Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘Modena’

La fiera di Modena nel solco della tradizione e delle novità

Posted by fidest press agency su martedì, 22 giugno 2021

Caledoscopica, ricca di proposte originali a volte inaspettate. Ancora una volta la Fiera di Modena riesce a sorprendere pur rimanendo nel solco della tradizione. Nei primi due giorni ha sicuramente colpito nel segno il firmacopie con il giovane cantante Deddy, oltre trecento le giovanissime fan che si sono messe ordinatamente in fila per un autografo e una foto. Successo analogo per la serata con i Nomadi che, durante la presentazione del loro ultimo album, grazie alla simpatia e bravura di Beppe Carletti e Yuri Cilloni, hanno anche fatto cantare al pubblico alcuni dei loro successi più noti. Ma la Fiera non si ferma e anche per domani, ultimo giorno della manifestazione, apertura dalle 10 alle 21, le proposte e le occasioni di svago sono tantissime. Tante le iniziative nell’area sport: al campo di pallavolo della Fipav Modena, ad esempio, le società protagoniste dell’ultima giornata sono Modena Volley, Modena 18 e Volley San Cesario. Alla Combat Arena è di scena alle 12 il campionato italiano XFC Spartan Fight di MMA e Grappling a cura dei Guerrieri del Tiepido, con annesse dimostrazioni di boxe e kickboxing. Sarà anche una giornata di presentazioni sportive: alle 18 arriva “Calcio PASSION & PLAY”, il nuovo format di SportMore, in collaborazione con SubutteoLand e Subbuteo LabShop, sul Subbuteo e lo storytelling (Padiglione C, stand 602), in contemporanea l’Aics presenta il suo calendario 2021/22 allo stand 61. Per l’area gastronomia, Modena Food Lab attende il pubblico a mezzogiorno per uno show cooking in programma allo stand 301 del Padiglione A. Proseguono i momenti di degustazione promossi nello spazio Assaggiare per Conoscere dall’Associazione Esperti Degustatori Aceto Balsamico Tradizionale di Modena, oltre alle iniziative di Fiesa Confesercenti legate all’intaglio artistico e della CNA con focus sul Superbonus 100%. L’ultimo “aperitivo letterario” vedrà invece come ospite Antonella Riccò e il suo ultimo lavoro “Il carrozzario è andato a Cuba”. Tantissimi come sempre i laboratori per grandi e piccini spalmati per tutto l’arco della giornata. Infine, per la danza, da segnalare alle 15 le esibizioni del Pantheon Omvina Dance Studio Lab di Carpi e di Aneser di Novi di Modena, che spazieranno su danza classica, contemporanea e di carattere, hip hop e video dance (Padiglione C, stand 611).Alle 16 saranno assegnati in Sala 400 i riconoscimenti della 16° edizione del Premio “Fedeltà e solidarietà” Istituito dall’Unione delle Società Centenarie Modenesi.L’82esima Fiera Campionaria di Modena è organizzata da ModenaFiere, con il sostegno di BPER Banca, in collaborazione con CONAD e con il patrocinio di Comune e Provincia di Modena. Tutti i giorni attive aree tematiche, con attenzione particolare all’artigianato di qualità e alle eccellenze del territorio. L’ingresso è gratuito, previa pre-registrazione sul sito http://www.fieradimodena.com.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Si riapre il quartiere fieristico di Modena

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 maggio 2021

Modena. Si riparte: tra poco meno di un mese il quartiere fieristico di Modena tornerà ad aprire i battenti. A scandire questo importante momento sarà l’inaugurazione dell’82^ edizione della Fiera di Modena, per tutti, da sempre, “La campionaria”. Un avvio quindi con la più classica e longeva delle manifestazioni fieristiche geminiane. Si svilupperà nell’arco di quattro giorni, da giovedì 17 a domenica 20 giugno, andando ad animare sia i padiglioni coperti sia gli ampi spazi esterni. Organizzata da ModenaFiere, con il sostegno di BPER Banca, in collaborazione con CONAD e con il patrocinio di Comune e Provincia di Modena, sarà un’edizione nel solco della migliore tradizione in cui non mancheranno nuove e stimolanti suggestioni per far vivere ai visitatori un’esperienza piacevole e inattesa.Come di consueto, per favorirne la fruizione la fiera sarà organizzata per aree tematiche. Un ampio spazio sarà dedicato allo shopping con proposte originali e curiose. Immancabile poi l’area dedicata al mondo dell’abitare in tutte le sue sfaccettature: dagli infissi ai rivestimenti, dall’arredo ai complementi di design. Ad impreziosire questo spazio saranno le proposte di Artigiana Design, realtà che unisce alcuni degli artigiani del territorio più estrosi e originali nella realizzazione di pezzi di arredo, in molti casi unici. Per il pubblico sarà anche l’occasione per dialogare con i consulenti di CNA che forniranno informazioni su come utilizzare al meglio il superbonus per le ristrutturazioni. Altro punto fermo della Fiera di Modena resta lo spazio dedicato all’enogastronomia. I visitatori troveranno stand espositivi con prodotti tipici regionali, potranno assistere a dimostrazioni e partecipare alle degustazioni promosse da AED, l’Associazione Esperti Degustatori, dedicate all’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena. Organizzati da Confesercenti Modena torneranno i corsi di intaglio di frutta e verdura, sempre molto apprezzati da grandi e piccini. Grazie poi alla sinergia con la Camera di Commercio di Modena si potrà andare alla riscoperta delle eccellenze gastronomiche che possono vantare il marchio “Tradizioni e sapori di Modena”. Non mancheranno i prodotti editoriali con un’ampia offerta di libri per adulti e bambini. All’esterno sarà allestita una vasta esposizione di arredo da giardino, prodotti e attrezzature per il giardinaggio e, in un settore dedicato, diversi concessionari presenteranno i più recenti modelli di automobili. Alla luce del grande successo ottenuto nelle ultime edizioni, anche lo sport tornerà ad avere un ruolo da protagonista. In collaborazione con la delegazione modenese del CONI sarà possibile cimentarsi in alcuni sport, seguiti da tecnici federali, e vedere all’opera atleti che si sfidano tra loro. Tra le novità assolute un percorso “Survival” organizzato in collaborazione con Cimone Outdoor, tutto da provare e da scoprire.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nasce a Modena LUCY

Posted by fidest press agency su domenica, 8 novembre 2020

E’ la prima scuola sperimentale di Intelligenza Artificiale in Italia per gli istituti secondari di primo grado. Lo scorso 30 ottobre 2020 l’azienda ha annunciato di aver siglato un protocollo d’intesa con l’istituto Mattarella, con l’obiettivo di educare giovani e adulti a comprendere e a utilizzare i dati e le tecnologie di intelligenza artificiale, in modo consapevole e responsabile, attraverso attività sperimentali esperienziali. LUCY, il più famoso Australopiteco al mondo dotato di intelligenza, oggi dà il nome a questo percorso didattico innovativo, in materia di intelligenza artificiale e di scienza dei dati. Secondo i termini del protocollo, si tratterà di un progetto che permetterà agli studenti e ai docenti di scoprire le potenzialità di queste tecnologie, non con un’attività extra, ma attraverso un vero e proprio percorso curricolare di apprendimento. Il carattere innovativo di questo progetto pilota ha già acceso l’attenzione di interlocutori nazionali e internazionali, istituzionali e privati, interessati a tradurre il programma didattico in un format con respiro più ampio, replicabile al di fuori del contesto regionale.Come sottolinea Daniele Barca, Preside dell’IC3 Mattarella di Modena: “Siamo orgogliosi di partire con questo progetto proprio dal nostro Istituto Comprensivo 3 Mattarella. Insieme ad Ammagamma daremo vita a un progetto didattico estremamente innovativo che sposa perfettamente la nostra filosofia. L’approccio che adottiamo con i nostri studenti è simile a quello del film “Big Fish”: tenuto in un piccolo vaso, il pesce rosso resterà piccolo mentre in uno spazio maggiore può raddoppiare, triplicare, quadruplicare la sua grandezza.Tutti i giorni insegniamo ai nostri ragazzi che sono destinati a cose più grandi e la scuola dell’intelligenza artificiale che faremo con Ammagamma va in questa direzione”.E’ a tutti gli effetti un’assoluta novità nel panorama scolastico italiano che, attraverso la definizione di un curriculum integrato, di percorsi di approfondimento e di nuove metodologie didattiche, aiuterà a comprendere i meccanismi alla base dei sistemi di IA e della scienza dei dati, stimolando il ragionamento critico e lo sviluppo di nuove competenze. Che cos’è l’intelligenza artificiale? Cosa è in grado di fare e dove è possibile applicarla? Come leggere i dati che vediamo tutti i giorni? Gli studenti impareranno a porsi queste e altre domande, studiando nozioni e modelli di IA, sperimentando la teoria nella pratica e riscoprendo il valore della dimensione sensoriale nell’esperienza di apprendimento.“L’intelligenza artificiale viene spesso associata al coding e al digitale, ma non si limita solo a questi due ambiti. È una disciplina complessa, che va inserita in un contesto più ampio dove troviamo tante intersezioni con l’algebra, la statistica, la logica, il problem solving, la filosofia,l’immaginazione”, ha commentato Pietro Monari, responsabile dei progetti Education di Ammagamma “Serve un approccio multidisciplinare per comprendere a fondo l’IA. Questa è l’ambizione della nostra scuola e la visione educativa di Ammagamma”.Il tema dell’approccio critico al digitale e dell’integrazione tra dimensione reale e virtuale vuole rispondere alle priorità del Piano Triennale dell’Offerta Formativa dell’I.S. 2019-2022, e trova fondamento nei concetti espressi all’interno del libro bianco sulla didattica dell’intelligenza artificiale “De Arte Intelligendi”, redatto e promosso da Ammagamma, e nel format didattico “Educare a pensare”, patrocinato dalla Commissione Nazionale Italiana UNESCO e dalla Rappresentanza Italiana della Commissione Europea.“E’ importante stimolare le nuove generazioni ad avvicinarsi al mondo dell’intelligenza artificiale e della matematica con consapevolezza e senso critico e il protocollo d’intesa che abbiamo siglato con l’IC3 Mattarella va esattamente in questa direzione” ha aggiunto Fabio Ferrari, fondatore e Presidente di Ammagamma.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“La prospettiva dell’effimero. Antonio Joli e la scena per angolo”

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 settembre 2020

Modena. E’ il titolo della mostra che “La Galleria. Collezione e Archivio Storico” di BPER Banca presenta dal 18 settembre all’8 novembre 2020 presso gli spazi espositivi di via Scudari 9 a Modena.L’esposizione viene inaugurata in occasione del festivalfilosofia 2020 e interpreta il tema selezionato per la ventesima edizione del festival – Macchine – a partire da una “scena per angolo” di Antonio Joli (Modena, 1700 – Napoli, 1777), parte della Collezione di BPER Banca. L’opera è testimonianza del desiderio di “spettacolarità” che caratterizza le corti barocche, non solo in relazione al gioco scenico, ma anche in un’accezione più ampia, in cui le idee di “artificio” e “meraviglia” rispondono ad esigenze di occasionale magnificenza dinastica.Curato da Lucia Peruzzi, storica dell’arte e consulente di BPER Banca, il percorso espositivo si apre con l’opera ad olio su tela di proprietà di BPER Banca – “Sansone abbatte il tempio” – che consente di approfondire la fase iniziale del pittore, connotata da un marcato intento scenografico e teatrale, rendendo conto dei suoi primi interessi, orientati verso il genere del “capriccio architettonico”. Il dipinto è posto, quindi, in dialogo con due tele dello stesso autore, provenienti dal Museo Civico d’Arte di Modena: una seconda opera intitolata “Sansone abbatte il tempio” e un dipinto dedicato all'”Incendio di Troia”.
La mostra è aperta al pubblico dal 18 settembre all’8 novembre 2020. Orari di visita in occasione del festivalfilosofia: venerdì 18 e domenica 20 settembre ore 10.00-18.00, sabato 19 settembre ore 10.00-23.00. Orari di apertura ordinari: il primo weekend del mese, da venerdì a domenica ore 10.00-13.00 e 14.00-18.00; sabato 3 ottobre, in occasione di “Invito a Palazzo”, orario continuato 10.00-19.00. Visite guidate, gruppi e aperture straordinarie su prenotazione. Ingresso libero previo utilizzo di dispositivi di protezione individuale. Catalogo disponibile presso la sede espositiva. http://www.lagalleriabper.it.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Prima personale dell’artista Quayola

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 settembre 2020

Modena dal 18 settembre nelle sale superiori di Palazzo Santa Margherita (fino al 10 gennaio 2021) prima personale dell’artista Quayola in un’istituzione italiana. Quayola si confronta con la tradizione artistica occidentale e la ripensa attraverso le più avanzate tecnologie contemporanee, allo scopo di esplorare nuove possibili letture della realtà. La mostra modenese ruota attorno all’idea di perfezione e al suo significato, a partire da Le vite di Giorgio Vasari dove questo termine ricorre spesso per indicare il raggiungimento dell’eccellenza da parte di pittori, scultori e architetti, nel rispetto dei canoni considerati universali di armonia e bellezza. Quayola ripercorre capolavori classici, moderni e barocchi applicandovi algoritmi che vanno alla ricerca di questi canoni: le regole codificate dalla storiografia e dalla critica vengono renderizzate in set di informazioni che, nella lettura della macchina, assumono una valenza inedita e originano nuovi codici estetici.In mostra sono presenti una video-installazione e quattro serie di lavori, due delle quali prodotte per l’occasione: una sequenza di sculture e un ciclo di opere su carta, alcune delle quali entreranno a fare parte delle collezioni del disegno gestite da Fondazione Modena Arti Visive.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Melania Mazzucco presentato a Modena il suo ultimo libro

Posted by fidest press agency su domenica, 9 febbraio 2020

Il riscatto delle donne artiste: Melania Mazzucco ha presentato a Modena il suo ultimo libro.Un romanzo ricco di storie, invenzioni, ricostruzioni, frutto di lunghe ricerche, che riesce a fotografare, tra miserie e grandezze, la vita sociale, storica e culturale della Roma del Seicento: Melania Mazzucco presenta “L’Architettrice” domenica 9 febbraio al BPER Forum Monzani di Modena. Attraverso la protagonista, Plautilla, l’autrice riscatta tutte le donne artiste volutamente dimenticate.
Abilissima a non far parlare di sé , Plautilla, il primo architetto donna della storia moderna, nasconde audacia e sogni per poter realizzare l’impresa in grado di riscattare una vita intera: la costruzione di una originale villa di delizie sul colle che domina Roma, disegnata, progettata ed eseguita da lei. Figlia di Giovanni Briccio, un genio plebeo, osteggiato dai letterati e ignorato dalla corte: materassaio, pittore di poca fama, musicista, popolare commediografo, attore e poeta, Plautilla viene educata alla pittura e lanciata dal padre nel mondo dell’arte come fanciulla prodigio, imponendole il destino della verginità.
La Mazzucco, Premio Strega 2013 con ‘Vita’, tradotta in 27 paesi, che ha scritto per il cinema, il teatro e la radio, racconta una donna di umili origini che fatica a emergere nell’ambiente degli artisti romani, dominato da Bernini e Pietro da Cortona. Ma, l’incontro con Elpidio Benedetti, aspirante scrittore prescelto dal cardinal Barberini come segretario di Mazzarino, finirà per cambiare la vita a Plautilla che diventerà molto di più di ciò che il padre aveva immaginato per lei.Per chi volesse ripercorrere i dieci anni della rassegna attraverso tutti i volti e i titoli dei protagonisti, è ancora possibile prenotare la propria copia del libro fotografico “Dieci anni di passioni. Forum Eventi 2009-2019 incontri con l’autore” al link http://bit.ly/libromonzani, o via mail scrivendo a eventi.forum@bper.it. Dalla A di Niccolò Ammaniti e Alberto Angela alla Z di Alex Zanardi e Vittorio Zucconi, passando per altri 154 nomi e 206 titoli questo volume è una piccola-grande macchina del tempo, dedicata alle migliaia di persone che negli ultimi dieci anni hanno affollato il BPER Forum Monzani.
Tutti coloro che partecipano agli eventi, inoltre, possono visitare la mostra fotografica con gli scatti di Davide Gentilini, allestita nel foyer del Forum: in questi giorni l’esposizione si è arricchita di decine di nuovi scatti che immortalano altrettanti volti dei personaggi che si sono susseguiti in questi anni, cogliendo di volta in volta stati d’animo o dettagli inaspettati di ospiti importanti che sono in primo luogo persone.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

BPER Forum Monzani

Posted by fidest press agency su domenica, 5 gennaio 2020

Modena dall’11 gennaio al 2 febbraio via Aristotele, 33 BPER Forum Monzani porta sul palco grandi autori con i loro ultimi libri. Forum Eventi, la rassegna organizzata da BPER Banca con il patrocinio del Comune di Modena, propone cinque nuovi appuntamenti gratuiti con scrittori, giornalisti, filosofi, personaggi televisivi.
Si comincia sabato 11 gennaio alle 17.30 con il teologo Vito Mancuso che presenta il suo libro La forza di essere migliori (Garzanti). Viviamo secondo un modello di sviluppo che adora gli oggetti, non la lettura, la cultura, la partecipazione sociale e politica. Consumiamo, inquiniamo, ma così devastiamo noi stessi e il nostro pianeta. Essere migliori è diventato quindi un’urgenza, e il lavoro etico e spirituale una necessità non rimandabile. Ma come far nascere, in noi, il desiderio di praticare il bene? Riscoprendo le nostre radici che affondano nella cultura classica e nella tradizione cristiana Vito Mancuso ci accompagna in viaggio lungo il sentiero delle quattro virtù cardinali, e offre una nuova prospettiva di senso per le nostre vite in balìa dei tumultuosi venti dell’esistenza. Perché solo colui che non cerca più di vincere e di prevalere, ma recupera il senso profondo dell’essere forte, saggio e temperante, può infine essere giusto, e fiorire in armonia con il mondo.
Lunedì 13 gennaio alle 21 c’è ‘ la regola del 9 di Lorenzo Bernardi, una ricetta personale che ora è diventata il titolo del primo libro del famoso pallavolista – edito da Roi Edizioni, scritto in collaborazione con Serena Piazza – che Bernardi: Sarà presentata con la partecipazione di Julio Velasco, Livio Proli e Stefano Domenicali. Giocatore di punta di quella ‘generazione di fenomeni’ allenata da Julio Velasco che ha fatto splendere al massimo la stella del volley maschile italiano, Lorenzo Bernardi è oggi tra i migliori allenatori di pallavolo in circolazione.
Domenica 19 gennaio alle 17.30 il giornalista Gian Antonio Stella racconta la storia della disabilità, ripercorsa nel suo libro Diversi (Solferino): si tratta di una storia di orrori, crimini, errori scientifici, incubi religiosi fino alla catastrofica illusione di perfezionare l’uomo e al genocidio nazista degli «esseri inutili», attraverso le vite di uomini e donne che hanno subìto di tutto. Tra loro Stella cita Stephen Hawking, che poteva muovere solo la palpebra dell’occhio destro ma continuava a fare conferenze e rinnovò fino all’ultimo la prenotazione per un volo nello spazio. Dodicimilacinquecento anni prima il suo avo preistorico «Romito 8», paralizzato per una brutta caduta, riuscì a vivere e a essere utile agli altri grazie a ciò che gli era rimasto di intatto: i denti. Il libro racconta di vicende umane straordinarie, uomini e donne che hanno resistito meglio potevano all’odio e al disprezzo fino a riuscire piano piano a cambiare il mondo. Almeno un po’.
Domenica 26 gennaio alle 17.30 E’ “Il colibrì” (La nave di Teseo) il protagonista del nuovo romanzo di Sandro Veronesi, che l’autore presenta al Forum insieme all’amica scrittrice Teresa Ciabatti: la vita di Marco Carrera è fatta di continue sospensioni ma anche di coincidenze fatali, di perdite atroci e amori assoluti. Non precipita mai fino in fondo: il suo è un movimento incessante per rimanere fermo, saldo, e quando questo non è possibile, per trovare il punto d’arresto della caduta – perché sopravvivere non significhi vivere di meno. Intorno a lui, Veronesi costruisce altri personaggi indimenticabili, che abitano un’architettura romanzesca perfetta. Un mondo intero, in un tempo liquido che si estende dai primi anni settanta fino a un cupo futuro prossimo, quando all’improvviso splenderà il frutto della resilienza di Marco Carrera: è una bambina, si chiama Miraijin, e sarà l’uomo nuovo. Un romanzo potentissimo, che incanta e commuove, sulla forza struggente della vita.
Domenica 2 febbraio alle 18Pensieri ad alta voce diventati appunti scritti, che ora aprono i diciotto capitoli di Perché parlavo da solo (Rizzoli), il libro in cui Paolo Bonolis svela per la prima volta il suo mondo oltre lo schermo. Molto più di un’autobiografia, un diario intimo e ironico alla ricerca del senso della vita in cui il conduttore – tra i più amati – si interroga sul mondo, sulla felicità, sulla televisione, sullo stupore, sull’amore e la famiglia, sulla tecnologia che non rispetta i ritmi della biologia, sullo sport che è passione e su Roma. Riflessioni che svela nel volume e commenta per il pubblico del BPER Forum Monzani . Da sempre Bonolis, come racconta lui stesso, parla da solo per tornare sui suoi pensieri, elaborarli, rivoltarli. E’ nato così questo flusso appassionato e coinvolgente di ricordi, personaggi ed episodi, in cui l’autore sorprende i lettori con le sue domande ora poetiche ora al vetriolo: leggerezza e accettazione sono antibiotici per l’esistenza? Un amore è un dato oggettivo o un fiume di farfalle? Un libro da consegnare ai suoi figli e a tutti quelli che nel tempo l’hanno apprezzato o anche criticato.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A ModenaFiere debutta il Games Village

Posted by fidest press agency su martedì, 31 dicembre 2019

Modena sabato 11 gennaio 9-19, domenica 12 gennaio dalle 9-18 Fiere Viale Virgilio, 70/90 uscita Autostrada Modena nord Il primo appuntamento dell’anno per toccare con mano tutte le principali novità del mondo hi-tech è a ModenaFiere: con oltre 400 espositori da tutta Italia, sabato 11 e domenica 12 gennaio torna Expo Elettronica, il grande evento dedicato all’elettronica professionale e di consumo. La manifestazione è uno dei principali appuntamenti per i “games addicted” grazie CosmoComix, la fiera del fumetto, del gioco e del multimedia; ma questa edizione ha un’importante novità: il Games Village, un’area di oltre 1.000 metri quadrati riservata al gaming con spettacoli, ospiti e sfide. Qui si svolgono tornei eSport a premi dedicati ai migliori titoli competitivi come Tekken, Fifa e Super Smash Bros, intrattenimento a tema videoludico con famosi ospiti sul palco. Si può inoltre partecipare alla “Battle Royale” più famosa di sempre nella grande Area Fortnite, scendere in pista con “Just Dance 2020” per sfidare i propri amici al videogioco musicale più famoso al mondo e provare l’emozione della Realtà Virtuale. A CosmoComix è possibile sfidarsi ai nuovi card games, conoscere i videogames più cool del momento e sfidarsi nelle oltre 50 postazioni tra PC e console a uso gratutito. Ma i nostalgici non rimarranno delusi: non manca un’area con i retrogames, fornita di maxi e mini cabinati per giocare ai classici senza tempo, da Street Fighter a Super Mario, fino a un Game Boy gigante per un tuffo nel passato. I cosplayer si sfidano nel Cosplay Synergy, una gara che premia i personaggi più riusciti con un viaggio a Londra in occasione del MCM London Comic Con, una delle più grandi manifestazioni del settore.E’ ricchissima la sezione dedicata ai comics, che offre un panorama completo del mercato del fumetto: accanto a interessanti “pezzi d’antiquariato” viene presentata una panoramica delle nuove tendenze dell’editoria di settore. Sono molti gli stand dedicati al fumetto seriale, come le collane Bonelliane alla portata di tutte le tasche, o quelli dedicati ai personaggi che sono ormai divenuti dei veri e propri oggetti di culto, da Martin Mystere ai supereroi della Corno, da Topolino ad Alan Ford, da Tex a Lupo Alberto. Un altro evergreen che ora è tornato di gran moda sono i LEGO: a CosmoComix è un’intera area dedicata all’esposizione dei famosi mattoncini, con possibilità di gioco libero e acquisto. CosmoComix comprende anche la Mostra Mercato del Disco, Cd e Dvd usato e da collezione: nell’epoca della musica digitale e dematerializzata, dischi e cd sono diventati oggetti da collezione attraverso i quali rivivere momenti cult della storia della musica. Atteso special guest di CosmoComics è Giorgio Vanni, il re delle sigle dei cartoni animati degli anni ’90 e 2000: da Dragon Ball a Pokémon, da Rossana a Diabolik.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Aziende modenesi insieme per la sostenibilità

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 luglio 2019

In Emilia si respira aria più pulita grazie alle scelte e al know how di due aziende storiche del territorio. Bompani – grazie al bando regionale per la riconversione e riqualificazione industriale (legge 14) – ha interamente ricoperto di pannelli fotovoltaici lo stabilimento produttivo di Ostellato: si tratta di una superficie di oltre 20 mila metri quadrati, per un impianto con una potenza di circa 1.000 Kw. Durante i lavori di rifacimento delle coperture sono stati rimossi 20.000 mq di amianto e oggi lo stabilimento ne è completamente privo.L’impianto fotovoltaico è entrato in funzione in questi giorni, dopo lavori durati quasi un anno: l’energia prodotta viene tutta dedicata all’autoconsumo e permette di ridurre le emissioni di CO2 di 784 tonnellate l’anno, che corrispondono a circa 300 tonnellate di petrolio risparmiate. Ora l’azienda è completamente autonoma per i consumi diurni nei mesi primaverili ed estivi, quelli con più luce. L’impianto fotovoltaico ha tra gli altri vantaggi quello di ridurre la temperatura all’interno delle aree produttive durante la stagione estiva, minimizzando l’assorbimento di energia solare e, di conseguenza, migliora il benessere all’interno dell’ambiente di lavoro.Questo è solo uno step di un più ampio programma di efficientamento energetico che interessa l’intero stabilimento, finalizzato a limitare gli impatti ambientali del sito industriale: è stata eseguita la coibentazione delle coperture ed è prevista a breve quella degli infissi, l’installazione di nuove caldaie più efficienti con un sistema di recupero del calore dalla smalteria e di un impianto di ventilazione che migliorerà il microclima interno; in più l’illuminazione è oggi in gran parte prevista con luce naturale. Bompani è il marchio dell’elettrodomestico made in Italy. Dal 1954 progetta e realizza nel cuore dell’Emilia Romagna – terra di motori, arte ed eccellenza culinaria – elettrodomestici per la cottura, quali cucine, forni incasso, piani cottura. L’offerta a marchio Bompani comprende anche lavastoviglie, frigoriferi, congelatori, lavatrici, asciugatrici e cappe. La scelta di tecnologie all’avanguardia, nuovi materiali, design ricercato si coniuga con la funzionalità e l’ergonomia dei prodotti per rendere concreta la filosofia aziendale: consentire a tutti di sentirsi chef a casa propria in un ambiente accogliente e stimolante. Con Bompani si “vive e cucina italiano”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Quattordicesima Giornata del Contemporaneo

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 ottobre 2018

Modena Sabato 13 ottobre 2018 ingresso libero 11-19 Galleria Civica di Modena Palazzo Santa Margherita Corso Canalgrande 103 si terrà la Quattordicesima Giornata del Contemporaneo, la grande manifestazione organizzata per portare l’arte del nostro tempo al grande pubblico promossa da AMACI, di cui Galleria Civica di Modena è uno dei membri fondatori. Per l’occasione, l’istituzione modenese aderisce alla realizzazione di una mostra diffusa di Marcello Maloberti nei musei di arte contemporanea di diverse città italiane. L’iniziativa coinvolge i musei associati i quali ospiteranno simultaneamente, per la durata di un giorno, una selezione di opere dell’artista, per offrire ai visitatori la possibilità di conoscere e approfondire la sua produzione performativa. Sarà esposta l’opera fotografica di Marcello Maloberti Vir Temporis Acti (2016), scattata nel corso di una serie di performance realizzate dal noto artista italiano all’interno di musei internazionali. Nell’immagine compare un ragazzo seduto a terra, impegnato nell’atto di ritagliare sculture da una serie di libri sull’arte antica di Egizi, Sumeri, Assiri, Aztechi ed Etruschi, per poi abbandonarle sul pavimento. Ambientata all’interno degli spazi espositivi della Quadriennale di Roma, l’azione produce come risultato l’invasione di un luogo di grande transito da parte di centinaia di immagini, dove l’incessante passaggio dei visitatori modifica costantemente la posizione dei ritagli, dando vita a un enorme assemblaggio visivo in continua evoluzione, come fosse un sito archeologico contemporaneo. Il gesto del ritagliare ricostruisce una memoria dove si mescolano e si fondono insieme luoghi, tempi e culture diverse.
Parallelamente, nel chiostro di Palazzo Santa Margherita, si svolgerà dalle ore 10.30 alle ore 19 un’attività aperta a tutti dal titolo Frammenti di immagini per una storia comune.
Bambini, ragazzi e adulti sono invitati a partecipare alla creazione di una grande opera collettiva, un collage di immagini, idee e sensazioni che unirà identità differenti pronte a vivere un’esperienza per celebrare l’arte come momento di aggregazione e condivisione.L’iniziativa dà avvio al programma di attività pedagogiche sviluppato dal nuovo Dipartimento di Educazione di FONDAZIONE MODENA ARTI VISIVE. Si ringrazia Scatolificio Cartotecnica Modenese, partner tecnico dell’iniziativa.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Node festival 2018: Ryoichi Kurokawa. al-jabr (algebra)

Posted by fidest press agency su martedì, 4 settembre 2018

Modena 14 settembre 2018, ore 18 Periodo mostra: 14 settembre 2018 – 24 febbraio 2019 Galleria Civica di Modena Palazzo Santa Margherita Corso Canalgrande, 103. (Orari di apertura
mercoledì, giovedì, venerdì: 11-13; 16-19 sabato, domenica e festivi: 11-19). NODE 2018 apre il percorso che porterà al festival internazionale di musica elettronica e live media (14>18 novembre 2018, Modena) con al-jabr (algebra), mostra di Ryoichi Kurokawa a cura di NODE e prodotta da FONDAZIONE MODENA ARTI VISIVE. La mostra, prima personale in un’istituzione italiana dell’artista giapponese dedicato quest’anno al tema della Verità. L’esposizione raccoglie alcune tra le produzioni recenti più significative di Kurokawa, attraverso un percorso multisensoriale caratterizzato da imponenti opere audiovisive, installazioni, sculture e stampe digitali.
Originario di Osaka ma residente a Berlino, Kurokawa descrive i suoi lavori come sculture “time-based”, ovvero un’arte fondata sullo scorrimento temporale, dove suono e immagine si uniscono in modo indivisibile. Il suo linguaggio audiovisivo alterna complessità e semplicità combinandole in una sintesi affascinante. Sinfonie di suoni che, in combinazione con paesaggi digitali generati al computer, cambiano il modo in cui lo spettatore percepisce il reale.
Il concetto di unione delle parti rappresenta il tema chiave della mostra, a cui si richiama il titolo al-jabr, radice araba da cui deriva il termine “algebra” la cui etimologia indica la ricomposizione delle parti di un insieme. Nelle opere in mostra si ripropongono concetti e metodologie quali la decostruzione e la conseguente ricostruzione di elementi naturali (elementum, lttrans, renature), la riunione di strutture divise (oscillating continuum), la rielaborazione di leggi e dati scientifici (ad/ab Atom, unfold.alt, unfold.mod). Tali metolologie ricordano una versione moderna e tecnologicamente avanzata della tecnica artistica del kintsugi, ideata alla fine del 1400 da ceramisti giapponesi per riparare tazze e vasi, in cui le linee di rottura sono evidenziate con polvere d’oro che rende la fragilità il loro punto di forza. Il kintsugi non è solo un concetto artistico ma ha profonde radici nell’estetica del wabi-sabi, la visione del mondo tipica della cultura giapponese fondata sull’accettazione della transitorietà delle cose che echeggia anche nella poetica di Kurokawa.Ne costituisce un esempio la serie elementum (2018): fiori essiccati e pressati che hanno perso la loro bellezza originale sono riassemblati dall’artista e arricchiti da un intervento su vetro creato attraverso un processo di elaborazione digitale dell’immagine che sembra collegare i vari frammenti e dare al fiore nuova vita valorizzandone il processo di decadenza. In maniera analoga le grafiche astratte della serie lttrans (2018), e le sculture appartenenti alla serie renature::bc-class (2015) possono essere percepite come immagini di fiori e insetti, ma, avvicinandosi gradualmente, si rivelano un insieme di filamenti e particelle: si tratta quindi di una rappresentazione digitale del vero in cui viene reso visibile il processo di ricostruzione, esattamente come avviene nel kintsugi.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

The Summer Show 2018: Madame Gerard e Fuori Fuoco

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 giugno 2018

Modena dal 23 giugno al 22 luglio 2018 (Inaugurazione: 22 giugno 2018 ore 18, Fondazione Fotografia Modena, MATA – Ex Manifattura Tabacchi ore 19, Galleria Civica di Modena, Palazzo Santa Margherita, Sala grande) si tiene la settima edizione di The Summer Show, evento espositivo organizzato dalla Scuola di alta formazione di Fondazione Fotografia Modena che presenta una panoramica inedita sulle nuove tendenze e direzioni del linguaggio dell’immagine contemporanea.Quest’anno l’appuntamento è doppio Madame Gerard Fondazione Fotografia Modena, MATA – Ex Manifattura Tabacchi e Fuori Fuoco Galleria Civica di Modena, Palazzo Santa Margherita: Abbiamo, quindi, oltre alla mostra che, come da tradizione, presenta al pubblico i progetti artistici elaborati dalle giovani promesse della fotografia del Master sull’immagine contemporanea della Scuola di alta formazione di Fondazione Fotografia Modena allestiti all’interno del MATA – Ex Manifattura Tabacchi, la manifestazione allarga ulteriormente i suoi confini coinvolgendo i giovani studenti del Corso Curatori ICON sull’immagine contemporanea della Scuola di alta formazione di Fondazione Fotografia Modena che hanno ideato un percorso espositivo nella sala grande di Palazzo Santa Margherita. Si tratta inoltre della prima edizione organizzata e prodotta sotto l’egida di FONDAZIONE MODENA ARTI VISIVE, istituzione che da ottobre 2017 governa Galleria Civica di Modena, Fondazione Fotografia Modena e Museo della Figurina.
Al MATA – Ex Manifattura Tabacchi, spazio espositivo di Fondazione Fotografia Modena, protagonista è Madame Gerard: un’identità collettiva creata attraverso l’unione di lettere dei nomi e/o cognomi degli studenti del secondo anno del Master in un insieme che racchiude ogni singola individualità. Un “organismo multiplo che si propone come liberazione di un’identità indistinta, aperta, non indirizzata o normata”, come la definisce il critico e curatore Bernardo Follini nel testo scritto per il catalogo di mostra, sulla cui copertina campeggia un’immagine di “Madame” composta attraverso l’ibridazione grafica dei quindici ritratti degli artisti partecipanti. Accanto all’esposizione, è presente la sezione Mid-Term dedicata ai lavori fotografici e video realizzati dagli studenti del primo anno del Master: Sara Amodio, Pierpaolo Curini, Ornella De Carlo, Emanuela Destefani, Chiara Di Loreto, Laura Furlanetto, Giulia Gamberini, Andrea Generali, Francesca Masarati, Isabella Nardon, Jacopo Noera, Federica Porro, Bartolomeo Rossi, Marco Santagata, Tommaso Valli, Giorgio Varvaro, Nicola Vercelli. Come per ogni edizione di The Summer Show una commissione composta da membri interni ed esterni alla Fondazione Fotografia Modena selezionerà i lavori migliori del biennio 2016-18, che entreranno a fare parte della collezione di Fondazione Cassa di Risparmio di Modena.
La Galleria Civica di Modena, nella Sala grande di Palazzo Santa Margherita, ospita invece la mostra Fuori Fuoco ideata e curata dagli studenti del Corso Curatori ICON, attingendo alle opere fotografiche e video di artisti italiani e internazionali provenienti dai patrimoni collezionistici gestiti da FONDAZIONE MODENA ARTI VISIVE e appartenenti alla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e al Comune di Modena/Galleria Civica. Fuori Fuoco fa riferimento a qualcosa di cui non è possibile distinguere chiaramente i contorni e appare dunque poco nitido, confuso e sfuggente. Il tema dell’incertezza è in particolare il filo conduttore della selezione di opere esposte, ma anche la chiave di lettura di un tempo in cui tutto cambia velocemente ed è impossibile conservare una precisa forma e un’identità definita.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Stampa 3D per l’industria: a Modena si incontrano 38 aziende da tutta Italia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 maggio 2018

Modena Giovedì 24 maggio a partire dalle 9.30 presso la sede di Campogalliano (MO) – il workshop “Additive manufacturing, qualità ed affidabilità a confronto”, rivolto in particolare ai responsabili del Quality Management e Ricerca a Sviluppo.
Si tratta di una giornata di confronto reciproco sul mondo Additive Manufacturing, dove i diversi attori, produttori di polveri, di macchinari e del prodotto finito si incontrano in tavole rotonde tematiche, dove possono condividere lo stato dell’arte e le prospettive di evoluzione futura. All’evento, moderato dall’esperto di sviluppo manageriale Phil Taylor, nonché Console Onorario Britannico per il Commercio, partecipano numerosi esperti: Paolo Veronesi, Professore associato del Dipartimento di Ingegneria dei Materiali dell’Università di Modena e Reggio Emilia, Riccardo Toninato, Additive Manufacturing Manager di Lima Corporate, Enrico Annacondia, Coordinatore delle Attività Associazione Italiana Tecnologie Additive (AITA), Fabrizio Montagnoli, Engineering Manager & Responsible Level 3 Leonardo Elicopters, Pierluigi Tozzi, Lead Engineer Additive Manufacturing and Composites di Baker Hughes, Giacomo Rigoni, Additive Manufacturing Quality Specialist TEC Eurolab Srl.
Un mercato mondiale di 6 miliardi di dollari che supererà i 10 miliardi nel 2020. Sono i numeri dell’additive manufacturing e del 3D Printing, secondo le stime contenute nel Wohlers Report. La stampa additiva ha un ruolo chiave per la produzione di alto livello ed è uno degli aspetti più promettenti della trasformazione dei processi industriali in corso: dà la possibilità di progettare con un elevato grado di libertà e dunque di generare geometrie complesse facendo sì che si possano produrre componenti più efficienti. Ma consente anche di ottenere prodotti con prestazioni superiori rispetto alla manifattura tradizionale, con migliori proprietà del materiale, riduzione del peso e dunque dei consumi. Inoltre il processo additivo garantisce la progettazione e la realizzazione dei componenti come pezzi unici e non come frutto della fusione di più parti, garantisce costi di realizzazione inferiori, con tempi di sviluppo ridotti e resa del processo produttivo più elevata.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Play: il festival del gioco intelligente, per tutti

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 marzo 2018

Modena dal 6 all’8 aprile 2018 alla Fiera di Modena. L’evento continua a crescere e passa da due e a tre giornate. Tra le novità Play Kids, dedicato alle famiglie anche con bimbi piccoli e Play Trade destinato ad editori, illustratori, autori e gestori di negozi. Focus sull’importanza dell’intrattenimento educativo e sul tema “Gioco ed Errore” E’ un’edizione speciale: più grande e divertente, ancora più sorprendente, per festeggiare nel migliore dei modi i dieci anni della manifestazione. Più di una le novità, dall’aggiunta di una giornata, che da due diventano tre, all’allestimento di Play Kids un’area destinata esclusivamente alle famiglie con bambini anche piccoli, dall’appuntamento Play Trade riservato agli operatori di settore, al grande ritorno in Fiera dei LARP, i giochi di ruolo dal vivo che nelle scorse edizioni erano distribuiti in vari punti della città. E poi ad oggi l’unica qualificazione europea del gioco di carte e dadi “Star Wars: Destiny” con partecipanti provenienti da più Paesi, i migliori esperti italiani di Edutainment che raccontano l’importanza dell’intrattenimento educativo, incontri e dibattiti sul tema “Gioco ed Errore”, straordinari eventi serali dedicati ai giochi di ruolo. Il tutto restando sempre fedele al concetto fondante del Festival dalla sua nascita ad oggi, ovvero: entra, scegli, gioca.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Modenantiquaria, il grande salotto internazionale dell’antiquariato

Posted by fidest press agency su martedì, 6 febbraio 2018

salone antiquariatoModena. Al via Modenantiquaria, il grande salotto internazionale dell’antiquariato Dal 10 al 18 febbraio si rinnova l’appuntamento con Modenantiquaria, la manifestazione internazionale di alto antiquariato che inaugura la sua 32esima edizione a ModenaFiere. La kermesse modenese si è affermata come una delle mostre mercato più apprezzate d’Europa grazie ai suoi tre saloni complementari: Modenantiquaria, Excelsior e Petra. Secondo il presidente di ModenaFiere Alfonso Panzani è “un evento in grado di calamitare pubblici nuovi, indispensabili a garantire vitalità ad un settore che sembrava essersi arenato”. Tra le novità quattro momenti di approfondimento con esperti e visite guidate in collaborazione con l’Università di Bologna. La bellezza non ha età, si dice. Ma tante volte gli anni e i secoli accompagnano la grande bellezza. Modenantiquaria quest’anno punta a rafforzare il suo primato italiano e annuncia di voler concretamente cominciare a scalare l’Europa: la storica manifestazione torna a ModenaFiere dal 10 al 18 febbraio e si presenta in veste rinnovata, in linea con il progetto di completo, graduale restilyng che ModenaFiere aveva delineato tre anni or sono.”Modenantiquaria è in assoluto il più importante evento annuale dedicato all’antiquariato in Italia; è anche il primo appuntamento dell’anno, in grado di “tastare il polso” al mercato dell’arte antica: in questo particolare momento – sottolinea Alfonso Panzani, presidente ModenaFiere – il mercato è più ricco rispetto al recente passato di pezzi di grande qualità. Questa 32esima edizione cercherà di attrarre quei pubblici nuovi che sono indispensabili a garantire vitalità ad un settore che sembrava essersi arenato. Quest’anno poi, una nuova organizzazione degli spazi garantirà maggiori servizi agli espositori e soprattutto al pubblico, con l’obiettivo di rendere Modenantiquaria un grande salotto dell’antiquariato europeo. Un punto di incontro per collezionisti, appassionati, arredatori, ma anche per esperti alla ricerca di pezzi di qualità per musei e grandi collezioni internazionali”.
Il record di 36 mila visitatori superato nel 2017, testimonia, insieme alla vivacità commerciale, l’avvenuto giro di boa, così come il percorso della manifestazione rende l’idea di come l’evento sia stato in grado di crescere e rinnovarsi: da 30 espositori nel 1987 su 1.500 metri quadri, a 100 gallerie tra le più prestigiose sul mercato, su un’area espositiva di oltre 15.000 metri quadri. Oggi la kermesse – con i saloni Petra, riservato alle antichità per parchi e giardini, Excelsior alla pittura dell’800, e Modenantiquaria ai tesori dell’antiquariato – è la più completa mostra di alto antiquariato italiana e anche la più visitata, con un’altissima percentuale di pubblico propensa all’acquisto.Per nove giorni i padiglioni del quartiere fieristico di Modena, allestiti con estrema cura, saranno la casa di 100 gallerie, con prestigiose presenze internazionali: tra queste ci sono la Galleria Lampronti di Londra, tra le cui opere spicca uno “studio di testa maschile” di Annibale Carracci (seconda metà ‘500); la prestigiosa Galleria Robilant+Voena di Milano (con altre sedi a Londra e St Moritz) propone una Sacra Famiglia di Lorenzo Garbieri e di Carlo Bononi il “Giosuè che ferma il sole”, entrambi dipinti della prima metà del ‘600. Maurizio Nobile di Bologna porta a Modena un dipinto cinquecentesco di Pietro Faccini che raffigura “Il ritorno del Figliol Prodigo”; Enrico Gallerie d’Arte, con sede a Milano e Genova, presenta un sensuale quadro di Giovanni Boldini, “Dopo il bagno”; Butterfly Institute Fine Art arriva da Lugano, e porta “Buoi al tramoto” un suggestivo dipinto di Giovanni Fattori, tra i principali esponenti del movimento dei Macchiaioli.
Un programma di eventi culturali di rilievo caratterizza questa 32esima edizione. Sono quattro i “salottini” di Modenantiquaria, che approfondiscono tematiche attuali ed eterogenee: da un incontro con esperti sulle tendenze e le nuove norme dell’arte e del suo mercato, alla presentazione dell’esposizione forlivese “L’eterno e il tempo tra Michelangelo e Caravaggio”, fino a una conversazione sulle biografie dei grandi mercanti del Novecento, da Ambrose Vollard a Heinz Berggruen e un focus su Elisabetta Sirani con Eike Schmidt, il direttore delle Gallerie degli Uffizi.
Ma la novità più fresca di questa edizione è un’iniziativa volta a coinvolgere il grande pubblico: sono in programma cinque “grand tour” monografici, ovvero visite guidate dagli studenti del Dipartimento di Arti Visive dell’Università di Bologna, con la supervisione scientifica della professoressa Sonia Cavicchioli, che conducono i visitatori della mostra alla scoperta dell’arte antica: scultura, pittura, ceramica, porcellana e mobili, dal Seicento all’Ottocento.Modenantiquaria è organizzata da ModenaFiere col patrocinio dell’Associazione Antiquari d’Italia, Associazione Antiquari Modenesi e FIMA, la Federazione Italiana Mercanti d’Arte; sponsor della manifestazione è BPER Banca.Modenantiquaria segue i seguenti orari: dal lunedì al mercoledì dalle 15.00 alle 20.00, dal giovedì alla domenica dalle 10.30 alle 20.00. Biglietto intero: euro 15; Biglietto ridotto: euro 12. (foto: salone antiquariato)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A Modena i big del fumetto italiano

Posted by fidest press agency su sabato, 13 gennaio 2018

giorgio montorioModena domenica 14 gennaio dalle 9 alle 18 Fiere Viale Virgilio, 70/90 uscita Autostrada Modena nord Matite “diabolike” a Modena: i big del fumetto italiano fino a domani a Expo Elettronica. Modena Giorgio Montorio – disegnatore ufficiale di Diabolik – insieme ai fumettisti Roberto Bonadimani e Andrea Romoli domani incontrano il pubblico nei padiglioni di ModenaFiere a Cos.Mo, nell’ambito di Expo Elettronica. I visitatori riceveranno una litografia inedita realizzta dagli autori e autografata: è un omaggio a Diabolik ed Eva Kant. L’estro e la fantasia italiane sfidano lo strapotere dei manga. Questa potrebbe essere una chiave di lettura di Cos.Mo Cosplay Modena, la versione 2.0 della tradizionale fiera del fumetto, fino a domani a ModenaFiere nell’ambito di Expo Elettronica. Giorgio Montorio, Roberto Bonadimani, Andrea Romoli: sono solo alcuni dei protagonisti di questo evento, per la gioia degli appassionati che in ogni edizione non perdono l’occasione di un contatto ravvicinato con le più celebri firme del fumetto.
Cos.Mo quest’anno regala agli appassionati delle nuvole parlanti un intero stand dedicato a uno dei personaggi più popolari al mondo: Diabolik. L’eroe mascherato creato dalle sorelle Giussani viene interpretato e rivisto da questi tre grandi maestri del fumetto italiano. In particolare Giorgio Montorio è il disegnatore ufficiale di Diabolik e collabora da altre un decennio con la casa editrice Astorina (proprietaria di Diabolik), Roberto Bonadimani è l’unico fumettista italiano a essersi dedicato in maniera pressoché esclusiva alla fantascienza, mentre Andrea Romoli è soprattutto un cartonist: i suoi cartoni animati sono stati proiettati dal Giappone alla Francia, Germania e persino in Australia.Il giorno clou è domani, domenica 14 gennaio, quando sono in programma due momenti che richiemarenno gli appassionati del fumetto d’autore. Dalle 10.30 alle 12:30 e dalle 15 alle 16.30 i tre autori incontrano il pubblico presso lo spazio del Diabolik Club: ognuno di loro ha prodotto un disegno inedito come omaggio a Diabolik ed Eva Kant e di ogni opera sono state realizzate 99 litografie numerate che vengono date in omaggio ai visitatori, autografate e dedicate, fino ad esaurimento copie.Diabolik nasce nel 1962 (data d’uscita del primo fumetto) da una storia originale e senza precedenti. Secondo la leggenda, le due sorelle Giussani, creatrici di Diabolik, trascorrevano molto tempo in treno o in stazione e durante il tragitto, non avendo come impegnare il tempo, si misero a viaggiare con la fantasia per distrarsi con qualcosa di creativo. Pensarono quindi di creare un fumetto che parlasse di un ladro, un abilissimo ladro con la soluzione sempre pronta. Nasce così Diabolik, pubblicato dalla casa editrice Astorina.
Expo Elettronica è il grande evento dedicato all’elettronica professionale e di consumo: 400 espositori propongono migliaia di articoli di informatica, piccoli elettrodomestici, telefonia, tablet, home theatre, accessori per videogiochi, illuminazione, ricambi, minuteria e prodotti per l’hobbistica e il fai da te. Con un unico ticket d’ingresso il pubblico può visitare anche altri settori tematici oltre a Cos.Mo: Mo.Del, dedicato al modellismo e Mo.Ma con le nuove tecnologie open source.Ingresso: intero 10 €, ridotto 8 € (Nella foto: Giorgio Montorio, disegnatore ufficiale di Diabolik).

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vita da cosplayer: in 2.000 a Modena per un grande raduno

Posted by fidest press agency su martedì, 9 gennaio 2018

CosplayerModena sabato 13 e domenica 14 gennaio nell’ambito di Expo Elettronica a Modena Fiere Viale Virgilio, 70/90 uscita Autostrada Modena nord dalle 9.00 alle 18.00 Ingresso (ticket unico valido per tutti i settori espositivi): intero € 10,00; ridotto € 8,00.
Per tutto il weekend si svolge una mostra mercato a misura di cosplayer, una due giorni dedicata al fumetto usato e da collezione: si spazia da quelli più retrò dal sapore vintage, agli intramontabili cult del passato sino ai più amati dai giovani appassionati, che ammiccano alle serie giapponesi, con la possibilità di scovare in fiera costumi, accessori e complementi ispirati ai beniamini più seguiti. A ModenaFiere, grazie alla collaborazione con lo staff di B.H.C Best Horror Cosplay, sono attesi oltre 2.000 “eroi mascherati”, ma le adesioni sulla pagina facebook dell’evento sono in costante aumento.
Cosplayer1Qui si trovano manga, anime, modellini, action figures, fumetti, comix, telefilm, videogiochi, giochi, giochi da tavolo, gioco libero, role playing games, autori e youtubers. CosMo è anche animazione a 360° grandi con megaschermo sul palco, stand fotografici per i cosplayers, tornei di videogiochi, tornei di carte collezionabili, ospiti e mostre inedite.Il Cosplay nasce sulla scia dei cartoons asiatici: il termine è una contrazione delle parole inglesi “costume” e “play”, e indica un hobby, nato in Giappone e successivamente diffusosi nel resto del mondo, che consiste nel vestirsi come i personaggi di manga, anime, videogiochi, telefilm, film, o anche gruppi musicali. Con la particolarità che i costumi sono rigorosamente realizzati a mano dalle persone che li indossano.
Ma Expo Elettronica non è solo fumetti. Con un unico ticket d’ingresso il pubblico può visitare anche altri quattro settori tematici: quello dedicato all’elettronica professionale e di consumo; Mo.Del, che raccoglie le proposte del mondo del modellismo; Mo.Ma, un’area riservata alle nuove tecnologie open source, e la Mostra del disco, un’area tutta dedicata a dischi, cd, dvd usati e da collezione.(foto: Cosplayer)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Torna a Modena Expo Elettronica

Posted by fidest press agency su sabato, 30 dicembre 2017

expo elettronicaModena. informatica, fumetti e modellismo. Torna sabato 13 e domenica 14 gennaio (orario continuato dalle 9 alle 18) nei padiglioni di viale Virgilio, Expo Elettronica, l’evento più atteso da esperti, informatici, radioamatori, appassionati del fai-da-te ma anche semplicemente da chi è alla ricerca di buone occasioni fra migliaia di articoli di elettronica di consumo e professionale: 17mila metri quadrati “zeppi” di articoli elettronici per l’intrattenimento, la comunicazione e il lavoro, in ufficio e a casa, proposti da oltre 400 espositori provenienti da tutta Italia.
Torna a Modena Expo Elettronica: 400 espositori, il grande evento dedicato all’elettronica professionale e di consumo: oltre 400 espositori propongono migliaia di articoli di informatica, piccoli elettrodomestici, telefonia, tablet, home theatre, accessori per videogiochi, illuminazione, ricambi, minuteria e prodotti per l’hobbistica e il fai da te. Con un unico ticket d’ingresso il pubblico può visitare anche i settori tematici: Mo.Del, dedicato al modellismo, Cos.Mo, la versione 2.0 della tradizionale fiera del disco e fumetto misura di cosplayer, Mo.Ma con le nuove tecnologie open source
La manifestazione fa leva sulle passioni e, accanto all’elettronica, presenta altre quattro sezioni tematiche: makers, modellismo statico e dinamico, dischi e fumetti rari e da collezione e il coloratissimo mondo dei cosplayer. (foto: expo elettronica)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

I geomorfologi italiani sul tetto del Mondo

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 novembre 2017

mauro soldatiL’italiano Mauro Soldati, professore dell’Università di Modena e Reggio Emilia, Consigliere Nazionale dei Geomorfologi Italiani, è il nuovo Presidente Mondiale dei Geomorfologi. Soldati, anni 54, professore Ordinario di Geografia Fisica e Geomorfologia, Docente di Geomorfologia presso l’Università di Modena e Reggio Emilia, Docente di rischi geologici e protezione civile presso la stessa Università, Presidente del Corso di Laurea in Scienze Geologiche, Direttore del Corso di Perfezionamento in Emergenze Territoriali Ambientali e Sanitarie, guiderà da oggi e per i prossimi anni la IAG, International Association of Geomorphologist – l’Associazione Mondiale dei Geomorfologi.
Il professore Mauro Soldati, nell’elezione tenutasi a New Delhi nell’ambito del Congresso Mondiale dei Geomorfologi, ha battuto il candidato cinese Prof. Xiaoping Yang. Si tratta di uno dei massimi risultati della scuola geomorfologica italiana. “Ci attendono grandi ed impegnative sfide globali – ha affermato Mauro Soldati, neo –presidente mondiale dei geomorfologi, intrattenendosi con la stampa, poco prima di partire per l’Italia – perché basti pensare che nei Giorni in cui si è svolto il Congresso, conclusosi oggi, una città come New Delhi abbia raggiunto la concentrazione massima di CO2 e di polveri sottili nell’atmosfera degli ultimi anni. In questa città, di ben 20 milioni di abitanti, a causa delle alte pressioni stagionali successive alla stagione dei monsoni, l’inquinamento della bassa troposfera ha raggiunto valori mai eguagliati nella storia, evidenziando ancora una volta quanto alto sia il contributo antropico all’inquinamento atmosferico del pianeta. Questo è un tema che dobbiamo porci. È acclarato che in un periodo di naturale riscaldamento climatico, il contributo antropico derivante dall’emissione di gas serra aumenta significativamente il riscaldamento climatico globale. Ma aumento di temperatura degli strati più bassi dell’atmosfera, e della troposfera in particolare, inducono profondi sconvolgimenti nella sua circolazione con la conseguenza che si registra un significativo cambiamento della normale successione dei fenomeni meteorologici con l’aumento di quelli parossistici e la vieppiù maggiore esposizione delle attività antropiche e dei beni naturali a fenomeni che comportano immediati rilasci energetici che provocano centinaia di migliaia di vittime e perdita di beni naturali ed antropici. Dobbiamo guardare alla ricerca con maggiore determinazione. Ad esempio, in questo Congresso è stato importante il coinvolgimento dei giovani ricercatori dei paesi emergenti che hanno beneficiato di una borsa di studio messa a disposizione dalla IAG. E’ la ricerca che può dare risposte a queste sfide”.Enorme la soddisfazione espressa dal Presidente dei Geomorfologi Italiani, Gilberto Pambianchi, ordinario dell’Università di Camerino. L’Italia ha portato ben 30 contributi scientifici a New Delhi.
Il Congresso, che si è concluso in questi giorni a New Delhi, ha visto la partecipazione di geomorfologi provenienti da tutto il mondo. Durante i lavori sono stati trattati i temi della dinamica del paesaggio: dalla dinamica vulcanica agli effetti del cambiamento climatico globale su ghiacciai, versanti e fiumi, al sollevamento del livello del mare ai fenomeni di perdita del suolo e di desertificazione, tutti temi di scottante attualità per la penisola italiana e per l’equilibrio socio economico dell’intero bacino del Mar Mediterraneo. (foto. mauro soldati)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fortunato Depero: in mostra a Modena il suo futurismo

Posted by fidest press agency su sabato, 9 settembre 2017

deperoModena 14 ottobre – 11 novembre 2017 Ingresso: gratuito Studio Marco Bertoli – Art Consulting via Carlo Farini 56,(terzo piano) Orari: al lunedì al sabato, dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00. Catalogo: a cura di Maurizio Scudiero. E’ una selezione di olii, acquerelli, arazzi e disegni preparatori dell’eclettico artista, uno dei più importanti rappresentanti del Futurismo, sono esposti al pubblico modenese per la prima volta. Oltre venti opere provenienti da importanti collezioni private in una mostra, a ingresso gratuito, a cura di Marco Bertoli, presso lo studio di consulenza Art Consulting in via Carlo Farini 56 a Modena. A realizzare il catalogo è lo storico dell’arte e consulente per il Futurismo alla Yale University Maurizio Scudiero, uno dei massimi esperti di DeperoArazzi, acquerelli, collage e tarsie di stoffe colorate, olii e disegni preparatori, oltre ai celebri manifesti pubblicitari e a copertine di riviste: uno scorcio che va dal 1917 al 1947 sulle opere dell’artista futurista, esposto nell’ambito della mostra “Fortunato Depero”, trent’anni di produzione “eclettica e pirotecnica” come la definisce lo storico dell’arte Maurizio Scudiero che ne ha curato il catalogo.
Un’occasione unica per ammirare, in una panoramica di trent’anni di attività, pezzi che vanno da “Costruzione di gobbo” (1917, matita e acquerello su carta) a “Danza di coni” (1947 circa, matita e inchiostro su carta), dalla serie di collage di carte colorate dedicata ai “Numeri” (del 1926 circa), alle “Donne del tropico” (1945, olio su tavola).
“L’Arte dell’avvenire sarà potentemente pubblicitaria” scrive Depero nel suo “Manifesto dell’arte pubblicitaria”, sempre del 1931, fino alle copertine di prestigiose riviste, realizzate nel periodo newyorkese come “Vogue” del 1930, o subito dopo come “La Rivista” del 1930-31.
Sia sul versante della grafica pubblicitaria che in quello della realizzazione delle copertine Depero rimane fedele a una continua rivisitazione iconografica: i personaggi delle sue opere sono costituiti da forme piatte e stilizzate provenienti dal mondo del teatro. Per conferire dinamicità alle composizioni ricorre quasi sempre all’espediente di un certo diagonalismo. Figura geometrica utilizzata per eccellenza è il parallelepipedo: luci e colori sono giocati su forti contrasti, con una predilezione nell’uso del bianco, del nero e del rosso, con un approccio aggressivo che ha influenzato una buona parte della grafica pubblicitaria successiva. Così come non si può non notare l’influenza che opere come “I gondolieri (o coleotteri veneziani)” del 1924-25, esposti in mostra, hanno avuto sull’arte seriale di Andy Warhol.
“Depero anticipò di cinquant’anni la Pop art – spiega Maurizio Scudiero – Anche se la sua non era una serialità industriale, bensì artigianale: ogni lavoro era unico pur nella molteplicità delle sue realizzazioni”. http://www.marcobertoli.com (foto: depero)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »