Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘omaggio’

Festival omaggio all’Umbria

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 ottobre 2021

Perugia. Giovedì 14 ottobre esibizione del cornista Gabriele Ricci e del soprano Desirèe Giove. Il prestigioso festival musical canoro ideato da Laura Musella, giovedì 14 ottobre 2021 (ore 17:30) farà tappa alla Stranieri. Come da consuetudine, infatti, alcuni dei concerti del cartellone annuale della manifestazione si svolgono a Palazzo Gallenga, nella bella cornice della sua Aula Magna. Protagonisti dell’evento in programma il prossimo giovedì saranno il cornista Gabriele Ricci e il soprano Desirèe Giove; il Maestro Stefano Ragni, docente di Storia della musica presso l’Ateneo, accompagnerà gli artisti al pianoforte, dando illustrazione dei brani che verranno eseguiti nel corso del concerto. Gabriele Ricci, che eseguirà musiche di Beethoven, di Saint Saens e Strauss, si è diplomato nel 2012 presso il Conservatorio Morlacchi di Perugia e ha concluso nel 2019 un corso di perfezionamento presso l’Accademia Chigiana con il massimo dei voti. Desirèe Giove, che sarà protagonista di un recital tutto pucciniano, è un soprano lirico e studia attualmente presso il Conservatorio di Santa Cecilia sotto la guida di Claudio Di Segni. Impegnata di recente in molte kermesse canore in Italia e all’estero, la Giove si è esibita di recente presso il Senato della Repubblica ed il Quirinale. Oltre al patrocinio dell’Università per Stranieri di Perugia, della Camera di Commercio dell’Umbria e di Unicef Italia, Omaggio all’Umbria gode dell’alto patronato della Presidenza della Repubblica, del Senato e della Camera dei Deputati. L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti e si svolge nel rispetto delle norme anticovid.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Omaggio a Nino Manfredi

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 luglio 2021

Minturno (LT) rende omaggio al grande Nino Manfredi, cittadino onorario dal 1998. L’attore e regista ciociaro, nato il 22 marzo 1921 a Castro dei Volsci, era legatissimo a Scauri, località turistica del Sud pontino, possedendo una villa sul Monte d’Oro, affacciata sulla splendida Spiaggia dei Sassolini, dove fin dal 1961 veniva a passare le vacanze estive o anche per soggiorni nel periodo invernale nelle pause tra un film e l’altro. L’Amministrazione comunale ha programmato una retrospettiva, dal titolo “Tanto pe’ canta’ – 100 anni di Nino Manfredi”, dal 12 Luglio al 9 Agosto 2021, organizzata in collaborazione con l’Associazione Culturale “Il Sogno di Ulisse”, aperta e chiusa da due annulli postali. La mostra ha ricevuto il riconoscimento dalla Direzione Generale Cinema del Ministero della Cultura quale evento di alto valore culturale ed è patrocinata dalla Regione Lazio e dalla Provincia di Latina. Ospite d’eccezione sarà il figlio di Nino, Luca Manfredi, che oltre ad essere presente all’inaugurazione della mostra in serata, alle ore 21,30, si sposterà alla Spiaggia dei Sassolini di Scauri, dove l’attore ciociaro possedeva una villa in cui ha passato le vacanze per oltre 40 anni. Sarà presentato al pubblico il libro “Un friccico ner core”, edito da Rai Libri, e a seguire la proiezione del documentario, “Uno, nessuno, cento Nino” (Ruvido Produzioni), scritto e diretto proprio dal figlio Luca, che è andato in onda il 22 marzo scorso in prima serata su Rai2 (e disponibile su Rai Play, su Sky Arte (canali 120 e 400) e in streaming su Now Tv (e anche on demand su Sky). Altro incontro interessante sarà con il saggista Andrea Ciaffaroni, che presenterà la biografia “Alla ricerca di Nino Manfredi” (Sagoma Editore), in programma il 30 Luglio, alle ore 21,30, presso il Castello Ducale di Minturno. Il volume ospita interviste alla moglie Erminia, dei colleghi e ricorre alle parole della critica dell’epoca. La biografia si avvale di approfondite ricerche nel suo archivio personale, del recupero di soggetti inediti ed è arricchita da fotografie rarissime. Affianca la retrospettiva anche una rassegna cinematografica con i film più famosi di Manfredi, tra i quali “Per grazia ricevuta” del 1971, di cui ricorrono i 50 anni, premiato come miglior opera prima al 24º Festival di Cannes. Alcune scene di questo lavoro furono girate proprio sul Monte d’Oro, luogo a cui Nino era legatissimo. Gli altri titoli in programma sono: “Straziami, ma di baci saziami” (1968) di Dino Risi, “Nell’anno del Signore” (1969) di Luigi Magni, “Pane e Cioccolata” (1973) di Franco Brusati, “Brutti, sporchi e cattivi” (1976) di Ettore Scola, “Cafè Express” (1980) di Nanni Loy. Prevista anche una serata di ricordi sullo stretto rapporto tra Manfredi e Scauri. Tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito e rispettano le norme anti Covid-19. È necessaria la prenotazione su https://ninomanfredi.eventbrite.it

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

IED Firenze rende omaggio a Romeo Gigli

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 dicembre 2020

Le studentesse di IED Firenze del corso di specializzazione in Fashion Design and Styling- – Deborah Bregola, Serena Calabrese, Lara dal Torrione, Giusy Franconeri, Chiara Gracci, Enza La Mura, Roberta Melani, Veronica Pilloni e Alena Pratasevich – hanno reso omaggio a Romeo Gigli attraverso un percorso creativo che le ha condotte ad esplorare colui che ha rivoluzionato il modo di concepire la moda a metà degli anni ’80 creando “capi che prendono forma sul corpo umano con leggerezza e morbidezza, come elementi vivi e organici, passando dal bidimensionale al tridimensionale”. ‘Per Gigli dietro ogni capo realizzato non c’è solo stoffa, bensì un pensiero e un’anima. Così ho cercato di ricreare nel mio abito un concetto di arte senza tempo, per dare il giusto valore a ciò che si indossa, e non creare capi usa e getta”, dichiara Giusy Franconeri. Da qui sono partite le nove giovani designer di IED Firenze che hanno disegnato, prototipato e cucito abiti con colli a scialle e gonne dalla forma a uovo – in tessuti Landini – interpretando nei loro codici creativi contemporanei, il mondo sognate e innovativo dello stilista di Castel Bolognese. “Drappeggi, controrotazioni, fusioni tra occidente e oriente, tra passato e presente. Un percorso di ricerca, sviluppo e realizzazione sartoriale, conclusosi con uno shooting professionale che ha dato la giusta importanza visiva ad un progetto interdisciplinare”, spiega Serena Calabrese. Una collezione che le giovani designer hanno, poi, presentato in un video – occupandosi dello styling e dello shooting -che ha ripercorso il mondo di Gigli attraverso sfocature, movimento e poesia. Girato alla Box House di Firenze il video e le foto, a cura di Stefano Casati, hanno avuto come protagonisti la modella Zosia (11:11 Management) e il ballerino classico Michele Ciacci. Make-up artist di Arianna Loiacono. “Una location moderna dal gusto un po’ retrò, dove i nostri abiti bianchi hanno preso vita addolciti dai passi di danza di Michele Ciacci. E’ stata un’esperienza unica che ci ha permesso di passare dalla progettazione al suo confezionamento sartoriale per poi misurarsi con lo Styling”, aggiunge Roberta Melani. Il corso in Fashion Design and Styling rientra nell’offerta di Formazione Continua avanzata di IED Firenze. Coordinati da Luca Parenti, i corsi prevedono frequenza serale e sono pensati per chi già lavora e ha necessità di aggiornare le proprie competenze o è alla ricerca di nuovi stimoli per arricchire la propria formazione nelle aree della moda (Fashion Design e Styling); del design (Textile Design), della comunicazione (Grafica per la Comunicazione).

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Grande successo di pubblico in omaggio a Fulvio Roiter

Posted by fidest press agency su domenica, 26 luglio 2020

Jessica Roiter e Ermelinda Damiano. Foto di Paolo ZanettiBy Paola Saba. Venezia, Arena Giardini della Biennale di Venezia, ieri vi è stato un grande successo di pubblico per il filmato – omaggio al celebre fotografo veneziano Fulvio Roiter: alcune tra le più belle foto in bianco e nero e a colori del celebre fotografo hanno incantato il pubblico presente mentre la colonna sonora con la musica dei Pink Floyd, come una malìa incantata e magica, accompagnava lo scorrere delle splendide immagini di una città lagunare splendida e vagheggiata. La proiezione del filmato, in collaborazione con la Fondazione Fulvio Roiter e il Comune di Venezia, ha preceduto la proiezione di Fat City (Città amara, 1971) di John Huston in occasione della rassegna di film classici restaurati intitolata Classici fuori Mostra.
La figlia Jessica Roiter, Presidente della Fondazione Fulvio Roiter, emozionata ed elegantissima in tailleur bianco, sul palco ha così raccontato la genesi di questo filmato: “Io sono circondata dalle foto del mio papà. E io vivo ogni giorno l’emozione di Venezia dove vedo quello che l’uomo è riuscito a creare, a costruire; la perfezione e l’armonia tra pietra e acqua: ogni riflesso sul Canale è un gioco di luce, ogni facciata trasmette un pezzo di storia. Quindi mi sono detta: voglio creare qualcosa che sia un fuoco di artificio di immagini, un po’ come il Redentore di Venezia; la Rinascita. Auguriamoci la Rinascita dopo questo periodo così triste per Venezia e anche per l’Italia. Mi è venuta l’idea di creare un video per creare uno shock di immagini.” E così Jessica Roiter continua a raccontare di come, sull’onda dell’emozione di questo video realizzato da Paolo Zanetti, archivista e compagno di vita, abbia voluto mandarlo al Sindaco di Venezia Luigi Brugnaro che si è subito attivato. “Questa sera il mio sogno si avvera…”. E dopo aver ringraziato il Comune di Venezia, il Sindaco Luigi Brugnaro, la Biennale e la Società La Vela con il Direttore Fabrizio D’Oria, ecco che Jessica Roiter dà il via alla proiezione del filmato. Davanti agli occhi dello spettatore scorrono le suggestive immagini in bianco e nero di ponti, gondole, canali, riflessi di acqua nella bruma e poi l’esplosione delle foto a colori con il Carnevale, la Regata Storica, la festa del Redentore. Il fluire delle foto di Fulvio Roiter è scandito dalla musica dei Pink Floyd. Sul palco è poi intervenuta Ermelinda Damiano, Presidente del Consiglio Comunale di Venezia, che, a nome del Sindaco Luigi Brugnaro, di tutta l’Amministrazione Comunale di Venezia e di tutta la città ha voluto ringraziare la figlia di Fulvio Roiter e omaggiare, a nome di tutta la città “un grande uomo, parte integrante della storia della Venezia, un uomo che ha consegnato al mondo attraverso le sue meravigliose fotografie un’immagine di Venezia unica in tutto il suo splendore.” Un ringraziamento particolare a Le Macchine Effimere per la collaborazione all’evento. (nella foto: Jessica Roiter e Ermelinda Damiano. Foto di Paolo Zanetti in copyright)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Spagna: Sassoli rende omaggio alle vittime del Covid-19

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 luglio 2020

Giovedì 16 luglio, il Presidente Sassoli parteciperà alla cerimonia di Stato presieduta dal re Filippo VI in memoria delle vittime di Covid-19. La commemorazione su iniziativa del governo spagnolo, vedrà la partecipazione delle principali cariche istituzioni statali e dell’Unione Europea.
Al suo arrivo a Madrid, oggi 15 luglio, il Presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, incontrerà la Presidente del Congresso dei Deputati, Meritxell Batet. Sassoli si recherà poi alla Chiesa di San Antón, sede centrale della ONG Mensajeros de la Paz (Messaggeri della Pace). Qui accompagnato da Padre Angel, Presidente della ONG, Sassoli visiterà gli edifici e incontrerà i senzatetto che vivono nella chiesa e i volontari che prestano servizio.
Giovedì mattina, Sassoli incontrerà il secondo vicepresidente del Governo, Pablo Iglesias. Infine il Presidente del Parlamento europeo parteciperà ai funerali di Stato che verranno celebrati in memoria di tutti coloro che sono morti a causa della pandemia e come simbolo di solidarietà con le loro famiglie e in riconoscimento del lavoro svolto dai professionisti che hanno prestato servizio, rischiando quotidianamente la vita nella lotta contro il virus.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Omaggio a Béla Tarr a Roma

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 febbraio 2020

Roma Palazzo Falconieri. l’Accademia d’Ungheria in Roma nel mese di febbraio propone infatti ben tre programmi dedicati al regista ungherese di fama mondiale, Premio Kossuth. Il primo evento in programma, previsto per giovedì 6 febbraio p.v. ore 19.00 presso la Sala Liszt del Palazzo Falconieri (Via Giulia, 1) sarà la proiezione del film Perdizione/Kárhozat di Tarr (Ungheria – 1987, 115’), versione in lingua originale con sottotitoli in italiano. Introduce: Maurizio G. De Bonis, giornalista, critico cinematografico. Il bar Titanic è il centro del mondo in un piccolo e sonnolento paese dove il triste Karrer vive di espedienti e chiude le sue giornate al bancone. L’uomo è attratto da una giovane cantante che si esibisce al Titanic ogni sera e decide di sedurla allontanando il marito con la complicità dell’amico Willarski, proprietario del bar. Presto però i quattro saranno avviluppati da un intricato garbuglio di sentimenti ed interessi economici.
Martedì 18 febbraio p.v. alle ore 18.00 sempre presso la Sala Liszt dell’Accademia d’Ungheria in Roma sarà un seminario di cinema condotto da Maurizio G. De Bonis ad accogliere gli interessati, nel corso del quale verranno delineate le linee principali della poetica ed estetica del cinema di Béla Tarr, attraverso anche la visione e l’analisi delle sequenze dei suoi film. Durante la serata verrà inoltre presentato il progetto editoriale EUFONIE – Cinque fotografi e il cinema di Béla Tarr (Postcart Edizioni, 2019) – frutto di un intenso lavoro durato due anni del Gruppo di Ricerca Satantango – realizzato nell’ambito delle attività di Punto di Svista-Cultura Visuale, Progetti, Ricerca in collaborazione con Officine Fotografiche Roma. Intervengono: Maurizio G. De Bonis, critico delle arti visive e curatore del progetto Eufonie – Cinque fotografi e il cinema di Béla Tarr e i fotografi Luca Cappellaro, Simona Lunatici, Massimiliano Pugliese, Simona Scalas, Orith Youdovich.I programmi dell’Accademia d’Ungheria in Roma dedicati a Béla Tarr si concluderanno in data 20 febbraio p.v. ore 17.30 con la proiezione dell’opera più ambiziosa del regista ungherese, Sátántangó (Ungheria/Germania/Svizzera – 1994, 435’, 1994 Berlinale, Premio Caligari), versione in lingua originale con sottotitoli in italiano. La proiezione prevede due intervalli di 15 minuti. Introduce: Maurizio G. De Bonis, giornalista, critico cinematografico.
La storia del film ispirato all’omonimo romanzo di esordio di László Krasznahorkai (pubblicato da Bompiani nel 2016 con la traduzione di Dóra Várnai), si incentra sul collasso di una fattoria collettiva ai tempi della fine del comunismo in Ungheria. Una dozzina di individui abbrutiti vive una vita senza speranza in quello che resta di una cooperativa agricola, nell’attesa ansiosa di andarsene. Sperano in un futuro migliore grazie al denaro che riceveranno dalla chiusura della comunità.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Australia: Un omaggio a una terra in difficoltà

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 gennaio 2020

Milano dal 19 gennaio al 2 febbraio 2020 il MIC Si comincia domenica 19 gennaio alle ore 15 al Museo Interattivo del Cinema Viale Fulvio Testi 121 e si parte con un: Viaggio in Australia – Il cinema racconta il Nuovo Continente, un viaggio emozionante all’interno di una terra a noi per molti versi ancora sconosciuta, nato idealmente su una nave del 1924 che, dal porto di Genova, ci conduce a Melbourne.
Nelle immagini, girate da Angelo Drovetti nel film Dall’Italia all’Australia, ci sono i volti degli italiani pieni di speranza che da lì a poco intraprenderanno un nuovo cammino in un grande Paese. Un omaggio che vuole anche celebrare una terra e una cultura fortemente minacciata dai devastanti incendi degli ultimi mesi.
La ricca rassegna di 21 titoli si compone di due anime. La prima è quella degli autori australiani che con la loro opera hanno cercato di scavare nelle molteplici contraddizioni del loro Paese e ne hanno dato una loro interpretazione. Registi come Peter Weir, Philip Noyce (La generazione rubata), Fred Schepisi, Baz Luhrmann (Australia) e Warwick Thorton (Sweet Country, premio speciale della giuria alla 74ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia) hanno, in diverse epoche affrontato le luci e le ombre del loro Paese raccontandole a livello internazionale.
La seconda anima è quella dei registi internazionali che si affacciano a questa terra sconosciuta e misteriosa con uno sguardo diverso, curioso e a tratti incantato. È il caso di registi come il tedesco Werner Herzog con Dove sognano le formiche verdi, la neozelandese Jane Campion con il film Lezioni di piano (vincitore della Palma d’oro al 46º Festival di Cannes e di tre Premi Oscar nel 1994), l’italiano Luigi Zampa con la commedia Bello, onesto, emigrato Australia sposerebbe compaesana illibata e l’americano John Curran con Tracks – Attraverso il deserto. In mezzo la visione del regista Giorgio Mangiamele, regista italo-australiano dal tratto neorealista, fautore di un cinema di grande poesia visiva e di ricerca espressiva raramente approdato in Europa, di cui la rassegna proporrà due opere in edizione restaurata dal National Film and Sound Archive di Canberra: il lungometraggio Clay del 1965 e il cortometraggio The Spag del 1962.
Spazio anche a proiezioni per i più piccoli come Bianca e Bernie nella terra dei canguri e a momenti di divertimento con Priscilla – La Regina del deserto con dress code in tema con il film. In rassegna anche imperdibili anteprime: il già citato Swett Country di Warwick Thorton e Goldstone – Dove i mondi si scontrano di Ivan Sen. Fondazione Cineteca Italiana proporrà, come grande evento di apertura, la versione restaurata del film Dall’Italia all’Australia di Angelo Drovetti con accompagnamento musicale del Milano Dixie Quartet.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Presidente del PE Sassoli rende omaggio alle vittime del terrorismo in Europa

Posted by fidest press agency su sabato, 6 luglio 2019

Il Presidente del Parlamento europeo David Sassoli ha deciso di rendere simbolicamente omaggio a tutte le vittime del terrorismo in Europa, come primo atto pubblico della sua presidenza.“Dobbiamo rendere omaggio ai martiri nella capitale europea. Dobbiamo commemorare i cittadini europei che sono stati vittime di questi attacchi. Questo è un tributo a tutte le vittime del terrorismo. È con questo gesto simbolico che ho voluto segnare l’inizio della mia Presidenza”, ha detto Sassoli subito alla cerimonia di commemorazione.Il Presidente ha poi aggiunto: “Dobbiamo unire tutte le nostre forze nella lotta contro il terrorismo e rimanere molto fermi in questa lotta”.
La cerimonia, durante la quale Sassoli ha depositato una corona di fiori, si è svolta alle 13.00 di venerdì, all’ingresso della metropolitana Maalbeek, a Bruxelles, uno dei luoghi degli attentati del 22 marzo 2016. Il Presidente è appena tornato da Strasburgo e questo è il suo primo atto pubblico dalla sua elezione, avvenuta il 3 luglio.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Omaggio a Nino Rota

Posted by fidest press agency su lunedì, 17 giugno 2019

by Mauro Mariani. Roma mercoledì 19 giugno 2019 alle 21.00 presso la Chiesa Evangelica Luterana di via Sicilia 70, si conclude “Organizzando”, la serie di concerti di organo della IUC – Istituzione Universitaria dei Concerti nelle chiese di Roma. Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.Livia Mazzanti è un’organista dall’ampio orizzonte interpretativo, dal Rinascimento ai giorni nostri, ed è anche improvvisatrice, arte trasmessale da Giacinto Scelsi a Roma, quindi da Jean Guillou, col quale si è a lungo perfezionata a Parigi. I suoi concerti l’hanno condotta in Europa, Nord e Sud America e Medio Oriente. Le sue incisioni di opere di Schoenberg, Busoni, Hindemith, Scelsi, Guillou e la riscoperta in prima mondiale delle integrali organistiche di Rota e Castelnuovo-Tedesco, sono considerate di riferimento.
Questo concerto è dedicato da Livia Mazzanti a “Rota e i suoi amici”, in occasione del 40° anniversario della scomparsa di Nino Rota. Sarà un’interessante panoramica sulla musica d’organo italiana del Novecento, particolarmente adatta all’organo della chiesa, uno strumento moderno costruito nel 1930.Di Nino Rota Livia Mazzanti suonerà “Melopea e Preludio” dalle musiche per “Il Casanova” di Federico Fellini, “Due Valzer sul nome di BACH” utilizzati anch’essi per “Il Casanova”, “Il Battesimo” dalle musiche per “Il Padrino” di Francis Ford Coppola e infine la “Sonata per organo” composta nel 1965 in memoria dell’amico Franco Michele Napolitano. Dello stesso Napolitano – che fu compositore e anche progettista di organi: suo è quello della cattedrale di Napoli – sarà eseguita “Preghiera”, un brano dall’ispirato senso melodico. Si ascolterà inoltre una delle ultime composizioni di Roman Vlad, “Cinque variazioni dodecafoniche su un corale cinquecentesco” scritte nel 2011. Vlad fu autore di musiche per il cinema, come Rota, e anche Mario Castelnuovo Tedesco, costretto all’esilio in America dalle leggi razziali fasciste, scrisse le musiche per molti film di Hollywood. Ma scrisse soprattutto musiche da concerto, che furono eseguite dei più grandi interpreti dell’epoca, come Arturo Toscanini, Jasch Heifetz e Andrés Segovia. Molto noto oltre oceano, da qualche anno comincia ad essere rivalutato anche in Italia, che ha molto da farsi perdonare da lui. Livia Mazzanti eseguirà il suo “Prelude and Fanfare on the twelve tone row”.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra: Omaggio a Leonardo

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 Maggio 2019

Castello di Rivau La mostra “Omaggio a Leonardo” (‘Hommage à Léonard’), in programma allo Chateau du Rivau fino al 5 novembre 2019, traspone in arte contemporanea l’eredità del maestro del Cinquecento morto nella Valle della Loira 500 anni fa. La mostra è concepita in maniera tale da catturare la curiosità dei visitatori verso i differenti contributi di Leonardo, grande spirito universale nella storia dell’arte in Europa, interpretato o “prolungato” da trenta artisti contemporanei che operano sulla scena internazionale e che in questa mostra evidenziano il loro debito nei confronti di Leonardo e del Rinascimento in generale.L’esposizione mostra anche gli scambi tra Italia e Francia dall’inizio del Sedicesimo secolo fino ai nostri giorni, con i lavori di artiste italiane come Antonella Bussanich, Alessandra Capodacqua, Giulia Andreani e Alessandra Ragionieri.
La mostra, dislocata nelle sale storiche del castello, fa eco al sistema di pensiero del maestro, genio polivalente per il quale la realizzazione non costituisce il fine ma il mezzo della riflessione. Come nei capitoli di un libro, ogni sala illustra i diversi temi studiati da Leonardo: l’autoritratto, il dipinto storico, l’anatomia, i macchinari, il paesaggio, il codice (annotazioni, appunti e disegni ), il ritratto femminile e il drappeggio. Le opere esposte sono, tra gli altri, dei seguenti artisti: Pierre ARDOUVIN, Adel ABDESSEMED, Delphine BALLEY, Katia BOURDAREL, Catherine BRET-BROWNSTONE, ChangKi CHUNG, Céline CLERON, Nicolas DARROT, Laurent GRASSO, Christian HIDAKA, Ange LECCIA, Wolfe von LENKIEWICZ, Fabien MERELLE, Jean-Luc MOERMAN, ORLAN, PANAMARENKO, Laurent PERBOS, Antoine ROEGIERS, Daniel SCHLIER, Andres SERRANO, Jean-Luc VERNA. Il 1 giugno è inoltre in programma la conferenza “Il visibile e l’invisibile nei lavori di Leonardo Da Vinci esposti agli Uffizi” con Giovanna Giusti, direttore onorario della Galleria degli Uffizi a Firenze.

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concerto omaggio a Vasco Rossi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 Maggio 2019

Palermo 16 maggio alle 21,30 al teatro Jolly in via Costantino Domenico 54 e il 17 maggio, sempre alle 21,30, al teatro Nelson Mandela in via Giuseppe Barone i musicisti Andrea Braido e Andrea Cucchia saranno lo spettacolo puro del doppio concerto omaggio a Vasco Rossi. I due, accompagnati dai Colpa D’alfredo, unica band siciliana riconosciuta dal “Blasco”, attraverseranno musicalmente l’intera storia di Vasco Rossi.Il chitarrista Andrea Braido è un poliedrico musicista capace di suonare anche basso, batteria e percussioni e che annovera tantissime collaborazioni tra cui Patti Pravo, Mina, Ramazzotti, Celentano, Ligabue e tanti altri. Il sassofonista Andrea Innesto, detto “Cucchia”, è un collaboratore storico di Vasco Rossi da più di trent’anni e di tanti artisti famosi tra cui Loredana Bertè, Gianni Morandi e Biagio Antonacci.I biglietti in entrambi gli appuntamenti si possono comprare al botteghino dei due teatri o online al costo di 20 euro, inclusi diritti di prevendita.Il concerto è organizzato da In the Spot Light.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Una grande festa in omaggio ad Alda Merini

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 marzo 2019

Roma Giovedì 21 marzo 2019 a partire dalle ore 18:00 Libreria Eli Viale Somalia 50. Sarà la giornata mondiale della Poesia e anche la ricorrenza della nascita di Alda Merini. Due occasioni che hanno spinto il mensile “Leggere:tutti” e la Libreria Eli, nuovo grande spazio culturale della Capitale ad organizzare a Roma un evento assolutamente in controtendenza rispetto alla realtà di oggi: in un mondo “urlato”, caratterizzato dal culto dell’immagine, dell’apparire, giocato sul presente e sulla presenza, non solo fisica ma soprattutto sui social (Twitto, quindi sono!), la Poesia è una necessità, una reazione a ciò che distrae dall’essenziale portandoci nel fondamentale spazio della riflessione. “Per noi SOCIAL – indica Sergio Auricchio di “Leggere: tutti” – vuol dire socialità, tra persone fisicamente vicine e non estranee e lontane: per questo invitiamo tutti i partecipanti a non usare i social durante l’incontro. I protagonisti in una sorta di happening saranno i Poeti, ma non solo: saranno coinvolti attori, scrittori, cantautori, musicisti tutti ci porteranno dei regali e loro stessi, donando, li riceveranno. Abbiamo bisogno di Poesia!”.
Durante la serata, presentata da Gino Manfredi, “regaleranno” al pubblico le loro poesie, lette ed interpretate, dai seguenti autori: Simone Di Biasio, Marco Giovenale, Daniela Attanasio, Franco Buffoni, Nicola Bultrini, Silvia Bre, Claudio Damiani, Ennio Cavalli, Michela Zanarella e Ginevra Lilli. Ad integrare questa “mise en poésie” accompagnata musicalmente da Oscar Bonelli, ci saranno performance trasversali e presentazioni di nuovi progetti. Di questa originale maratona faranno parte: Tiziana Bagatella (Omaggio ad Alda Merini); Mimmo Locasciulli (Poesia e Canzoni d’Autore); Annalisa Nicastro (Lancio del concorso Poetry Card); Antonio Paolini (Degustazione di vini e Poesie); Gianni Zagato (La Poesia nelle opere di Rossini); Fiorella Cappelli (La Poesia In Vernacolo); Flaminia Cruciani (Lezioni di Immortalità: la Poesia dell’Archeologia), Lucilla Noviello (In occasione della X edizione della nave dei libri per Barcellona: Le rose e le parole).
In tale ambito sarà anche presentato il calendario della decima edizione dell’iniziativa “Una Nave di Libri per Barcellona”, in programma dal 20 al 25 aprile su una delle navi ammiraglie della Grimaldi Lines. La partecipazione è gratuita. http://www.leggeretutti.it

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Omaggio a Herbert Pagani

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 febbraio 2019

Milano 17 febbraio 2019 ore 21 Teatro Litta – Corso Magenta 24, con Ketty Di Porto (attrice), Vincenzo de Michele (cantante), Luca Guiducci (chitarra), Riccardo Viscardi (violoncello). Lo spettacolo ideato da Ketty Di Porto con la collaborazione di Paola Traverso, è un omaggio a Herbert Pagani, già replicato più volte a Roma e nel Lazio, è un ritratto del cantautore, pittore, scultore, poeta Herbert Pagani.
Nato a Tripoli nel 1944 da una famiglia ebraica, vissuto fra Milano e la Francia, diventando popolare in entrambi i paesi e morto a soli 44 anni; la sua peculiare storia di vita lo ha reso sensibile a diverse tematiche, quali, ad esempio, l’immigrazione, la discriminazione nei confronti delle minoranze, il pregiudizio verso il diverso in generale e l’ebraismo in particolare, tematiche che impregnano i suoi testi di una rara umanità capace di svelare la complessità delle realtà che descrive. Lo spettacolo che propone un percorso attraverso i brani e le parole dell’autore diventa, quindi, il pretesto, non solo per celebrare un grande artista ingiustamente dimenticato ma anche e soprattutto, per proporre, in un originale mix di cabaret e poesia un messaggio di profonda umanità, tolleranza e intelligenza che possa incitare a superare le grettezze e le paure che la società, allora come oggi, ci impone. Pagani è stato uno degli artisti più versatili mai comparsi sulla scena, e partendo da materiali autografi di vario tipo, Ketty Di Porto, che è anche voce narrante, ci accompagna attraverso la sua vita.Fra musica e parole riscopriamo i suoi testi, e risentirlo a oltre 30 anni dalla sua morte ci mostra quanto lontano corresse il suo sguardo e quanto profetiche siano state molte sue parole.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Omaggio ai Genesis con il tributo degli Oberon

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 febbraio 2019

Palermo 20 marzo alle 21 al Teatro Jolly in via Domenico Costantino 54 sul palco gli Oberon, capitanati da Joshua Ross, suoneranno brani tratti dall’album “Seconds out” del 1977. Con questo album i Genesis cercarono di concentrare il meglio della produzione precedente alla partenza di Peter Gabriel, con le prime due fatiche successive, “A Trick of the Tail” e “Wind & Wuthering”.Il live si caratterizzerà per grande potenza e compattezza, garantite sul palco dalla presenza di una sezione ritmica formata da due batterie, come nella versione originale.Il biglietto di ingresso costa 15 euro, inclusi diritti di prevendita. I ticket si possono comprare direttamente al botteghino del teatro. Per ulteriori informazioni si può contattare lo 091 637 6336. Il concerto è organizzato da In the Spot Light.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Omaggio a Lucio Dalla

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 gennaio 2019

Palermo lunedì 4 marzo alle 21 al Teatro Jolly in via Domenico Costantino 54. È una serata speciale quella della band tributo Lucio Dalla, che festeggia due anni di attività musicale, sempre all’insegna di uno dei più grandi cantautori italiani, con uno show intitolato “Omaggio a Lucio”. La band suonerà i più grandi successi di Dalla – che il 4 marzo 2018 avrebbe compiuto 76 anni – nei suoi arrangiamenti originali, con una formazione speciale. Sul palco, il leader della band Giovanni Buttice e gli altri musicisti si faranno infatti affiancare da Ricky Portera e Germano Seggio. Portera suonerà i brani di Dalla, ma anche quelli degli Stadio, band di cui è stato fondatore e che per anni ha accompagnato Lucio Dalla in tour. In scaletta: “Caruso”, “Attenti al lupo”, “Canzone” e tanti altri brani.
I biglietti costano da 15 a 18 euro, compresi di prevendita e si possono comprare al botteghino del teatro, dal lunedì al sabato, dalle 10 alle 13 e dalle 16,30 alle 19,30 e sul sito http://www.teatrojolly.eu.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Omaggio a Roma” di Daniel Buren

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 novembre 2018

Roma Venerdì 9 novembre ore 12 Teatro Quirinetta, via Marco Minghetti 5 presentazione dell’opera commissionata a Daniel Buren per la Città di Roma intervengono Daniel Buren e Salvatore Leggiero. L’opera monumentale -circa 300 metri quadri- è stata ideata dall’artista su commissione della Leggiero Real estate per la parete esterna di PALAZZO DE ANGELIS, in via delle Muratte a Roma, che diventerà il primo hotel 5 stelle in Italia della prestigiosa catena IBEROSTAR.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Locarno Festival omaggia i fratelli Taviani

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 giugno 2018

Locarno. La 71esima edizione del Locarno Festival si terrà dal 1° all’11 agosto. Il Locarno Festival renderà omaggio durante la sua 71esima edizione alla straordinaria carriera dei fratelli Taviani ricordando Vittorio, scomparso lo scorso aprile. Paolo Taviani, il regista e sceneggiatore italiano, sarà ospite in Piazza Grande. L’omaggio sarà accompagnato dalla proiezione della versione restaurata del film Good morning Babilonia (1987) realizzata dalla Cineteca nazionale (CSC) e dall’Istituto Luce-Cinecittà.Autori di un linguaggio dalle profonde sfumature poetiche e politiche, i fratelli Taviani hanno scritto alcune delle pagine più significative del cinema italiano. Due maestri che fin dagli anni Sessanta hanno dato vita a un cinema impegnato e allo stesso tempo poetico, raccontando storie vere, intessute di contraddizioni, capaci di portare all’attenzione del pubblico temi fondamentali di impegno politico e civile. Un talento, quello dei fratelli Taviani, che Locarno ha conosciuto per la prima volta nel 1974 (San Michele aveva un gallo), poi nel 1982 (La notte di San Lorenzo), e che ha segnato profondamente la storia del Festival. Paolo e Vittorio Taviani esordiscono dietro la macchina da presa nel 1954 realizzando una serie di documentari a sfondo sociale. È di questo periodo il cortometraggio San Miniato, luglio ’44, girato con la collaborazione di Cesare Zavattini. Successivamente dirigono insieme a Joris Ivens L’Italia non è un paese povero (1960). Il debutto sul grande schermo avviene nel 1962, quando i Taviani e Valentino Orsini firmano il lungometraggio Un uomo da bruciare, con Gian Maria Volonté, una riflessione politico-sociale ispirata alla figura di Salvatore Carnevale, un sindacalista siciliano ucciso dalla mafia. Da quel momento i Taviani firmano insieme una lunga filmografia, che parte da I sovversivi (1967) e Sotto il segno dello scorpione (1969), un intenso sodalizio che li accompagnerà lungo tutta la loro carriera. Negli anni successivi si aprono a nuove ricerche stilistiche e per i due fratelli arriva il momento dei riconoscimenti internazionali: San Michele aveva un gallo (1972) e Allonsanfàn (1974), con Marcello Mastroianni e Lea Massari, vengono selezionati alla Quinzaine des Réalisateurs al Festival di Cannes, ma è con Padre Padrone (1977), tratto dall’omonimo romanzo di Gavino Ledda, che conquistano la Palma d’Oro e il Premio della Critica: a premiarli è il presidente della giuria Roberto Rossellini mentre in Italia viene loro assegnato un David Speciale e un Nastro d’Argento. Dopo Il prato (1979) i fratelli Taviani dirigono un’altra importante pellicola, La notte di San Lorenzo (1982), un affresco della campagna Toscana ai tempi della Seconda Guerra mondiale. Il film, mostrato a Locarno in Piazza Grande, è la prima occasione di collaborazione con Nicola Piovani e fa conquistare ai due autori toscani il Gran Prix a Cannes, David e Nastri d’Argento per la regia e la sceneggiatura. Nel 1984 i due registi si dedicano a un altro adattamento di un’opera letteraria, Kaos (1984), tratto dalle Novelle per un anno di Pirandello, che vince il David di Donatello per la migliore sceneggiatura. Due anni più tardi ricevono il Leone d’oro alla carriera in occasione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, mentre nel 1987 si affacciano al panorama internazionale con Good morning Babilonia, la storia di due fratelli toscani che partono per gli Stati Uniti in cerca di fortuna. Ambientati nel passato anche Il sole anche di notte (1990), Fiorile (1993), Le affinità elettive (1996), Tu ridi (1998). In seguito i due registi si avvicinano al mondo televisivo: sono di questo periodo Resurrezione (2001) e Luisa Sanfelice (2004). Proseguono anche gli adattamenti letterari: La masseria delle allodole (2007) e Maraviglioso Boccaccio (2015). Nel 2012 i Taviani tornano a Berlino con Cesare deve morire, il film si aggiudica l’Orso d’Oro, vincendo anche il David di Donatello per la miglior regia e per il miglior film. L’ultimo lavoro pensato a due è del 2017, Una questione privata, firmato solo da Paolo Taviani a causa delle condizioni di salute del fratello Vittorio. L’ultima collaborazione dopo una vita trascorsa insieme che segna la chiusura di un cerchio e che lascerà un profondo vuoto nel panorama del cinema internazionale.Carlo Chatrian, Direttore artistico del Locarno Festival: “Tra i tanti i film che meriterebbero di essere proiettati per celebrare la straordinaria carriera dei fratelli Taviani Good morning Babilonia, film in costume che collega la bellezza dalle cattedrali italiane con il nascente cinema nella costa ovest americana, ha oggi – in un’epoca cui l’arte del cinema sembra farsi immateriale – un sapore particolare. Non è solo un omaggio alla grande tradizione delle botteghe italiane, ma anche a un modo di intendere il cinema che sapientemente integra l’artigianato in una visione artistica collettiva. Penso che, insieme a una posizione etica mai venuta meno, questa sia una dimensione del lavoro dei due artisti italiani che vada giustamente ricordata. Sono dunque particolarmente felice e onorato di poter accogliere Paolo Taviani per ricordare lo splendido contributo che insieme al fratello Vittorio ha dato a quel cinema senza età celebrato ogni anno a Locarno”.Paolo Taviani riceverà l’omaggio del Locarno Festival in Piazza Grande, l’omaggio sarà accompagnato dalla proiezione in prima mondiale della versione restaurata di Good morning Babilonia (1987), realizzata dalla Cineteca nazionale (CSC) e dall’Istituto Luce-Cinecittà.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Serata in omaggio al noto scrittore e filosofo ungherese Béla Hamvas

Posted by fidest press agency su martedì, 22 Maggio 2018

Roma Mercoledì 30 maggio p.v. presso l’Accademia d’Ungheria in Roma (Palazzo Falconieri – Via Giulia, 1) alle ore 19.00 si terrà una Serata in omaggio al noto scrittore e filosofo ungherese Béla Hamvas (1897-1968) , in occasione del cinquantenario della sua morte.
Nell’ambito della serata organizzata in collaborazione con il Comune di Balatonfüred, verrà presentato il volume Alberi di Béla Hamvas (Editio M, traduzione di Claudio Mutti) da Géza Szőcs poeta, Presidente del PEN Club Ungherese e Tommaso Kemény, poeta, traduttore. Lettura a cura di Carla Romanelli. All’evento seguirà un breve concerto del noto chitarrista ungherese Ferenc Snétberger.
La commemorazione alle ore 20.00 proseguirà sul Piano Nobile del Palazzo Falconieri con l’inaugurazione di due mostre :I nostri amici, gli alberi – Hamvas e Hollán – grafiche di Sándor Hollán e Gli alberi eroici – fotografie di Zsolt Számódy.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Serata in omaggio all’attrice ungherese Zita Perczel

Posted by fidest press agency su martedì, 15 Maggio 2018

Roma Giovedì 17 maggio p.v. presso l’Accademia d’Ungheria in Roma (Palazzo Falconieri – Via Giulia, 1) alle ore 19.30 si terrà una Serata in omaggio alla nota attrice ungherese Zita Perczel, in occasione del centenario della sua nascita. Nell’ambito della serata verrà proiettato il film documentario “Az ismeretlen Perczel Zita/La sconosciuta Zita Perczel” (2016) di Ferenc András
(in lingua originale ed in italiano con sottotitoli in inglese), cui seguirà un dibattito con András Ferenc (regista), Judit Bárdos (critico cinematografico), Áron Sìpos (produttore) durante il quale verranno ricordate la vita e l’opera della Perczel con particolar attenzione al suo periodo romano. Come è risaputo, la nota attrice ungherese Zita Perczel, diva del cinema ungherese degli anni ’30, del periodo dei telefoni bianchi, nonché del cinema francese; nel 1964, dopo Hollywood, Parigi e Madrid si trasferì a Roma, dove visse per decenni nel quartiere Trastevere. A Roma ebbe solo pochi ruoli, tuttavia nel periodo romano riuscì a rientrare, dopo una lunga assenza, nel circuito intellettuale magiaro grazie all’Accademia d’Ungheria in Roma di cui fu un’assidua frequentatrice, nonché per via degli intellettuali ungheresi borsisti e non che all’epoca soggiornarono a Roma e che lei accolse a casa sua. Negli anni ’80 la Perczel venne riscoperta in Ungheria e fino alla sua morte avvenuta nel 1996, fece la pendolare tra la città eterna e Budapest, dove prese parte a numerosi film, di registi di un certo spessore, tra cui Márta Mészáros (Due donne un erede,1980).
L’evento organizzato dall’Accademia d’Ungheria in Roma in collaborazione con l’Accademia Ungherese delle Arti e la famiglia Perczel, alle ore 21.00 si concluderà con lo spettacolo/recital “A Meseautó magányos utasa/Il passeggero solitario della macchina da sogno” (in lingua ungherese con sottotitoli in inglese). Interprete: Ágnes Jókai, musica: Dániel Dobri.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Casa del Cinema rende omaggio alla diva Audrey Hepburn

Posted by fidest press agency su sabato, 20 gennaio 2018

audrey hepburnRoma 20 gennaio 2018 Casa del cinema Largo Marcello Mastroianni, 1 Ore 16.30 Sala Deluxe | Cenerentola a Parigi (Funny Face), S. Donen, USA, 1957, 103’, v.o.sott.ita seguire (ore 18.00 circa) presentazione del libro Audrey Hepburn. Immagini di un’attrice di Margherita Lamesta Krebel
Oltre all’autrice presenzieranno all’incontro Marco Solfanelli (editore Tabula Fati), Maria Barresi (giornalista Rai TG1), Enrico Magrelli (critico cinematografico Hollywood Party), Roberto Mostarda (giornalista Wall Street International, già conduttore Giornale Radio Rai), Andrea Minuz (docente di Storia del Cinema presso La Sapienza Università di Roma) e Stefano Dominella (presidente Maison Gattinoni). La figura della Hepburn ancora oggi riecheggia in modo potente e trasversale. Tutti conoscono la sua straordinaria influenza nel mondo della moda, divenuta simbolo universale di bellezza e stile, ma poche volte sono stati messi in risalto il suo talento e le sue eccezionali capacità interpretative. Un originale animale scenico che l’American Film Institute ha definito “la terza più grande attrice di sempre”. Premio Oscar al debutto come protagonista in Vacanze Romane, è stata un esempio davvero singolare di carriera, in cui il numero dei film girati è pari al numero dei suoi film di successo.
Attraverso il fil rouge di quattro passaggi – innocenza, metamorfosi, moda e maturità – l’autrice ha voluto testimoniare la meravigliosa avventura cinematografica dell’interprete, focalizzando l’analisi sull’acting, senza trascurare la sua allure da diva iconica, capace di affascinare anche al di là della sua bravura. Arricchito dall’uso insolito di tavole-disegno, il libro presenta due inediti: una chiacchierata con il Prof. Andrea Dotti, secondo marito di Audrey Hepburn, e un’intervista a Giancarlo Berardi, ideatore di Julia, fumetto del 1998 con protagonista una detective di successo ispirata, nei lineamenti del volto, alla diva Audrey.
L’ottica saggistica del testo – favorita dalla formazione trasversale dell’autrice, che abbraccia cine-ma, moda e recitazione – dialoga con l’approccio passionale dell’autrice, per regalare a tutti la possibilità di apprezzare l’avventura artistica e umana di questa magnifica star.Margherita Lamesta Krebel, giornalista-pubblicista, scrive di cinema, teatro, arte e moda. Laureata in Lettere presso La Sapienza, ha seguito seminari sulla scrittura cinematografica con Vincenzo Cerami, Suso Cecchi D’Amico e Furio Scarpelli, a cura del prof. Orio Caldiron. Giorgio Strehler, Bruce Myers, Greta Seacat, Peter Brook, Michael Margotta, Arnaldo Ninchi, Carl Anderson, Riccardo Biseo, Cathy Marchand, Terry Taylor sono stati i suoi principali maestri nell’approccio alla performance recitativa.(foto: audrey hepburn)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »