Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Posts Tagged ‘morosi’

Rateizzazione cartelle esattoriali: possibile ottenerne una nuova per i decaduti morosi

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2016

tasseDa qualche giorno anche per chi è decaduto da una rateizzazione di una cartella esattoriale e non ha pagato -o finito di pagare- le rate scadute, è possibile chiedere un’ulteriore rateizzazione fino a 72 rate.
La novità, introdotta dalla conversione in legge del cosiddetto “decreto enti locali” (1), vale per chi risulta decaduto alla data del 1 Luglio 2016 a condizione che presenti domanda di nuova rateizzazione improrogabilmente entro il 20 Ottobre 2016. Una volta ottenuto il nuovo beneficio l’eventuale ulteriore decadenza scatta non pagando due rate, anche non consecutive.
Lo stesso principio è applicato alle rateizzazioni conseguenti un accertamento fiscale con adesione (ex D.lgs.218/1997), per i decaduti dal 15 Ottobre 2015 al 1 Luglio 2016.
Altra novità riguarda chi invece ha pagato tutte le rate insolute: fino ad ora potevano accedere ad una nuova rateizzazione solo quelli che avevano ottenuto la “vecchia” dopo il 22 Ottobre 2015, ora invece è possibile sempre, anche per le rateizzazioni ottenute precedentemente. Questa possibilità concessa a chi non è “moroso” è definitiva, non legata a condizioni temporali di invio della richiesta.
Si ricorda che l’ottenimento di una rateizzazione di una cartella esattoriale è possibile in qualsiasi momento, pur se fossero già scattate le azioni esecutive successive (anzi il pagamento della prima rata porta ad una loro interruzione), e non necessita di particolari formalità per debiti sotto 60.000 euro. (Rita Sabelli, responsabile Aduc aggiornamento normativo)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Emergenza casa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 novembre 2009

Torino. “Soprattutto in un momento di crisi economica come quello che stiamo vivendo, – dice il Capogruppo Regionale del Pdci Vincenzo Chieppa – i piemontesi hanno bisogno di risposte concrete e pratiche. La casa è un bene primario del quale nessuno può essere privato. I dati del 2008 ci dicono che circa 5.000 famiglie in Regione (2.500 nell’area metropolitana di Torino) sono state sfrattate, di cui il 90% per morosità. Per il 2009 i dati non sono disponibili, ma penso che la situazione sia ancora più grave. Per questo proponiamo di istituire immediatamente un fondo regionale “salva sfratti” che agisca sul mercato privato e salvi tutti gli sfrattati, a parte i morosi colpevoli” “Chiediamo inoltre – prosegue il Consigliere regionale del Prc Alberto Deambrogio – che venga portata al più presto in aula la legge 313 sull’edilizia residenziale pubblica. Finora con il piano casa Berlusconi sono stati agevolati i proprietari di casa, adesso è ora di occuparsi di chi ha bisogno di una sistemazione. Ricordo che come Federazione Pdci-Prc ci siamo sempre impegnati sul tema e abbiamo contribuito a far alzare il fondo regionali per gli affitti da 8 a 14 milioni di euro e abbiamo presentato un “pacchetto casa”, penso ad esempio alle leggi sull’ l’autocostruzione e l’autorecupero”. “Il piano casa regionali “10mila alloggi” di edilizia popolare entro il 2012 – conclude Giustino Scotto, responsabile politiche per la casa Comunisti Italiani – è un stato un provvedimento positivo che si scontra però con l’arretratezza programmatoria dei Comuni. In questa senso la Regione deve intervenire, ridando anche piena dignità alle ATC. Nel contesto europeo l’Italia è agli ultimi posti come tasso di edilizia residenziale pubblica sul totale del costruito”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »