Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘musica elettronica’

Musica Elettronica: da UK e Germania, Raime e Digitalism

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 dicembre 2016

digitalismRoma 9 e 10 dicembre ore 22.00 Quirinetta, Via Marco Minghetti 5 Due giorni esplosivi per conoscere da vicino la scena internazionale.
Raime è musica strumentale, nella tradizione delle produzioni della metà degli anni ’90, ma con un suono contemporaneo e con un’attenzione puntualissima (quasi ossessiva) al dettaglio. Suoni industriali a volte, ma anche morbidi e con vaghi groove, per un disco calmo e nervoso, un flusso continuo di suono, quasi una traccia unica che dal vivo il duo inglese manipola e che porterà una ventata di techno contemporanea a Roma, in una serata che ha fatto della ricerca contemporanea il suo scopo: LSWHR.Psichedelia, elettronica, sperimentazione: sono questi invece i tratti di Digitalism, direttamente dalla Germania, che al Quirinetta il 10 dicembre portano il terzo album Mirage, nato dalla lunga esperienza live nei club di tutto il mondo.
Le influenze di Daft Punk e Cassius rimangono (quando iniziarono a farsi notare i Digitalism erano quasi considerati appartenenti alla scena francese del french touch), ma in Mirage c’è anche psichedelia, voglia di sperimentare e voglia di ricercare. Digitalism, dopo essere stati fomentatori di party con singoli potenti e pensati espressamente per la pista da ballo, si avvicinano al pop pur mantenendo il loro sound tipico che sa di Francia.Digitalism, infatti, suonano dal vivo da oltre dieci anni, “Jence” Moelle e Ismail “Isi” Tüfekci fanno “ballare il mondo” e ora, dopo il Mirage Live Tour che li ha portati in tutta Europa, in America, Australia e Giappone, hanno deciso di dedicarsi ai club più intimi, in cui il contatto con il pubblico è più stretto e il party più elettrico. Costo del biglietto Raime 10 euro, Digitalism 15 euro. (foto: digitalism)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Force of Nature”

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 novembre 2016

force-of-natureMartedì 15 novembre esce in digital download “Force of Nature”, il nuovo album di musica elettronica/dance, cantato interamente in inglese, di Dylan Jay (prodotto da Francesco D’Augello e registrato presso Dissonanze Studios di Lamezia Terme), che “parla proprio della connessione fisica e spirituale dell’essere umano. Il punto di connessione tra corpo e anima. Di piaceri sessuali e fisici, collegando l’uomo a uno step superiore, viaggiando nella mente e nello spirito dell’uomo. Un mondo nuovo connesso con lo spazio e la natura che ci circonda”.E ne parla attraverso 11 brani che descrivono le varie facce dell’amore: come sentimento ritrovato in “Back To Him”; come piacere fisico di una vita o di una notte in “Whirlwind” (primo singolo estratto che uscirà a breve e sarà accompagnato dal videoclip) e in “Let Me Believe”; come parole che cercano di accorciare la distanza “(Distance Lies”); come la fine di un incubo in “Get Me Down (feat. Synchronized)”. Nei brani si parla anche di connessione con l’ambiente nella titletrack “Force Of Nature”; con se stessi e la propria mente come in “Wills” e “Game Over”; con il tempo e la vita eterna (“On My Face” e “Never Die”). L’album si chiude con una cover rivisitata di “Up & Down” di Billy More.Dylan Jay (Andrea Mercuri) nasce a Lamezia Terme il 30 Agosto 1988. Cantautore italiano, si avvicina alla musica all’età di 5 anni. Inizia a studiare canto e comincia a fare qualche esibizione di fine anno e in seguito concorsi a livello regionale. Si avvicina alla musica dance elettronica grazie anche allo zio, dj/speaker radiofonico.
All’età di 15 anni, dopo anni di concorsi e aver cantato solo cover, scrive pezzi inediti, tra cui “Wills”, contenuta nel disco con un arrangiamento. Il pezzo è stato scritto con il fratello Antonio che ha curato parte della musica, mentre Dylan si è occupato di testo e linea vocale. La passione per il synth pop inglese lo porta a scrivere interamente in inglese e pensa che sia un ottimo strumento per far arrivare i suoi messaggi a più persone possibili. Negli anni ha acquisito diverse influenze musicali, ascoltando diversi generi musicali e artisti molto diversi fra loro quali Depeche mode, Mind.in.a.box, Empire of the sun e artisti pop e dj che hanno fatto la storia musicale degli anni 90 e inizio 2000. Nel 2012 pubblica il suo primo singolo, Wills, in chiave differente dalla versione odierna. L’anno successivo è il turno di un altro brano, Stereophonic boy, pubblicato con un’etichetta indipendente. Nel corso del 2013 gli viene diagnosticato un sarcoma, quindi lascia la pubblicazione di altri brani per curarsi. Terminate le cure si trasferisce a Roma per lavoro. Nel corso di quell’anno continua a scrivere e dà alla luce molti dei brani che faranno parte del primo album.Dopo un anno e tre mesi torna in Calabria dove conosce Dissonanze Records e riprende a studiare canto. Nel luglio 2015 esce Never Die, un brano con sonorità elettroniche/dance anni 90. (foto: force of nature)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Kitsuné Logo e Housse De Racket

Posted by fidest press agency su martedì, 31 Mag 2011

Roma, da giovedì 9 a sabato 11 giugno 2011, Viale Trinità dei Monti, 1 Académie de France à Rome – Villa Medici. Dopo il grande successo della prima edizione di Villa Aperta, torna, il festival dell’Accademia di Francia a Roma dedicato alle musiche attuali, che quest’anno sarà all’insegna della musica elettronica e pop. Artisti della scena musicale internazionale si alterneranno in tre serate straordinarie che si svolgeranno sul piazzale di Villa Medici trasformando lo spazio in un’ambientazione suggestiva e sorprendentemente ideale per i suoni della contemporaneità.
Apriranno il festival, giovedì 9 giugno, due gruppi francesi già conosciuti sui palcoscenici londinesi: il duo tra i più interessanti della scena electro francese The Shoes, già noto come produttore e remixer di Gaëtan Roussel e Shakira, e Poni Hoax, composto da cinque giovani parigini dalle sonorità travolgenti che hanno pubblicato album fortemente variegati nelle sfumature di generi e influenze.
Anche quest’anno Villa Aperta 2011 presenta un’etichetta discografica, la seconda serata, venerdì 10 giugno, sarà curata da Kitsuné – gruppo fondato da Gildas Loaëc e Masaya Kuroki, impegnati tra discografia, graphic design e abbigliamento – che in Francia è garanzia di qualità e attenzione alle nuove tendenze musicali avendo scoperto artisti oggi al vertice del successo. Kitsuné porterà aVilla Aperta 2011 due recenti acquisizioni: Logo, piccoli prodigi della scena elettronica che con il singolo La Vie Moderne del primo album hanno trionfato in tutte le classifiche, e Housse De Racket di cui uscirà presto il secondo album dopo il successo del primo nel 2008. A chiudere la serata, alla consolle, sarà Gildas Loaëc, creatore di Kitsuné e famoso DJ, le cui compilation “Kitsuné Maison” sono una fucina di talenti dal successo garantito.
L’ultima serata, sabato 11 giugno, vede il ritorno in Italia, a distanza di un paio d’anni, del gruppo inglese electro-pop tra i più osannati dalla critica internazionale, i Metronomy guidati da Joseph Mount, che attualmente calca i palcoscenici di mezza Europa con l’ultimo album The English Riviera, uscito in Italia per Warner Music. La prima parte del concerto è affidata a His Clancyness aka Jonathan Clancy, artista canadese trapiantato a Bologna, che presenterà il suo ultimo progetto Freight Trains uscito ad aprile 2011 in esclusiva per l’etichetta italiana Keep It Yours Records. Inoltre, giovedì 9 giugno 2011 alle ore 18.00, come programma off, si esibiranno BabX / L, nell’ambito del festival “Suona francese” dell’Ambasciata di Francia in Italia. Il festival Villa Aperta 2011 è in collaborazione con Paris Rockin’. (elisabetta, Metronomy)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »