Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘mosaico’

A Monreale l’inaugurazione del ‘Museo del Mosaico’

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 febbraio 2018

Palermo. Mercoledì 21 febbraio prossimo alle ore 9.30 presso la Sala Consiliare del Comune di Monreale (PA) avrà luogo l’inaugurazione del Museo dell’Arte del Mosaico (MAM), importante realtà museale, unica in tutto il centro e sud Italia.Un significativo percorso per recuperare i valori della tradizione culturale italiana che hanno visto, nel mosaico, importanti momenti di rappresentazione in tutte le epoche storiche del nostro paese ed in tutti i luoghi, da Pompei alla cattedrale di Monreale.Monreale è oggi “Città del Mosaico”, grazie all’attività incessante del Dirigente e del gruppo docenti del liceo artistico D’Aleo, che hanno sostenuto in questi anni l’importanza che il percorso dell’arte realizza attraverso il mosaico, e per l’azione del Sindaco Piero Capizzi e della Sua Giunta che hanno concesso gli spazi per realizzare questa iniziativa.
Grazie a queste iniziative Monreale è diventata un percorso ideale per la storia del mosaico. Dalla prestigiosa cattedrale alla industriosa scuola artistica, passando attraverso il Museo, il mosaico diventa in questo modo “cosa viva”, che rappresenta l’essere più sincero dell’espressione artistica dei giovani ragazzi.La presenza delle autorità, sia civili che religiose, della associazione dei commercianti e di tutta la cittadinanza rappresenta, in modo forte ed univoco, come questa tradizione mosaicista sia l’essenza di una cultura che, in primis dai giovani, non è mai stata dimenticata. Il Museo ospiterà mostre personali di mosaicisti di fama nazionale e internazionale, presentazione di libri, riviste, cataloghi del settore e verranno realizzati gemellaggi con le scuole del mosaico di Ravenna, Firenze, Spilimbergo (PN), Chartres (FR), seminari, convegni, dibattiti e mostre didattiche.Il museo accoglierà anche il raduno dei mosaicisti associati A.I.M.C., l’Associazione Internazionale mosaicisti Contemporanei, e la prestigiosa Biennale del Mosaico.(Non siamo in grado di pubblicare le foto inviate in quanto sono coperte da copyright)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Edelweiss Molina vincitrice di Un Mosaico per Tornareccio 2016

Posted by fidest press agency su martedì, 30 agosto 2016

Edelweiss MolinaNatalina CellinaTornareccio (Ch)È Edelweiss Molina è la vincitrice dell’undicesima edizione di Un Mosaico per Tornareccio, la rassegna d’arte contemporanea ideata dal mecenate Alfredo Paglione grazie alla quale il borgo in provincia di Chieti è diventato un museo a cielo aperto fatto di oltre ottanta mosaici installati sulle facciate delle case. Il suo bozzetto “Il nome di Maria, Le Nozze di Cana” è quello che, tra i trenta in esposizione, ha ottenuto il maggior numero di consensi dalla giuria popolare e da quella di esperti: 70 su 416 (306 quelli della giuria popolare). Come da regolamento, il suo bozzetto sarà trasformato in mosaico e sponsorizzato dal Comune di Tornareccio. Inoltre, l’anno prossima l’artista avrà diritto ad una mostra personale.
L’annuncio della vincitrice è stato dato ieri, domenica 28 agosto, nel corso della partecipatissima cerimonia conclusiva della rassegna che quest’anno ha avuto come tema la figura della Madonna, ed è stata curata da Tiziana D’Acchille e Gabriele Simongini, con il coordinamento di Elsa Betti. Nella sala polifunzionale “Remo Gaspari” erano presenti tantissimi tornarecciani e ospiti da fuori paese. Dopo il saluto del sindaco di Tornareccio, Remo Fioriti, e del parroco, don Davide Spinelli, c’è stato l’intermezzo musicale della violoncellista russa Natalina Cellina con un omaggio a Maria e a Teresita, indimenticata moglie di Alfredo Paglione. A seguire, la consegna degli attestati di partecipazione agli oltre quaranta corsisti della quinta edizione della Scuola di Mosaico, provenienti dall’estero e da tutta Italia. La Scuola, coordinata da Michele Berardi, si è affermata come momento saliente dell’esperienza musiva a Tornareccio, in grado di attirare in paese persone da tutto il mondo, in virtù della professionalità di insegnanti del calibro dei ravennati Marco Santi e Rosanna Fattorini, e della Opere Scuola di Mosaicofrancese Beatrice Serre, ma anche del clima di amicizia e divertimento che si respira durante l’intera settimana di fine agosto. Nella sala polifunzionale sono stati esposti i lavori realizzati: tavole a vario tema e splendidi gioielli. Dei quaranta partecipanti, una decina erano scolari delle elementari di Tornareccio: bellissimo il logo della scuola che hanno realizzato con tanta passione.
La cerimonia si è conclusa con un buffet con il meglio della produzione di Tornareccio: miele, salumi, latticini, pane e dolci gentilmente offerti da Altobello Carni, Caseificio Flò, Caseificio Nonna Maria, Caseificio Iannone, Caseificio Iezzi, Panificio Beniamino Costantini, Panificio Il tuo pane, Panificio Maria Rita Marchetti, Adi Apicoltura, Antica Apicoltura Antonio Iacovanelli, Apicoltura Luca Finocchio, Apicoltura Tieri, Apicoltura Delizie dell’Alveare, Apicoltura Luigi Iacovanelli.
I bozzetti rimarranno in esposizione fino al prossimo 12 settembre, quando a Tornareccio faranno visita il cardinale Angelo Comastri, vicario di Sua Santità, e l’arcivescovo di Chieti-Vasto, monsignor Bruno Forte, che celebreranno una santa messa alle 17.00 nel santuario della Madonna del Carmine, a conclusione di una rassegna dedicata proprio alla Vergine.
Un Mosaico per Tornareccio è un evento organizzato dall’Associazione Amici del Mosaico Artistico di Tornareccio, con il contributo di Bcc Sangro Teatina e il patrocinio e il sostegno di Comune di Tornareccio e Crocevia Fondazione Alfredo e Teresita Paglione. (foto: Edelweiss Molina, Natalina Cellina, Opere Scuola di Mosaico)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Pomigliano d’Arco: salvi 37 posti di lavoro

Posted by fidest press agency su domenica, 19 dicembre 2010

Con la sottoscrizione del protocollo d’intesa avvenuta fra i rappresentanti dell’Amministrazione Comunale di Pomigliano d’Arco, della ENAM S.p.A. (società a capitale pubblico con 150 dipendenti, che gestisce il servizio di raccolta rifiuti nella città pomiglianese) e delle Organizzazioni Sindacali dei lavoratori, il mosaico del risanamento dell’Azienda si arricchisce di un nuovo tassello: la chiusura della procedura di mobilità per 37 esuberi con nessun licenziamento.   “Sono convinto – ha affermato il Top Manager dell’Enam Spa , Nicola Di Raffaele – che quello che sta accadendo a Pomigliano in queste settimane è qualcosa di importante non solo perché si sono evitati 37 licenziamenti  ma perché si è sperimentato come esercitare in modo equilibrato la responsabilità correlata alla funzione sociale che tutti i soggetti  in campo svolgono, la quale può realizzare, anche nelle nostre terre, forme di solidarietà neofederaliste senza far ricorso ad ammortizzatori sociali o ad aiuti esogeni. Ritengo questo dato eccezionale per la capacità di tutti di aver compreso il momento difficile e di aver favorito la migliore e più equilibrata soluzione senza rinunciare a grandi sacrifici.  Bella storia questa di Pomigliano! Perché fa intravedere uno spiraglio di luce in un “Sistema Paese” che non riesce a trovare una via d’uscita endogena dalla crisi. E che questo esempio venga proprio da una realtà dove l’industria per eccellenza, la FIAT, mette in pericolo 36 famiglie (una in meno di quella dell’ENAM S.p.A.) per una politica industriale condivisibile ma sicuramente perfezionabile, ci riempie di orgoglio e di fiducia nel prossimo”. Dunque nessuno dei 37 dipendenti in esubero, dell’Enam , società che gestisce tra gli altri anche il servizio di raccolta dei rifiuti, perderà il lavoro.
In effetti con la chiusura dell’accordo dei 37 esuberi segnalati dalla ENAM S.p.A. alla Regione Campania il 22 ottobre ultimo scorso, n. 22 ex LSU saranno internalizzati presso il Comune di Pomigliano d’Arco con contratto a tempo indeterminato con livello B6 e n. 15 lavoratori resteranno presso l’Azienda cui verranno garantite le seguenti condizioni: eliminazione dei buoni pasto, ritorno ai livelli retributivi del  giugno 2008 (anno del passaggio di cantiere dalla Pomigliano Ambiente fallita alla ENAM S.p.A.) e rinuncia da parte dei restanti 128 lavoratori agli elementi retributivi aggiuntivi.    Il tutto dopo che l’Azienda aveva incassato un altro risultato positivo avendo chiuso con la procedura fallimentare della fallita Pomigliano Ambiente S.p.A.( società che prima gestiva il servizio di igiene urbana) l’acquisto del lotto 1 comprendente il parco degli automezzi necessari alla ENAM S.p.A. per lo svolgimento del servizio di raccolta.  (Giuseppe Ragosta – estratto)

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Dossi: la scrittura mosaico”

Posted by fidest press agency su sabato, 22 maggio 2010

Corbetta, 22 Maggio 2010  ore 14.30 Palazzo Municipale – Sala Grassi, via Cattaneo 25 Il Comune di Corbetta  celebra il centenario (1910-2010) della morte dello scrittore scapigliato Carlo Alberto Pisani Dossi; partecipa al programma anche l’Ateneo pavese, con una giornata di studi dal titolo “Dossi. La scrittura mosaico”. Il programma della giornata di studi, messo a punto da Mauro Bersani, Gianfranca Lavezzi, Giorgio Panizza, Niccolò Reverdini, Carla Riccardi prevede tre interventi:  Carla Riccardi – Etica e scrittura: il guazzabuglio in cornice Franca Lavezzi – Da Sterne a Lombroso: l’autobiografia poliedrica di Carlo Dossi Guido Lucchini – Milano nelle “Note azzurre”.  Subito dopo Niccolò Reverdini, studioso di Dossi e pronipote dello scrittore, presenterà la pubblicazione in edizione facsimile del volume di Dante Isella (massimo studioso di Dossi) La Lingua e lo stile di Carlo Dossi, Ricciardi 1958. La riedizione, realizzata per l’occasione dal Comune con la casa editrice Officina Libraria di Milano, è arricchita da un opuscolo di otto pagine, con un testo critico a cura di  Niccolò Reverdini. Concluderà il programma, intorno alle ore 17.30, un reading di passi scelti di Carlo Dossi introdotti da Giorgio Panizza (Università di Pavia) e letti da Sonia Bergamasco.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: Mostra fotografica

Posted by fidest press agency su martedì, 23 febbraio 2010

Roma 24 Febbraio ore 18,00 Galleria Cervantes, Piazza Navona, 91 Inaugurazione  mostra Ritratti di famiglia, regalandoci uno sguardo sulle famiglie spagnole del XXI secolo, attraverso 140 immagini che, insieme, compongono il mosaico della diversità dei modelli famigliari e la pluralità della società spagnola di oggi. Le fotografie di Vicente López Tofiño (Cuenca, 1949), Raúl Ortega (Città del Messico, 1963), Juan Manuel Díaz Burgos (Cartagena, 1951) e Juan Manuel Castro Prieto (Madrid, 1958), ci propongono i differenti tipi di famiglia, dalle più tradizionali alle più moderne e meno convenzionali. Davanti agli obiettivi dei quattro autori si mettono in posa matrimoni con e senza figli, coppie di fatto, coppie omosessuali, divorziati che hanno formato nuovi nuclei famigliari, famiglie monoparentali, padri e madri soli, famiglie con bambini adottati,famiglie di immigrati e famiglie miste… In occasione dell’inaugurazione, si svoglerà una tavola rotonda dove due importanti nomi della sociologia italiana e spagnola, Franco Ferrarotti e Vicente Verdú, discuteranno del ruolo della Famiglia nel XXI secolo. Franco Ferrarotti è oggi il più noto dei sociologi italiani all’estero. I suoi libri sono tradotti in francese, inglese, spagnolo, in russo e in giapponese. Ha collaborato con le maggiori riviste scientifiche stanunitensi, oltre che europee. E’ autore di numerosi libri apprezzati da scrittori, artisti e sociologi. Ferrarotti si è interessato dei problemi del mondo del lavoro e della società industriale e postindustriale, dei temi del potere e della sua gestione, della tematica dei giovani, della marginalità urbana e sociale, delle credenze religiose, delle migrazioni. Una particolare attenzione è stata dedicata, nelle sue ricerche, alla città di Roma. È direttore della rivista “La critica sociologica”, emerito professore dell’università “La Sapienza” di Roma e socio onorario dell’associazione “Libera Uscita” che si occupa della depenalizzazione dell’eutanasia. Vicente Verdú nasce nel 1942. Scrittore e giornalista, si laureò in Scienza Sociali presso l’università Sorbona, è membro della Fondazione Nieman dell’università di Harvard. Scrive regolarmente per “El País”, giornale di cui fu Direttore di Cultura e Opinione. Fra i suoi libri troviamo: Noviazgo y matrimonio en la burguesía española (Fidanzamento e matrimonio nella borghesia spagnola), El fútbol, mitos, ritos y símbolos (Il calcio, miti, riti e simboli), El éxito y el fracaso (Il successo e il fallimento), Nuevos amores, nuevas familias(Nuovi amori, nuove famiglie), China superstar, Emociones y Señoras y señores (Cina superstar, Emozioni e signore e signori) (Premio Espasa de Ensayo). (mostra fotografica, benjamin)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lucio Fontana: L’Arlecchino. Mosaico e ceramica

Posted by fidest press agency su giovedì, 4 febbraio 2010

Milano fino al 19/3/2010 via Filippo Corridoni, 41, Claudia Gian Ferrari Studio di Consulenza per il -900 italiano e Arte Contemporanea Nell’estate 2009, quando si sono resi necessari alcuni lavori al Cinema Arlecchino di Milano, i figli dell’imprenditore cinematografico William Quilleri, che intorno a quel cinema ha costruito la sua carriera, hanno deciso fosse arrivato il momento di mettere in sicurezza i due capolavori di Lucio Fontana che hanno accompagnato la vita della sala fin dal primo giorno, nell’ormai lontano 1948. L’Arlecchino, uno dei cinema piu’ amati dai milanesi, e’ al momento chiuso e il suo futuro ancora incerto. Il libro, che in occasione della mostra viene presentato, racconta la storia dei due capolavori realizzati nel 1948, una scultura a mosaico e un fregio in ceramica policroma, esposti per la prima volta in una galleria, grazie ai consigli e all’aiuto di Claudia Gian Ferrari e a un attento restauro da parte di Barbara Ferriani.  Dopo la parentesi argentina degli anni di guerra, nella primavera del 1947, Lucio Fontana torna in Italia, in una Milano che si prepara a quella rinascita artistico-culturale che ha segnato gli anni Cinquanta. Nel luglio di quell’anno il pubblico aveva tributato un successo clamoroso all’Arlecchino servitore di due padroni di Goldoni messo in scena da Giorgio Strehler al Piccolo Teatro, i milanesi si erano entusiasmati per una maschera classica non piu’ paludata, divenuta simbolo della libertà riconquistata e della potenza della risata irriverente contro ogni costrizione dei poteri costituiti.  Nell’occasione verrà presentato il volume Lucio Fontana. L’Arlecchino edito da Charta  testi di Paolo Campiglio e David Quilleri (lucio fontana)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Aggredita l’amica di Brenda

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 novembre 2009

Si infittisce il mistero sul caso Marrazzo. Dopo la sospetta morte per overdose di Cafasso, il pusher dei trans di via Gradoli, e quella più recente per asfissia di Brenda, un altro tassello si aggiunge all’oscuro mosaico del “transgate”. Ieri mattina Fabiola, una delle trans amiche di Brenda che venerdì sono state sentite in questura, nonché sua vicina di casa, è stata aggredita da due uomini sul pianerottolo. Volevano le chiavi per entrare, a ogni costo. Tanto da colpire ripetutamente la brasiliana con calci e pugni. Le urla di aiuto hanno richiamato l’attenzione degli altri condomini e solo allora gli aggressori sono fuggiti. “Quanto accaduto contribuisce a dilatare ulteriormente la zona d’ombra sulla nota vicenda romana di via Gradoli”, ha commentato Roberto Soldà, vicepresidente dell’Italia dei Diritti. “Auspico – aggiunge – che gli inquirenti facciano luce sull’accaduto quanto prima perché ogni giorno ne esce una nuova. Si vede che c’è qualcosa che ancora non è chiaro – conclude l’esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro -, perciò mi auguro che le indagini procedano con la massima velocità e trasparenza”.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Musica firmata

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 settembre 2009

RossellaBresciaIvanoFossatiNova Gorica novembre e dicembre al Perla, Casinò & Hotel è di scena la musica e danza firmata dai professionisti italiani. Nova Gorica, città fondata dopo la seconda guerra mondiale, già da due decenni si sta sviluppando in un centro all’insegna del gioco e del divertimento e per questo viene definita Las Vegas europea. Dopo l’ingresso della Slovenia nell’Unione Europea la città si è unita con la città di Gorizia (in Italia) suscitando interesse internazionale. Il testimone di questa unione è il mosaico sulla piazza della stazione ferroviaria. Nova Gorica, la Las Vegas Europea riflette luci grazie soprattutto al Perla, Casinò & Hotel che con la sua struttura, che ricorda una grande nave transoceanica, rappresenta il casinò più grande d’Europa.  L’intrattenimento dei propri ospiti costituisce una delle punte di diamante dell’offerta, per questo oltre ad un’offerta alberghiera di prim’ordine, 1.138 slot machine e 68 tavoli da gioco, presso la sala spettacoli Arena sovente vengono organizzati spettacoli e concerti con ospiti le grandi star italiane. Nel corso dei mesi di novembre e dicembre all’insegna dell’intrattenimento il 26 novembre salirà sul palco la PFM, il 12 dicembre un’incantevole Rossella Brescia interpreterà la Carmen, mentre il 17 dicembre sarà la volta di Ivano Fossati.  Il Gruppo Hit (www.hit.si) è la più importante corporate turistica multinazionale presente in Slovenia: la sua mission principale si basa sullo sviluppo del turismo all’interno del loro settore primario “gioco ed intrattenimento” che si allarga secondariamente in offerte di ulteriori servizi turistici per la clientela. Il Gruppo Hit gestisce diverse prestigiose strutture tra alberghi, ristoranti e centri benessere in Slovenia, Croazia, Bosnia ed Erzegovina e Montenegro. http://www.bluwom.com (rossella, ivano)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tornareccio dona un mosaico a Poggio Picenze

Posted by fidest press agency su lunedì, 31 agosto 2009

Gino Marotta - La rosa sibillina.tornareccioTornareccio ha deciso di donare agli abitanti di Poggio Picenze, in provincia di L’Aquila, uno splendido mosaico, riproduzione del bozzetto di Gino Marotta “La rosa sibillina”, opera fuori concorso della quarta edizione di “Un mosaico per Tornareccio”, l’originale iniziativa ideata dal gallerista e mecenate Alfredo Paglione. Oltre al dono del mosaico a Poggio Picenze, che sarà installato nel cuore del paese colpito dal terremoto, nel corso della serata sono stati annunciati anche i vincitori del 2009, i cui bozzetti diventeranno mosaici nel 2010, aggiungendosi ai venticinque già installati sulle facciate delle abitazioni della “capitale abruzzese del miele”: Adelchi Riccardo Mantovani, primo assoluto, autore di “Cuore di cera”, Aurelio Bulzatti, autore di “Meditante”, e Paola Campidelli, autrice di “Camelia japonica”, finanziati rispettivamente dal Comune di Tornareccio, dalla Fondazione Carichieti e dalla Banca di Credito Cooperativo Sangro Teatina. Come sempre, se dovessero manifestarsi nuovi finanziatori, il numero dei bozzetti da trasformare in mosaici potrebbe aumentare. Altre importanti novità, infine, sono state annunciate dall’associazione Amici del Mosaico Artistico, che insieme al Comune di Tornareccio organizza l’iniziativa: l’anno prossimo la manifestazione si arricchirà di due mosaici donati dalle famiglie dei maestri Michele Cascella e Carlo Mattioli, che si aggiungeranno a quello donato quest’anno dalla famiglia del grande Gino Severini. I tre mosaici andranno ad “arredare” una piazzetta del centro storico, destinata ad ospitare i mosaici che le famiglie di grandi artisti del Novecento vorranno donare a Tornareccio, contribuendo ad elevare ulteriormente il prestigio della manifestazione. L’anno prossimo, inoltre, una sezione del concorso sarà specificamente riservata agli alunni delle scuole elementari della provincia di Chieti, chiamati a diventare piccoli “bozzettisti” accanto ai grandi maestri in concorso. Infine, nel corso di “Tornareccio Regina di Miele”, la tradizionale rassegna che si svolgerà sabato 26 e domenica 27 settembre, il Gruppo Mosaicisti di Ravenna, che da quattro anni realizza i mosaici di Tornareccio, terrà coinvolgenti laboratori di mosaico aperti a tutti.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il grande obiettivo dell’esplorazione interplanetaria

Posted by fidest press agency su lunedì, 24 agosto 2009

Oggi, a più riprese, assistiamo a numerosi tentativi dell’uomo di portarsi al di fuori del proprio pianeta con tutti i mezzi possibili e ci chiediamo il motivo di tutto questo dispendio di energie e di ingegni. La risposta, ovviamente, è sempre la stessa: noi tendiamo a librarci nello spazio alla ricerca di ciò che non riusciamo a trovare sulla terra: vogliamo sapere come il sistema solare è formato, come la vita è nata è cresciuta, ovvero cerchiamo l’origine di tutte le origini. Biologia, sistemi planetari, geologia dei pianeti, chimica delle loro atmosfere e quanto altro appartengono ad un unicum le cui definizioni al momento ci sfuggono. Sono tanti pezzi di un mosaico che non riusciamo a comporre se non in minima parte. Poca o grande importanza potrebbe avere la convalida dell’esistenza dell’acqua sul pianeta rosso, se non attribuissimo ad essa la fondatezza che la vita così come la stiamo vivendo sulla terra è possibile ed esiste altrove, sia pure in altre forme evolutive, forse maggiori, forse minori delle nostre. Il  tutto lo facciamo dipendere da ciò che ci consente di vivere sulla terra: acqua, aria, temperatura, clima, catena alimentare. Ma altre combinazioni non sono possibili? Non è forse il nostro un semplice adattamento a questo ambiente, ma che potrebbe tradursi in assetti ambientali diversi e strutture fisiche conformi? Può darsi. La certezza, parlando intorno a confini estremi nessuno può darcela in termini assiomatici. Ed è qui che la ricerca si muove a 360 gradi nulla escludendo ma forse così facendo si disperde intorno ai particolari senza poter centrare l’obiettivo finale.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il lago Turkana

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 agosto 2009

(ex Rodolfo), nel Kenya settentrionale, fa parte del sistema della Rift Valley, la spaccatura tettonica che si apre dalla Giordania fino al Mozambico. Le particolari condizioni climatiche, dovute a tale fenomeno, una decina di milioni di anni fa trasformarono l’area in una palestra evolutiva, a causa degli ambienti a mosaico che si andavano formando attorno alle rive del lago. Ancora oggi, su distanze relativamente brevi, si passa dal deserto (Chalbi) alla savana (Sibiloi), dal semideserto lavico (Lenterit) alla foresta con orchidee e nettarine (monte Kulal). Questa eccezionale biodiversità favorì, a partire dai quattro milioni e mezzo di anni fa, l’evoluzione di varie specie di scimmie bipedi, gli ominidi antenati di Homo sapiens. In vari siti delle rive occidentali e orientali (Koobi Fora e Allia Bay, di particolare interesse per il Programma), furono trovate le prove fossili del processo di ominazione, in sequenza continua. Biodiversità in ambiente semiarido e storia dell’evoluzione umana sono pertanto elementi che portano il lago Turkana all’attenzione di scienziati e persone comuni, facendone un patrimonio dell’umanità da preservare. Nonostante l’asprezza del luogo fisico ne faccia un ambiente ostile, con forti venti, temperature elevate e un’umidità relativa che non supera il 40%, qui vive un alto numero di persone, suddivise in varie popolazioni con tratti culturali e lingue distinti (Borana, Dassanetch, El Molo, Gabbra, Rendille, Samburu, Turkana, più minoranze somale ed etiopi). Il lago Turkana è un’area tampone per l’esercizio della pastorizia nomade. Gli El Molo, la più piccola tribù d’Africa, stanziati sulla riva orientale da tempi immemorabili, sono pescatori. Il pesce, come risorsa alimentare ed economica, è stato recuperato dalle altre popolazioni pastorali dopo la carestia del 1960. Il lago di per sé è un ambiente particolare: ospita una popolazione di 30 000 coccodrilli ed è una delle stazioni migratorie più importanti d’Africa per uccelli limicoli, quali le oche egiziane e i fenicotteri rosa. L’insieme lago-entroterra e un ecosistema in disequilibrio: al Turkana occorre realizzare uno sviluppo a partire da condizioni locali e non verso obiettivi prefigurati.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Chi attacca l’eolico non vuole salvare il clima

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 luglio 2009

Per il settore elettrico italiano, dire che l’eolico produca “briciole di energia” è del tutto sbagliato. Gli obiettivi europei al 2020 prevedono, per il settore elettrico in Italia, un incremento della produzione da fonti rinnovabili di 50-54 TWh (miliardi di kWh). Il potenziale dell’eolico al 2020, limitato dai criteri ambientali definiti da un protocollo tra produttori e associazioni ambientaliste, è di 16 GW per una produzione totale di 27 TWh. In sostanza, circa metà dell’obiettivo al 2020 si può coprire con l’eolico. Il resto può venire dal solare fotovoltaico, dall’uso sostenibile delle biomasse, dal geotermoelettrico, dall’espansione del mini-idroelettrico. Nessuna fonte energetica rinnovabile da sola è decisiva: la strategia deve necessariamente comporre un mosaico di fonti, e l’eolico è proprio la fonte che da sola può dare le maggiori quantità di elettricità senza emissioni di CO2. Per Gianni Silvestrini, direttore scientifico del Kyoto Club, “puntare sull’eolico in Italia è anche una straordinaria occasione per l’industria nazionale e per tutta la filiera; significa creare nuova occupazione nella green economy, oggi la più concreta strategia contro la recessione. Secondo uno studio GSE-IEFE Bocconi il solo comparto eolico ha un potenziale in Italia al 2020 di circa 78mila unità, il 31% sul totale di tutta l’occupazione nelle fonti rinnovabili”. “Le installazioni eoliche in Italia sono realizzate soprattutto in aree rurali e montane, spesso abbandonate e non utilizzate né a fini agricoli né per il pascolo. L’eolico consente invece una ricaduta positiva in termini occupazionali ed economici, impensabile con altre opzioni economiche ed energetiche, e senza danni per il turismo”, dice il direttore scientifico del Kyoto Club. “Sempre in termini di sviluppo economico – conclude Silvestrini – va ricordata l’esperienza di centinaia di migliaia di agricoltori danesi e tedeschi che traggono parte del loro reddito proprio dalla produzione di elettricità da fonte eolica”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »