Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Posts Tagged ‘muro’

Il nostro Muro di Berlino, da abbattere per ripartire

Posted by fidest press agency su domenica, 12 aprile 2020

La quarantena di queste settimane mi ha portato a riflettere sull’importanza della democrazia e della libertà. Vorrei, insieme a voi, ragionare sul concetto di libertà.Oggi ci ritroviamo ad essere condizionati nei movimenti, negli affetti e nelle relazioni sociali.
E mi è passata per la testa una scena vista in TV migliaia di volte, ma che oggi assume un valore profondo: la caduta del Muro di Berlino, un esempio della mancanza della libertà per antonomasia.Per anni i miei genitori e i miei nonni hanno visto gente intenta a travalicare quel Muro e spesso veniva trucidata senza alcuna pietà.Il nostro Muro di Berlino è il COVID-19.Le democrazie hanno sgretolato quel Muro con il piccone della libertà, con la semplice idea che la fisicità di quella bruttura si sgretolava prima con la cultura. Purtroppo il vaccino, vero antidoto contro questo nemico infido, non è a portata di mano e non si prospetta una soluzione a breve scadenza. Il Muro psicologico del Coronavirus non deve mostrarsi ai nostri occhi come insormontabile e arrenderci dinnanzi alla sua imponenza.Dobbiamo reagire, comprendere quanto questa contingenza ci stia facendo male e non solo per le drammatiche perdite, circostanze che rattristano i nostri cuori, ma anche in termini sociali.
Se guardiamo con attenzione i dati fornitici da Confindustria, ci accorgiamo di avere, ognuno nelle nostre case, un altro malato: il Sistema Italia.Nel primo semestre del 2020 perderemo il 10% di PIL. Due lavoratori su 100 potrebbero ritrovarsi disoccupati e l’export, vero motore della nostra economia, calerà del 5% circa. Giustamente, mi potrebbe essere appuntato che la salute sia al primo posto nella scala dei valori e mi trovo perfettamente d’accordo.Ma faccio una semplice constatazione di merito e penso al domani. Se continuiamo a fermarci, la ripartenza quanto ci costerà? Vorrei che riflettessimo insieme su questo particolare e che insieme pensassimo al domani.Nella fase della ripartenza dovranno essere approntate tutte le più severe misure di sicurezza.
Bisognerà agevolare lo Smart-Working e assicurare agli anziani e a chi soffre di patologie immunodeficienti e respiratorie il massimo della salvaguardia.E’ necessario un campionamento su vasta scala per avere dei dati epidemiologici certi. Insomma, programmare la ripresa e guardare avanti.Ma ripartire significa anche mettere nelle condizioni le imprese, gli autonomi, le famiglie e le Partite Iva di rimettersi in carreggiata.Dopo una prima fase sacrosanta di assistenza e sostegno, bisogna rilanciare l’economia con infiltrazioni di liquidità e investimenti.Il DL Liquidità appena varato è un buon punto di partenza, anche se avremmo voluto di più, una garanzia al 100% dello Stato sui prestiti concessi dalle banche a imprese, partite iva, artigiani e commercianti per permettergli di superare questi mesi di inevitabile crollo del lavoro.Dobbiamo però fare di più, ancora di più.
L’assistenzialismo proposto da Beppe Grillo non è una ricetta, è una castroneria bella e buona.Per arginare la crisi, caricheremo le prossime generazioni di un fardello pesante.Il debito pubblico che andremo a generare, serve per costruire un paese competitivo e innovativo, con infrastrutture funzionanti e aziende solide. Per fronteggiare questo sforzo, la Commissione Europea ha sospeso il Patto di Stabilità e la BCE ha messo sul piatto circa 1000MLD di Q.E.Gli Stati del Nord non si stanno dimostrando all’altezza della sfida e rimangono rinchiusi dentro le loro logiche ragionieristiche.Il Fondo Salva Stati e gli Eurobond, strumenti necessari per sostenere i nostri sforzi, si tramutano nel classico nodo gordiano da recidere.Dalle cronache dei giornali si è evinta ancora diffidenza e si sono cercati strumenti per non andare ad intaccare la beata sicurezza dei Tedeschi e suoi alleati. Anche qui una mediazione si è trovata, e l’Europa c’è, di fianco a tutti i suoi cittadini, anche se avremmo auspicato una maggiore ambizione nel disegnare un’Europa più unita ancora, da parte di chi dell’Europa ha una leadership di fatto.Anche questo è un muro da abbattere, e dovremmo farlo tutti insieme, immaginando un’Europa ancora più unita, più solidale, più politica.I Muri cadono perché siamo noi a farli cadere, perché noi vogliamo vedere oltre, per immergerci, per dirla alla Leopardi, nell’infinito dove “il naufragar m’è dolce in questo mare”.Spero di avervi offerto spunti di riflessione e vorrei, vivamente, che voi mi scriviate per scambiare delle opinioni e formulare delle critiche.Approfitto infine di questo momento per augurare a voi e alle vostre famiglie una serena Pasqua, nonostante tutto. (by Mattia)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libro di Peter Schneider: Il saltatore del muro

Posted by fidest press agency su martedì, 15 ottobre 2019

Uscita prevista: 7 novembre. 1989 – 2019: 30 anni dalla caduta del Muro. Torna in libreria un classico che racconta la vita a Berlino quando il muro c’era ancora. La Berlino precedente alla caduta del muro è una città divisa, il sintomo stesso della Guerra Fredda. Ma i suoi cittadini sono persone comuni che cercano modi per vivere e sopravvivere da entrambi i lati di quel muro. C’è Robert, che racconta aneddoti al bancone di un bar mentre progetta una nuova vita in Occidente; Pommerer, che cerca modi per aggirare il sistema nella zona est; Lena, la donna che ama, seducente e lontana, in esilio; e il narratore, uno scrittore frustrato di vent’anni, non fa che passare attraverso i checkpoint per raccogliere le storie di coloro che hanno illegalmente passato il muro, in entrambe le direzioni: quando i personaggi di Schneider attraversano il muro, non lo fanno per manifestare malcontento ma per chiacchierare con la persona che amano, per vedere i film che arrivano da Hollywood, e a volte perché non ne possono fare a meno. Sono tutti, in qualche modo, dei saltatori del muro, che cercano di liberarsi delle catene ma, ovunque vadano, restano imprigionati. A dimostrazione che protagonista del romanzo non è solo Berlino, con il suo muro di cemento e filo spinato, ma anche quello, personale e inalienabile, che appartiene e fiacca il nostro spirito. (by La Nave di Teseo)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra: Da Sketch a MURo

Posted by fidest press agency su martedì, 24 settembre 2019

Roma dal 5 ottobre al 16 novembre 2019, Inaugurazione sabato 5 ottobre 2019 ore 18.30 presso la galleria Rosso20Sette Arte Contemporanea di Roma Via del Sudario 39 (Largo Argentina)
(Fino al 16 novembre 2019 Orari: dal martedì al sabato 11.00 – 19.30 – lunedì chiuso) saranno esposte le opere di Jim Avignon, Lucamaleonte, Beau Stanton, David Diavù Vecchiato e Nicola Verlato. Cinque firme di spicco dal discusso percorso che in questi anni ha visto le nuove forme della pittura contemporanea muoversi rapidamente tra gli spazi urbani e le gallerie d’arte (e viceversa) fino a conquistare i più grandi musei, e tra le forme illegali di Street Art e le commissioni istituzionali di Arte Pubblica. La collettiva, curata dallo staff del MURo – Museo di Urban Art di Roma, chiude idealmente il MURo Festival che ha inaugurato il decimo anno di attività del pionieristico progetto di Arte Urbana, nato da un’idea di Diavù nel 2010 nel quartiere Quadraro di Roma e diramatosi poi in tutta Italia. Il Festival ha prodotto, durante il 2019, una serie di incontri, proiezioni ed attività, tra cui la realizzazione delle cinque opere murarie del progetto MURo mARkeT al Mercato Menofilo di Quarto Miglio, in collaborazione con il VII Municipio di Roma Capitale, l’Ambasciata degli Stati Uniti d’America e l’Ambasciata di Germania. E sono proprio i soggetti di questi ultimi murales i protagonisti di alcune delle opere in esposizione, che rivelano – dai primi disegni preparatori fino al dipinto definitivo – i diversi processi creativi di questi cinque artisti.Da Sketch a MURo espone infatti schizzi, bozzetti e opere che precedono e accompagnano il lavoro finale sulle pareti urbane. Abbiamo finalmente l’occasione unica di ammirare le prime idee su carta che hanno dato origine al celebre murale Hostia del 2015 di Verlato dedicato a Pier Paolo Pasolini, i disegni preparatori di murales-simbolo del progetto MURo come il Nido di Vespe del 2014 di Lucamaleonte, fino alle bozze realizzate in stili e tecniche differenti che rivelano l’elaborato processo creativo che ha portato Diavù alla realizzazione di uno dei suoi ultimi murales, Appia-Latina. Cinque modi di concepire la propria arte nello spazio pubblico si sono incontrati prima sui muri della città di Roma e ora in Da Sketch a MURo.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Roma Capitale: Il Muro di Ostia

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 novembre 2017

ostiaE’ il muro del lungomare che separa i cittadini dal mare di Ostia. Costruito per tutelare gli interessi dei proprietari degli stabilimenti balneari che, di fatto, ne hanno fatto una enclave, separata dal Municipio X (Ostia) e della stessa Capitale. Il resto, quello che apprendiamo dalle cronache di questi giorni, fa parte del contesto degradato del quale il Muro ne è l’emblema.
Chi frequenta le coste di altre Regioni può tranquillamente passeggiare sul lungomare, godendo appieno della vista marina, senza ostacoli. Ad Ostia, no, non è consentito. Il Muro ostacola la vista, impedisce la visione, costringe il cittadino a immaginare ciò che è di tutti. Come poteva questa frazione litoranea (232 mila abitanti!) di Roma Capitale essere diversa da quello scempio paesaggistico?
Vedremo nei prossimi mesi se i nuovi amministratori sapranno amministrare diversamente o scivoleranno verso l’accondiscendenza al simbolo del degrado: il Muro. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pompei: cedimento di un muro

Posted by fidest press agency su martedì, 15 settembre 2015

muro pompeiLa Soprintendenza Speciale per Pompei, Ercolano e Stabia comunica che nel corso dei regolari sopralluoghi svolti da personale di vigilanza e da funzionari, all’interno dell’area archeologica di Pompei, in data odierna, è stato rilevato il cedimento di un muretto che delimitava due ambienti non coperti della Caupona di Demetrius e Helpis Afra (I, 2, 18).Si tratta di un muro in opera incerta, non affrescato, di circa 2 metri di lunghezza restaurato nel dopoguerra a seguito dei gravi danneggiamenti subiti dai bombardamenti del 1943 nell’area. L’edificio si trova in un’area non aperta al pubblico, per la quale è già stata progettata la messa in sicurezza nell’ambito del Grande Progetto Pompei i cui lavori, già in gara, inizieranno a breve. (muro)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Berlusconi e la caduta del “muro”

Posted by fidest press agency su sabato, 19 marzo 2011

Monza e Iseo dal 24 al 26 marzo. Apertura istituzionale giovedì 24 marzo, alle ore 17 presso la Villa Reale di Monza, con un saluto di Enrico Letta e un colloquio a tutto campo, tra Gianfranco Fini e Stefano Folli, a partire dai temi dell’unità nazionale. A seguire performance dell’attore Enrico Bertolino. Le giornate di venerdì 25 e sabato 26 marzo si svolgeranno, invece, a Iseo presso l’Iseolago Hotel & Spa, e costituiranno l’occasione per provare a mettere i piedi nel piatto della riflessione sul post-Berlusconi: dalla riforma della giustizia ai futuri assetti televisivi, dal federalismo al rapporto tra sviluppo, territori e radicamento. Il tutto analizzato con il contributo autorevole di una relazione formativa del politologo franceseMarc Lazar e con un focus di Nando Pagnoncelli sulla società italiana e le sue aspettative per il dopo-Berlusconi. Alle numerose plenarie in cui si articolerà Nord Camp 2011 parteciperanno  esponenti di primo piano del dibattito nazionale. Presenti, tra gli altri, il segretario del PD, Pier Luigi Bersani, i presidenti di Rai e Mediaset, Paolo Garimberti e Fedele Confalonieri, il sindaco di Torino, Sergio Chiamparino, il presidente di Coldiretti, Sergio Marini, i magistrati Raffaele Cantone e Francesco Greco, e molti parlamentari, tra cui Marco Follini e Gaetano Pecorella. Ad accompagnare le riflessioni del venerdì le note del cantautore lombardo Davide Van De Sfroos.www.associazione360.it

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Muro del Governo sul “milleproroghe”

Posted by fidest press agency su sabato, 26 febbraio 2011

“Con la fiducia posta dal Governo sul milleproroghe, anche l’ordine del giorno del Partito democratico sul codice della proprietà industriale, che ha messo in crisi molte aziende toscane di mobili di design per arredamento che occupano migliaia di persone, è stato considerato non ammissibile. È l’ennesimo regalo del Governo alla Lega Nord, che ha voluto questo provvedimento per favorire le grandi aziende con sede nel nord Italia a discapito di tante piccole e medie imprese, soprattutto toscane, alla faccia del federalismo”. È il commento di Susanna Cenni, deputata democratica, durante il dibattito parlamentare di oggi alla Camera. “Anche in questa occasione – prosegue Cenni – la Lega sta tenendo sotto scacco il Governo, che ha alzato un muro intorno al provvedimento rendendo impossibile emendare il testo. Il mio emendamento e quello di Nannicini sono di fatto decaduti con la riformulazione del maxiemendamento da parte del Governo, mentre l’ordine del giorno a firma mia e del collega del Pd Ceccuzzi, che impegnava il governo ad emanare in tempi brevi una norma per modificare i contenuti del decreto 131/2010, dando più tempo alle aziende per avviare dei lunghi e costosi processi di riconversione industriale, non è stato nemmeno ritenuto ammissibile. Alla faccia delle chiacchiere del Pdl e della Lega Nord locale – conclude Cenni – che per non disturbare il Governo non hanno mosso un dito in difesa delle aziende senesi e toscane”

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Assemblea delle Conferenze Episcopali d’Europa

Posted by fidest press agency su martedì, 29 settembre 2009

Parigi giovedì 1 ottobre 2009 ore 11.45 – Maison de la CEF – 58 avenue de Breteuil. La Presidenza del CCEE incontrerà la stampa In occasione dell’assemblea plenaria del Consiglio delle Conferenze Episcopali d’Europa (CCEE) che si svolgerà, da giovedì 1 a domenica 4 ottobre prossimo a Parigi, presso la Maison de la Conférence des évêques de France, sul tema “Chiesa e Stato, venti anni dopo il crollo del muro di Berlino”, la Presidenza del CCEE risponderà alle domande della stampa. Alla Conferenza stampa interveranno:Il Cardinale Péter Erdő, Arcivescovo di Esztergom-Budapest e Presidente del CCEE;Il Cardinale Josip Bozanić, Arcivescovo di Zagabria e Vice-Presidente CCEE; Il Cardinale Jean-Pierre Ricard, arcivescovo di Bordeaux e Vice-Presidente CCEE. Nel corso della Conferenza stampa, alcuni estratti dei risultati dell’indagine europea promossa dal CCEE su Chiesa e Stato sarà consegnata ai giornalisti.  Tra gli altri temi che verranno discussi dai Presidenti delle Conferenze episcopali: la visita di Papa Benedetto XVI in Repubblica Ceca (26-28 settembre 2009); l’Anno Sacerdotale (19 giugno 2009-19 giugno 2010); l’attenzione della Chiesa Cattolica per le popolazioni in Terra Santa; il rapporto Chiesa e Media nell’ultimo anno; l’ideologia dei gender nel panorama legislativo europeo e questioni attuali di bioetica. Saranno presentati anche le attività e progetti delle Commissioni CCEE nel campo dei Media, delle migrazioni, della catechesi, della scuola e dell’università, delle vocazioni e dell’ambiente.  All’incontro dei Presidenti delle Conferenze episcopali d’Europa prenderanno parte anche, per la Santa Sede, il cardinale Giovanni Battista Re, Prefetto della Congregazione per i Vescovi, Mons. Dominique Mamberti, Segretario per i Rapporti con gli Stati della Segreteria di Stato, Mons. André Dupuy, Nunzio Apostolico presso l’Unione Europea e Mons. Aldo Giordano, Osservatore Permanente presso il Consiglio d’Europa.  Nel corso della Conferenza stampa, alcuni estratti dei risultati dell’indagine europea promossa dal CCEE su Chiesa e Stato sarà consegnata ai giornalisti. Tra gli altri temi che verranno discussi dai Presidenti delle Conferenze episcopali: la visita di Papa Benedetto XVI in Repubblica Ceca (26-28 settembre 2009); l’Anno Sacerdotale (19 giugno 2009-19 giugno 2010); l’attenzione della Chiesa Cattolica per le popolazioni in Terra Santa; il rapporto Chiesa e Media nell’ultimo anno; l’ideologia dei gender nel panorama legislativo europeo e questioni attuali di bioetica. Saranno presentati anche le attività e progetti delle Commissioni CCEE nel campo dei Media, delle migrazioni, della catechesi, della scuola e dell’università, delle vocazioni e dell’ambiente.  All’incontro dei Presidenti delle Conferenze episcopali d’Europa prenderanno parte anche, per la Santa Sede, il cardinale Giovanni Battista Re, Prefetto della Congregazione per i Vescovi, Mons. Dominique Mamberti, Segretario per i Rapporti con gli Stati della Segreteria di Stato, Mons. André Dupuy, Nunzio Apostolico presso l’Unione Europea e Mons. Aldo Giordano, Osservatore Permanente presso il Consiglio d’Europa.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Chiesa e Stato

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 settembre 2009

Parigi (Francia), 1-4 ottobre 2009 assemblea plenaria del Consiglio delle Conferenze Episcopali d’Europa (CCEE)  Il tema “Chiesa e Stato, venti anni dopo il crollo del muro di Berlino” ne sarà il filo conduttore. In vista di definire i vari modelli e soluzioni giuridiche adottate dai singoli Stati europei per inquadrare giuridicamente la Chiesa cattolica nel proprio paese e regolare i rapporti con essa e le sue strutture, in particolare pastorali, sociali e educative, il CCEE ha promosso un’inchiesta. Questa deve permettere di rispondere a diverse questioni: qual è l’inquadramento giuridico della Chiesa cattolica negli Stati europei? Quali sono le leggi e i concordati finora abrogati? Come vengono sovvenzionati le istituzioni ecclesiali (scuole, ospedali…) di pubblica utilità? Come influiscono i vari atti, trattati e accordi adottati presso le istituzioni europee nel contesto locale? E quali sono gli aspetti comunitari della religione? Parte dei lavori sarà dedicata al tema della collaborazione tra il CCEE ed altri organismi continentali quali il  SECAM (Symposium of Episcopal Conferences of Africa and Madagascar) e il CELAM (Consejo Episcopal Latinoamericano). Le giornate saranno scandite da momenti di preghiera e dalle celebrazioni eucaristiche. In particolare i presuli europei celebreranno l’eucaristia insieme alla comunità locale: sabato 3 ottobre – ore 8.00 presso la Chapelle Notre Dame de la médaille miraculeuse, 140 rue du Bac – Paris VII e domenica 4 ottobre presso la cattedrale di Nôtre-Dame de Paris alle ore 10.00. All’incontro dei Presidenti delle Conferenze episcopali d’Europa prenderanno parte anche, per la Santa Sede, il cardinale Giovanni Battista Re, Prefetto della Congregazione per i Vescovi, Mons. Dominique Mamberti, Segretario per i Rapporti con gli Stati della Segreteria di Stato, Mons. André Dupuy, Nunzio Apostolico presso l’Unione Europea e Mons. Aldo Giordano, Osservatore Permanente presso il Consiglio d’Europa.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »