Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘muri’

“Abbattiamo i muri dell’ignoranza”

Posted by fidest press agency su domenica, 1 ottobre 2017

assisiASSISI (PERUGIA) E’ questo l’appello lanciato dai giornalisti presenti ad Assisi per la due giorni d’incontri e dibattiti sulle barriere mediatiche, le periferie dimenticate e la lotta alle mafie, ancora oggi pronte a mettere un bavaglio ai giornalisti scomodi. Nella giornata odierna il coordinatore della Tavola della Pace, Flavio Lotti, ha annunciato che la prossima marcia Perugia-Assisi, contro la rassegnazione mediatica e sociale, si terrà domenica 7 ottobre 2018. Una marcia che coincide con il 70° anniversario della Dichiarazione universale dei diritti umani.Più di 200 tra scrittori, teologi, religiosi, associazioni, giornalisti e cittadini a confronto hanno sottoscritto il manifesto di Assisi: “Non scrivere degli altri quello che non vorresti fosse scritto di te”, un decalogo sulle buone pratiche della comunicazione per contrastare la violenza verbale e scritta, soprattutto sui social network. Un manifesto nato in collaborazione tra Articolo 21 e la rivista San Francesco.
Molte altre sono state le anticipazioni nel corso dell’assemblea di Articolo 21: la giornata per i giornalisti minacciati il 23 ottobre prossimo, l’impegno dei media, delle associazioni, dei sindacati e delle federazioni, la scorta mediatica annunciata da Riccardo Noury a sostegno di #veritapergiulioregeni e il concorso nelle scuole sull’Articolo 21, in partnership con il Ministero dell’Istruzione. “Responsabilità e identità per punti e convergenza tra differenze sono alla base del decalogo di Assisi. Questo manifesto affianca e non supera altre carte” ha sottolineato Elisa Marincola, portavoce di Articolo 21 ricordando l’importanza del l’abbattimento dei muri mediatici. http://www.articolo21.org

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giornalisti firmano manifesto contro i muri mediatici

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 settembre 2017

assisi1Assisi dal 29 al 30 settembre contro i muri mediatici, l’industria dell’odio e le buone pratiche giornalistiche per contrastarli. L’associazione Articolo 21 e la rivista San Francesco hanno organizzato per l’occasione un seminario nazionale, al quale parteciperanno tantissimi operatori della stampa, per testimoniare il proprio dissenso verso fake news e hate speech. Partner dell’iniziativa sono l’Ordine dei giornalisti Umbria e l’Associazione Stampa Umbria. L’incontro è riconosciuto quale evento formativo dall’Odg Umbria e inserito nella piattaforma Sigef.
La crescente istigazione all’odio e la costruzione di veri e propri muri mediatici e giuridici volti a ridurre la libertà d’informazione costituiscono una deriva pericolosa per la corretta vita democratica.
L’incontro di Assisi punta a individuare pratiche concrete per illuminare le periferie dimenticate del mondo ed educare alla diversità e per attuare linee guida di un nuovo linguaggio della comunicazione contro la violenza verbale e scritta. Fare rete in modo sistematico fra tutte le associazioni di volontariato e quelle professionali mettendo al centro di ogni discussione la verità, la libertà, la democrazia, l’uomo. Il programma:
Venerdì 29 settembre ore 14.30 I lavori, coordinati da Elisa Marincola e Stefano Corradino, portavoce e direttore di articolo21, inizieranno con il saluto iniziale del Custode del Sacro Convento di Assisi, padre Mauro Gambetti, del presidente OdG Umbria, Roberto Conticelli, e del presidente Fnsi, Giuseppe Giulietti. Seguiranno le relazioni di: padre Enzo Fortunato, direttore della Sala Stampa del Sacro Convento, padre Camillo Ripamonti, direttore del Centro Astalli, Gian Mario Gillio, Federazione Chiese evangeliche in Italia, padre Daniele Moschetti, missionario comboniano, Attilio Bolzoni, giornalista e scrittore,. E’ prevista una comunicazione di Ilaria Cucchi e Fabio Anselmo, dell’Associazione Stefano Cucchi.
Sabato 30 ore 9.00 Dopo i saluti di Marta Cicci, presidente Sindacato giornalisti Umbria, e di Barbara Scaramucci, presidente Articolo21, si svolgeranno le relazioni di Shahrzad Houshman, teologa Università gregoriana,, Rosy Russo, Parole Ostili, Flavio Lotti, Tavola della Pace, Giovanni Maria Bellu, presidente Carta Di Roma, e Vittorio Di Trapani, segretario Usigrai.
Tra gli altri interventi di questa due giorni: Raffaele Lorusso, segretario generale Fnsi, Carlo Verna, TgR Rai, Tiziana Ferrario, giornalista Tg1, Federica Angeli, giornalista la Repubblica, Paolo Borrometi, delegato legalità Articolo21, Antonella Napoli, Huffington Post, Roberto Natale, portavoce presidente Camera, Riccardo Noury, portavoce Amnesty, Andrea Iacomini, Portavoce Unicef, Vincenzo Morgante, direttore Tgr, Antonio Di Bella, direttore Rainews24, Paolo Ruffini, direttore Tv2000, Gerardo Greco, direttore GR Rai, Andrea Vianello, vice direttore Rai 1, Altero Frigerio, direttore Radio Articolo1, Vincenzo Vita, presidente AAMOD, Daniele Cerrato, presidente Casagit, Laura Berti,TG2, Enzo Nucci, corrispondente Rai Nairobi, Luciano Scalettari, inviato Famiglia Cristiana, Carlo Paris,corrispondente Rai Gerusalemme, Nello Scavo, Avvenire, Riccardo Cristiano, Ass. amici padre Dall’Ogio, Valerio Cataldi, inviato TG2, Marcello De Martino, premio De Donato, Renato Parascandolo, Articolo21, Roberto Pacilio, responsabile Ufficio Stampa Basilica San Francesco, Vincenzo Grienti, Tv2000, Nicola Pedrazzi,Oss. Balcani Caucaso, Claudio Silvestri, segr. Sindacato giornalisti Campania, Fabiana Martini, portavoce Articolo21 FVG, Carlo Muscatello, presidente Assostampa FVG, Desiree Klain, portavoce Articolo21 Campania, Alessandra Girlado, portavoce Articolo21 Veneto, Paolo Maggioni, Articolo21 Lombardia, Nicola Chiarini,Sindacato giornalisti Veneto, Norma Ferrara, I Nuovi Siciliani, Marilù Mastrogiovanni, giornalista e scrittrice, Luciana Esposito, giornalista freelance, Marina De Ghantus Cubbe, Uff. Presidenza Articolo21.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Francesco abbatte i muri

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 ottobre 2015

ASSISI (PERUGIA) rivistaPorta la firma del maestro Oliviero Toscani la copertina del numero di ottobre della rivista “San Francesco patrono d’Italia”, in edicola in questi giorni. “Francesco è vivo” è il titolo dell’immagine del frate illuminato dal sole che penetra i rami e le foglie della vegetazione umbra. Quella natura tanto amata e decantata dal Santo che rivela la sua presenza. Francesco è tra noi, più vivo che mai.”Francesco è vivo attraverso i suoi figli, è vivo per chi si lascia illuminare divenendo messaggero di pace, è vivo per chi rispetta l’ambiente” ha dichiarato il direttore della rivista san Francesco, Padre Enzo Fortunato. Il nuovo numero del mensile francescano presenta un’edizione ricca di contenuti e approfondimenti per la festa dell’Assisiate e per la storica ricognizione dei resti mortali di San Francesco avvenuta in gran segreto nel marzo scorso. Le testimonianze dei frati, la loro emozione, l’ottimo stato di conservazione delle reliquie, sono accompagnati da un esclusivo reportage fotografico.”Il Custode ci comunicò, con una riunione solenne, che era arrivato il tempo per verificare le condizioni del corpo di san Francesco e il tutto doveva avvenire in gran segreto per non creare clamore. Convocò tutte le famiglie francescane presenti ad Assisi e ci recammo insieme in pellegrinaggio nella cripta del Santo per vivere un momento di preghiera. Lì rivedemmo la scelta della nostra vita, come il papà che ci attende per incoraggiarci nel cammino, per andare avanti”. Così padre Enzo Fortunato, ha raccontato alcuni di quei momenti.
Alla ricognizione, insieme al custode Sacro Convento di Assisi, Padre Mauro Gambetti, ha preso parte anche il professore Nicolò Valentino Miani, medico che ha guidato le altre tre ricognizioni del 1978, 1994 e l’ultima del 25 marzo scorso, che ha constatato che negli ultimi 37 anni non vi sono stati cambiamenti di rilievo e che il corpo è in buona conservazione.La rivista dedica, inoltre, particolare attenzione alla festa di san Francesco di domenica 4 ottobre. Quest’anno sarà la regione Lombardia a donare l’olio che alimenterà la lampada votiva posta nei pressi della tomba del Santo. Questo numero speciale della rivista “San Francesco Patrono d’Italia” è in edicola.(foto: rivista)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra: Psychoboy54

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 febbraio 2011

Milano fino al 26 febbraio 2011, si terrà a, presso la Galleria SpaziArti di Corso Buenos Aires 23, una mostra personale di Francesco Barberini, altrimenti conosciuto come Psychoboy54, un giovane artista di Parma. In questa mostra verranno esposti diversi dipinti e disegni, realizzati con uno stile che ricorda molto i graffiti che siamo abituati a vedere in giro sui muri, sui treni e sulle metropolitane delle nostre città.
Francesco Barberini è nato a Parma nel 1981 e si è diplomato nel 2000 presso l’istituto d’arte Toschi; subito dopo ha cominciato a lavorare presso un’agenzia di grafica pubblicitaria. Di sicuro importante per lui è stato un soggiorno di sette mesi a Barcellona. Ha fondato poi con alcuni amici un gruppo d’arte chiamato i Koalaz. Ha partecipato a numerosi premi ed esposizioni nazionali, sia singolarmente sia insieme ad altri artisti o gruppi.  Al momento vive e lavora a Parma. Orario: lun-sab dalle 17 alle 19.30 Ingresso libero (Psychoboys)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pompei: Nuovi ma modesti cedimenti

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 novembre 2010

In relazione alla notizia di due cedimenti di muri nell’area archeologica di Pompei avvenuti questa mattina, la Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei precisa che si tratta di episodi di minima entità; in particolare alla fine del ‘Vicolo del citarista’, in corrispondenza con l’edificio San Paolino, dove è ubicata parte degli uffici, ha ceduto un muretto di contenimento di circa un metro di altezza, rifatto in epoca recente con pietre antiche, scalzato dalla radice di un albero. Il muretto limitava un’insula non ancora scavata nella ‘Regio I’ .  Una parete grezza alta circa due metri per un metro e mezzo di larghezza ha ceduto, invece,  nei pressi della casa n. 10, collocata nella ‘Regio IX, Insula 9′,  in zona non aperta al pubblico. La parete era stata realizzata nella parte inferiore in epoca antica,  mentre la sommità era di ricostruzione moderna. ”Si tratta di episodi che possono verificarsi e sono dovuti alla presenza di malta de-coesa  – dichiara il direttore degli scavi di Pompei, Antonio Varone. Si tratta di opere prontamente restaurabili, sono difatti gia’ in corso gli interventi di ripristino dei due muri”
In merito alla notizia della caduta di un muro tre giorni prima del crollo della Schola Armaturarum, si precisa nuovamente che:  il giorno 3 novembre  i custodi in turno avevano riportato il cedimento di un muro di contenimento del terrapieno nel vicoletto di Ifigenia; alla segnalazione è seguito, il 4 novembre, il primo sopralluogo di un assistente tecnico  e a seguire il 5 novembre un sopralluogo specifico da parte dell’ufficio tecnico, che ha provveduto poi a contattare  una  ditta  per  il pronto intervento. Nessun elemento tuttavia poteva far presagire il crollo dell’edificio della Schola Armaturarum, posta a notevole distanza dal muro in questione.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Svastiche su muri a Università di Lecce

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 ottobre 2010

“L’ennesimo atto che dimostra la piccolezza e lo scarso senso civico di queste persone, che imbrattano i muri delle istituzioni con simboli nefasti e che continuano a danneggiare l’immagine del nostro Paese”.  Questo il commento Roberto Soldà, vicepresidente dell’Italia dei Diritti, alla  notizia che lo scorso 15 ottobre, ignoti hanno disegnato svastiche sulla porta di accesso dell’aula dei rappresentanti  degli studenti dell’Udu, l’Unione degli Universitari, nella facoltà di Economia dell’Università di Lecce. L’increscioso episodio è stato denunciato dagli  stessi studenti, secondo cui sarebbero stati due naziskin gli autori della oltraggiosa croce uncinata. “Bisogna vigilare e punire con pene esemplari tutti quei soggetti che quotidianamente infastidiscono la società e auspico che questo attivismo insolente di stampo fascista venga debellato e contrastato al più presto. Non bisogna più tollerare – conclude l’esponente del movimento guidato da Antonello De Pierro –  siffatti atteggiamenti e spero che vengano individuati immediatamente gli autori del gesto perché non vogliamo che accada più”.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Claudio Benghi: Paraventi e muri

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 gennaio 2010

Mantova dal 16 al 28 gennaio 2010 (Inaugurazione: Sabato 16 gennaio, ore 17.00. Sarà presente l’artista) via Cappello, 17 Galleria “Arianna Sartori” Claudio Benghi. Paraventi e muri Chi frequenta il mondo magico delle fiabe sa benissimo che l’eroe per raggiungere il suo scopo deve superare tre prove e solo dopo averle superate ottiene ciò che desidera. Gli studiosi di folclore, come il russo  Vladimir J. Propp, autore di Morfologia della fiaba e Le radici storiche dei racconti di fate, e gli psicanalisti che hanno analizzato i significati delle fiabe, come Bruno Bettelheim, che  ha vagliato con gli strumenti della psicoanalisi numerose fiabe nel suo Il mondo incantato, e  Marie-Luise von Franz, che ha dedicato numerosi volumi sull’argomento, definiscono questo topos ricorrente nelle fiabe “triplicazione”. Se lo sfortunato Bettelheim, al proposito della triplicazione, tra i tanti racconti si sofferma su Il pescatore e il Genio e su I tre porcellini, la junghiana von Franz nel suo Le fiabe interpretate analizza in ben tre capitoli la fiaba Le tre piume, giungendo nel secondo di essi a segnalare l’esistenza di una quarta prova: “Neppure la terza prova convince il re e i suoi due figli maggiori. E’ questo un motivo classico, quello delle tre prove, seguite da una finale. Si afferma spesso che il numero tre ha un grande ruolo nelle fiabe, ma io dico che un conto preciso   ci pone generalmente dinanzi al quattro. Qui, per esempio, ci sono tre prove, è vero: il tappeto, l’anello e la damina.  Pertanto non ci resta che attendere le prossime opere di Claudio Benghi,  pittore delle stelle e consanguineo del Petit Prince di Saint Exupéry, per sapere quali sviluppi “nasceranno” dallo Hieros Gamos  di questo artista con la sua anima. Perché per il creativo nulla è mai definitivo ed ogni conquista è un “transito” per altri traguardi. (benghi)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »