Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 235

Posts Tagged ‘musica’

“Lina Sastri e una musica per i bambini”

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 giugno 2018

Roma 18 Giugno 2018 Ore 21.00 Teatro Eliseo Lina Sastri sarà la magnetica protagonista di “Lina Sastri e una musica per i bambini”, spettacolo a favore della Onlus The Children for Peace che si terrà al Teatro Eliseo la sera del 18 giugno. L’artista interpreterà per il pubblico brani del suo vasto repertorio di canzoni napoletane. La serata continuerà sulle note della voce grintosa e inconfondibile della cantautrice Paola Turci, da sempre impegnata nel sociale e nei progetti legati all’infanzia. Musica e parole si sposeranno magicamente con la danza, grazie alle coreografie elaborate per l’occasione dal ballerino e coreografo Michele Moretti, che nella sua carriera ha lavorato per numerosi show televisivi e teatrali come il Festival di Sanremo, la trasmissione Amici e l’Eurovision Song Contest. Il ricavato della serata sarà utilizzato per la costruzione di una scuola e di un ambulatorio a Gulu in Uganda. Grazie anche alla preziosa collaborazione delle suore comboniane, i ragazzi potranno avere una corretta istruzione scolastica, un valido supporto medico ma anche informazioni su argomenti difficili come la prevenzione dell’HIV e il pericolo delle droghe.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concerto del Circolo Amici di Ticino Musica

Posted by fidest press agency su domenica, 27 maggio 2018

Giubiasco (Svizzera) Martedì 29 maggio alle ore 20.00, nella Chiesa di Santa Maria Assunta di Giubiasco, si terrà il tradizionale Concerto del Circolo Amici di Ticino Musica. Dopo le audizioni per cantanti e il concerto di gala dei vincitori nella Hall del LAC, questo è il terzo degli appuntamenti di avvicinamento alla ventiduesima edizione del Festival, che si svolgerà in tutto il Cantone Ticino dal 18 al 31 luglio.Protagonista di questo sempre attesissimo evento sarà il Trio Insolito, composto da Barbara Meszaros (soprano), Gabor Meszaros (fagotto – direttore artistico del Festival Ticino Musica, nonché docente dell’Academy) e Wolfgang Kleber (organo). Questa inusuale, ma estremamente armonica formazione proporrà un eclettico programma con musiche di J.S. Bach, G.F. Händel, G.P. Telemann, S. Adam, W.A. Mozart, S. Karg-Elert, J. Wittwer, L.V. Beethoven, W. Kleber, del quale verranno eseguite due prime svizzere.L’ingresso al concerto è gratuito.Il Concerto del Circolo Amici di Ticino Musica, che si svolge ogni anno in primavera in un luogo sempre diverso del Ticino, è un momento di incontro tra vecchi e nuovi sostenitori del Festival. Il Circolo degli Amici svolge infatti un’importantissima funzione di supporto, ideale ed economico, per Ticino Musica, nonché di tramite tra il festival e il territorio: i soci contribuiscono alla diffusione, allo sviluppo e allo spirito culturale di Ticino Musica sostenendo attivamente le nuove generazioni di musicisti e, tra le altre cose, offrendo alloggio ai partecipanti della manifestazione. A loro volta usufruiscono di numerosi vantaggi, tra cui ad esempio l’accesso gratuito a tutti i concerti del Festival e alle masterclass dell’Academy come uditori, con la possibilità di conoscere da vicino gli artisti.
L’appuntamento successivo è fissato per il 15 luglio alle ore 20.00 nel Teatro dell’Oratorio Santa Maria di Mendrisio, dove avrà luogo l’antegenerale, aperta al pubblico, dell’opera L’italiana in Algeri di Gioachino Rossini, messa in scena dal team dell’Opera studio internazionale “Silvio Varviso”. Il 18 luglio alle ore 20.00 nell’Aula magna del Conservatorio della Svizzera italiana (via Soldino 9, Lugano), si terrà, con la vera e proprio “prima” dell’opera, l’inaugurazione del Festival Ticino Musica 2018. E dal giorno successivo fino al 31 luglio, due settimane ricchissime, con numerosi e concerti ogni giorno, per tutti i gusti e in ogni parte del Ticino.Nell’ultima settimana di giugno verranno inoltre organizzate delle serate di presentazione dell’opera L’Italiana in Algeri.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

From my House in da House

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 maggio 2018

Roma 2 giugno, ore 17.00 – 00.00, Via della Pace Il cuore di Roma, in uno dei suoi scorci più caratteristici, in quel quadrante che va da Via della Pace a Via di Tor Millina, il 2 giugno diventa discoteca a cielo aperto per una no-stop di 7 ore che vuole riportare all’attenzione dei giovani e giovanissimi la vivacità del centro storico della capitale, area urbana che sta subendo un costante abbandono da parte delle nuove generazioni di romani.Un’inedita serenata dedicata a Roma per aprire la bella stagione e ricordare a tutti le ricchezze del centro storico tra i più noti al mondo.A ideare e promuovere l’evento, nonché alla consolle, Giovannino, uno dei dj che ha contribuito alla scena clubbing capitolina dagli anni Novanta, e che per l’occasione, a partire dalle 17.00 e fino a mezzanotte, offrirà al pubblico un dj set rigorosamente in vinile direttamente dalle finestre della sua abitazione.Il suono bidimensionale e nostalgico del vinile diventa così protagonista di un evento insolito, aperto alla città per restituirne la vitalità al territorio, in una scenografia unica che merita di tornare al centro della vita cittadina.“Questo progetto nasce dall’idea di voler regalare un messaggio musicale ad un quartiere, un messaggio musicale di qualità” ha dichiarato Giovanni La Gorga aka Giovannino. “Nel momento storico in cui la parola DJ è diventata inflazionata, si vuole dare la giusta misura e il giusto prestigio a questo mestiere che si basa sulla ricerca, su tanta passione e molti sacrifici… e riportare ‘il centro di Roma’ al ‘centro’ della vita notturna, con le sue bellezze e le sue ricchezze”.L’abitazione dalla quale il Dj farà partire il djset, in questa inedita e contemporanea “serenata”, è situata sopra uno dei punti nevralgici della notte capitolina, esattamente nel crocevia tra Via della Pace e Via di Tor Millina zona.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Quando la musica si mostra: Una nota al museo

Posted by fidest press agency su sabato, 5 maggio 2018

Bologna sabato 12.05.2018 ore 18.30 con live show alle ore 20.00 presso la Sala Eventi del Museo Internazionale e Biblioteca della Musica di Bologna Strada Maggiore 34 personale di Francesco Tricarico a cura di Olivia Spatola in collaborazione con Fabbrica EOS Milano. Il Museo internazionale e biblioteca della musica di Bologna ospiterà per un mese – a partire dal12 maggio – la personale di Francesco Tricarico dal titolo “Quando la musica si mostra. Una nota al museo” curata da Olivia Spatola in collaborazione con la galleria Fabbrica Eos di Milano. La mostra propone di fornire un’esperienza multisensoriale tramite un percorso tematico che guiderà i visitatori attraverso alcune del- le sale del percorso espositivo del Museo. La location del Museo internazionale e biblioteca della musica è stata scelta per la centralità non solo geografica ma anche per il ruolo culturale che riveste: il Museo, che ha sede in un palazzo affrescato del centro storico, espone le prestigiose collezioni di beni musicali della città di Bologna, in un percorso espositivo che si snoda attraverso nove sale a ripercorrere sei secoli di storia della musica europea, con oltre un centinaio di dipinti, più di ottanta strumenti musicali antichi ed un’ampia selezione di documenti storici di grande pregio. L’intento di Quando la musica si mostra. Una nota al museo è quello di far dialogare l’arte con la musica all’interno di uno stesso spazio che è al contempo sia fisico che metaforico: il concetto della musica in quanto segno espresso – scritto, di contenitore di significanti e di significati che suonano anche quando gli strumenti non sono sfiorati dalle dita del musicista. In questo spazio che potremmo definire del ‘silenzio cageano’, in cui lo spettatore ha la sensazione di ascoltare qualcosa anche se tutto tace, le opere di Francesco Tricarico andranno a mostrare in quale modo è possibile controllare e organizzare le nostre percezioni.Le opere scelte sono sette come il numero delle note musicali e le sale del museo in cui il percorso artistico si dispiegherà. Ed è così che le stanze, abbandonando temporaneamente la loro consueta numera- zione, diverranno – attraverso i dipinti dell’artista – la “Stanza del Do”, la “Stanza del Re”, la “Stanza del Mi”; la “Stanza del Fa”, la “Stanza del Sol”, la “Stanza del La” e la “Stanza del Si”. Ma non solo. In questo caso, il segno – ovvero la relazione tra significante e significato – rappresentato dalla denominazione delle stanze, diventerà anche simbolo: vale a dire una realtà altra, che va oltre e da ricomporre; l’espressione dell’inconscio collettivo da cui emergono processi di trasformazione tra ciò che è noto e ciò che non lo è, coinvolgendo lo spettatore. La “Stanza del Do” dunque – in questo gioco fra segno e simbolo – non sarà soltanto la sala in cui Tricari- co omaggerà la prima nota musicale, ma anche del Dominus; la “Stanza del Re” del Regnare; la “Stanza del Mi” del Mi-stero; la “Stanza del Fa” del Fare; la “Stanza del Sol” del Solo; la “Stanza del La” del Lavoro e la “Stanza del Si” del Silenzio, che chiude concretamente e allegoricamente la mostra.
I quadri di Francesco Tricarico sono frutto di una ricerca interiore unita alla necessità di produrre cose dal valore universale, che lo uniscano agli altri nel concetto di bellezza condivisa. Per Tricarico dipingere non è un tentativo di fuga dalla realtà ma un modo di esserci: “è un modo di essere nella realtà interpretandola. Osservandola in altri modi, osservandola su una tela, innesca un un modo diverso di pensare e l’atto creativo rappresenta un momento che altrimenti non si fermerebbe ed invece si ferma. Tutto ciò mi susci- ta stupore”. L’arte di Tricarico è un grande caos ordinato, come afferma l’artista stesso. I soggetti delle sue opere cambiano, non sono mai gli stessi. La sua è una ricerca continua, legata a tutti i sensi, alla vista e soprattutto a ciò che non si vede: Tricarico è affascinato dalle cose che non sono visibili ma che allo stesso tempo possiamo intuire, percepire. I suo quadri sono delle chiavi d’accesso, piccole magie che aprono altre porte: “la tela mi svela qualcosa che prima non c’era, aiuta a farmi capire cose che proba- bilmente ancora non so”.Quando la musica si mostra. Una nota al museo è per Tricarico una grande possibilità di realizzare una storia in un luogo affascinante come il Museo della Musica. “Ogni tela sarà caratterizzata da una nota accompagnata da una parola e da uno strumento. È per me un momento di autocelebrazione”.www.museibologna.it/musica
Ingresso incluso nel biglietto del Museo: € 5.00 intero | € 3.00 ridotto.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lectio magistralis di musica e parole condotta da Giacomo Fornari

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 maggio 2018

Palermo sabato 5 maggio alle 18 al Teatro Real Santa Cecilia di Palermo, una lectio magistralis di musica e parole condotta da Giacomo Fornari, direttore del Conservatorio “Claudio Monteverdi” di Bolzano e membro dell’Akademie für Mozartforschung di Salisburgo, guiderà i presenti in un viaggio tra le maglie della vita (conosciuta e non) di Mozart. L’evento è aperto al pubblico ed è organizzato dalla R.L. Sicilia Libera 291 del Grande Oriente d’Italia nell’ambito del cinquantesimo anniversario del Collegio dei Maestri Venerabili della Sicilia. La lectio magistralis ha nel suo programma una serie di interventi musicali che coinvolgeranno anche altri due relatori, il pianista Piero Barbareschi e il tenore Erlendur Tor Elvarsson. Nel particolare: W. A. Mozart: musica per Fratelli.
Il repertorio massonico costituisce un momento centrale nella produzione di Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791). Se nei primi anni il fanciullo prodigio sembrava limitarsi a soddisfare le richieste di un mecenate “misterioso” con cui aveva contatti occasionali, come accade ad esempio nel caso del Lied massonico O heiliges band KV 148 (125h), le cose cambiano con il definitivo ingresso nell’Ordine avvenuto a Vienna nel dicembre del 1784. Da quella data, infatti, sembra cambiare anche l’intero linguaggio mozartiano, così come lo stesso destino del repertorio massonico. Senza dubbio fondamentale in questo contesto il Lied Gesellenreise («Die ihr einem neuen Grade») KV 468, che Mozart scrisse ed eseguì personalmente nella loggia viennese zur wahren Eintracht per il passaggio a compagno d’arte per il proprio padre Leopold (1719-1787). info http://www.biasinstitute.it

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Musica 4.0 Al teatro Olimpico Shine on! The Pink Floyd Opera

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 aprile 2018

Roma 22 aprile 2018 Teatro Olimpico ore 21.00 Piazza Gentile da Fabriano, 17 al teatro Olimpico arriva Shine on! Pink Floyd, passione senza tempo. Un mito percorso da intere generazioni. Gli Animals Pink Floyd sono una tribute band speciale che ripercorre la stessa filosofia della band britannica e si accosta quasi perfettamente al loro modo di stupire il pubblico con perfomance memorabili. A premiarli l’affetto del pubblico che li segue ovunque e dopo il grande successo dello scorso anno con Obscured by Clouds, gli Animals Pink Floyd, in collaborazione con Momento Danza, mettono in scena uno spettacolo unico il 22 aprile ore 21 al teatro Olimpico:Shine on! The Pink Floyd Opera, che racconta l’evoluzione dei Pink Floyd dal 1967 ad oggi.
L’epopea di una band che ha cambiato per sempre la storia del rock ed ha segnato i tempi, verrà ripercorsa dagli Animals Pink Floyd in un’indimenticabile esperienza di rock-art, che coniuga musica live, performance teatrali della compagnia Teatranti tra tanti, coreografie danzanti a cura di Fabio Massimo Casavecchia, il tutto sotto l’attenta regia di Stefano Viezzoli.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Porta chiusa, porta aperta – Fabrica. Musica e letteratura in costruzione

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 aprile 2018

Roma domenica 15 aprile alle ore 17.00 sarà, Musei di Villa Torlonia Casina delle Civette Via Nomentana, 70 organizzato da Fabrica Associazione Culturale, una interessante iniziativa: Porta chiusa, porta aperta – Fabrica. Musica e letteratura in costruzione. Il mistero oltre lo spazio: viaggio iniziatico tra il cielo e la terra, tra realtà e spirito, tra limiti e infinito attraverso brani di autori antichi e moderni sul mistero, sull’apertura ad altre dimensioni e sul tema del confine, del limite.
“Soglie di Luce. Opere di Pietro Gentili dal 1970 al 2000” è la prima mostra personale nella Capitale dopo la scomparsa del Maestro e ha l’intento di farne conoscere l’universo artistico attraverso 50 opere tra quadri, sculture, gioielli, moduli tridimensionali realizzate utilizzando tempera, foglia d’oro e d’argento, sabbia, polvere di specchio, plexiglass, legno. La mostra, promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, dall’Archivio Gentili e da Fabrica Associazione Culturale, è a cura di Claudio Cerritelli e Maria Grazia Massafra. Servizi museali di Zètema Progetto Cultura.
Tra scudi di angeli, cieli stellati, porte aperte su di uno spazio “altro”, giochi di superfici riflettenti, filo conduttore dell’esposizione è la luce come soglia verso un’altra dimensione. Come scrive Claudio Cerritelli l’immagine della “porta” si pone come luogo del mistero conoscitivo dell’arte, soglia dove si avverte il desiderio e la ricerca della luce spirituale, percepita nella vastità senza fine del tempo.
La musica avrà un impianto di diffusione nel porticato esterno limitrofo alla mostra dove chi non è potuto entrare nella sala potrà ascoltare in piedi il concerto/reading.L’iniziativa è gratuita previo acquisto del biglietto del museo secondo tariffazione vigente.
Biglietteria presso il Casino Nobile
Biglietto d’ingresso Casina delle Civette: € 6,00 intero; € 5,00 ridotto. La mostra è parte integrante della visita.Per i cittadini residenti nel territorio di Roma Capitale (mediante esibizione di valido documento che attesti la residenza) ingresso gratuito. Orario mostra: martedì – domenica 9.00 – 19.00 La biglietteria chiude 45 minuti prima sito: http://www.pietrogentili.com

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Musica senza dimora” alla Fonderia delle Arti

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 aprile 2018

Roma venerdì 13 aprile alla Fonderia della Arti di via Assisi 31 a partire dalle 19.30 spettacolo, arte e solidarietà a favore delle persone che non hanno una casa. Sono queste le tre anime di “Musica senza dimora”, evento aperto a tutti (ingresso gratuito)
Una performance collettiva che vedrà salire sul palco artisti del panorama musicale, teatrale e cinematografico della città ma anche persone senza dimora ospiti di Casa Arca, struttura di accoglienza gestita a Roma da Fondazione Progetto Arca onlus, da più di 20 anni a fianco dei senzatetto.
L’evento interesserà diversi spazi della Fonderia delle Arti. La Sala Grigia sarà dedicata alla video installazione di “Abitare”, reportage documentaristico sul disagio abitativo nella capitale realizzato dal fotoreporter Michele Cirillo, impegnato da più di tre anni a immortalare inquilini di case popolari, residence, palazzi occupati e persone senza dimora con la volontà di creare un vero e proprio “database visivo” di questa problematica sociale sempre più presente.
Qui si esibirà poi il duetto composto da Haina Gurska al violino e Albertt Kozinin al pianoforte, che insieme eseguiranno alcuni brani di musica classica e contemporanea.E ancora spazio al teatro con la lettura del brano di Pier Paolo Pasolini “Alì dagli occhi azzurri” recitato in italiano dall’attrice Grazia Carrino, affiancata da Salahaldin Siggid, che l’accompagnerà con un’interpretazione dello stesso testo in arabo.Nella Sala Teatro infine Mark Hanna e la sua Band (Mark Hanna vocals, guitars, harmonica; Moreno Viglione guitars, vocals; Dido Tabelli harmonica; Augusto Zanonzini drums, percussion; Fabrizio Sciannameo bass, vocals; Serenella Sotgiu vocals) in acustico eseguiranno brani rock e blues intervallati da talk dei giornalisti Ernesto Assante e Gino Castaldo.Musica senza dimora nasce da un’idea del direttore artistico Mark Hanna e dei giornalisti Ernesto Assante e Gino Castaldo, che sono riusciti a realizzarla grazie alla collaborazione a titolo gratuito di tutti gli artisti coinvolti e della Fonderia delle Arti, che ha concesso gli spazi.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Genitori in classe per capire la musica di domani

Posted by fidest press agency su sabato, 7 aprile 2018

Il nuovo rap e l’indie stanno spopolando nelle classifiche e nei gusti dei teenager, e influenzano il linguaggio quotidiano dei giovani. L’idea è di Giffoni Experience, che durante la 48esima edizione del Festival in programma dal 20 al 28 luglio, terrà il primo ciclo di workshop specificatamente dedicati ai genitori. L’obiettivo di questo evento di Parental Experience – sezione creata per le famiglie – sarà far capire agli adulti origine, ragioni e chiavi del successo che il rap e la musica indipendente hanno tra i ragazzi. Parental Experience, che da sempre affronta storie cinematografiche profonde e impegnate, offrirà anche questo spazio didattico dedicato alla musica e al linguaggio dei nostri ragazzi. “L’idea – spiega il direttore Claudio Gubitosi – nasce dall’esigenza di avvicinare sempre più gli adulti al mondo dei ragazzi, e il primo mezzo per farlo è quello del linguaggio. Alcuni artisti di oggi hanno molto in comune con i cantautori degli anni ’70, sia per i testi che scrivono sia per i messaggi che lanciano.””I genitori di oggi facevano fatica a far capire ai loro padri e madri perché amavano Rino Gaetano o De Andrè. E come i cantautori non erano compresi dai genitori, così oggi artisti come Coez, Ghali o Calcutta sono misteriosi e apparentemente inaccessibili per gli adulti. Lo scopo di questi workshop è avvicinare questi due linguaggi, quello della musica a quello dei ragazzi, senza escludere i genitori ma coinvolgendoli.”A tenere i workshop saranno esperti e protagonisti della scena musicale rap e indipendente. MN Holding, tra le più importanti società italiane di comunicazione artistica, curerà la partecipazione di questi talent a Giffoni.”L’evento sarà non solo di formazione – prosegue Gubitosi – ma anche di divertimento nel vedere i genitori alle prese con questi nuovi linguaggi. E perché no, farli appassionare come quando avevano l’età dei loro figli.”

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Omaggio a Luis Bacalov, premio Oscar per la musica, recentemente scomparso

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 marzo 2018

Roma Mercoledì 21 marzo alle 18.00 presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” (Auditorium “Ennio Morricone”, Macroarea di Lettere e Filosofia, via Columbia 1) l’Orchestra Roma Sinfonietta diretta da Michele Reali, con i solisti Marco Serino al violino e Simone Briatore alla viola, ricorda Luis Bacalov, argentino di nascita e romano d’adozione, premio Oscar per la miglior colonna sonora, recentemente scomparso. Inoltre musiche di Ada Gentile, Aaron Copland e Joaquin Turina.
Luis Bacalov, che collaborò tante volte con l’orchestra, sia come direttore che come pianista, sarà ricordato con l’esecuzione della Suite per violino e orchestra d’archi, basata sulla sua musica per il cinema, tra cui Il postino, con cui vinse l’Oscar nel 1996. Ma il programma è molto vario. Il concerto inizia con Appalachian Spring di Aaron Copland: è un balletto scritto nel 1944 per la famosa coreografa Martha Graham e caratterizzato dall’uso di melodie popolari americane e ritmi jazz, che gli procurò un’immensa popolarità negli States e nel mondo intero. Saranno invece le melodie e i ritmi tipici della musica iberica a risuonare in Scène andalouse per viola e orchestra di Joaquin Turina, uno dei più famosi esponenti della scuola musicale spagnola dell’inizio del Novecento. Conferiscono ulteriore interesse al concerto Ho scritto una canzone per orchestra da camera di Ada Gentile, una delle compositrici contemporanee più notevoli a livello non solo italiano ma internazionale, e la prima esecuzione mondiale di Stabat Mater – Minimo macabro per violino, viola e 11 strumenti di Cristiano Serino.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Musica e suono tra i flussi digitali”

Posted by fidest press agency su martedì, 13 marzo 2018

Milano. Mercoledì 14 marzo, lo IED- Istituto Europeo di Design di Milano, dalle ore 18:30 ospita “Musica e suono tra i flussi digitali”, un evento tra musica e innovazione organizzato in collaborazione con Soundreef, società che si occupa di raccolta e gestione dei diritti d’autore. L’appuntamento rientra nell’ambito degli oltre 10 eventi che IED propone fino al 18 marzo per la prima edizione di Milano Digiatal Week, kermesse tutta dedicata alla cultura dell’innovazione digitale. Dopo un momento di confronto su temi come fruizione, cataloghi e nuovi scenari dell’Industria Musicale, la serata culminerà con una performance unica e innovativa in cui Raffaele Costantino, producer, dj e speaker radiofonico (conduttore di Musical Box Radio 2 e Soundreef Waves) interagirà dal vivo con i suoni creati in tempo reale dagli studenti del Corso di Sound Design di IED Milano. All’evento, presentato da Painé Cuadrelli (coordinatore e docente del corso triennale di Sound Design, Scuola di Arti Visive Ied Milano), parteciperà anche Lucian Beierling, responsabile prodotto di Soundreef.
Soundreef sta rivoluzionando la gestione dei diritti d’autore in Europa e non solo grazie all’utilizzo di tecnologie all’avanguardia e sistemi digitali. Opera in più di 20 Paesi nel Mondo e amministra il repertorio di oltre 25.000 autori ed editori nel Mondo, di cui più di 11.000 in Italia, tra cui Fedez, J-Ax, Enrico Ruggeri, Gigi D’Alessio, Maurizio Fabrizio, Nesli, Fabio Rovazzi, 99 Posse e Dark Polo Gang.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Musica etnica della Campania

Posted by fidest press agency su domenica, 11 marzo 2018

Roma Mercoledì 14 marzo 2018 alle 18.00 nell’Auditorium “Ennio Morricone” dell’Università di Roma “Tor Vergata” (Macroarea di Lettere e Filosofia, via Columbia 1) per la stagione dei concerti organizzata dall’Associazione Roma Sinfonietta è di scena la musica etnica della Campania, all’interno di una serie dedicata alla “Musica dalle regioni d’Italia”.È perfino superfluo ricordare come la Campania sia una regione particolarmente ricca sotto l’aspetto musicale, ma molti si fermano alla tradizione della canzone napoletana, famosa in tutto il mondo. In questa occasione sarà possibile conoscere altre e più antiche tradizioni musicali campane, ancora vive in alcune località.Partecipano il gruppo di musica popolare “I Solisti di Montemarano” – fondato da Achille D’Agnese, Gianni Cantone e Beniamino Palmieri nel 1998 – che eseguirà tarantelle di Montemarano, la “Paranza di Peppino Di Febbraio” di Giugliano, che farà ascoltare danze, canti e tammorriate, e il Trio di cantori dell’Arciconfraternita del SS. Crocifisso e Monte dei Morti di Sessa Aurunca, che canteranno polifonie per la Settimana Santa. Introducono il professore Giorgio Adamo dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” e Raffaele Di Mauro, docente presso l’Università degli Studi “Suor Orsola Benincasa di Napoli”.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cremona Musica 2018: un vero e proprio festival internazionale

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 marzo 2018

Cremona Avrà luogo fra il 28 e il 30 settembre la prossima edizione di Cremona Musica International Exhibitions and Festival, la più importante manifestazione mondiale per gli strumenti musicali d’alta gamma, che per il 2018 propone diverse novità a partire da un calendario di eventi di qualità sempre più alta. Tra i primi eventi annunciati, vi saranno un nutrito numero di concerti pianistici, strutturati nei “piano festival” che avranno luogo nelle sale dedicate a Piano Experience. Ognuno dei grandi marchi di pianoforte presenti in fiera presenterà vari recital pianistici e masterclass di celebri musicisti.Nell’Acoustic Guitar Village saranno tenuti concerti durante tutti e tre i giorni della fiera, compresi eventi come il concorso “New Sounds of Acoustic Music”, il sesto “Italian Bluegrass Meeting” e la rassegna “Corde e voci d’autore”, dedicata a chitarristi-cantautori. I maestri Bryan Galloup e Charles Fox terranno inoltre masterclass dedicate alla liuteria, mentre Micki Piperno, Clive Carroll e John Jorgenson terranno masterclass di didattica di chitarra acustica.
Per quanto riguarda Cremona Winds, anche quest’anno ci saranno eventi specifici per questo settore e gli appuntamenti musicali saranno numerosi, tutti d’impatto e di alto livello grazie alla presenza di celebri professionisti. La novità del 2018 vedrà l’organizzazione di una prestigiosa rassegna bandistica che coinvolgerà numerosi gruppi bandistici nazionali e internazionali.Grande rilievo verrà dato anche alle più moderne innovazioni tecnologiche legate alla musica, grazie al Digital Space, a cura di Pier Calderan, che ospiterà anche concerti e spettacoli multimediali in cui la musica è a stretto contatto con la tecnologia.L’edizione 2018 ospiterà anche i vincitori della quinta edizione del Cremona Musica Award, premio ormai fra i più ambiti riconoscimenti del settore, e che negli anni scorsi è stato assegnato, tra gli altri, a Alfred Brendel, Shlomo Mintz, Michael Nyman e Krzysztof Penderecki.Sarà inoltre organizzato il Classical Radio Meeting, che riunirà i rappresentanti delle principali emittenti radiofoniche internazionali dedicate alla musica classica.
Oltre ai tradizionali saloni dedicati alla liuteria (Mondomusica), al pianoforte (Piano Experience), ai fiati (Cremona Winds) e alla chitarra (Acoustic Guitar Village) sarà anche presente il nuovo Accordion Show, dedicato alla fisarmonica, con concerti ed esibizioni-demo non stop, nonché uno spazio dedicato ad approfondimenti, conferenze e masterclass formative. Sono previste mostre di strumenti storici in collaborazione con il Museo Internazionale della Fisarmonica di Castelfidardo e con il Museo della Fisarmonica di Stradella, i due straordinari poli della produzione italiana della fisarmonica nel mondo.Cremona Musica non è infatti solo la più importante fiera al mondo per gli strumenti di alta gamma – con oltre 17000 visitatori nei tre giorni nel 2017 – ma è soprattutto il punto di incontro fra tutti gli ambiti della musica, nella convinzione che business e produzione artistica sono due facce della stessa medaglia, e hanno bisogno di integrarsi e supportarsi reciprocamente.
Dal 2018, Cremona Musica accoglierà anche tutti gli operatori nel campo delle Performing Arts Musicali, che saranno ospitati nella Performing Arts Area. Questa riunirà teatri, festival, orchestre, concorsi di musica, fondazioni, scuole di musica, radio e televisioni, agenzie di comunicazione, sale, agenzie di produzione, fotografi, videomaker, studi di registrazione, tecnici del suono.Inoltre è stata confermata la presenza della Media Lounge, un pool di 40 giornalisti internazionali, comprendente 10 direttori di riviste musicali, critici di importanti quotidiani italiani e stranieri, rappresentanti di radio e televisioni, che moltiplicherà la visibilità degli eventi e degli espositori, proiettandola in un network mediatico di dimensioni globali.
Cremona Musica si propone, dunque, come il posto per eccellenza dove creare nuovi progetti musicali, dove presentare prodotti e idee innovative, dove fare nascere opportunità e far crescere la musica e i musicisti. (Francesco Cianfanelli)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Musica: Quattro dei migliori solisti italiani

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 febbraio 2018

Roma Sabato 10 febbraio alle 17.30 presso l’Aula Magna dell’Università La Sapienza la IUC presenta quattro dei migliori solisti italiani – il pianista Pietro De Maria, il violinista Marco Rizzi, il violoncellista Enrico Dindo e il clarinettista Alessandro Carbonare – si sono riuniti per presentare un raffinato programma di musica francese. Celebreranno infatti Claude Debussy nel centenario della morte con tre suoi capolavori nel campo della musica da camera e poi eseguiranno Quatuor pour la fin du Temps di Olivier Messiaen, uno dei lavori più rappresentativi della musica del ventesimo secolo.
Messiaen era rinchiuso come prigioniero di guerra nel campo di concentramento tedesco di Görlitz, quando – era il 9141 – compose il Quatuor pour la fin du Temps, che ebbe la sua prima esecuzione su 4 solististrumenti di fortuna (il pianoforte aveva alcuni tasti fuori uso, al violoncello mancava una corda) in un gelido capannone di quel campo, davanti a cinquemila prigionieri. Il titolo, che evoca la fine del tempo, è desunto dall’Apocalisse, a cui il pensiero del compositore, fervente cattolico, andava spesso in quel periodo così tragico per lui e per l’umanità intera. Sia per le circostanze in cui fu scritto sia per il suo stile musicale, questo Quartetto si colloca al centro degli sviluppi della musica del secolo scorso. Messiaen è infatti il trait d’union tra Debussy e i compositori delle avanguardie del dopoguerra, perché idealmente fu allievo di Debussy, che non conobbe personalmente ma di cui ammirava moltissimo la musica, e fu l’insegnante di alcuni dei maggiori compositori della seconda metà del Novecento, in particolare di Pierre Boulez e Karlheinz Stockhausen. È stato dunque naturale per i quattro protagonisti di questo concerto scegliere musiche di Debussy per completare il programma. Clarinetto, violino e violoncello eseguiranno ciascuno, insieme al pianoforte, un brano dedicato da Debussy al loro strumento: la Première Rhapsodie per clarinetto, la Sonata n. 1 in re minore per violoncello e la Sonata n. 3 in sol minore per violino, tutti con il pianoforte come partner. È un’occasione rarissima e preziosa di ascoltare insieme quattro grandi solisti, che danno lustro alla scuola musicale italiana nel mondo.
Pietro De Maria ha vinto alcuni dei più prestigiosi concorsi internazionali, quali Ciajkovskij di Mosca (premio della critica), Dino Ciani di Milano, Geza Anda di Zurigo, Mendelssohn di Amburgo. È stato il primo italiano ad aver eseguito in pubblico l’integrale delle opere di Chopin in sei concerti. Recentemente ha realizzato un progetto bachiano, eseguendo i due libri del Clavicembalo ben temperato e le Variazioni Goldberg. Inoltre questi lavori di Chopin e Bach sono stai da lui incisi per Decca, ricevendo importanti riconoscimenti dalla critica specializzata, tra cui Diapason, International Piano, MusicWeb-International e Pianiste.
Alessandro Carbonare è primo clarinetto dell’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia, dopo aver ricoperto per quindici anni la stessa carica nell’Orchestre National de France. Nello stesso ruolo ruolo ha avuto importanti collaborazioni anche con i Berliner Philharmoniker, la Sinfonica di Chicago e la Filarmonica di New York. Claudio Abbado l’ha scelto come primo clarinetto nell’Orchestra del Festival di Lucerna e nell’Orchestra Mozart, con la quale ha inciso il Concerto K 622 di Mozart, che ha vinto il Grammy Award nel 2013. Come solista ha suonato con grandi musicisti classici, tra cui Pinkas Zukerman, Alexander Lonquich ed Emmanuel Pahud, e con famosi musicisti jazz come Enrico Pieranunzi e Paquito D’Riveira.
Premiato in tre dei concorsi più importanti per violino – il Čaikovskij di Mosca, il Queen Elizabeth di Bruxelles e l’Indianapolis Violin Competition – Marco Rizzi è regolarmente ospite delle sale più prestigiose, quali la Scala di Milano, la Salle Gaveau e la Salle Pleyel a Parigi, il Lincoln Center di New York, la Sala Grande del Conservatorio di Mosca e la Konzerthaus di Berlino,e ha collaborato con famosi direttori, tra cui Chailly e Jurowski, e con grandi orchestre, come Staatskapelle Dresden, Indianapolis Symphony Orchestra, Royal Liverpool Philharmonic, Orchestre Lamoreux di Parigi, Hong Kong Philharmonic.
Enrico Dindo nel 1997 ha conquistato il primo premio al Concorso “Rostropovich” di Parigi e da quel momento ha iniziato un’attività da solista che oggi lo porta ad esibirsi con le più prestigiose orchestre del mondo, come BBC Philharmonic, Orchestre Nationale de France, Filarmonica della Scala, Filarmonica di San Pietroburgo, London Philharmonic Orchestra, NHK Symphony Orchestra di Tokyo e Chicago Symphony, al fianco dei più importanti direttori, tra cui Riccardo Chailly, Daniele Gatti, Valery Gergev, Yuri Temirkanov, Riccardo Muti e lo stesso Mstislav Rostropovich, che scrisse di lui: “… è un violoncellista di straordinarie qualità, artista compiuto e musicista formato, possiede un suono eccezionale che fluisce come una splendida voce italiana”. (foto: quattro solisti)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Storie in cammino con la musica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 31 gennaio 2018

Paolo RumizModena domenica 4 febbraio, alle 17.30 al BPER Forum Monzani Rumiz, giornalista per “la Repubblica” e “Il Piccolo” di Trieste presenta il suo nuovo libro “La Regina del Silenzio” (ed. La Nave di Teseo). Per questo evento ha voluto con sè il maestro Igor Coretti-Kuret, il pianista serbo Marko Bodanovic e la giovane violinista Aleksandra Latinovic, di soli 16 anni, che eseguiranno alcuni brani live citati nel romanzo. Lo scopo è quello di regalare al pubblico una serata sulla forza dell’arte e del coraggio, sull’importanza di credere nel proprio talento, contro ogni forma di violenza.
Il libro – suddiviso in 20 capitoli, tutti accompagnati da un consiglio musicale da Wagner a Beethoven, da Stravinskij a Grieg – è dedicato all’amico musicista triestino Alfredo Lacosegliaz, scomparso un anno fa, l’artista che anticipò l’interesse per la musica balcanica e le contaminazioni con i suoni che venivano dall’Oriente: su di lui e il suo codino grigio è modellato uno dei protagonisti della storia, il bardo Tahir, discendente di un popolo guerriero che canta la nostalgia e con la sua tambùriza seduce uomini e animali. Il malvagio re Urdal scende da Nord, invade col suo esercito la pianura dei Burjaki e proibisce loro ogni forma di musica. Con tre mostri – Antrax, Uter e Saraton – terrorizza la popolazione. Eco, il mago dai lunghi capelli bianchi che suscita i suoni della terra, viene fatto prigioniero e nella terra dei Burjaki cala il silenzio assoluto. Mila, la figlia del valoroso cavaliere Vadim, ha il dono innato della musica e cresce ascoltando la melodia della natura. Con il suono della sua voce sfida il divieto di Urdal e decide di cercare il bardo la Tahir, l’uomo che le ha insegnato il canto, per guidare insieme la battaglia più importante, nel nome della musica e della libertà. (foto: rumiz)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Premio per la Poesia d’Autore in musica dedicato a Giovanni Pascoli

Posted by fidest press agency su domenica, 28 gennaio 2018

CASA PASCOLI COLORI_784_15414Il Premio intende valorizzare la nuova e significativa scena di cantautori e cantautrici presenti in Italia e a tenere viva la memoria di Giovanni Pascoli tra i giovani autori di testi e musiche della nuova canzone italiana.L’iniziativa nasce da una idea del MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti, coordinato da Giordano Sangiorgi, in collaborazione con il Comune di San Mauro Pascoli, grazie all’impegno della Sindaca Luciana Garbuglia, e con Sammauroindustria presieduta da Miro Gori. La forza espressiva del poeta romagnolo è testimoniata da personaggi come Paolo Conte, che anni fa ha dichiarato: “Ho amato Hemingway, Simenon, ma soprattutto Pascoli. Quando facevo il militare a Cosenza e poi a Pisa, i commilitoni copiavano le lettere d’amore alle fidanzate da un libretto che a sua volta copiava spudoratamente le rime e i ritmi di Pascoli”. L’attrice Mariangela Gualtieri, da parte sua, ha ricordato l’incontro con Pascoli per un suo spettacolo con queste parole: “ho ripreso le poesie più note, quelle che tutti abbiamo cantilenato a scuola, quelle che portiamo in noi come micce inesplose, e tento, col mio dar voce, di liberare l’esplosivo ad alto potenziale di questi versi. Queste poesie sono musica e più di altre, nella resa orale, diventano davvero la meraviglia che sono: meglio si apprezza il musicista geniale che ha cantato ogni centimetro di questa terra, ogni più piccola e insignificante presenza, aprendoci gli occhi, aprendoci il cuore. Ridestandoci.”
Le parole di questi due grandi artisti internazionali sono un perfetto viatico per l’avvio della prima edizione del ‘Premio Pascoli per la musica’ che invita tutti i cantautori e cantautrici dai 18 ai 40 anni provenienti da tutta Italia a partecipare inviando un proprio brano inedito entro il 30 aprile 2018. L’iscrizione è gratuita. La finale si terrà in una data tra fine luglio e inizio agosto e coinvolgerà i finalisti selezionati da una apposita commissione chiedendo loro di presentare un brano inedito live dedicato a una poesia di Giovanni Pascoli o a una tematica di ispirazione prettamente pascoliana. Nella stessa serata sarà assegnato ad un artista di rilievo un Premio alla Carriera dedicato a Pascoli.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il pianista marsalese Giuseppe Lo Cicero in concerto per gli Amici della Musica

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 gennaio 2018

Giuseppe Lo CiceroTrapani Domenica 21 gennaio 2018 Ore 18.30 Chiesa di Sant’Alberto Via Garibaldi il pianista marsalese, Giuseppe Lo Cicero eseguirà in un concerto per pianoforte la Suite Goyescas di Enrique Granados. Un concerto in cui musica e pittura si fondono, “Goyescas” è infatti stata scritta dal compositore spagnolo Enrique Granados, ispirato dai dipinti di Francisco Goya, un repertorio raro che regalerà momenti di intensa espressione musicale.
Giuseppe Lo Cicero nella sua carriera musicale ha ottenuto premi e riconoscimenti in numerosi concorsi pianistici nazionali ed internazionali. Dal 1979 è titolare di una cattedra di pianoforte principale al Conservatorio “A. Scontrino” di Trapani, aggiungendo all’attività didattica una intensa attività concertistica, con all’attivo circa 500 concerti tenuti in tutte le Regioni d’Italia. All’estero ha suonato in Portogallo, Spagna, Madeira, Romania, Austria, Olanda, ricevendo sempre unanimi consensi di pubblico e dalla stampa nazionale ed internazionale.
Il concerto rientra nel cartellone della sessantacinquesima stagione degli “Amici della Musica”, realizzata con il contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e della Regione Siciliana – Assessorato Regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo e con la collaborazione dell’Ente Luglio Musicale Trapanese, della Fondazione Pasqua 2000, il Conservatorio di Musica “A. Scontrino” di Trapani, il Goethe Institut e l’Istituto di Cultura Italo Tedesco di Trapani.
I biglietti potranno essere acquistati presso la sede dell’evento a partire da un’ora prima dell’inizio spettacolo: intero euro 7,00, ridotto euro 5,00 (studenti fino a 24 anni, Soci Fondazione Pasqua 2000 per l’anno 2017, possessori Diamond Card, abbonati Ente Luglio Musicale Trapanese – Teatro di Tradizione). (foto: Giuseppe Lo Cicero)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Musica e Stelle a Villa Torlonia”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 dicembre 2017

Banda-MarinaRoma Sabato 9 dicembre alle ore 19 inaugurazione della rassegna con Musica e Stelle a Villa Torlonia, colonne sonore per il cinema italiano: concerto della Banda Musicale della Marina Militare Italiana diretta dal Maestro Capitano di Fregata Antonio Barbagallo con l’esecuzione di brani dedicati ai più importanti compositori italiani di colonne sonore mentre sullo schermo cinematografico sarà proiettato un montaggio originale di immagini da film, selezionate a cura di Marcello Foti, Direttore del Centro Sperimentale di Cinematografia. Auguri finali dal coro 7 Hills Gospel Choir. Presenta Paolo Peroso, letture a cura di Rosalba Panzieri. Interviene il docente di tecniche del suono del Centro Sperimentale di Cinematografia Federico Savina.
Storie e Stelle del Cinema Italiano realizzata dalla Direzione Generale Cinema – MIBACT, in villa torloniacollaborazione con Fondazione CSC-Cineteca Nazionale, Istituto Luce-Cinecittà, Assessorato alla Crescita Culturale Roma Capitale-Teatro di Roma, giunta quest’anno alla sua terza edizione, propone personaggi, protagonisti, luoghi e mestieri del nostro cinema, attraverso documentari e docufilm nella prestigiosa cornice del Teatro di Villa Torlonia. Tra i numerosi ospiti delle due precedenti edizioni ricordiamo, tra gli altri, Ettore Scola, Paolo e Vittorio Taviani, Ugo Gregoretti, Lina Wertmuller, Carlo Verdone, Elio Pandolfi, Italo Moscati, Gian Luigi Rondi, Enrico Lucherini, Paola e Silvia Scola, Giorgio Treves, Steve Della Casa, Fabio Ferzetti, Gianfranco Giagni, Mario Canale, Annarosa Morri, Felice Farina, Valerio Ruiz, Marco Spagnoli, Gianfranco Pannone, Claudio Giovannesi.
In ogni edizione è stato realizzato un incontro dedicato alla “Giornata della memoria” e omaggi speciali, gli ultimi in ricordo di Anna Magnani e Marcello Mastroianni.
Per questa 3° edizione si propongono eventi ad ingresso gratuito, da dicembre 2017 a maggio 2018, con la partecipazione di autori, esperti ed ospiti dello spettacolo. (foto: banda marina)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I giovani ambasciatori della musica al teatro Massimo di Roma

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 novembre 2017

ambasciatori musicaRoma Domenica 19 novembre alle ore 16,30 prenderà il via, al Teatro del Massimo di Roma, la nuova Edizione del “JUNIOR ORIGINAL CONCERT”. Non è un concorso né una competizione, ma uno spettacolo molto molto speciale, un’opportunità, data a giovanissimi allievi dei corsi musicali Yamaha di tutta l’Italia, di eseguire, in concerto, brani di propria composizione potendo così esprimere, mediante la musica, la propria creatività e i propri sentimenti ed emozioni. I giovani compositori hanno tutti un’età compresa tra i 6 ed i 15 anni e suoneranno solo ed esclusivamente brani composti da loro, da soli o con i propri ambasciatori musica1amici. È un evento unico e peculiare del Sistema Yamaha di educazione musicale, che si svolge ogni anno in importanti teatri di diverse città italiane, ogni anno inoltre, si svolge anche un’edizione Europea del JOC, alla quale possono partecipare allievi di tutta l’Europa; ma non basta: esiste anche l’International Junior Original Concert, che si svolge ogni anno a Tokyo e che accoglie partecipanti da tutto il mondo! Lo sviluppo della creatività e il concerto di Roma, ne sono la massima rappresentazione, il vero fiore all’occhiello del Sistema didattico Yamaha, I “giovani ambasciatori della musica”, che parteciperanno al Junior Original Concert capitolino provengono da tutta Italia: Lecco, Torino, Bergamo, Cassino, Canegrate, Caserta, San Donà di Piave, Vignola, Reggio Emilia, Chieti e ovviamente … Roma! (foto: ambasciatori musica)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »