Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘offerta’

Mercato del lavoro: il gap tra domanda e offerta continua a crescere, soprattutto al Nord

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 aprile 2019

Milano. In piena rivoluzione digitale sono molte le aziende, soprattutto quelle di medie e di grandi dimensioni, che hanno difficoltà crescenti nel reperire sul mercato i talenti di cui hanno necessità. A spiegarlo è chi si occupa quotidianamente di recruiting di profili specializzati, conoscendo molto bene, in prima persona, quanto il gap tra domanda e offerta si stia allargando sempre più .”Operai specializzati, dirigenti, ingegneri elettronici, analisti, agenti assicurativi, insegnanti di lingue straniere: sono molte le figure professionali ricercate che vengono trovate con sempre maggiore difficoltà”, commenta Carola Adami, CEO di Adami & Associati, società di ricerca e selezione di personale qualificato.
Ma cosa manca ai candidati? «A mancare in molti casi è l’esperienza, creando così un circolo vizioso. Ma tante volte i recruiter si trovano di fronte a una generalizzata assenza di competenze specialistiche, nonché alla mancanza di soft skills fondamentali, come per esempio il problem solving o le abilità di comunicazione» aggiunge Adami.L’impressione dei cacciatori di teste viene confermata da i numeri, a partire da quelli relativi al Rapporto Excelsior 2018 di Unioncamere. Stando a questa indagine, infatti, nel 2018 la domanda non ha incontrato l’offerta in oltre il 26% dei casi, con un aumento di ben 5 punti rispetto all’anno precedente. Il gap si rivela particolarmente marcato nel Settentrione, un dato motivato prima di tutto dalla maggiore richiesta di profili specializzati.
Le aziende lombarde, per esempio, durante lo scorso anno hanno incontrato notevoli difficoltà nel coprire i 28% dei posti lavorativi offerti. Guardando invece al Nord-Est, il mancato soddisfacimento dei prerequisiti fondamentali ha portato a lasciare scoperto circa un posto su 3, rallentando in modo significativo lo sviluppo delle imprese. Anche nel Meridione, del resto, il disallineamento tra domanda e offerta si è fatto sentire, con le imprese sicule, pugliese e campane che hanno lamentato difficoltà nell’individuare un lavoratore su 5.«La mancanza di esperienza finisce per colpire soprattutto i candidati più giovani: le imprese ricercano continuamente profili under 30, i quali però, molto spesso, non vantano le competenze necessarie» spiega l’head hunter Adami. Il gap del resto si allarga drasticamente per quanto riguarda determinate figure specialistiche: la forbice evidenziata dal Rapporto Excelsior 2018 arriva al 62% nel caso di specialisti in scienze chimiche, fisiche e informatiche. Come ha spiegato lo stesso presidente di Unioncamere Carlo Sangalli, «lo sviluppo tecnologico sta incidendo anche sulle competenze richieste ai lavoratori: in futuro a oltre 9 profili su 10 sarà associata la richiesta di competenze digitali».«Questo trend è destinato a continuare e persino ad aumentare nei prossimi anni» ha precisato Carola Adami «poiché le imprese continueranno a ricercare sempre più profili specializzati, con competenze molto elevate. Il mondo del lavoro sta cambiando, e con esso non può che mutare profondamente anche il capitale umano delle aziende. Poter contare sul giusto mix di competenze, per le imprese, è assolutamente fondamentale, a qualunque livello: per questo motivo è necessario affinare la tecniche di ricerca del personale specializzato nonché, dall’altra parte, puntare sulla formazione».

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Mismatch tra domanda e offerta di lavoro: come favorire un sistema connesso e dialogante”

Posted by fidest press agency su domenica, 21 aprile 2019

Il gruppo Value@Work promosso dall’ISSD presenta un tema interessante e attualissimo: incontro domanda e offerta di lavoro. Con il convegno, Value@Work vuole: sottolineare l’importanza di ripensare le competenze perché corrispondano sempre più al fabbisogno del mercato e rafforzare l’esigenza di un maggior dialogo e collaborazione tra le imprese e il mondo della formazione (università e centri di formazione professionali). Il ruolo dei diversi sistemi formativi è dunque quello di generare tali competenze facendo rete tra associazioni, istituzioni e imprese, per progettare azioni condivise e concrete.Gli autorevoli relatori erano concordi sul considerare le competenze come generatrici di valore per i singoli e la collettività, un patrimonio per la persona e per il Paese, espressione della vitalità produttiva, dello sviluppo economico e sociale, della capacità democratica di garantire mobilità, equità e giustizia.
Nella prima parte dei lavori si è parlato dei data base e dei sistemi per facilitare l’incontro domanda e offerta; interessanti le testimonianze di Daniela Vellucci, Regional Recruiter Randstaad Italia e di Silvano Del Duca Amministratore unico di Euro Global volte ad evidenziare come a volte il problema sia l’assenza o la scarsità di competenze richieste dal mercato, altre la difficoltà di far incontrare chi cerca con chi offre.
AHa chiuso la prima parte Maurizio Del Conte, Professore Università Bocconi, il tema del rapporto formazione/mondo del lavoro, e di come si può renderlo pratico ed efficace questo rapporto; ha presentato alcuni modelli internazionali in cui le aziende entrano nell’università e si costruiscono percorsi insieme, maggiormente attinenti al fabbisogno di competenze del mercato del lavoro e come questi possano essere replicati in Italia.
La seconda tavola rotonda ha rafforzate gli spunti sul rapporto tra formazione (universitaria e professionale) e mercato del lavoro, inteso come fabbisogno di competenze, ponendo l’accento sull’occupazione. Il prof. Alberto Gambino, Prorettore Università Europea di Roma ha spiegato come è importante il lavoro continuo che le Università devono fare per essere proattive rispetto alle esigenze mutevoli di competenze del mercato.
Marcella Mallen, Presidente di Prioritalia e membro di Value@Work ha evidenziato che: “siamo il Paese con il più alto skill mismatch in Europa per il forte disallineamento che esiste tra il sistema educativo e quello produttivo”.
La parte del convegno dedicata alle strategie per prevenire e gestire il mismatch attraverso un sistema connesso e dialogante si apre con l’intervento di Vincenzo Manfredi, Direttore Affari Istituzionali Softlab: “in Italia abbiamo un grande problema di mismatch fra domanda e offerta di lavoro a causa della parziale o insufficiente formazione dei giovani nell’ambito delle nuove professioni e della distanza di visione e implementazione fra mondo accademico e settori industriali”.
E nel mondo delle innovazioni interessante appare il profilo del giurista presentato dall’Avv. Elena Maggio: “le nuove tecnologie hanno profondamento inciso su tutte le professioni legali, sia nelle modalità di svolgimento che rispetto al contenuto. Oggi nessun avvocato, giudice o notaio può svolgere adeguatamente la propria professione senza conoscere le nuove tecnologie, presupposto per svolgere adeguatamente e coscienziosamente il proprio lavoro. Oltre ad aver mutato le professioni storiche le nuove tecnologie hanno portato a sviluppare nuove figure professionali, il DPO, il Responsabile della Trasformazione Digitale e l’Innovation Maker sono solo alcuni esempi di figure richieste dal mercato (pubblico e privato) che ancora stentano a trovare una adeguata risposta”.
Di opportunità lavorative legate alle nuove specializzazioni in particolare legate alla fibra, ha parlato Dario Pasquariello dell’Unione Cristiana Imprenditori e Dirigenti (UCID) e Virginia Desirée Zucconi del Coordinamento Donne dell’UCID.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gruppo Air France-KLM: incremento dell’offerta del 2% per l’estate 2019

Posted by fidest press agency su sabato, 23 marzo 2019

Per la stagione estiva 2019 (dal 31 marzo al 27 ottobre), Air France-KLM ha in programma di incrementare la propria offerta del 2%, rispetto alla precedente stagione estiva, offrendo 58 nuove rotte: + 1,3% per le tratte a lungo raggio, + 1,2% per le tratte a medio e corto raggio, + 9,3% per le tratte low cost di Transavia.Benjamin Smith, CEO di Air France-KLM, dichiara: “A partire dal 31 marzo, i nostri clienti potranno volare su una delle nostre 58 nuove rotte con Air France, KLM e Transavia. Stiamo sviluppando la nostra offerta di destinazioni con un aumento pari al 2% e ci impegneremo per garantire ai nostri clienti un’esperienza di viaggio senza precedenti che risponda alle loro aspettative. Per Air France ciò significa armonizzare l’offerta per i clienti premium e per KLM fornire il miglior prodotto disponibile su tutti i voli. Siamo il principale gruppo aereo a lungo raggio in partenza dall’Europa, con oltre 100 milioni di passeggeri trasportati nel 2018; il nostro obiettivo, sostenuto da tutti i nostri team, è chiaro: Air France, KLM e Transavia devono essere i brand di riferimento dei nostri clienti per tutti i loro viaggi in Europa e nel mondo”

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Security: Maticmind annuncia un nuovo portfolio di offerta

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 giugno 2018

L’aumento della complessità delle reti, il livello di adozione delle tecnologie implementate e dei servizi ad esse collegate, l’aumento dei dati, l’utilizzo del digital e l’inadeguato livello di sicurezza, rendono le reti vulnerabili a cyberattacchi che potrebbero mettere a repentaglio l’operato delle aziende, causando perdite economiche, dirette e indirette, molto ingenti. Per questo motivo la sicurezza delle reti, delle informazioni e dei dati rappresenta un tema al quale le aziende di tutti i settori sono sempre più sensibili.Al fine di soddisfare le richieste di un mercato in evoluzione, è fondamentale unire aspetti normativi ed organizzativi focalizzandosi sulle competenze tecnologiche coniugando soluzioni e servizi a valore.Partendo da questo principio, Maticmind ha intrapreso il percorso di implementazione del proprio portfolio di offerta inerente alla sicurezza partendo da due importanti acquisizioni avvenute nel 2017, che hanno portato l’azienda ad affermarsi sul mercato sia come valore che come offerta. La prima operazione straordinaria ha visto l’acquisto del 60% delle quote di Cybermind, azienda operante nell’ambito della governance e della cybersecurity. La seconda ha avuto come protagonista Business-e, leader nel mondo della sicurezza da oltre 20 anni sia in ambito tecnologico che in ambito consulenziale e dei Managed Security Services, di cui sono state acquisite il 100% delle azioni. Grazie a queste operazioni, Maticmind ha conseguito l’obiettivo di affiancare a un modello di business basato sul prodotto e sulla soluzione, un modello basato sul progetto e soprattutto sul servizio oltre che acquisire un ruolo da protagonista nel contesto della compliance normativa, completando lo scacchiere di tecnologie a supporto delle soluzioni e proponendo una linea di managed services multilivello che va dai self-provisioned services a quelli ad elevato contenuto fino ai servizi del nuovo Security Operation Center (SOC) ospitato in una struttura dedicata. Per massimizzare l’efficacia su questo complesso mercato, Maticmind ha dedicato una struttura di professionisti con competenze trasversali sulla materia in grado di supportare il cliente nelle scelte organizzative e tecnologiche con un approccio consulenziale, a sostegno della volontà di interpretare il ruolo del partner a valore. Questo team è direttamente coordinato dalla figura del Chief Information Security Officer, che per la natura dell’azienda e convergenza di obiettivi qualitativi, ha delega sia sugli aspetti corporate a garanzia della qualità dei servizi, che sul business.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Torna il B&B Day, giunto ormai alla sua 12esima edizione

Posted by fidest press agency su domenica, 11 febbraio 2018

illustrazione-bb-daySabato 10 marzo i viaggiatori dormono gratuitamente nei bed and breakfast d’Italia. Basta prenotare anche il giorno prima e/o il giorno dopo per avere la notte (più colazione) in omaggio.
Dimore di charme, antiche ville, casali in campagna, accoglienti strutture familiari nei centri storici delle città d’arte o nei borghi più belli della penisola: tutti pronti all’accoglienza per il B&B Day, l’appuntamento fisso ideato nel 2007 e da allora organizzato ogni anno a marzo da http://www.Bed-and-Breakfast.it. Solitamente l’evento si svolge nel primo fine settimana del mese: l’edizione 2018 è posticipata al secondo weekend di marzo per non interferire con le elezioni politiche e regionali di domenica 4.I B&B affiliati al portale che aderiscono all’iniziativa offrono il soggiorno di sabato 10 marzo in omaggio ai viaggiatori che prenotino a pagamento anche il giorno precedente (venerdì 9) oppure il successivo (domenica 11): una vacanza a metà prezzo, insomma. Chi volesse trascorrere in bed&breakfast tre notti anziché due – da venerdì 9 fino a domenica 11 inclusa – avrà comunque il sabato gratuito.
Il sito http://www.BBDay.it raccoglie tutti gli alloggi vacanzieri disponibili per questa 12esima edizione della giornata nazionale del B&B. È possibile effettuare ricerche per città, regione, tema di viaggio (campagna, lago, mare, montagna, ecc.) e restringere i risultati alle sole strutture extra-alberghiere che abbiano specifiche caratteristiche: in caso ci si muova con amici a quattro zampe si può per esempio circoscrivere la ricerca ai soli B&B pet friendly. Scelto il B&B, il costo per la notte del 10 marzo sarà decurtato in automatico al momento della prenotazione.Il B&B Day è una festa: si celebra l’ormai affermata formula ricettiva calorosa, intima, rilassata, responsabile e sostenibile che gli host e gli ospiti dei bed and breakfast abbracciano. Ed è un’occasione da non perdere per sperimentare l’ospitalità familiare o conoscere più approfonditamente l’universo B&B – a condizioni ancora più economiche del consueto – e scoprire al contempo pezzi d’Italia.Nel weekend del 10 marzo, inoltre, saranno in corso molti grandi eventi: la retrospettiva su Frida Kahlo al Mudec di Milano, i capolavori di Picasso al Palazzo Ducale di Genova, l’esposizione dedicata a Monet al Vittoriano di Roma, la mostra Tesori nascosti. Da Giotto a de Chirico al Castello Ursino di Catania, per citarne alcuni. Quale migliore occasione del BBDay per una visita a città e museo?

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Verizon Enterprise Solutions amplia la propria offerta di servizi di rete

Posted by fidest press agency su mercoledì, 31 gennaio 2018

verizonMilano. Verizon Enterprise Solutions, uno dei primi service provider a lanciare una strategia di trasformazione di rete basata sulla tecnologia software defined networking (SDN), annuncia l’espansione di questa suite attraverso il lancio di Virtual Network Services – Session Border Controller as a Service (SBCaaS). Disponibile negli Stati Uniti e in altri Paesi nel mondo attraverso gli hosted network service di Verizon e sviluppato con Ribbon Communications, Virtual Network Services – SBCaaS abilita l’implementazione di session border controller basati sulla geo diversificazione ed è un ulteriore esempio dell’impegno di Verizon nel voler aiutare le aziende ad effettuare la migrazione verso un ambiente digitale. Con l’evoluzione del mercato globale, Verizon sta accrescendo il proprio portfolio di offerte in ambito SDN e VNS per fornire alle aziende il supporto e gli strumenti di cui hanno bisogno per poter crescere. “L’utilizzo sempre maggiore dei media digitali a bassa latenza e delle soluzioni di unified communications sta spingendo le aziende ad applicare i vantaggi della virtualizzazione del network ai voice IP e ai session border controller,” ha dichiarato Vickie Lonker, vice president of Network and Virtual Solutions di Verizon. “I Virtual Network Services – SBCaaS forniscono funzionalità di interworking e sicurezza avanzate indispensabili per queste aziende, attraverso un modello di spesa operativo estremamente elastico, che aiuta le aziende a gestire meglio i costi, ad adattarsi alle esigenze mutevoli del business e a ridurre la dipendenza dalle reti hardware e dai potenziali rischi di danni a queste reti.” Per le aziende che offrono nuovi servizi o che devono far fronte alle richieste stagionali, l’installazione e la configurazione della rete hardware può essere dispendiosa in termini di tempo e di fatica. Inoltre le infrastrutture di reti legacy includono vari livelli di punti deboli e di difficoltà di configurazione.Una soluzione agile ed elastica, che può essere implementata in giorni invece che in settimane, e senza investimenti onerosi, può aiutare le aziende a rispondere alle loro crescenti aspettative nella fornitura dei servizi, e allo stesso tempo può aiutare a prevenire frodi e minacce TDoS.
Secondo Kevin Riley, CTO and Advanced R&D di Ribbon, “In questa fase di rapido sviluppo del mondo tecnologico, le aziende devono innovare senza perdere tempo e i Virtual Network Services – SBCaaS di Verizon offrono loro un percorso sicuro e rapido verso il futuro, percorso che è già stato testato e approvato da un loro partner di fiducia. SBCaaS, con Ribbon, combina un livello di sicurezza elevato con un modello di consumo cloud-based, per permettere alle aziende di proteggere le loro reti e mantenere comunicazioni di qualità elevata e in tempo reale totalmente affidabili, sia che abbiano 10 utenti, sia che ne abbiano diecimila.”
“I session border controller sono essenziali in un’infrastruttura basata sull’IP”, afferma Mike Brandenburg, industry analyst Frost & Sullivan. “Tuttavia, sono sempre state spese ingenti sul capitale, e richiedono skill elevate per essere applicate e per la loro manutenzione. Virtualizzando gli SBC ed eliminando quindi queste criticità, Verizon propone una strategia assolutamente disruptive, e offre un’alternativa convincente ad un’applicazione SBC on-premise e configurata manualmente”. Virtual Network Services – SBCaaS è disponibile con una formula di abbonamento “pay-as-you-go”, e può essere applicata come opzione stand-alone, oppure come servizio associato ad altre funzioni di rete virtualizzate (VNF) per velocizzare una sicurezza più efficace, la qualità dei servizi, e l’applicazione delle normative per le comunicazioni voice IP e video.
Come nel caso delle altre soluzioni della linea VNS, Virtual Network Services – SBCaaS fornisce un modello di pricing e spese operativo e predittivo, insieme ad altri servizi, funzionalità e opzioni di realizzazione che mirano a semplificare la pianificazione del bilancio, e migliorare l’utilizzo delle risorse di rete. L’orchestrazione aziendale consente una fruizione rapida del servizio e la gestione del cambiamento di policy globali, supportando così gli utenti che si ritrovano a far fronte a cambiamenti repentini e inaspettati in termini di capacità, pur azzerando la necessità di ri-configurazioni on site.La realease di altre opzioni, tra cui universal CPE (uCPE) on-premise di Verizon e l’applicazione della rete ibrida, oltre alla linea di servizi VNF estesa e alle funzionalità capacity, è in programma per i prossimi mesi del 2018.Le reti aziendali si trovano nel bel mezzo di una rivoluzione. Le aziende e le organizzazioni internazionali richiedono sempre maggiore flessibilità, insieme alla capacità di massimizzare le proprie risorse di rete. Verizon sta progettando reti intelligenti e dinamiche per quelle aziende che rispondono automaticamente ai cambiamenti costanti delle necessità di business, per contribuire al raggiungimento dei migliori risultati possibili. L’ecosistema aziendale di soluzioni di rete virtualizzate on-demand velocizza la migrazione verso il cloud e il digitale, semplifica la struttura IT e contiene i costi.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Banche venete: Aduc lancia contro-offerta a due euro!

Posted by fidest press agency su lunedì, 26 giugno 2017

troisi2Nel film di Massimo Troisi “Scusate il ritardo” è famosa la scena del regalo dei figli alla mamma in cui Vincenzo (Troisi) cerca di coinvolgere il più facoltoso fratello Alfredo mettendo assieme “Cinquemila lire io, cinquemila lire Patrizia e un milione e due tu!”
E’ quello che sta accadendo con le banche venete, che vengono regalate ad Intesa Sanpaolo ad un euro ed “il milione e due”, anzi almeno una dozzina di miliardi di euro, ce lo mettono i contribuenti italiani.Per evitare questo scandalo, Aduc ha deciso pertanto di rilanciare, offrendo per le due banche venete l’importo di due euro! Come Intesa Sanpaolo, Aduc non si farà carico delle pendenze passate, non rileverà i crediti difficili, farà pagare ai contribuenti le migliaia di esuberi tra i dipendenti e non si impegnerà nemmeno al rifornimento di carta igienica alle agenzie.E se ad Intesa Sanpaolo credono di poterci intimidire rilanciando a tre euro, sappiano sin da ora che possiamo arrivare fino a cinque!

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La comodità dello shopping online per un’offerta dedicata di noleggio per Fiat 500

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 marzo 2017

fiat 500Da oggi Fiat e Leasys offrono la semplicità e la comodità dello shopping online con un’offerta dedicata di noleggio per Fiat 500 su Amazon.it con l’innovativa formula BE-FREE: una soluzione di mobilità altamente competitiva nella proposta economica e completa dal punto di vista tecnologico. Un prodotto semplice, chiaro e vantaggioso, dedicato a chi vuole sentirsi libero di utilizzare l’auto “senza pensieri” e senza intaccare il proprio patrimonio.
E’infatti disponibile su Amazon.it l’innovativa formula BE-FREE: una nuova soluzione di mobilità altamente competitiva nella proposta economica e completa dal punto di vista tecnologico. Un prodotto semplice, chiaro e vantaggioso, dedicato a chi vuole sentirsi libero di utilizzare l’auto “senza pensieri” e senza intaccare il proprio patrimonio.
Il fenomeno dell’e-commerce continua ad evidenziare come gran parte degli acquisti online oggi avvenga proprio dal salotto di casa. Per questo Fiat e Leasys sono ora in grado di offrire su Amazon.it l’opportunità di selezionare, a condizioni vantaggiose la propria scelta di mobilità con un click, in qualunque momento, in modo facile e sicuro. Il cliente potrà scegliere una proposta resa ancora più innovativa da un’esclusiva formula d’acquisto. Tutti coloro che effettueranno la scelta di BE-FREE su Amazon.it accederanno a un eccezionale vantaggio economico. Bastano 99 euro per acquistare un ‘kit’ di benvenuto che assicurerà l’accesso ai vantaggi della promozione: BE-FREE al prezzo di 179 euro al mese per una Fiat 500 Pop 1.2 litri 69 CV, 20 euro al mese in meno rispetto al canone convenzionale.
L’innovativo BE-FREE si caratterizza per un importo mensile fisso per tutta la durata del contratto (48 mesi e 60.000 km), IVA inclusa e senza anticipo aggiuntivo, che comprende Assicurazione RCA, bollo, assistenza stradale e la possibilità di gestire tutti i servizi legati all’auto grazie alla Leasys App. E, in particolare, se si cambia idea, o cambiano le proprie esigenze di mobilità è possibile restituire l’auto dopo il primo anno senza alcuna penale di restituzione anticipata. (foto: fiat 500)

Posted in recensione, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scienze politiche: offerta formativa

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 marzo 2017

Roma Martedì 21 Marzo 2017, ore 9:30 Aula Magna di Scienze Politiche Via Chiabrera 199. Durante la Giornata di Vita Universitaria presso il Dipartimento di Scienze politiche verrà presentata l’offerta formativa dei Corsi di Laurea in Scienze politiche e relazioni internazionali, Scienze politiche per il governo e l’amministrazione, Scienze politiche per la cooperazione e lo sviluppo. L’incontro si svolgerà martedì 21 marzo 2017 dalle ore 9,30 alle ore 14 presso l’Aula Magna del Dipartimento sito in Via Chiabrera 199.
Durante la GVU gli studenti avranno la possibilità di assistere alla presentazione dell’offerta formativa da parte dei docenti e degli studenti seniores del Dipartimento, nonché di partecipare ad alcune lezioni. Il programma dell’incontro sarà costantemente aggiornato on line sul sito orientamento nell’apposita sezione dedicata: http://host.uniroma3.it/progetti/orientamento/
Per informazioni relative all’offerta didattica del Dipartimento è possibile consultare il sito: http:// scienzepolitiche.uniroma3.it/

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Architettura: offerta formativa

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 marzo 2017

Roma Mercoledì 15 Marzo 2017, ore 9:30 Aula Magna di Architettura Largo Gian Battista Marzi 10. Durante la Giornata di Vita Universitaria presso il Dipartimento di Architettura verrà presentata l’offerta formativa del Corso di Laurea in Scienze dell’Architettura. L’incontro si svolgerà mercoledì 15 marzo 2017 dalle ore 9,30 alle ore 13 presso l’Aula Magna del Dipartimento di Architettura, in Largo Gian Battista Marzi, 10 – Roma.
Durante la GVU gli studenti avranno la possibilità di assistere alla presentazione del suddetto Corso di Laurea da parte dei docenti e degli studenti seniores del Dipartimento, nonché di assistere a dei seminari.Il programma dell’incontro sarà costantemente aggiornato on line sul sito orientamento nella sezione dedicata: http:// http://www.architettura.uniroma3.it

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Air France: aumento dell’offerta

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 ottobre 2016

air francePer la stagione invernale 2016-2017 (dal 30 ottobre 2016 al 25 marzo 2017), l’offerta del Gruppo aumenta del +3,7% rispetto alla scorsa stagione invernale*, una crescita dovuta all’attività di trasporto passeggeri sulle reti a lungo raggio (+2%) e a corto/medio raggio (+3,3%), nonché all’attività low cost di Transavia (+28,6%). Tra le rotte a lungo raggio, Air France-KLM inaugura altre 9 destinazioni, estendendo la propria rete su tutti i continenti. Per i passeggeri diretti negli Stati Uniti, Air France offre voli in partenza da Parigi-Orly con destinazione New York-JFK, in continuità con la stagione estiva 2016, mentre KLM potenzia i collegamenti Amsterdam Schiphol – Miami. In Medio Oriente, Air France offre collegamenti con Teheran (Iran) in partenza da Parigi-Charles de Gaulle e KLM inaugura questa nuova destinazione con partenza da Amsterdam Schiphol. In continuità con la stagione estiva 2016, KLM opera inoltre la rotta Amsterdam Schiphol – Astana (Kazakhstan). In Africa, Air France apre il collegamento con Accra (Ghana) e KLM inaugura la rotta verso Windhoek (Namibia), in partenza dai rispettivi hub. In Sud America, Air France collega per la prima volta Parigi-Charles de Gaulle a San José (Costa Rica). In Asia, KLM propone l’apertura di un collegamento diretto tra Amsterdam-Schiphol e Colombo (Sri Lanka).
Per la stagione invernale, Air France-KLM risponde alla domanda del mercato proponendo 12 nuovi collegamenti sulla sua rete a corto/medio raggio. Le destinazioni operate da Air France sono Biarritz (Francia), Glasgow (Scozia) e Oran (Algeria) in partenza da Parigi-Charles de Gaulle, a cui si aggiunge Lussemburgo in partenza da Lione. I collegamenti operati da KLM sono Dresda (Germania), Dublino (Irlanda), Inverness (Scozia), Genova (Italia), Southampton (Inghilterra), Valencia e Alicante (Spagna), in partenza da Amsterdam-Schiphol. HOP! Air France lancia la nuova Navette per Montpellier, che si aggiunge alle quattro linee già esistenti tra Parigi-Orly e Tolosa, Bordeaux, Marsiglia o Nizza. In continuità con la stagione estiva 2016, viene riproposta anche la linea Rennes – Amsterdam Schiphol.
Infine, Transavia amplia significativamente i propri orizzonti con l’apertura di 31 nuovi collegamenti, di cui 17 in partenza da Monaco1, 9 in partenza da Amsterdam Schiphol2 e 5 in partenza dalla Francia (Parigi-Orly e Lione).

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

eCommerce B2c in Italia: esame di maturità per l’offerta

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 ottobre 2016

università milano bicoccaMilano. Martedì 18 ottobre 2016, ore 09.00 – 13.45 Aula Magna dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca, edificio U6 Piazza dell’Ateneo Nuovo n°1. L’eCommerce B2c è chiamato alla prova di maturità, fra nuovi ingressi di operatori tradizionali sull’online, nascita di startup con modelli di business innovativi epotenziamento di iniziative già esistenti. Tutti fattori che stanno arricchendo ecompletando l’offerta online in Italia anche in quei settori, come il Food&Grocery, tradizionalmente poco attivi sul web. Queste evoluzioni, invocate e attese da diversi anni, da un lato hanno effetti immediati sulla crescita degli acquisti online e dall’altro lasciano presagire per il futuro un cambio di ritmo nello sviluppo dell’eCommerce. Il convegno di presentazione dei risultati della Ricerca 2016 dell’Osservatorio eCommerce B2c, promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano e da Netcomm, si è proposto di studiare le principali caratteristiche del mercato e di delinearne con occhio critico l’evoluzione.Focus in 10 domande:
Quanto vale l’eCommerce B2c in Italia nel 2016?
Qual è la domanda eCommerce B2c dei consumatori italiani? Quanto vale l’Import?
Cosa emerge dal confronto tra l’Italia e i principali mercati internazionali?
Quali sono gli elementi per una customer experience di successo?
Come la logistica, fattore critico di servizio, contribuisce allo sviluppo dell’eCommerce B2c?
Quali sono gli strumenti di pagamento più utilizzati? E quale sarà l’impatto degli strumenti innovativi basati su nuove tecnologie o nuovi paradigmi?
Quanto vale il mobile Commerce e quali sono le sue prospettive di crescita?
Come sono utilizzati gli Smartphone e i Tablet nel processo di interazione azienda-consumatore?
Quali sono le principali direttrici di innovazione in ambito eCommerceB2c?
Qual è il ruolo delle startup nello scenario nazionale e internazionale?
Durante il convegno si terranno diverse Tavole Rotonde a cui parteciperanno alcuni dei principali operatori dell’eCommerce B2c italiano. La partecipazione al Convegno è gratuita.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Italia: Aste immobiliari

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 settembre 2016

Auction, Real Estate concept. Hand with judge gavel and house model.

Auction, Real Estate concept. Hand with judge gavel and house model.

Ogni anno in Italia si registrano 278.000 esecuzioni immobiliari: quello delle aste è un mercato in espansione tanto nell’offerta quanto nella domanda. Gli acquirenti possono puntare a immobili che, solitamente, vengono messi in vendita a una cifra inferiore del 25% rispetto al loro valore di mercato. L’Ufficio Studi di Immobiliare.it ha analizzato gli annunci di aste immobiliari presenti sul portale e ha scoperto che il valore medio degli immobili residenziali messi all’asta in Italia ammonta a 142.000 euro e che la superficie media è pari a poco meno di 100 metri quadri.
Dallo studio è emerso che il Trentino Alto Adige è la regione in cui le perizie registrano i valori più alti, considerando che qui la media è pari a 223.000 euro. Alla fine delle graduatoria nazionale si trovano Piemonte e Calabria che sono le regioni dove si registrano i valori di perizia più bassi.
Per ciò che concerne le dimensioni di questi immobili, la classifica è guidata da Sicilia e Marche: sull’isola la media è pari a 148 metri quadrati, mentre nella regione del Centro i valori si assestano su 141 metri quadrati. Se per gli immobili in vendita è Firenze quello più caro in assoluto, quando si parla di aste Roma la sorpassa. (foto: asta immobiliare)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Air France-KLM potenzia la propria offerta di voli per L’Avana

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 giugno 2016

air francePer rispondere alla crescente domanda del mercato, il Gruppo Air France-KLM proporrà 6 voli supplementari con destinazione L’Avana, portando la propria offerta a 21 collegamenti settimanali in partenza dai due hub europei di Parigi-Charles de Gaulle e Amsterdam-Schiphol. Air France offre a tutti i viaggiatori curiosi, esigenti e appassionati Travel by Air France, una guida di viaggio digitale e originale (travelby.airfrance.com). L’Avana è una delle 95 destinazioni proposte da questa guida, che ogni mese viene arricchita con due nuove città. I nostri clienti possono usufruire di un’ampia selezione di ristoranti insoliti, hotel di charme e siti pittoreschi, scelti da persone innamorate della propria città (rete di blogger, web influencer, giornalisti, ecc.). Air France ha concepito questa guida non solo come fonte di ispirazione nella scelta della destinazione del proprio viaggio, ma anche come vero e proprio strumento di assistenza durante il soggiorno. Sul sito KLM.com, gli internauti possono inoltre approfittare di una guida di viaggio che raccoglie 613 destinazioni, tra cui L’Avana. La guida contiene consigli su hotel, ristoranti e indirizzi utili, e fornisce informazioni pratiche sull’aeroporto, i mezzi di trasporto per la città, i visti necessari e la valuta locale. Inoltre, contiene informazioni aggiornate sugli eventi locali e il meteo. I passeggeri in partenza da L’Avana hanno a disposizione coincidenze ottimali verso tutta la rete dei voli di Air France-KLM provenienti dagli hub europei di Parigi-Charles de Gaulle e Amsterdam-Schiphol. La rete di Air France e KLM è quindi totalmente ottimizzata, per offrire ai clienti 320 destinazioni in 114 paesi.
In questo modo, il Gruppo offrirà in totale più di 860 posti al giorno, grazie ai 14 collegamenti settimanali operati da Air France con Boeing 777-200 (309 posti) e Boeing 777-300 (468 posti), e ai 7 collegamenti settimanali operati da KLM con Airbus A330-300 (292 posti) e Airbus A330-200 (243 posti).
Orari dei voli effettuati durante la stagione invernale 2016-2017 (ora locale):
AF 940: partenza da Parigi-Charles de Gaulle alle 10:45, arrivo a L’Avana alle 15:10;
AF 946: partenza da Parigi-Charles de Gaulle alle 14:05, arrivo a L’Avana alle 18:25;
AF 945: partenza da L’Avana alle 17:50, arrivo a Parigi-Charles de Gaulle alle 08:35 del giorno successivo;
AF 943: partenza da L’Avana alle 20:45, arrivo a Parigi-Charles de Gaulle alle 11:35 del giorno successivo;
KL 723: partenza da Amsterdam-Schiphol alle 10:30, arrivo a L’Avana alle 15:20;
KL 724: partenza da L’Avana alle 17:20, arrivo ad Amsterdam-Schiphol alle 08:30 del giorno successivo.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le banche del tempo festeggiano i vent’anni

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 maggio 2016

torinoTorino. Le Banche del tempo sono un”istituto di credito” molto particolare, dove non si deposita denaro bensì tempo e disponibilità. Sono un luogo che agisce come centro di raccolta della domanda e dell’offerta di tempo, come regolatore di nuovi sistemi di reciprocità, considerando questa come una forma di aiuto tra soggetti paritari. I soci della Banca attuano uno scambio reciproco di prestazioni e di tempo offrendo ciò che sono in grado di fare e ricevendo ciò di cui hanno bisogno.Si tratta di una forma di collaborazione, e non di volontariato, con la quale ci si aiuta ad affrontare anche le incombenze e gli impegni della vita quotidiana e familiare. In breve chi, ad esempio, sa suonare il pianoforte può offrire due ore di lezione in cambio di altrettante ore di piccoli aiuti domestici.Il Coordinamento delle Banche del tempo della Provincia di Torino ha preso forma nel 1996, su iniziativa della Commissione consiliare pari opportunità della Provincia di Torino, e comprendeva all’inizio cinque banche. Nel 2016, il Coordinamento Banche del tempo della Città metropolitana di Torino conta 15 banche iscritte e altre quattro non iscritte: ciascuna ha in media una cinquantina di soci.
Il Coordinamento ha festeggiato il ventennale con un incontro che si è svolto questa mattina, venerdì 6 maggio 2016, nella Sala Consiglieri di Palazzo Cisterna a cui hanno preso parte la consigliera delegata alle pari opportunità della Città metropolitana di Torino Lucia Centillo, l’assessore alle pari opportunità di Regione Piemonte Monica CeruttI e l’ex assessora alle pari opportunità della Provincia di Torino Aurora Tesio, che fu promotrice di molte iniziative per la messa in rete delle banche del tempo del territorio e oggi è Presidente del Coordinamento provinciale delle Banche del tempo.“Le Banche del tempo sono un’interessante formula di coesione sociale” commenta la consigliera Lucia Centillo “perché in tempi di crisi propongono un modello di economia non monetaria che fonda sul mutuo-aiuto, sul radicamento territoriale, sullo scambio solidale, insomma sono un modello di resilienza su piccola scala. Per questo ritengo che anche all’interno dell’associazionismo vadano sostenute e rilanciate, hanno delle peculiarità che ben si accorda con l’intento della Città metropolitana di sostenere il welfare e la qualità della vita pur sapendo che le risorse che oggi il pubblico può mettere a disposizione per questi obiettivi è limitato”.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Oracle Academy, si rinnova la proposta per formare i talenti di domani

Posted by fidest press agency su domenica, 4 ottobre 2015

Oracle_headquartersOracle Academy, il programma non profit Oracle che mette a disposizione del mondo della scuola e dell’università un’offerta completa di risorse per l’insegnamento delle discipline informatiche, inaugura l’anno accademico 2015/2016 presentando un nuovo curriculum di studi, nuovi corsi per certificazioni junior e nuove risorse interattive per l’apprendimento. Oracle Academy si pone l’obiettivo di fare progredire la formazione nel settore informatico, rendendola accessibile e interessante per gli studenti; per questo ora offre al mondo dell’education – ma anche agli studenti – la possibilità di aderire gratuitamente alle proprie iniziative, così da promuovere la conoscenza, l’innovazione, lo sviluppo delle competenze e la diversità nel campo delle tecnologie.
In Italia 14 istituti e 14 università aderiscono ad Oracle Academy: tra di essi vi sono Accademia del Levante (Bari), Centro Servizi Sede Pontina dell’Università La Sapienza di Roma, Dipartimento d’Informatica dell’Università di Torino, Istituto Atena (Varese), Dipartimento di Matematica e Informatica dell’Università di Messina, Area Servizi Informatici e Multimediali dell’Università di Udine, Dipartimento d’Informatica dell’Università di Milano, Dipartimento Management e Information Technology dell’Università di Salerno. In totale gli studenti che possono far leva sulla formazione Oracle sono 7.922. Tra le tecnologie software oggetto di studio negli istituti di formazione superiore e universitaria che hanno aderito a Oracle Academy in Italia, si possono ricordare, fra le altre, Oracle Database, Oracle NoSQL Database Enterprise Edition. le tecnologie per l’analisi dei Big Data e il Data Warehousing, Oracle Webcenter, Oracle Identity Manager. “Oracle è un’azienda che promuove la cultura dell’innovazione e dell’eccellenza sia al suo interno sia sul mercato. Oracle Academy raggiunge oltre 9.500 fra scuole e università in tutto il mondo” ha dichiarato Alison Derbenwick Miller, vice presidente, Oracle Academy. ” Il digitale oggi si intreccia a tutti i settori economici, pertanto abbiamo scelto di mettere a frutto tutto l’insieme delle nostre esperienze e competenze per lanciare, a partire da questo anno accademico, un’offerta innovativa e interattiva che si rivolge a tutti gli studenti, non solo quelli delle facoltà informatiche. E’ una proposta ancora più ricca di strumenti per arricchire i percorsi di istruzione superiore e per formare una nuova generazione di programmatori, sviluppatori, esperti del cloud”. Nuovi corsi e piani di studio dedicati a Java e ai “fondamentali” del database puntano a sviluppare negli studenti competenze basilari e molto richieste, tra cui ad esempio la capacità di utilizzare linguaggi come SQL e Java, che sono i pilastri dell’informatica moderna – dal cloud computing al big data all’Internet of Things. “I nuovi corsi Oracle Academy dedicati a Java e database sono un enorme passo avanti: una rivoluzione didattica per i docenti e gli studenti di informatica “ ha commentato Carol Fletcher, associate director, Texas Regional Collaboratives for Excellence in Science and Mathematics Teaching (TRC) presso l’Università del Texas a Austin. “Abbiamo introdotto con grande successo in tutto lo stato i programmi di Oracle Academy per la formazione dei docenti; posso affermare che questa scelta è stata una dei principali elementi che ha favorito lo sviluppo dell’ecosistema digitale in Texas”.”La Computer Science Teachers Association (CSTA) e Oracle Academy hanno pubblicato all’inizio dell’anno i risultati di un sondaggio, che ha evidenziato un enorme problema nelle scuole statunitensi legato all’accesso alla formazione ed alla comprensione della scienza dell’informazione” ha sottolineato Lissa Clayborn, deputy executive director e chief operating officer della CSTA. ” Da altri studi recenti sono emersi risultati in linea con i nostri; per questo apprezziamo l’impegno profuso da Oracle Academy per rispondere a questa sfida creando programmi innovativi per formare e perfezionare le conoscenze dei talenti di domani”.Per offrire agli iscritti ai suoi programmi di formazione un’esperienza ancora più soddisfacente, Oracle Academy ha rinnovato anche il suo sito web, creando un portale dinamico che si rivolge ad una community mondiale cui partecipano docenti, partner e oltre 2,6 milioni di studenti ogni anno. Si tratta di un ambiente di apprendimento collaborativo e coinvolgente, che contiene un ampio numero di corsi, video, piattaforme social integrate e altre risorse.
About Oracle Academy. As Oracle’s flagship philanthropic educational program, Oracle Academy advances computer science education globally to drive knowledge, innovation, skills development, and diversity in technology fields. To this end, Oracle Academy offers students and educational institutions a free and complete portfolio of software, curriculum, hosted technology, faculty trainings, support, and certification resources. The program works with public and private partners to provide the tools educators need to engage, inspire and prepare students to become innovators and leaders of the future. Through Oracle Academy, students receive hands-on experience with the latest technologies, helping to make them college and career ready in the era of big data, cloud computing, the Internet of Things, and beyond.

Posted in Cronaca/News, scuola/school, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pagamenti: il 90% dei negozianti chiede trasparenza alle banche sui costi del pos

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 febbraio 2015

pagamenti elettroniciI pagamenti tramite Pos fra professionisti, artigiani e negozianti si stanno diffondendo anche in Italia, ma meno del previsto. Uno dei motivi che frenano il passaggio dal contante ai pagamenti elettronici è la scarsa chiarezza sui costi. Un’indagine commissionata da Jusp, la società che ha messo a punto un sistema innovativo per i pagamenti in mobilità anche con smartphone, mostra che il 90 per cento dei circa un milione di esercenti dotati di pos non conosce i costi legati all’uso del dispositivo per le transazioni. Dall’indagine emerge una diffusa mancanza di chiarezza nelle condizioni poste dalle banche per l’uso del pos: “gli esercenti lamentano in particolare la mole di voci, fra costi fissi e commissioni per carte di credito e bancomat, che non contribuisce certo a dare l’immediata percezione di quanto costi ogni transazione eseguita e quale sia la differenza di offerta tra le varie banche”, riferisce il Ceo di Jusp Stefano Calderano.
La trasparenza che ormai le banche, dopo anni di pressioni da parte delle associazioni dei consumatori, garantiscono su conti correnti, mutui e prestiti, non sembra sia stata estesa anche ai pos, considerati BtoB e quindi fuori dalle garanzie offerte ai cittadini comuni. “Il mondo pos in effetti – sostiene Calderano – è un residuo del vecchio modo delle banche di fare pricing, e la legge sulla trasparenza di Bankitalia non aiuta: impone infatti un’enorme quantità di documenti, tutt’altro che trasparenti e comprensibili”.
Secondo Calderano ci vorrebbe, come per i conti correnti, un indicatore sintetico di costo che almeno una volta all’anno riassuma tutte le voci di spesa del pos in un’unica cifra. Oppure un unico costo, come quello proposto da Jusp che ha abolito qualsiasi canone e costo fisso e chiede ai suoi clienti solo una quota del 2,5% sulle transazioni eseguite.
Jusp, fondata nel 2011 da Jacopo Vanetti, grazie all’ingresso dei fondi Principia SGR e Vertis SGR diventa la startup più finanziata del 2013. Attualmente guidata da Stefano Calderano (precedentemente a capo della divisione Retail e Private Banking di BNL e prima ancora Marketing Director di Banca Intesa), la società ha ricevuto diversi riconoscimenti per l’eccellenza raggiunta nel produrre innovazione, conquistando i titoli di “Champions of European Innovation” al Bully Award Winner sia nel 2013 sia nel 2014 e di “Transaction Services Innovation Awards” al Florin Award Winner 2013. (Martina Trecca)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Doro acquisisce Caretech AB

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 dicembre 2014

teleassistenzaDoro, leader mondiale nel mercato della telefonia semplificata per utenti senior, annuncia oggi l’accordo con Verane Capital V, importante fondo nordico di private equity, per l’acquisizione di CareTech per un valore di 240 milioni SEK, che si perfezionerà il 31 gennaio 2015. Le soluzioni e i servizi offerti da CareTech consentono agli utenti senior di vivere in maniera indipendente in totale sicurezza e più a lungo nelle loro case. Nel 2014 l’azienda è stata protagonista di una riorganizzazione legata all’offerta di prodotti di teleassistenza nei paesi nordici pienamente compatibile con i nuovi standard IP del settore, così come la gestione della centralina di allarme di 60.000 utenti per conto degli enti locali di Svezia e Norvegia.“Vogliamo crescere nel settore della teleassistenza che è in perfetta sinergia con il nostro attuale core business della telefonia per senior. L’acquisizione di CareTech accelera lo sviluppo della nostra offerta e rappresenta un grande passo in avanti per la realizzazione di un’azienda globale di teleassistenza.” dichiara Jérôme Arnaud, CEO Doro. “Inoltre, i servizi offerti dal business model di CareTech ci consentiranno di migliorare i nostri margini”, conclude Jérôme Arnaud.
L’acquisizione sarà finanziata mediante l’attuale liquidità e un nuovo prestito bancario. Inoltre, Doro si è riservata l’opzione di pagare parte del corrispettivo con le nuove azioni (fino a 2.1 milioni) emesse in base al mandato conferito dall’assemblea annuale degli azionisti Doro.Come anticipato, CareTech registrerà nel 2014 un importante riposizionamento con elevati volumi di vendita in dinamica crescita e un notevole miglioramento di margini. CareTech attualmente ha un tasso di crescita annuale di circa il 30%, con ricavi previsti per 150 milioni di SEK e margini EBIT di circa il 20% per il 2015.Per Doro Group, l’acquisizione avrà effetti positivi sui guadagni delle azioni e sul margine EBIT nel 2015. Il Gruppo manterrà la sua forte posizione finanziaria con un rapporto Indebitamento/Patrimonio di circa 0.6 post acquisizione qualora dovesse scegliere di pagare parte del corrispettivo con i 2.1 milioni di nuove azioni del Gruppo.
Doro AB è un’azienda fondata in Svezia nel 1974. Specializzata dal 2007 nello sviluppo di telefonia mobile semplificata, oggi Doro è leader a livello globale del marcato della telefonia per utenti senior. Disponibili in oltre 30 paesi e 5 continenti, i prodotti Doro includono la telefonia mobile, smart device, applicazioni, software, telefonia fissa e tele assistenza. Grazie alle innovative tecnologie utilizzate e al design dei propri prodotti, Doro ha ottenuto numerosi riconoscimenti a livello internazionale. Doro è quotata alla OMX Nordic Exchange Stockholm, Nordic list, Small companies. Nel 2013 l’azienda ha registrato un fatturato pari a 1,142.5 milioni di Corone Svedesi (Euro 128.9 milioni).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Offerta legale dei contenuti digitali

Posted by fidest press agency su mercoledì, 31 luglio 2013

“Bene l’approvazione da parte di AGCOM della bozza di regolamento in materia di diritto d’autore online: questo potrebbe cambiare la storia dello sviluppo dell’economia digitale nel nostro Paese”: il presidente di Confindustria Cultura Italia (CCI) Marco Polillo saluta così la notizia del nuovo schema di provvedimento che ora andrà in consultazione pubblica. “Nelle prossime ore studieremo il testo e forniremo puntuali valutazioni nella fase di consultazione pubblica – ha proseguito Polillo –. Mi sembra tuttavia che lo schema contenga tutti i presupposti per operare una seria, efficace e non invasiva azione di contrasto alla pirateria on line che consentirebbe l’inizio di una nuova era nello sviluppo dell’offerta legale di contenuti digitali”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Simoncini su offerta per Richard Ginori: tre i motivi di soddisfazione

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 aprile 2013

Firenze – L’assessore regionale alle attività produttive e al lavoro, Gianfranco Simoncini, esprime apprezzamento per la presentazione del bando per la cessione della Richard Ginori. Lo ha detto al termine dell’incontro dell’incontro che ha avuto con il curatore fallimentare dell’azienda, Andrea Spignoli, che gli ha illustrato il bando che parte dalla proposta ricevuta da un gruppo che si è detto disponibile a pagare 13 milioni di euro e a riassorbire almeno 230 dei lavoratori.
“Mi sembra una prima buona notizia – ha spiegato l’assessore Simoncini – che induce ad un cauto ottimismo. Il primo motivo di soddisfazione è rappresentato dal riavvio della procedura che può portare alla vendita di un’azienda che rappresenta uno degli elementi portanti del manifatturiero toscano ed un simbolo della nostra regione. Il secondo deriva dalla certezza che oggi siamo di fronte ad almeno un soggetto disponibile a farsi carico di un rilancio di questo storico marchio. Il terzo è rappresentato dalla decisione del giudice di autorizzare l’esercizio provvisorio e di riattivare i forni, così da permettere di continuare a produrre”.“La Regione Toscana – ha concluso Gianfranco Simoncini – manifesta da subito tutta a sua disponibilità a sostenere tutti quei progetti che si presentino come credibili e che siano in grado di salvaguardare l’occupazione e la presenza di questa storica azienda a Sesto Fiorentino”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »