Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘museo nazionale’

Museo Nazionale del Bargello: quattro mostre… mille ragioni per visitarlo

Posted by fidest press agency su sabato, 31 marzo 2018

Firenze Museo nazionale del Bargello Via del Proconsolo, 4.La prima settimana di aprile il Museo Nazionale del Bargello offre agli amanti dell’arte un’occasione unica di visita all’interno della propria maestosa cornice architettonica : oltre ai capolavori della collezione permanente (da Donatello a Verrocchio, da Luca della Robbia a Michelangelo, da Benvenuto Cellini a Giambologna) la concomitanza di quattro diverse mostre permetterà ai visitatori di addentrarsi in un suggestivo dialogo, fatto di incroci e rimandi storico-artistici, con alcune prestigiose opere provenienti da altri importanti musei internazionali.
Dal 31 marzo, infatti, la Sala del Medagliere farà rivivere un’affascinante liason tra l’artista, Lorenzo Bernini, e la sua musa, Costanza Bonarelli: uno accanto all’altro, il celeberrimo ritratto marmoreo di Costanza Bonarelli e il dipinto raffigurante l’Autoritratto maturo del massimo artista del barocco romano, permetteranno di ripercorrere un momento singolare della biografia e della carriera del Bernini, evidenziando lo stretto rapporto tra pittura e scultura nella creazione del cosiddetto “ritratto parlante”.
L’Autoritratto, proveniente dalla collezione della Galleria Borghese di Roma, sarà esposto al Bargello fino al prossimo 20 maggio.
Inoltre, fino all’8 aprile, si potranno ancora ammirare la lunetta di Giovanni della Robbia (proveniente dal Brooklyn Museum di New York), i tre studi dal Vero di Vincenzo Gemito (dalle Gallerie d’Italia di Palazzo Zevallos di Napoli) e il Reliquiario di Montalto (dal Museo Sistino Vescovile della stessa città marchigiana). Un inizio di aprile ricco di novità, suggestioni e spunti per scoprire, o riscoprire, il Museo Nazionale del Bargello con i suoi capolavori e i suoi inediti accostamenti di opere d’arte.www.bargellomusei.beniculturali.it

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’arte in un mondo che cambia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 marzo 2016

Roma, 13 – 17 aprile 2016 presso gli spazi del MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo e in altre sette prestigiose location: Palestra dell’Innovazione, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (Mibact), Rome University of Fine Arts (Rufa), Quasar Design University, Goethe Institut, Accademia di Spagna e Ambasciata del Cile. Un festival diffuso nella città di Roma, che grazie a un parterre di ospiti internazionali, diventa un punto di riferimento cruciale per artisti, curatori, giovani, creativi ed esperti del settore di tutto il mondo. Nel ricco programma di eventi intervengono figure di rilevanza mondiale, come Gerfried Stocker, managing director Ars Electronica Linz, Siegfried Zielinski, Founding Rector Academy of Arts & Media Cologne e Rector University of Arts & Design Karlsruhe, Antoni Muntadas, media artist e professore di Arte visiva alla Iuav di Venezia.
Installazioni e performance di più di 50 artisti nazionali e internazionali, oltre 20 i paesi coinvolti, lecture, convegni, masterclass e laboratori per i più giovani: con il BNL Media Art Festival si apre in Italia una nuova e importante stagione artistica. Sull’esempio di Olanda, Germania e Inghilterra, dove si è già tenuta una prima edizione del format con uno straordinario successo di pubblico, il BNL Media Art Festival propone un laboratorio di produzione diffusa, unico nel nostro paese. L’obiettivo è costruire un ponte tra scuole, musei, centri culturali, università e aziende per avvicinare le giovani generazioni all’arte e a un nuovo modo di concepire e usare la tecnologia. Si parte dunque dalla scuola per educare i più giovani a un uso creativo, artistico e attivo degli strumenti tecnologici, per promuovere lo sviluppo di modelli pedagogici innovativi e di competenze strategiche per la nascita di nuovi mercati, tendenze e profili professionali. Da gennaio 13 artisti, a Roma, Milano e Napoli, sono al lavoro con gli studenti di 12 scuole di diverso ordine e grado per costruire insieme un progetto di arte digitale. Le opere saranno allestite al MAXXI durante il Festival e la migliore sarà premiata insieme all’artista vincitore della call internazionale. Per esporre la propria opera d’arte allo Spazio D del MAXXI si sono candidati quasi mille artisti da tutto il mondo.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Piero Boni a Villa Pisani

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 ottobre 2015

Piero Boni1Piero BoniStra (VE) 8-18 ottobre 2015 Museo Nazionale Villa Pisani Via Doge Pisani 7 Inaugurazione giovedì 8 ottobre ore 16.00. Il Museo Nazionale di Villa Pisani ospita “Piero Boni a Villa Pisani” una mostra dedicata all’artista bergamasco e alla sua poetica travolgente, tesa nel cercare una fusione tra pittura figurativa e pittura astratta dove i particolari hanno un ruolo di primo piano. La mostra, a cura di Bruno Francisci e Raul Oyuela con la collaborazione della dott.ssa Sandra Gonzalez, presenta undici grandi dipinti olio su tela e si avvale del sostegno del Museum of the Americas di Miami.La pittura di Piero Boni, affascinato dalla storia delle religioni e dai pensieri religiosi, è sottile ed elegante, colta e onirica. Una rappresentazione nata da un profondo senso di osservazione della realtà che permette di andare oltre e intraprendere un viaggio verso la ricerca della Felicità: l’ascesa a due pianeti, due creazioni della mente posizionati oltre i confini del nostro mondo reale e denominati Pianetà Giò, colmo di interpretazioni magiche della realtà, e Pianeta Artù, ovvero la Gioia.
Piero Boni è un architetto dello spirito. Le sue creazioni sono tracciate dall’artista con fedeltà e amore: ne sboccia un mondo che si gioca tutto sulla cultura e sulla memoria, in cui la realtà viene esplorata intimamente, ovvero scomposta

53DIP

53DIP

Boni_009

Boni_009

e subito dopo ricostruita, così da scoprire il segreto della forma (“Chi conosce meglio il fiore? Il fioraio nel suo chiosco o l’insetto che può visitarlo dall’interno?”)
Piero Boni, che nella propria crescita umana e artistica coglie a piene mani dalla filosofia orientale, si confronta con la pittura del Novecento: in lui sono chiari riferimenti a Mondrian o a Pollok, così come è facile accostarlo a De Chirico o a Savinio, ma poi Piero Boni amalgama il tutto per ottenere un prodotto unico, non paragonabile a nessuna corrente artistica.Il segreto di questo artista, da sempre sedotto dai dibattiti sulla sopravvivenza dell’anima, è contrapporre alla secchezza spirituale ed emotiva della cultura contemporanea una pittura d’evasione, “favole che si fanno spiritualità” per usare le parole di Vittorio Sgarbi, un concentrato di energia che permette all’osservatore di intravedere quel mondo da lui evocato per segni e immagini – Pianetà Giò e Pianeta Artù – partendo proprio da una attenta lettura dei titoli, aspetto inconfondibile della pittura di Boni: vere e proprie guide all’interpretazione del dipinto che lasciano tuttavia l’osservatore libero di cercare nella propria interiorità risposte e svelamenti.
Piero Boni parte sempre da uno studio preparatorio, eseguito su carta e in piccolo con colori pastello nelle gamme dei gialli, celesti e rosa. La stesura è immediata, veloce, e soprattutto ha già in sé la visione completa del quadro.
La tela, il passaggio successivo, cresce più lentamente perché più meditato, appaiono i volumi e i colori si accendono.
Ma è chiaro che il vero protagonista nei bozzetti come nelle tele di Pietro Boni è il segno: e se nella fase preparatoria rimane in un rapporto di sostanziale equilibrio con il colore, una volta sulla tela acquisisce maggiore potenza proprio grazie alle campiture cromatiche, dove il nero non manca mai. (foto: Piero Boni)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »