Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘nazifascismo’

Salta il corteo unitario del 25 aprile a Roma

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 aprile 2018

Dopo che la Comunità Palestinese di Roma ha annunciato che parteciperà alla manifestazione con bandiere palestinesi e kefiah, quella ebraica ha deciso di non prendere parte al corteo: «Non parteciperemo al corteo unitario a Roma. La Comunità Ebraica il 25 aprile andrà alle 9.30 alle Fosse Ardeatine e poi alle 10 a Via Tasso per un momento pubblico di raccoglimento per ricordare la Liberazione dell’Italia dal nazifascismo».
A ufficializzare l’assenza dal corteo dell’Anpi per il 25 aprile è la stessa Comunità aggiungendo che «l’Anpi, nonostante gli accordi, non ha voluto prendere una posizione definitiva in merito a presenze organizzate di associazioni palestinesi e filopalestinesi con simboli estranei allo spirito del 25 aprile».
«Siamo grati alla Sindaca di Roma Virginia Raggi per l’impegno profuso in questi mesi nel tentativo di favorire un corteo unitario in occasione di questa Festa – concludono – e ci rammarichiamo che, nonostante l’impegno dell’amministrazione, non sia stato possibile tornare al corteo unitario, ma purtroppo non ci sono le condizioni».Questo l’annuncio della Comunità Palestinese di Roma che ha innescato lo scontro: «Parteciperemo al corteo di Roma del 25 aprile sfilando con le kefieh e le bandiere palestinesi e rilanciamo l’appello a tutti i sinceri antimperialisti, antifascisti, antirazzisti, antisionisti, a tutte le resistenze internazionali alla partecipazione».
«La Comunità Palestinese di Roma e del Lazio, esprime gratitudine e ringraziamenti all’ANPI di Roma, in occasione del 73esimo anniversario della Festa della Liberazione dell’Italia dall’occupazione nazi-fascista -spiegano dalla Comunità palestinese- È la Festa di tutti i liberi, i democratici italiani e di tutti i popoli che si battono contro l’occupazione, l’aggressione per la libertà e la giustizia nel mondo. Oggi, scendiamo tutti i democratici progressisti insieme,a festeggiare la Repubblica Italiana nata dall’eroica Resistenza del popolo italiano, con l’augurio che anche il popolo palestinese possa un giorno festeggiare il suo 25 aprile». «La lotta di liberazione palestinese, non è mai stata una lotta religiosa. Gli ebrei sono sempre stati i nostri fratelli, con loro abbiamo vissuto per secoli e vogliamo continuare a viverci, oggi e domani, con uguali diritti e uguali doveri», concludono.
Proprio qualche settimana fa la sindaca aveva annunciato che la manifestazione di quest’anno sarebbe stata “unitaria e non divisiva” grazie alla firma di un accordo tra Roma Capitale, l’Associazione nazionale partigiani d’Italia e la Comunità ebraica di Roma. Inutile l’appello lanciato dal Campidoglio, non raccolto dall’Anpi: «Il 25 aprile è la Festa della Liberazione dell’Italia dal nazifascismo: lo spirito unitario della resistenza italiana è alla base della nostra Costituzione. A questo, e non ad altro, è dedicata la manifestazione di mercoledì che auspichiamo veda sfilare finalmente insieme Anpi e Comunità ebraica a Roma. Respingiamo ogni tentativo di strumentalizzazione della manifestazione per rivendicazioni diverse da quelle indicate dagli organizzatori stessi». (Fonte: Progetto Dreyfus, Corriere della Sera, Roma Today, Il Messaggero, 24 Aprile 2018)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Manifestazioni nel giorno della memoria

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 gennaio 2017

anpiMilano Sabato 14 gennaio 2017 in piazza Fontana a partire dalle ore 16,00. A distanza di settantadue anni dalla Liberazione dal nazifascismo assistiamo, in Europa, al preoccupante diffondersi di movimenti neofascisti, xenofobi e razzisti. Il rifiuto dello straniero, la chiusura delle frontiere mentali prima ancora che geografiche caratterizzano questi gravissimi fenomeni. Negli ultimi mesi a Milano e in Lombardia dobbiamo registrare il reiterarsi di manifestazioni e iniziative di tipo dichiaratamente fascista, in aperta contrapposizione ai principi della Costituzione repubblicana e alle leggi Scelba e Mancino. In questo quadro si colloca la preannunciata manifestazione nazionale neofascista di Forza Nuova, particolarmente preoccupante perché, oltre a offendere Milano Città Medaglia d’Oro della Resistenza, è previsto proprio a ridosso del Giorno della Memoria. Milano, città multietnica e antifascista vuole dare una risposta forte, pacifica e unitaria ai troppo frequenti episodi e manifestazioni di antisemitismo, xenofobia e razzismo che si svolgono in città e nei comuni dell’area metropolitana. Importanti, sotto questo profilo, sono state la decisa presa di posizione di tutte le forze democratiche e antifasciste e del Sindaco di Milano. (foto: anpi)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scritte antisemite a Roma

Posted by fidest press agency su sabato, 18 settembre 2010

“Non bastano le dichiarazioni di condanna contro gesti ignobili come quelli che hanno coinvolto il Liceo Mameli a Roma con le scritte antisemite, quando, poi, alcuni partiti di centrodestra continuano a tollerare, al proprio interno, dirigenti locali che si permettono di pubblicare su internet proprie foto che li ritraggono  mentre fanno il saluto romano dinanzi  ad un luogo sacro per la memoria  della nostra città, come il museo di via Tasso, tragico simbolo degli orrori del nazifascismo. Infatti, ancora aspettiamo  di sapere quali sono stati i provvedimenti o le iniziative che l’organizzazione giovanile del Pdl, denominata Giovane Italia, ha assunto nei confronti del proprio dirigente locale, il cui gesto non è stato meno grave e meno ignobile da quello che molti esponenti di centrodestra stanno in queste ore giustamente condannando. D’altronde, non c’è molto da aspettarsi da chi  continua con le proprie politiche nazionali e locali e con sconcertanti dichiarazioni, anche da parte di autorevoli esponenti istituzionali, ad accanirsi contro alcune minoranze, come i rom, gli immigrati, i soggetti più emarginati, ignorando i più elementari diritti dell’uomo, in nome della sicurezza”. E’ quanto dichiara Giovanni Barbera, esponente del Prc-Federazione della Sinistra e presidente del Consiglio del XVII Municipio.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Discriminazione, emarginazione, razzismo

Posted by fidest press agency su martedì, 11 agosto 2009

L’Associazione per i popoli minacciati (APM) prende posizione contro l’ennesimo episodio di razzismo di cui l’associazione bolzanina Nevo Drom è stata vittima la settimana scorsa. Nevo Drom in una mail ricordava lo sterminio di 3000 Sinti e Rom avvenuto la notte del 2 agosto 1944, e in generale le persecuzioni di cui furono oggetto Sinti e Rom durante il periodo della Seconda guerra mondiale, che portarono alla morte di 500.000 persone appartenenti a questa minoranza. Seguiva l’invito a partecipare a una commemorazione religiosa a Mantova in memoria di queste vittime della follia del periodo nazifascista. Subito dopo arrivava per mail una presa di posizione di Torggler Siegfried, redattore di Radio Südtirol, nella quale si esprimeva il più classico degli stereotipi nei confronti della minoranza Sinti e Rom. Riportiamo qui di seguito la mail: Non sosteniamo questa opinione, in quanto non del tutto veritiero. Quanti contributi ha giá incamerato la Vs. Associazione e verosimili per questo fattore anzi eventi? I Sinti e Rom se non andassero a rubare in giro non sarebbe accaduto quello che accade. I Sinti e Rom purtroppo tengono la cultura nel loro DNA di andare ha rubare al prossimo, e questo non basta ma ne usufruiscono anche dei Servizi Sociali, case e Liquiditá dal padre pantalone. Cordiali Saluti, Torggler Siegfried
Non possiamo da una parte desiderare l’integrazione di Sinti e Rom e dall’altra continuare ad accusarli collettivamente di qualunque tipo di reato ci passi per la mente. Questo dovrebbe essere chiaro anche a certi personaggi di cui ogni società sopporta il peso. In una presa di posizione del genere si cela il classico atteggiamento per cui le colpe degli orrendi crimini commessi sono sempre delle vittime e mai dei carnefici: in questo modo si giustificano sempre i maggiori crimini contro l’umanità e si gettano le basi perché ciò possa accadere di nuovo. Per Sinti e Rom la realtà è molto diversa da quella disegnata dal Sig. Torggler nella sua mail: in Italia e in molti paesi europei Sinti e Rom continuano a vivere in una situazione di degrado insopportabile. Da questo punto di vista la situazione è inaccettabile per paesi civili quali quelli appartenenti all’UE si considerano. Ma se decenni di politiche a favore dell’integrazione di Sinti e Rom si sono rivelati fallimentari, probabilmente il problema deve essere visto anche in relazione alla società di maggioranza che genera con il razzismo e l’intolleranza quel circolo vizioso da cui la nostra società non riesce a venir fuori.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »