Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 220

Posts Tagged ‘nutraceutica’

6° Congresso su Nutraceutica e Occhio a Roma

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 ottobre 2019

Roma. Anche gli occhi hanno un microbioma che può avere degli effetti sulla loro salute e sulla capacità visiva. Il microbioma oculare è un’area di ricerca emergente da cui ci si aspetta nuovi approcci terapeutici per il trattamento e la prevenzione di malattie e condizioni oculari. Un recentissimo studio pubblicato di recente sulla rivista The Ocular Surface ha confermato che nell’occhio umano coesistono numerosi microhabitat batterici, la cui composizione riflette i livelli di esposizione all’ambiente esterno. Il genere più rappresentato sulla superficie oculare è il Corynebacterium, seguito da Staphylococcus, Streptococcus, Acinetobacter e Pseudomonas. Con una elevata diversità: sarebbero infatti 221 specie in media per soggetto.
Ma qual è il ruolo del microbiota della superficie oculare? “L’equilibrio del microbioma – prosegue Scuderi – è importante non solo per il benessere intestinale ma anche per quello dell’apparato visivo e quando quest’equilibrio si rompe il microbioma può entrare in gioco nell’insorgenza di alcune patologie infiammatorie dell’occhio”. Il microbioma è collegato anche al glaucoma. A fare da filo conduttore è la presenza di uno stato infiammatorio che colpisce sia l’intestino che la superficie oculare. Nella sua forma acuta, infatti, il glaucoma viene oggi considerata una malattia infiammatoria: l’alta pressione intraoculare provoca una perdita. Non solo: oggi è ormai accertato che il glaucoma va pensato come una malattia neurodegenerativa al pari di Alzheimer, il Parkinson o la SLA.
“Sono tutte malattie nelle quali neuroni localizzati in sedi diverse iniziano a invecchiare precocemente, morendo progressivamente: nella malattia di Alzheimer il processo inizia nell’ippocampo, nella malattia di Parkinson nella cosiddetta substantia nigra, nella SLA nei neuroni motori della corteccia cerebrale e del midollo spinale ed infine nel glaucoma nelle cellule gangliari della retina” spiega Piero Barbanti, Professore di Neurologia presso l’Università San Raffaele di Roma. Sono dunque malattie diverse ma accumunate da analoghi meccanismi di stress ossidativo e degenerazione del neurone”.
Attualmente il Coenzima Q10, oltre che in formulazione collirio, è disponibile anche in formulazione, oltre ad avere un alto profilo di sicurezza, potrebbe migliorare l’aderenza alla terapia nei pazienti anziani che hanno difficoltà a mettere i colliri.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’ITC Farma pronta alla sfida “nutraceutica”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 aprile 2019

Si chiama nutraceutica quella disciplina coniata dallo studioso americano Stephen De Felice nel 1989 che mette assieme la farmaceutica e lo studio consapevole della nutrizione. Parliamo del cosiddetto food o più comunemente degli integratori alimentari che sono diventati un vero e proprio fenomeno che registra ogni anno una crescita esponenziale di produzione e genera un giro d’affari di 3,3 miliardi di euro solo nel nostro Paese.
Il Lazio e la Lombardia fanno da capofila in questo settore strategico sia per produzione che per consumi. D’altra parte, come diffuso dall’indagine “La filiera italiana dell’integratore alimentare”, presentata recentemente alla Camera dei Deputati, si parla di un mercato che ha conquistato la fiducia non solo dei consumatori, ma anche dei medici che ne prescrivono sempre più l’uso. Tuttavia, la vera eccellenza del Made in Italy in questo settore è rappresentata dal contract manufacturing, ovvero dalla produzione conto terzi, diventato un modello industriale adottato da importantissime multinazionali che guardano all’Italia come una risorsa tra le più competenti al Mondo, a conferma della qualità che il ciclo produttivo esprime. La ITC Farma, con le nuove nuove tecnologie di cui dispone, con un laboratorio innovativo di sviluppo e ricerca, attraverso il quale sono nate strategiche collaborazioni con la ricerca universitaria, è in grado di soddisfare gran parte delle richieste di mercato inclusa la messa a punto di nuove formulazione nell’ambito nutraceutico.
Come spiega il dott. Guglielmo Frontini, direttore dello stabilimento ITC Farma, “con la nostra esperienza decennale e con le nuove strutture di cui ci siamo dotati, la nostra azienda è in grado oggi di aprirsi a nuovi mercati, integrandosi perfettamente ad ogni esigenza. Oltre alla produzione prevalente della farmaceutica il food rappresenta un segmento importantissimo, sia in termini di sviluppo che di qualità.Oggi nell’area food siamo in grado di trattare 800 chilogrammi di polveri per ogni giornata lavorativa utilizzati per il riempimento di bustine oppure per essere trasformati in compresse o capsule, il tutto poi opportunamente confezionato. Insomma – conclude Frontini – oggi, attraverso la dinamica intrapresa da importanti investimenti industriali, siamo pronti anche alla sfida della nutraceutica: un mercato sempre più presente nel nostro vivere quotidiano.”

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Metabolismo epatico dell’alcol etilico: come intervenire efficacemente

Posted by fidest press agency su martedì, 6 novembre 2018

Anche quest’anno Citozeatec, azienda italiana che ha legato il proprio nome alla Nutraceutica biodinamica, forte della propria esperienza nel campo delle biotecnologie a conversione enzimatica sequenziale e degli importanti risultati ottenuti nel mondo della Ricerca scientifica universitaria, ha preso parte all’evento di degustazione tenutosi a fine ottobre presso l’Hotel “Relais Monaco” di Ponzano Veneto (TV). Sommelier italiani ed internazionali hanno arricchito con la propria professionalità il successo dell’incontro, durante il quale una ventina di aziende vitivinicole hanno offerto agli appassionati un tripudio di sensazioni ed emozioni, grazie all’esposizione dei loro vini più pregiati, catalogati secondo precise caratteristiche organolettiche. Scenario della serata è stato lo straordinario patrimonio culturale offerto sia dal vino, fra i cardini della “Dieta mediterranea”, “Patrimonio immateriale dell’Umanità” (UNESCO: novembre 2010) che identifica e caratterizza nel mondo il nostro Paese, sia dalla Ricerca scientifica nazionale, rappresentata dal team Citozeatec, che da anni studia la Biochimica e l’Enzimologia, ottenendo interessanti risultati anche a livello dei meccanismi biodinamici efficaci nel migliorare la fisiologia epatica. Il dott. Riccardo Spataro ha avuto modo di illustrare le reazioni fisiologiche che avvengono nel fegato in seguito al consumo di bevande alcoliche e come sia possibile intervenire attraverso l’utilizzo di Citoethyl, preparato appartenente agli IAB (Integratori Alimentari Biodinamici) che, seguendo le leggi ponderali della biochimica classica, favorisce l’eliminazione di sostanze tossiche provenienti dal metabolismo dell’etanolo, riducendo rapidamente il tasso alcolemico. I partecipanti alla serata hanno potuto verificare l’efficacia del prodotto grazie a misurazioni del tasso alcolemico con etilometro professionale: il dott. Spataro ha personalmente condotto il test, sottoponendo volontari a due misurazioni, la prima al termine delle degustazioni, la seconda 20 minuti dopo l’assunzione di Citoethyl. Sulla base di oltre 20 misurazioni si è osservata, mediamente, una riduzione dei livelli di etanolo anche superiore al 36% rispetto alla misurazione iniziale. Tali risultati confermano ricerche universitarie e pubblicazioni internazionali in merito, consentendo di identificare in Citoethyl il “compagno del vino”, nel contesto di una filosofia del “bere consapevolmente” che, evitando gli eccessi, consenta di utilizzare al meglio le preziose sostanze bioattive presenti nel vino stesso, quali resveratrolo, antiossidanti e altre molecole preziose per il benessere. “Pianeta Medicina & Salute” tratterà l’argomento sul numero di dicembre.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Nutraceutica Forum” 2013

Posted by fidest press agency su martedì, 29 ottobre 2013

Milano. Cresce costantemente il mercato degli integratori alimentari, giunto oggi a quasi 158 milioni di confezioni vendute da agosto 2012 ad agosto 2013 in farmacia e parafarmacia (+3,7% da agosto 2011, ma +4,3% negli ultimi 12 mesi). Superiore l’incremento di valore del mercato, che supera i 2,2 miliardi di Euro (+5,5% nel biennio 2011-2013, ma +5,8% negli ultimi 12 mesi), a fronte di un lieve aumento del prezzo al pubblico per confezione: in media 13,60 euro nel 2011, 13,90 euro nel 2012, 14,30 euro oggi.“Questo aumento dei consumi è un indicatore indiretto del fatto che nonostante la crisi economica che ci attanaglia, l’attenzione al proprio benessere, alla cura di sé, alla prevenzione delle malattie, sta sempre più prendendo piede”, ha commentato Michele Carruba, Professore di farmacologia all’Università degli studi di Milano, intervenuto al “Nutraceutica Forum” organizzato da IMS Health. Durante il Forum sono stati presentati i dati di mercato dei prodotti, a somministrazione orale, notificati al Ministero della salute, rilevati ad agosto 2013 attraverso la banca dati IMS Multichannel su farmacia, parafarmacia e corner della grande distribuzione.Il “Nutraceutica Forum” di IMS Health indaga molti aspetti, non solo quelli economici del mercato, ma anche i comportamenti e i trend di acquisto da parte dei consumatori. Innanzitutto, mostra come i più gettonati siano gli integratori per l’apparato gastro-intestinale, al primo posto per i consumi (il 27% tra tutti quelli venduti in Italia) e al cui interno spopolano i ‘probiotici’, che rappresentano il 57% dei prodotti acquistati in questo segmento, e quelli multivitaminici e di sali minerali (1 su 4 dei venduti).“Sono probabilmente i due settori nei quali maggiore peso hanno la comunicazione e la pubblicità – ha ricordato Carruba -, strumenti che sono in grado di influenzare e spostare i consumi. Questo è un tema particolarmente importante, perché se è vero che gli integratori non sono farmaci, ossia non curano, ma favoriscono il ripristino del normale stato fisiologico dell’organismo, è sempre bene non abusarne; consultarsi con il proprio medico o il proprio farmacista, per scegliere l’integratore più adatto alla propria situazione, è sempre raccomandabile.” Se la farmacia è il luogo in cui maggiormente si acquistano gli integratori – vi avviene il 90% delle vendite secondo IMS Health-, il medico di medicina generale comincia a percepire l’integratore o il nutraceutico come un prodotto da conoscere e ‘prescrivere’, o meglio consigliare. Secondo una rilevazione IMS Health condotta su un campione rappresentativo di medici di famiglia nel periodo agosto–settembre 2013, 8 su 10 consigliano ai propri assistiti gli integratori nella pratica quotidiana.Una cosa su cui medici e farmacisti sembrano concordare, sempre secondo le indagini di IMS Health, è il bisogno di ricevere una formazione adeguata e approfondita su integrazione e prodotti correlati, per poter essere sempre aggiornati e proattivi nei confronti dei propri pazienti o clienti.Durante la tavola rotonda, in cui aziende e organizzazioni del settore si sono confrontate per capire come affrontare le sfide del futuro di questo mercato, è emerso che la sinergia di medici e farmacisti, adeguatamente preparati, potrà e dovrà essere un punto cardine per il consumatore moderno perché possa ricevere indicazioni corrette e accreditate e quindi scegliere l’integratore più opportuno per la propria salute.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Seminario Metalli tossici e nutraceutica

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 novembre 2010

Bologna 11 dicembre 2010, ore 9,30-12,30  Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Bologna Via Zaccherini Alvisi, 4  Ore 9,30 Introduzione: dott. Paolo Roberti di Sarsina  Ore 9,45 Relazione: dott. Sante Guido Zanella, esperto in Terapia Chelante  Discussant: dott. Vittorio Lodi, U.O. Medicina del Lavoro Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna; Consigliere dell’Ordine dei Medici di Bologna  Ore 10,45 Intervento preordinato: sig.ra Nadia Gaggioli, Presidente Associazione Italiana Malati Menière Onlus (AIMM)  Ore 11: Discussione col pubblico  Ore 12,30 Conclusioni

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »