorio anche dopo la conclusione delle attività”, ha sottolineato Carmela Iadaresta, dirigente della Regione Puglia, portando i saluti dell’assessore ai Trasporti Giovanni Giannini, assente poiché impegnato in una seduta del Consiglio Regionale. Concetto evidenziato anche dal segretario generale della Camera di Commercio di Bari, Angela Partipilo. A seguire, Enrico Campanile, dirigente dell’assessorato regionale ai Trasporti, ha illustrato tutti gli altri 25 casi pilota di Gift e risposto punto per punto alle domande degli imprenditori, chiamati a segnalare al partenariato istituzionale i propri bisogni in fatto di logistica e trasporti. Il prof. Christos Gioldasis ha parlato invece dei casi pilota del Gift 2.0 sulla sponda greca.
Movimentazione, poli di stoccaggio, magazzini, sistemi trasportistici sono potenti leve di sviluppo tanto quanto le politiche di marchio, l’internazionalizzazione o la tecnologia. I cinque casi pilota della Camera di Commercio offrono soluzioni rilevanti sia per le imprese che per i consumatori proprio in questi ambiti.Il primo si chiama Shop’n’Ship – illustrato da Gianluca Lattanzi, di Aries/Informa – è una applicazione per smartphone che permette di vendere prodotti locali ai turisti stranieri spedendo le merci direttamente a casa loro, grazie ad accordi con la distribuzione. Si rivolge a commercianti, aziende di produzione e turistiche.
“La Camera di Commercio di Bari intende farla diventare l’app ufficiale di Matera Capitale della Cultura 2019 – ha detto Ambrosi – e in tal senso ci stiamo già attivando con la Camera di Commercio di Matera”.Grazie al GIFT 2.0 presso l’Interporto di Bari nasce Bari Easy Port – ne ha parlato Vito Totorizzo, di Istop Spamat – una piattaforma che permetterà di imbarcare dal vicino porto di Bari merci infiammabili, comburenti, tossiche e esplosive.Il terzo caso pilota è una “borsa carichi”, un sistema gratuito di informazioni per viaggiare sempre a pieno carico. Ad illustrarlo Fabio Gruvosin di Transpobank, società leader di mercato in Italia, cui la Camera di Commercio di Bari si è affidata. Il servizio viene offerto gratuitamente ai trasportatori per un anno. Hanno aderito al bando a sportello più di 150 autotrasportatori pugliesi, che già stanno utilizzando questo sistema.Anche chi vuole spedire merce via mare ha i suoi problemi: se i container non si saturano, cioè non si riempiono, non è possibile imbarcare da porti vicini. La soluzione si chiama LCL Med, il caso pilota è stato illustrato da Davide De Gennaro dell’Interporto Puglia. La Camera di Commercio di Bari fino a fine progetto ha garantito un punto di “groupage” a Bari, coprendo il costo di insaturazione con fondi GIFT 2.0. Il quinto caso pilota è un Handbook sulla logistica e trasporti per studenti e docenti degli
Istituti scolastici di secondo grado (scuole superiori) di Puglia. Si tratta di un vero e proprio libro di testo, verrà donato alle scuole pugliesi in cartaceo e come ebook. (foto: mobilità)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Logistica e mobilità delle merci

Posted by fidest press agency su domenica, 8 novembre 2015

sorrentoSorrento 20 e il 21 novembre prossimi si svolgerà la quinta edizione del Sorrento Meeting, l’evento internazionale organizzato dall’Obi, l’Osservatorio Banche-Imprese di Economia e Finanza, in collaborazione con Assologistica, Confitarma, Fondazione Mezzogiorno Sud Orientale, Fondazione Mezzogiorno Tirrenico, e con il sostegno del Comune di Sorrento. Il meeting vedrà la partecipazione di rappresentanti a livello internazionale del mondo imprenditoriale, istituzionale, politico ed accademico. Apriranno i lavori l’economista statunitense James Galbraith e l’ambasciatore del Marocco in Italia, Hassan Abouyoub. Tra gli altri ospiti del Sorrento Meeting 2015, l’imprenditore Issad Rebrab, patron del primo gruppo privato algerino, Cevital, e proprietario delle acciaierie Lucchini di Piombino, Rashed Al Balooshi, ceo di Abu Dhabi Securities Exchange e Fadi Chamas di Arqaam Capital Investment. Il fitto programma prevede tavole rotonde alla quali prenderanno parte, tra gli altri, Marcello Pittella, presidente della Regione Basilicata, interessata dal Masterplan per il Sud, il piano di sviluppo e programmazione lanciato dal Governo Renzi lo scorso agosto, Federico Golla, ad di Siemens Italia e i rappresentanti dei principali porti del Mediterraneo e dell’Italia meridionale – da Tangeri a Malta, dal Pireo a Suez – oltre agli interventi dei vertici di Assaeroporti, Trenitalia, Unioncamere, Svimez e Assoporti. Tema dell’edizione 2015 sarà anche la nuova governance delle Autorità Portuali Italiane e l’offerta logistica del Mediterraneo nel contesto europeo. Durante i lavori sarà presentato, dalla Fondazione Mezzogiorno Sud Orientale, lo studio strategico sullo sviluppo della logistica del Mezzogiorno a cura del Gruppo C-log dell’Università Liuc di Milano.
“L’intento del Sorrento Meeting 2015 – spiega Antonio Corvino, direttore generale dell’Obi – è quello di dare vita ad uno spazio di discussione, coinvolgendo i principali porti europei e mediterranei, compresi quelli italiani e in particolare quelli del Mezzogiorno, oltre che i rappresentanti delle compagnie che gestiscono i grandi flussi da e per l’Estremo Oriente e il Mediterraneo e i maggiori soggetti della logistica”.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »