Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 25

Posts Tagged ‘norovirus’

L’allarme in Europa per il “cattivo virus” invernale che porta vomito e diarrea

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 dicembre 2017

vaccino bambino

Aumentano i casi di contagio da norovirus. Dall’Agenzia esecutiva del Regno Unito, l’allerta e i consigli per ridurre il rischio di contagio: il “norovirus” che circola attualmente in Europa è altamente contagioso. Mentre le temperature precipitano, i funzionari delle istituzioni sanitari britanniche lanciano l’allerta sostenendo che quest’anno è aumentato il rischio di prendere il temibile virus del “vomito”, il norovirus che sta circolando attualmente in Europa. Il norovirus è tra gli agenti più diffusi di gastroenteriti acute di origine non batterica, costituendo così un serio problema nel campo della sicurezza alimentare per la possibilità di causare infezioni di breve durata, ma con violenti attacchi di diarrea e vomito. È estremamente contagioso e si diffonde facilmente in ambienti in cui le persone sono vicine l’una all’altra, come nei luoghi di lavoro o in centri commerciali affollati. Il Public Health England, l’agenzia esecutiva del Ministero della Salute del Regno Unito, ha avvertito che l’aumento dei casi di norovirus è comune durante l’inverno e che quest’anno si sta rivelando del 14% superiore alla media rispetto ai mesi invernali degli anni precedenti. Nick Phin, vicedirettore del National Health Service e Director della Public Health England, ha diramato alcuni semplici consigli per evitare il contagio che Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, ritiene utili rilanciare anche in Italia, dato l’elevato numero di segnalazioni+ analoghe anche in Italia. Innanzitutto ha evidenziato che “la maggior parte delle persone effettuerà un recupero completo entro 1 o 2 giorni, ma è importante bere molti liquidi durante questo periodo per prevenire la disidratazione, specialmente nei giovanissimi o negli anziani. “Se le persone hanno la diarrea e il vomito non devono preparare il cibo per gli altri e noi consigliamo di evitare di visitare ambulatori medici, case di cura e ospedali se hanno sintomi. Se qualcuno manifesta attacchi particolarmente violenti deve contattare i numeri d’emergenza sanitaria o il medico curante. “Uno dei modi migliori per proteggersi dal norovirus e per aiutare a prevenire l’infezione è praticare una buona igiene personale, che comprende il lavaggio completo delle mani dopo l’uso del bagno e prima di mangiare o preparare cibi”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Salute in crociera

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 luglio 2010

Durante gli ultimi anni il turismo in crociera è aumentato considerevolmente. Nel 2008, a livello mondiale, 13 milioni di passeggeri hanno viaggiato in crociera. Gli itinerari comprendono aree di tutti i continenti che talvolta non sono accessibili con altri mezzi di trasporto. Una tipica nave da crociera può trasportare fino a 3000 passeggeri e 1000 persone di equipaggio. L’età media del viaggiatore in crociera è 45-50 anni. Le persone di età superiore ai 60 anni rappresentano circa 1/3 dei passeggeri e sono più numerose ancora nelle crociere che durano più di 7 giorni (durata media di una crociera). La metà delle visite mediche urgenti viene fatta ai passeggeri che hanno più di 65 anni di età. A causa della temperatura, delle variazioni climatiche, dei cambiamenti nella dieta e nell’esercizio fisico e degli aumentati livelli di stress comparati con quelli a casa, il viaggiatore in crociera, specie se anziano, può vedersi peggiorare le proprie condizioni di salute. Eventi cardiovascolari acuti sono la causa principale di mortalità durante una crociera.  La maggior parte delle epidemie di malattie gastrointestinali associate a crociere è stato messo in relazione con il consumo di acqua e cibo contaminati a bordo della nave.
Il norovirus è l’agente patogeno maggiormente implicato nelle epidemie. Tra il 1° gennaio ed il 5 luglio 2008 sono state riportate 42 epidemie di gastroenterite causate da norovirus in 13 differenti navi da crociera che solcavano le acque del Mediterraneo. I sintomi spesso iniziano improvvisamente con vomito e/o diarrea. Vi possono essere febbre, crampi addominali e malessere generale. Tra le infezioni del tratto respiratorio ricordiamo il rischio influenza specie nelle aree equatoriali dove i virus dell’influenza non hanno una circolazione stagionale. Nella storia recente si sono verificate sulle navi anche epidemie di legionellosi, malattia batterica che interessa i polmoni talvolta in modo grave. In generale i viaggiatori di una crociera devono:
1) Consultare  prima della partenza il proprio medico per valutare lo stato di salute e considerare le possibili vaccinazioni da effettuare e l’eventuale chemioprofilassi antimalarica.
2) Tra le vaccinazioni considerare l’opportunità di effettuare l’anticolerica poichè il vaccino in uso in Italia (Dukoral) conferisce una protezione crociata nei confronti della tossina dell’Escherichia Coli, la causa in assoluto   più frequente di diarrea del viaggiatore.
3) Le persone affette da patologia cronica devono portare con se una documentazione sanitaria dei propri precedenti e del proprio stato di salute (ad es. il passaporto sanitario).
4) Portare con se una farmacia da viaggio che comprenda i farmaci di cui si fa uso abituale, un antidiarroico come rifaximina, antibiotico ad uso topico intestinale, ed eventualmente farmaci antivirali per il trattamento o la profilassi dell’influenza.
5) Consultare un dentista per avere la certezza di non soffrire di problemi acuti a carico dei denti.
6) Considerare la stipulazione di una polizza assicurativa che copra il rischio sanitario, la cancellazione del viaggio, la copertura di cure mediche e l’evacuazione medica se necessaria.
7) Evitare di imbarcarsi se sintomatici di una malattia acuta.
8) Durante la crocera lavarsi spesso le mani con sapone ed acqua o con confezioni contenenti liquidi disinfettanti.
9) In caso di diarrea o di febbre alta a bordo, riportare immediatamente l’informazione allo staff medico.
10) In caso di febbre al ritorno consultare immediatamente il proprio medico se la crociera ha interessato aree malariche. (Walter Pasini Presidente Società Italiana di Medicina del Turismo)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »