Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘moderna’

Vaccini Covid, l’intervallo ottimale tra le dosi per Pfizer e Moderna

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 aprile 2021

L’intervallo “ottimale tra le dosi è, rispettivamente, di 21 giorni per il vaccino Comirnaty di Pfizer-BionTech e di 28 giorni per il vaccino Covid-19 Moderna. Qualora tuttavia si rendesse necessario dilazionare di alcuni giorni la seconda dose, non è possibile superare in ogni caso l’intervallo di 42 giorni per entrambi i vaccini a mRNA. Si ribadisce che per ottenere una protezione ottimale è necessario completare il ciclo di vaccinazione con la seconda dose”. È quanto afferma la Commissione tecnico scientifica dell’Aifa nel parere che è allegato alla nuova circolare del ministero della Salute “Vaccinazione anti Sars-CoV2”. Il parere della Cts è allegato alla circolare “Vaccinazione anti Sars-CoV2/Covid-19. Estensione dell’intervallo tra le due dosi dei vaccini a mRNA” firmata dal direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza, e trasmessa ad enti, associazioni e Regioni. Nel parere, “valutata la richiesta pervenuta dal Commissario straordinario per l’emergenza Covid-19 in merito alla possibilità di estendere l’intervallo temporale tra la prima e la seconda somministrazione dei vaccini a mRNA – si legge – la Cts ribadisce che l’intervallo ottimale tra le dosi è, rispettivamente, di 21 giorni per il vaccino Comirnaty e di 28 giorni per il vaccino Covid-19 Moderna (come indicato nei rispettivi Riassunti delle caratteristiche del prodotto Rcp). Qualora tuttavia si rendesse necessario dilazionare di alcuni giorni la seconda dose, la Commissione precisa che, in accordo con quanto scritto in Rcp e con quanto già dichiarato dall’Organizzazione mondiale della sanità, non è possibile superare in ogni caso l’intervallo di 42 giorni per entrambi i vaccini a mRNA”. In linea con ordinanza del commissario straordinario per l’emergenza Covid-19, generale Francesco Paolo Figliuolo, e con le indicazioni del Comitato tecnico scientifico anche le raccomandazioni della Società italiana di igiene, medicina preventiva e sanità pubblica (Siti). “Ogni dose disponibile di vaccino – è la prima raccomandazione – deve essere primariamente impegnata nella coorte 60-79 anni e deve esserci l’impegno delle aziende sanitarie in un sollecito attivo per i soggetti sopra gli 80 anni che non hanno ancora aderito alla campagna vaccinale. Nel frattempo, dobbiamo continuare e accelerare la vaccinazione delle coorti dei soggetti iper-fragili”. “Secondo punto, al fine di chiudere la coorte 60-79 anni il più rapidamente possibile la seconda dose di Pfizer e Moderna – sottolineano gli esperti -dev’essere immediatamente posticipata a 42 giorni. Ciò ci consente di coprire migliaia di anziani con 20 giorni di anticipo, con riduzione dei ricoveri e anche una riduzione (minore) di mortalità”. Infine, la Siti raccomanda di “procedere con le vaccinazioni a domicilio dei soggetti che per ragioni sanitarie non possono essere trasportati nei siti vaccinali. Ancora troppe persone vulnerabili, in particolare anziane con patologie invalidanti o in fase terminale, affette da gravi disabilità o in condizioni di non autosufficienza, sono in attesa di vaccinazione. Le Cure primarie in collaborazione con i Dipartimenti di prevenzione delle aziende sanitarie – conclude – possono e devono organizzarsi ovunque con protocolli efficaci per raggiungere il più rapidamente possibile a domicilio tutti coloro che devono essere vaccinati”. (fonte Doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Venticinquesima edizione della fiera d’arte moderna e contemporanea di Milano

Posted by fidest press agency su domenica, 4 aprile 2021

Milano. organizzata da Fiera Milano e diretta per il primo anno da Nicola Ricciardi, che avrà luogo in forma ibrida, fisica e digitale, dal 17 al 19 settembre.La campagna trae il titolo dall’omonima raccolta di poesie di Charles Simić – poeta, traduttore e accademico statunitense di origine serba, vincitore del Premio Pulitzer nel 1990 – pubblicata nel 1971 e che proprio quest’anno compie 50 anni.Dismantling the Silence, smantellare il silenzio, è la risposta che miart si propone di dare a un mondo dell’arte che sta attraversando una fase di profonda trasformazione e che — dopo quasi due anni di assenze e di silenzi — cerca ora nuovi modi per comunicare. Miart sceglie di partire dalla poesia, strettamente intrecciata con la storia dell’arte, per costruire un percorso a tappe che si svelerà nel corso dei mesi, assecondando il tempo e il ritmo necessari a infrangere il silenzio per riempirlo di nuovi contenuti e di nuovo senso.La campagna studiata da Studio Folder trae ispirazione dal filone della tipografia espressiva e utilizza il font Perpetua, lo stesso usato per la prima pubblicazione della raccolta di Charles Simić nel 1971.Le lettere si scompongono in linee che svelano il messaggio attraverso il movimento, grazie all’animazione e all’Effetto Moirè — una figura di interferenza data dalla sovrapposizione di due pattern, che crea visivamente un’illusione di movimento — per i supporti analogici e digitali. In questo modo la “rottura del silenzio” avviene attraverso un’azione che diventa un gioco su supporti diversi, che ben rispecchiano la doppia natura – fisica e digitale – di miart 2021. A partire da aprile 2021 e fino all’apertura di miart al pubblico il 17 settembre, Dismantling the Silence racconterà le tante anime di miart – il dialogo tra passato e presente, storia e sperimentazione e l’approccio interdisciplinare alla coesistenza di arte moderna, arte contemporanea, design e arti applicate – attraverso il fiorire, dopo il silenzio, di nuove parole.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vaccino anti-Covid, dall’Europa via libera a Moderna

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 gennaio 2021

L’Agenzia europea del farmaco (Ema) e la Commissione europea hanno dato il via libera al vaccino dell’azienda statunitense Moderna, definito “efficace e sicuro”. Per oggi è atteso anche il via libera da parte dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) e già dalla prossima settimana è previsto l’arrivo in Italia delle prime dosi di Moderna, della cui distribuzione si occuperanno i militari: il piano della Difesa prevede lo stoccaggio nell’hub nazionale di Pratica di Mare e il trasporto nei vari centri di somministrazione con i mezzi militari. Nei prossimi tre mesi, giungeranno in Italia 1,3 milioni di dosi Moderna, con cadenza settimanale: 100mila a gennaio, 600mila a febbraio e 600mila a marzo.Con l’autorizzazione condizionata all’immissione in commercio per Moderna da parte della Commissione europea saranno dunque due i vaccini utilizzabili in Europa, in attesa di altre autorizzazioni. Prossima potrebbe essere quella per il candidato vaccino di Oxford/AstraZeneca/Irbm, già in uso in Gran Bretagna.Il vaccino Moderna «ci fornisce un altro strumento per superare l’attuale emergenza», ha affermato Emer Cooke, direttore esecutivo Ema. Il farmaco è utilizzabile a partire dai 18 anni di età e nella sperimentazione su circa 30mila soggetti ha dimostrato un’efficacia del 94,1%, Utilizza l’innovativa tecnologia dell’Rna-messaggero, come quello Pfizer, e richiede una doppia dose. Il vaccino rimane stabile a temperature standard di refrigerazione tra 2 e 8 gradi C per 30 giorni. Inoltre, si prevedono condizioni di trasporto e conservazione a lungo termine a temperature standard del congelatore di -20 gradi C per 6 mesi. La stessa azienda rileva come l’Ema abbia assicurato una “valutazione rigorosa e indicazioni dettagliate” e la Commissione Tecnico Scientifica di Aifa si riunirà oggi per esaminare il dossier sull’autorizzazione all’immissione in commercio in Italia e definire le modalità di utilizzo nel Servizio sanitario.Per il ministro della Salute Roberto Speranza, è un passo avanti significativo ma, aggiunge, «la sfida è ancora dura, ma quello di oggi è un altro importante passo avanti contro il virus». Ma sarà con l’arrivo anche degli altri vaccini che ci sarà una vera accelerazione alla campagna vaccinale, ha rimarcato il consulente del ministro della Salute Walter Ricciardi: «Sono convinto che il vaccino AstraZeneca arriverà tra non molto, mentre nel secondo trimestre del 2021 dovrebbe arrivare anche quello Johnson. Questo ci consentirà di incrementare la campagna vaccinale italiana. Solo allora saremo in grado di dare accelerazione e arrivare all’estate a vaccinare metà popolazione italiana e poi – ha concluso – l’altra metà vaccinabile». (fonte Farmacista33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La rivoluzione moderna ha un padre nobile?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 agosto 2020

Il XX secolo sarà probabilmente definito dai posteri non come taluni affermano il “secolo breve” quanto il periodo in cui sono stati messi a frutto le teorie formulate e immaginate per la costruzione di una nuova società civile e libertaria e il suo contrario. Con alle spalle due guerre mondiali e cruenti rivoluzioni da quella russa alla spagnola e all’avvento di due dittature devastanti e altri sovvertimenti minori ad est come ad ovest, a nord come a sud dell’Europa questo continente ha perso la sua centralità storica a dispetto della sua cultura e delle sue tradizioni.
È stato anche il tempo che i grandi ingegni venuti per lo più dal XIX secolo da Einstein a Fermi, da D’Annunzio a Croce e dalle lucide follie da uomini come Stalin e Hitler hanno messo a dimora le forze delle loro idee nel bene come nel male.
È stato anche il secolo che ha esaltato e preso ad esempio le coraggiose asserzioni come quella di Jefferson, a proposito della dichiarazione d’indipendenza americana che disse: “Noi riteniamo che tutti gli uomini sono creati uguali e a tutti il creatore dà gli stessi diritti che comprendono la vita, la libertà e il perseguimento della felicità. I governi sono stabiliti per garantire tali diritti, il loro giusto potere deriva dal consenso dei governanti. Quando una forma di governo si oppone a tali finalità, il popolo ha il diritto di cambiarla o abolirla.” (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Covid-19: una pandemia senza precedenti in un’economia moderna”

Posted by fidest press agency su domenica, 24 Maggio 2020

A cura di Paul Doyle, Responsabile azionario per l’Europa (Regno Unito escluso) di Columbia Threadneedle Investments. L’epidemia di Covid-19 ha destabilizzato i mercati azionari di tutto il mondo. Da quando la Cina ha allertato l’Organizzazione mondiale della sanità segnalando casi di una “polmonite insolita” a Wuhan lo scorso dicembre, siamo entrati in quello che l’OMS definisce “territorio inesplorato”. L’Italia è stata il primo paese europeo ad attivare le misure di contenimento su tutto il territorio, seguita poi da altri. Il virus ha agito in modo rapido e indiscriminato, contagiando membri di famiglie reali e politici, ma anche lavoratori essenziali a basso salario.Lo scorso anno si è concluso su una nota favorevole, con i mercati azionari globali ed europei in rialzo rispettivamente del 27% e del 29%, nonostante la scarsa crescita degli utili. A tale risultato ha contribuito una serie di eventi: i Conservatori di Boris Johnson hanno vinto le elezioni nel Regno Unito, placando i timori sulla Brexit; le tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina si sono affievolite; negli Stati Uniti è invece svanita l’ipotesi di una vittoria di Elizabeth Warren e poi di Bernie Sanders alle primarie del Partito Democratico.Notizie incoraggianti sono giunte anche sul fronte della Fase 1 dei negoziati commerciali tra Washington e Pechino, oltre che dalla decisione del governo statunitense di lasciare passare la scadenza relativa all’imposizione di dazi sulle importazioni di auto dall’Europa, permettendo ai produttori di automobili che si erano ritrovati nell’occhio della contrazione dell’industria europea di tirare un respiro di sollievo. Inoltre, a novembre le banche centrali di Cina, Stati Uniti e Unione europea hanno riavviato i rispettivi QE.Inizialmente il virus è rimasto circoscritto alla provincia cinese di Hubei in cui si trova Wuhan, una città industriale di medie dimensioni. Gli investitori hanno assimilato la notizia, ipotizzando generalmente che si trattasse di una nuova SARS ma niente di più, e che quindi sarebbero state colpite solo le aziende con operazioni o catene di produzione nelle aree interessate. Invece il virus ha iniziato a diffondersi, in modo rapido e disomogeneo. L’Italia è stata la più colpita e ha mostrato un tasso di mortalità elevata, per via dell’età più avanzata della popolazione, ma è stata ben presto raggiunta dalla Francia e addirittura superata dal Regno Unito e dagli Stati Uniti. Ovunque nel mondo sono state adottate misure drastiche, tra cui chiusura delle frontiere, sospensione del traffico aereo, restrizioni agli spostamenti, telelavoro e distanziamento sociale, con le più svariate conseguenze. Universale è stato invece l’impatto sui mercati azionari, che hanno incassato bruschi ribassi.
Le ripercussioni sulle economie appaiono profonde, come confermato dall’OCSE, che stima un -25% per il dato mediano. Per gli Stati Uniti si prospetta una flessione annualizzata del 50% nel secondo trimestre. A titolo di riferimento, il declino dal punto massimo a quello minimo durante la crisi finanziaria globale è stato del 4% nell’arco di sei trimestri e all’epoca è stato percepito come una catastrofe. Benché formulare previsioni in un contesto talmente volatile e incerto sembri una battaglia persa, ipotizziamo una contrazione del PIL dell’eurozona del 9% quest’anno, cui seguirà un rimbalzo del 7% nel 2021. La triste verità è che tutti abbiamo perso denaro.
Ci troviamo di fronte a una recessione non sistemica, bensì innescata da un evento specifico. Pertanto allo shock iniziale, che potrebbe rientrare rapidamente, seguirà il rischio di precipitare in un circolo vizioso dagli effetti deleteri. La fase rialzista durata 11 anni è stata trainata dalla creazione e dalla disponibilità di posti di lavoro, che hanno alimentato la spesa per consumi. Negli Stati Uniti, l’impennata delle richieste iniziali di sussidi di disoccupazione per effetto del Covid-19, a quota 6,6 milioni, garantisce che il tasso di disoccupazione salirà ben oltre il dato del 4,4% registrato a marzo. Tuttavia, l’impatto sui consumi potrebbe non essere così drammatico, alla luce delle misure di sostegno alle famiglie implementate del governo.
La ripresa sarà trainata dagli sviluppi sul fronte medico: quando la diffusione del virus rallenterà o verrà arrestata, sarà possibile allentare le misure di restrizione, consentendo un certo ritorno alla normalità economica. Ma tutto questo dovrà accadere con una certa rapidità, se si vuole evitare che la contrazione si trasformi in una recessione che si autoalimenta. D’altro canto, una revoca precoce dei lockdown rischia di tradursi in un nuovo aumento dei contagi.Le conseguenze più a lungo termine della crisi del Covid-19 sono numerose. Le interruzioni delle catene di produzione imputabili al blocco dell’attività in Cina andranno a rafforzare l’idea secondo cui il trasferimento della produzione nei paesi a basso costo è stato eccessivo. Ad esempio, l’80% degli antibiotici statunitensi proviene dalla Cina. Indipendentemente da chi vincerà le presidenziali statunitensi, vi sarà una forte pressione politica e sociale a favore dell’inversione della delocalizzazione. In Europa, il sistema Schengen è stato smantellato e non si sa quando i controlli alle frontiere tra paesi membri verranno rimossi; la libera circolazione delle persone dovrebbe essere un caposaldo dello spirito europeo. Le regole del Trattato di Maastricht sul rigore fiscale sono state completamente ignorate. Finora la globalizzazione ha tenuto l’inflazione sotto controllo, ma ora le cose sono destinate a cambiare? Le tradizionali analisi dei cicli economici non sono di grande aiuto durante una pandemia, il che complica la formulazione di ipotesi sulla ripresa. Tuttavia, siamo avvantaggiati dal fatto di poter contare su un approccio incentrato su modelli operativi di alta qualità con rendimenti elevati e sostenibili anche nei contesti difficili. Alla luce di ciò, i nostri portafogli si sono finora dimostrati in grado di reggere alla situazione, ma è impossibile negare che i prossimi mesi saranno alquanto interessanti.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Arte contemporanea e classica a confronto

Posted by fidest press agency su domenica, 16 dicembre 2018

Roma 18 dicembre 2018 – 6 gennaio 2019 Palazzo Doria Pamphilj, via del Corso 305 Memorie Confronti è la mostra itinerante nei luoghi significativi della famiglia Doria Pamphilj, che si basa sul confronto tra arte contemporanea e tradizione pittorica antica. Dopo la prima tappa a Genova (da marzo a luglio), la mostra è stata esposta a Finale Ligure, Dolceacqua e Torriglia (tra luglio e settembre), per poi approdare, in occasione di “Cultura nella Valle del Tevere” a Città di Castello, dal 2 al 18 novembre, nella Pinacoteca del rinascimentale Palazzo Vitelli alla Cannoniera e, infine, arrivare a Roma negli appartamenti Floridi Doria Pamphilj del Palazzo di via del Corso dal 18 dicembre 2018 al 6 gennaio 2019.
La mostra Memorie#Confronti espone l’opera vincitrice della prima edizione del Premio “Memorie#”: Clavis Universalis di Jasmine Pignatelli, un confronto astratto e puro sul tema della memoria che risponde alla sfida, lanciata dal Premio agli artisti contemporanei, di cimentarsi con il passato per reinterpretare i temi con cui si declina, annualmente, la radice “Memorie#”. Il Premio vuole promuovere, ogni anno, la creazione di una nuova opera d’arte contemporanea su un tema legato alle opere della collezione, alla storia e ai luoghi delle famiglie Floridi Doria Pamphilj. Il tema del 2018, “Confronti”, trae ispirazione da esperienze di arte e mecenatismo, e viene affrontato anche dalle copie delle opere di arte antica in mostra che si riferiscono a tre episodi della tradizione storica e artistica delle tre famiglie.
Il confronto diventa connubio per Raffaello e Francesco Floridi il Tifernate, come dimostrano le pale d’altare che segnano l’inizio della scuola di Raffaello a Città di Castello: la “Crocifissione Mond o Gavari” di Raffaello e la “Pala Magalotti” del Tifernate, entrambe dipinte per la Chiesa di San Domenico. Il confronto diventa scontro tra Perino del Vaga e Girolamo da Treviso che si gioca sui disegni di un’opera d’arte andata perduta: la decorazione del Salone del Naufragio del Palazzo di Andrea Doria a Genova che causò la fuga di Girolamo, impegnato a dipingere la facciata meridionale della Villa. Il confronto, infine, diventa emulazione per Marco Benefial e Giuliano Bugiardini: nelle tele, rappresentanti le Muse e le Arti della Sala dei Velluti della Galleria Doria Pamphilj di Roma, è evidente lo sforzo di Benefial d’imitare lo stile di Bugiardini, precedente di quasi due secoli.
La mostra è ideata e curata da Don Massimiliano Floridi, in collaborazione con il Trust Floridi Doria Pamphilij e la Fondazione Santa Francesca Romana. Il Premio è sostenuto da Lucia Viscio e sponsorizzato da Viscio Trading, BCC di Roma e Rotary Club Roma Cassia nell’ambito dell’#100actsofgood.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Moderna Named a Top Employer by Science for the Fourth Consecutive Year

Posted by fidest press agency su sabato, 27 ottobre 2018

Moderna, Inc., a clinical stage biotechnology company pioneering messenger RNA (mRNA) therapeutics and vaccines to create a new generation of transformative medicines for patients, today announced it has been named one of the global biopharmaceutical industry’s top employers in Science and Science Careers’ 2018 Top Employers Survey. This is the fourth consecutive year Moderna has been selected and this year the company was ranked 4th. The annual employee survey evaluates companies in biotechnology, biopharmaceutical, pharmaceutical and other related industries in categories such as leadership in innovation, alignment between work culture and values and commitment to social responsibility.
“It is an honor to be recognized as a top employer by Science and to be included amongst this group of industry leaders,” said Stéphane Bancel, CEO at Moderna. “As a mission-driven company, we work to attract exceptional team members who are passionate about delivering on the potential of our mRNA science for patients. Our R&D leadership has built an organization where professional and growth opportunities are matched by a commitment to continuous innovation and scientific excellence, and have fostered our company’s culture of respect for the individual, community and citizenship, and where employee feedback is a core component of decision making.” Moderna earlier this month introduced a range of enhanced benefits, including 16 weeks of paid parental leave and 16 weeks of caregiver leave, and a sabbatical program that offers four weeks of paid time off after five years of full-time employment with the company. These programs complement Moderna’s existing benefits which include extensive healthcare coverage, paid time off for volunteering and subsidized childcare.The Science and Science Careers’ 2018 survey findings are based on 8,015 completed surveys from readers of Science and other survey invitees. Survey respondents came from North America (63%), Europe (24%), and Asia/Pacific Rim (9%); 93% work in biotechnology, biopharmaceutical, and pharmaceutical companies. The complete feature can be found online on the ScienceCareers.org website and in the October 26, 2018 print issue of Science.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giornata di studio ‘L’amicizia tra filosofia antica e moderna’

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 novembre 2016

Roma Mercoledì 16 Novembre 2016, ore 9:30 Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo, Aula Verra Via Ostiense 234/236. La giornata di studio sarà dedicata al tema dell’amicizia. Lo scopo della giornata è quello di comprendere o, e tenterà di comprenderle continuità e discontinuità tra le concezioni antiche e quelle moderne dell’amicizia. Che cos’è quella che chiamiamo amicizia? Perché è importante per la filosofia? Ed a quali condizioni la concezione antica e quella moderna dell’amicizia possono essere considerate come coniugazioni sia pure diverse di un’esperienza universalmente umana, o devono al contrario essere riconosciute come reciprocamente eterogenee ed irriducibili? La partecipazione è libera.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra mercato arte moderna e contemporanea

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 marzo 2011

Catania dal 31 marzo al 4 aprile, la Galleria Lo Magno (Via Risorgimento, 91) sarà presente ad “Art faCTory 01” la mostra-mercato d’arte contemporanea organizzata dall’Associazione culturale Dietro le Quinte nel centro fieristico “Le Ciminiere” di Viale Africa a Catania.“Art faCTory 01” vuole offrire un’occasione d’incontro e di confronto nell’ambito dell’arte contemporanea, una “finestra” sulle tendenze emergenti e sull’andamento del mercato. Sessanta importanti gallerie, artisti internazionali, collezionisti, curatori, critici, direttori di museo e di istituti culturali, professionisti della grafica e dell’editoria d’arte parteciperanno alla mostra-mercato e agli eventi organizzati a corollario della manifestazione, come incontri, presentazioni di pubblicazioni d’arte e convegni dedicati al collezionismo, al Museo Privato e alle Collezioni d’Azienda. La Galleria Lo Magno sarà presente allo stand n. 16 con una selezione di opere di artisti come Piero Guccione, Piero Zuccaro, Giovanni Iudice, Emanuele Giuffrida, Francesco Balsamo, Luca Macauda, Giovanni Viola, Carlo e Fabio Ingrassia.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parigi: Gioielleria, arte moderna e design

Posted by fidest press agency su martedì, 24 agosto 2010

Parigi 13 Settembre 2010 Grand Palais aprirà i battenti ai primi invitati del Galà con cui ogni due anni il Syndicat National des Antiquaires (SNA) inaugura ufficialmente la sua manifestazione più significativa: la Biennale des Antiquaires. Fra il 15 e il 22 Settembre  la Biennale des Antiquaires di Parigi vedrà esposti dunque capolavori dell’arte di ogni tempo: dall’Archeologia all’Arte Moderna (Pittura e Scultura), dalle Arti ceramiche alle Arti Decorative di ogni tempo. Cresce però l’attenzione al Design come espressione di grandi creatori degli anni compresi fra i ’30 e i ’60… e in particolare André Sornay, Ado Chale, Max Ernst, Charlotte Perriand ed Eugène Printz..Saranno infatti almeno 10 gli specialisti di Arti decorative del XX Secolo presenti alla Biennale, tra cui: Down Town, Yves Gastou (fra i primi a portare nel 2008 un intero arredamento firmato Carlo Scarpa) Alain Marcelpoil, Vallois, Michel Giraud, Jousse Entreprise, Franck Laigneau, Marcilhac, Yves Macaux e il danese Dansk Mobel Kunst. Un evento che ha ben poco della “fiera” cui siamo abituati a pensare e che rappresenta viceversa una delle esposizioni più prestigiose e complete d’arte, design e altissima gioielleria. Poco più di 80 i selezionatissimi professionisti (tutti rigorosamente appartenenti al SNA) che portano a Parigi ciò che di meglio possono presentare al pubblico degli amanti del Bello oltre che ai numerosi collezionisti, enti museali e interior designer che da oltre 50 anni si danno appuntamento nella Ville Lumière per acquisti e scambi da milioni di Euro.
Altro grande protagonista annunciato l’Alta Gioielleria con le più prestigiose Maison schierate al Grand Palais: Cartier, Dior, Chanel, Van Cleef & Arpels, Harry Winston e lo svizzero Piaget, che porterà a Parigi uno splendido collier 18 carati della collezione Limelight con 426 diamanti e due smeraldi. E -a ulteriore conferma dell’esclusività dell’appuntamento- la prima partecipazione di Louis Vuitton Malletier. http://www.bdafrance.eu

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le meraviglie di Roma

Posted by fidest press agency su martedì, 8 giugno 2010

Roma fino al 31/7/2010 Via del Plebiscito 118, Museo Nazionale del Palazzo di Venezia Vedute, Ricostruzioni, Progetti nelle collezioni della Biblioteca di Archeologia e storia dell’arte a cura di Maria Cristina Misiti e Simonetta Prosperi  In occasione del XXII Convegno internazionale dei Direttori delle Collezioni Grafiche (International Advisory Committee of Keepers of Public Collections of Graphic Art), una riunione biennale dei responsabili delle collezioni grafiche di tutto il mondo che, per la prima volta dalla sua istituzione, si svolge a Roma, dal 6 al 10 giugno 2010, la Biblioteca di Archeologia e Storia dell’Arte di Roma (Biasa), su invito dell’Istituto Nazionale per la Grafica, ospiterà una grande mostra di disegni di architettura, -Le Meraviglie di Roma antica e moderna-: con questa mostra, allestita nelle sale quattrocentesche al pian terreno di Palazzo Venezia, messe a disposizione dal Soprintendente al Polo Museale Romano, Rossella Vodret, tornano alla luce dopo piu’ di cinquanta anni, i capolavori del disegno antico datati tra il Cinquecento sino alla fine del Settecento e appartenenti alla ricchissima raccolta di disegni della Biasa. (Immagine: A.Specchi, Progetto per la Scalinata di Trinità dei Monti)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Restituzione Casa delle Armi al Coni

Posted by fidest press agency su venerdì, 28 agosto 2009

Roma.“Esprimo  soddisfazione per l’imminente restituzione della “Casa delle Armi”al Foro Italico, prevista per il prossimo 31 agosto. Si tratta di uno dei grandi capolavori dell’architettura moderna italiana trasformato negli anni del terrorismo in aula bunker. Per la fine del mese, si prevede che la Casa delle Armi verrà definitivamente liberata dalla presenza dei Carabinieri e riconsegnata all’Agenzia del Demanio che l’assegnerà alla CONI Servizi SpA”. E’ quanto dichiara Luigi Celori, consigliere del Pdl alla Regione Lazio. “La Casa dell Armi – prosegue Celori –, progettata nel 1933 dall’architetto razionalista Luigi Moretti,  originariamente era adibita a palestra della scherma e biblioteca dello sport,  era stata trasformata poi nel 1981 in aula bunker per il processo Moro subendo malauguratamente gravi danni all’impianto architettonico originario e agli affreschi di Achille Capizzano presenti al suo interno. Successivamente, al termine della stagione del terrorismo, la struttura venne abbandonata e sostituita con la più funzionale aula bunker di Rebibbia”. “Mi auguro – conclude Celori – che la Regione Lazio intervenga prontamente per sostenere il restauro conservativo del complesso, favorendo il ripristino della Sala della Scherma e la creazione di un Museo dello Sport. E’ dal 2004 che attendo che venga data concreta attuazione all’ordine del giorno  presentato in Consiglio Regionale  che impegna la Regione Lazio ad intervenire per favorire la restituzione della Casa delle Armi al CONI per realizzarne un Museo dello Sport”.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »