Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n°122

Posts Tagged ‘motivi’

Permesso di soggiorno per motivi umanitari

Posted by fidest press agency su sabato, 7 ottobre 2017

tribunale-milano“Da sempre Forza Italia si batte per chiedere l’abolizione del permesso di soggiorno per motivi umanitari: una stortura tutta italiana, che non trova applicazione negli altri Paesi europei e che porta ad elargire autorizzazioni per rimanere in Italia, concedendo, di fatto, con fin troppa generosità, una terza via, qualora non vi siano i presupposti per concedere il permesso per asilo politico o per protezione sussidiaria, prevista per condanna a morte o rischio di vita per conflitti bellici. Colpisce la vicenda, riportata proprio in questi giorni da alcune testate giornalistiche, di un permesso di soggiorno per motivi umanitari concesso dal Tribunale di Milano ad un ghanese, il quale, vistosi rifiutare lo status di rifugiato dalla Commissione territoriale, avrebbe addotto la paura del malocchio come motivazione a sostegno del proprio ricorso. Una storia tutta italiana che, qualora venisse confermata, dimostrerebbe ancora una volta le falle di un sistema che lascia aperta la facoltà di applicare disposizioni giuridiche fondate su basi umanitarie a maglie troppo larghe, nelle cui pieghe si insinuano migranti irregolari, che chiedono protezione con motivazioni che in Europa non verrebbero nemmeno prese in considerazione. Noi di Forza Italia chiediamo un intervento del Governo serio perché faccia propria la nostra proposta di definitiva abolizione del permesso di soggiorno per motivi umanitari, promuovendo una decisa applicazione del principio del tertium non datur, o si ha diritto alla protezione oppure non lo si ha, al fine di non creare più margini di incertezza applicativa e non lasciare spazi a terze vie che causano episodi come quello riportato sopra”.

Posted in Diritti/Human rights, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Decisione del Consiglio di Stato conferma legittimità dell’impianto del Decreto Bondi

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 febbraio 2015

giustiziaLa sentenza parziale del Consiglio di Stato conferma la piena legittimità del Decreto dell’allora Ministro Bondi rigettando nel merito tutti i motivi di ricorso degli appellanti.“Le censure dedotte sono infondate e vanno respinte: le sentenze impugnate del TAR meritano di essere confermate”, un pronunciamento piuttosto eloquente ed emblematico a favore delle ragioni dei titolari dei diritti e del provvedimento del 2009 con si è previsto l’aggiornamento dei compensi per copia privata.La remissione alla Corte di Giustizia dell’Unione Europea per uno specifico e limitato aspetto, relativo alla compatibilità del nostro impianto normativo (primario e secondario) per l’esenzione ex ante del prelievo per gli usi esclusivamente professionali, tramite protocolli applicativi, non sposta di una virgola il giudizio complessivo sul sistema di prelievo italiano e cioè di conformità, proporzionalità e ragionevolezza del quadro vigente, aggiornato, come noto, nel 2014 dal Ministro Dario Franceschini.La Sesta Sezione della massima giustizia amministrativa ha infatti ribadito, in tutte le sue parti, le decisione assunte dal TAR, confermando l’infondatezza e l’inconsistenza giuridica del ricorso degli appellanti, sottolineando, ancora una volta, che ciò che conta ai fini della soggezione all’obbligo di pagamento dell’equo compenso è che apparecchiature, dispositivi e supporti di riproduzione siano idonei (“la mera capacità, idoneità, potenzialità di realizzazione di copie private da parte di tali apparecchi”) a essere utilizzati per realizzare copie private, potendo causare un pregiudizio potenziale all’autore dell’opera protetta.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lettera a un parlamentare

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 aprile 2012

La nostra iniziativa ha lo scopo di sensibilizzare un parlamentare per sottoporre alla sua attenzione una situazione che è stata segnalata dai nostri lettori e che per avere uno sbocco richiede una iniziativa parlamentare sia sotto forma di “raccomandazione” sia di proposta legislativa.
Questa volta abbiamo pensato all’on.le Lino Miserotti per due precisi motivi. E’ di fresca nomina in quanto è subentrato alla Camera il 4 aprile corrente e proviene dalle file del Partito dei Pensionati che per la prima volta fa ingresso in parlamento dalla sua costituzione (oltre 20 anni).
Cosa avremmo voluto esporgli? In effetti non abbiamo potuto farlo perché pur avendoci fissato un appuntamento di fatto si è reso irraggiungibile. Ora lo facciamo pubblicamente con la speranza che altri autorevoli lettori possano colmare questo gap che si è presentato.
La prima indicazione è relativa ai rimborsi fiscali. l’Italia si aggiudica il ‘primato mondiale’ per la lentezza nei rimborsi fiscali con 14,3 anni. Negli altri paesi d’Europa la media è intorno ai 12 mesi. Tutto questo accade perché non solo le Amministrazioni finanziarie, dopo 12 anni, non ha ancora dato attuazione all’art. 8 dello Statuto del contribuente, in dispregio della Carta Costituzionale, ma soprattutto perché il Governo ha ridotto le dotazioni del programma di spesa per i rimborsi d’imposta. In Italia, in cinque anni, il debito pubblico per i rimborsi fiscali si è quasi triplicato passando da 18,9 miliardi del 2007 a 54,2 miliardi del 2012, da rimborsare a 12,8 milioni di contribuenti.
A nostro avviso occorre una proposta di legge che fa obbligo al fisco di rimborsare i contribuenti creditori entro due anni. Per noi è una questione di costume, oltre che di giustizia in quanto se fosse accaduto il contrario lo Stato avrebbe esercitato da subito la mannaia di Equitalia con tanto di aggravi di spesa e interessi usurai.
La seconda richiesta riguarda gli sgravi fiscali per gli anziani che hanno a carico figli o nipoti disoccupati. Ci risulta che sono numerosi questi casi soprattutto nel meridione. E’ un aspetto umano e sociale ragguardevole in quanto possiamo dire che pur avendo pensioni misere questi anziani si sobbarcano anche l’onere di sostenere, per quel che riescono a fare, il peso di una situazione che investe in modo grave la disoccupazione giovanile.
Vediamo se la politica sa avere anche il volto umano come qualcuno paventa quasi a volersi ripulire in qualche modo dalle sue colpe. E noi la sfidiamo sui fatti concreti. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Giorgio Agamben La potenza del pensiero

Posted by fidest press agency su martedì, 7 settembre 2010

Giorgio Agamben ha raccolto in questo volume un’ampia scelta dei suoi saggi inediti o sparsi in riviste oggi introvabili, dal 1980 a oggi. Ordinati in tre sezioni distinte (Linguaggio, Storia, Potenza), i diversi motivi del suo pensiero ruotano ostinatamente intorno a un unico centro, che il titolo compendia nella formula: la potenza del pensiero. In ognuno di questi testi è, infatti, in corso un esperimento, in cui la posta in gioco è ogni volta l’uomo come essere di potenza, che nessun compito storico, nessuna opera e nessuna vocazione biologica possono esaurire, ed è, per questo, irrevocabilmente assegnato alla felicità e alla politica. EAN 9788854504318 416 pagine  Euro 12,50
Giorgio Agamben si è dimesso dall’insegnamento nell’università italiana. Con Homo sacer (Einaudi 1995) ha segnato una nuova direzione nel pensiero politico contemporaneo. Tra le sue opere: La comunità che viene (Einaudi 1990); Mezzi sen¬za fine. Note sulla politica (Bollati Boringhieri 1996); Quel che resta di Auschwitz (Bollati Boringhieri 1998); Il tempo che resta. Un commento alla Lettera ai Romani (Bollati Boringhieri 2000); L’aperto. L’uomo e l’animale (Bollati Boringhieri 2002); Lo stato di eccezione (Bollati Boringhieri 2003); Il Regno e la Gloria (Neri Pozza 2007; Il sacramento del linguaggio (Laterza 2008).

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Regionali? Annullarle

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 marzo 2010

Dichiarazione dei Senatori Radicali Marco Perduca e Donatella Poretti candidati nella Lista Bonino-Pannella in Toscana. ‘Ci teniamo a rassicurare l’Onorevole Toccafondi che per quanto riguarda la riammissione della lista Bonino-Pannella in Toscana in seguito a un ricorso presentato a Pistoia non ci son stati due pesi e due misure. Se in Toscana la Corte di Appello riammette le liste escluse in un primo momento e in Lombardia e Lazio no vuol dire che gli esclusi son riusciti a dimostrare di aver agito scondo la legge. I motivi dell’esclusione iniziale a Pistoia non erano simili ai casi della Lombardia o del Lazio. Toccafondi può toccare per credere. La politica del ‘tutti colpevoli, nessuno colpevole’ l’abbiamo gia’ sentita, ma ha sempre fatto l’economia della verità. Per settimane abbiamo denunciato come da parte del Ministro Brunetta non fosse stata fatta la necessaria informazione su tutti gli adempimenti necessari per le autentiche a norma di legge. Se l’ignoranza della legge non è una scusante, le gravissime omissioni del Governo nella fase della presentazioni delle liste da noi documentate han sempre trovato silenzio e sfotto’ come risposte. A buon intenditor poche parole, chi e’ causa del suo mal… Oggi si può “sanare” solo annullando le elezioni per Ia loro grave illegalità. Che ne pensa Toccafondi?

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Progetto Sicomoro

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 febbraio 2010

Castellammare (Na) dal 19 al 21 febbraio a più di 50 volontari dell’associazione Rinnovamento nello Spirito Santo, verranno formati per dar vita anche in Campania al “Progetto Sicomoro” volto alla redenzione spirituale e morale dei detenuti. A formare i volontari, che opereranno in alcuni carceri della Campania saranno alcuni esperti di Prison fellowship International, il più grande network cristiano impegnato nel mondo carcerario, e operante già in 115 Paesi, tra cui l’Italia dove ha dato vita a Prison Fellowship Italia Onlus (P.F.It) di cui è presidente Marcella Reni, attuale direttore RnS. Lo spirito del progetto è evangelizzare all’interno delle carceri sia i detenuti che le vittime e far incontrare e dialogare gli autori dei reati e chi li ha subiti, per cercare di capire i motivi, le azioni e le reazioni degli uni e degli altri. Due, quindi, gli obiettivi: la “giustizia restituiva” per chi ha subito il crimine e la riabilitazione morale e spirituale. Gli incontri si articoleranno in un percorso a tappe. Otto saranno le sessioni che, partendo da racconti biblici e da esempi concreti di vita, porteranno all’assunzione della responsabilità, al perdono ed alla riconciliazione. «Dal Giubileo nelle Carceri del 2000 – dichiara il presidente del Rinnovamento, Salvatore Martinez – si è rafforzata in noi la coscienza che non c’è bene comune senza buone prassi educative e rieducative. Mancano cammini di redenzione e di crescita personale e familiare, che diano credito e soggettività sociale ai detenuti e agli ex detenuti».

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La copertura legale a report

Posted by fidest press agency su martedì, 8 settembre 2009

Dichiarazione di Marco Perduca co-vicepresidente del senato Partito Radicale Nonviolento eletto Senatore nelle liste del Pd: “Per una volta che esiste una trasmissione RAI svolge attività da ‘servizio pubblico’ in un’azienda che si caratterizza sempre più come un partito politico con correnti e scontri volti a escludere i nemici quanto i temi e gli approfondimenti di stretta attualità, si viene a sapere che non verranno coperte le spese legali per difendere i giornalisti da possibili cause portate avanti dai soggetti al centro delle inchieste della trasmissione. Occorre che la RAI spieghi pubblicamente quali siano i motivi politici ed economici di questo grave precedente, per questo con la Senatrice Poretti abbiamo depositato un’interrogazione al Ministro Tremonti.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scandalo mense scolastiche

Posted by fidest press agency su martedì, 8 settembre 2009

Il quadro igienico-sanitario emerso dai 174 controlli operati dai Nas tra gennaio e agosto sulle mense scolastiche italiane è allarmante: cibo scadente, norme igieniche non rispettate, locali e apparecchiature non a norma. Casi sporadici? Non proprio. L’operazione del Nucleo Antisofisticazione e Sanità dei Carabinieri ha evidenziato come ben il 30% delle mense scolastiche nazionali sia irregolare. Praticamente una su tre. Un dato angosciante che ha portato alla chiusura di quindici strutture per motivi di salute pubblica, al sequestro di due mense e di oltre 3,6 tonnellate di alimenti ancora in corso di analisi e alla denuncia di ventotto persone presso le Procure della Repubblica. Il tutto a una settimana dall’inizio del nuovo anno scolastico che si annuncia già problematico dal punto di vista sanitario a causa della prevista pandemia della nuova influenza. “Scoprire che un terzo delle mense scolastiche italiane è fuori norma è inquietante – ha dichiarato Annalisa Martino, responsabile dell’Italia dei Diritti per la scuola e l’istruzione -, specialmente se si considera che i fruitori delle mense sono soggetti giovani che hanno pieno diritto a un’alimentazione sana e corretta. Come insegnante non posso che parlar bene della mia esperienza perché ho sempre lavorato in Comuni che, a partire dall’acquisto dei cibi fino al discorso logistico, hanno sempre mostrato una sensibilità verso tale argomento”. In merito alla vicenda è intervenuto anche Manlio Caporale, responsabile per la sanità del movimento presieduto da Antonello De Pierro: “Una struttura su tre è un dato sicuramente allarmante. C’è da domandarsi perché devono arrivare i Nas a fare accertamenti a posteriori anziché fare norme a monte prima di dare un appalto di gara. Se non vengono rispettate neanche le norme igieniche minime, quale può essere la qualità dei prodotti affidati ai nostri figli? E’ una cosa molto triste. Il vitto che si dà nelle mense è destinato a ragazzi in via evolutiva e non può prevalere il prezzo sulla qualità”.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Arriva la “Gustosofia”

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 luglio 2009

E’ lo stile di vita che insegna a dare almeno il 30% in piu’ di gusto alla vita. Poche semplici indicazioni per imparare a riscoprire trucchi, segreti e strumenti per assaporare al meglio ogni momento delle vacanze estive. Litigiosi, sempre pronti a lamentarsi, convinti di dover arrivare prima degli altri, eternamente insoddisfatti. E’ questo il quadro che appare analizzando l’atteggiamento e i comportamenti degli italiani in vacanza. Oltre sette esperti su dieci non hanno dubbi: bisogna tornare a gustarsi la vita.  E’ quanto emerge da uno studio promosso da Aranciate Sanpellegrino, condotta attraverso 180 interviste a psicologi, sociologi, esperti di tendenze, giornalisti e opinion maker, con l’obiettivo di individuare, grazie a questo osservatorio privilegiato, “le regole, i segreti e i paradigmi” per aggiungere almeno un 30% di gusto alle proprie vacanze e all’estate in generale. Gli italiani in vacanza? Per il 75% degli esperti sono incapaci di godersele. I motivi? Danno tutto per scontato, inseguono l’impossibile e vogliono “tutto e subito” Secondo il 75% degli esperti gli italiani sono ormai incapaci di “gustarsi la vita” anche e soprattutto in vacanza. Basterebbe, per sette su dieci (71%), riuscire a ricavare il meglio da ogni situazione, ma anche vivere ogni momento con intensita’ (69%), assaporando fino in fondo anche un semplice giro sul pattino. Il 65% degli intervistati afferma che bisogna cercare il lato positivo in ogni momento della giornata e per tutto l’arco delle ferie. Questo spesso significa anche non immaginarsi e sognare cose impossibili e/o inarrivabili (57%), atteggiamento che non va confuso con la mancanza di aspirazioni, ma semplicemente nel vivere le vacanze in maniera piu’ intensa ed essere a proprio agio in ogni circostanza (rispettivamente 46% e 41%), dal Billionarie al chiosco in spiaggia, dal rifugio in montagna all’agriturismo. Ma il vivere le vacanze con piu’ gusto a cosa e’ “legato”? Sicuramente non al denaro: solo il 5% degli intervistati infatti lo pone tra gli elementi piu’ importanti. Di fatto il vivere la vacanza con piu’ gusto secondo il 75% degli esperti intervistati e’ legato esclusivamente ad un modo di porsi nei confronti della vita, insomma ad una vera e propria Gustosofia che consente di assaporare e gustare al meglio ogni piccola cosa. Attenzione pero’, questo non significa poter fare tutto cio’ che passa per la testa, ma vivere la quotidianita’ delle ferie riuscendo ad uscire dalla solita routine lavorativa grazie alla fantasia e alla capacita’ di stupirsi (66%) e alla volonta’ di “fuggire” dal divertimento preconfezionato (62%). Fondamentale l’atteggiamento e il pensiero positivo e la volonta’ di non rovinarsi i momenti di relax con le proprie mani (53% e 49%).

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »