Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘mozioni’

Camera: approvate 5 mozioni sugli invalidi civili

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 luglio 2011

Ieri la Camera ha votato alcune mozioni su iniziative per l’incremento dei controlli relativi alle pensioni di invalidità. L’Ordine del giorno ne ha raggruppate 5 (altre sono state ritirate o accorpate) con contenuti fra loro anche molto diversi.Alcune mozioni chiedevano l’intensificazione dei controlli, altre l’impegno del Governo a favorire convezioni fra INPS e ASL. Altre mozioni sollecitavano una maggiore attenzione e cautela nei confronti dei “veri invalidi” sottoposti comunque a verifica. In altri passaggi (mozione Reguzzoni, Cazzola e altri) si chiedeva al Governo di valutare “l’opportunità di procedere ad un riordino dei requisiti occorrenti per il riconoscimento delle prestazioni in materia di invalidità civile e indennità di accompagnamento”. Molte perplessità suscita la dichiarazione dell’Onorevole Bellotti, sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, che ha espresso alla Camera la posizione del Governo, dando parere favorevole alla mozione di Poli, di Reguzzoni e rimettendosi all’Aula per le altre, dopo aver rigettato gli emendamenti dell’Onorevole Farina Coscioni che puntavano a maggiori garanzie per le persone con disabilità. Bellotti ha chiesto di soprassedere all’intensificazione dei controlli (sono già mezzo milione fra il 2011 e il 2012) almeno fino al termine del piano di verifica. Ha poi tranquillizzato Cazzola e Reguzzoni, ricordando che il disegno di legge delega di riforma fiscale e assistenziale prevede il riordino dei criteri per la concessione delle prestazioni assistenziali compresa l’indennità di accompagnamento. E, da ultimo, ha sottolineato che maggiori competenze all’INPS sono già state delineate nella Manovra appena approvata che all’articolo 18, comma 22, prevede la possibilità per le Regioni di stipulare convenzioni con l’INPS anche per il primo accertamento. Infine ha tranquillizzato tutti circa la cautela con cui si effettuano i controlli, in particolare nei confronti delle persone affette da patologie ingravescenti o stabilizzate. Al termine la Camera ha approvato tutte e 5 le mozioni presentate, inclusa quella di Miotto e altri, presentata peraltro da un lucido intervento dell’Onorevole Murer, che ha davvero messo in evidenza molti lati oscuri dell’intera operazione di verifica sulle cosiddette “false invalidità” e sul comportamento dell’INPS. Fra l’altro la mozione Miotto chiede una relazione esaustiva (entro 30 giorni) sulla situazione attuale effettiva sia sui controlli che sulle nuove procedure di riconoscimento delle invalidità, su cui l’INPS ha dato finora risposte tutt’altro che esaurienti.

Posted in Politica/Politics, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mozioni sulle spese della difesa

Posted by fidest press agency su sabato, 10 luglio 2010

Dichiarazione di Luca Marco Comellini – Segretario del Pdm: “E’ Da quando sono stati eletti che fanno proclami e gare per dichiarare la loro vicinanza ai cittadini in divisa, ma la realtà è ben differente: i loro amici, quelli importanti e da tutelare, sono i generali e le grandi industrie di armamenti.” “Lo scorso 7 luglio sono stati respinti tutti gli emendamenti alle mozioni sulle risorse destinate al settore della difesa. I resoconti dell’Assemblea sono il mezzo più semplice e infallibile per smascherare i falsi amici dei militari e dei poliziotti. È stato sufficiente presentare degli emendamenti per verificare che alle parole di determinati personaggi non sono seguiti i fatti concreti come è nel loro stile. In particolare avevamo proposto all’Assemblea di sospendere il programma pluriennale di A/R SMD n. 02/2009 relativo all’acquisizione del sistema d’arma Joint strike fighter e alla realizzazione dell’associata linea FACO/MRO&U per un periodo di tre anni, a decorrere dal 2010, e nel contempo ad avviare ogni possibile azione per la riduzione nella misura del 50 per cento dell’importo complessivo di spesa del medesimo programma e conseguentemente destinare i maggiori risparmi di spesa ottenuti ai comparti difesa e sicurezza. Su questa proposta oltre ai radicali hanno votato favorevolmente solo 8 deputati (Buttiglione, Causi, Colombo, Grassano, Nicco, Portas, Sarubbi E Touadi) è quindi evidente che l’oriemtamento unanime del resto dei parlamentari (PDL – PD – IDV – LEGA – UDC e  Gruppi Misti) nel tutelare interessi particolari e industriali. Inoltre, con la sola eccezione contraria dei deputati radicali, l’Assemblea ha votato favorevolmente per «confermare adeguati livelli di finanziamento al settore investimento della difesa, al fine di sviluppare le attività di ammodernamento e rinnovamento dello strumento militare, contribuendo a creare le condizioni per la crescita e la competitività, anche in ambito internazionale, dei settori industriali avanzati, essenziali per lo sviluppo economico del Paese» e per «escludere il personale militare dal godimento dei diritti sindacali». Sulla questione dei “diritti sindacali” sarebbe opportuno un significativo chiarimento dei partiti di opposizione (PD – IDV – UDC) nella cui storia si leggono belle pagine di lotte per i diritti sindacali, ma anche la maggioranza e il Governo dovrebbero  decidere  cosa fare da grandi visto che lo scorso 24 febbraio hanno accolto un nostro Orddine del Giorno (9/3210/3 – Farina Coscioni e altri), con il quale si sono impegnati a riconoscere questi diritti anche ai militari. Ma ciò che deve far riflettere, soprattutto i “Cittadini in divisa”, è la clamorosa bocciatura dell’emendamento con cui abbiamo proposto una modifica al dispositivo della mozione Cicu e altri n. 1-00404 per impegnare il governo a “non incidere negativamente, in alcun modo, sui trattamenti economici del personale militare”. I deputati che in questo periodo si sono dichiarati maggiormente vicini ai militari sono stati quelli che hanno votato convintamente contro il nostro emendamento e fra questi ci sono i nomi di Ascierto, Cirielli, Crosetto, Speciale, Cicchitto E Paglia.”

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »