Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 15

Posts Tagged ‘musicista’

L’afrobeat di Seun Kuti sbarca in Italia

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 novembre 2019

Al via sabato 23 novembre il primo tour italiano nei club del musicista nigeriano Seun Kuti, figlio più giovane del pioniere dell’afrobeat Fela Kuti. Seun ha inaugurato la sua carriera subito dopo la morte prematura del genitore nel 1997, assumendo la guida della band paterna, gli Egypt 80, a soli quindici anni. Come il padre, Seun lotta con la musica per l’affermazione del proprio popolo. Oluwa Seun Anikulapo Kuti è ora un’icona dell’Africa militante che vuole emergere con le proprie forze e la propria cultura, contro l’ingiustizia, la corruzione e l’arroganza del potere. Dal padre Fela, conosciuto anche come “The Black President”, Seun ha ereditato non solo la passione e il talento musicale, ma, anche l’impegno politico e sociale. L’afrobeat di Seun Kuti, infatti, è permeato dalla storia della black music, con inflessioni rap e new soul in un succedersi di suoni e messaggi che hanno attualizzato e amplificato il retaggio culturale paterno. La sua musica fatta di polifonie sincopate, bassi profondi e suggestioni ritmiche, trasporta e coinvolge l’ascoltatore tra voci, fiati, chitarre e percussioni. “Voglio fare l’afrobeat per la mia generazione -commenta l’artista- invece che ‘alzati e combatti’, il messaggio deve diventare: alzati e pensa”. Sassofonista e cantante, il giovane Kuti cita fra i propri ispiratori Miles Davis, il musicista e poeta afro-americano Gill Scott Heron, i rapper Timbaland e Dr. Dre, pur restando osservatore dei canoni classici del filone black. In un’epoca in cui l’afrobeat è riscoperto e citato in molteplici ambiti musicali contemporanei, dall’Hip-Hop alla techno e a tutta la tropical music, Seun Kuti & Egypt 80 rappresentano l’autentica radice originale, seppur rafforzata dalla giovane energia e da una notevole apertura a contaminazioni artistiche.Con lui, la storica formazione Egypt 80, -“La più infernale macchina ritmica dell’Africa tropicale” -, nome inventato da Fela nel 1977, rifacendosi all’antica civiltà egizia. Sul palco Oluwa Seun Anikulapo Kuti (voce, sax, tastiere), Adebowale Osunnibu (sax), Ojo Samuel David (sax), Adedoyin Adefolarin (tromba), Oladimeji Akinyele (tromba), Joy Opara (voce, danza), Iyabo Adeniran (voce, danza), David Obanyedo (chitarra), Oluwagbemiga Alade (chitarra), Kunle Justice (basso), Shina Niran Abiodun (batteria), Kola Onasanya (conga), Wale Toriola (percussioni) e Okon Iyamba (shekere).Durante i concerti è prevista una selezione dalla discografia dell’artista, dal primo album “Many Things” del 2008 fino all’ultimo EP “Night Dreamer Direct-To-Disc Sessions” registrato in presa diretta con i brani dall’ultimo disco ‘Black Times’, candidato ai Grammy Awards come miglior album world e contenente anche un featuring con Carlos Santana.Il tour è realizzato in collaborazione con Django Concerti.Le date del tour:
sabato 23 novembre, Linecheck Festival, Base, Milano
giovedì 28 novembre, Locomotiv, Bologna
venerdì 29 novembre, Monk, Roma
sabato 30 novembre, Il Volo del Jazz Festival, Teatro Zancanaro, Sacile (PN)
domenica 1 dicembre, Teatro Miela, Trieste

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il musicista Mario Bajardi presenta il suo ultimo album

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 novembre 2016

mario-bajardi1Palermo Domenica 20 novembre ore 18.00 Auditorium Rai V.le Strasburgo, 19 Il musicista Mario Bajardi presenta il suo ultimo album. Grande attesa per la performance del musicista-compositore siciliano Mario Bajardi che, a due anni di distanza da “Inverse Ep”, presenta il suo ultimo lavoro “Schengen”. Il nuovo album di BJM violinista, sound designer e compositore, potrà infatti essere ascoltato con un nuovo progetto live. Undici tracce musicali nelle quali l’esperienza elettroacustica ormai consolidata si affianca a temi e melodie più narrativi e descrittivi, a testimoniare un percorso artistico e produttivo in continua evoluzione. Il live sarà accompagnato da un visual set prodotto dallo scenografo e regista teatrale Fabrizio Lupo, che ha collaborato attivamente nella presentazione del progetto grazie alla creazione visiva di immagini tematiche di Fulvio Di Piazza che verranno video-proiettate durante l’evento. Le immagini saranno editate da Roberto Rejamand con Fabrizio Lupo. Bajardi e Lupo dunque racconteranno per immagini attraverso il suono, in tessiture armoniche ora monolitiche ora dense, e il risultato finale è un’opera dal respiro nordeuropeo che, pur partendo dagli spunti di riflessione sulle malizie “manipolatorie” del contratto Schengen, allarga il suo orizzonte fino ad abbracciare tematiche più vaste. Questo vuole essere un progetto “embrionale” creato con l’Accademia di Belle Arti e che verrà successivamente presentato ai Cantieri Culturali alla Zisa. Più ancora che il concetto del viaggio, cui alludono sia il titolo sia l’immagine di copertina di Nicolò Balsano, attraverso queste musiche BJM intende esprimere l’idea di una rinascita necessaria e resa possibile dalle nuove generazioni. «Credo che ci sia bisogno di una maggiore sensibilizzazione all’ascolto curioso – dichiara Bajardi – e in tal senso i giovani di oggi danno segnali che lasciano ben mario-bajardisperare, perché non hanno paura di sperimentare con ciò che è nuovo e diverso, anzi ne sono stimolati. Luci spente e cuffie, così mi piacerebbe che venisse ascoltato questo disco, per assaporare al meglio il racconto che si sviluppa al suo interno». Per l’occasione, l’artista sarà accompagnato da Sanfj Alessandro Sanfilippo, al pianoforte ed elettronica. Sanfj è un pianista compositore che attraverso un processo di sperimentazione, con una formazione classica, approda alle sonorità elettroniche. La composizione dei brani è realizzata con un pianoforte acustico suonato e registrato, motivo dominante nella maggior parte dei brani. Lo scenario che si propone è un mix di elettronica, ambient e classic contemporary. Nell’album sono inclusi inoltre alcuni brani composti negli ultimi anni per opere audiovisive e teatrali: fra questi “Insemina”, additional music per il cortometraggio “Sweetheart” diretto da Miguel Angelo Pate (già aiuto regista in “Bastardi senza gloria” di Quentin Tarantino e “Unknown – Senza identità” con Liam Neeson e Diane Kruger), insieme ai tre atti o momenti di “Officium” creati per l’omonimo documentario di Giuseppe Carleo, in cui si può apprezzare anche il coro del Liceo Musicale Regina Margherita di Palermo. Il disco è ulteriormente impreziosito dal contributo sonoro che arriva dal recente progetto “BlendInstrument Motion Textures”, prodotto da BJM per la software/music library company 8DIO di San Francisco, arricchendo la palette timbrica ed espressiva nella composizione. L’album “Schengen” di BJM Mario Bajardi, edito da Iter-Research e co-prodotto da Francesco Barraco, può essere acquistato tramite il sito https://bjmmariobajardi. bandcamp.com/ e sarà presto disponibile anche su https://soundcloud.com/onde-ec. (foto: Mario Bajardi)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Premio internazionale Massimo Urbani

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 aprile 2012

Camerino. Il Premio Internazionale Massimo Urbani ha lo scopo di onorare la memoria del leggendario sassofonista romano attraverso la valorizzazione e la scoperta di talenti del jazz nazionale e internazionale. L’associazione Musicamdo Jazz presieduta da Daniele Massimi coadiuvato nella direzione artistica da Samuel Chiaraluce ha il piacere di comunicare il Bando di Concorso per il 2012 del Premio Internazionale Massimo Urbani, concorso internazionale per solisti jazz giunto alla sedicesima edizione con scadenza per l’invio delle domande il 14 Aprile 2012. La partecipazione al concorso è aperta ai musicisti di ogni nazione e strumento musicale, senza alcun limite di età. È possibile scaricare il bando dal sito web http://www.premiomassimourbani.com e ottenere le informazioni necessarie per compilare la domanda d’iscrizione. Il concorso è in programma a Camerino (MC) nei giorni 7-8-9- Giugno 2012, i partecipanti ammessi alla fase finale saranno ospiti dell’organizzazione del Premio Urbani. La giuria è composta dal talent scout e fondatore del premio Paolo Piangiarelli, da Enrico Rava quale presidente di giuria, Maurizio Urbani e dal Trio che accompagna i candidati: Andrea Pozza, Massimo Moriconi e Massimo Manzi.
Saranno assegnati i seguenti premi:
– Targa/Premio Massimo Urbani e incisione di un disco a nome del vincitore, il vincitore verrà chiamato a suonare e presentare la sua produzione discografica nelle Rassegne partner: JazzUP nella sezione New Generation, TLR Jazz di Macerata.
– Premio del Pubblico al musicista che, indipendentemente dalla valutazione finale dei giurati, abbia riscosso il maggior numero di voti con le schede assegnate al pubblico in occasione della finale.
– Premio Unicam (Università di Camerino) al musicista più votato da una giuria composta dagli studenti dell’ Università di Camerino.
– Premio della Critica, al musicista individuato da una giuria di giornalisti specializzati.
– Borse di Studio per i seminari di Umbria Jazz, Siena Jazz, Nuoro Jazz. http://www.premiomassimourbani.com/

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Porsche Live. Le Notti”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 settembre 2010

Padova dal primo settembre ai Giardini dell’Arena Romana e Piazza della Frutta partirà la sesta edizione della rassegna di musica e teatro “Porsche Live. Le Notti.”Cinque serate live e che terminerà domenica 5 settembre.
La serie di concerti è organizzata da Porsche Italia e la Scuola di Musica “G. Gershwin”, con il Patrocinio e il sostegno dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova e con la collaborazione della Provincia di Padova. Apertura quindi il primo di settembre con la versatile voce della cantante e musicista brasiliana Tania Maria il cui altissimo livello è riconosciuto internazionalmente. Giovedì 2 settembre sarà poi la volta dello swing dei The Ballroom Kings che faranno rivivere agli spettatori il clima delle Sale da ballo degli Anni 50. Dobet Gnahorè, musicista della Costa D’Avorio, sarà invece protagonista della terza serata della rassegna che si terrà il venerdì 3 settembre. Il gruppo Mambì si esibirà invece il 4 settembre portando in scena i ritmi più coinvolgenti del Son Cubano. Tutti gli spettacoli si terranno presso i Giardini dell’Arena Romana di Padova alle ore 21.30.
A chiudere la rassegna quest’anno sarà una domenica, quella del 5 settembre, del tutto particolare all’insegna della musica dal mattino fino alla sera. In Piazza della Frutta infatti si svolgerà una maratona della durata di 6 ore, come nella tradizione automobilistica delle gare di durata, dalle ore 10.30 alle ore 13.30 e dalle ore 15.30 alle ore 18.30. Protagoniste della maratona saranno le 6 jazz band semifinaliste della selezione “Porsche Live. Giovani e Jazz 2010”. I gruppi si alterneranno sul palco insieme ad alcune “safety band” che supporteranno la lunga maratona e vedranno pubblicato un CD con i migliori brani da loro eseguiti stampato e prodotto dall’organizzazione. I primi due gruppi classificati invece vinceranno la possibilità di esibirsi durante 3 serate in cartellone tra gli eventi di Porsche Italia, mentre la band vincitrice si aggiudicherà la targa “Primo Premio Padova Carrarese”. Il gran finale di “Porsche Live. Le notti” si terrà alle ore 21.30, sempre in Piazza della Frutta. Entreranno in scena 55 orchestrali emergenti provenienti da tutto il mondo dell’Orchestra J. Futura diretta dal M° Marcello Panni che si esibiranno in un concerto “futurista” dove verranno messe a disposizione del Maestro anche due Porsche storiche, che diventeranno veri e propri strumenti.  Ingresso gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili. (maria, ballroom, dg renèe)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il cuore nella musica

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 agosto 2010

Caerano di San Marco (TV) 4 settembre 2010, ore 15 – 01 Villa Benzi Zecchini, per comporre Il cuore nella musica, una maratona musicale dedicata al musicista britannico Mick Karn. La non stop di concerti ha l’obiettivo di contribuire ad una raccolta fondi: il ricavato dell’evento sarà devoluto, infatti, all’artista gravemente ammalato. Così Fondazione Villa Benzi Zecchini risponde all’appello lanciato dallo stesso Karn, che ha deciso di rendere nota la sua vicenda personale nel suo sito ufficiale http://www.mickkarn.net
Londinese di origine cipriota, è stato il bassista dei Japan. Guidata da David Sylvian, ha rappresentato una tra le realtà più significative della musica post punk, alfieri di una innovativa ricerca musicale ed estetica. Dopo questa esperienza Karn ha intrapreso una carriera all’insegna della sperimentazione a fianco di artisti quali Kate Bush, David Torn, Midge Ure (Ultravox), Peter Murphy (Bauhaus), mentre in Italia ha accompagnato in tournèe il lavoro di Alice.  Proprio la cantante emiliana, tra le voci più intense e originali del panorama musicale internazionale, porterà la sua preziosa testimonianza nel palcoscenico de Il Cuore nella musica.  La maratona parte nel pomeriggio, già dalle ore 14, per proseguire fino alla mezzanotte: provenienti da diverse parti d’Italia, sono una quindicina i gruppi invitati ad esibirsi nel parco della villa. Attesissimo l’intervento di Aldo Tagliapietra, che con Le Orme ha regnato sulla musica prog italiana per decenni. Ma l’evento dedicato a Mick Karn segna anche il ritorno sulle scene di due significative realtà venete degli Anni Ottanta: i Frigidaire Tango (Bassano del Grappa), tra i pionieri della new wave italiana, che, a distanza di quasi 25 anni, propongono un nuovo album prodotto da Giorgio Canali, e il gruppo Degada Saf (Castelfranco Veneto), alla ribalta con un lavoro quasi interamente elettronico. Mentre il musicista trevigiano Lino Brotto propone un set acustico jazz per reinterpretare alcuni successi new vawe assieme a Filippo Tantino e Valeria Bruniera. Si alterneranno così sul palco decine di artisti tra i più significativi provenienti da tutta Italia per un evento unico dal profondo significato umanitario. Interverranno: Aut, Cardiac, Exposurensemble, Giorgio Fairsoni & Rubberband, Flowers of Hiroshima, Madame Sadowsky, Magnetic Sound Machine, Ococo, Stardom, The Mantra ATSMM.
Promossa da Fondazione Villa Benzi Zecchini con il patrocinio della Provincia di Treviso, in collaborazione con il Comune di Caerano, il Centro Giovani e la Pro Loco, la maratona è realizzata grazie alla partecipazione di alcuni soggetti privati: Esse Music, Disco Frisco, Misstake, Papermoon, Gallo Pubblicità, Arti Grafiche San Marco. Partner dell’evento sarà anche il Circolo Arci New Age di Roncade.
Durante la giornata, tra gli spazi della villa saranno inoltre esposte le immagini che un altro membro dei Japan, Steve Jansen, ha realizzato all’inizio degli Anni Ottanta. Trenta ritratti, molti dei quali inediti, che sono anche il racconto di un’epoca, quando la ricerca estetica era la risposta ad un forte rifiuto alle regole convenzionali prestabilite. Ecco allora gli scatti dedicati a Mick Karn assieme al gruppo, il leader David Sylvian, e i loro più stretti collaboratori, tra cui Ryuichi Sakamoto. Anche il ricavato della vendita delle fotografie concorre alla raccolta fondi.  L’ingresso alla manifestazione è ad offerta libera.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Renato Virgilio: vita e opere di un musicista

Posted by fidest press agency su lunedì, 31 maggio 2010

Barletta 6 giugno 2010 alle ore 11,00 Sala Rossa del Castello Conferenza di presentazione del libro, Renato Virgilio – vita e opere di un musicista (Editrice Rotas Barletta, 232 pagine pagine ISBN 978-88-96135-21-1) scritto dal pianista Francesco Lotoro e dal direttore d’orchestra Paolo Candido. Il libro su Renato Virgilio è stata promosso e patrocinato dall’Assessorato al Mediterraneo della Regione Puglia ed è pubblicato dalla Editrice Rotas. Intervengono gli autori del libro, l’editore Renato Russo, il Sindaco di Barletta Nicola Maffei, Autorità regionali e culturali La conferenza di presentazione del libro è organizzata in collaborazione con il Comune di Barletta ed è altresì corredata da una Mostra documentaria Renato Virgilio, un musicista italiano nella Germania delle due Guerre che sarà allestita nell’antingresso della Sala Rossa. Il libro, ricco di materiale epistolare e fotografico inedito, bozzetti originali e stralci di manoscritti musicali, è il risultato di oltre 20 anni di laboriose ricerche compiute da Lotoro e Candido sulla vita e le opere del grande musicista barlettano. Sin dal 1990 Lotoro e Candido (anch’essi barlettani come Virgilio) avviarono un articolato progetto di recupero del materiale storico documentaristico e musicale riguardante Virgilio presso l’archivio Grillo-Ruffini di Tortona, gli Archivi storici e anagrafici di San Gallo, Zurigo, Basilea, Berlino, Wiesbaden, il Dipartimento Musica della Boston Public Library, l’Accademia Musicale Mendelssohn-Bartholdy di Lipsia, le documentazioni in possesso del Prof. Lucio Galante di Lecce, la Casa Carducci Bologna e la Biblioteca S. Loffredo di Barletta.
Renato Virgilio, nato a Barletta il 27 agosto 1879 e deceduto a Wiesbaden il 27 giugno1959, visse nel periodo più cruciale dell’opera lirica aderendo al linguaggio verista ma con inedite capacità di utilizzo e respiro del materiale vocale, orchestrale e corale mutuate sia dalla sua solida formazione presso la scuola napoletana che dalla grande lezione di Alberto Franchetti.
Spirito irrequieto, musicista geniale vissuto a fortune alterne tra Italia, Svizzera e Germania, Renato Virgilio ha lasciato un importante testamento musicale di lavori teatrali, poemi sinfonici, pagine cameristiche ma soprattutto la sua opera in due atti Jana (su libretto di Salvatore Aliaga, pseudonimo di Alberto Colantuoni) che lo rese celebre in tutta Europa. (renato virgilio)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un musicista italiano nella Germania delle due Guerre

Posted by fidest press agency su domenica, 27 dicembre 2009

Barletta 29 dicembre presso la Sala Athenaeum, via Madonna degli Angeli 29.  presentazione del progetto dell’Istituto Musica Judaica, con il patrocinio dell’Assessorato al Mediterraneo della Regione Puglia sul pianista, compositore e direttore d’orchestra Renato Virgilio (Barletta 1879 – Wiesbaden 1959) interverranno Grazia Tiritiello presidente Istituto Musica Judaica, Barletta Renato Russo scrittore, editore, Paolo Candido direttore d’orchestra,  Francesco Lotoro pianista, Lucio Galante Docente Storia dell’Arte Moderna, Università del Salento Il 2009 è stato il 130esimo anniversario di nascita e 50esimo di morte del pianista, direttore d’orchestra e compositore barlettano Renato Virgilio.  Alla presentazione del progetto interverranno il presidente dell’Istituto Musica Judaica Grazia Tiritiello, lo scrittore ed editore Renato Russo, il ricercatore dell’opera di Virgilio e direttore d’orchestra Paolo Candido, il pianista Francesco Lotoro ed infine il Prof. Lucio Galante, docente di Storia dell’Arte Moderna presso l’Università del Salento nonchè nipote di Renato Virgilio. Durante la serata il soprano Anna Maria Stella Pansini eseguirà alcuni brani musicali di Renato Virgilio.
Renato (al secolo Michele Ignazio) Virgilio nacque a Barletta da Francesco Paolo e Anna Maria  Napolitano il 27 agosto 1879.  Intraprese gli studi musicali sotto la guida del maestro barlettano Vincenzo Gallo (1861–1941) proseguendoli presso il Conservatorio S. Pietro a Maiella di Napoli sotto la guida di Paolo Serrao (1830–1907), primo musicista a diplomarsi in Composizione presso il Conservatorio napoletano.  Di Virgilio rimangono numerosi lavori sinfonici, pezzi pianistici, un arrangiamento orchestrale di Zazà di R. Leoncavallo, Lieder per canto e pianoforte, diverse opere teatrali e naturalmente il suo capolavoro: Jana. Il direttore d’orchestra Paolo Candido e il pianista Francesco Lotoro sono riusciti a ritrovare numerose sue opere, carteggio epistolare, materiale fotografico e cartoline che amava spedire da ogni hotel presso il quale alloggiava durante le sue tournéès. (renato virgilio)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Beethoven d’epoca a Lugano

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 maggio 2009

PhilippeLugano, ore 20.30 al Palazzo dei Congressi di Lugano, Piazza Indipendenza 4  Grande attesa a Lugano Festival per l’arrivo di Philippe Herreweghe, il musicista belga che, con la sua Orchestre des Champs-Élysées, ha saputo reinventare l’interpretazione dei romantici e dei preromantici su strumenti storici. La forza dirompente delle novità introdotte nelle sue letture beethoveniane hanno entusiasmato pubblico e critici e sono diventate un punto di riferimento. Con il Maestro suona la giovane e affermata violinista moldava Patricia Kopatchinskaja, vincitrice di concorsi internazionali e ormai in piena carriera nei maggiori festival.  Lugano Festival è da anni sensibile all’accostamento di letture diverse delle opere più note ed amate dal pubblico: grandi maestri lavorano in sinergia con solisti giovanissimi, interpretazioni su strumenti moderni si alternano a letture con strumenti d’epoca. Sarà quanto mai stuzzicante ascoltare due capolavori ultrafamosi di Beethoven, la Sinfonia Eroica ed il Concerto per violino nella lettura offerta da Philippe Herreweghe con la sua orchestra di strumenti d’epoca, fondata a Parigi presso il Teatro degli Champs-Elyseés nel 1991. Se infatti il pubblico è ormai avvezzo ad ascoltare il repertorio barocco con strumenti cosiddetti ‘originali’, molto meno scontati sono i sentieri battuti, fra Sette e Ottocento, dal singolare musicista-medico Herreweghe, raffinato cultore del rinascimento come della musica contemporanea. Herreweghe non mancherà di aprire nuove prospettive di ascolto, come ci ha abituati nel suo lavoro di decenni con ensemble stellari da lui fondati, come il Collegium Vocale Gent e la Chapelle Royale. Accanto a lui, la presenza piena di energia e di intelligente musicalità della moldava Patricia Kopatchinskaja, una delle giovani violiniste più quotate del panorama internazionale, che con il famoso maestro belga condivide la curiosità per repertori diversi, spaziando dal barocco all’improvvisazione jazz. (foto Philippe)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Lezioni di danza contemporanea

Posted by fidest press agency su domenica, 5 aprile 2009

Roma 15/4 giovedì 16/4 venerdì 17/4 sabato 18/4 IALS via Cesare Fracassini, 60 tutti i giorni h 9.30 – 11.00 2° settimana lunedì 20/4 Mercoledì 22/4 venerdì 24/4 tutti i giorni h 9.30 – 11.00 ciclo di lezioni a partecipazione gratuita per danzatori professionisti a pagamento per non professionisti Vittorio Di Rocco dirige il corso. Si è diplomato nel 1990 presso il” Centro di danza Internazionale di Rosella Higthower” a Cannes. Nel 1991 lavora come ballerino solista con la compagnia di Pamela Plaire a Limoges; nello stesso anno vince il premio d’interpretazione al Concorso Wolinnine a Parigi. Dal 1992 al 1993 lavora al Grand Théatre di Limoges, Metz, Bordeaux, Nancy sotto la direzione di Vladimir Skourattof e Mr. Savary. Dal 1993 al 1997 lavora al Teatro di Erfurt in Germania, direttore Jurgen Heiss. In questo periodo comincia la sua attività di Coreografo. Dalla fine del 1997 è ingaggiato all’Opera di Nizza sotto la direzione di Marc Ribaud e qui si cimenta in stili diversi: Nils Christe, Richard Wherlock, John Cranko, Youri Vamos, Myriam Naisy, Robert North, Mauricio Wainrot, Maurice Bejart, Hans Van Manen. L’ultima sua creazione, per il Balletto dell’Opera di Nizza, “Issue de Secours” è nata in collaborazione con un giovane musicista, Samson Gazagnes “Bpitchcontrol-berlino”. A Giugno 2005, per  Balletto ’90 diretto da Paola Catalani, crea per la prima volta in Italia, “Open Source”. Attualmente tiene seminari in tutta Europa. In Italia ha insegnato presso la Scuola dell’Opera di Roma diretta dalla Signora Paola Jorio, la Maison de la Danse diretta da Denys Gagno, Scuola del Balletto di Torino diretta da Loredana Furno, Scuola del Balletto di Roma e il Balletto di Roma diretto dal Sig. Zappolini, lo I.A.L.S , il centro A.I.D., la Crazy Gang, Cinecittàcampus diretto da Maurizio Costanzo, e presso la Kledi Dance. In Francia ha Coreografato per le Ballet de l’Opera de Nice, diretto da Marc Ribaud e le Jeunes Ballet de Cannes, diretto da Monique Loudières.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »