Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘novità’

Novità e prospettive per la cura del mieloma multiplo in Italia

Posted by fidest press agency su martedì, 23 febbraio 2021

25 febbraio 2021, ore 11:00-12:00 Sarà possibile seguire la diretta streaming.Il mieloma multiplo è un tumore del sangue che ha origine nel midollo osseo ed è una malattia tipica dell’età avanzata. Si stima che in Italia nel 2020 ci siano stati circa 5.800 nuovi casi. Rappresenta l’1,3% di tutti i tumori diagnosticati nella donna e l’1,2% nell’uomo. Sebbene attualmente non esista una cura, i trattamenti disponibili possono portare alla remissione. La malattia, i bisogni di cura dei pazienti e le attese novità in ambito terapeutico, come l’arrivo in prima linea di daratumumab, che potranno offrire una migliore prospettiva e qualità di vita alle persone con mieloma multiplo, saranno i temi discussi dai massimi esperti e dai rappresentanti dei pazienti durante la conferenza stampa organizzata da Janssen Oncology. Ne parleremo con: Prof. Mario Boccadoro, Università degli Studi di Torino, Vice Presidente European Myeloma Network Prof. Michele Cavo, Direttore dell’Istituto di Ematologia “Seragnoli” dell’Università degli Studi e IRCCS S.Orsola-Malpighi di Bologna Prof. Sergio Amadori, Presidente Ail – Associazione Italiana contro le leucemie, i linfomi e il mieloma Loredana Bergamini, Direttore Medico di Janssen Italia, azienda farmaceutica del Gruppo Johnson & Johnson Modera: Irma D’Aria, Giornalista

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le novità fiscali per il 2021

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 febbraio 2021

Superbonus al 110% per il rivestimento termico degli edifici d’abitazione da inserire tra gli oneri deducibile; indicazione del premio-Covid in un riquadro ad hoc nella dichiarazione dei redditi; e infine novità sulle imposte di bollo per chi fa tante fatture elettroniche. Ecco le prime novità fiscali del 2021.
Ristori e rottamazioni- Con lo scostamento di bilancio da 32 miliardi, si pensa di attenuare l’impatto delle cartelle esattoriali sulle categorie più colpite dal Covid diluendole su 2 anni con una spesa di 2 miliardi. Il Decreto ristori quinquies in uscita entro fine gennaio, dovrebbe impegnare 7-8 miliardi per venire incontro ai redditi più falcidiati e 5 per consentire la sospensione delle tasse. Il superamento dell’attuale classificazione dei fruitori dei ristori in base ai codici Ateco dovrebbe far sì che nell’accesso d’ora in poi siano inclusi anche i professionisti iscritti a casse previdenziali autonome. E’ in vista anche l’esonero di questi stessi lavoratori autonomi dal versamento dei contributi previdenziali in caso di crollo del fatturato ma a quanto pare entro un tetto di reddito di 50 mila euro. Il Decreto ristori precedente (quater) ha intanto rinviato al 30 aprile i versamenti del secondo acconto Irpef, Ires e Irap a professionisti ed imprese con ricavi entro i 50 milioni nel 2019 che, a prescindere dal colore della zona in cui si trovino, abbiano subito una perdita di almeno il 33% nel primo semestre 2020 rispetto allo stesso periodo dell’anno prima e per i soggetti operanti nei settori economici danneggiati e “ristorati”. Inoltre, ha sospeso i versamenti di ritenute, Iva e contributi previdenziali di dicembre dei dipendenti e i versamenti di tasse e contributi per aziende con perdita di fatturato la cui gravità va individuata con nuovo decreto. Il decreto ristori quinquies in arrivo sgancerebbe i bonus dall’andamento della pandemia nelle regioni (zone rosse e relative chiusure) e li attribuirebbe ai danneggiati indipendentemente dalla collocazione geografica; estenderebbe il contributo a fondo perduto ai professionisti iscritti a Casse previdenziali private; infine rottamerebbe le cartelle esattoriali o ne diluirebbe i ritmi d’invio.
Iva e crediti d’imposta – Da inizio anno torna l’Iva, stavolta al 5% sui dispositivi di protezione (mascherine, guanti, camici) poiché il benefit del decreto Rilancio non è stato prorogato; in ogni caso fino a maggio 2020 l’Iva era del 22%, qualche risparmio c’è, su una spesa che per i soli dentisti nel 2020 sarebbe intorno a 80 milioni di euro, il quadruplo di un anno prima. La Finanziaria 2021 ha peraltro consolidato un quadro in cui coesistono tre crediti d’imposta al posto del super-ammortamento al 140% del costo del bene e dell’iper-ammortamento per le tecnologie digitali. Le imprese possono godere di un credito del 40% per investimenti in macchine – diagnostica o cad-cam per i dentisti – interconnesse con sistema logistico dello studio, gestionale del medico e sw del fabbricante fino a 2,5 milioni di euro (codice 6936) e del 15% del costo per software funzionali ai processi di trasformazione 4.0 entro un tetto di 700 mila euro di investimento (codice 6937). I professionisti insieme alle imprese possono fruire di un credito d’imposta pari al 6% entro un esborso massimo da 2 milioni di euro (codice 6935). Il credito si può portare in compensazione in 5 quote annuali di pari importo, ridotte a tre per gli investimenti in beni immateriali, dall’anno successivo a quello di entrata in funzione. Si riferisce agli acquisti di specifici beni strumentali effettuati a partire dal 16 novembre 2020 e fino al 31 dicembre 2022, o entro il 30/6/2023 ove al 31 dicembre 2022 si siano pagati acconti pari ad almeno il 20% del costo di acquisizione.
Imposta di bollo – Ove il professionista dovesse emettere fatture elettroniche nel sistema Sdi, ad esempio come fornitore di terzi, l’imposta di bollo è liquidata a mezzo F24 come nel 2020 con scadenze 31 maggio, 30 settembre, 30 novembre e 28 febbraio. Se l’importo dovuto non supera i 250 euro si può versare per i primi due trimestri entro il termine previsto del terzo trimestre. Se l’importo del primo trimestre è inferiore ai 250 euro si potrà versare entro il termine del secondo. Se il Fisco rileva problemi nel versamento dovuto per le fatture inviate via Sdi, comunica al contribuente l’imposta, la sanzione ridotta ad un terzo e gli interessi dovuti. Ove il contribuente non paghi entro 30 giorni dal ricevimento della comunicazione, è iscritto a ruolo. Atteso un provvedimento dell’Agenzia delle Entrate.
Invio dati fatture – Ricordiamo infine che l’obbligo di dotarsi da quest’anno di un gestionale per l’invio mensile delle fatture è stato rinviato all’ultimo al 31 luglio da un decreto del ministero dell’Economia (29/1), che ha reso la spedizione semestrale. Per spedire le fatture 2020 il termine resta l’8 febbraio. By Mauro Miserendino fonte: DoctorNews33

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Legge di bilancio: La Camera ha detto sì, tante le novità per la Scuola

Posted by fidest press agency su martedì, 29 dicembre 2020

Sono diverse le disposizioni che riguardano la scuola: 25.000 posti aggiuntivi in organico di diritto per il sostegno; 10 milioni di euro per la formazione dei docenti; 1.000 assistenti tecnici nel primo ciclo dal 2021/2022 e prosecuzione al 30 giugno dei contratti a tempo determinato previsti fino al 31 dicembre 2020; 1.000 posti per potenziamento per la scuola dell’Infanzia; 60 milioni di investimenti sulla fascia 0-6; 50 milioni per il 2021 e 50 milioni per il 2022 per il sistema duale; 8 milioni per il potenziamento area digitale, animatori digitali, équipes formative, anche per la formazione del personale docente; 117 milioni per il 2021 e 106 milioni per il 2022 per aumento posti asili nido; 20 milioni per inclusione alunni con disabilità nelle paritarie; incremento dei fondi dell’autonomia pari a 100 milioni nel 2021; 12 milioni di euro per incremento tecnologie e sistema SIDI; 1.500 milioni per edilizia scolastica con proroga poteri commissariali comuni; 200 milioni alle regioni e 150 milioni ai comuni per il trasporto scolastico.È lunga la lista degli emendamenti approvati dalla Commissione bilancio e che hanno ottenuto il sì finale dell’Aula della Camera dei deputati. Si tratta di disposizioni anche caldeggiate dalle parti sociali e dal sindacato: la rivista specializzata Orizzonte Scuola ha realizzato un sintesi delle disposizioni approvate. Concorso riservato sostegno. Si autorizza il Ministero dell’istruzione a bandire procedure selettive, su base regionale, per l’accesso in ruolo su posto di sostegno per docenti in possesso del relativo titolo di specializzazione, a cui si attinge esclusivamente in caso di esaurimento delle corrispondenti graduatorie utili a legislazione vigente, e solo all’esito delle procedure di scorrimento delle graduatorie concorsuali di altre regioni o province. Esame di Stato 2021. Sia per la Secondaria di I grado che per la secondaria di II grado il Ministero dell’istruzione potrà adottare, con una ordinanza, il modello dello scorso anno scolastico. Sono previsti 30 milioni di euro da destinare alle scuole statali e paritarie per garantire il corretto svolgimento secondo gli standard di sicurezza sanitaria previsti. È inoltre prevista la possibilità per il Ministro dell’Istruzione di adottare ordinanze con specifiche misure per la valutazione degli apprendimenti e lo svolgimento dei relativi Esami di Stato. Tre milioni di euro per corsi jazz nei licei musicali. E’ stato approvato l’emendamento a firma dell’On.Donno che prevede un fondo di 3 milioni per il 2021, per l’ampliamento dell’offerta formativa dei licei musicali con l’istituzione dei corsi jazz e nuovi linguaggi musicali. Scuole innovative nei piccoli comuni del Sud Italia. “Al fine di contrastare il fenomeno dello spopolamento dei piccoli comuni del Sud Italia, l’INAIL destina, nell’ambito del piano triennale di investimenti immobiliari 2021-2023, l’ulteriore somma di € 40 mln, a valere sulle risorse a tal fine autorizzate dal Ministero dell’economia e delle finanze, per la costruzione di scuole innovative (art. 1, co. 153, L. 107/2015) in comuni con popolazione inferiore a 5.000 abitanti delle regioni Abruzzo, Campania, Molise, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna“. Fondi aggiuntivi per il PCTO. Ci saranno fondi aggiuntivi per i Pcto: i fondi aggiuntivi per l’alternanza scuola-lavoro e i percorsi formativi di apprendistato salgono a 55 milioni per il 2021, infatti. Lo stanziamento complessivo per il 2021 sarà quindi di 130 milioni, che scendono a 125 milioni nel 2022. Assuzione Dsga da concorso. Con l’emendamento Villani viene abbattuta la soglia del 50% che impediva ad una parte del personale DSGA (Direttori dei servizi generali e amministrativi) di accedere al ruolo nonostante avesse superato il concorso pubblico. Incremento del fondo dell’Autonomia: Con specifica ordinanza, il Ministero dell’Istruzione potrà decidere di adottare nuovi interventi in merito agli esami di maturità, gli esami di terza media e la valutazione degli apprendimenti. Contribuzione alle scuole paritarie che accolgono alunni con disabilità. L’emendamento prevede di incrementare di 50 milioni di euro il contributo per le scuole paritarie che accolgono alunni con disabilità. Dimensionamento scolastico. Sono rivisti i parametri per il dimensionamento delle istituzioni scolastiche, riducendo da 600 a 500 alunni (ovvero da 400 a 300 alunni per le istituzioni site nelle piccole isole, nei comuni montani, nelle aree geografiche caratterizzate da specificità linguistiche) il numero minimo di alunni necessario per l’attribuzione alle istituzioni scolastiche di un dirigente scolastico e di un direttore dei servizi generali e amministrativi titolari.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ecco le novità On Demand di Eagle Pictures in arrivo nel mese di gennaio 2021

Posted by fidest press agency su martedì, 29 dicembre 2020

Il nuovo anno comincia all’insegna del grande cinema grazie alle uscite digitali targate Eagle Pictures. Ecco le novità in arrivo a gennaio 2021. Le emozioni partono dal 1 gennaio con “THE WATER DIVINER” di Russell Crowe, disponibile in streaming per la prima volta per gli abbonati di Amazon Prime Video. Debutto alla regia dell’attore premio Oscar Russell Crowe, anche tra i protagonisti insieme a Olga Kurylenko, “The Water Diviner” è un’avventura epica ambientata quattro anni dopo la devastante battaglia di Gallipoli in Turchia, durante la prima Guerra Mondiale. L’agricoltore australiano Connor (Crowe) decide di recarsi a Istanbul per scoprire la verità sui suoi figli, dati per scomparsi in battaglia. Il 1 gennaio la storia di Al Capone e della famigerata strage di San valentino sono al centro del film “GANGSTERLAND” di Timothy Woodward Jr., disponibile in streaming per la prima volta per gli abbonati di Amazon Prime Video. Il film racconta la vera storia di Al Capone e del suo braccio destro, Jack McGurn detto “Mitragliatrice”: in breve tempo portarono la mafia italo-americana ad avere un posto importante tra le organizzazioni criminali nella Chicago degli anni ’20. La veloce crescita della malavita italiana non è vista di buon occhio dalle altre gang. In particolare crescono le tensioni con “Bugs” Moran e la mafia irlandese. Una lunga serie di brutali scontri a mano armata culmineranno nel massacro di San Valentino, a seguito del quale Al Capone resterà l’unico e incontrastato padrone della città per lungo tempo. L’episodio resta tutt’oggi uno dei più cruenti regolamenti di conti della storia della malavita americana. Sempre dal 1 gennaio appuntamento con l’epica avventura di “SOLOMON KANE” di M.J. Bassett, disponibile in streaming per la prima volta per gli abbonati di Amazon Prime Video. Il film si ispira all’omonimo ciclo dello scrittore americano Robert E. Howard, autore anche di “Conan il barbaro” e padre del genere “sword and sorcery” della narrativa fantasy. Il lavoro di Howard ha ispirato innumerevoli imitatori ed ha generato grande interesse nel genere fantasy, eguagliato solo da J.R.R. Tolkien. Nelle lande dell’Inghilterra del 1500, il capitano Solomon Kane (James Purefoy) è una brutale ed efficiente macchina da guerra. Armato di pistole, armi da taglio e spada, lui e i suoi uomini combattono una guerra dopo l’altra, in tutti i continenti. Ma uno scontro con creature demoniache e la battaglia all’ultimo sangue con il Mietitore del Diavolo, mandato dagli abissi dell’Inferno per prendere possesso della sua anima corrotta e senza speranza, lo mettono di fronte ai suoi demoni interiori e decide di abbandonare le armi. La sua nuova spiritualità viene però subito messa alla prova quando giura di ritrovare e liberare una giovane ragazza, Meredith, rapita e presa come schiava. L’8 gennaio arriva in versione digitale il film targato Eagle Pictures “SUL PIÙ BELLO” di Alice Filippi, disponibile in Esclusiva Amazon Exclusive sulla piattaforma Prime Video. Un film emozionante, in grado al contempo di veicolare messaggi importanti e profondi. Al centro della vicenda una protagonista fuori dagli schemi: Marta (Ludovica Francesconi), tanto simpatica quanto bruttina, che soffre di una rara malattia genetica. Nonostante tutto, Marta è la ragazza più solare che abbiate mai conosciuto. A 19 anni sogna il grande amore ma lei non è una che si accontenta e vuole sentirsi dire “ti amo” da un ragazzo bello… il più bello di tutti. I suoi amici e coinquilini Jacopo (Jozef Gjura) e Federica (Gaja Masciale) sono la sua famiglia e fanno il possibile per dissuaderla dal puntare troppo in alto. Finché a una festa Marta vede Arturo (Giuseppe Maggio) bello, sicuro di sé e per lei completamente inarrivabile. In altre parole: la preda perfetta. Ma mentre i fedeli amici si preparano a gestire l’ennesima delusione, stavolta le cose andranno in maniera diversa. Il batticuore continua il 13 gennaio con “ENDLESS” di Scott Speer, disponibile per l’acquisto digitale sulle piattaforme Apple TV, Chili, Google Play Film, iTunes, Prime Video, Sony PSN, TimVision e YouTube. Reduce dal successo del film “Il sole a mezzanotte”, il regista Scott Speer realizza una versione moderna del cult “Ghost” in chiave young-adult. Riley (Alexandra Shipp) e Chris (Nicholas Hamilton) sono giovani e innamorati, ma un tragico incidente d’auto li separerà per sempre. Mentre Riley combatte con i suoi sensi di colpa, Chris è bloccato in un limbo. Miracolosamente, i due trovano un modo per connettersi. In una storia d’amore che trascende la vita e la morte, sia Riley che Chris sono costretti a imparare la lezione più difficile di tutte: dirsi addio. Sempre dal 13 gennaio sarà la volta dell’adrenalinico “THE CAVE – ACQUA ALLA GOLA” di Tom Waller, disponibile per l’acquisto digitale sulle piattaforme Apple TV, Chili, Google Play Film, iTunes, Prime Video, Sony PSN, TimVision e YouTube. Il film si basa su una storia vera risalente al giugno 2018 quando un gruppo di adolescenti, componenti di una squadra di calcio, e il loro mister rimasero intrappolati in una grotta in Thailandia. Al centro della vicenda un gruppo di ragazzi e il loro insegnante, che si recano per una gita presso la grotta Tham Luan nella provincia di Chiang Rai quando le piogge monsoniche li intrappolano nella grotta senza alcuna via di fuga. Grazie all’aiuto di volontari di tutto il mondo e ad un team di sommozzatori, dopo giorni di ricerche, i ragazzi e il loro insegnante vengono finalmente individuati in una zona sopraelevata della grotta e tratti in salvo. Il 27 gennaio appuntamento con il titolo Eagle Pictures “UN SOGNO PER TE” di Martin Schreier, disponibile sia per l’acquisto digitale che in noleggio digitale (dal 10 febbraio) sulle piattaforme Apple TV, Chili, Google Play Film, Infinity, iTunes, Prime Video, TimVision e YouTube. Un film che fa sognare sul grande e piccolo schermo con una storia che ha inizio proprio lì, sul set, dove la magia del cinema prende forma… Berlino Estate 1961. Emil lavora come comparsa nello Studio Babelsberg quando si innamora perdutamente della ballerina francese Milou. I due sono fatti l’uno per l’altra ma vengono separati dalla chiusura dei confini del 13 agosto 1961. Riunirsi sembra a prima vista impossibile finché Emil non escogita un piano piuttosto audace.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Disegno di Legge di Bilancio 2021: Novità per la scuola

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 dicembre 2020

Vi sono alcune novità riguardanti la scuola: i principali riguardano l’edilizia scolastica, per la quale è stato stanziato complessivamente circa un miliardo e mezzo di euro; 60 milioni aggiuntivi per il sistema educativo integrato per la fascia 0-6 anni; altri 40 milioni per la digitalizzazione delle scuole e 70 milioni di euro per le scuole paritarie che accolgono alunni disabili; l’assunzione di 25mila docenti di sostegno in organico di diritto. Arrivano anche alcuni degli emendamenti promossi dall’Anief: dalla sospensione delle tasse universitarie e delle detrazioni fuorisede alla stabilizzazione del personale della Ricerca, fino alla promozione dell’inclusività nelle istituzioni Afam.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Novità in libreria: Natale a Venezia

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 novembre 2020

A cura di Elisabetta Tiveron e Caterina Schiavon, Torino, Neos edizioni, 2020. Racconti di: Philippe Apatie, Elisabetta Baldisserotto, Francesca Boccaletto, Annalisa Bruni, Michele Catozzi, Marco Crestani, Cristina Gregorin, moreno hebling, Marilia Mazzeo, Emanuele Pettener, Caterina Schiavon, Silvia Soliani, Elisabetta Tiveron, Teodora Trevisan, Simone Viaro, Stefano Zanchetta. Copertina di Lucio Schiavon. Nella più amata città del mondo, memorie e desideri, apparizioni, presenze e assenze, fughe e ritorni, al ritmo del colorito intercalare veneziano: sedici racconti d’atmosfera sul filo del ricordo, con un pizzico di mistero. Natale a Venezia non è certo un Natale scontato. Tutto può succedere, tutti i sentimenti sono contemplati. A Venezia ci si perde e ci si ritrova, si viaggia a ritroso nel passato e si fa capolino nel futuro, si vive al contempo nel reale e nel fantastico. Si è travolti dalla folla chiassosa e colorata, ma dietro l’angolo il silenzio può essere sorprendente, mosso solo dallo sciabordio o da qualche passo che risuona, armonico. A Venezia non ci si può sottrarre al gioco di luci e ombre, che è letterale e figurato. Natale a Venezia è sospeso e incantato, come la città stessa, decadente e futuristica, persino irreale a pensarla, eppure concretissima. A bordo laguna, le riflessioni scivolano con dolcezza, cullano, trasportano lontano. Dopo il successo delle serie antologiche Natale a Torino alla sua nona edizione, Natale a Milano alla quinta e Natale a Genova alla sua seconda prova, finalmente anche questo volume che narra l’inverno, le luci e le suggestioni della Serenissima con modalità e accenti lontani dai luoghi comuni. http://www.neosedizioni.it

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Covid-19, Conte firma Dpcm. Ecco le principali novità

Posted by fidest press agency su domenica, 18 ottobre 2020

Divieto di feste private al chiuso o all’aperto e “forte raccomandazione” a evitare di ricevere in casa, per feste, cene o altre occasioni, più di sei familiari o amici con cui non si conviva. È la novità principale del nuovo Dpcm firmato nella notte dal premier Giuseppe Conte e dal ministro Roberto Speranza, che sarà in vigore per i prossimi trenta giorni. Ristoranti e bar dovranno chiudere alle 24 ma dalle 21 sarà vietato consumare in piedi, quindi potranno continuare a servire i clienti solo i locali che abbiano tavoli, al chiuso o all’aperto. Torna poi il divieto di gite scolastiche e anche lo stop al calcetto e agli altri sport di contatto svolti a livello amatoriale. Ecco le principali novità, contenute nell’ultima bozza: MASCHERINE – L’articolo 1 del Dpcm stabilisce che “è fatto obbligo sull’intero territorio nazionale di avere sempre con sè dispositivi di protezione delle vie respiratorie, nonché obbligo di indossarli nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private e in tutti i luoghi all’aperto a eccezione dei casi in cui, per le caratteristiche dei luoghi o per le circostanze di fatto, sia garantita in modo continuativo la condizione di isolamento rispetto a persone non conviventi, e comunque con salvezza dei protocolli e delle linee guida anti-contagio previsti per le attività economiche, produttive, amministrative e sociali, nonché delle linee guida per il consumo di cibi e bevande”. Dall’obbligo è escluso chi fa attività sportiva, i bambini sotto i 6 anni, i soggetti con patologie e disabilità incompatibili con l’uso della mascherina. Viene inoltre “fortemente raccomandato” l’utilizzo dei dispositivi “anche all’interno delle abitazioni private in presenza di persone non conviventi”. FESTE – Restano chiuse le sale da ballo e discoteche, all’aperto o al chiuso, mentre sono permesse fiere e congressi. La novità, rispetto ai precedenti Dpcm, è che sono vietate le feste in tutti i luoghi al chiuso e all’aperto. Restano consentite, con le regole fissate dai protocolli già in vigore, le cerimonie civili o religiose come i matrimoni. Le feste conseguenti alle cerimonie possono invece svolgersi con la partecipazione massima di 30 persone nel rispetto dei protocolli e delle linee guida vigenti. Nelle abitazioni private è “comunque fortemente raccomandato di evitare feste e di ricevere persone non conviventi” in numero “superiore a 6”. GITE SCOLASTICHE – Il Dpcm interviene anche sulle gite degli studenti. “Sono sospesi – si legge nella bozza – i viaggi d’istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, fatte salve le attività inerenti i percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento, nonché le attività di tirocinio”. MOVIDA – La stretta riguarda bar, ristoranti, pub, gelaterie e pasticcerie. “Le attività dei servizi di ristorazione sono consentite fino alle 24 con servizio al tavolo e sino alle 21 in assenza di servizio al tavolo”. Resta consentita la “ristorazione con consegna a domicilio” e la “ristorazione con asporto” ma “con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze dopo le 21”. CINEMA E CONCERTI – Resta per gli spettacoli il limite di 200 partecipanti al chiuso e di 1000 all’aperto, con il vincolo di un metro tra un posto e l’altro e di assegnazione dei posti a sedere. Sono sospesi gli eventi che implichino assembramenti se non è possibile mantenere le distanze. Le regioni e le province autonome possono stabilire, d’intesa con il Ministro della salute, un diverso numero massimo di spettatori in considerazione delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi. Sono comunque fatte salve le ordinanze già adottate dalle regioni e dalle province autonome. STADI – Per le competizioni sportive è consentita la presenza di pubblico, “con una percentuale massima di riempimento del 15% rispetto alla capienza totale e comunque non oltre il numero massimo di 1000 spettatori” all’aperto e 200 al chiuso. Va garantita la distanza di un metro e la misurazione della febbre all’ingresso. Le regioni e le province autonome, in relazione all’andamento della situazione epidemiologica nei propri territori, possono stabilire, d’intesa con il ministro della salute, un diverso numero massimo di spettatori in considerazione delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi e degli impianti; con riferimento al numero massimo di spettatori per gli eventi e le competizioni sportive non all’aperto, sono in ogni caso fatte salve le ordinanze già adottate dalle regioni e dalle province autonome. SPORT – Sono vietate tutte le gare, le competizioni e tutte le attività connesse agli sport di contatto aventi carattere amatoriale. Gli sport di contatto sono consentiti, si legge nella bozza del Dpcm, “da parte delle società professionistiche e a livello sia agonistico che di base dalle associazioni e società dilettantistiche riconosciute dal Comitato olimpico nazionale italiano (Coni), dal Comitato italiano paralimpico (Cip), nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive Federazioni sportive nazionali, Discipline sportive associate ed enti di promozione sportiva, idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di riferimento o in settori analoghi”. (fonte Doctor33)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La novità del Recovery Fund, o meglio della Next Generation EU

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 giugno 2020

A cura di Andrea Delitala, Head of Euro Multi Asset di Pictet Asset Management. Fare previsioni sul futuro andamento dell’economia nel contesto attuale risulta un esercizio complicato considerando l’estrema incertezza sulla possibile evoluzione della pandemia, con la spada di Damocle di una seconda ondata di contagi, manifesta in alcuni Paesi asiatici e immancabile nelle previsioni degli esperti, che pende sulle nostre teste. D’altro canto, la determinazione di molti Paesi nel passare alla Fase 2 (o fine del ‘lockdown’) è evidente e finora i pochi focolai riemersi non l’hanno indebolita. Ciò anche perché stiamo imparando a gestire meglio il virus (forse un po’ indebolito?) o la sua diffusione. Al momento, invece, non si registrano novità mediche di rilievo né di tipo terapeutico né sui vaccini, ma guadagnare tempo è cruciale a tal proposito. Questi elementi contrastanti spiegano l’elevata dispersione osservabile nelle previsioni economiche dei diversi istituti e operatori.Ci sono, tuttavia, degli elementi comuni e assodati su cui poter fare affidamento. In primo luogo, è ormai appurato che lo shock sincrono di domanda e offerta nel primo semestre dell’anno trascinerà inevitabilmente il mondo in una profonda recessione. Altrettanto conclamato appare il fatto che il crollo dell’attività economica è stato e sarà notevolmente attenuato dalle ingenti misure di sostegno di politica economica attuate da governi e banche centrali di tutto il mondo. Infine, queste stesse misure forniranno il propulsore per la ripresa, già a partire dalla seconda metà dell’anno, ma soprattutto nel 2021.Su questo fronte, ora che il ventaglio delle manovre fiscali comunitarie si è ulteriormente arricchito con il Recovery Fund o Next Generation EU (NGEU), gli stimoli nell’eurozona risultano più confrontabili con le altre principali aree dei Paesi sviluppati. Nelle prime fasi della crisi, l’intervento centrale era stato limitato a un allargamento delle maglie fiscali con l’affrancamento dai vincoli di bilancio posti dal Patto di Stabilità. La maggiore libertà derivante da tale iniziativa aveva dato il là a manovre disomogenee in cui i singoli Stati membri hanno agito all’interno dei diversi spazi di manovra fiscale che avevano a disposizione. Il risultato è stato un impulso asimmetrico, con i Paesi più colpiti dal virus, Italia e Spagna, che erano quelli con minor margine di bilancio per sostenere l’economia. Complessivamente gli stimoli messi a terra dai vari Stati si aggiravano intorno al 4% del PIL della regione, uno stimolo nettamente superiore rispetto a quanto fatto nel 2007-2009, ma lontano dall’8% circa implementato negli Stati Uniti.Non solo, obbligando i Paesi a dover ricorrere al debito pubblico, l’approccio iniziale rischiava di diventare deleterio per le finanze pubbliche di chi, come l’Italia, si trovava a dover fare già i conti con una mole di debito su livelli pericolosi (135% del PIL). La buona notizia, si fa per dire, è che non siamo più soli, nel senso che, con la recente crisi, anche Spagna e soprattutto Francia entreranno nella zona in cui il debito pubblico risulta tossico e un freno per la crescita (oltre il 100/110% del PIL). Proprio il fatto che ora la posizione e gli interessi della Francia siano allineati con quelli di Italia e Spagna, in apparente divergenza con la Germania (il cui rapporto debito/PIL è stato in costante calo nell’ultimo decennio), è stato un elemento chiave alla base dell’accordo tra Macron e Merkel sul Recovery Fund del 18 maggio.Un qualche peso nel processo decisionale europeo lo ha avuto quasi certamente la sentenza del 5 maggio della Corte Costituzionale Tedesca (GCC), che ha richiamato all’ordine la banca centrale in merito alla ‘proporzionalità’ e temporaneità del proprio programma di acquisti di titoli di Stato (PSPP). Infatti, nei mesi di marzo e aprile, la BCE proprio nel PSPP, e ancor più nel PEPP (si presume, non essendo per ora pubblici i dati), ha temporaneamente abbandonato il meccanismo delle capital key per comprare in misura maggiore i Titoli di Stato dei Paesi più in difficoltà, Italia su tutti. Una deviazione dalle pratiche standard dell’istituto attuata per garantire una trasmissione simmetrica degli impulsi monetari nei vari Paesi dell’Eurozona ma che può essere una soluzione solamente momentanea, come ci ha tenuto a ribadire (seppur forse nei modi sbagliati) la GCC. La conclusione è che il compito di risolvere la divergenza fiscale in atto tra la Germania e il resto dei Paesi dell’area Euro non possa essere addossato alla sola Banca Centrale Europea. Per questo motivo, si è resa assolutamente necessaria una manovra di redistribuzione fiscale, e la Next Generation EU va proprio in tale direzione: quella di supportare i Paesi più vulnerabili allo shock Covid nelle loro riforme economiche e strutturali (Green Deal, Digitalizzazione ecc.) e ridurre in tal modo l’asimmetria di spazio fiscale tra i vari Stati membri.Un ultimo, rilevante elemento che ha portato a questo importante passo verso una maggiore integrazione è legato al futuro delle filiere di approvvigionamento. La pandemia, come già successo in occasione della guerra commerciale tra USA e Cina, ha mostrato nuovamente quanto possa risultare rischioso fare eccessivo affidamento su catene produttive lunghe e globali. Questa consapevolezza comporterà verosimilmente la creazione di filiere regionali, una cino-asiatica, una europea e una nord-americana, più locali e vicine ai luoghi di consumo dei beni. In tale ottica, il Vecchio Continente ha ricevuto un’ulteriore spinta verso una maggiore coesione.Il nuovo NGEU da €750 miliardi complessivi (5% del PIL dell’eurozona), secondo la proposta della Commissione Europea del 27 maggio (al vaglio del Consiglio il 18 giugno, e in seguito da approvare da parte dei Parlamenti nazionali), si andrà ad aggiungere al pacchetto di manovre comunitarie già concordate (€540 miliardi). Queste, complessivamente, contribuiranno per un ulteriore 4% del PIL della regione, andando a colmare, come detto, il gap con quanto fatto dall’amministrazione Trump sull’altra sponda dell’Oceano Atlantico. Si tratta di un impulso che non ha precedenti nella storia dell’eurozona: basti pensare che il bilancio europeo prima dell’inizio della crisi ammontava solamente all’1% circa del PIL dell’area.Con questa nuova aggiunta, l’insieme degli stimoli fiscali comunitari è così composto:
SURE (€100 miliardi): fondo che copre gli schemi di cassa integrazione dei Paesi;
BEI (€200 miliardi): contributi per prestiti e liquidità alle imprese;
MES (€240 miliardi): linee di credito per gli Stati membri senza condizionalità, o meglio alla sola condizione che le risorse vengano utilizzate per far fronte alla recente crisi;
Recovery Fund o Next Generation EU (€750 miliardi): si tratta di €500 miliardi a fondo perduto e €250 miliardi di prestiti, suddivisi in diversi programmi, di cui il più rilevante è sicuramente la Recovery and Resilience Facility, €560 miliardi per supportare i Paesi nel loro percorso di ripresa economica.
Le risorse a fondo perduto del NGEU, la cui erogazione è subordinata al fatto che vengano utilizzate per finanziare la ripresa e la crescita economica, dovranno essere restituite contribuendo al bilancio europeo in 30 anni a partire dal 2028, ossia con tempistiche molto lunghe e in base alla quota di partecipazione al bilancio propria di ciascun Paese. Per l’Italia, questo vorrà dire avere accesso a circa €85 miliardi a fondo perduto dovendone rimborsare solamente €65 miliardi tra il 2028 e il 2058, quindi con un beneficio di circa €20 miliardi di trasferimenti netti. Al contrario, la Germania lascerà sul campo circa €90 miliardi, a vantaggio soprattutto di Italia, Spagna e Francia secondo la logica di redistribuzione fiscale suesposta.Inoltre, la Commissione ha previsto la possibilità di finanziare con risorse proprie il bilancio europeo attraverso tassazioni aggiuntive legate all’elusione fiscale delle imprese tech multinazionali (digital tax) e all’aumento del costo dell’inquinamento (carbon border tax), riducendo ulteriormente in questo modo l’onere per i singoli Stati.In sostanza, nel 2022, quando tornerà a essere soggetta al monitoraggio semestrale europeo previsto dal Patto di Stabilità, l’Italia potrebbe ritrovarsi con un’esposizione del debito pubblico al mercato inferiore a quello attuale: il fabbisogno finanziario dei prossimi anni, infatti, potrebbe essere integralmente coperto dallo sforzo congiunto della BCE (PEPP) e della Comunità Europea (SURE, BEI, MES e NGEU). Un’occasione più unica che rara di portare a termine delle fondamentali riforme strutturali senza gravare sulle finanze pubbliche. In definitiva, l’Europa pare oggi ben più determinata ad impedire che la pandemia frantumi il progetto comunitario sotto il peso della divergenza economica o della disgregazione sociale

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pagamento bollo auto, novità dal 2020 con chiarimenti dell’ACI

Posted by fidest press agency su sabato, 11 gennaio 2020

Secondo quanto previsto dall’ultimo decreto fiscale, dal 2020 i pagamenti relativi alla tassa automobilistica (bollo auto) devono essere effettuati esclusivamente tramite il sistema PagoPA della pubblica amministrazione. La notizia ha subito distorsioni, al punto da far intervenire l’ACI che ha precisato che i pagamenti possono essere effettuati, nel rispetto del nuovo obbligo di legge, come sempre presso le delegazioni ACI tramite un sistema che dirotta su PagoPA. Si fa presente che PagoPA è un sistema telematico fruibile attraverso diversi prestatori di servizi di pagamento, come le banche, la posta, i punti vendita SISAL, Lottomatica, etc. Queste nuove modalità sono accessibili anche pagando il bollo direttamente dal sito dell’ACI (https://bollo.aci.it/#/main/home) Informazioni su PagoPA si trovano sul sito istituzionale del servizio: https://www.pagopa.gov.it/it/pagopa/ (Rita Sabelli, responsabile Aduc aggiornamento normativo)

Posted in Cronaca/News, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pagamenti in contante: novità 2020

Posted by fidest press agency su domenica, 29 dicembre 2019

La conversione in Legge del decreto fiscale collegato alla Legge di Bilancio ha nuovamente messo mano alla soglia da cui scatta il divieto di utilizzare i contanti per i pagamenti, portandola da 3.000 a 2.000 euro dal 1 Luglio 2020 e poi a 1.000 euro dal 1 Gennaio 2022. Cambieranno alle stesse date, e per gli stessi importi, anche le sanzioni minime applicabili in caso di violazione.Ricordiamo che il limite riguarda il trasferimento di contante di qualsiasi tipo e natura, dal pagamento di una fattura a quello di una merce o servizio, del conto di un professionista, medico, dentista, etc. fino al prestito o donazione tra due persone. Attenzione anche ai pagamenti frazionati, perché la soglia li riguarda tutte le volte che il frazionamento appare artificioso ed eseguito con fini elusivi. La regola, come ampiamente chiarito, NON riguarda invece i prelievi di contante agli sportelli e/o ai bancomat, non trattandosi di pagamenti. I movimenti in contante sul conto corrente, tuttavia, sono monitorati ed eventualmente segnalati alla Banca d’Italia
Rita Sabelli, responsabile Aduc aggiornamento normativo

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Vaginosi batterica, da Uspstf aggiornamenti sullo screening. Le novità

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 ottobre 2019

In un nuovo Statement, la Preventive Services Task Force statunitense (USPSTF) sconsiglia lo screening per la vaginosi batterica nelle donne incinta che non sono a rischio di parto pretermine. Allo stesso tempo afferma che nelle donne a rischio è aumentato, l’equilibrio rischi-benefici dello screening non può essere determinato. La vaginosi batterica, la cui prevalenza nelle donne incinte va da 5,8% al 19,3% negli Stati Uniti, è causata da una distruzione dell’ambiente microbiologico del tratto genitale inferiore ed è stata associata a diversi esiti avversi come parto pretermine, endometriosi post-partum o basso peso alla nascita. Dall’analisi di 44 studi, i ricercatori, guidati da Leila Kahwati della University of North Carolina di Chapel Hill negli Stati Uniti, hanno trovato che nessuno di questi ha valutato direttamente i benefici e i rischi dello screening, i cui test sono eseguiti su secrezioni vaginali ottenute durante un esame pelvico. Quando sono stati considerati 13 studi randomizzati sulle terapie per la vaginosi batterica asintomatica nella popolazione generale (metronidazolo orale o clindamicina orale rispetto a un placebo o a nessuno), non è stata trovata differenza nell’incidenza di parto pretermine o di altri esiti correlati tra il trattamento attivo e il controllo. I risultati in donne con precedente parto pretermine invece sono stati giudicati inconcludenti. Di conseguenza, sulla base di questi risultati, per la USPSTF, non essendoci alcun vantaggio netto per la prevenzione del rischio di parto pretermine, lo screening per la vaginosi batterica non è raccomandato nelle donne senza un alto rischio (raccomandazione D), mentre l’equilibrio tra benefici e rischi non può essere determinato nelle donne con rischio aumentato dato che le prove disponibili sono insufficienti. (fonte doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Novità su endocrinologia e metabolismo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 luglio 2019

Milano 5 luglio Centro Congressi dell’Ospedale San Raffaele, Università Vita Salute di Milano. Decine i temi che vedranno la presenza di importanti opinion leader italiani succedersi sul palco del congresso orientato alle più recenti novità e innovazioni cliniche e terapeutiche: dalle diffuse malattie tiroidee ai tumori che possono interessare la ghiandola, dalle terapie per la disfunzione erettile che preoccupa il sesso maschile alle politiche di salute pubblica sulla prevenzione delle malattie ossee in generale e dell’osteoporosi in particolare sino alle malattie più rare che qui sono trattate con una dignità che prescinde la legge dei dati epidemiologici e dei dati di incidenza. “Parleremo di ‘sindromi lipodistrofiche’ che rappresentano un gruppo eterogeneo di malattie croniche molto rare, associate a numerose comorbidità di tipo endocrino-metabolico, cardiovascolare, epatico e pancreatico. A causa della bassa prevalenza e dell’eterogeneità fenotipica, queste patologie molto spesso sono misconosciute e quindi sotto diagnosticate. La presenza di lipodistrofia può essere sospettata in soggetti con assenza localizzata o generalizzata di tessuto adiposo, osservata all’esame obiettivo e convalidata da misure antropometriche come la plicometria e/o esami strumentali come l’assorbimetria a raggi X a doppia energia (DEXA) e la risonanza magnetica total-body (MRI)” illustra Giustina.
Mentre la sindrome algodistrofica viene definita come un’affezione dolorosa regionale a topografia non metamerica e nel suo decorso può associarsi a una serie di manifestazioni locali quali l’edema, le alterazioni vasomotorie, la rigidità articolare e l’osteoporosi con una possibile evoluzione verso manifestazioni distrofiche e atrofiche.
La mancanza di riferimento alla patologia dell’osso rende anche ragione della creazione dell’acronimo Chronic Regional Pain Syndrome (CRPS) Per ciò che attiene alle terapie disponibili sono i Bisfosfonati a farla da padrone grazie ad un ottimo profilo di efficacia e sicurezza. Clodronato, Pamidronato e Alendronato, somministrati a dosaggi elevati, sembrano tutti possedere un considerevole profilo d’efficacia, con riscontri provenienti da studi randomizzati in doppio cieco e confermati dai risultati delle più attendibili metanalisi.
Al centro degli interessi degli endocrinologi anche la Disfunzione Erettile con una metanalisi di 211 review che ha mostrato come l’uso delle onde d’urto a bassa intensità (Low-intensity shockwave therapy, LISWT) rappresenta la principale novità nel trattamento della DE: tuttavia, non sono ancora presenti dati di efficacia tali da includere la LISWT fra le terapie raccomandate nella pratica clinica quotidiana. Nuove evidenze di sicurezza ed efficacia sono emerse per i farmaci PDE5-i, con effetti anche sulla plasticità del tessuto adiposo sottocutaneo, sull’ omeostasi angiogenica e sulla cardiomiopatia diabetica. La terapia con cellule staminali è stata studiata nei modelli animali, ma le applicazioni sull’uomo sono ancora in dubbio: gli studi condotti in tal senso sono risultati spesso inconcludenti, oppure gravati da una scarsa numerosità campionaria. Mentre non esistono solide evidenze scientifiche a supporto dell’uso del plasma ricco di piastrine (PRP).
Negli ultimi anni, la letteratura endocrinologica ha mostrato una rinnovata attenzione alla sfera psicosociale dei pazienti: negli ultimi anni aspetti di funzionamento cerebrale, neurotossicità e neuroplasticità sono stati studiati in vivo con le nuove tecniche di imaging cerebrale. Il ruolo dell’asse ipotalamo-ipofisi-surrene nella neurotossicità, con particolare attenzione al cortisolo, è stato quindi evidenziato su più fronti ed acquisisce una importanza fondamentale nei processi cerebrali alla base dei disturbi neuropsicologici. L’approccio multidisciplinare, con uno psicologo che possa accompagnare la gestione endocrinologica, è importante per una corretta gestione e trattamento dei pazienti con disturbi dell’ipofisi, che sempre di più hanno la necessità di essere presi in carico nella loro totalità.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Novità sulla gestione del diabete

Posted by fidest press agency su martedì, 4 giugno 2019

Treviglio Sabato 15 giugno 2019 (inizio ore 08.30) presso la Sala Verde dell’Ospedale di Treviglio il Dipartimento di Patologia e Prevenzione, unitamente all’UOC Malattie Endocrine – Centro Regionale per il Diabete Mellito dell’ASST Bergamo Ovest, in collaborazione con ADB (Associazione Diabetici Bergamaschi), ha organizzato un incontro sul tema “Novità in tema di gestione sanitaria del diabete mellito.” “Come è noto, Regione Lombardia – precisa Peter Assembergs, Direttore Generale ASST Bergamo Ovest – ha formulato innovative proposte di gestione della cronicità e della fragilità. Nell’elenco delle patologie croniche il diabete mellito rappresenta una condizione paradigmatica, vista la sua elevata frequenza, al suo importante impatto sociale ed alla necessità di razionalizzare le risorse ad esso destinate.
Il convegno si prefigge di offrire un momento di confronto tra i vari attori coinvolti nella gestione di questa patologia, per poter comprendere come meglio giungere ad una condivisione di strategie operative, coerentemente con le indicazioni di governo della cronicità introdotte nella nostra Regione.
“Sarà l’occasione – spiega Antonio Bossi, Direttore della Diabetologia dell’ASST Bergamo Ovest – per riflettere sulle nuove modalità di management della malattia diabetica relativamente alla presa in carico da parte dei Gestori, al ruolo dei Centri Servizi, dei Centri Specialistici e dei MAP, coinvolgendo anche i cittadini e il volontariato istituzionale; vi sarà anche spazio per un confronto sulla nuova modalità di distribuzione dei presidi (glucometri, strisce reattive e lancette pungidito), ausili necessari per il monitoraggio a domicilio del diabete”. Saranno proprio i Direttori Generali dell’ATS Bergamo, Massimo Giupponi e della nostra ASST, Peter Assembergs, ad accogliere i partecipanti introducendo i lavori che vedranno impegnati, come relatori, i Direttori Sanitari dei due Enti. Carlo Alberto Tersalvi parlerà del ruolo di governo dell’ATS nella “presa in carico” della persona con diabete nella nostra provincia, mentre Callisto Marco Bravi esporrà l’impegno di ASST Bergamo Ovest nell’offerta multispecialistica, in risposta alle esigenze sanitarie delle persone con diabete. Lo snodo focale della relazione ospedale-territorio nella gestione della malattia diabetica verrà affrontato da Flavia Simonetta Pirola (Direttore Sociosanitario ASST Bergamo Ovest), mentre Marco Gambera (Direttore Servizio Farmaceutico ATS Bergamo) sarà incaricato di descrivere l’innovativa modalità di prescrizione e distribuzione dei presidi sanitari per il controllo della malattia diabetica. Vi sarà poi spazio per un interessante scambio di opinioni, su stimolo e moderazione di Antonio C. Bossi (responsabile scientifico dell’evento) che intervisterà Roberto Trevisan (Direttore UOC Diabetologia ASST PG23 Bergamo) sull’esperienza vissuta nel grande ospedale cittadino, da specialisti di riconosciuta eccellenza nazionale, Leonardo Barbera (Medico di famiglia referente dell’Area Diabete dell’ATS Bergamo) che esporrà quanto viene svolto dalle cooperative dei medici distribuite sul territorio, mentre il presidente dell’ADB, Giambattista Negretti, sarà portavoce delle esigenze e delle aspettative dei pazienti che affrontano in prima persona la convivenza con la cronicità.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Preeclampsia, nuovo test delle urine può aiutare nella diagnosi: Ecco la novità

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 aprile 2019

Secondo un nuovo studio pubblicato su E-Clinical Medicine, del gruppo Lancet, un semplice esame delle urine può rilevare rapidamente la preeclampsia. «Questo è il primo studio clinico che utilizza un test diagnostico da effettuare direttamente nel punto di cura, la striscia reattiva Congo Red Dot (CRD), e questo esame si è rivelato superiore ad altri indicatori nello stabilire o escludere una diagnosi di preeclampsia» afferma Kara Rood, dello Ohio State Wexner Medical Center l’Ohio State University College of Medicine, primo nome dello studio. «La nostra scoperta avrà un enorme impatto sulla salute di donne e bambini» prosegue. Attualmente per identificare la preeclampsia, che causa circa il 18% delle morti materne negli Stati Uniti, ci si affida al riscontro di ipertensione e di alcune proteine nelle urine. «La preeclampsia interessa fino all’8% delle gravidanze, e la sfida è che si tratta di una malattia progressiva e che non tutti i casi progrediscono contemporaneamente. Alcune donne possono avere la malattia per settimane prima di manifestare sintomi, mentre altre donne possono progredire a livelli pericolosi entro pochi giorni» spiega Rood.Per lo studio i ricercatori hanno arruolato 346 donne incinte che erano state valutate per la pressione alta e possibile preeclampsia. Hanno quindi usato il test delle urine CRD che è in grado di fornire risultati al letto della paziente entro tre minuti, e alcuni infermieri appositamente formati hanno analizzato i risultati prima che il medico formulasse una diagnosi finale. Tra le donne coinvolte nello studio, 89 hanno ricevuto una diagnosi di preeclampsia dal medico e il 79% di queste è stato sottoposto a induzione del parto a causa della preeclampsia, in media a 33 settimane di gestazione. I ricercatori hanno riscontrato per il test CRD un tasso di precisione dell’86%, superiore al valore rilevato per gli altri test biochimici. «Questi risultati confermano che il test CRD è un semplice strumento clinico “sample in/answer out” che consente una diagnosi molto accurata e rapida della preeclampsia» dicono gli autori. Gli esperti pensano che questo test potrebbe essere utile, oltre che per un utilizzo ambulatoriale in ambito di assistenza prenatale, anche come strumento per le donne che vivono in paesi con scarse risorse sanitarie. EClinicalMedicine 2019. Doi: 10.1016/j.eclinm.2019.02.004 https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/ S2589537019300252?via%3Dihub – Doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Più libri più liberi: più di 35mila novità pubblicate nel 2017 dai piccoli editori

Posted by fidest press agency su martedì, 4 dicembre 2018

Roma. Più della metà (il 51,9%) di tutti i titoli nuovi pubblicati complessivamente nello scorso anno (oltre 68mila). Ma come li trovo? Proprio a questo risponderà l’incontro Troppe novità da presentare? I piccoli editori e la promozione (in collaborazione con Aldus), in programma il 7 dicembre alle 10.30 in sala Aldus a Più libri più liberi, la Fiera nazionale della piccola e media editoria, in programma fino al 9 dicembre al Roma Convention Center La Nuvola.
Un nuovo modo per dialogare tra operatori, in cui i responsabili delle catene racconteranno ai piccoli editori i criteri che adottano per scegliere o meno un titolo della piccola e media editoria e portarli nelle librerie. In realtà il discorso però sarà molto più ampio. Se è vero che in Italia si pubblicano circa 70mila titoli, non è molto diversa la situazione negli altri Paesi: la Francia nel 2017 ha pubblicato 104mila titoli, la Germania 72.499, la Spagna 87.262, il Regno Unito 173mila. Temi comuni, sfide comuni su cui dialogheranno Fabio Abate (Promedi), Luigi Cavo (PDE), Mauro Frigerio (Emme promozione), introdotti da Diego Guida (presidente Gruppo Piccoli editori dell’AIE) e moderati da Lorenzo Armando (Lexis).Dalla visibilità alle eccellenze del segmento. Le guide di viaggio sono un altro dei sottogeneri di cui si occupa la piccola editoria. Per questo saranno al centro dell’incontro, in collaborazione con Nielsen, Le eccellenze della piccola editoria: l’editoria turistica e di viaggio, in programma il 7 dicembre alle 15.30 in Sala Aldus. Ne parleranno, a partire dai dati, Vittorio Anastasia (Ediciclo Editore) e Angelo Pittro (Lonely Planet Italia), moderati da Mauretta Capuano (Ansa).Delle possibilità che apre l’accessibilità della lettura attraverso un uso innovativo delle tecnologie per ampliare il bacino di lettori si discuterà invece nell’incontro a cura di Fondazione LIA – Libri italiani accessibili Perché produrre e-book accessibili?, in programma il 7 dicembre alle 16.30 in Sala Aldus. Ne parleranno Cristina Mussinelli e Denise Nobili di Fondazione LIA.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Irion Innovation Day: le novità della software house per il 2019

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 novembre 2018

Anticipazioni, success story e networking, al centro di Irion Innovation Day, la giornata interamente dedicata al mondo dei dati come elemento di successo per il business, organizzata annualmente da Irion, software house italiana specializzata nell’Enterprise Data Management.
Nel corso della giornata è stata presentata Irion EDM 2019, la nuova versione della piattaforma all-in-one per lo sviluppo di soluzioni Enterprise Data Management, basata su tecnologie proprietarie uniche e distintive che la rendono flessibile, scalabile e altamente performante. Con questa release, disponibile dal primo trimestre 2019, la piattaforma migliorerà ulteriormente performance e produttività, permettendo il continuo tuning e monitoring delle soluzioni, grazie a nuovi motori (SQL Engine; Python Engine) e nuove potenzialità. Una significativa novità arriva inoltre dalla partnership con Microsoft: grazie alla scalabilità e all’agibilità offerte da Microsoft Azure, Irion EDM 2019 sarà disponibile in cloud. La cloud roadmap di Irion passa da IaaS a PaaS, a SaaS (con soluzioni verticali specifiche), per arrivare a sfruttare anche le funzionalità di SQL Server 2019 come PolyBase e Big Data Cluster.Da sempre, una delle caratteristiche dell’offerta di Irion sono i suoi Add-On Ready to Go (RTG): soluzioni verticali, estensioni della piattaforma, pronte all’uso che indirizzano specifiche esigenze di mercato, garantendo brevi tempi di realizzazione e riducendo al minimo lo sviluppo del codice. La generazione 2019 degli RTG Add On si arricchisce in particolare di Dots, un ambiente dichiarativo di modellazione che permette di rappresentare e navigare dati e informazioni, destinato a diventare un componente essenziale delle soluzioni Irion in vari ambiti dalla Data Governance, al Regulatory reporting, alla compliance al GDPR. Dots, basato sulla tecnologia Active Data Modeling, permette infatti la libera configurazione di un modello semantico in cui i “punti” (entità, oggetti, categorie, classi) e le loro relazioni sono definiti dall’utente e subito attivi grazie alla logica dichiarativa della piattaforma Irion.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Torino: Tutte le novità sui blocchi del traffico in vigore dal 1° ottobre

Posted by fidest press agency su sabato, 29 settembre 2018

Lunedì 1° ottobre entrano in vigore i nuovi blocchi del traffico: quelli strutturali e quelli che scatteranno in situazioni di emergenza, incrementando le disposizioni del Protocollo padano. Lo schema è stato definito con decreto del vicesindaco metropolitano e dopo ampia condivisione dei componenti del Tavolo della qualità dell’aria. Non solo limitazioni, però: in Piemonte, grazie a un contributo del ministero dell’Ambiente integrato in parte dalla Regione, saranno disponibili incentivi per cambiare i vecchi furgoni più inquinanti.
I 33 Comuni che fanno parte dell’accordo fermeranno auto e veicoli commerciali Euro 0 (diesel, benzina, metano e Gpl) 7 giorni su 7 e h 24, mezzi in precedenza bloccati da lunedì a venerdì con orario diurno.
Le auto e i veicoli commerciali diesel Euro1, 2 e 3 saranno interdetti dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 19: gli Euro1 e gli Euro 2 si fermeranno per tutto l’anno, gli Euro3 rimarranno bloccati dal 1° ottobre al 31 marzo dalle 8 alle 19, e questa è un’altra novità rispetto a quanto avvenuto finora, quando gli Euro3 erano bloccati solo allo scattare del semaforo arancione.
Anche i ciclomotori e i motocicli Euro 0 saranno fermi h 24, ma solo nei 6 mesi del periodo invernale. L’introduzione del blocco stabile dei diesel Euro 3 avviene in attuazione delle disposizioni previste nell’accordo padano.
Alle limitazioni stabili si aggiungono, nel solo periodo invernale, le ulteriori misure emergenziali adottate già lo scorso inverno in funzione del colore del semaforo. All’accensione del semaforo arancione, che potrà avvenire anche nelle giornate di sabato e domenica, si fermeranno in aggiunta tutti i veicoli diesel Euro 4 (ma i commerciali Euro 4 solo dalle 8.30 alle 14 e dalle 16 alle 19).
Con il colore rosso si bloccheranno con le stesse modalità anche tutti i veicoli diesel Euro5 immatricolati prima del 1° gennaio 2013 (gli Euro 5 più recenti saranno liberi di circolare) e i veicoli Euro1 benzina.
Con il semaforo viola l’orario di blocco sarà esteso per tutti dalle 7 alle 20, senza alcuna finestra.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Apre la stagione del teatro Pegaso di Ostia con tantissime novità”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 settembre 2018

Ostia 28 settembre alle ore 18:00 il Teatro Pegaso di Ostia Viale Cardinal Ginnasi 12, aprirà il sipario a tantissime novità per questa importante stagione! Si susseguiranno sul palcoscenico Fabio Avaro, Alessandro Moser, Antonia Di Francesco, Veronica Liberale, Siddharta Prestinari e altri, affiancati da registi di grande notorietà del mondo del teatro e non solo come Luca Pizzurro, Davide Nebbia, Davide Desario, Roberto D’Alessandro.Sarà la regista, attrice, nonché direttrice del Teatro Pegaso Antonia Di Francesco a recidere il nastro con la conferenza stampa presso lo stabile del Comune di Roma, sito in viale Cardinal Ginnasi, 12 a Ostia.Aprirà la stagione lo spettacolo “C’eravamo tanto odiati” di Veronica Liberale in scena dal 18 al 21 ottobre 2018. Sarà un anno ricco di sorprese e tante anteprime, tra cui lo spettacolo “Vissi per Maria” con Siddharta Prestinari, per la regia di Roberto D’Alessandro dal 22 al 25 novembre 2018.Non mancheranno, inoltre, pièce de théâtre di un certo spessore artistico e culturale come la commedia scritta da Oscar Wilde in tre atti “L’importanza di chiamarsi Ernesto” per la regia di Antonia Di Francesco con Alessandro Moser dal 29 novembre al 9 dicembre 2018.
Dopo tre anni e a grande richiesta, dal 13 al 30 dicembre 2018, torna sul palcoscenico “O’ scarfalietto” per le regia di Antonia Di Francesco con Antonio Abet, Filippo Valastro e Fabrizio Caiazzo. Il capolavoro di Scarpetta è uno dei cavalli di battaglia della compagnia!
Dal 17 al 20 gennaio 2019 sarà in scena “Mi punge vaghezza” per la regia di Luca Pizzurro spettacolo nato dal lavoro attento di professionisti provenienti da diverse esperienze artistiche come Antonia Di Francesco e Alessandro Moser.
Dal 21 al 24 febbraio 2019, invece, irromperà sul palcoscenico del Teatro Pegaso Fabio Avaro con il suo spettacolo “Le mie storie bastarde” interpretato dallo stesso cabarettista, tratto dal libro omonimo di Davide Desario, per regalare al pubblico in sala due ore di assoluto divertimento!
Dal 7 al 10 marzo sarà la volta di “Precarie Età” di Maurizio Donadoni con Antonia di Francesco e Veronica Liberale per la regia di Alessandro Moser.
Inoltre per la gioia di molti che non sono riusciti a vederlo e per chi invece ha voglia di rivederlo, dall’11 al 14 aprile 2019, sarà in scena l’acclamatissimo spettacolo “Sarah – Le memorie di Sarah Bernhardt”, di John Murrell, conosciuto ormai per le sue repliche nei teatri più importanti della capitale, per la regia di Luca Pizzurro.La stagione si concluderà con lo spettacolo “Next Fall” di Geoffrey Nauffts dal 2 al 12 maggio 2019, già presentato al Teatro Trastevere di Roma a marzo, con Alessandro Moser e Antonia Di Francesco per la regia di Davide Nebbia.Ma le novità non finiscono di certo qui.. il teatro Pegaso di Ostia darà la possibilità a diverse compagnie emergenti di susseguirsi sul palcoscenico con spettacoli del tutto innovativi e inediti!
Altra importante notizia ogni domenica alle ore 16:00 la compagnia del Teatro Pegaso presenterà una stagione dedicata alle magiche avventure del mondo dell’infanzia, mettendo in scena degli spettacoli dedicati interamente ai bambini. Alla fine della presentazione del cartellone degli spettacoli 2018/2019 insieme agli attori, protagonisti di questa strepitosa stagione, si potrà degustare un gustosissimo buffet e brindare ad un anno da trascorrere insieme!

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

eCooltra annuncia tre importanti novità per l’Italia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 settembre 2018

eCooltra new fleet.jpgMilano, eCooltra, si conferma leader europeo nel segmento dello scooter sharing elettrico raggiungendo i 500.000 utenti registrati tra Italia, Spagna e Portogallo. Un eccezionale risultato raggiunto grazie al continuo impegno nel fornire un servizio puntuale, ecosostenibile, flessibile, economico e rapido per spostarsi nelle grandi città come Milano, Roma, Barcellona, Madrid e Lisbona senza stress. Presente in Italia dal 2017 nelle città di Roma e Milano, a conferma dell’importanza strategica del mercato italiano, eCooltra annuncia tre importanti novità: 1. Il considerevole incremento del numero di scooter 2. La totale sostituzione dei mezzi con l’introduzione dei nuovissimi scooter elettrici Askoll 3. Il completo rinnovo della propria app eCooltra.
Il modello Askoll si è rivelato il più adatto per la sua flessibilità ad adattarsi all’orografia della viabilità cittadina di Milano e Roma, per essere maggiormente scattante assicurando, quindi, una reazione più veloce alla partenza e per essere dotato di batterie molto più leggere e rimovibili, a garanzia di una più rapida e agevole sostituzione per essere sempre disponibile al noleggio. Gli scooter sono stati personalizzati secondo le esigenze degli utenti di eCooltra: la sella è stata ampliata e allungata per accogliere comodamente due passeggeri e integrano un sofisticato sistema computerizzato che si interfaccia con la nuova app. I mezzi sono bianchi con il retro degli specchietti retrovisori uno azzurro e uno verde, come i colori istituzionali eCooltra. A disposizione degli utenti sono sempre disponibili due caschi, uno azzurro e uno verde, entrambi alloggiati nel bauletto posteriore dello scooter insieme alle cuffiette sottocasco igieniche monouso e alle salviette umidificate. Lo scooter di Askoll in dotazione per gli utenti di eCooltra, progettato e prodotto interamente in Italia, è dotato di motore elettrico brushless a magneti permanenti, non emette CO2, non rilascia odori né è rumoroso come un classico scooter a benzina. Raggiunge una velocità massima di 45 km/h ed è dotato di ruote grandi a doppia mescola, morbide ai lati, più rigide al centro che assicurano grande stabilità di guida. I nuovi scooter eCooltra Askoll sono 100% Made in Italy e rappresentano la perfetta sintesi di design, tecnologia, risparmio, ambiente, stile di vita, performance, bellezza e…divertimento. Il servizio di sharing di scooter elettrici offerto da eCooltra è semplice, economico e veloce. Grazie al servizio di libera circolazione di eCooltra, ovvero la possibilità di prendere e lasciare il veicolo ovunque si desidera, l’utente circola liberamente con il proprio scooter elettrico per tutte le strade di Roma e Milano2 incluse le aree ZTL. Per chi ancora non ha provato la comodità del servizio, è sufficiente scaricare l’app eCooltra sul proprio smartphone e registrarsi per individuare lo scooter disponibile più vicino, prenotarlo e utilizzarlo ad un costo di 0,24€ al minuto: vengono conteggiati solo i minuti di utilizzo e non ci sarà più un solo minuto di ritardo perché non ci sono postazioni fisse, potrai parcheggiare ovunque in totale comodità!

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Decreto Dignità”: analisi delle novità fiscali

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 settembre 2018

La Fondazione Studi Consulenti del Lavoro, con la circolare n.15/2018, analizza il Decreto Legge 12 luglio 2018 n. 87, il cosiddetto “Decreto Dignità”, convertito con modificazioni dalla Legge n. 96 del 9 agosto 2018, soffermandosi sulle novità riguardanti gli aspetti fiscali, economici ed amministrativi del provvedimento. Nei prossimi giorni, con un’altra circolare, saranno analizzate le novità in materia di lavoro.
La conversione in Legge del Decreto ha confermato l’impianto generale presente nella versione iniziale, ad eccezione di alcune modiche ed integrazioni ex novo. Nel documento la Fondazione Studi segnala in particolare che:
• è stata rinviata al 1° gennaio 2019 la decorrenza dell’obbligo, previsto dalla manovra finanziaria 2018, di fatturazione elettronica per la vendita di carburanti ai soggetti IVA presso gli impianti stradali di distribuzione;
• sono stati ridisegnati il perimetro e i termini di alcuni adempimenti posti a carico dei contribuenti relativi al redditometro, spesometro e split payment ed è stato prorogato al 2018 il regime di compensazione delle cartelle esattoriali in favore delle imprese titolari di crediti commerciali e professionali non prescritti, certi, liquidi ed esigibili, maturati nei confronti della pubblica amministrazione, con riferimenti ai carichi affidati agli Agenti della riscossione entro il 31 dicembre 2017;
• con l’abrogazione delle norme introdotte dalla Legge di Bilancio 2018, è stato ridefinito il regime giuridico e fiscale dello sport dilettantistico ed istituito un nuovo fondo destinato ad interventi a favore delle società sportive dilettantistiche;
• è stata coniata la locuzione “disturbo da gioco d’azzardo”, posto il divieto di pubblicità anche indiretta su giochi e scommesse ed innalzato il prelievo erariale unico sulle vincite da apparecchi da gioco. Dal 1° gennaio 2019 il divieto di pubblicizzare giochi e scommesse è esteso anche alle sponsorizzazioni;
• con l’esclusione di taluni costi di acquisto – anche in licenza d’uso – di beni immateriali, connessi ad operazioni infragruppo, quali le spese relative a competenze tecniche e privative industriali, sono stati posti dei limiti più stringenti al credito d’imposta per attività di ricerca e sviluppo.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »