Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n°159

Posts Tagged ‘nuove tecnologie’

Le nuove tecnologie possono sostituire le persone?

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 febbraio 2019

I lavoratori non hanno paura dei Robot e dell’intelligenza artificiale: “non ci ruberanno il lavoro”. Il 54% degli interpellati si dichiara favorevoleall’impiego delle nuove tecnologie in azienda e solo il 16% è contrario. Il restante 30%, invece, non esprime una posizione. L’87%, inoltre, esclude la possibilità che queste nuove tecnologie possano sostituire del tutto le persone.Il timore (per il 74%) rispetto alla perdita di posti di lavoro, semmai, è focalizzato soprattutto su una particolare tipologia di lavori e lavoratori: i meno giovani e i meno scolarizzati. Per cogliere tutte le opportunità che i nuovi sistemi offrono, quindi, è fondamentale ripensare il nostro sistema formativo: la pensa così l’83% dei lavoratori. Prevalgono nei lavoratori associazioni semantiche positive (80%) che confermano un atteggiamento di curiosità e interesse rispetto all’utilizzo dei Robot e dell’Intelligenza artificiale anche se il 51% del campione si fa portavoce di sentimenti di preoccupazione, perplessità e timore. Questi i primi risultati del Rapporto 2018 AIDP-LabLaw a cura di Doxa su Robot, Intelligenza artificiale e lavoro in Italia, rispetto all’atteggiamento dei lavoratori sugli impatti delle nuove tecnologie sul lavoro. Tra le categorie lavorative quella che si esprime con maggiore positività ed è maggiormente a favore dell’utilizzo dei robot e dell’intelligenza artificiale sono gli operai (78%), seguono i quadri (66%) e infine gli impiegati (60%).
Dal punto di vista degli impatti positivi,per il 70% dei lavoratori riguardano la sicurezza nei luoghi di lavoro, per il 65% le condizioni e i carichi di lavoro e per il 47% gli orari di lavoro. Rispetto agli impatti negativi, invece, per il 48% riguarderanno le retribuzioni, per il 43% la gratificazione e la soddisfazione dei lavoratori, per il 39% le opportunità di carriera.Da sottolineare l’atteggiamento di chi lavora in aziende già robotizzate che risulta essere più positivo rispetto a chi lavora in realtà non robotizzate. Il 72% dei lavoratori di aziende robotizzate ritiene che l’IA e i robot abbiano riflessi positivi sull’occupazione, contro il 53% di coloro che lavorano in aziende non robotizzate. Sempre chi lavora in aziende robotizzate, il 78% (contro il 67%) ritiene che si riduca la quantità di lavoro e migliori la qualità e l’80% (contro il 68%) che si creino le condizioni per la creazione di nuove posizioni lavorative. Complessivamente il 67% di coloro che lavorano in aziende robotizzate valuta positivamente l’utilizzo delle nuove tecnologie contro il 48% di coloro che lavorano in aziende non robotizzate.
Sebbene la maggioranza dei lavoratori si esprime favorevolmente verso le nuove tecnologie, con le differenze tra coloro che lavorano in aziende robotizzate e non che abbiamo visto, rispetto ai manager e agli imprenditori sono meno ottimisti. Tra quest’ultimi, infatti, la valutazione positiva sugli impatti dell’IA e i robot sul lavoro è complessivamente dell’83%.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lavoro e nuove tecnologie: una sfida etica per il futuro

Posted by fidest press agency su martedì, 5 febbraio 2019

Roma 7 febbraio 2019, alle 10.00, l’Università Europea di Roma (via degli Aldobrandeschi 190) propone attraverso il Laboratorio di Diritto dell’Innovazione (InnoLawLab) del Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza un’ampia discussione sui temi: “Le tecnologie che cambieranno la società e le professioni: intelligenza artificiale, internet delle cose, blockchain e 5G”.
I Relatori che interverranno dalle 10:15 alle 11:00 sono: Laura Bononcini (Public Policy Director Southern Europe Facebook), Lisa di Feliciantonio (Head of Media Relations & Public Affairs Fastweb), Luca Piccinelli (Senior Marketing Manager Deputy Head of Italy Marketing Huawei), Pinar Serdengecti (Direttore Affari Regolamentari e Concorrenza Iliad Italia), Andrea Falessi (Responsabile relazioni esterne Open Fiber), Luisa Crisigiovanni (Segretario Generale Altroconsumo), Massimiliano Dona (Presidente Unione Nazionale Consumatori). Modera: Luigi Garofalo (Key4Biz).Nella seconda parte del convegno (dalle 11:00 alle 11:40) discuteranno: Luca Bolognini (Presidente Istituto Italiano Privacy), Giuseppe Busia (Professore InnoLawLab, Segretario Generale Garante Privacy), Marilu Capparelli (Legal Director Google), Stefano Da Empoli (Presidente I-COM – Istituto per la Competitività), Andrea Pontecorvo (Presidente Camera Civile Roma, fondatore IusLaw Webradio), Marco Scialdone (Professore InnoLawLab, Presidenza Camera Deputati), Guido Scorza (Professore InnoLawLab, Responsabile Regolazione Team Digitale Governo). Modera: Claudia Morelli (Altalex).A seguire, il Prof. Emanuele Bilotti, Coordinatore del Corso di Laurea magistrale in Giurisprudenza presenterà l’offerta formativa del Corso di Laurea.Conclude Claudio Cominardi, Sottosegretario di Stato al Ministero del lavoro e delle politiche sociali, con un intervento su “Rivoluzione tecnologica e futuro del lavoro”.Gli atti del convegno saranno inviati, come contributo fattivo, al MISE dove si è formato un gruppo di esperti per l’elaborazione della strategia nazionale sull’intelligenza artificiale e blockchain di cui fa parte anche l’Avv. Marco Scialdone, Dottore di ricerca e docente dell’Università Europea di Roma e relatore del convegno.
Ricordiamo che l’Italia ha aderito il 27 settembre 2018 alla European Blockchain Partnership Initiative, promossa dalla Commissione UE con l’intento di creare una piattaforma europea basata sulla tecnologia blockchain per lo sviluppo di servizi pubblici digitali. La finalità è quella di elaborare una Strategia Nazionale per le DLT e la Blockchain. In coerenza con questo obiettivo il Corso di Laurea in Giurisprudenza dell’Università Europea di Roma con il Profilo in Diritto e gestione delle nuove tecnologie, dove nasce InnolawLab, vuole dare un contributo concreto e ridefinire le competenze necessarie per rispondere ai nuovi fabbisogni occupazionali.
La legge di Bilancio 2019 ha quindi previsto (art. 1, comma 226) l’istituzione di un Fondo per favorire lo sviluppo delle tecnologie e delle applicazioni di Intelligenza Artificiale, Blockchain e Internet of Things, con una dotazione di 15 milioni di euro per ciascuno degli anni 2019, 2020 e 2021, per finanziare progetti di ricerca e sfide competitive in questi campi; questo investimento è un segnale chiaro di come questi temi occuperanno la scena politica e occupazionale dei prossimi anni.È interessante sottolineare che innovazioni come queste investono diversi campi del sapere non limitandosi solo a quello tecnologico: InnoLawLab ha l’ambizione di indagare gli aspetti legali in un’ottica di interdisciplinarietà. Le, cosiddette, nuove tecnologie aprono un dibattito interessante anche sul mercato del lavoro: queste innovazioni bruciano posti di lavoro? Cambiano il “concetto di lavoro”? O piuttosto siamo davanti ad un’evoluzione delle competenze in grado di elaborare nuove proposte occupazionali e imprenditoriali? E come il mondo accademico può accelerare il proprio processo di innovazione per iniettare nuove competenze e professionalità? A queste e molte altre domande gli autorevoli relatori tenteranno di dare una risposta, attraverso un dibattito vivace e alla portata di professionisti e studenti.
“Il nostro Ateneo – spiega il Prof. Alberto Gambino, Pro-Rettore dell’Università Europea di Roma, che si occuperà dell’introduzione ai lavori – è molto attento ai cambiamenti dell’economia, delle tecnologie e, di conseguenza, del mercato del lavoro ed è, da sempre, impegnato a definire proposte avanguardiste che abbiano una forte attrattività per i giovani, ma anche un’immediata spendibilità nel mondo del lavoro”.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Diritto e gestione delle nuove tecnologie: nuovo profilo all’Università Europea di Roma

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 luglio 2018

Università Europea di Roma.pngRoma. Il Corso di Laurea in Giurisprudenza dell’Università Europea di Roma si arricchisce di un nuovo profilo: Diritto e gestione delle nuove tecnologie.L’obiettivo è quello di favorire l’acquisizione di conoscenze e competenze che sono oggi molto richieste nel mondo del lavoro, fornendo gli elementi necessari per una corretta comprensione della rivoluzione digitale, con un approccio multidisciplinare sotto il profilo giuridico, tecnologico ed economico.Il coordinamento scientifico del profilo sarà affidato al Prof. Andrea Stazi.Il corso fondamentale di base del profilo sarà l’insegnamento di Diritto delle nuove tecnologie previsto al secondo anno del Corso di Laurea in Giurisprudenza, che intende offrire agli studenti le conoscenze di base per affrontare le eterogenee sfide che l’avvento delle nuove tecnologie produce nella vita quotidiana e, dunque, nel diritto, nella società e nell’economia odierni.In particolare, il corso fondamentale fornirà gli elementi essenziali in merito ad alcune tematiche, secondo una impostazione concettuale che distingue rispettivamente i mutamenti che le nuove tecnologie implicano per: individuo, stato, e beni/contratti/mercati. Ognuna di queste tematiche verrà poi approfondita nei corsi opzionali legati al presente profilo.Oltre alle lezioni frontali, gli studenti saranno coinvolti in dibattiti e discussioni anche attraverso workshop tematici. Verranno analizzati casi di studio anche in gruppo, coordinati dai docenti e da esperti. Al termine delle attività frontali, gli studenti saranno impegnati nello sviluppo di una proposta di ricerca culminante con l’elaborazione di un progetto con un approccio operativo.Il profilo include tre corsi opzionali sui temi: Diritto e gestione dei dati personali e delle biotecnologie; Diritto e gestione della pubblica amministrazione digitale; Diritto e gestione dei contenuti e dei servizi online. (foto copyright università europea)

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’adozione di nuove tecnologie sta creando una potenziale crisi occupazionale in Europa

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 dicembre 2017

londraLONDRA,/PRNewswire/Una nuova indagine di mercato rivela che nuove tecnologie hanno già iniziato a modificare le esigenze di personale della maggior parte delle aziende europee: i datori di lavoro devono far fronte a un profondo divario di competenze mentre faticano a trovare personale adeguatamente preparato.Il 62% delle aziende europee afferma che le nuove tecnologie hanno già modificato le proprie esigenze occupazionali con la conseguente necessità, nel 59% delle imprese, di assumere personale più qualificato. Inoltre, il sondaggio, condotto dagli European Business Awards, sponsorizzati da RSM, dimostra anche che il 40% delle aziende trova difficile reclutare il personale per questi nuovi posti.
Le ragioni principali addotte per questa sfida sono la carenza di specialisti in soluzioni informatiche e software e la mancanza di una formazione e di un’istruzione di alto livello nelle varie nazioni; i vincoli di mercato fanno sì che i settori tradizionali vengano trascurati a favore dei settori tecnologici e finanziari.Adrian Tripp, CEO degli European Business Awards, la più grande competizione intersettoriale in Europa, ha dichiarato: “Volevamo capire quanto rapidamente le conseguenze della nuova ondata tecnologica avrebbero influito sulla comunità imprenditoriale europea e sul mercato del lavoro; abbiamo constatato che non si tratta semplicemente di un problema del futuro e che l’impatto è già iniziato”.Tripp ha continuato affermando: “Ciò che preoccupa è che, con il crescente tasso di adozione delle tecnologie, l’impatto positivo sulla competitività potrebbe essere limitato dall’insufficienza di competenze. Lo squilibrio crescente tra le competenze richieste e quelle disponibili porterà a una crisi occupazionale, a meno che tutte le parti interessate, imprese, educatori e governi, agiscano subito”.E concludendo: “I leader di alcune tra le più importanti aziende europee del medio mercato affronteranno questo e altri temi chiave in occasione di una conferenza sulla ‘crescita del 100%’ che terremo a maggio. Speriamo di trovare soluzioni che ci aiutino a colmare le lacune”.
polo tecnologico1Il sondaggio, che includeva le risposte di 400 principali imprese europee, di tutte le dimensioni e di tutti i settori, provenienti da oltre 30 paesi, ha dimostrato inoltre che sebbene la tecnologia stesse cambiando le esigenze, non stava necessariamente modificando i numeri. Il 77% delle imprese ha dichiarato che le nuove tecnologie le hanno rese più produttive, portando il 35% ad aumentare il numero complessivo dei dipendenti e il 44% a mantenere invariati i livelli occupazionali.I motivi principali degli investimenti nelle nuove tecnologie (definite come nuovi software che cambiano radicalmente il modo in cui si produce o si esegue una determinata cosa) erano di offrire alle aziende un vantaggio competitivo (57%), di risolvere problemi commerciali (21%) o, semplicemente, di tenere il passo con l’evoluzione del mercato (11%). La finalità degli European Business Awards, che hanno ormai raggiunto l’11° edizione, è di sostenere lo sviluppo di una comunità aziendale più solida e di maggior successo in Europa. L’anno scorso hanno partecipato oltre 33.000 aziende provenienti da 34 paesi. Gli sponsor e partner includono RSM, ELITE e PR Newswire. Il Grand Final di quest’anno si terrà a Varsavia, in Polonia, il 22 e 23 maggio. Ulteriori informazioni sul concorso di quest’anno o sui vincitori precedenti sono disponibili sul sito web http://www.businessawardseurope.com

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tumore alla prostata e nuove tecnologie

Posted by fidest press agency su sabato, 27 maggio 2017

Porto AnconaAncona. Tecniche innovative in urologia. L’appuntamento è sabato 27 maggio, dalle 9:00, al congresso ‘Nuove tecnologie diagnostico-terapeutiche nelle malattie della prostata’ organizzato dall’Inrca all’Auditorium della Montagnola, con il patrocinio dell’Ordine dei Medici Chirurghi della Provincia di Ancona. Il congresso tratterà le innovazioni nella diagnosi e terapia chirurgica mini-invasiva su malattie come l’Ipertrofia prostatica benigna e il carcinoma alla prostata. Riguardo l’Ipertrofia si parlerà di terapia precoce e dell’uso del nuovo Laser a Tullio a scopo disostruttivo, anche per prostate voluminose. Sul carcinoma, che nell’uomo è il secondo tumore maligno dopo quello del polmone, verranno illustrate nuove modalità di diagnosi come risonanza magnetica nucleare multiplanare e biopsia ‘fusion’, oltre che terapie innovative tra cui gli ultrasuoni ad alta intensità Hifu, tecnologie recentemente acquisite dall’Inrca. La partecipazione al convegno è gratuita ed è aperta a tutti gli interessati. Verranno rilasciati crediti Ecm per i medici chirurghi. ‘La biopsia fusion – spiega Tiziana Pierageli, responsabile Unità di Prevenzione dei tumori prostatici Inrca – è più precisa e permette, con un minore numero di prelievi bioptici, una maggiore accuratezza diagnostica nonché una mappatura preziosa per eventuali trattamenti a ultrasuoni’.
‘Le recenti novità tecnologiche in campo urologico – aggiunge Marco Dellabella, direttore Unità di Urologia – hanno determinato un notevole miglioramento diagnostico-terapeutico rispetto alle metodiche ‘tradizionali’, mantenendo la stessa efficacia terapeutica, con personalizzazione del trattamento più adeguato al singolo caso e un miglioramento della qualità di vita dei pazienti’.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuove tecnologie e sviluppo mercato

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 maggio 2011

Diversamente da altre fonti di energia rinnovabili intermittenti come vento, sole e onde, le centrali geotermiche possono rilasciare una carica di base al sistema di energia elettrica e sono in grado di sostituirsi con successo alle centrali nucleari e a quelle alimentate a carbone. L’energia geotermica è una delle tecnologie disponibili più pulite e può produrre elettricità con un’emissione minima se non addirittura inesistente di gas a effetto serra. L’energia geotermica è principalmente generata da “reservoir” idrotermali situati a 2-3 km di profondità. Inoltre, questi serbatoi non sono presenti ovunque ma si concentrano principalmente nelle aree vulcaniche attive. Una nuova analisi condotta da Frost & Sullivan (http://www.technicalinsights.frost.com), intitolata “Geothermal Energy Generation: Technology Penetration and Roadmapping”, rivela che la nuova tecnica di trivellazione più promettente è la spallazione idrotermale che usa un fluido caldo ad alta pressione per micro fratturare la roccia e risciacquarla dal pozzo di trivellazione. I maggiori problemi che l’industria geotermica deve affrontare sono rappresentati dagli elevati costi iniziali e dai rischi coinvolti nello sviluppo dei progetti geotermici. I procedimenti consentiti rappresentano l’11% del costo totale dello sviluppo del processo geotermico prima che la trivellazione del primo pozzo inizi. Il passo successivo è la trivellazione, che solitamente rappresenta il 30% dei costi totali. Un solo pozzo può costare fino a 5 milioni di euro e ne servono sempre almeno due. Un’accurata esplorazione dei “reservoir” geotermici e una raccolta delle informazioni sulle loro proprietà sono fondamentali prima di iniziare la trivellazione. Il modo migliore per valutare un “reservoir” è perforare un pozzo per raggiungere le risorse geotermali e controllarne le proprietà. Dato che la trivellazione di pozzi geotermali profondi è molto costosa, la maggior parte degli sviluppatori non inizia a trivellare il primo foro senza avere un certo grado di certezza che saranno trovate delle risorse geotermali con un preciso indice di flusso a una precisa profondità. Altri fattori che ostacolano la crescita del mercato geotermico sono l’accesso limitato agli impianti di trivellazione e la mancanza di specialisti esperti per lo sviluppo di nuove tecnologie, che permettano l’utilizzo dell’energia geotermica sfruttando sistemi come gli EGS . La riduzione dei costi così come il tempo impiegato per la trivellazione sono elementi vitali per un ulteriore sviluppo dei sistemi EGS. La spallazione idrotermale sembra una tecnologia di trivellazione promettente che potrebbe soddisfare i requisiti summenzionati. Essa implica la trivellazione senza contatti, e quindi l’eliminazione del consumo dell’utensile causato dalle tecniche di trivellazione convenzionali aumentando così l’affidabilità delle attrezzature. Investitori e sviluppatori di questo settore dovrebbero puntare a un miglioramento delle tecnologie esistenti e allo sviluppo di nuovi sistemi per una trivellazione profonda e un’esplorazione dei “reservoir” geotermali. L’analisi “Geothermal Energy Generation: Technology Penetration and Roadmapping” fa parte della Technical Insights Subscription. Il gruppo di ricerca Technical Insights di Frost & Sullivan offre analisi tecnologica a livello internazionale fornendo una varietà di nuovi spunti tecnici, bollettini di informazione e servizi di ricerca.
Frost & Sullivan, la Growth Partnership Company, permette ai suoi clienti di accelerare la loro crescita e di raggiungere posizioni di rilievo in termini di progresso, innovazione e leadership di mercato. La Growth Partnership Service di Frost & Sullivan offre al Ceo e al suo team una ricerca accurata e dei modelli “best practice” da seguire per guidarli nella creazione, nella valutazione e nell’attuazione di significative strategie di crescita. Frost&Sullivan vanta oltre 50 anni di esperienza come partner delle prime 1000 società a livello globale, aziende emergenti e investitori di più di 40 uffici in sei continenti. Per far parte della nostra Growth Partnership, visita il nostro sito

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra personale di Peter Fend

Posted by fidest press agency su sabato, 12 febbraio 2011

Pescara 12 febbraio ore 17.30 Galleria Cesare Manzo  Via Umbria, La Galleria Cesare Manzo Pescara presenta la mostra personale di Peter Fend, artista americano che vive tra Berlino e la Nuova Zelanda.  Fend parte dalla considerazione che il mondo è un cantiere vivente, i cui aspetti ecologici sono collegati e interconnessi con quelli artistici. Attraverso collaborazioni interdisciplinari e congiungendo gli imperativi ambientali con nuove tecnologie sperimentali, egli è fermamente convinto che la ricerca artistica possa generare un dialogo produttivo sui problemi ecologici mondiali e che tutto il suo lavoro possa essere utilizzato per sviluppare soluzioni effettive, concrete, al fine di garantire al nostro pianeta la possibilità di rinnovarsi, di rigenerarsi attraverso lo sfruttamento delle “ricchezze” che ogni “regione” già possiede.
Peter Fend fonda nel 1980 la società “Ocean Earth and Development Corporation”: una miscela di Conceptual art, attivismo e imprenditorialità che ha lo scopo di ricercare fonti di energia alternativa attraverso l’uso di immagini satellitari per l’analisi dei punti caldi del sistema ecologico e geopolitico globale, principalmente avendo per committenti i mezzi di comunicazione. La mostra ospiterà la proiezione di RESIDUO FISSO (2009), documentario pluripremiato realizzato da Mirta Morrone e Marco Sborgia sulla discarica di rifiuti tossici di Bussi (PE) ed il conseguente inquinamento da agenti cancerogeni nelle acque potabili dell’intera Val Pescara.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola e nuove tecnologie

Posted by fidest press agency su domenica, 19 settembre 2010

La ricerca realizzata da Adiconsum in collaborazione con le Case editrici G. D’Anna e Loescher e l’associazione Anarpe, sull’utilizzo delle nuove tecnologie nella scuola fa emergere interessanti spunti di riflessione. Molte le convergenze tra le opinioni espresse dagli studenti, dagli insegnanti e dai genitori.Aspetti di rilievo dell’indagine tra gli studenti:
•    Il 97% dei ragazzi possiede un computer e molti anche un collegamento internet;
•    Le ragazze, rispetto ai ragazzi, utilizzano maggiormente  il computer per studiare
•    Il 78% delle scuole dispone di un’aula di informatica; il 33% dispone anche della LIM; il 6% degli e-book.
Aspetti di rilievo dell’indagine tra gli insegnanti:
•    Il 94% degli insegnanti possiede un computer e di questi oltre il 76% si dichiara esperto nel suo uso.
•    Il 72% dichiara di utilizzare il computer nell’insegnamento a fronte di un 28% che dichiara di non utilizzarlo mai.
•    Le aule informatiche e la connessione a internet sono presenti nella maggioranza delle scuole, ma solo il 16% degli insegnanti ne fa un uso plurisettimanale. Il 28% 1 volta la settimana, il 29% meno di una volta al mese e un 27% non vi mette mai piede.
•    Fra gli ostacoli evidenziati dagli insegnanti gli scarsi investimenti effettuati dal Ministero nelle scuole (50%), l’assenza di adeguati incentivi economici (38%), l’assenza di adeguate strumentazioni (31%). (Dagli studenti viene anche evidenziata l’assenza di “curricula” adeguati e lo scarso aggiornamento e formazione dei docenti).
Aspetti di rilievo dell’indagine tra i genitori:
•    I genitori apprezzano i laboratori multimediali e l’uso dei pc da parte dei docenti e degli studenti. I libri misti con allegati i CD o i DVD ottengono un gradimento intermedio ed anch’essi sono scarsamente utilizzati. Anche laddove è presente l’aula informatica (ben attrezzata per il 68%) risulterebbe non funzionante e non accessibile agli studenti.
I risultati che emergono dall’indagine Adiconsum in collaborazione con le Case editrici G. D’Anna e Loescher e l’Associazione ANARPE, su studenti insegnanti e genitori evidenziano che in questi anni si è compiuto uno sforzo rilevante nel dotare le scuole di attrezzature informatiche che restano però ancora ampiamente insufficienti, ma soprattutto si evidenzia un’esigenza di investire in informazione e aggiornamento sulle risorse umane. Le nuove tecnologie, infatti, non rappresentano soltanto tecniche per migliorare l’insegnamento, ma sono anche strumenti indispensabili ai giovani per il futuro mercato del lavoro.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Italia: firmato il prestito a Fiat per 400 milioni

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 giugno 2009

La Banca europea per gli Investimenti (BEI) e il Gruppo Fiat hanno firmato il contratto di finanziamento di 400 milioni di euro approvato dal Consiglio di amministrazione della BEI lo scorso mese di marzo. Il prestito e` finalizzato a sostenere i progetti in Ricerca e Sviluppo del gruppo automobilistico e si inserisce nell`ambito della European Clean Transport Facility (ECTF), il piano della BEI rivolto ai produttori europei per  investimenti finalizzati alla riduzione di emissioni di anidride carbonica e alla maggiore efficienza energetica. “Siamo particolarmente soddisfatti di contribuire a realizzare i programmi della Fiat, primo gruppo manifatturiero italiano e tra i protagonisti mondiali dell`auto, nella progettazione e realizzazione di nuove tecnologie a ridotto impatto ambientale per il settore dei trasporti”, ha dichiarato Dario Scannapieco, Vicepresidente della BEI responsabile per le operazioni in Italia, Malta e Balcani Occidentali. “Gli investimenti in Ricerca e sviluppo costituiscono infatti la base per lo sviluppo duraturo di un`impresa e sono ancor piu` decisivi in un momento come quello attuale, in cui occorre guardare avanti, mirando a rafforzare la propria competitività, concetto che  la FIAT dimostra di avere ben chiaro”, ha aggiunto.  “Sono grato alla BEI per il contratto di finanziamento”, ha detto l’amministratore delegato della Fiat Sergio Marchionne, “che è un contributo importante per proseguire nella ricerca di soluzioni sempre più ecocompatibili e nello sviluppo di tecnologie volte alla riduzione di consumi ed emissioni. Si tratta di una scelta strategica che Fiat ha abbracciato da tempo e con convinzione, sia per quanto riguarda i motori tradizionali sia per le alimentazioni alternative come il metano, di cui abbiamo una leadership riconosciuta”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nasce il Laboratorio Internet e PMI del Lazio

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 giugno 2009

Roma. Dopo alcuni mesi di lavoro e di organizzazione è nato il  Laboratorio Internet e PMI del Lazio, una associazione no profit promossa dalla JustCom srl e dalla In Media Res Comunicazione, due società operanti una nel campo del web e l altra nella comunicazione, in collaborazione con la LUMSA. Il Laboratorio si propone di fare ricerche, studi e iniziative sul grado di penetrazione delle nuove tecnologie del web tra le PMI del Lazio e di comprendere sia il  gap  che ne deriva per le imprese non ancora capaci di utilizzare la massimo le potenzialità della rete, sia il vantaggio competitivo che hanno quelle che invece ne hanno compreso le potenzialità.  Coordinerà gli studi la Dott.ssa Laura Michelini dell Università LUMSA di Roma. Ormai la diffusione di internet e delle banda larga è uno dei parametri utilizzato a livello internazionale per comprendere il livello di modernizzazione di una determinata area geografica, il livello di vita e di sviluppo economico. Noi riteniamo però che non sia tanto questo il fattore determinante, soprattutto per le PMI italiane e laziali, quanto la diffusione di una corretta  cultura  della Rete. In sostanza, ci pare che troppe imprese del Lazio, anche a causa delle piccole dimensioni, conoscano internet in modo superficiale, non ne sfruttino appieno le potenzialità, abbiano accumulato un vero e proprio  dumping tecnologico  che non deriva tanto dall accesso alle tecnologie, che è tutto sommato sufficiente, ma da una scarsa cultura dell impresa sul web, che spesso vede le pmi pensare di utilizzare internet perché hanno un proprio sito.  In un periodo di crisi globale come questo, internet non è più un accessorio, ma un fattore competitivo essenziale. Per questo il nostro Laboratorio vuole lavorare per studiare, comprendere e cercare di contribuire a risolvere questo ritardo.    ha dichiarato Franco Lugli, Responsabile del Laboratorio. Intanto è già on line il sito http://www.lipmi.it, sul quale nei prossimi giorni si potranno cominciare a leggere gli articoli sul tema ed i lavori dei primi panel che saranno costituiti. http://www.inmediarescomunicazione.it

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gassificatore giapponese a Scarpino

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 maggio 2009

“Prima di esprimere un giudizio definitivo sul nuovo gassificatore giapponese, attendiamo di conoscere la valutazione della commissione comunale sulle reali possibilità offerte da questo impianto”. Questo il commento di Maurizio Ferraioli, responsabile per la Liguria dell’Italia dei Diritti, a seguito della soluzione avanzata ieri dal comune di Genova per risolvere l’annoso problema dello smaltimento dei rifiuti nella Regione . Un gassificatore nuovo, da costruire nella zona di Scarpino, e capace, a quanto pare, di bruciare una quantità maggiore di rifiuti rispetto ai tradizionali termovalizzatori e con un impatto ambientale ridotto. “Partendo dalla considerazione che l’Italia dei Diritti è da sempre contraria a qualsiasi forma di inceneritore di vecchia generazione – continua Ferraioli – siamo convinti che la soluzione migliore non risieda in nuove tecnologie importate dall’estero, ma in un incremento della raccolta differenziata”. E aggiunge: “Dobbiamo arrivare alla cosiddetta soglia dei ‘rifiuti zero’, la cui massima espressione è la raccolta porta a porta perché, anche se apparentemente più onerosa, essa porterebbe ad una reale diminuzione dell’impatto ambientale causato dallo smaltimento dei rifiuti”. Una soluzione che secondo l’esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro avrebbe risvolti positivi anche per i cittadini: “Spesso si pensa a risparmiare i soldi pubblici attuando scelte sbrigative, ad esempio cercando nuovi sistemi di incenerimento, ma non dobbiamo dimenticarci della salute dei cittadini, perché quello che risparmiamo bruciando e inquinando l’atmosfera, lo spendiamo dopo per curare le tante e gravi malattie causate da polveri inquinanti come la diossina”

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuove tecnologie con domini tel integrati

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 maggio 2009

Seattle. In occasione della conferenza annuale International Trademark Association (INTA), Telnic Limited (http://www.telnic.org), l’operatore di registri per il nuovo dominio di primo livello (TLD, Top Level Domain) .tel, incentrato sulle comunicazioni, ha oggi annunciato il rilascio di uno strumento gratuito che consentirà ai webmaster, ai web designer e ai web host di integrare direttamente la tecnologia .tel nella pagina riservata alle informazioni di contatto dei propri siti web esistenti, rendendoli “vivi”.  Ecco alcuni dei vantaggi di un dominio .tel integrato con un sito web:  – La potenza della tecnologia “Click to connect” di .tel con lo stesso aspetto e ambiente del sito web con il proprio marchio  – Informazioni dei contatti strutturate per aziende con varie sedi o punti vendita per semplificare la navigazione  – Aggiornamento immediato dei recapiti senza la necessità di competenze di web editing  – Possibilità di modificare i profili in modo da poter visualizzare in momenti diversi della giornata informazioni del contatto differenti, quali orari lavorativi e assistenza al di fuori degli orari di lavoro  – Rapida pubblicazione dei dati di contatto importanti, quali il nuovo numero di un call centre o recapiti d’emergenza in momenti critici  – Capacità di modificare costantemente i contenuti in modo semplice affinché i motori di ricerca re-indicizzino il sito e constatino la frequenza degli aggiornamenti, aumentando l’ottimizzazione dei motori di ricerca  Lo strumento gratuito, comprensivo di codice, di un file di istruzioni e di esempi, può essere scaricato da http://telnic.org/community-applications.html e http://dev.telnic.org/pages/webmaster.html. Esempi di integrazione delle informazioni .tel nei siti web sono disponibili agli indirizzi http://telnic.org/contact.html e http://largeco1.com/contact.html.
Telnic Limited, società fondata nel 2000 con sede nel Regno Unito, è un operatore di registri responsabile della sponsorizzazione del nuovo dominio sponsorizzato di primo livello (sTLD) .tel. Per ulteriori informazioni, visitare  Web http://telnic.org

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presentazione del Libro L’immaginario prigioniero

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 maggio 2009

Roma 27 Maggio 2009 ore 18.00 Via In Miranda 10 Nobile Collegio Chimico e Farmaceutico San Lorenzo in Miranda, (Fori Imperiali, Metro B fermata Colosseo) presentazione del Libro L’immaginario prigioniero Come educare i nostri figli a un uso creativo e responsabile delle nuove tecnologie Maria Rita Parsi – Tonino Cantelmi – Francesca Orlando Oscar Mondadori  Dibattito: Roberta Angelilli (Parlamento Europeo) – Dorina Bianchi (Comm. Igiene e Sanità, Senato) Cesare Cursi (Osservatorio Sanità, Senato) Stefano De Lillo (Comm. Igiene e Sanità, Senato) Domenico Di Virgilio (Comm. Affari Sociali, Camera dei Deputati) – Gabriele Mori (Fondazione Villa Maraini) Maria Rita Munizzi (MOIGE) – Angelo Maria Petroni (Università di Roma La Sapienza) Vincenzo Saraceni (AMCI) – Federico Bianchi Di Castelbianco (Istituto di Ortofonologia) Conclusioni: Maria Rita Parsi – Tonino Cantelmi Modera: Antonio Gaspari (Zenit) – Margherita De Bac (Corriere della Sera)

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bambini e ragazzi: come leggono e comprano

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 maggio 2009

Torino 15 maggio alle 10 nella Sala Blu della Fiera Internazionale del Libro di Torino presentazione di una fotografia inedita di Istat e Nielsen  nel Convegno organizzato da AIE in collaborazione con la Fiera Internazionale del Libro Altro che digital de-generation: leggono, leggono sempre di più. I ragazzi (6-17enni) che utilizzano le tecnologie mantengono un rapporto sempre più stretto con la lettura. E’ cresciuta infatti negli ultimi dieci anni di 5,3 punti percentuali la quota di bambini e ragazzi che hanno letto almeno un libro nel loro tempo libero, passando dal 51,6% di dieci anni fa al 56,9% di oggi. Se poi si passa a considerare il numero di libri letti in un anno, secondo i dati Istat, il 53,4% dei bambini e ragazzi ha letto fino a 3 libri, il 36,2% da 4 a 11 libri e il 10,4% 12 o più libri. Questo è avvenuto però parallelamente alla forte diffusione di Internet e delle nuove tecnologie tra queste fasce della popolazione: i più piccoli le usano il 30-35% in più della media della popolazione! Nello specifico, tra i bambini di 6-10 anni si è passati dal 13% di utilizzatori di Internet del 2005 al 22,2% nel 2008. Tra i loro fratelli più grandi (i 15-17enni) dal 63,5% al 76,7%. Sono proprio queste fasce più giovani il possibile punto di osservazione dei gusti e dei comportamenti del cliente del futuro di case editrici e librerie: qui stanno gli investimenti da fare e forse anche la chiave per identificare il lettore di domani. Il programma – Il convegno, introdotto dai saluti del presidente di AIE Federico Motta e del direttore della Fiera Internazionale del Libro Ernesto Ferrero, si aprirà con la presentazione dell’indagine Istat a cura di Miria Savioli e della ricerca di Nielsen a cura di Roberto De Lucca, moderati da Giovanni Peresson di AIE. Seguirà una tavola rotonda in cui si confronteranno Antonio Monaco (Coordinatore del Gruppo di lavoro editoria per ragazzi dell’AIE), Luca Domeniconi (Librerie Feltrinelli), Alberto Galla (Libreria Girapagina), Stefano Parise (Fondazione per leggere), Mauro Zerbini (InternetBookShop).

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presentazione del Libro L’immaginario prigioniero

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 maggio 2009

Roma 27 Maggio 2009 ore 18.00 Via In Miranda 10 Fori Imperiali  Nobile Collegio Chimico e Farmaceutico San Lorenzo in Miranda, conferenza su Come educare i nostri figli a un uso creativo e responsabile delle nuove tecnologie Maria Rita Parsi – Tonino Cantelmi – Francesca Orlando Oscar Mondadori  Al dibattito partecipano: Roberta Angelilli (Parlamento Europeo) – Dorina Bianchi (Comm. Igiene e Sanità, Senato) Cesare Cursi (Osservatorio Sanità, Senato) Stefano De Lillo (Comm. Igiene e Sanità, Senato) Domenico Di Virgilio (Comm. Affari Sociali, Camera dei Deputati) – Gabriele Mori (Fondazione Villa Maraini) Maria Rita Munizzi (MOIGE) – Angelo Maria Petroni (Università di Roma La Sapienza) Vincenzo Saraceni (AMCI) – Federico Bianchi Di Castelbianco (Istituto di Ortofonologia) Conclusioni: Maria Rita Parsi – Tonino Cantelmi Modera: Antonio Gaspari (Zenit) – Margherita De Bac (Corriere della Sera)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

IX Congresso della SIRN

Posted by fidest press agency su martedì, 5 maggio 2009

Roma dal 7 al 9 maggio 2009, organizzato ed ospitato dall’IRCCS Fondazione Santa Lucia (presso il Centro Congressi in Via Ardeatina 354).si terrà il IX Congresso della SIRN-Società Italiana di Riabilitazione Neurologica  Nella riabilitazione, accanto al tradizionale ruolo dei fisioterapisti e dei logoterapisti, sempre più spazio viene occupato dall’introduzione di nuove tecnologie, tanto per la valutazione della patologia quanto per il suo trattamento: dalla Risonanza Magnetica Funzionale ai nuovi ausili robotici, dalle applicazioni cliniche delle Brain Computer Interfaces all’applicazione delle tecniche di stimolazione cerebrale. Inoltre, grazie alle neuroimmagini e ad approcci neuropsicologici, nell’ambito riabilitativo è entrato con forza anche l’aspetto emozionale, in grado di condizionare i risultati dell’intero processo: le interazioni fra empatia, consapevolezza e riabilitazione saranno discusse in un’apposita sessione. Da segnalare, tra i temi più delicati, il confronto sulle attuali conoscenze dei meccanismi di funzionamento cerebrale in assenza di coscienza, cioè durante lo stato di coma, oggetto di acceso dibattito negli ultimi mesi. Su tutti questi aspetti si incontreranno i maggiori esperti nazionali ed internazionali del settore, con un dialogo diretto fra ricercatori e clinici. Le allego il programma completo.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Head speed: la racchetta “personalizzata”

Posted by fidest press agency su martedì, 21 aprile 2009

racchettaE’ stata presentata proprio in questi giorni, durante il Torneo di Montecarlo la nuova, innovativa racchetta lanciata da  HEAD che verrà commercializzata a partire dal prossimo Maggio. Ma è stato già possibile vederla “in azione” tra le mani di Novak Djokovic proprio sulla terra rossa del Principato nella emozionante finale in cui l’atleta ha combattuto fino alla fine un Nadal che si è aggiudicato per la quinta volta la vittoria del master monegasco. . Una racchetta in grado di rendere la performance al massimo, grazie a nuove tecnologie in grado di monitorare i colpi e adeguare il tipo di riposta della racchetta alle esigenze di gioco. Prossimo appuntamento a Roma. Con gli Internazionali di tennis a partire dal 25 Aprile dove HEAD sarà presente come sponsor commerciale con uno stand dove sarà possibile vedere e toccare con mano tutti i prodotti e le novità presentate dall’azienda. (foto racchetta)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un Ateneo telematico

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 aprile 2009

Il sistema delle Camere di Commercio è per una offerta formativa indirizzata a un target principale di “persone già occupate” che  vogliano conseguire un titolo accademico “frequentando” i corsi on line. Tale segmento costituisce attualmente solo il 3-4% degli iscritti alle Università “tradizionali” (quindi una fascia di utenza numericamente marginale).  Con questo obbiettivo è stata presentata oggi nell’auditorium camerale Universitas Mercatorum, l’Università telematica del sistema delle Camere di Commercio che rilascia due lauree di primo livello (in Gestione d’impresa e Management delle risorse umane) riconosciute dallo Stato.  Con la costituzione di Universitas Mercatorum il sistema camerale raccoglie le diverse sfide lanciate dall’Unione Europea nel perseguire gli obiettivi di Lisbona: 1) promuovere l’e-learning, grazie alla diffusione delle nuove tecnologie;  2) accrescere la percentuale di laureati nel nostro Paese, ancora troppo bassa rispetto agli altri Paese europei;  3) promuovere lo sviluppo economico attraverso la formazione e la ricerca, necessari per far fronte alla globalizzazione ed alla crisi economica e sociale in corso.
L’Università Telematica Universitas Mercatorum svilupperà accanto alla didattica anche attività di ricerca in attuazione del concetto stesso di Università nel quale didattica e ricerca sono legate indissolubilmente. La Sede Legale e la Presidenza sono a Roma in Piazza Sallustio, 21. La Sede operativa centrale e la Segreteria d’Ateneo sono sempre a Roma presso l’Istituto Tagliacarne in via Appia Pignatelli, 62. Le altre sedi operative sono a Reggio Emilia presso l’IFOA, a Taranto e a Massa Carrara presso le rispettive Camere di Commercio.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le nuove tecnologie per una società dell’informazione

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 marzo 2009

Roma 27 marzo 2009  Sala del Tempio di Adriano Piazza di Pietra,  Nuovo appuntamento del ciclo dei Seminari Bordoni centrato su nuove tencologie e società dell’informazione. Obiettivo dell’incontro è fare una sintesi delle diverse aree tecnologiche, sociali e politiche che sono raccolte sotto i temi e-inclusion ed e-government.  La partecipazione di tutti i cittadini alla società dell’informazione è un tema cruciale per il futuro dell’Europa: da una parte permetterà il loro accesso ai servizi resi disponibili dall’innovazione tecnologica, dall’altra aumenterà la competitività del mercato interno. La Conferenza Ministeriale di Riga ICT for an inclusive society, promossa dalla Commissione Europea nel 2006, ha vincolato lo sviluppo dell’ICT nei Paesi Membri al rispetto di principi comuni di inclusione digitale in campo legislativo, economico e sociale. Questo significherà attuare un quadro strategico mirato ad aumentare l’accessibilità tecnica dei siti e dei servizi in rete e ad estendere la copertura della banda larga, favorendo una crescita della cultura informatica (e-accessibility).   Accanto agli interventi di natura tecnologica per l’abbattimento della barriera digitale occorre anche promuovere l’uso dell’ICT per una più efficace partecipazione dei cittadini ai processi politici e amministrativi, introdurre piani di educazione permanente (e-competence), prevedere politiche per aiutare tutte le minoranze ad integrarsi e migliorare il loro stile di vita (e-inclusion socio-culturale e geografica) e garantire il pieno coinvolgimento a livello sociale e lavorativo a tutte le persone a rischio di esclusione per età e per diversa abilità. Keynote speaker della giornata saranno Loris Di Pietrantonio, della Direzione Generale per la Società dell’Informazione e i Media presso la Commissione Europea e Helle Zinner Henriksen, Professore in Digital Government alla Copenhagen Business School.  Seguirà, dopo una presentazione delle attività della Fondazione in tali tematiche, una tavola rotonda, nella quale rappresentanti di istituzioni, organismi e industrie faranno il punto sulla situazione italiana in fatto di e-government, e-inclusion ed e-accessibility.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »