Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Posts Tagged ‘nairobi’

International Steering Committee dedicated to making Nairobi Summit a success

Posted by fidest press agency su venerdì, 24 Mag 2019

The International Steering Committee (ISC) for the Nairobi Summit on ICPD25 met on 26 April to discuss strategic planning for the Summit.The Summit aims to galvanize momentum and mobilize leadership in addressing outstanding and newly emerging challenges related to the International Conference on Population and Development (ICPD) Programme of Action and develop a roadmap to end the unfinished business of the ICPD by 2030, particularly focusing on reaching the “Three Zeros.” These three results – which are at the heart of the ICPD Programme of Action – are embedded within the broader UN Sustainable Development Goals, and underpin all efforts to advance the unfinished elements of the ICPD agenda:
Zero unmet need for family planning information and services.
Zero preventable maternal deaths; and
Zero gender-based violence and harmful practices against women and girls.
The Nairobi Summit is not a UN Summit in the traditional sense. It will instead adopt a format similar to that of the World Humanitarian Summit or the World Oceans Conference. In that vein, and to help spur action, the ISC members expressed their desire for the Nairobi Summit to adopt a series of global commitments focused on achieving the goals of the ICPD. Commitments are entirely voluntary, and the international community will discuss how to bring these to fruition at the Summit.ISC members expect the Summit will attract high-level political leaders and policy makers. They also hope that representatives from civil society organizations, foundations, academia, national parliaments, youth groups, and grassroot groups will take part to make the event as inclusive and dynamic as possible.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Hurricane Electric Expands Global Network to East Africa Data Centre in Nairobi

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 ottobre 2017

nairobiNairobi. Hurricane Electric, the world’s leading IPv6-native Internet backbone, today announced that it has added a new Point of Presence (PoP) in Nairobi at the East Africa Data Centre. Located at the Sameer Industrial Park, Mombasa Road in Nairobi, Kenya, this is Hurricane Electric’s first PoP Kenya and third in Africa. The East Africa Data Centre is one of the most connected facilities in the region and boasts long distance fibre routes to Uganda, Tanzania, Rwanda, Burundi, Ethiopia and Somalia. Covering 2,000 m2 across four floors, the carrier neutral data centre offers N+1 cooling and power for its tenants as well as parallel UPS systems and N+1 diesel generators to maintain uptime. Additionally, the facility has been designed to meet International Data Centre Standards as outlined by TIA-942.
With the launch of Hurricane Electric’s newest PoP, customers of the East Africa Data Centre and others in the area now have a variety of new connectivity options as well as the ability to improve fault tolerance, load balancing, congestion management and transit of next-generation IPv6 traffic. Additionally, tenants at the East Africa Data Centre are able to exchange IP traffic with Hurricane Electric’s vast global network, which offers over 19,000 BGP sessions with over 6,500 different networks via more than 160 major exchange points and thousands of customer and private peering ports.
The Nairobi PoP also provides access to Hurricane Electric’s extensive IPv4 and IPv6 network through 100GE (100 Gigabit Ethernet), 10GE (10 Gigabit Ethernet) and GigE (1 Gigabit Ethernet) ports and as a result, both new and existing customers will be able to experience increased throughput, reduced latency and improved reliability.“Hurricane Electric is delighted with the continued growth of our global network through this new Point of Presence and we remain committed to further expanding into even more African countries in 2018,” said Mike Leber, President, Hurricane Electric. “Because the region is so well connected, Nairobi has proven itself to be an important technological hub for Kenya and beyond. Our newest site will allow customers of East Africa Data Centre to tap into the bandwidth and reach of Hurricane Electric’s rich global network and we are grateful for the opportunity to support them.”In August, Hurricane Electric announced that it became the first backbone in the world to connect to 4,000 IPv6 (Internet Protocol version six) networks. This milestone can be attributed to the company’s global strategy of expanding to more countries and cities in order to provide existing customers with more direct routes while also reaching new customers that are in need of additional connectivity options. Due to the proliferation of the Internet of Things (IoT), which has dramatically expanded the volume of Internet aware devices, the next generation IPv6 is a necessity to support the long-term growth of the Internet.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Kenya: dopo l’attacco terroristico a Nairobi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 settembre 2013

Kenya, 2012

Kenya, 2012 (Photo credit: Moridin_)

La popolazione musulmana del Kenya e i profughi dalla Somalia rischiano ulteriore emarginazione e discriminazione. L’Associazione per i Popoli Minacciati (APM) teme che il terribile attacco terroristico compiuto a Nairobi possa avere gravi conseguenze sulla situazione già difficile della popolazione di fede musulmana del Kenia e i profughi provenienti dalla Somalia. Tutti i fedeli musulmani in Kenia rischiano ora di essere sospettati in toto di terrorismo nonostante il Supremo Consiglio musulmano abbia chiaramente preso le distanze dall’attacco terroristico. Anni di lavoro delle organizzazioni musulmane per porre fine alla discriminazione e alla violazione dei loro diritti rischiano di andare in fumo a causa del terrore importato dagli estremisti di Al Shabaab.I musulmani del Kenia costituiscono circa l’11% sui 40 milioni di abitanti del paese africano. L’attentato arriva proprio nel momento in cui la popolazione musulmana aveva iniziato a emanciparsi e a partecipare attivamente alla vita politica del paese e a porre richieste precise ad autorità e politici, come pari accesso al mercato del lavoro e riconoscimento sociale. Il Consiglio Supremo dei Musulmani del Kenia aveva però chiesto anche l’alleggerimento della legge anti-terrorismo proprio per porre fine alla discriminazione in toto dei fedeli musulmani nel paese. La richiesta di liberalizzazione della politica di sicurezza certo non sarà accolta ora, con il presidente Uhuru Kenyatta impegnato a mostrarsi forte e fermo di fronte agli attacchi.La discriminazione, le perquisizioni e gli arresti arbitrari rischiano di investire anche i campi dei profughi somali rifugiatisi nel vicino Kenia. Purtroppo però ogni violenza e arbitrarietà commessa contro i profughi non fa altro che ingrossare proprio le fila delle milizie estremiste Al Shabaab che da decenni reclutano sistematicamente i giovani dei campi profughi. L’unico modo per togliere forza alle milizie estremiste resta quello di impegnarsi con un seria politica a favore dei profughi, di fornire scuole, formazione professionale e reali prospettive socio-economiche in Kenia o in Somalia.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Magical Kenia

Posted by fidest press agency su martedì, 24 settembre 2013

English: Beautiful City of Nairobi

English: Beautiful City of Nairobi (Photo credit: Wikipedia)

ll segretario di gabinetto, sig.ra Phyllis Kandie, per gli affari, il commercio e il turismo dell’east african community c’invia il seguente comunicato: A seguito dello spiacevole attacco al centro commerciale Westgate a Nairobi, di sabato 21 settembre, che ha causato la perdita di vite umane e feriti, desidero aggiornarvi come segue;Il settore del turismo si unisce ai keniani nel porgere un sentito cordoglio ai famigliari dei defunti, keniani e stranieri, che hanno perso la vita durante gli spiacevoli attacchi al West gate.L’attacco è stato uno spregevole atto di codardia volto a infondere la paura tra i keniani e i nostri visitatori, ma agli assalitori non deve essere permesso di averla vinta.
Perciò, con la presente, affermiamo che le attività quotidiane stanno procedendo in tutta la nazione nonostante questa grave e pesante sfida.
TuristiDesideriamo rassicurare i turisti che il Kenya è tranquillo e le nostre agenzie di sicurezza stanno facendo tutto il possibile per assicurare la sicurezza di ognuno. I visitatori sono pertanto liberi di visitare tutte le nostre località turistiche, in tutta la nazione, dato che le attività procedono normalmente.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Intervita apre una sede a Nairobi

Posted by fidest press agency su sabato, 24 aprile 2010

Intervita Onlus, Ong milanese attiva dal 1999 con progetti di cooperazione dedicati soprattutto alla tutela dei diritti dei bambini e alla parità di genere, ha aperto una sede a Nairobi, centro nevralgico per l’organizzazione di progetti di sviluppo nell’Africa Orientale.  Intervita è attiva in 13 Paesi del mondo con 180 progetti di sviluppo e investe in Africa il 30 per cento delle donazioni ricevute attraverso soprattutto il sostegno a distanza.  In Kenya, Intervita realizza progetti di educazione primaria e di miglioramento della salute dei bambini. In particolare, il progetto che prevede la ristrutturazione di 12 scuole è stato avviato per sostenere l’importante decisione del Governo keniota, che nel 2003 ha reso la scuola primaria gratuita per tutti i bambini, determinando un boom di iscrizioni che non potevano essere evase a causa della mancanza di edifici scolastici.
L’Associazione Intervita Onlus è presente in Italia dal 1999 con la sede di Milano. E’ un’organizzazione non governativa di cooperazione allo sviluppo, aconfessionale, apartitica e indipendente, che ha l’obiettivo di migliorare le condizioni di vita delle fasce più deboli di popolazione nei paesi nel Sud del mondo. Per la realizzazione di progetti di sviluppo a medio e lungo termine Intervita Onlus opera con partner locali presenti nei Paesi del Sud del mondo.
Dati intervita 40.000 sostenitori in Italia 800mila bambini, donne e uomini sostenuti da Intervita nelle comunità più povere del Sud del mondo 13 Paesi di intervento: Myanmar, Nepal, El Salvador, Nicaragua, Ecuador, Brasile, India, Cambogia, Filippine, Mali, Benin, Tanzania e Kenya.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »