Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Posts Tagged ‘neo assunti’

Scuola: In arrivo la circolare Ministeriale sull’anno di formazione e prova neoassunti

Posted by fidest press agency su martedì, 5 ottobre 2021

Il Ministero dell’istruzione ha presentato ai sindacati la circolare sul periodo di formazione e prova per i docenti neoassunti e per coloro che hanno ottenuto il passaggio di ruolo nell’anno scolastico 2021/2022. Per ANIEF sono intervenuti i segretari generali Chiara Cozzetto e Marco Giordano. Nessuna novità di rilievo rispetto all’ormai consolidato modello di formazione introdotto dal 2015 con il D.M. 850, di cui vengono confermate le caratteristiche salienti. La durata del percorso sarà di 50 ore complessive: 6 per gli incontri propedeutici e di restituzione finale, 12 per i laboratori formativi, 12 per il peer to peer (attività di osservazione con il tutor), 20 di formazione on line sulla piattaforma INDIRE. Confermato il ruolo educativo, di orientamento e di garanzia del dirigente scolastico, che è chiamato anche a visitare le classi in cui i neoassunti prestano servizio. La nota ribadisce, inoltre, che non devono svolgere nuovamente il periodo di prova coloro che lo hanno già svolto nello stesso grado di immissione in ruolo, gli assunti in ruolo in precedenza con riserva che lo hanno già superato, coloro che rientrano in precedente ruolo per il quale avevano già superato l’anno di prova, coloro che hanno ottenuto trasferimento da posto comune a sostegno (o viceversa) nel medesimo grado. “La nostra delegazione ha chiesto di inserire ulteriori e specifici chiarimenti in modo da evidenziare che anche gli immessi in ruolo da GPS, in base all’articolo 59, comma 4 del DL 73/2021, se hanno superato l’anno di prova in precedente ruolo del medesimo grado, non dovranno sottoporsi nuovamente alla procedura, ma dovranno sostenere solo il colloquio disciplinare che peraltro il nostro sindacato già più volte ha chiarito come sia inutile per chi è già abilitato – commenta Marco Giordano, segretario generale Anief intervenuto all’incontro – Un colloquio disciplinare avrebbe avuto senso laddove si fosse accolta la nostra proposta di immettere in ruolo dalla II Fascia delle GPS, ma per docenti già abilitati davvero a nostro avviso non ha senso. Ma la normativa è andata in altra direzione, come sappiamo”. Numerosi, inoltre, i temi che il Ministero invita a trattare durante i laboratori formativi, che si potranno svolgere in presenza oppure online e che potranno riguardare: iniziative e provvedimenti legati alla gestione delle istituzioni scolastiche in fase di emergenza pandemica; metodologie e tecnologie della didattica digitale e loro integrazione nel curricolo; competenze digitali degli studenti e dei docenti; inclusione sociale e dinamiche interculturali; gestione della classe e dinamiche relazionali, con particolare riferimento alla prevenzione dei fenomeni di violenza, bullismo e discriminazioni; competenze relazionali e competenze trasversali (soft-skills e character skills); bisogni educativi speciali; motivare gli studenti ad apprendere; innovazione della didattica delle discipline; insegnamento di educazione civica e sua integrazione nel curricolo; valutazione finale degli apprendimenti; percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento; educazione sostenibile e transizione ecologica, con particolare riferimento al Piano “Rigenerazione Scuola” presentato nel corso del 2020-2021.Richiesti, infine, dal sindacato specifici chiarimenti già emanati negli anni precedenti per il personale fragile visto il perdurare dell’emergenza sanitaria per cui, laddove dichiarato inidoneo anche temporaneamente e che non dovesse riuscire a svolgere il 120 giorni di attività didattica, l’anno di formazione e prova dovrà essere rinviato all’anno successivo senza alcuna penalizzazione. Senza dimenticare, anche, il personale in part-time per cui è necessario il richiamo alla specifica nota Miur n. 36167 del 5 novembre 2015 che proporziona i 180 giorni di servizio e i 120 giorni di attività didattica all’effettivo monte ore prestato settimanalmente.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

In quali sedi diplomatiche e consolari saranno dislocati i neo assunti al Ministero degli Esteri?

Posted by fidest press agency su lunedì, 1 marzo 2021

“Ho depositato una interrogazione al Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale sulla dislocazione del personale neoassunto nelle sedi estere. Ricordando la dichiarazione dell’allora Sottosegretario Merlo, fatta l’11 febbraio 2021, circa l’entrata in servizio, al Ministero degli Esteri, di 270 nuove unità di personale, ho chiesto al Ministro Di Maio come si intende “dislocare i 270 neo assunti nella rete estera e con quali tempi, al fine di sopperire alla carenza di personale all’estero e alla necessità di smaltire e velocizzare pratiche e servizi destinati ai nostri connazionali”. I 270 nuovi assunti, come ho ricordato nella premessa, sono il frutto di quanto disposto nella legge 11 agosto 2014, n. 114, concernente misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa, e nella legge 27 dicembre 2017, n. 205, concernente il «Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2018 e il bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020».
Quindi, questa immissione in ruolo di 270 unità di personale ha origini da disposizioni normative della scorsa Legislatura di cui raccogliamo i frutti oggi ma che non è sufficiente perché, nel frattempo, molti sono andati in pensione e per il 2022 si prevedono ulteriori 500 pensionamenti. La conseguenza è che le ambasciate e i consolati sono sotto organico e pertanto è necessario procedere il prima possibile a rinforzare le sedi estere con i nuovi assunti; speriamo che il Ministero degli affari esteri, ora, disponendo di nuovo personale, prenda presto adeguati provvedimenti.” Lo ha dichiarato l’On. Fucsia Fitzgerald Nissoli, deputata di Forza Italia eletta in Nord e Centro America.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dirigenti scolastici: Neo-assunti non possono presentare domanda di mobilità, Udir ricorre

Posted by fidest press agency su sabato, 13 giugno 2020

Udir attiva un ricorso gratuito al Giudice del Lavoro, a seguito delle numerose pronunce accolte in tutta Italia, volto al riconoscimento dell’esonero dal vincolo della permanenza nella sede attuale di servizio in quanto assunti nell’ a.s. 2019/2020 previsto dall’art. 5 comma 5 del DDG 1259/2017 per chi presenta domanda e allega condizione di disabilità personale o del congiunto da assistere. Adesioni al seguente linkL’ufficio legislativo di Udir, a seguito del consolidamento della giurisprudenza sulla materia sulla preminenza del riconoscimento dei diritti tutelati dalla legge 104/1992, peraltro richiamata nella nota del capo dipartimento del ministero dell’istruzione prot. n. 0014232 del 5 giugno 2020, avvia le procedure per impugnare al Giudice del Lavoro il vincolo della permanenza nella sede attuale di servizio per gli assunti, nell’ anno scolastico 2019/2020, che abbiano una disabilità riconosciuta personale o di un congiunto assistito. Il ricorso è gratuito per tutti gli associati Udir.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola – Neo-assunti: la maggioranza insiste e chiede l’obbligo del vincolo quinquennale

Posted by fidest press agency su martedì, 22 gennaio 2019

D’ora in poi docenti ed educatori vincitori di concorso, per essere assunti in ruolo dovranno garantire una permanenza nella stessa sede di lavoro per almeno cinque anni, oltre che assicurare per lo stesso arco di tempo la permanenza nella stessa tipologia di posto e classe di concorso: a chiederlo, all’interno del maxi-emendamento al decreto Semplificazioni, è la maggioranza di governo. L’obiettivo, si legge nelle motivazioni alla richiesta di modifica, è quello di “incrementare la continuità didattica, a tutto vantaggio degli alunni, che potranno così raggiungere migliori risultati negli apprendimenti”. Duro il commento di Anief: piuttosto che stabilizzare i precari con 36 mesi o assumere i docenti abilitati e gli Ata, trasformare in organico di diritto i posti in deroga di sostegno, in Senato si presentano proposte lesive del diritto alla famiglia e al lavoro senza avere una minima idea di cosa si stia approvando. Già nel 2011 (Legge 106) si decise una norma in tal senso e nel 2013 (Legge 128) ci si rese conto dell’inutilità di questa norma. Marcello Pacifico (Anief-Cisal): La continuità didattica si ottiene con l’immissione in ruolo dei supplenti, il 40% su posti di sostegno, pari ad un decimo dell’organico complessivo attuale degli insegnanti che operano nella scuola. Ecco perché le GaE vanno riaperte subito, ancora di più perché a settembre il numero di supplenze potrebbe diventare da record.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »