Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘niguarda’

Il Niguarda di Milano è tra i migliori 50 ospedali a livello mondiale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 ottobre 2020

Poco prima del lockdown, l’Ospedale Niguarda era stato incluso nella prestigiosa classifica internazionale di Newsweek tra i migliori 50 ospedali a livello mondiale, unico centro italiano nella top. In questi giorni il periodico americano ha pubblicato le anticipazioni della classifica 2021. Niguarda si conferma un centro di eccellenza internazionale, posizionandosi tra i migliori 200 nel settore cardiologico. «Una eccellenza nell’eccellenza» commenta il presidente della fondazione De Gasperis, Benito Benedini, che sostiene il Cardiocenter. Infatti, i dati CNT sula Qualità dei trapianti di cuore in Italia hanno confermato che, malgrado il Covid 19, il Cardiocenter dell’Ospedale Niguarda, sostenuto dalla fondazione De Gasperis, è primo per numero di trapianti cardiaci, con una sopravvivenza dell’83.6% a 1 anno (media nazionale 81.5), e del 79.3% a 5 anni (media nazionale 72.8). Inoltre, la sopravvivenza dei pazienti a un anno ponderata in base alla casistica media nazionale è la più alta tra tutti i Centri italiani (86.9%, dato nazionale 82.7%). Il Cardiocenter mostra anche il miglior bilancio in termini quali-quantitativi tra tutti i Centri attivi nel nostro paese.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Evento di beneficenza “Il Ricambiamento”

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 settembre 2020

Milano 24 settembre 2020 presso l’ecoHotel La Residenza avrà luogo l’inaugurazione della mostra “ecoHotel Miro Persolja Gallery”, un evento benefico con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sulle problematiche vissute da chi ha prestato servizio presso l’Ospedale Niguarda e la raccolta fondi per l’Asta di Beneficenza in favore dell’ospedale stesso.
L’evento, patrocinato dalla Commissione Europea, avrà inizio alle ore 15:00 fino alle ore 23:00 e vedrà presenti:
Mauro Moreno – Direttore Sanitario dell’Ospedale Niguarda
Fortunato d’Amico – Curatore e Critico d’Arte
Loredana Trestin – Membro del comitato curatoriale della 13^ Florence Biennale
Silvia Colombini – Soprano d’Arti
La Madrina dell’evento sarà Andreea Tolomeiu
In particolare si porterà testimonianza di cosa è accaduto tra febbraio e maggio 2020 all’interno dell’ecoHotel La Residenza di Milano, dove i proprietari e genitori di tre gemelle di 11 anni, hanno ospitato un artista di fama internazionale il Maestro Miro Persolja, pazienti ospedalieri e forze armate (Carabinieri, Esercito, Marina Militare) in supporto ai reparti Covid-19 presso l’Ospedale Niguarda.Durante l’evento è prevista una conferenza stampa dove le tre gemelle, il Maestro Miro Persolja e in rappresentanza della Marina Militare il Capo di 1° classe SS/I Campetto Maria Carla racconteranno la loro storia vissuta all’interno dell’ecoHotel, dove proprio nel periodo di lockdown è stato allestito un vero e proprio laboratorio artistico, da dove sono stati creati decine di quadri che verranno esposti durante l’evento.Durante l’evento, verranno fatti valutare tre quadri da esperti critici d’arte e dal pubblico presente, i quali verranno battuti all’asta durante una prestigiosa cena di gala che verrà organizzata a Milano a metà novembre 2020, il ricavato verrà donato in beneficenza all’ospedale Niguarda.
Per tutta la durata della mostra sarà esposta un’opera molto particolare del Maestro Miro Persolja, già presenta a Venezia in occasione della 57° edizione della Biennale al Collegio degli Armeni. Si tratta di un Tributo a Klimt e riprende il celebre Bacio realizzato dall’artista austriaco, divenuto in seguito una delle icone più celebri della storia dell’arte contemporanea. Più che una provocazione quella di Miro Persolja è in realtà una speranza: quella di ritornare presto a condividere gli affetti con le persone care, nei modi più appropriati e conformi al genere umano.La particolarità dell’evento ha richiamato l’attenzione di importanti figure politiche, artistiche e aziende internazionali che hanno voluto dare il loro contributo all’accrescimento del valore delle opere, quali Swarovski, i cui cristalli sono stati utilizzati dal maestro per impreziosire alcune creazioni; Keim con pitture minerali naturali e Carlsberg Italia per il valore dell’evento stesso. E’ online il sito http://www.miropersolja.com,

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un caso di mieloradicolopatia infettiva a Niguarda

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 luglio 2020

Il Covid 19 non provoca solo la polmonite. Il coronavirus può colpire tanti organi, fra cui il sistema nervoso centrale. In taluni casi, anche i malati dell’ospedale Niguarda hanno presentato sintomatologie eccezionali, oggi al centro di ricerche scientifiche. A suscitare l’interesse del Cardiocenter, che è sostenuto dalla fondazione De Gasperis, è stato ad esempio il caso di un uomo di 59 anni senza precedenti anamnestici di rilievo che a Marzo 2020 si è presentato presso il pronto soccorso lamentando debolezza agli arti inferiori e dolore lombare. «Il paziente era stato dimesso qualche settimana prima da un altro pronto soccorso della regione con diagnosi di infezione delle vie urinarie; la TC eseguita in quell’occasione documentava la presenza di lesioni ground glass compatibili con SARS-CoV-2, ma un primo tampone nasofaringeo era risultato negativo – racconta il cardiologo Enzo Grasso -. A Niguarda il paziente è stato sottoposto a un nuovo tampone, risultato positivo, e a una seconda TC del torace che documentava un quadro di polmonite interstiziale bilaterale a evoluzione consolidativa. L’esame neurologico ha evidenziato però anche la presenza di debolezza degli arti inferiori (con maggiore compromissione dei muscoli prossimali rispetto ai muscoli distali), iporeflessia diffusa, segno di Babinski bilaterale e parestesie degli arti inferiori». E’ emerso così il sospetto di essere di fronte a una Sindrome di Guillain-Barré, che viene segnalata in numerosi studi sull’argomento. Il paziente è stato quindi sottoposto a risonanza magnetica spinale, che ha mostrato contrast enhancement del cono midollare posteriore e di alcune radici della cauda equina, nonché a elettromiografia, che ha documentato delle alterazioni compatibili con una radicolopatia demielinizzante acuta. «È stata fatta pertanto una diagnosi di mieloradicolopatia parainfettiva associata a SARS-CoV-2 – precisa Grasso – e il trattamento proposto dai nostri neurologi ha compreso la somministrazione di immunoglobuline in combinazione alla terapia antivirale/immunomodulante specifica per l’infezione da nuovo coronavirus». La complessità del caso, uno dei primi report di mieloradicolopatia parainfettiva associata a COVID-19, è oggetto di uno studio di prossima pubblicazione.https://www.degasperis.it

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Al cardiocenter del Niguarda si opera con l’ipnosi

Posted by fidest press agency su martedì, 7 luglio 2020

La dottoressa Nonini spiega l’ultima tecnica cardiochirurgica utilizzata al Cardiocenter. Al Cardiocenter di Niguarda, che è sostenuto dalla fondazione De Gasperis, si opera con l’ipnosi. L’ultimo intervento di cardiochirurgia effettuato con questa tecnica è stato una sostituzione valvolare per via percutanea a una donna di 82 anni. La ragione per cui si ricorre all’ipnosi è che per realizzare questo intervento mini-invasivo è necessario somministrare dei farmaci sedativi che provocano l’immobilità, ma si può ottenere lo stesso risultato con l’ipnosi, in combinazione con una piccolissima dose di anestetico locale. La dottoressa Sandra Nonini, specialista di anestesia e rianimazione, spiega che «dal punto di vista dell’efficacia le condizioni sono due. Prima di tutto occorre che il paziente avverta il bisogno di ricorrere a questa tecnica o la curiosità di sperimentarla; in altre parole, deve ‘crederci’. Posta questa premessa, grazie al supporto dell’ipnologo il paziente viene accompagnato per tutta la durata della procedura. Dal punto di vista delle regole, inoltre, la prima e ovvia condizione è che il paziente abbia dato il suo consenso. Tra l’altro, lo richiama esplicitamente il nuovo protocollo per l’uso dell’ipnosi come terapia analgesica aggiuntiva nella cardiologia interventistica, presentato a gennaio a Milano. E, sia chiaro, il ricorso all’ipnosi non è praticabile per tutte le tipologie di procedure. Certo non negli interventi a cuore aperto o che implicano l’apertura del torace, dello sterno o dell’addome. Mentre va benissimo quando si interviene per via percutanea, come nel caso di impianti e sostituzioni di defibrillatori, pacemaker, valvole aortiche…» La dottoressa aggiunge che «il paziente in ipnosi mantiene il controllo di sé e percepisce ciò che accade nell’ambiente circostante; nel frattempo, riesce a sfruttare abilità che il suo cervello già possiede, ma che da sveglio non è in grado di utilizzare, per innalzare la soglia del dolore, tenere l’ansia sotto controllo e mantenere l’immobilità. Inoltre, un minore ricorso a farmaci sedativi implica tempi di ‘smaltimento’ e di ripresa più rapidi. Senza contare che l’ipnosi è utilissima nel caso di pazienti che per qualche ragione non possono essere sedati o anestetizzati, magari perché allergici a determinati principi farmacologici».

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Raccolta fondi per la terapia intensiva al Niguarda

Posted by fidest press agency su martedì, 17 marzo 2020

La fondazione Angelo De Gasperis ha avviato una raccolta fondi per le terapie intensive del Dipartimento Cardiotoracovascolare De Gasperis dell’AAST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda di Milano. La fondazione lavora da cinquant’anni per sostenere l’attività e la ricerca del Cardiocenter e in questo momento focalizza la sua attività per supportare Niguarda durante l’emergenza legata al Covid-19. I fondi raccolti saranno utilizzati per la creazione di nuovi posti letto nel reparto di terapia intensiva: ogni unità posto letto nel reparto di terapia intensiva è composto da un letto, un respiratore, pompe infusionali e monitor. Il prezzo di ogni postazione si avvicina alla cifra di 70mila euro. Le donazioni possono essere effettuate collegandosi al link: https://www.degasperis.it/vuoi_aiutarci/donazione_online.htmlRicordiamo che il soggetto cardiopatico è più vulnerabile nei confronti delle possibili complicanze (soprattutto respiratorie) della sindrome influenzale, in particolare in presenza di insufficienza cardiaca e/o co-morbità come il diabete o le malattie polmonari croniche, come dimostrano i dati di quest’epidemia. La fondazione Angelo De Gasperis organizza ogni anno il Convegno nazionale di Cardiologia da cui questi dati sono puntualmente confermati: l’influenza, come altre malattie febbrili, può determinare incrementi anche molto rilevanti della frequenza cardiaca (uno dei principali determinanti del fabbisogno di ossigeno da parte del cuore) e determina un cosiddetto “stato ipercinetico” del nostro sistema circolatorio per cui il sangue deve essere pompato con maggior celerità. Il cuore quindi è chiamato a svolgere un superlavoro che può metterlo a dura prova. «Dobbiamo diffondere queste conoscenze» ricorda il presidente della fondazione Angelo De Gasperis Benito Benedini. «In questo momento drammatico per l’Italia – spiega – la corretta informazione allunga la vita».Come si può desumere anche dagli studi e dall’attività clinica finanziati dalla fondazione in questi anni, anche nel soggetto senza cardiopatia nota, l’influenza può aumentare il rischio di infarto fino a sei volte rispetto alla norma, soprattutto nei soggetti anziani o con evidenti fattori di rischio cardiovascolare. Inoltre in alcuni casi (di solito rari, fortunatamente) il virus influenzale può attaccare direttamente anche il muscolo cardiaco danneggiandolo in modo più o meno grave. È quindi evidente l’importanza di attuare tutte quelle misure igieniche e di stile di vita che possono ridurre la probabilità di contrarre la sindrome influenzale (ancora più tassativa l’abolizione del fumo, evitare i forti sbalzi di temperatura ed i luoghi particolarmente affollati) ma soprattutto emerge il ruolo fondamentale della vaccinazione che, in assenza di specifiche controindicazioni, dovrebbe essere consigliata ad ogni soggetto cardiopatico o ad aumentato rischio cardiovascolare. Un’ulteriore attenzione va poi riservata all’eventuale terapia “fai da te”: deve essere il Medico ad indicare la terapia più adatta (sintomatica, antipiretica, ecc) e l’eventuale ricorso agli antibiotici che vanno assunti correttamente e solo quando realmente necessari.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »