Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘navale’

Lega Navale di Ostia: con la primavera al via anche la stagione delle regate

Posted by fidest press agency su domenica, 11 aprile 2021

Nel pieno rispetto delle norme anti-covid e con tutte le misure di protezione utili ma è ufficialmente iniziato il periodo delle competizioni in alto mare. Il calendario è ricco e ce n’è per tutti i gusti. Ad aprire le danze l’ultimo fine settimana di marzo sono state le tavole a vela della Classe Techno 293 nelle categorie Under 13/15/17 e Plus. Giusto il tempo di rompere il ghiaccio ed ecco alcune delle gare già inserite in calendario dalla Lega Navale di Ostia: il 17 e il 18 aprile toccherà alla nazionale Dart18 (catamarani) spettinare la linea dell’orizzonte nello specchio di mare davanti al litorale romano; il 14 e il 15 maggio occhi puntati sulla nazionale 29er e 49er, mentre il 29 e il 30 maggio sarà la volta della classe Laser. La prima prova è stata quella delle 7 atlete della squadra di casa: Ilaria Marras, Arianna Vittoria Di Legge, Giulia Checchia, Antonella Eramo, Emma Spadoni, Rebecca Viti, Anita Soncini e Lavinia Rodi. Malgrado il periodo di stop forzato la rosa tutta al femminile ha affrontato la regata a testa alta aprendo di fatto la bella stagione. <>. Ma non ci sono solo gli atleti di professione. Dalla Lega Navale di Ostia viene confermata la tendenza fortemente in aumento di appassionati degli sport in acqua che, al netto delle restrizioni, cercano nel mare un modo per praticare attività in maniera sana e a contatto con la natura. In questo mese la Sezione di Ostia sta anche riprendendo le attività di promozione marinaresca con le scuole, ospitando i ragazzi delle Scuola Media dell’Istituto Vincenzo Pallotti di Ostia, avvicinando i ragazzi alla cultura e al rispetto per il mare. <>.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Spezia: riaperto il Museo Navale Marina Militare

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 febbraio 2021

By Christian Flammia. Ha riaperto al pubblico il Museo Tecnico Navale della Spezia. Dopo il lungo stop per la pandemia, al museo si entra con ingressi contingentati, con un massimo di 30 persone alla volta. Al museo si può visitare una mostra, che era stata programmata per lo scorso marzo e saltata per il lockdown, dedicata all’Arsenale e al suo ideatore e progettista, Domenico Chiodo. Il Museo Tecnico Navale della Spezia è il maggiore museo navale d’Italia e uno tra i più antichi al mondo. Conserva cimeli e reperti che testimoniano navigazioni, esplorazioni, battaglie, esperienze scientifiche, invenzioni e innovazioni. Fu istituito per mantenere vivo il culto delle tradizioni della Marina Militare, raccogliere e custodire gli oggetti che parlano del suo passato e documentare l’evoluzione tecnica legata al mare e alla marineria. Il museo resterà aperto, secondo le disposizioni del Dpcm, dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 19.30.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tecnologia navale e sicurezza nella navigazione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 dicembre 2020

I danni umani e materiali come quelli dei due pescherecci di Mazara del Vallo ( 2020 ), così come quella del peschereccio sequestrato in Gambia ( 2015), così come le diverse collisioni “misteriose”, da quella della Moby Prince del lontano anno 1991 a quella della “Ulysse” nell’anno 2018 , così come molti altri incidenti marittimi dovute a negligenze tipo Costa Concordia (2013) potrebbero essere facilmente evitati. Non solo evitati ma, in modo univoco, le cause e le responsabilità di ogni incidente, possono essere determinate senza dubbi di sorta. La tecnologia esiste da anni e permette agli armatori di “essere a bordo” della loro nave pur stando in una sala di controllo radar posta a migliaia di chilometri di distanza dalla sua posizione in mare. A bordo di pescherecci, navi, yachts, è possibile installare una unità radar-televisiva controllata da qualsiasi distanza.L’immagine captata dal radar installato a bordo viene inviata a terra alla stazione di comando e controllo attraverso un sistema di trasmissione satellitare con copertura globale.L’operatore a terra, nella sala di comando e controllo, può regolare i principali parametri del radar e può facilmente identificare qualsiasi eco sospetto.Nella sala di comando e controllo vi è un primo schermo con le immagini provenienti dalla nave ed un secondo schermo ove le immagini vengono elaborate al fine di determinare facilmente la direzione e la velocità dell’imbarcazione localizzata nonché la sua posizione geografica.All’immagine radar si possono aggiungere quattro immagini televisive: per esempio per sorvegliare la plancia di comando, la sala macchine, il ponte principale, e poi qualche altra area di particolare interesse.Nel caso dei pescherecci, per esempio, la zona del verricello.Anche le telecamere di bordo sono controllate da remoto, permettendo all’operatore di cambiare la zona di visione e di ingrandire dettagli di particolare interesse.Con l’installazione del radar a controllo remoto si ottengono tre importanti risultati. Primo: si localizzano tutte le imbarcazioni nelle vicinanze della nave incluse quelle in rotta di collisione, ed anche tutti gli eventuali ostacoli alla navigazione, sia fissi che galleggianti ( boe, container persi, scogli affioranti ) registrando sia le immagini radar che quelle delle telecamere di bordo. Secondo:Qualsiasi situazione pericolosa è monitorata dal personale dell’armatore, che, dalla sala di controllo a terra, segue ogni attività a bordo. Terzo:L’operatore a terra inoltre, è in grado di allertare sia l’equipaggio che eventuali soccorsi per attuare interventi tempestivi. In caso di grave incidente il sistema permette di seguire tutte le fasi dei soccorsi dalla sala radar di terra e di coordinare al meglio le attività dei soccorritori. Insomma collisioni, sconfinamenti in acque territoriali interdette, passaggi troppo ravvicinati alla costa, etc. non sarebbero più possibili o, nel caso avvenissero, le responsabilità sarebbero certe e senza ombra di dubbio. Questa tecnologia esiste da anni ed è pure di facile utilizzo . Tutte le informazioni si trovano anche sul web ed i dettagli cliccando su: http://www.triskav.com/OB.html (Redazione http://www.topbtw.com/)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libia. Urso (FdI): serve missione europea navale e terrestre

Posted by fidest press agency su sabato, 18 gennaio 2020

“Sì, in politica estera bisogna essere assolutamente uniti ma anche avere con chiarezza una strategia condivisa che persegua con convinzione l’interesse nazionale, tanto più in aree vitali per il nostro Paese, come la Libia, il Mediterraneo Orientale, il Golfo Persico”: a dirlo il senatore di Fratelli d’Italia, Adolfo Urso, nel corso dell’informativa del ministro degli Esteri sulla situazione in Iran, Iraq e Libia.
Per il senatore di FdI il nostro Paese “ha manifestato purtroppo in questi ultimi anni un atteggiamento ambiguo, spesso contraddittorio, che talvolta è apparso inaffidabile ai nostri tradizionali alleati, ciò ha probabilmente determinato il disimpegno degli Stati Uniti, che ha fatto precipitare la situazione in Libia. Non è sufficiente realizzare una girandola di incontri per aver peso, se non si ha anche una precisa strategia su come tornare in campo. Ci colpisce l’ondeggiare di posizioni, gli stop and go, che anche oggi si sono riproposti per esempio sulla possibilità di un intervento condiviso e multilaterale in Libia”.”Noi lo diciamo con coerenza e senza infingimenti: è assolutamente necessario che l’Italia in modo chiaro e coeso chieda all’UE di realizzare una missione militare di interposizione terreste, navale ed aerea, per evitare le interferenze esterne e porre le promesse di pace e stabilità nell’area. Se questa diventa la posizione del governo espressa con chiarezza nelle sedi internazionali, noi ci siamo e ci saremo sempre, a tutela della Nazione, dei suoi interessi, del suo futuro” conclude il senatore Urso.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A Sestri Ponente il varo della Fleet Tanker Indiana

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 ottobre 2010

E’ stata varata a Genova la nave della Marina indiana INS Shakti presso il cantiere navale Fincantieri di Sestri Ponente. Il nome della nave significa potere o forza. La nave è stata costruita da Fincantieri come da contratto firmato nell’aprile 2008, del valore di circa Euro 300 milioni. Il contratto include due vascelli, il primo dei quali, INS Deepak, disegnato e costruito in Italia, è in uno stadio avanzato di testing prima della consegna alla Marina indiana, prevista per la fine di quest’anno, terminata la fase di collaudo.
La seconda Fleet Tanker, INS Shakti, in costruzione presso il cantiere navale di Sestri Ponente, con l’utilizzo dei più avanzati metodi e concezioni di costruzione, sarà in consegna entro i prossimi 2 anni. I collaudi della INS Shakti sono previsti per il dicembre 2010. La consegna in India è programmata nella metà del 2011.  INS Shakti è stata inaugurata dal Warship Production Superintendent in Italia, mentre venivano recitati inni vedici accompagnati dalla rottura di una noce di cocco da parte della Signora Homai Saha, consorte dell’Ambasciatore Debabrata Saha, ospite d’onore per l’occasione. Come vuole la tradizione italiana, la madrina della nave, Signora Saha, ha rotto sulla prua della nave una beneaugurale bottiglia di champagne. Queste Fleet Tanker saranno le prime navi da guerra costruite da Fincantieri, leader europeo, a solcare acque indiane. Le navi sono a doppio scafo, per garantire maggiore sicurezza contro eventuali perdite di carburante e come previsto dalle norme MARPOL.  (fleet tanker)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | 4 Comments »