Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘mozione’

Mozione urgente per salvare il Casinò di Campione d’Italia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 marzo 2019

Milano. Una mozione urgente per scongiurare la chiusura definitiva del Casinò di Campione d’Italia. La richiesta, presentata in Regione Lombardia pochi minuti fa, è stata sottoscritta da un gruppo di consiglieri regionali tra cui Raffaele Erba del Movimento 5 Stelle.
Attraverso la mozione, i consiglieri chiedono alla Giunta regionale di stimolare il Governo per cercare di risolvere la complicata situazione della casa da gioco.“Considerato che il territorio di Campione d’Italia non ha paragoni né è assimilabile a nessun altro Comune della Repubblica Italiana e tale peculiarità presuppone misure ed interventi straordinari che possano permettere a questa exclave e ai propri cittadini italiani di poter guardare al futuro con un minimo di prospettiva e di fiducia – premettono i firmatari della mozione – invitiamo il Presidente e la Giunta regionale a chiedere al Governo di prendere provvedimenti urgenti al fine da poter consentire un possibile rilancio del tessuto economico e produttivo”.In particolare, nella mozione si chiede allo Stato di mettere a disposizione un eventuale supporto tecnico, se richiesto dal Commissario Straordinario appena nominato.
“Il Governo ha già posto in essere delle misure nel Decreto Fiscale per supportare il Casinò di Campione e offrire delle agevolazioni – commenta Raffaele Erba del Movimento 5 Stelle – Ma sono d’accordo con le richieste contenute nel documento perché è indispensabile una riflessione sugli ulteriori strumenti di rilancio economico del territorio di Campione che la mozione chiede. Suggeriamo alla Giunta Regionale di valutare una richiesta che vada nella direzione della diversificazione del tessuto economico locale.
Gli effetti del basare l’economia locale su un unico settore sono evidenti”.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Senato discuta mozione FdI su riserve auree

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 febbraio 2019

“Fratelli d’Italia chiede che sia discussa con urgenza in Aula la mozione che abbiamo presentato, che stabilisce che le riserve auree detenute dalla Banca d’Italia sono di proprietà dello Stato italiano e non di Bankitalia, e che quelle ancora detenute all’estero ritornino in Patria. E questo anche per riempire il vuoto normativo esistente e stabilire l’effettiva titolarità delle riserve”. A dirlo in Aula al Senato il vicepresidente vicario del gruppo di Fratelli d’Italia, Isabella Rauti.”Riteniamo che alla luce del dibattito che si sta sviluppando in questi giorni sia necessario e urgente che l’Aula discuta e si confronti nel merito, e questo anche per fugare definitivamente qualsiasi ipotesi di disporre liberamente di queste riserve auree. L’oro è degli italiani, rappresenta un patrimonio della nostra Patria, e nessuno può pensare di utilizzarlo per correggere le disastrose politiche economiche del governo o, peggio ancora, per finanziare le proprie promesse elettorali”, conclude la senatrice Rauti.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mozione Rappresentanza Militare 2.0. Si va verso una rappresentanza sindacale?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 settembre 2018

Le elezioni per il rinnovo dei tre livelli ordinativi degli Organismi di Rappresentanza Militare devono ancora concludersi e il nascente XII mandato è già ad un punto di svolta.
Il 13 giugno la Corte Costituzionale ha depositato la sentenza 120/2018 con cui dichiara l’illegittimità dell’art. 1475 comma 2 del Codice dell’Ordinamento Militare, spalancando così le porte alle associazioni tra militari a carattere sindacale.
E’ vero che tale previsione andrà normata in tempi che non possiamo prevedere quanto saranno lunghi, ma è innegabile che questa sentenza certifichi fin da subito ciò di cui gli addetti ai lavori sono da tempo coscienti: l’obsolescenza e l’inadeguatezza degli strumenti attualmente a disposizione degli Organismi di Rappresentanza per svolgere il proprio compito.
Nell’era dei blog, dei social network e delle chat come si possono rappresentare i colleghi restando intrappolati da pochi articoli di un Codice che, anziché dire al delegato cosa può fare, lo vincolano al divieto di esprimere la propria opinione al di fuori dell’assemblea e di divulgare le stesse delibere (fatta eccezione per quelle del COCER)?
Se queste norme fossero davvero adeguate non ci sarebbe motivo di passare all’associazionismo ed ai sindacati. Ma durante l’XI mandato proprio il nostro COCER è stato capace di difendere ciò che è indifendibile e di affermare in udienza presso la Commissione Difesa della Camera dei Deputati che tra un Organismo di Rappresentanza ed un sindacato non c’è poi molta differenza, rinunciando a proporre concretamente un nuovo modello e limitandosi ad attendere passivamente una inevitabile riforma della Rappresentanza Militare.
Lo scenario è cambiato. Il XII mandato è appena iniziato ma il tempo è già poco. Stavolta la Rappresentanza cambierà davvero natura e non possiamo rimanere passivi ad attendere che tutto ci piova imposto dall’alto. Consapevoli che abbiamo comunque perso, perché l’apertura verso una forma più moderna di tutela del personale doveva essere una nostra conquista e non un regalo, adesso dobbiamo tutti, dai COBAR al COCER, essere protagonisti decisivi della riforma che verrà.
Propongo pertanto di interessare il nascituro COCER, tramite il COIR, affinchè fin da subito:
– vengano disciplinate le opportune modifiche al Codice dell’Ordinamento Militare per consentire anche ai delegati degli organismi periferici di poter utilizzare nella massima tutela i moderni strumenti tecnologici per comunicare con la base rappresentata;
– venga posto prioritario impegno a svolgere un ruolo attivo, ed in osmosi con la periferia, nel processo che porterà alle associazioni sindacali. (fonte: Comando Legione Carabinieri Sicilia
Consiglio di Base di Rappresentanza)

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Mozione in Senato per stabilizzare i diplomati magistrale e i laureati in Scienze della formazione primaria

Posted by fidest press agency su sabato, 2 dicembre 2017

aula senatoL’iniziativa potrebbe costituire una prima risposta alla stabilizzazione delle due categorie di docenti precari più danneggiate dalla riforma Renzi-Giannini: si chiede il riconoscimento del valore dell’abilitazione conseguita dai diplomati magistrale entro il 2001/02 e l‘inserimento nelle GaE; per i laureati in Sfp, attualmente esclusi dalle GaE, si chiede l’inserimento in una nuova fascia delle stesse graduatorie, oppure di predisporre un ulteriore canale valevole per il 20 per cento dell’accesso ai ruoli nella scuola dell’infanzia e primaria, nella forma di una graduatoria regionale. Nella mozione si fa anche riferimento alla necessità di definire i piani di studio, le modalità attuative e quelle organizzative del corso di specializzazione in pedagogia e didattica speciale per il sostegno. Marcello Pacifico (Anief-Cisal): Entrambe le categorie servono e serviranno molto alla scuola italiana: perché si sono formate, in periodi diversi, per raggiungere lo stesso scopo, ovvero diventare maestri ed educatori. La maggior parte di loro opera stabilmente da tempo. È un falso problema quello della scarsa preparazione dei diplomati magistrale, usato da qualcuno che vuole distogliere l’opinione pubblica dalla vera problematica: il loro status di precari storici sfruttati da anni. In tribunale abbiamo difeso entrambe le categorie: l’apertura delle GaE del 2012, solo per fare un esempio, fu proprio dedicata agli abilitati in Scienze della formazione primaria. Abbiamo agito anche alla “fonte”: nella manovra di fine Governo, attraverso degli emendamenti specifici al disegno di legge 2960, abbiamo chiesto la stabilizzazione di questi insegnanti dimenticati colpevolmente. Serve, oggi più che mai, una norma per bandire finalmente dei concorsi riservati e reclutare tutti questi precari attingendo dalla seconda fascia delle graduatorie d’Istituto o riaprendo le GaE. Oppure prevedere anche per primaria e infanzia la “fase transitoria” già prevista per i precari della scuola secondaria con graduatorie regionali degli abilitati da cui attingere per le immissioni in ruolo, graduandoli in base ai titoli e ai servizi.

Posted in Politica/Politics, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Banche: Mozione per commissione d’inchiesta

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 gennaio 2017

camera deputati“Settimana decisiva per il ‘salvabanche’. Oggi alla Camera abbiamo una mozione di Forza Italia, a mia firma, con la quale chiediamo una Commissione parlamentare d’inchiesta. Chiediamo di fare chiarezza su Monte dei Paschi ma non solo, anche su tutti i provvedimenti del governo Renzi, nei suoi mille giorni, sul sistema bancario. Provvedimenti disastrosi che hanno distrutto le nostre banche”.Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, parlando con i giornalisti in sala stampa a Montecitorio.“Noi chiediamo una Commissione parlamentare d’inchiesta per fare luce innanzitutto su Monte dei Paschi, sui crediti deteriorati, su chi non ha restituito i soldi, su chi ha portato al crack, sia clienti che funzionari e dirigenti. Vogliamo chiarezza.Domani ci sarà il voto in Aula e vedremo se il Partito democratico si opporrà ancora alla richiesta che facciamo in maniera netta sulla Commissione parlamentare d’inchiesta e su ‘fuori i nomi’. Vogliamo i nomi di tutti quelli che hanno preso i soldi, non i poveracci o le piccole aziende ma i grandi debitori che non hanno ancora restituito i soldi.Chiediamo anche l’accertamento della responsabilità di tutti quei dirigenti che in questi anni hanno affossato la banca, e sulla scia di Monte dei Paschi vogliamo chiarezza su tutto il resto dei provvedimenti di Renzi sul sistema bancario, sulle quattro banche risolte (Banca Marche, Popolare dell’Etruria, Cassa di risparmio di Ferrara e Cassa di risparmio di Chieti) su cui ci sono ancora contenziosi aperti. Non è stato ristorato nessun risparmiatore, i cittadini sono esasperati”, ha sottolineato.

Posted in Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mozione Corberi: accolte le modifiche del M5S Lombardia

Posted by fidest press agency su domenica, 31 luglio 2016

regione lombardiaIl Consiglio regionale ha approvato una mozione per il rilancio del Corberi di Limbiate con il voto favorevole del Movimento 5 Stelle.
Nel corso della discussione M5S ha presentato numerose modifiche e integrazioni alla mozione di Forza Italia che sono state accolte positivamente dall’Aula.Per Gianmarco Corbetta, consigliere del M5S Lombardia, dichiara: “Grazie al nostro lavoro, ora la Regione lavorerà al riconoscimento della natura socio-sanitaria dell’assistenza erogata al Corberi, superando finalmente quella sorta di “limbo” in cui versa ormai da troppi anni. E’ un primo fondamentale risultato per salvare il Corberi dal declino”.”Ci siamo poi attivati – continua il capogruppo del M5S Lombardia – affinché nella realizzazione del progetto “Cittadella della Fragilità” venga mantenuta la natura pubblica del presidio: siamo favorevoli al rilancio del Corberi, ma niente speculazioni private. Infine, ci siamo battuti perché tutti i 109 pazienti attualmente presenti nella struttura rimangano dove sono (stop alla politica dei trasferimenti); devono inoltre essere tutelati i posti di lavoro e coinvolti le associazioni dei parenti dei pazienti in tutte le fasi dell’iter decisionale”.”Ora vigileremo affinché questo atto di indirizzo del Consiglio Regionale non resti lettera morta, come troppo spesso succede in questi casi. Maroni e la sua Giunta faccia la sua parte per assicurare nuova vita al Corberi, garantendo la continuità assistenziale e migliorando la qualità di vita degli ospiti residenti”, conclude il consigliere regionale.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tav: mozione parlamentare

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 marzo 2012

Italiano: Ramat, frazione di Chiomonte (Valle ...

Italiano: Ramat, frazione di Chiomonte (Valle di Susa) (Photo credit: Wikipedia)

La Mozione approvata quest’oggi dalla Camera dei Deputati con il voto di tutti i partiti politici (con l’astensione dell’Italia dei Valori) e il parere favorevole del Governo rappresenta un nuovo fondamentale passo in avanti nella realizzazione della nuova linea ferroviaria Torino-Lione e un ulteriore dimostrazione dell’assoluta determinazione dei Parlamentari del PD, del Parlamento e del Governo nel portare avanti gli impegni presi nei confronti dell’Europa. In particolare, con il nostro documento abbiamo chiesto al Governo di dare concreta attuazione alle misure di inserimento territoriale e ambientale della linea (a partire dai cantieri di Chiomonte e di Susa) utilizzando le risorse previste dalla legislazione nazionale in conto compensazioni, per finanziare un piano organico di interventi di accompagnamento alle Comunità Locali che, partendo dal Piano Strategico della Provincia di Torino ed utilizzando anche le opportunità offerte dalla Legge Regionale n. 4/2011 (Legge Cantieri – Sviluppo e Territorio) individui, attraverso il lavoro istruttorio dell’Osservatorio, un quadro di priorità operative per l’allocazione delle risorse secondo un criterio di proporzionalità tra impatti subiti e benefici erogati. Interventi che devono venire a integrare quelli già previsti a suo tempo per il nodo di Torino per il miglioramento del servizio ferroviario passeggeri, con particolare riferimento al servizio ferroviario metropolitano la cui linea FM3 interessa la direttrice della Valle di Susa e per l’avvio di misure di sostegno del riequilibrio modale nel settore delle merci ed il potenziamento della logistica con riferimento ai primi lotti operativi della realizzanda Piattaforma di Orbassano. Inoltre abbiamo chiesto al Governo di attivarsi per reperire, in tempo utile, gli ulteriori fondi necessari finalizzati agli interventi di accompagnamento e inserimento della nuova linea Torino-Lione, con particolare riferimento alla sezione transfrontaliera e ai Comuni sede di cantiere. Da oggi non esiste più alcun dubbio sulla volontà politica di realizzare un’infrastruttura considerata strategica e la riunione del tavolo tecnico-istituzionale con gli amministratori locali svolta ieri a Torino conferma che con il confronto si possono trovare soluzioni ai problemi tecnici, togliendo argomenti a chi pretestuosamente e ideologicamente si oppone alla Tav. A coloro che, come i deputati dell’Italia dei Valori, hanno scelto di non votare la Mozione lasciamo il compito di spiegare all’opinione pubblica la palese contraddittorietà tra gli impegni presi sulla Tav da Di Pietro quando era Ministro e dai dirigenti piemontesi dell’IDV che hanno pubblicamente firmato documenti a sostegno dell’opera.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tibet: mozione solidarietà

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 marzo 2012

Roma “Nella seduta di oggi dell’Assemblea capitolina, chiederò ai pochi gruppi assembleari che ancora non lo hanno fatto di sottoscrivere la mozione di sostegno al popolo tibetano presentata, in occasione del 53° anniversario dell’insurrezione di Lhasa, in tutti i consigli regionali italiani ed in molti consigli comunali. Considerato che Roma Capitale ha conferito la cittadinanza onoraria al Dalai Lama, mi auguro che l’Aula Giulio Cesare esprima domani stesso la solidarietà al popolo tibetano, impegnandosi per esporre il prossimo 10 marzo la bandiera del Tibet in Campidoglio”. È quanto dichiara in una nota il consigliere Pdl di Roma Capitale, Andrea De Priamo, primo firmatario della mozione in Assemblea capitolina.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Idi Sanità, Ugl: “Mozione presentata in Campidoglio”

Posted by fidest press agency su martedì, 13 dicembre 2011

English: View from the Piazza del Campidoglio.

Image via Wikipedia

“Il Consiglio Comunale ha votato all’unanimità la mozione che abbiamo presentato in favore dei lavoratori del Gruppo Idi e si è impegnato ad affrontare la questione in modo solerte, garantendo una risposta entro 48 ore”.
Lo annunciano in una nota il segretario Ugl Sanità Roma e Lazio, Antonio Cuozzo, e le rsa dell’ospedale San Carlo e dell’Idi, Antonio Astorino e Luigi Baroni, al termine dell’incontro di oggi in Campidoglio, dove hanno esposto i problemi dei lavoratori del Gruppo.“Il continuo ritardo nell’erogazione degli stipendi – spiegano – oltre alle immediate difficoltà che reca al personale e alle loro famiglie, produce un clima di incertezza sul futuro delle strutture sanitarie e degli stessi lavoratori. In più, da quasi sei mesi chiediamo un piano industriale che, come gli stipendi, viene costantemente rimandato, ma la situazione è ormai insostenibile”. “Le case farmaceutiche – continua la nota – stanno ritirando man mano tutti i materiali forniti perché non ricevono i pagamenti e tutta questa situazione sta mettendo a rischio anche le prestazioni sanitarie e chirurgiche, in costante diminuzione, a danno di tutti i pazienti”. “Il Consiglio oggi si è impegnato a sostenere presso tutte le sedi istituzionali, la Regione Lazio e la proprietà delle strutture, il rispetto della dignità dei lavoratori garantendone la retribuzione nei giusti tempi. Speriamo – conclude la nota – di essere vicini ad una rapida risoluzione della vertenza”.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Internet: FLI presenta mozione su delibera Agcom

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 luglio 2011

In relazione alla delibera 668/2010/CONS dell’Autorità garante per le comunicazioni, appena pubblicata, il gruppo alla Camera dei Deputati di Futuro e Libertà per il Terzo Polo ha presentato una mozione parlamentare, con la quale s’impegna il Governo “a richiedere – si legge nella mozione – all’Autorità garante per le comunicazioni che sottoponga la delibera sul diritto d’autoreall’attenzione delle Commissioni parlamentari competenti in materia, perché queste possano esprimere i propri pareri a riguardo e verificare che l’atto dell’autorità non ecceda la portata delle funzioni attribuite alla stessa autorità dal Decreto Legislativo 15 marzo 2010, n. 44 (c.d. Decreto Romani)”. Nella mozione si chiede altresì all’esecutivo di “intraprendere quanto prima una riforma organica del diritto d’autore, allo scopo di modernizzare la normativa e contemperare le esigenze di protezione del diritto d’autore con la piena tutela della libertà della Rete, tenendo conto delle proposte già avanzate in materia e coinvolgendo nel processo decisionale tutti i soggetti coinvolti nel sistemadell’informazione, della comunicazione e dell’intrattenimento via web”.
Secondo il documento che FLI sottoporrà alla conferenza dei capigruppo per una rapida calendarizzazione, “l’attenzione suscitatanell’opinione pubblica impone al Parlamento un dibattito ampio sul ruolo delle istituzioni pubbliche e della normativa rispetto alla Rete, che è sempre di più un fattore determinante per il funzionamento della democrazia, per la tutela della libertà di pensiero e di stampa e per l’innovazione economica e sociale”.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Internet: FLI mozione parlamentare su diritto d’autore

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 luglio 2011

Il Gruppo alla Camera di Futuro e Libertà per il Terzo Polo presenterà domani una mozione parlamentare, con la quale si chiederà al Governo di richiedere all’Agcom che sottoponga la delibera sul diritto d’autore all’attenzione delle Commissioni parlamentari competenti in materia, perché queste possano esprimere i propri pareri a riguardo e verificare che l’atto dell’Authority non oltrepassi i termini del decreto Romani fino a prefigurare uno sconfinamento nelle prerogative del legislatore. Nella mozione si chiederà altresì all’Esecutivo di intraprendere, in tempi rapidi, una riforma organica del diritto d’autore, per modernizzare la normativa e contemperare – come auspicato anche dal Presidente Fini – le esigenze di protezione del copyright con la piena tutela della libertà della rete.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mozione del Comitato nazionale di Radicali Italiani

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 luglio 2011

Roma dal 1° al 3 luglio presso la sede di via di Torre Argentina. Al termine dei lavori i radicali hanno stilato la seguente mozione: (in sintesi)
“Siamo sempre più di fronte a una crisi politica da lungo tempo denunciata dai Radicali. E’ una crisi del Governo, della sua maggioranza ma è anche una crisi delle opposizioni dedite a una restaurazione proporzionalista, a ripetitivi appelli alle soluzioni d’emergenza in stile unità nazionale, o, in alternativa, a insistenti sollecitazioni allo scioglimento delle Camere. Non è una crisi di legislatura, è una crisi di regime, dalla quale non si può uscire chiudendosi all’interno dei recinti dei propri partiti e degli equilibri e rapporti partitocratici, veri ghetti di potere sempre più distanti e avulsi dal sentimento e dalle speranze dell’opinione pubblica. Se ne può uscire avendo il coraggio di aprire un dibattito a tutto campo, che coinvolga l’intero Paese, sull’assenza di democrazia, la
sistematica e consapevole violazione da parte delle istituzioni della loro stessa legalità costitutiva, sul soffocamento da parte dei detentori del potere politico dei principi e delle garanzie dello Stato di diritto.
L’elettorato ne è ha stato consapevole e ha dato una manifestazione delle proprie esigenze di cambiamento, espresse in forma diversificata secondo le possibilità che gli sono state offerte nelle recenti elezioni amministrative come nei referendum: una manifestazione per molti versi
analoga alle rivolte democratiche dei popoli dell’Euromediterraneo. L’unica risposta strutturale a queste esigenze e a queste giustificate manifestazioni di rivolta può essere data finalmente dalla riconquista e dal funzionamento degli strumenti della democrazia, che presuppongono i requisiti, fin qui sistematicamente negati, dell’informazione, del diritto alla verità e alla conoscenza da parte del popolo.
Emblematico del patente stato di illegalità anti-democratica in cui si trova l’intera Repubblica italiana è il caso della giustizia e delle carceri. E’ una questione di legalità, di giustizia.
Il Comitato si rivolge all’intero Movimento affinché si intensifichino e moltiplichino nel Paese le mobilitazioni perché l’Italia torni ad essere una democrazia, a partire da un’amnistia che sia innanzitutto amnistia per la Repubblica e il suo stato di flagrante delinquenza professionale.
Impegna gli organi dirigenti ad investire l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, nell’ambito della campagna “InformeRai” e attraverso il coinvolgimento diretto dei cittadini e di altre realtà politiche e sociali, circa l’urgenza che si affermi finalmente il diritto degli italiani a poter approfondire e confrontare le diverse proposte politiche sui tanti temi sinora nascosti dal servizio pubblico.
il Comitato impegna gli organi dirigenti, anche in sostegno alle decisioni del prossimo Consiglio generale del Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito e in collaborazione
con gli altri soggetti dell’area, alla preparazione e alla convocazione per settembre di un grande appuntamento anti-proibizionista che, facendo il punto dei costi politici, legali, sanitari ed economici delle proibizioni, consenta l’elaborazione di obiettivi di lotta e valuti l’esistenza di condizioni che consentano il ricorso a referendum locali o nazionali contro la legge Fini-Giovanardi e l’attivazione delle giurisdizioni internazionali in materia di diritti umani.
Il Comitato rilancia la campagna promossa da Radicali italiani e dall’Ancot – con l’importante adesione del Coordinamento libere associazioni professionali (Colap), perché sia calendarizzata e discussa la proposta di legge radicale per il diritto alla restituzione dei contributi previdenziali versati che non abbiano dato luogo alla maturazione di un corrispondente trattamento pensionistico (cd contributi silenti).
Il Comitato si rivolge a tutti coloro che potranno essere raggiunti da questo messaggio
affinché sostengano e finanzino le iniziative e le campagne del Movimento”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Disagio carcerario: nuova amnistia?

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 Mag 2011

“A cosa serve discutere e votare le mozioni, se quelle approvate oltre un anno fa, nel gennaio del 2010 e che impegnavano l’esecutivo ad affrontare con misure tempestive e strutturali l’emergenza carcere, non sono state in alcun modo attuate dal Governo, né dal Parlamento? Che senso ha, dunque, la formula “impegna il Governo”? Dibattiti come quello di ieri non servono a nulla, se non si attribuisce alle mozioni un valore effettivo. È per questa ragione che la delegazione radicale ha ripresentato nella mozione approvata oggi alla Camera i punti già approvati a gennaio dello scorso anno e che sono di estrema attualità, dal momento che lo stato di sovraffollamento e di illegalità delle carceri italiane non solo non è stato risolto, ma si è addirittura aggravato.
Come riporta la rivista Ristretti Orizzonti, dall’inizio dell’anno in Italia si sono tolti la vita ventiquattro detenuti e tre poliziotti, mentre altri quaranta detenuti sono morti per cause cosiddette “naturali”,
infatti in diciassette casi sono state aperte inchieste volte all’accertamento dei fatti. Dal 2000 ad oggi nelle carceri italiane sono morti 1800 detenuti di cui ben 650 per suicidio. Nello stesso periodo di tempo si sono uccisi anche 87 agenti di polizia penitenziaria. Appare quindi chiaro che non sbaglia Marco Pannella, giunto oggi al ventinovesimo giorno di sciopero della fame, quando di fronte a cifre come queste parla di nuclei consistenti di Shoah.
C’è un articolo della nostra Costituzione che non viene mai richiamato: è il comma 4 dell’articolo 13 secondo il quale è punita la violenza commessa sulle persone che sono private della libertà. Ebbene, quando ricordiamo i detenuti ammassati, in meno di un metro e mezzo a testa – mentre la Corte europea dei diritti dell’uomo ne prevede 3 e l’ordinamento penitenziario 7 – chiusi in cella a far nulla per 20 o 22 ore al giorno, non parliamo forse di atti violenza? E cosa fa il Ministro della Giustizia davanti a questi problemi? Come si pone il Presidente della Repubblica? Per non parlare di quello del Consiglio, che finora non ha mostrato il benché minimo interesse verso questa situazione vergognosa. E cosa fa questo Parlamento? La risposta, l’unica seria e possibile, ce l’abbiamo noi ed è varare un’amnistia vera, legale, contro quella di classe che ogni anno vede prescritti circa 200 mila procedimenti”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parlamento: voto sulle rinnovabili

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 marzo 2011

Dichiarazione di Elisabetta Zamparutti, deputata Radicale in Commissione Ambiente “Ci siamo astenuti sulla mozione unitaria sulle energie rinnovabili, perché è un magma indistinto di istanze tra loro, oltretutto, contraddittorie. Anche in questo in campo il governo si dimostra incapace di gestire la complessità delle politiche energetiche. Siamo soddisfatti per il voto favorevole e pressoché unanime sulla necessità, che come Radicali abbiamo sottolineato nella nostra risoluzione, di definire una strategia energetica nazionale, oggi quanto mai stringente; e anche per l’uscita dai Cip6”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Editoria: mozione Idv

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 marzo 2011

“Dopo le denunce da parte di Antitrust e Agcom, il governo non può far finta di niente di fronte all’urgenza di prorogare il divieto di incroci tra stampa e tv, che è improcrastinabile”. Lo afferma Antonio Borghesi, vicepresidente del gruppo  Idv alla Camera.   “Per questo – aggiunge Borghesi – Italia dei Valori ha chiesto la  calendarizzazione della sua mozione, con la quale impegna il  governo a prorogare il divieto fino al 31 dicembre 2011 e ad  adottare una normativa sugli incroci tra stampa e tv che non  danneggi il pluralismo dell’informazione e contrasti le concentrazioni di potere”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mozione per sospensione Trattato Italia-Libia

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 febbraio 2011

Roma 25/2/2011 ore 11,30 conferenza stampa alla sala stampa di Montecitorio per illustrare i contenuti della mozione. Ne parleranno Gianni Vernetti (ApI), Benedetto della Vedova (Fli), Ferdinando Adornato (Udc) ed altri deputati del Nuovo Polo hanno deposito oggi una mozione parlamentare in cui si chiede al Governo di sospendere il Trattato di Amicizia, Partenariato e Cooperazione fra la Repubblica italiana e la Libia. I parlamentari firmatari della mozione sostengono che: “I drammatici avvenimenti cui stiamo assistendo in queste ore, e la realtà che si sta concretizzando sul terreno, hanno reso ormai nella sostanza inefficace il Trattato di Amicizia italo-libico del 2008”

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libia: Sarubbi (Pd), è la sconfitta dal cinismo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 novembre 2010

“Il fatto che il Governo sia stato battuto su un aspetto dirimente del trattato Italia-Libia ha un indubbio significato politico, ma ne ha uno ancora più importante sul piano culturale: è la sconfitta del cinismo della destra”. È quanto dichiara Andrea Sarubbi (Pd), cofirmatario dell’emendamento Mecacci approvato oggi dall’Aula della Camera nonostante il parere contrario del governo. “Il giochetto del governo di ritirare la mozione non è servito a nulla, se non ad amplificare la figuraccia. Io comunque – conclude il deputato, che già due anni fa aveva votato contro il trattato in dissenso dal proprio gruppo – non esulto tanto per la sconfitta della maggioranza, quanto per la vittoria dei diritti umani”

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mozione di sfiducia a Calderoli

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 ottobre 2010

“Come portavoce dell’Associazione ‘Articolo 21’ firmerò la mozione di sfiducia individuale annunciata  dall’Italia dei Valori nei confronti del ministro per la Semplificazione Normativa, Roberto Calderoli”. Lo ha annunciato l’Onorevole Beppe Giulietti, portavoce  di Articolo 21, dopo la conferenza stampa tenuta dal presidente dell’IdV, Antonio Di Pietro e dal Capogruppo IdV alla Camera Massimo Donadi, in cui hanno denunciato il comportamento del ministro leghista Calderoli che ha mentito al Parlamento per abrogare indebitamente il reato di associazione di carattere militare con scopi politici, di cui sono accusati 36 suoi compagni di partito. “La firmerò – ha sottolineato Giulietti – perché la menzogna, già grave di per se, detta da un ministro della Repubblica in una sede istituzionale è uno degli oltraggi più gravi che si possano fare alla nostra Carta Costituzionale”.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Anno zero: mozione censura Rai

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 settembre 2010

“Quanto sta accadendo in Rai ha raggiunto livelli intollerabili. I recenti episodi di censura a danno di Annozero e Parla con me, sono solo l’ultimo arrogante atto di oppressione di questa maggioranza che, mostra ancora una volta tutto il suo disprezzo per la libera informazione” lo dichiara Massimo Donadi, capogruppo di IDV alla Camera. “Pluralismo e libertà di informazione sono essenziali in democrazia. Per questo, non solo sosterremo e sottoscriveremo la mozione Fli, augurandoci che tutta l’opposizione, come Italia dei Valori denuncia e chiede da tempo in commissione di Vigilanza Rai, trovi il coraggio per un’azione più ampia, a 360 gradi, che dal conflitto di interessi al ruolo del servizio pubblico nazionale, ridia obiettività e imparzialità all’informazione in questo Paese ” conclude Donadi.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mozione sfiducia per interim di Berlusconi

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 settembre 2010

Commentando la richiesta di sfiducia per l’incarico ad interim del premier, Silvio Berlusconi, al Ministero dello Sviluppo Economico, avanzata di recente da PD e IdV che ne chiedono la calendarizzazione in Aula e parlano di un dicastero ridotto a ‘scatola vuota’, il vicepresidente dell’Italia dei Diritti, Roberto Soldà, ha dichiarato: “Sono favorevolissimo alla mozione di sfiducia. In un momento di gravissima crisi nazionale del lavoro, con gli indici Istat che palesano una crescita sempre più lenta, se non addirittura ferma, tale ministero acquista una valenza estremamente considerevole. Proprio per questo la ormai cronica vacanza di un titolare rappresenta un problema ineludibile, considerato che l’interim del premier ne riduce le capacità di funzionamento, creando inevitabilmente nocumento per lo sviluppo e la produttività del Paese”.  Quanto alle polemiche relative alla possibilità che la nomina sia soggetta a giochi di Palazzo per allargare la maggioranza, il numero due del movimento fondato da Antonello De Pierro ha aggiunto: “Berlusconi utilizza il vuoto ministeriale come una merce di scambio al fine di centrare i suoi obiettivi politici più immediati. Inoltre, continua a prendere in giro il Parlamento e il capo dello Stato annunciando da oltre quattro mesi che presto nominerà un responsabile del dicastero, salvo poi smentire sé stesso. Stavolta però non si tratta di un annuncio propagandistico per vincere le elezioni – chiosa polemico Soldà – bensì di una pericolosa negligenza che danneggia l’intera collettività nazionale”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »