Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘obiettivi’

Obiettivi di semplificazione e codificazione normativa

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 luglio 2019

Sono sempre condivisibili e rappresentano un percorso virtuoso verso la maggiore competitività della macchina amministrativa, delle imprese e del sistema Paese. Sono essenziali per tutti i cittadini e per i lavoratori, tanto più in un periodo storico in cui emerge sempre più spesso l’esigenza di accompagnare le persone da un lavoro a una nuova occupazione, con percorsi transizionali mirati e una burocrazia “amica”.Così Assolavoro, l’Associazione Nazionale delle Agenzie per il Lavoro che rappresenta oltre l’85% del settore nell’audizione di stamattina presso la Commissione Lavoro del Senato, in merito alla Delega su semplificazione e codificazione in materia di lavoro.Solo attraverso lo strumento della delegificazione si può non solo ridurre il numero delle norme che gravano sulle imprese e sui lavoratori ma anche incidere sulla loro qualità, vista la natura “torrentizia” della nostra legislazione, sovente caratterizzata dalla disordinata sommatoria di interventi stratificatisi nel tempo.Semplificare è condivisibile e necessario per le Agenzie per il Lavoro, purché gli interventi normativi intervengano in un quadro normativo stabile, superando l’eccessiva variabilità ed instabilità della legislazione lavoristica.In merito all’apprendistato, in particolare, Assolavoro evidenzia come gran parte delle problematiche connesse allo sviluppo di questo istituto è legata ai vigenti assetti costituzionali e alla natura concorrente della legislazione in materia di formazione, con conseguente proliferazione di distinte, e non sempre omogenee, discipline regionali. Infine, centrali sono in tema di lavoro le politiche attive, in merito alle quali Assolavoro rilancia la necessità di puntare su una formazione mirata e misurata in base ai risultati che produce concretamente, a un sistema di rating degli operatori che evidenzi le differenti “performance” in relazione agli obiettivi dati e a premialità modulate in relazione al differente grado di occupabilità dei candidati.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La pompa di calore: una tecnologia chiave per gli obiettivi 2030

Posted by fidest press agency su domenica, 5 maggio 2019

Roma martedì 14 maggio 2019 – ore 9:15 V.le Maresciallo Pilsudski, 92 Il 2019 è decisivo per porre le basi del nuovo ciclo di politiche energetico-ambientali 2020-2030 della UE che richiedono in Italia un salto di qualità del processo di decarbonizzazione nei consumi degli edifici, per i quali ogni paese deve formulare una specifica strategia di riqualificazione energetica di lungo periodo (2050) come richiesto dal nuovo articolo 2 bis della direttiva UE sulla prestazione energetica nell’edilizia.Gli Amici della Terra e Assoclima condividono da tempo la convinzione che la pompa di calore costituisca una delle tecnologie essenziali per ottenere miglioramenti di efficienza energetica e diffusione delle fonti rinnovabili che consentano di conseguire in modo efficace ed efficiente gli obiettivi di sostenibilità ambientale nei consumi energetici degli edifici. Il convegno sarà un occasione d’approfondimento che vedrà partecipare i principali attori istituzionali impegnati sul Piano Energia e Clima.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Energia: nuovi obiettivi per le rinnovabili e l’efficienza energetica

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 novembre 2018

Martedì il Parlamento ha confermato l’accordo provvisorio raggiunto in giugno con il Consiglio sull’efficienza energetica (434 voti in favore,104 voti contrari e 37 astensioni), le energie rinnovabili (495 voti in favore, 68 voti contrari e 61 astensioni) e la governance dell’Unione dell’energia (475 voti in favore, 100 voti contrari e 33 astensioni) – tre importanti dossier legislativi che fanno parte del pacchetto Energia pulita per tutti gli europei. La legislazione stabilisce che l’efficienza energetica nell’UE dovrebbe essere migliorata del 32,5% entro il 2030, mentre la quota di energia da fonti rinnovabili deve rappresentare almeno il 32% del consumo finale lordo dell’UE. Entrambi gli obiettivi saranno rivisti entro il 2023 e potranno solo essere innalzati, non abbassati.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“L’Italia e gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile”

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 settembre 2018

Roma, 4 ottobre 2018 ore 10,30 Aula del Palazzo dei Gruppi parlamentari Camera dei Deputati Via di Campo Marzio 78. Povertà, disuguaglianze, occupazione, salute, istruzione, energia, ambiente, innovazione infrastrutture: a che punto si trovano l’Italia e le sue regioni nel processo di avvicinamento ai 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 dell’Onu sottoscritta dai governi di 193 Paesi nel settembre del 2015? A questa domanda risponde il Rapporto annuale dell’ASviS, che analizza il percorso del nostro Paese verso gli impegni presi tre anni fa con il resto del mondo e identifica gli ambiti in cui bisogna intervenire per assicurare la sostenibilità economica, sociale e ambientale del modello di sviluppo italiano.
Oltre all’aggiornamento degli indicatori europei e nazionali per i singoli SDGs, il Rapporto 2018 presenta innovativi indicatori compositi regionali che consentono di confrontare la situazione di ciascuna regione rispetto al contesto nazionale e proposte concrete per realizzare politiche che, simultaneamente, migliorino le condizioni di vita della popolazione, riducano le disuguaglianze e aumentino la qualità dell’ambiente in cui viviamo.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Obiettivi e politiche ambientali

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 giugno 2018

«Era lecito attendersi qualche passaggio più incisivo in tema di obiettivi e politiche ambientali dal discorso programmatico tenuto al Senato dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. A lui e al nuovo Governo va ovviamente concessa un’ampia apertura di credito e bisognerà attendere i primi provvedimenti normativi per esprimere opportuni giudizi di merito. Ma a quello che si presenta costantemente come l’Esecutivo del cambiamento è giusto chiedere posizioni più nette, parole che non lascino dubbi sul fatto che la tutela dell’ambiente trovi finalmente il posto centrale che le spetta».Lo dichiara l’ing. Sandro Simoncini, docente a contratto di Urbanistica e Legislazione Ambientale presso l’università Sapienza di Roma e presidente di Sogeea SpA.«Veniamo da una legislatura durante la quale non si è riusciti a portare a casa una legge per il contrasto al consumo del suolo, si sono lasciati soli gli amministratori locali sul fronte dell’abusivismo e delle demolizioni, si è chiesto ai cittadini di non recarsi a votare per i referendum che riguardavano il futuro e la salute di tutti. Il contratto di Governo sottoscritto da Lega e Movimento 5 Stelle non lascia intravedere un vero cambio di passo, infarcito com’è di dichiarazioni assai vaghe e sostanzialmente prive di un supporto concreto sotto il profilo operativo e delle risorse. Forse sono troppe le differenze di approccio a certi temi da parte delle due forze di maggioranza, ma è anche possibile che il presidente Conte riesca a operare una sintesi che finirà per sorprendere tutti in positivo. A patto, ovviamente, che dimostri più coraggio rispetto ai suoi predecessori».

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bilancio UE post-2020: obiettivi chiari ma poco ambiziosi, dicono i deputati

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 maggio 2018

La maggioranza dei deputati sostiene la proposta della Commissione di aumentare i contributi nazionali all’1,11% del PIL e introdurre nuove entrate per il prossimo bilancio a lungo termine.
Durante il dibattito in Aula, il Presidente del PE Antionio Tajani ha dichiarato: “Mi sembra che nella presentazione fatta dalla Commissione sia stata sottolineata l’importanza di un bilancio politico e il principio del valore aggiunto europeo. É importante che sia stata evidenziata da Juncker e da Oettinger l’importanza delle risorse proprie, che sono un punto qualificante delle risoluzione del Parlamento europeo. È positivo che ci siano più fondi per l’Erasmus+, per Orizzonte Europa, per le piccole e medie imprese e per i cambiamenti climatici.
Noi avremo voluto che il bilancio fosse non dell’1,1, ma dell’1,3 del PIL. Abbiamo visto una riduzione del bilancio per l’agricoltura e per la coesione. Faremo di tutto per difendere le nostre posizioni, ma è importante che la Commissione europea abbia sottolineato il ruolo delle risorse proprie, questo in linea con le posizioni del Parlamento europeo.”
Secondo la maggioranza dei deputati, le proposte della Commissione vanno nella giusta direzione. Hanno accolto con favore l’attenzione sul finanziamento di nuove priorità, quali ricerca, gestione delle frontiere e migrazione, sostegno ai giovani, difesa e sicurezza, anche se meno ambizioso rispetto alla posizione del Parlamento. Molti deputati hanno inoltre accolto favorevolmente le proposte per vincolare i finanziamenti dell’UE al rispetto dello Stato di diritto.Una grande maggioranza dei deputati che sono intervenuti al dibattito ha elogiato le proposte per l’introduzione di nuove risorse proprie per l’UE, basate su un nuovo regime fiscale societario, sui proventi del sistema di scambio delle emissioni e su una tassa sulla plastica, con lo scopo di ridurre i contributi diretti basati sul PIL degli Stati membri.
I deputati hanno inoltre sottolineato che la proposta di ridurre i fondi per lo sviluppo regionale e la politica agricola comune dovrebbe essere discussa con i destinatari, ma le regioni o le comunità agricole europee non dovrebbero essere sacrificate. Alcuni si sono rammaricati del fatto che le proposte mancassero di “visione” o di misure più audaci per combattere le crescenti disuguaglianze sociali o il cambiamento climatico.Altri, invece, avrebbero preferito che la Commissione avesse proposto un bilancio a lungo termine ridotto per il 2020-2027 e si sono opposti a ciò che hanno considerato una pressione politica esercitata dall’UE sui governi nazionali, attraverso la politica migratoria o ila proposta di vincolare il rispetto dello Stato di diritto ai finanziamenti UE. Hanno infine ribadito che il bilancio a lungo termine e le proposte relative alle risorse proprie, nonché i vari programmi da presentare a maggio o a giugno, ad esempio per l’agricoltura, lo sviluppo regionale o la ricerca, saranno trattati come un pacchetto indivisibile durante i prossimi negoziati con i Ministri UE. Il Parlamento europeo ha definito la sua posizione sul quadro finanziario pluriennale (QFP) e sulle risorse proprie dell’UE il 14 marzo, in due risoluzioni su “Preparazione della posizione del Parlamento in merito al QFP per il periodo successivo al 2020” e “Riforma del sistema di risorse proprie dell’Unione europea”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Giustizia: Il Pd ha fallito tutti gli obiettivi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 febbraio 2018

corte europea giustizia“L’obiettivo del MoVimento 5 Stelle, che condivido, è che il processo civile va reso celere e meno costoso, e soprattutto meglio orientato sul suo reale ruolo: assegnare i torti e le ragioni alle parti, senza inutili dispersioni di tempi e sforzi (economici e non) come sinora avvenuto.
C’è già il rito del lavoro (per le liti sui rapporti di lavoro) che funziona bene, ma solo con i giudici del lavoro e per quel tipo di controversie. Bisogna poi puntare sul processo sommario di cognizione, ma senza esagerare in una generalizzazione a tutte le liti, che potrebbe rivelarsi controproducente. Bisogna eliminare i troppi e i lunghi rinvii ed incidere sulle fasi conclusive del processo in cui ci sono inutili dilazioni di tempo.
I giudizi di impugnazione in appello e in Cassazione, poi, dovrebbero essere liberati da quei filtri che oggi irrigidiscono le condizioni per l’accesso. Andrebbe rivisto il sistema fiscale, sia introducendo regole che possano indurre ad evitare chi non ha validi argomenti a suo favore ad arroccarsi colposamente su una difesa pretestuosa, sia eliminando alcune regole, quali ad esempio la solidarietà sulla imposta di registro per sostituirla con una responsabilità pro quota e con imposta fissata dal giudice in sentenza. Nell’appello, infine, dovrebbero tornare ammissibili – come era fino a poco fa – le prove ritenute indispensabili dal giudicante. Il giudizio di cassazione dovrebbe accelerare i suoi tempi, sia incidendo sulla pubblica udienza (da rendere accessibile se entrambe le parti lo chiedono), sia imponendo una motivazione nei casi in cui il processo non si concluda lì, ma necessiti del giudizio di rinvio per la sua decisione nel merito (il quale d’altra parte andrebbe contingentato in termini di tempo, non più di nove mesi). Questi sarebbero dovuti essere gli obiettivi del Governo e del PD, obiettivi chiaramente falliti”. Così in una nota Claudio Consolo, candidato al Senato nel Collegio uninominale Roma 1.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Università Europea di Roma ha tra i suoi obiettivi principali la formazione della persona

Posted by fidest press agency su sabato, 8 aprile 2017

missioniUna formazione che consenta non solo l’acquisizione di competenze professionali ma che orienti lo studente ad una crescita personale e sviluppi uno spirito di servizio per gli altri.Per questa ragione, da mercoledì Santo alla domenica di Pasqua, un gruppo di studenti dell’Università Europea di Roma parteciperà alle Missioni di Evangelizzazione che il Movimento Regnum Christi promuove in occasione della Settimana Santa, attraverso l’apostolato “Gioventù e Famiglia Missionaria”.Circa 70 giovani provenienti da Roma, Milano e Firenze andranno nella diocesi di Fiesole a Rignano sull’Arno. Saranno accompagnati da Padre Nicola Tovagliari LC, Cappellano dell’Università Europea di Roma, da altri sacerdoti Legionari di Cristo e dalle consacrate del Regnum Christi.Gli studenti dell’Università Europea di Roma, insieme agli altri giovani, si metteranno al servizio delle parrocchie, aiutando i sacerdoti nelle celebrazioni del Triduo Sacro, animando le funzioni liturgiche, organizzando giochi per i bambini, catechesi per i giovani e per le famiglie. Visiteranno le famiglie, gli anziani e gli ammalati del paese. “Diffondere l’amore del Signore per essere la buona novella di Dio” sarà questa frase di Santa Teresa di Calcutta ad ispirare i giovani che in diverse parti d’Italia cercheranno di ravvivare nella gente e in loro stessi il significato della Settimana Santa, condividendo la gioia della fede e l’amore per il prossimo.Le Missioni saranno un’occasione concreta per mettersi alla prova come testimoni di Cristo, per dedicarsi al prossimo, per “dare la faccia” per Dio, ma soprattutto per vivere la Pasqua nella sua pienezza, stando accanto a Gesù.Le Missioni di Settimana Santa del Regnum Christi sono un apostolato di Gioventù e Famiglia Missionaria che coinvolge in Italia circa 250 persone. Si svolgono nelle diocesi di Padova, Grosseto, Firenze e Palermo e in circa 20 paesi nel mondo, per servire la Chiesa locale, i vescovi e i parroci. (foto: missioni)

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dimension Data raggiunge gli obiettivi di azienda carbon neutral

Posted by fidest press agency su martedì, 24 gennaio 2017

centrale-a-carboneMilano. Dimension Data, fornitore globale di soluzioni e servizi ICT, ha raggiunto uno dei più importanti obiettivi della propria strategia di sostenibilità per diventare un’azienda a impatto zero¹ riducendo le proprie emissioni nocive a meno di un milione di tonnellate ed evitando lo smaltimento di 4.000 tonnellate di rifiuti elettronici.
Con l’annuncio dei propri obiettivi di sostenibilità nel 2014, Dimension Data aveva reso nota l’intenzione di ridurre anche le emissioni dei clienti fino a 1,8 milioni di tonnellate rispetto a quanto l’azienda stessa aveva prodotto utilizzando le proprie competenze e tecnologie. Dimension Data ha collaborato con le più importanti società di consulenza, Carbon Trust e Carbon Smart per definire gli obiettivi e la metodologia di riduzione delle emissioni.
Ruth Rowan, Group Executive – Marketing di Dimension Data ha affermato, “Il cambiamento climatico rimane una delle maggiori problematiche che tutti noi dobbiamo affrontare e i nostri clienti, in tutto il mondo, vedono la sostenibilità come una priorità. La tecnologia può fare una differenza sostanziale per migliorare il nostro ambiente. Abbiamo la responsabilità di contribuire con la nostra esperienza pluri-trentennale per impiegare la tecnologia nel modo più intelligente possibile e indirizzare così queste sfide.”Inoltre, Dimension Data si impegna a mantenere le proprie emissioni al di sotto del milione di tonnellate per i prossimi cinque anni. Le due aree principali di intervento nelle quali le organizzazioni possono ridurre il loro impatto ambientale e i costi e migliorare la produttività:
· Risparmio energetico spostando i server su cloud: il cloud consentirebbe un risparmio annuale di 4.000 kWh per singolo server migrato su cloud.
· Riduzione dei viaggi utilizzando la tecnologia di comunicazione visiva: consente risparmi medi annuali di 600.000 miglia per singola unità di telepresence; 11.818 miglia per unità di video conferenza e 23.636 miglia per unità di videoconferenza gestita.
Per le aziende che stanno pianificando di espandersi e crescere diventa fondamentale garantire il contenimento proporzionale del carbon footprint. Questo può essere ottenuto senza aumentare la media delle emissioni di carbonio prodotte per persona e per attrezzature rack ITaaS e garantendo che i data centre siano ad alta efficienza energetica.
Sulla base di quanto riportato dal Livescience.com la temperatura media della terra è cresciuta tra i 0,4 e 0,8 °C negli ultimi 100 anni. L’aumento dei volumi di anidride carbonica e altri gas serra rilasciati dai combustibili fossili, del dissodamento, dalle attività agricole e da altre attività umane viene considerato fra le principali cause del riscaldamento globale registrato negli ultimi 50 anni.
I ricercatori dell’Intergovernmental Panel on Climate, impegnati in uno studio sul riscaldamento globale, recentemente, hanno previsto che le temperature medie globali potrebbero aumentare tra gli 1,4 e i 5,8 °C entro l’anno 2100. Tra le conseguenze del riscaldamento globale l’innalzamento dei mari, a causa dello scioglimento delle calotte polari, così come un incremento dell’incidenza e della gravità delle tempeste e di altri eventi meteorologici catastrofici.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Berlusconi e i ribaltoni

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 giugno 2016

meloni«In una intervista su “Il Messaggero”, Alessandra Mussolini, la capolista di Forza Italia alle elezioni amministrative di Roma, dichiara che l’unica missione che le era stata data da Berlusconi era “impedire l’accesso della Meloni al ballottaggio”. “Obiettivo colpito” dichiara fiera di sé, spiegando che nonostante il pessimo risultato di Marchini, di Forza Italia e suo personale, il suo obiettivo, come quello degli altri, non era quello di vincere o essere eletta, ma solo di far perdere la coalizione formata da Meloni e Salvini. È quello che noi abbiamo sostenuto fin dal primo giorno: l’appoggio di Berlusconi a Marchini e a una coalizione senza alcuna possibilità di vittoria, che metteva insieme Alfano e Storace, Casini e Alemanno, poteva spiegarsi solo con la volontà di ostacolare il centro destra e aiutare il PD di Renzi ad arrivare al ballottaggio. Chissà in cambio di quale cortesia. Ora Alessandra Mussolini lo dichiara apertamente mettendo a nudo l’operazione messa in campo a Roma. Sono dispiaciuta soprattutto per gli elettori di centro destra che, in buona fede, hanno seguito le indicazioni di Berlusconi e di Forza Italia, non capendo che qualcuno li stava ingannando e stava utilizzando i loro voti per rafforzare il Governo Renzi Alfano. Sono certa, però, che capita la lezione, non si faranno prendere in giro la prossima volta. P.S.: Chissà se i vari Berlusconi, Matteoli, Gasparri, Brunetta e il resto di Forza Italia reputeranno di dover smentire le parole della loro capolista a Roma…». Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.
“Siamo stupiti della metamorfosi dell’ex Cavaliere. L’uomo che ha inventato il partito dell’Amore, la tv commerciale, che ha creato un impero fondato sulla legge dell’ottimismo e del ‘sole in tasca’, vederlo ridotto così fa davvero male. Lui, che si è sempre lamentato, giustamente, dei ribaltoni di cui è stato vittima, oggi è il principale artefice del ribaltone ai danni di coloro che lo hanno sempre difeso. Con quale ambizione, quest’uomo, arrivato alla sua età e senza più il ‘sole in tasca’, pretende ancora di essere il federatore del centrodestra? Renzi si è berlusconizzato, ma Berlusconi si è renzizzato: autorottamandosi”. È quanto dichiara la deputata di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Giovanna Petrenga.
“Leggiamo stralunati di un Berlusconi, che ha fatto la storia d’Italia, ridotto a brigare con una che porta indegnamente un cognome che ha fatto la storia d’Italia. Aveva ragione Marx: la storia si ripete due volte, la prima in tragedia, la seconda in farsa”. È quanto ha dichiarato il deputato di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Achille Totaro.
“Grazie Alessandra Mussolini per la schiettezza. Sei stata una delle clave usate da Berlusconi per fermarci, per bloccare la rinascita di Roma, per impedire che con Giorgia Meloni non prendesse piede una leadership finalmente credibile per il centrodestra del terzo millennio, per aiutare Renzi a non soccombere, con l’ennesimo aiutino dopo il patto del Nazareno, la fantastoria di Alfano, la barzelletta di Verdini folgorato sulla via di Matteo. Lo sapevamo già, ma questo ‘tentato omicidio’ toglie a Berlusconi ogni ambizione a federatore del centrodestra perché chi apre ostilità così meschine, offendendo tutti i cittadini della Capitale e tutta la gente disinteressatamente collocata a destra, diventa ‘parte’ e rinuncia a essere sintesi. Non riesco a immaginare come un signore ricco di ottant’anni, due volte capo del governo italiano e alla testa di un impero economico possa diventare così perfido, pur ammettendo che anche la nipote del Duce non fa una bella figura: tentati killer in salsa Badoglio. Ma nella classifica degli impresentabili è nelle retrovie, neanche il gusto del primato del male”. È quanto dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Fabio Rampelli.
“La confessione di Alessandra Mussolini (“La mia missione, per volere di Berlusconi, era quella di fermare Giorgia Meloni”) conferma, se ancora ce ne fosse bisogno, che l’unico vero obiettivo di Berlusconi era quello di portare al ballottaggio Giachetti del Pd e, quindi, di favorire Renzi. Nessun interesse per Roma, nessun interesse per i romani, ma solo la volontà di salvaguardare i propri di interessi. Le parole di Mussolini provano il tradimento di Berlusconi del centrodestra. Purtroppo, avevamo visto giusto”. È quanto dichiara Edmondo Cirielli, deputato di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il settore retail è tra i principali obiettivi dei cybercriminali

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 aprile 2016

cybercriminaliUn nuovo studio pubblicato oggi nell’NTT Global Threat Intelligence Report 2016 rivela un cambiamento del target dei cybercriminali che, rispetto al tradizionale mercato finanziario, ora sono focalizzati sul settore retail. Le organizzazioni retail hanno subito cyberattacchi circa tre volte superiori a quelli del settore finance, che fino al 2015 era l’obiettivo primario dei cyberattacchi. I cyberattacchi nel settore finanziario sono scesi drasticamente, attestandosi alla quattordicesima posizione.
L’annuale Global Threat Intelligence Report di NTT include le analisi delle minacce alla sicurezza raccolte nel corso del 2015 individuate tra gli 8.000 clienti delle società del gruppo NTT Gruppo NTT tra cui Dimension Data, Solutionary, NTT Com Security, NTT R&D e NTT Innovation Institute (NTTi3). I dati di quest’anno analizzano 3,5 trilioni di security log e 6,2 miliardi di attacchi. I dati raccolti provengono anche dai 24 Security Operations Centres e dai 7 centri di ricerca e sviluppo del Gruppo NTT.
Altri risultati evidenziati nel Global Threat Intelligence Report 2016 di NTT includono:Il 65% degli attacchi proviene da indirizzi IP negli Stati Uniti. Tuttavia, questi indirizzi IP potrebbero risiedere in qualsiasi parte del mondo. I cybercriminali stanno adottando infrastrutture a basso costo, altamente disponibili e distribuite strategicamente a livello geografico per perpetrare attività malevoli. I cybercriminali ricorrono sempre più ai malware per minare il perimetro difensivo delle organizzazioni. Nel 2015 c’è stato un incremento del 18% dei malware in tutti i settori di mercato ad esclusione del settore dell’education.
La frequenza e la complessità dei malware stanno diventando sempre più occulte e sofisticate: mentre le organizzazioni stanno sviluppando sandboxes per comprendere meglio le tattiche dei cybercriminali per proteggersi dagli attacchi, gli sviluppatori di malware stanno sviluppando tecniche anti-sanboxes in modo aggressivo.
L’analisi degli attacchi ²honeynet all’interno delle organizzazioni rivela che i malintenzionati ricorrono all’uso di telco e hosting provider per condurre le proprie attività L’Executive Guide dell’NTT Global Threat Intelligence Report è disponibile al sito http://www.dimensiondata.com/globalthreatreport. (foto: cybercriminali)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Emanuele Bartoletti eletto presidente della Società Italiana di Medicina Estetica

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 maggio 2015

bartolettiUna disciplina esercitata da quasi 5mila medici, di cui oltre 1200 usciti dalla Scuola Internazionale di Medicina Estetica della ‘Fondazione Internazionale Fatebenefratelli’ di Roma. Emanuele Bartoletti è il nuovo presidente della Società Italiana di Medicina Estetica. Presidente onorario è stato eletto Fulvio Tomaselli e vicepresidenti Florindo Lanzaro e Domenico Centofanti, segretario Dario Dorato e tesoriere Carlo Zanella. I nuovi consiglieri sono Gloriana Assalti, Domenico Feleppa, Nadia Fraone, Umberto Nardi, Gloria Trocchi e Maurizio Vignoli; probiviri Loredana Cavalieri, Fausto Perletto e Maura Secchi. “Sono onorato – oltre che felicissimo – di essere stato eletto presidente di questa ‘storica’ Società Scientifica che, nata nel 1975, tanto ha fatto in quarant’anni per far crescere e conoscere la Medicina Estetica; una meravigliosa disciplina che riscuote un crescente successo tra i pazienti e gli stessi medici. E’ questo, infatti, un momento molto importante per noi, perché sono sempre più numerosi i medici che scelgono questa disciplina per farne la loro professione. Il futuro di questa Società Scientifica, che ha da sempre la leadership in questo settore, va decisamente verso un incremento della ‘scientificità’ della Medicina Estetica. Uno dei principali obiettivi è, infatti, quello di aumentare il riferimento alla ‘Evidence Based Medicine’, riportando il tutto verso una fondamentale correttezza clinica e fornendo la Medicina Estetica di prove sperimentali scientifiche di altissimo livello – sia ospedaliere che universitarie – che certifichino qualsiasi metodica da noi medici praticata”. A tal proposito, la prima “novità” prodotta dal nuovo CD sarà la pubblicazione di una rivista internazionale di Medicina Estetica (Aesthetic Medicine Journal) che ha come paternità la SIME, ma che è stata condivisa dalle Società Scientifiche di altri 26 Paesi afferenti all’Union International de Médicine Esthétique. Al più presto, inoltre, verrà avviato l’iter per richiederne l’indicizzazione e sarà la prima rivista indicizzata dedicata esclusivamente alla Medicina Estetica.Il percorso formativo. “Un altro obiettivo fondamentale – continua il neo presidente – sarà quello di ottenere al più presto un riconoscimento del percorso formativo del medico estetico. A tutt’oggi, poiché la Medicina Estetica non rientra ancora tra le specializzazioni universitarie, la preparazione completa del medico è deputata esclusivamente alle Scuole post-universitarie quadriennali. Ci sono quindi i presupposti affinché questo percorso di studi così largamente condiviso possa essere considerato dalle istituzioni come un programma sufficiente per una disciplina che ha ormai tutti i titoli per una qualificazione ‘ufficiale’. Il rapporto medico-paziente. “Il terzo punto che cercherò di rafforzare in questo mandato – conclude Bartoletti – sarà il rapporto di fiducia dei pazienti nei confronti del medico estetico, permettendo allo specialista di inserirsi sempre più saldamente nella società. Da anni, infatti, la Medicina Estetica ha iniziato a rivolgersi anche a quei pazienti che soffrono – pazienti in terapia oncologica o in radioterapia – per migliorare la qualità della loro vita. Un altro obiettivo è quello di rivolgersi agli adolescenti con l’intento di tutelarli da qualsiasi intervento. Su di loro, infatti, la Medicina Estetica deve avere un approccio esclusivamente preventivo e non correttivo. In quest’ottica, abbiamo voluto quest’anno come focus principale del nostro Congresso Nazionale a Roma dal 15 al 17 maggio 2015 proprio il mondo dell’Adolescenza, condividendo il dibattito con personalità di altre discipline afferenti, soprattutto pediatri. L’intento finale è quello di inserirci sempre più nella realtà quotidiana dei pazienti in modo tale che questi possano trovare nel medico estetico un professionista con cui confidarsi e dal quale poter avere dei consigli ‘di qualità’ in un concetto di benessere generale. Cercheremo di far capire a tutti cosa differenzia un medico estetico che ha deciso di dedicarsi ‘in toto’ a questa disciplina con un approccio olistico al paziente”.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Yokohama Rubber Company ha annunciato di aver siglato un accordo di sponsorizzazione con il Chelsea Football Club

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 aprile 2015

yokohamaLa sponsorship con l’attuale capolista della Premier League partirà da luglio 2015 e avrà durata quinquennale. Il contratto prevede la presenza del brand Yokohama come main sponsor sulle divise ufficiali del team e all’interno dello stadio londinese Stamford Bridge, nonché l’utilizzo dell’immagine e il coinvolgimento diretto dei giocatori della squadra e dell’allenatore José Mourinho per attività di comunicazione e la creazione di materiali promozionali legati agli pneumatici Yokohama.Yokohama Rubber, fondata nel 1917, concentra il proprio business in due principali categorie di prodotto: da un lato l’azienda produce, sia in Giappone sia in numerosi siti in Asia e America, pneumatici dedicati ai segmenti vettura, truck e movimento terra. Dall’altro, Yokohama produce all’interno della divisione Multiple Business parabordi marini, tubi per l’estrazione del petrolio ed equipaggiamenti per il golf. Il settore dei pneumatici rappresenta oltre il 70% del fatturato e vanta collaborazioni importanti con prestigiose case automobilistiche come Mercedes.
In Italia Yokohama Rubber è rappresentata da Yokohama Italia S.p.A., con sede in provincia di Brescia. I modelli di pneumatico di punta per la stagione estiva alle porte sono lo sportivo High Performance Yokohama ADVAN Sport V105 e il nuovo pneumatico per SUV Geolandar G056. Fondato nel 1905, il Chelsea FC è oggi considerato uno dei più forti club al mondo: nel suo palmarès annovera 4 vittorie del campionato inglese, 7 FA Cup e negli ultimi due anni è riuscito a conquistare una UEFA Champions League e una UEFA Europa League (rispettivamente nel 2011/2012 e nel 2012/2013).Con questa importantissima sponsorship Yokohama punta ad accrescere la propria notorietà legandola al nome e ai successi di una delle più blasonate squadre di calcio della storia recente, accelerando inoltre il proprio cammino verso il raggiungimento degli obiettivi di crescita prefissati nel programma Grand Design 100, il manifesto programmatico dell’azienda che fissa determinati target da raggiungere in vista del centenario della fondazione, nel 2017. (foto: Yokohama)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Piano Junker e la via europea

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 gennaio 2015

La riattivazione degli investimenti è la condizione di accompagnamento perché il “jobs act” possa dare i risultati attesi in termini di nuova occupazione.Le strade sono due. La via Europea aperta dal Piano Junker e dalla recente iniziativa della Banca Centrale Europea di acquistare i titoli pubblici dell’Europa ma le incognite sono ancora tante per un paeseJean-Claude Junker come l’Italia, indebitato con una moneta su cui esercita nessun controllo. La via italiana che presuppone un piano di riforme in grado di ricreare le convenienze perché la ricchezza delle famiglie si trasformi, in una parte sostanziosa, in investimenti in produzione ed occupazione.
L’Italia è l’unico paese Europeo (dati Eurostat) in cui la ricchezza delle famiglie è quasi doppia di quella delle imprese, situazione che spiega la perdita di competitività del sistema produttivo non sufficientemente alimentato da investimenti innovativi sia interni che esterni.
Uscire da questa contraddizione dovrebbe essere l’impegno di una classe dirigente capace di convergere su alcuni obiettivi condivisi, come peraltro avvenuto in precedenti situazioni di crisi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Traguardi Enel energia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 31 luglio 2013

Enel Energia supera il traguardo degli 8 milioni di clienti che hanno scelto una delle sue offerte per la fornitura di elettricità e gas per il mercato libero. A 7 anni dalla liberalizzazione del mercato elettrico, Enel Energia si conferma quindi il leader del settore, mentre per quanto riguarda il segmento Gas, a 10 anni dall’apertura alla concorrenza, Enel si posiziona al secondo posto. Oltre la metà di coloro che hanno scelto di passare al mercato libero dell’elettricità ha aderito a una delle offerte di Enel Energia, a cui si aggiunge il 15% dei clienti del mercato libero del gas. “Il traguardo degli 8 milioni di clienti di Enel Energia – afferma Gianfilippo Mancini, Direttore Divisione Generazione, Energy Management e Mercato Italia di Enel – conferma l’importanza dell’apertura del mercato alla concorrenza come opportunità di crescita e miglioramento per Enel che ha fatto da apripista. Le famiglie e le aziende nostre clienti apprezzano ogni giorno i benefici della loro scelta non solo dal punto di vista economico, grazie alle offerte che proponiamo, ma anche dal punto di vista della qualità del servizio che in questi dieci anni è continuamente migliorata; un’eccellenza testimoniata dal riconoscimento dei servizi dei nostri call center da parte dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas. A questi si aggiungono i vantaggi aggiuntivi appositamente studiati da Enel Energia per i propri clienti, come i programmi di raccolta punti e le carte che offrono sconti in moltissimi esercizi commerciali e supermercati su tutto il territorio nazionale, che in un momento di crisi come questo possono far risparmiare cifre notevoli alle famiglie italiane”.
Le offerte di Enel Energia per il mercato libero, studiate per rispondere a necessità di consumo diverse, garantiscono prezzi della componente energia fissi e bloccati per un anno e consentono di sapere in anticipo l’importo della bolletta. Si va da “Semplice luce” e “Semplice gas” a “Tutto Compreso”, che permette di scegliere la propria taglia in base alle esigenze di consumo e al prezzo, esattamente come si fa per i vestiti. L’attenzione ai consumatori è testimoniata dalla qualità dei servizi telefonici offerti alla clientela, sia per il mercato libero sia per il servizio di maggior tutela. I call center di Enel sono infatti per la quinta volta consecutiva al primo posto per la qualità dal servizio nella classifica stilata dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas che prende in esame le aziende di vendita con oltre 50mila clienti. Gli operatori telefonici di Enel rispondono a 50 milioni di chiamate l’anno offrendo tutti i giorni, 24 ore al giorno 7 giorni su 7, una risposta alle esigenze dei clienti.
I vantaggi per i clienti di Enel Energia proseguono con una serie di sconti, non solo in bolletta ma anche per l’acquisto di altri beni e servizi, che sono stati ideati appositamente per coloro che hanno scelto una delle offerte. Con una spesa di meno di 2 euro al mese è possibile avere la carta EnelMia e ottenere da subito sconti fino al 30% negli oltre 7mila punti vendita e negozi dei partner convenzionati in tutta Italia. Il programma di raccolta punti gratuito EnelPremia2 garantisce invece sconti in bolletta e premi “green” Made in Italy prodotti da aziende socialmente responsabili. Per accumulare i punti basta l’utilizzo normale quotidiano di luce e gas. (Zina Aceto)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I talenti del futuro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 31 luglio 2013

I collegi di merito sono una realtà sempre più importante nelle città universitarie italiane. Anche Como, per la prima volta, ospiterà un collegio di merito, La Scuola di Como, un luogo nuovo e unico per la formazione dei talenti e dei futuri dirigenti di domani. La Scuola di Como è promossa da Univercomo ed è aperta agli studenti del Politecnico di Milano – polo territoriale di Como, dell’Università dell’Insubria – sede di Como, del Conservatorio di Como e dell’Accademia di Belle Arti Aldo Galli. Il progetto è frutto della collaborazione tra Univercomo, il Comune di Como, gli atenei e gli istituti di altra formazione comaschi.
La scuola è il luogo d’elezione per chi ha meriti eccellenti e talento ed è disposto a mettersi in gioco per esplorare i “nuovi orizzonti per il futuro”. A studenti motivati e meritevoli offre la possibilità di crescere intellettualmente e umanamente in un clima di partecipazione e collaborazione per molti aspetti unico, proponendo una serie di attività formative e di attività extra-curriculari e avvalendosi della sinergia con il Collegio di Milano: conferenze, dibattiti e incontri con personalità del mondo culturale, scientifico e produttivo, project work, lavori su progetti di gruppo.
Nell’ambito de La Scuola di Como gli studenti potranno confrontarsi con un ambiente multiculturale ricco e stimolante, operando su progetti comuni e sviluppando la capacità di lavorare insieme. Lo scopo principale del collegio è la creazione di uno “spirito” comune che favorisca la crescita personale degli studenti e che getti le basi per il loro futuro lavorativo in ambito locale e internazionale contribuendo a formare la classe dirigente del futuro.
La Scuola di Como è aperta agli studenti delle università e degli istituti comaschi di alta formazione che hanno il desiderio e la capacità di valorizzare il proprio percorso di studi per scrivere la loro storia: un trampolino di lancio per poter cambiare il proprio futuro. “Nuovi orizzonti per il futuro” è, infatti, il motto scelto per rappresentare la Scuola, un motto che riflette lo spirito del collegio, un luogo adatto a giovani capaci, con una visione aperta sul futuro e che non temono di affrontare nuove sfide. Le diverse attività proposte dalla Scuola seguiranno un tema diverso ogni anno. Il tema scelto per questo primo anno è “Sulle spalle dei giganti: a lezione di scienza e cultura”. Un tema che sottolinea gli obiettivi della Scuola: permettere a giovani talenti di formarsi a 360 gradi mettendosi in gioco, confrontandosi con i “giganti” per imparare da loro e guardare oltre, per riuscire a spingere lo sguardo ancora più lontano sull’orizzonte. Le attività proposte all’interno del progetto formativo, volto a riconoscere e promuovere il merito, potenziare i talenti e valorizzare le aspirazioni personali, saranno dedicate non solo agli studenti della Scuola ma aperte anche a tutti gli studenti comaschi e alla cittadinanza, nell’ottica di una crescita comune. Gli studenti saranno ammessi al collegio su base meritocratica e motivazionale a seguito di un concorso. La domanda di ammissione va presentata dal 25 luglio fino alle ore 12 del 6 settembre. Una parte dei posti disponibili sarà coperta da borsa di studio.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

No vacanze di Natale a due terzi degli italiani

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 novembre 2011

Natale il casa..anticipazioni

Image by tom&oliver via Flickr

Il 63% degli italiani non partirà per le vacanze durante la pausa natalizia, dei restanti il 24% spenderà meno di 500€ e solo il 13% 1.000€ o più per le vacanze. Questi sono alcuni dei dati di un sondaggio effettuato dalla sezione ricerche di Oro Cash, concluso nel mese di novembre 2011, su 1800 clienti chiamati a esprimere i loro progetti natalizi al momento dell’acquisto in uno dei più di 310 punti vendita in tutta Italia. Nonostante la situazione di risparmio che denotano questi dati gli italiani saranno comunque solidali, infatti il 41% degli intervistati donerà almeno 10€ in beneficenza, dei restanti il 28% donerà almeno 5€ e il 31% non farà beneficenza.Dai dati del sondaggio emerge anche che il 51% spenderà meno di 200€ per i regali di Natale e solo il 17% più di 300€ (32% spenderà fra 200 e 300). Inoltre solo il 34% degli intervistati spenderà più di 100€ per la cena/pranzo di Natale dei restanti il 35% spenderà meno di 50€. “Visionati i dati del sondaggio, – spiega Marco Agostoni, direttore commerciale di Oro Cash – sono stato lieto di scoprire che nonostante il clima di austerità del prossimo Natale gli italiani non si siano dimenticati della beneficenza. Come non si è dimenticato Oro Cash, che tra i suoi obiettivi aziendali pone l’attenzione al sociale, dando rilevanza particolare alla ricerca contro il cancro.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Libia: Sospendere azioni militari e avviare negoziati

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 luglio 2011

“In Libia quella che doveva essere un intervento umanitario di soccorso ai civili s’è trasformato presto in un’azione militare di ampio raggio con scopi ed obiettivi non sempre chiari e condivisi con grave danno della popolazione indifesa e innocente. Chiediamo l’immediata cessazione dei bombardamenti e l’avvio dei negoziati” lo dichiara l’on. Americo Porfidia di Noi Sud e membro della Commissione Difesa alla Camera “Abbiamo abbondantemente superato i 100 giorni di bombardamento, in una sorta di annebbiamento collettivo, senza chiederci le conseguenze di tale azione militare sulla popolazione civile libica. Il premier libico Baghdadi al-Mahmudi ha dato la sua erano ribellati al regime gheddafiano, e mi sembra che questo sia ormai un dato certo. Le bombe devono disponibilità per aprire un negoziato senza condizioni e senza la presenza di Gheddafi, a patto che si fermino le bombe. Non ci dimentichiamo che l’uccisione di Muammar Gheddafi non rientra nell’azione e negli accordi internazionali esistenti, l’obiettivo iniziale era la protezione dei civili che si ora lasciare spazio alla mediazione ed al confronto delle posizioni. Chiediamo al Governo – conclude Porfidia – che non ha mai celato una sua posizione di disagio nei confronti dei bombardamenti, di attivarsi quanto prima sui tavoli internazionali per sostenere l’opzione negoziale e fermare in via definitiva l’uso delle armi”

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Educazione: save children

Posted by fidest press agency su martedì, 5 luglio 2011

Ancora oggi, 67 milioni di bambini nel mondo non vanno a scuola perché vivono in terre martoriate dalla guerra, flagellate da catastrofi naturali o colpite da povertà endemica. Questo dato evidenzia come la realizzazione dell’obiettivo del millennio relativo alla scolarizzazione primaria per tutti i bambini del mondo entro il 2015 sia praticamente impossibile. Nel giorno di inaugurazione a Ginevra dell’Annual Ministerial Review del Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite (AMR-ECOSOC), che farà un bilancio sul raggiungimento del diritto all’istruzione nel framework dell’Agenda degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio e degli Obiettivi dell’Education For All (EFA) e si porrà l’obiettivo di promuovere nuove strategie per aumentare l’accesso e la qualità dell’istruzione nel mondo, Save the Children vuole accendere i riflettori sull’importanza di garantire il diritto all’educazione anche nei contesti di emergenza, proprio perché la scuola è un mezzo per far tornare i bambini ad una situazione routinaria e a superare i traumi che un conflitto o un disastro naturale provocano in ognuno di loro. Dopo il devastante terremoti di Haiti, all’inizio dello scorso anno, la maggior parte dei bambini non è riuscita ad andare a scuola, in un contesto sociale dove già quasi la metà di essi non era scolarizzato. Oltre 300.000 bambini non hanno potuto frequentare la scuola in Pakistan, dopo che le alluvioni nell’agosto del 2010 si sono abbattute sul paese, danneggiando le scuole. Il terremoto e lo tsunami in Giappone hanno seriamente danneggiato circa 7000 scuole e tuttora 286 di esse sono utilizzate come centri per gli sfollati. Dopo la crisi post-elettorale di in Costa d’Avorio e le conseguenti violenze, la quasi totalità degli oltre 540.000 bambini iscritti a scuola ha smesso di frequentarla e ad oggi oltre 80.000 non sono ancora tornati sui banchi. Per questo Save the Children, che ha uno status consultivo presso il Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite (ECOSOC), chiede alla comunità internazionale e ai paesi donatori di:
• destinare fondi specifici per l’educazione;
• assicurare il finanziamento essenziale all’educazione in contesti d’emergenza;rafforzare i sistemi educativi e promuovere il ruolo essenziale dell’educazione nelle fasi di peacebuilding post conflitto;
• supportare sistemi educativi creativi ed innovativi.
In particolare, Save the Children Italia raccomanda al Governo Italiano di:
• destinare fondi adeguati dell’ APS (aiuto pubblico per lo sviluppo) all’istruzione con particolare attenzione ai cosiddetti “CAFS” (Conflict Affected Fragile States), con un approccio flessibile che preveda il supporto alla costruzione dei sistemi educativi di qualità e e allo stesso tempo garantisca l’accesso immediato all’istruzione;
• prevedere che l’istruzione sia parte integrante delle politiche e delle pratiche di intervento umanitario;
• aumentare lo stanziamento dei fondi dell’aiuto umanitario destinati all’educazione;
• rispettare gli impegni assunti a supporto dell’Education for All – Fast Track Initiative, allocando una quota di almeno 10 milioni di euro all’EFA/FTI per il prossimo triennio, per rispondere agli impegni annunciati nel documento delle Linee Guida 2011-2013 DGCS (Direzione Generale per la cooperazione allo Sviluppo ) / MAE (Ministero Affari Esteri).

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Voci dal mondo femminile”

Posted by fidest press agency su sabato, 21 maggio 2011

Questo è il nome degli incontri che l’Associazione Genere Femminile organizza a Roma, tutti i lunedì, ore 17-18, presso il Consultorio Familiare “San Giovanni Battista”, via Amedeo Crivellucci 3. Lo slogan è “Noi donne siamo sole solamente quando pensiamo di esserlo. La rete di relazioni dà senso alla vita. Incontriamoci e parliamone.” Ritrovarsi o conoscersi meglio e nel gruppo imparare a far sentire con più forza la propria voce: questo è l’obiettivo degli incontri.
Le donne conoscono se stesse ed i propri bisogni, ma la loro voce spesso si affievolisce nella routine della quotidianità, nella pressione del fare, dell’essere al servizio delle aspettative degli altri, nella paura di non deludere, nel prendersi cura prima degli altri e poi di se stesse. Il rischio è che la donna smarrisca la propria identità in favore di quella di qualcun altro perdendo se stessa.
Cosa si nasconde allora dietro al senso di solitudine, all’incapacità di star bene con gli altri, di fare gruppo? La sensazione di non essere mai all’altezza, la perenne paura di tutto, la paura dell’abbandono, la paura dell’altro, il desiderio eccessivo di piacere? Questi sono solo alcune tematiche che verranno affrontate durante gli incontri.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »