Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘nomadi’

Si vive sempre più come nomadi

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 gennaio 2019

Una proiezione di SpeedDate.it prevede che, nel momento in cui i giovani di oggi raggiungeranno l’età di 48 anni, uno su 4 sarà stato single per tutta la vita.La stessa tendenza si ha ormai a livello globale e rispecchia la situazione di una società in radicale e profonda trasformazione, una società dove le persone che si sposano per farlo impiegano più tempo che mai e dove il numero dei nuclei monopersonali sta superando quello delle famiglie in quasi tutti i Paesi del mondo. A fotografare questa situazione è SpeedDate.it, il portale che offre ai single il modo più veloce e divertente per incontrare gente nuova e molti nuovi potenziali partner.«Un record che presto sarà raggiunto anche negli Stati Uniti, dove il numero di persone che vivono senza coniuge o partner è salito al 42% lo scorso anno, rispetto al 39% di un decennio fa» commenta Giuseppe Gambardella, ideatore di SpeedDate.it e di SpeedVacanze.it, il tour operator che ha inventato l’esclusiva formula dei viaggi e delle crociere per single e di gruppo.La tendenza -secondo quanto osserva SpeedDate.it- è fortissima anche in Italia, dove a vivere da soli sono oltre 7 milioni di persone, 2 milioni dei quali hanno tra i 15 ed i 45 anni, 1,7 milioni tra i 45 ed i 64 anni e 3,3 milioni sono di età pari o superiore ai 65 anni.Ma, diversamente agli altri Paesi del mondo, in Italia a vivere sempre più come una sorta di monadi sono soprattutto le donne: il dato complessivo è del 15,5% a fronte dell’11,6% degli uomini. E solo nella fascia di età compresa tra i 15 ed i 45 anni a vivere da soli sono più gli uomini rispetto alle donne.Negli ultimi 10 anni, osserva inoltre SpeedDate.it, la fascia di età di chi va a vivere da solo con il maggiore incremento (+66%) è quella più giovane. Una percentuale di crescita importante, soprattutto se si considera che il dato è mitigato dal fatto che nel nostro Paese, a causa della crisi economica, un numero crescente di single opta per condividere l’appartamento con altri.«Quindi, alla fine, gli italiani non sono affatto bamboccioni come sostengono alcuni amanti degli stereotipi e delle generalizzazioni» puntualizza Roberto Sberna, direttore generale di SpeedDate.it.Il dato forse più allarmante del bilancio 2019 sul mondo dei single tracciato da SpeedDate.it è però la tendenza a rimanere soli. Gli ultimi dati Istat fotografano la situazione di un Paese in cui negli ultimi 20 anni le unioni di lunga durata sono diminuite quasi di un quarto ed in cui perfino la quota di divorzi nei matrimoni di “lunga durata” è cresciuta, passando dall’11,3% del 1998 al 23,5% registrata a fine del 2017.E una proiezione di SpeedDate.it su dati Istat prevede addirittura che, nel momento in cui i giovani di oggi raggiungeranno l’età di 48 anni, uno su 4 di essi sarà stato single per tutta la vita.Più specificamente per i matrimoni, nella fascia di età compresa tra i 45 ed i 54 anni già oggi un uomo su 4 non si è mai sposato ed una donna su 5 è nubile. «Per quanto riguarda i divorzi, poi, il nostro Paese si colloca agli ultimi posti nel ranking mondiale delle unioni matrimoniali» osservano gli analisti di SpeedDate.it. In sintesi, in Italia ci si sposa di meno e i matrimoni durano meno rispetto agli altri Paesi del mondo.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: “Prevenire e contrastare il fenomeno dei roghi tossici”

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 giugno 2017

campo-nomadiRoma. “E’ ormai tristemente noto – come rilevato in occasione di numerosi interventi dalla U.O. Gruppo Sicurezza Pubblica ed Emergenziale della Polizia di Roma Capitale – che nei pressi dei Campi Nomadi situati sul territorio capitolino si svolgono continue attività di smaltimento illegale di materiale di vario genere. Il correlato fenomeno dei c.d. “roghi tossici” è divenuto una drammatica quotidianità per gli abitanti di molti quartieri romani – come Tor Sapienza, Colli Aniene, Settecamini, Tiburtino, Ponte di Nona – da tempo costretti a vivere tenendo in casa le finestre costantemente chiuse. Nubi di fumo nero si levano a cadenza regolare dalle aree limitrofe ai Campi, causando uno stillicidio quotidiano per gli abitanti delle zone colpite che respirano giorno dopo giorno una serie di elementi chimici altamente tossici e cancerogeni sprigionati dal fumo degli incendi. Nel quartiere di Tor Sapienza le prime segnalazioni si sono registrate già nel 1992 per i campi di via Casilina 700 e 900 ora sgomberati e, dall’epoca, vengono regolarmente impegnati i Vigili del Fuoco in lunghe operazioni per spegnere le fiamme: da allora, però, sono trascorsi oltre 25 anni di aria irrespirabile! Al fine di arginare i fenomeni criminosi causati dall’accumulo di rifiuti, oltre all’attivazione in alcuni Campi (Barbuta, Candoni e Salviati) di presidi fissi della Polizia Locale – in orario h. 24 -, dall’inizio del mese di marzo u.s. sono stati altresì programmati – per il momento in via sperimentale – controlli mirati e dinamici della Polizia Locale, anche attraverso un pattugliamento del territorio su diverse strade maggiormente interessate dal transito di furgoni nelle vicinanze dei Campi di Barbuta, Candoni, Salone e Salviati.
Il rafforzamento delle attività di vigilanza ha permesso di registrare una significativa diminuzione degli interventi di soccorso per incendio in diversi Campi Nomadi; ciò nondimeno, il fenomeno per la sua complessità, vastità e pericolosità non può essere compiutamente ed efficacemente contrastato con le sole risorse umane, finanziarie e tecnologiche fino ad ora messe a disposizione con notevole dispendio di energie da parte di Roma Capitale.
Considerato che quando si parla di roghi tossici non si parla solo di sicurezza o di tutela dell’ambiente, ma anche e soprattutto di salute delle persone, i consiglieri del Movimento 5 Stelle hanno depositato una mozione che impegna la Sindaca a sollecitare il Governo Nazionale e il Prefetto di Roma a predisporre gli interventi necessari a tutela della salute pubblica, volti a prevenire lo smaltimento illegale di rifiuti e i relativi roghi tossici, attraverso l’istituzione di presidi composti da personale della Guardia di Finanza, da unità del Comando per la tutela forestale, ambientale e agroalimentare dei Carabinieri e da unità dell’Esercito, con funzioni di agente di Pubblica Sicurezza nonché di Polizia Giudiziaria, che verifichino che nei Campi e nei Villaggi sopracitati non vengano introdotti illegalmente rifiuti e materiali di vario genere potenzialmente incendiabili”. Lo dichiara in una nota il consigliere capitolino del M5S Fabio Tranchina.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La musica dei Nomadi per San Petronio

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 ottobre 2016

san-petronioBologna Lunedì 3 ottobre alle ore 20.15 partirà da piazza Maggiore la Bologna Bike Night 2016, passeggiata ciclo turistica notturna “intorno a San Petronio” organizzata dalla Associazione no profit Nuova Agimap. L’itinerario si snoderà nel centro storico per circa 15 km. Iscrizioni in loco a partire dalle ore 19.30. Sarà possibile noleggiare le biciclette. È previsto un ristoro all’arrivo.
Martedì 4 ottobre alle ore 13.00 si svolgerà nel cortile di Palazzo d’Accursio il tradizionale pranzo offerto ai meno abbienti cui seguirà alle ore 14,30 uno spettacolo teatrale incentrato sul tema della povertà.
Alle ore 16.00 in piazza Maggiore lo spettacolare atterraggio dei paracadutisti sul Crescentone, seguito alle ore 17.00 in San Petronio dalla celebrazione della Messa Solenne con S.E. Mons. Zuppi cui sarà imposto il pallio dal Nunzio Apostolico, Mons. Adriano Bernardini. Il pallio è una striscia di lana bianca che simboleggia la pecora sulle spalle di Gesù Buon Pastore. Il Papa lo concede agli Arcivescovi Metropoliti come simbolo non solo della giurisdizione papale, ma anche come segno esplicito e fraterno di condivisione di questa giurisdizione e della collegialità e sussidiarietà nell’esercizio del governo della Chiesa.
Dopo il concerto dal vivo dei Nomadi, in piazza Maggiore alle ore 23.00 i fuochi d’artificio concludono le celebrazioni per il Santo patrono.
I Nomadi sono la più longeva band italiana che ha contrassegnato la storia della nostra canzone: dai primi brani nati dalla collaborazione con Francesco Guccini contro la guerra e la pena di morte nella loro lunga carriera hanno continuano a trattare temi etici in musica. Inoltre è noto il loro impegno umanitario che li ha visti promuovere numerose iniziative di solidarietà come, tra le altre, il Concerto per l’Emilia a favore delle zone colpite dal terremoto.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nomadi a Roma: accoglienza rifiutata

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 luglio 2011

«In merito agli sgomberi avvenuti in diverse zona della città, apprendo con dispiacere che tutte le persone in stato di marginalità e fragilità, che gli operatori sociali hanno intercettato, hanno rifiutato il sostegno e l’aiuto dell’amministrazione capitolina». Così in una nota l’assessore alle Politiche sociali di Roma Capitale, Sveva Belviso. «Nei diversi insediamenti abusivi o in giacigli di fortuna interessati oggi dall’azione di ripristino della legalità e di decoro – continua Belviso – sono state individuate in totale 63 persone di cui 12 i nuclei madre con bambino ai quali Roma Capitale ha offerto accoglienza presso le strutture della Città, aiuto che è stato però rifiutato». «Non mi stancherò mai di rivolgere un appello alle madri e al loro senso di responsabilità genitoriale, affinché possano vedere nell’accoglienza dell’amministrazione un’opportunità concreta di aiuto e di sostegno – conclude Belviso – Ricordo infine che nel caso in cui gli operatori sociali dovessero intercettare nuovamente il nucleo madre con bambino e constatare il disagio sociale del minore, l’amministrazione capitolina dovrà applicare l’art. 403 del codice civile che prevede la sottrazione del bambino e il suo affidamento presso strutture protette».

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nomadi e bambini che vanno a mendicare

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 maggio 2011

Roma. “Comprendiamo l’importanza e la necessità della scolarizzazione, e dunque rispettiamo la decisione del sindaco Alemanno, ma chiediamo di verificare l’effettiva frequenza scolastica da parte dei bambini nomadi, in particolare quelli che vivono nei campi abusivi. Evitiamo l’ennesimo tentativo di strumentalizzare le regole, e ignorarle allo stesso tempo, da parte di chi spesso non dimostra rispetto neppure per i propri figli, costringendoli a disertare le aule e a chiudere i libri per andare a mendicare per la città”, lo dichiara in una nota il presidente della Commissione Sicurezza di Roma Capitale Fabrizio Santori, commentando le decisioni relative alla tutela degli insediamenti abusivi che ospitano bambini che dovrebbero frequentare le scuole. “Esiste un progetto di monitoraggio delle frequenze scolastiche di questi minori, gestito direttamente dall’Assessorato alla scuola, con tanto di banca dati centralizzata ma implementata dai dirigenti scolastici: che fine ha fatto? Vogliamo chiarezza, leggere i risultati, constatare che effettivamente gli scolari, che sono circa 2000 e costano 1000 euro l’anno ciascuno, vadano a scuola. Roma Capitale impegna milioni di euro per migliorare la condizione dei giovani rom e prepararli a diventare cittadini di domani, prevedendo, con ulteriori esborsi di pubblico denaro, anche reti di trasporto tra i campi e le scuole, servizio gratuito di cui certo non godono tutti i giovani romani, ma la verità è che in classe i rom ci stanno poco o nulla, e che la scolarizzazione è spesso un pretesto per consentire agli adulti di restare in città vivendo di espedienti e di attività illegali”, conclude Santori.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nomadi Roma: sgombero abusivi

Posted by fidest press agency su martedì, 10 maggio 2011

“Adesso che finalmente si sono sgomberati gli insediamenti abusivi dei rom sotto il viadotto della Magliana, lavoreremo con impegno e determinazione perché sia posta una volta per tutte la parola fine agli spettacoli indecenti che i romani si sono stancati di sopportare. Via chi delinque, chi non vuole lavorare, chi non rispetta le regole, e niente scuse per non accettare l’assistenza che in ogni occasione, puntualmente e con grande sforzo, l’amministrazione capitolina mette a disposizione di chi invece la rifiuta per poter continuare a fare i propri comodi a spese dell’intera città. La linea della fermezza adoperata fino ad oggi negli sgomberi per l’attuazione del Piano nomadi è la carta vincente, è la via che dobbiamo impegnarci a seguire ogni giorno con costanza fino a che il Piano non sarà completato in tutte le sue fasi”, è quanto dichiara in una nota Fabrizio Santori, presidente della Commissione sicurezza di Roma Capitale, che ha assistito agli sgomberi degli insediamenti abusivi dei nomadi sotto il viadotto dalla Magliana e in via Asciano, effettuati oggi, secondo le direttive emesse dalla Prefettura, nel corso di un’operazione congiunta della Polizia Municipale e della Questura. “I luoghi sgomberati devono essere posti in condizioni tali da non essere occupati di nuovo. E’ necessario recintare, ma fare anche in modo che siano adoperati, resi fruibili ai cittadini se pubblici, incoraggiando i proprietari a investire, anche in collaborazione con il Campidoglio, se si tratta di lotti privati. Solo con spazi ordinati, puliti e frequentati, sarà possibile combattere con efficacia il rischio di nuove occupazioni”, conclude Santori.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La questione nomadi a Roma

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 aprile 2011

Il presidente della Commissione Sicurezza risponde alla Comunità di Sant’Egidio e agli esponenti del Pd “Non dimentichiamoci che gli sgomberi degli insediamenti abusivi, gli allontanamenti dei cittadini comunitari che provocano allarme sociale, nonché una politica di tolleranza zero per tutelare la serenità dei romani sono stati legittimati dal voto popolare già nel 2008 quando vinse il sindaco Alemanno proprio sui temi della sicurezza e in particolare per risolvere la spinosa questione nomadi. Un risultato incontrovertibile basato sulla voglia di sicurezza di numerosi cittadini, tra i quali molti delusi del centrosinistra, che hanno chiesto di invertire quella tendenza ad affrontare con estrema tolleranza e pessimi risultati l’emergenza rom” lo dichiara Fabrizio Santori, presidente della Commissione Sicurezza di Roma Capitale . “Dopo le storiche chiusure del Casilino 900 e della Martora e gli oltre 500 interventi di sgombero, anziché cullarsi sugli allori è opportuno andare avanti con gli sgomberi e procedere con gli altri obiettivi del Piano che prevede la chiusura di altri 5 campi tollerati: Tor Dè Cenci, Baiardo, Foro Italico, Monachina e Muratella. Dovranno essere conclusi i lavori di ristrutturazione di alcuni villaggi autorizzati e la riqualificazione di Salviati eLa Barbuta, delocalizzare Lombroso e definire la localizzazione di un nuovo insediamento autorizzato. Senza dimenticare che sono ancora numerosi, piccoli e medi, gli insediamenti abusivi da sgomberare. Questa è l’eredità pesante che intendiamo affrontare e risolvere fornendo risposte concrete, serie ed efficaci, liberando finalmente la città dal degrado e dall’insicurezza”. “Il piano nomadi rappresenta una rivoluzione copernicana che deve essere, in primis, attribuita al Sindaco di Roma Capitale Alemanno, un modello da esportare in Europa nel quale sicurezza, integrazione, legalità e solidarietà hanno rappresentato principi e valori inseparabili, il contrario della inadeguatezza e della mancata programmazione delle politiche sulla sicurezza e sull’integrazione condotte dalle precedenti Amministrazioni che mai nessuno, per 15 lunghi anni, aveva osato criticare” conclude Santori.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nomadi: No contributo per rimpatrio

Posted by fidest press agency su domenica, 24 aprile 2011

“Non condivido la proposta di contribuire economicamente al rimpatrio dei nomadi e non è accettabile che la città di Roma si inchini a questi ricatti. Non solo il Piano nomadi non prevede questa opportunità ma risulterebbe una scelta scellerata che scatenerebbe un flusso incontrollabile di persone che partirebbero verso Roma solo ed esclusivamente per incassare il contributo e tornare nel loro paese d’origine. La scelta di veltroniana memoria è già fallita nel 2006 e in occasione della recente proposta del ministro Frattini per i rimpatri dei tunisini per questo chiederò al Sindaco Alemanno di fare immediatamente chiarezza su questa ipotesi”. lo dichiara Fabrizio Santori, presidente della Commissione Sicurezza di Roma Capitale in merito alla opportunità di contribuire con 500 euro di fondi pubblici per sostenere il rimpatrio assistito dei rom sgomberati. “E’ assurdo considerare questa ipotesi risulterebbe un insulto a tutti quei cittadini che onestamente cercano ogni giorno e con fatica di arrivare a fine mese. Basta foraggiare chi non intende integrarsi e rifiuta l’assistenza proposta dall’amministrazione. Il bilancio capitolino, in via di approvazione, prevede tagli pesanti ai settori sociali da sempre considerati intoccabili: anziani, disabili, minori. Mi chiedo dove verranno reperite queste risorse?”. conclude Santori.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Arrivano i Nomadi

Posted by fidest press agency su sabato, 16 aprile 2011

Faenza 16 aprile ore 21.00 al palamokador arrivano i nomadi in un concerto esclusivo Grande concerto di solidarietà a favore di Cosmohelp – Grande giornata di musica emergente regionale alla Casa della Musica. Apriranno il concerto: la giovanissima cantante ARIANE (nata a Palermo, di origini della Costa d’Avorio, attualmente residente a Forlì) con un brano di Aretha Franklin; la cantante Laura Freddi (in arte KLEO’) residente a Imola e per concludere il gruppo rock di Faenza I GEISHA, che proporrà 3 singoli del loro album Tacco 12 (disponibile su iTunes) e una cover. I fondi raccolti dalla serata saranno devoluti a Cosmohelp a favore di tre casi di cui si sta occupando in questo periodo. Si tratta di:
MERITA, una ragazzina del Kosovo, seguita dall’ospedale Rizzoli
MARIZELA, una bimba della Bosnia, affetta da spina bifida che verrà seguita dall’ospedale S. Anna di Ferrara
EDEN, una ragazzina dell’Eritrea. affetta da acalasia esofagea seguita attualmente dall’ospedale Bellaria di Bologna.
Il costo del biglietto è di euro 24 + 1 di prevendita. La serata al PalaMokador sara’ preceduta da una serie di premiazioni di artisti ed emergenti.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nomadi a Roma

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 aprile 2011

Roma. “Smettiamola di sfiorare il ridicolo e non facciamoci prendere in giro da rom che non solo occupano abusivamente terreni e spazi cittadini, ma che, una volta sgomberati, rifiutano assistenza fino a prodursi nell’estremo atto dello sberleffo e della farsa, manifestando davanti alle sedi dei municipi dai cui territori sono stati finalmente allontanati. Basta con la ricerca affannosa di sistemazioni per chi non le vuole e inventa tutte le scuse per dire ‘no’, sottraendosi ad ogni tentativo di regolarizzazione e rispetto per le leggi. Chi si accampa irregolarmente deve essere denunciato, così come è accaduto per quei rom sgomberati dai Carabinieri in via Candoni, alla Magliana, e in via Maroso, alla Montagnola”, lo dichiara in una nota il presidente della Commissione Sicurezza di Roma Capitale, Fabrizio Santori, a margine degli interventi effettuati oggi in via Papiria e a Porta Furba ad opera della Questura di Roma e della Polizia Municipale.“Bisogna agire con determinazione, senza perdere più tempo ed energie in cerca soluzioni impossibili. L’unica vera soluzione è che gli irregolari lascino la città. Questo è quanto prevede il Piano nomadi che siamo impegnati a rispettare e la cui attuazione è una necessità cui non è più possibile sottrarsi. Ancora una volta le forze dell’ordine si sono prodigate con capacità ed efficienza, ma si tratterà solo di uno sforzo inutile se poi continueremo ad essere costretti a contemplare con il solito buonismo rom con trolley a seguito che si dileguano indisturbati per le vie della città dopo ogni sgombero”, conclude Santori.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Esodo forzato nomadi

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 marzo 2011

Roma. Il recente presidio di protesta dei cittadini di Castelnuovo di Porto davanti la prefettura romana, ha simboleggiato l’esplicito dissenso verso i provvedimenti attesi dal ‘piano rom’ stabilito dall’amministrazione capitolina. Secondo quanto decretato, il piccolo centro a nord di Roma, dovrebbe assorbire circa 800 nomadi, sgomberati dai micro-campi abusivi della Capitale. “Quanto deliberato per sopperire all’emergenza nomadi dal sindaco Alemanno  – spiega Roberto Soldà, segretario romano dell’Italia dei Valori – di certo non mira ad affrontare le difficoltà ma si limita a girarci intorno, spostando centinaia di rom in centri piccoli che, come Castelnuovo, riuscirebbero difficilmente a gestire la situazione. Così risolve i problemi Alemanno?”  Gli abitanti della cittadina in provincia di Roma hanno espresso molto duramente indignazione e malcontento, sottolineando che già per loro mancano case e lavoro, perciò non saranno in grado di ospitare centinaia di nomadi. “Questo non è solo un problema di sicurezza, ma anche sociale – seguita l’esponente del partito presieduto da Antonio Di Pietro -, l’amministrazione capitolina aveva ipotizzato la creazione di apposite aree per accogliere i numerosi rom che vivono in campi abusivi in quasi ogni angolo di Roma. Ciò non è stato fatto ed è prova dell’ennesima bugia di Alemanno. Non si può pensare che il dilemma dei rom si risolva con un semplice esodo forzato da Roma, che dovrebbe invece assumersi la dovuta responsabilità, quale grande città dotata di strumenti adeguati per affrontare una simile tematica e quindi non limitarsi a scaricare il ‘peso’ sulle spalle dei piccoli centri limitrofi”.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Alemanno su profughi Lampedusa

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 marzo 2011

Roma. “Pur avendo piena comprensione della situazione emergenziale in cui l’Italia si trova a seguito delle crisi politiche e sociali che sono esplose nell’area Nord-africana, sono costretto a chiedere formalmente alle Autorità competenti di escludere l’area metropolitana di Roma Capitale dall’elenco dei possibili siti destinati ad accogliere i richiedenti asilo e i profughi provenienti da quelle terre. Innanzitutto vi sono i dati relativi all’emergenza nomadi e a coloro che risiedono negli accampamenti abusivi sorti spontaneamente sul territorio cittadino. I nomadi ospitati nei campi autorizzati sono circa 3.400, mentre 1600 sono quelli che vivono nei campi tollerati, infine si stima una presenza di circa 3000 persone (nomadi e immigrati neo comunitari) che si sono stanziati presso accampamenti di fortuna, spesso privi di qualsiasi requisito in termini di sicurezza e sanità. Inoltre, in attesa dell’approvazione – che ancora una volta Vi sollecito – della norma di legge che consentano di rendere certe le procedure di allontanamento dal territorio italiano degli immigrati neo comunitari che non rispettano le condizioni di legalità, è necessario utilizzare alla sua massima capienze le strutture del CARA di Castelnuovo di Porto per poter sgombrare subito questi pericolosi accampamenti abusivi. Secondo una stima dei miei Uffici, suffragata dai dati dei servizi delle principali organizzazioni che operano per l’assistenza dei rifugiati, incrociata con quelli dell’Ufficio profughi della Questura di Roma e quelli della Commissione territoriale per il riconoscimento della protezione internazionale, le presenze di richiedenti e i titolari di protezione internazionale sul territorio romano, superano le 8.000 unità”. E’ quanto scrive il sindaco di Roma al Governo.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Piemonte: Rimpatri volontari per nomadi

Posted by fidest press agency su domenica, 13 marzo 2011

È stata presentata in Piemonte la proposta di legge che promuove nuove misure nella lotta contro l’abusivismo in Piemonte Gian Luca Vignale, primo firmatario. Ecco in sintesi i punti fondamentali del testo di legge primo firmatario Gian Luca Vignale: obbligo di identificazione per ogni nomade e permanenza massima in un campo di tre mesi, oltre i quali bisognerà scegliere tra stanzialità o nomadismo, e quindi migrazione in un altro comune;allontanamento immediato per chi – esattamente come dispone una direttiva europea – dopo 90 giorni di permanenza, non ha lavoro e mezzi sufficienti per auto-sostenersi e vive sostanzialmente di espedienti;ogni nomade o nucleo famigliare rom dovrà pagare al comune in cui sosterà una quota giornaliera per l’utilizzo dei servizi (acqua,gas, luce, rifiuti, etc);all’arrivo a ciascun nomade verrà consegnata una card di identificazione, verranno ammessi solo cittadini  con documento di identità valido e senza condanne in giudicato;ogni campo nomade verrà  sorvegliato da un nucleo di polizia dedicato ;istituzione del Commissario regionale per la tutela del nomadismo e il contrasto all’abusivismo, organo di nomina regionale con il compito di monitorare la presenza nomade, identificare e segnalare alle forze dell’ordine irregolarità o situazioni abusivismo e definire azioni di inserimento sociale dei nomadi sul territorio regionale;incentivi per il rimpatrio che stimolino i nomadi ad andare in altri territori.  Una sorta di incentivo alla Sarkozy che prevede il pagamento del biglietto per tornare a casa dei nomadi regolari. La legge è successiva ad un’indagine condotta da Vignale, anche presidente della commiassione movimenti migratori della Regione Piemonte, all’interno dei campi nomadi torinesi che rilevanouna presenza a Torino di almeno 2000 nomadi di cui quasi la meta irregolari. Solo a Torino 4 sono i campi nomadi regolari ( strada Germagnano, strada Aeroporto, via Lega e corso Unione Sovietica) e 3 irregolari ( lungo stura Lazio, via Germagnano, corso Tazzoli) e altri due piccoli (15-20 persone, Continassa e ex scalo Vanchiglia).  (Gian Luca Vignale)

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nomadi ed emergenza Roma

Posted by fidest press agency su sabato, 12 marzo 2011

“Siamo convinti che l’azione dell’amministrazione capitolina, alla luce dell’assemblea straordinaria  sull’emergenza nomadi, proseguirà senza ostacoli per dare risposte definitive ai territori ove l’esasperazione dei residenti è alta – lo dichiara in una nota Fabrizio Santori, Presidente della Commissione sicurezza di Roma Capitale che, insieme al gruppo del Pdl, ha presentato all’assemblea capitolina un ordine del giorno contenente un elenco di punti fermi sulla questione nomadi. “L’ approvazione di tale documento da parte dell’organo sovrano della città testimonia una presa di posizione decisa che rispolvera gli impegni assunti dalla maggioranza sin dall’inizio del suo mandato, che dovranno essere rispettati per rilanciare il Piano Nomadi”. “Tutela delle aree verdi e dei terreni incolti, sia di proprietà pubblica che privata, interventi di sgombero degli insediamenti abusivi più veloci, immediata recinzione dei terreni oggetto di sgombero, puntuale controllo dei terreni sgomberati  grazie al potenziamento del nucleo preposto, sospensione delle licenze per i rottamatori che sostengono il mercato abusivo dei materiali ferrosi da parte dei nomadi e rispetto dell’obbligo di scolarizzazione. Queste sono alcune delle richieste contenute nell’ordine del giorno approvato che impegna il  Sindaco di Roma a stabilire un numero chiuso di nomadi e rom nella città di Roma in base alla reale capacità di assorbimento del territorio – continuaSantori, che esprime apprezzamento nei riguardi del primo cittadino, il quale ha richiesto con forza al Governo  una legge di allontanamento coatto anche per i cittadini comunitari.   “Non si può continuare ad accogliere in maniera indiscriminata. Alla base dei requisiti deve esserci l’autosufficienza, ossia la capacità di mantenersi. Solo in questo modo chi ha diritto a permanere potrà godere dei beni e servizi pubblici e di una adeguata integrazione sociale. E’ necessario, altresì,  dirimere lo strumento dell’assistenza alloggiativa temporanea, attualmente utilizzato in favore di coloro i quali vengono allontanati dalle aree abusivamente occupate, affinchè si possano destinare i costi sostenuti per tale assistenza in azioni utili per effettuare gli allontanamenti coatti dei comunitari che delinquono o non possiedono adeguati mezzi di sostentamento per permanere sul territorio capitolino” – conclude Santori.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: esigenze nomadi

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 febbraio 2011

“Pur nel vivo dolore che ci accomuna al resto della città e dell’Italia intera per la tragedia di cui sono rimasti vittime nei giorni scorsi i quattro piccoli nomadi, riteniamo doveroso ribadire le esigenze e i diritti dei romani. E’ inaccettabile ascoltare tesi che giustificano degrado, sporcizia e criminalità accusando l’amministrazione e la comunità tutta di non fare abbastanza per i nomadi. Prima di tutto il rispetto delle regole. Diritti e doveri valgono per tutti, i rom non sono esenti dall’obbligo di agire nell’ambito e nei limiti delle leggi del Paese che li ospita ”, lo dichiara in una nota il presidente della Commissione sicurezza di Roma Capitale Fabrizio Santori. “I nomadi, e per loro anche i soliti radical chic addormentati nelle trincee di filosofie vecchie di un secolo che non hanno retto il passo con la storia, chiedono una casa. Ma sono migliaia i romani che lottano ogni giorno per ottenere un alloggio per sé e per le loro famiglie o per pagare un semplice affitto. I nomadi dicono di volere un lavoro, ma quanti cittadini sono disoccupati o devono adattarsi a sbarcare il lunario con un’occupazione saltuaria e senza alcuna garanzia? E’ tempo di scoprire le carte e lasciare da parte l’ipocrisia, la demagogia e il falso buonismo che hanno condotto l’emergenza rom ai limiti della tollerabilità. Dove si è mai sentito che qualcuno possa arrogarsi il diritto di rubare o di minacciare le persone addirittura con armi in pugno, come accaduto al campo abusivo di Via Morselli? Dove è scritto che un individuo o un gruppo di individui possano permettersi di comportarsi all’interno di una società disprezzando, sfruttando e deridendo gli altri rischiando di minare gli equilibri della civile convivenza?”, insiste Santori. “Abbiamo delineato precise regole attraverso il Piano nomadi che dovrà essere completato al più presto. Coloro che le rispetteranno resteranno a Roma, gli altri dovranno scegliersi un’altra destinazione. Non esistono cittadini di serie A e di serie B. I nomadi che potranno diventare ‘romani’ come i romani dovranno comportarsi, nel rispetto delle leggi e del decoro che governano la nostra città”, conclude Santori.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nomadi: appello del Papa

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 febbraio 2011

«L’appello del Papa affinché una società più fraterna e solidale possa evitare tragedie come quella dei quattro bambini rom morti deve essere accolto da tutti. Innanzitutto dalle istituzioni che devono procedere il più rapidamente possibile nel realizzare il piano di emergenza per i nomadi, in modo da evitare che persone vivano in accampamenti abusivi, senza alcuna condizione di sicurezza e di vivibilità. Insieme alle istituzioni, tutte le associazioni della società civile, a cominciare da quelle di ispirazione cattolica, si devono mobilitare per offrire possibilità di integrazione e inserimento a tutti coloro che oggi sono emarginati. Per questo credo sia necessaria una grande riflessione cittadina in modo da rendere concreto e autentico un piano per i nomadi che affronti l’emergenza, ma che dia anche prospettive stabili fondate sulla legalità e sulla solidarietà e che contribuisca a evitare il riprodursi di sacche di emarginazione. Tutti, a cominciare dai rappresentanti delle istituzioni, si devono assumere le proprie responsabilità per fare di più con azioni e proposte concrete, realmente attuabili che facciano uscire la nostra città dall’emergenza e dall’insicurezza e che, soprattutto attraverso la scolarizzazione e la formazione, diano una prospettiva diversa ai bambini e alle nuove generazioni». Lo dichiara il sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Legambiente: emergenza nomadi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 febbraio 2011

“Le parole di Alemanno sulla cosiddetta accoglienza sostenibile e sulla necessità che il tribunale dei minori intervenga per separare i minori dalle famiglie sono francamente inaccettabili. Sono proprio queste astruse teorie che portano alla disgregazione sociale e fino ai drammi di questi giorni – così commenta le ultime dichiarazioni del Sindaco la direttrice di Legambiente Lazio Cristiana Avenali – “Sin dal novembre 2009 avevamo chiesto all’Amministrazione di spiegare dove sarebbero andati a dormire le donne, gli uomini e i bambini sgomberati in modo inumano ed inaccettabile dal campo Casilino 700. A poco più di un anno di distanza, la risposta è drammatica ma il Sindaco non sembra aver imparato la lezione. Sui campi nomadi nella Capitale, l’Italia ha già avuto una condanna da parte del Comitato europeo per i diritti sociali, il Comune dovrebbe allora capire che questa partita si vince sul fronte dell’inclusione e del rispetto dei diritti, piuttosto che sull’emarginazione”.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nomadi: Raccontiraccolti

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 novembre 2010

Dal 13 novembre in tour nei teatri.  Uscito lo scorso 26 ottobre, “Raccontiraccolti” (Atlantic/Warner Music), il nuovo album dei Nomadi, entra nella classifica di vendita come più alta nuova entrata, posizionandosi al quarto posto. Raccontiraccolti contiene 11 cover di celebri canzoni di cantautori italiani riarrangiati e riproposte dai Nomadi, oltre al brano “Due re senza corona” dei Nomadi diffusa solo durante i concerti e tramite internet.  In più di 40 anni di carriera e in 40 dischi è la prima volta che i Nomadi si cimentano in un disco con canzoni e artisti così diversi tra loro. Le canzoni di questo album sono state scelte in base agli artisti, al legame di amicizia che tra loro e I Nomadi. Quanto al repertorio, si sono privilegiate canzoni che sono state raramente oggetto di “cover” e dove era possibile e opportuno c’è stato un arricchimento musicale e una esaltazione della melodia senza nessun cambiamento radicale.Il brano “Hey man” vanta nel disco la partecipazione di Zucchero che duetta con i Nomadi.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nomadi: nuovo album canzoni

Posted by fidest press agency su martedì, 26 ottobre 2010

Oggi 26 ottobre esce in tutti i negozi  Raccontiraccolti un album di cover di canzoni di artisti italiani riarrangiate e reinterpretate  e dal 13 novembre in tour nei teatri. Anticipato in radio dall’1 ottobre da “Hey man”, la celebre canzone portata al successo da Zucchero e reinterpretata dai Nomadi.  Le canzoni di questo album sono state scelte in base agli artisti, al legame di amicizia che tra loro e I Nomadi. Quanto al repertorio, si sono privilegiate canzoni che sono state raramente oggetto di “cover” e dove era possibile e opportuno c’è stato un arricchimento musicale e una esaltazione della melodia senza nessun cambiamento radicale. Il brano “Hey man” vanta nel disco la partecipazione di Zucchero che duetta con i Nomadi. (nomadi)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »