Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Posts Tagged ‘neri pozza’

Pierpaolo Vettori vince la V edizione del Premio di Letteratura Neri Pozza

Posted by fidest press agency su martedì, 14 settembre 2021

Va allo scrittore torinese Pierpaolo Vettori il Premio Nazionale di Letteratura Neri Pozza. Laureato in lingue e letterature straniere all’Università di Torino con una tesi sul cinema della Swinging London, già due volte finalista al Premio Calvino, Vettori ha pubblicato nel 2012 il romanzo Le sorelle Soffici, e nel 2018 Lanterna per illusionisti.Vettori è stato proclamato vincitore durante la cerimonia appena conclusasi presso il Teatro Olimpico di Vicenza, con il romanzo Un uomo sottile.È un libro dedicato alla figura dello scrittore appena scomparso Daniele Del Giudice: il narratore dialoga con i personaggi dei libri di Del Giudice, come fossero persone reali, per raccontare una storia privata di sofferenza, simile a quella che ha colpito l’autore de Lo stadio di Wimbledon e gli ha impedito di continuare a scrivere. Per il Comitato di Lettura, composto dallo scrittore ed editor della Narrativa Italiana Neri Pozza Roberto Cotroneo, dalla scrittrice Francesca Diotallevi, dall’editor e giornalista Laura Lepri, dalle scrittrici Wanda Marasco e Sandra Petrignani, dal direttore editoriale Neri Pozza Giuseppe Russo, dallo scrittore Andrea Tarabbia e dall’agente letterario Marco Vigevani, il verdetto è stato quasi unanime.Non ci sono stati dubbi nonostante l’ottima qualità dei cinque romanzi finalisti. Vettori si è aggiudicato la vittoria con un importante distacco dai secondi classificati ex aequo Luca Saltini, con Fino al confine, e Luca Illetterati, con Rimane sempre qualcosa (ogni giurato ha espresso una valutazione anonima per ciascun libro, assegnando un voto da 1 a 10). Al termine della cerimonia, l’autore ha ricevuto un assegno di 25.000 euro e la targa con un’incisione di Neri Pozza. Il libro sarà pubblicato da Neri Pozza Editore.Con un meticoloso e attento romanzo storico, L’ultima candela di Krujë, ambientato nella metà del Quattrocento in Albania ai margini dell’Impero Ottomano, Stefano Amato, calabrese, professore di storia dell’arte, si aggiudica il premio della Sezione Giovani indetta all’interno del Premio Nazionale di Letteratura Neri Pozza, in collaborazione con il Circolo dei Lettori di Milano diretto da Laura Lepri e riservata ai partecipanti al Premio di età inferiore ai 35 anni. Il libro sarà pubblicato da Neri Pozza Editore.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

V edizione del Premio Neri Pozza

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 luglio 2021

Il 10 settembre, presso il Teatro Olimpico di Vicenza, si terrà la proclamazione del vincitore della V edizione del Premio Neri Pozza e del vincitore della Sezione Giovani.Saranno presenti i cinque autori finalisti e la giuria del Premio, composta da Roberto Cotroneo, Francesca Diotallevi, Laura Lepri, Wanda Marasco, Sandra Petrignani, giuseppe Russo, Andrea Tarabbia e Marco Vigevani. Ospite d’onore della cerimonia sarà SILVIO ORLANDO che leggerà brani dalle opere finaliste e con il gruppo Ensemble di Orchestra Terra Madre proporrà al pubblico una performance tratta dallo spettacolo La vita davanti a sé (dal libro di Romain Gary) che porterà in teatro a partire dall’autunno.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Neri Pozza 2021: I saggi in uscita

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 gennaio 2021

Il 2021 di Neri Pozza sarà un anno ricco e importante per la saggistica della casa editrice. Si comincia con due titoli della collana I Colibrì. Il primo, Nascita e avvento del fascismo di Angelo Tasca, è un’opera che ha fatto scuola nell’interpretazione storiografica del fascismo. Tasca, tra i fondatori del Partito Comunista d’Italia e uno dei più importanti esponenti dell’antifascismo italiano, la scrisse nel 1938 avanzando una lucida analisi della sconfitta politica della democrazia e della vittoria della dittatura. L’edizione di questo testo si basa su quella di Gallimard e l’introduzione porta la firma di Ignazio Silone. Il secondo, I rivoluzionari marginalisti. Come gli economisti austriaci vinsero la guerra delle idee di Yanek Wasserman, mostra come la Scuola austriaca di economia, fondata da Carl Menger a Vienna nella seconda metà dell’Ottocento e che ebbe tra i suoi esponenti Ludwig von Mises, Friedrich Hayek e Joseph Schumpeter, abbia conquistato gli Stati Uniti con una visione nuova dell’agire umano che va oltre la semplice dottrina economica. La Storia sarà protagonista anche di due importanti titoli che inaugurano “Il tempo storico”, la nuova sezione dei Colibrì curata da Pier Luigi Vercesi.In Lady Montagu e il dragomanno, Maria Teresa Giaveri ripercorre la storia entusiasmante alle origini del primo vaccino giunto in Europa grazie a una donna tenace e dallo spirito moderno che riuscì a vincere la resistenza della «medicina ufficiale».In Storia della solitudine Aurelio Musi conduce invece il lettore in un viaggio attraverso le varie forme che la solitudine, scelta o imposta, ha assunto nel corso della storia, dalla Grecia antica passando per il Medioevo fino a oggi: dal viandante all’eremita, da don Chisciotte cavaliere solitario fino al ludopatico dei tempi più recenti.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Neri Pozza 2021 I romanzi e i saggi in uscita: La narrativa italiana

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 gennaio 2021

I due romanzi italiani della primavera sono Il maestro e l’Infanta di Alberto Riva e Neve d’ottobre di Angela Nanetti. Il primo è un raffinato romanzo storico sul rapporto che legò il mite e tormentato compositore Domenico Scarlatti alla figlia del re del Portogallo – poi regina di Spagna -, Maria Bárbara di Braganza. Scopriremo che fu lei la sua vera ispirazione, tant’è che le celebri Sonate del compositore napoletano, eseguite dai più grandi pianisti del Novecento, na­scono come esercizi per le mani della principessa, e che la loro amicizia durò tutta la vita.Il secondo romanzo è una commovente storia di destini fatta di silenzi, di ferite e di non detti: ambientato sulle montagne del Tirolo negli anni che precedono la Seconda Guerra Mondiale, ha per protagonisti due fratelli e in particolare di uno dei due, Giulio, seguiremo la vita piena di incertezze e inquietudini, una dolorosa ricerca della felicità, mai compiuta. Una lettura struggente e indimenticabile.Per l’estate non può mancare un giallo alla Scerbanenco: con La banda degli uomini Flavio Villani ci porta in una Milano anni Trenta dove, all’apoteosi del regime fascista, un anarchico con il vizio dell’alcol muore per cause apparentemente naturali, ma poiché la famiglia non è convinta si mette a indagare e pian piano la nebbia si dirada rivelando la verità.Nel corso dell’anno appariranno le opere di due affermate autrici della casa editrice: Wanda Marasco e Piera Ventre. Wanda Marasco ritorna finalmente in libreria dopo il successo della Compagnia delle anime finte, romanzo finalista al Premio Strega 2017, con un’opera, Il cammino di vetro, che ha al suo centro una delle figure più illustri della scienza medica italiana, oltre che del nostro Risorgimento, Ferdinando Palasciano, visto però con gli occhi della donna della sua vita, Olga de Wavilow, una nobile di origine russa che si prese cura di lui fino agli ultimi anni segnati dalla demenza.Piera Ventre, l’autrice di Sette opere di misericordia, torna con Gli spettri della sera, un racconto ambientato nelle campagne del Monferrato, dove due adolescenti sperimentano la loro iniziazione alla vita e ai fantasmi della mente.Farà, infine, il suo esordio in Neri Pozza Silvana La Spina con L’uomo del Viceré, un giallo storico ambientato nella Palermo rancorosa e fatiscente del 1783 in cui la nobiltà è in lotta contro il nuovo Viceré, l’illuminista e intellettuale marchese Caracciolo. Dopo l’efferato omicidio di alcune bambine, il Viceré decide di richiamare in città Maurizio di Belmonte, un nobile fuggito da Palermo, e affidargli le indagini.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Neri Pozza 2021. I romanzi e i saggi in uscita: la narrativa straniera

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 gennaio 2021

A gennaio e a marzo saranno protagonisti due Premi Pulitzer: Richard Russo scrittore americano che, dopo Il declino dell’Impero Whiting, torna con Le conseguenze (Chances Are), un’opera che indaga il sottile equilibro tra decisione e destino, tra scelta e fatalità, e Viet Thanh Nguyen con Il militante (The Committed): l’attesissimo seguito de Il simpatizzante, un magistrale romanzo di spionaggio ambientato nella Parigi degli anni Ottanta. A gennaio e a marzo saranno protagonisti due Premi Pulitzer: Richard Russo scrittore americano che, dopo Il declino dell’Impero Whiting, torna con Le conseguenze (Chances Are), un’opera che indaga il sottile equilibro tra decisione e destino, tra scelta e fatalità, e Viet Thanh Nguyen con Il militante (The Committed): l’attesissimo seguito de Il simpatizzante, un magistrale romanzo di spionaggio ambientato nella Parigi degli anni Ottanta.Temi attuali come immigrazione e integrazione saranno raccontati dalla giovane, ma già acclamata scrittrice cino-americana Susie Yang che, nel suo Ivy, la bianca (White Ivy) illustra il desiderio di una giovane immigrata cinese di integrarsi nella società americana a discapito della propria identità. Un romanzo che è già finalista al Center for Fiction Prize e sarà presto anche una serie TV Netflix.Razzismo e pregiudizio saranno esplorati da Therese Anne Fowler che ci spiega cosa significa essere neri nell’America di oggi, raccontandoci una storia dal sapore shakespeariano in cui si mescolano razzismo, abuso e amori tragici: Un bel quartiere (A good neighbourhood), un romanzo che è già nella lista dei bestseller del New York Times, USA Today e Los Angeles Times.Partendo da un famoso disastro ferroviario degli anni ’50 e narrando di una ricerca intorno alla partenogenesi, l’inglese Clare Chambers ci porrà un grosso interrogativo: si può perseguire la felicità o ci si deve accontentare dei piccoli piaceri quotidiani che la vita offre? Il suo Piccoli piaceri (Small pleasures) è un romanzo che ha già raccolto parecchi apprezzamenti nel mondo letterario britannico: da David Nicholls a Tracy Chevalier e da India Knight a Jessie Burton fino a Lissa Evans.Tra le opere di narrativa straniera in programma nella seconda metà dell’anno una menzione particolare la merita certamente Thésée o della vita nuova (Thésée, sa vie nuovelle) di Camille de Toledo, romanzo finalista al Prix Goncourt, secondo Yannick Haenel l’unico romanzo «davvero indimenticabile» della Rentrée francese del 2020.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roberto Cotroneo nuovo editor di narrativa italiana della Neri Pozza

Posted by fidest press agency su martedì, 26 Maggio 2020

Giornalista, fotografo, scrittore e critico letterario, Roberto Cotroneo ha diretto per molti anni le pagine culturali dell’Espresso e per più di un decennio il Master di Giornalismo della Luiss Guido Carli. Con Neri Pozza ha pubblicato nel 2020 Il demone della perfezione, un ritratto di Arturo Benedetti Michelangeli. Tra le sue opere figurano: Se una mattina d’estate un bambino. Lettera a mio figlio sull’amore per i libri (Frassinelli, 1994), un viaggio nella letteratura raccontata al proprio figlio, Chiedimi chi erano i Beatles. Lettera a mio figlio sull’amore per la musica (Mondadori, 2003), un racconto sulla musica vista attraverso storie, ricordi, pensieri e grandi suggestioni, Presto con fuoco (Mondadori, 1995 ripubblicato nel 2020 da La nave di Teseo), finalista al Premio Campiello nel 1996, L’età perfetta (Rizzoli, 1999) vincitore del premio Fenice-Europa. Il suo ultimo romanzo si intitola: Niente di personale (La nave di Teseo, 2018). Nel tempo libero ama suonare il pianoforte.Nell’accettare l’incarico Roberto Cotroneo ha dichiarato: “Questo impegno per me è culturalmente cruciale, è qualcosa che mi appassiona moltissimo, e spero che possa poi continuare a lungo e dare quei risultati che tutti vorremmo. Lo considero il mio impegno dei prossimi anni. Sono certo che questa avventura, nel senso migliore, stevensoniano, del termine, darà buoni frutti attraverso tenacia, metodo e ascolto”.“Con l’arrivo nel nostro staff di Roberto Cotroneo – ha dichiarato il direttore editoriale della casa editrice, Giuseppe Russo -, uno scrittore di grande talento oltre che uno dei maggiori protagonisti della cultura italiana odierna, sono certo che il nostro progetto di dare voce agli autentici valori letterari della narrativa italiana, e alla sua affermazione sulla scena letteraria internazionale, trova un prezioso collaboratore”.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Romana Petri: Pranzi di famiglia

Posted by fidest press agency su domenica, 27 gennaio 2019

Romana Petri torna con il seguito di “Ovunque io sia” in: “Pranzi di famiglia”. Dopo la morte di Maria do Ceu, i suoi tre figli, Joana, Rita e Vasco, dovranno, ognuno a suo modo, fare i conti con il passato di una famiglia della quale conoscono poco.
Maria do Ceu si è dedicata soprattutto a Rita, nata deforme, e da lei realmente «ricostruita», attraverso una lunga e dolorosa serie di operazioni che si ripetevano ogni anno, per venti anni, a Londra. Lo ha fatto contro il parere di tutti, con la tenacia che solo una grande madre può avere. Dopo la nascita di Rita, a distanza di nemmeno due anni, nascono i gemelli Joana e Vasco, sani e bellissimi, ma ben presto il marito di Maria do Ceu, Tiago, abbandonerà la faticosa famiglia per unirsi a un’altra donna, Marta, e dedicarsi alla propria carriera politica.
Il romanzo comincia quando Maria do Ceu è morta da pochi giorni, i figli sono ormai trentenni. Il loro rapporto con il padre è difficile. Non gli perdonano di aver abbandonato la famiglia. E non sopportano la sua nuova moglie, Marta, che da loro ha sempre cercato di tenerlo lontano. Ora, senza la madre, si rendono conto per la prima volta che non hanno ricordi del passato. Perché hanno rimosso tutto? La loro vita è stata infelice al punto da volerla dimenticare quasi completamente?
Con la prosa elegante e diretta che la ha resa una scrittrice molto amata in Italia e all’estero, Romana Petri torna con il toccante e sentito seguito di Ovunque io sia.
Un romanzo che affronta con delicatezza la difficoltà dei legami familiari e prova a scioglierne i nodi.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ognuno riconosce i suoi di Elena Rausa

Posted by fidest press agency su martedì, 24 luglio 2018

Ognuno riconosce i suoi.jpgMilano, anni Novanta. Caterina è una giovane universitaria iscritta alla facoltà di Storia. Il cugino Michele, che ha vissuto nella sua famiglia fino all’età di 9 anni, è in coma. Spinta dal desiderio di raccontargli gli anni che si è perso da quando è andato a vivere col padre, e di mettere insieme le «tessere di memoria» della sua famiglia, Caterina tiene un diario, in cui si rivolge direttamente a Michele, svelando, pagina dopo pagina, la storia della loro famiglia. In questa indagine famigliare, i genitori Teresa e Sandro sono i primi a essere interrogati, e a rispondere in maniera evasiva. Si va a ritroso nel tempo, si arriva all’infanzia di Teresa, nella campagna leccese, e al rapporto tra i suoi genitori e con il fratello Nicola. La sorella di Sandro, Anna, è una ragazza problematica. Di lei in famiglia non si parla mai, poiché ha militato nelle frange della lotta armata ed è andata spesso in carcere con l’accusa di terrorismo. La sua storia affascina molto Caterina, che non si stanca di informarsi di lei presso amici o conoscenti, come la professoressa Visser, che è stata compagna di cella di Anna, prima che quest’ultima si togliesse la vita in carcere. Un gesto compiuto solo dopo aver scritto una lunga lettera in cui ha rivelato il suo più grande segreto…
Elena Rausa è nata a Milano e attualmente vive in Brianza. Ha tre figlie. Dopo la laurea in Lettere presso l’Università Cattolica di Milano, ha conseguito un dottorato di ricerca in Italianistica-Filologia umanistica. Oggi è docente di lettere al liceo scientifico. Con Neri Pozza ha pubblicato Marta nella corrente (2014).Euro 17,00 256 pagine EAN 9788854515802 Neri Pozza: autori italiani di Settembre (copertina copyright: Ognuno riconosce i suoi)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Letture per settembre: ll regno errante

Posted by fidest press agency su martedì, 24 luglio 2018

L’Arcadia come paradigma politico di Monica Ferrando. Da quando Virgilio, per ragioni che nessuno è riuscito finora a chiarire, decise di situare in Arcadia le sue Bucoliche, questa impervia regione della Grecia ha dato il suo nome a una tradizione letteraria fatta di idilli e di pastorelle, di paesaggi incantati e di delicati amori che, sebbene abbia prodotto dei capolavori in poesia come in pittura, è diventata sinonimo di uno stucchevole convenzionalismo. Il libro di Monica Ferrando rompe decisamente con questa tradizione e legge nell’Arcadia virgiliana un messaggio politico così eterogeneo al suo e al nostro tempo che la cultura occidentale ha dovuto calarvi sopra una sorta di pietra tombale. Attraverso una paziente, minuziosa indagine archeologica delle fonti storiche e letterarie, l’autrice ricostruisce punto per punto gli insospettati significati politici e religiosi che l’Arcadia e i suoi abitanti avevano nel mondo antico e che erano così forti che proprio a una donna arcade, Diotima, Platone affida nel Simposio la formulazione della sua filosofia dell’amore. Il libro getta così una luce nuova su alcuni dei concetti fondamentali della nostra tradizione politica: innanzitutto il nomos, la legge, che, smontando l’interpretazione schmittiana, viene restituito al suo originario significato musicale, ma anche e non meno un diverso rapporto fra città e territorio, che mette radicalmente in questione la supremazia della polis ateniese. Proprio quando la tradizione politica dell’occidente attraversa una crisi che sembra senza uscita, Monica Ferrando riscopre l’Arcadia come modello alternativo di una possibile esistenza felice degli uomini sulla terra.
Monica Ferrando ha pubblicato vari studi di filosofia e pittura. Ha curato le edizioni italiane di Triade e de I nomi degli Dei di Hermann Usener, di Ercole al bivio di Erwin Panofsky e di La pittura e lo sguardo di Avigdor Arikha. Dirige la rivista on-line ‘de pictura’ http://www.quodlibet.it/riviste/testata/80. Ha pubblicato L’oro e le ombre (Quodlibet, 2015).Euro 18,00
352 pagine EAN 9788854517103 Neri Pozza: autori italiani di Settembre (copertina copyright: ll regno errante)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »