Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 330

Posts Tagged ‘on-line’

Sicurezza online: il PE approva nuove norme contro gli attacchi informatici

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 luglio 2016

Online Banking ComputerLe compagnie fornitrici di servizi essenziali in settori quali l’energia, i trasporti, la sanità e il settore bancario, o i fornitori di servizi digitali come i motori di ricerca e i servizi di cloud computing, dovranno migliorare le lor difese contro gli attacchi informatici, secondo le prime norme UE in materia di sicurezza informatica approvate, in via definitiva, mercoledì dal Parlamento.Secondo i deputati, la definizione di standard comuni di sicurezza informatica e il rafforzamento della cooperazione tra i paesi dell’UE aiuterà le imprese a proteggere se stesse e a prevenire gli attacchi alle infrastrutture dei paesi dell’Unione Europea.
“Gli incidenti in ambito di sicurezza informatica presentano molto spesso una caratteristica transfrontaliera e, quindi, riguardano più di uno Stato membro dell’Unione Europea. Una protezione informatica frammentata rende tutti noi vulnerabili e rappresenta un grande rischio per la sicurezza dell’Europa intera. Questa direttiva stabilirà un livello comune elevato di sicurezza delle reti e dei sistemi informativi nell’Unione e rafforzerà la cooperazione tra gli Stati membri, aiutando a prevenire futuri attacchi informatici a importanti infrastrutture interconnesse in Europa”, ha detto il relatore Andreas Schwab (PPE, DE).La direttiva sulla sicurezza delle reti e dei sistemi informativi nell’UE è “anche uno dei primi quadri legislativi che si applica alle piattaforme. In linea con la strategia del mercato unico digitale, stabilisce i requisiti per le piattaforme online e assicura che possano rispettare tali norme ovunque esse operino nell’UE”, ha aggiunto il relatore.
La nuova normativa stabilisce obblighi in materia di sicurezza e di notifica per gli “operatori di servizi essenziali” in settori quali l’energia, i trasporti, la sanità, il settore bancario e la fornitura di acqua potabile. Gli Stati membri dovranno identificare i soggetti che operano in questi settori seguendo criteri specifici, tra cui la fornitura di servizi essenziali per il mantenimento di attività sociali ed economiche cruciali.Alcuni fornitori di servizi digitali – mercati online, motori di ricerca e servizi di cloud computing – dovranno, oltre ad adottare misure per garantire la sicurezza delle loro infrastrutture, notificare gli incidenti più rilevanti alle autorità nazionali competenti. Le micro e le piccole imprese digitali sono esentate da tali requisiti.Le nuove norme prevedono un “gruppo di cooperazione” per scambiare informazioni fra le autorità nazionali e fornire loro assistenza. Ogni Stato dell’UE dovrà adottare una strategia nazionale sulla sicurezza della rete e dei sistemi informativi.Gli Stati membri dovranno inoltre designare gruppi d’intervento per la sicurezza informatica in caso d’incidenti (CSIRT), che si occupino di trattare incidenti e rischi, discutere sulle problematiche di sicurezza transfrontaliera e identificare risposte coordinate.La direttiva sulla sicurezza delle reti e dei sistemi informativi (NIS) sarà presto pubblicata sulla Gazzetta ufficiale dell’UE ed entrerà in vigore il ventesimo giorno successivo alla sua pubblicazione. Gli Stati membri avranno poi 21 mesi di tempo per recepire la direttiva negli ordinamenti nazionali e sei mesi supplementari per identificare gli operatori dei servizi essenziali.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

On line Adinconsum Tv

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 aprile 2011

E’ on line Adiconsum TV, la prima WEB TV dei Consumatori, che si occuperà delle tematiche a loro care: dalle assicurazioni ai mutui, dalla scuola al risparmio energetico, dalla contraffazione dei prodotti alimentari al sovra indebitamento delle famiglie, dalla telefonia ai servizi turistici, e così via.“La missione di tutti gli strumenti di comunicazione, sito internet, social net-work, newsletter, brochure etc, e in particolare della nuova Web Tv – afferma Pietro Giordano, Segretario Nazionale Adiconsum – sarà quella di veicolare le linee politiche dell’Associazione per una sempre maggiore tutela dei consumatori, troppo spesso inconsapevoli dei propri diritti e delle garanzie di cui potrebbero godere”. Il nuovo sito, che sarà on line a partire da oggi,  http://tv.adiconsum.it permetterà quindi di affacciarsi ad un mondo ricco di servizi, inchieste, approfondimenti, e sarà caratterizzato da un TG che avrà una cadenza quindicinale visibile sia dal sito stesso, che dalla home page del sito ufficiale http://www.adiconsum.it, oltre che sulla piattaforma Sky al canale 924, e su quella digitale terrestre mentre per il Lazio e l’Abruzzo al canale 572.Due le rubriche fisse all’interno del TG ADCONSUM, dedicate ai cittadini che vorranno rivolgere le loro domande agli esperti dell’Associazione: “Una domanda a …” e “Un problema? Una soluzione!”, e per farlo basterà accedere al sito e scrivere alla redazione del TG, attraverso la mail infotv@adiconsum.it Questi gli argomenti del primo TG rivolto ai Consumatori italiani: Posta elettronica certificata: a 5 anni di distanza ancora poco utilizzata Contraffazione: acquistare falso piace, l’elemento che attrae, in questo momento di crisi, sono i prezzi bassi Energie rinnovabili: Adiconsum appoggia i tagli al fotovoltaico del ministro Romani, ecco tutti i perché Rc auto: Ania e Isvap a confronto e tra loro, come sempre, ci sono i consumatori che vanno tutelati Carburanti: 500.000 firme contro il monopolio petrolieri Credito al consumo: come gestire questa nuova possibilità senza rovinarsi Da oggi una voce in più nel campo dell’informazione con ADICONSUM TV, la prima web tv dei Consumatori, quella a cui tu puoi rivolgerti per tutelarti e difenderti… ADICONSUM TV, LA TUA TV! Realizzata da Adiconsum grazie ad un progetto finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (art. 12, c. 3, lett. d, L. 283/2000, Direttiva 2009).

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sanità: certificati on line

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 dicembre 2010

In relazione a quanto affermato da Andrea Lisi, presidente della Associazione nazionale responsabile della conservazione digitale dei documenti, è opportuno precisare che con la nuova procedura il certificato di malattia diventa digitale ed è assolutamente in linea con il Codice dell’amministrazione digitale (CAD). Il sistema di trasmissione, infatti, consente al medico l’invio telematico del certificato di malattia attraverso la Carta nazionale dei servizi o apposite credenziali di accesso (costituite da un codice identificativo e da un pincode) che garantiscono l’identificazione certa dell’autore. Lo stesso CAD riconosce ai dati così trasmessi la piena validità come documento informatico. La copia cartacea rilasciata dal medico al lavoratore, ovvero la copia pdf che il lavoratore può “scaricare” in qualunque momento tramite il sito dell’INPS, rappresenta invece sola una copia del documento informatico inviato.  Occorre inoltre ricordare che in un comunicato del 20 luglio 2010 la Società Italiana Telemedicina e sanità elettronica (SIT) ha evidenziato come “la nuova procedura di trasmissione online dei certificati medici introduce importanti semplificazioni procedurali e utilizza una modalità di comunicazione elettronica estremamente semplificata, in quanto priva di appesantimenti tecnologici e quindi basilare ed essenziale”. Infine, a proposito dei dubbi espressi dal presidente Lisi circa la conservazione nel tempo dei certificati di malattia inviati in modalità telematica, occorre precisare che questa è garantita dai sistemi informativi dell’INPS.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Certificati malattia on-line

Posted by fidest press agency su sabato, 30 ottobre 2010

Il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta e il Ministro della Salute Ferruccio Fazio manifestano soddisfazione per il buon andamento registrato nei primi mesi dalla nuova procedura per l’invio telematico dei certificati di malattia dei lavoratori pubblici e privati all’INPS. Ad oggi sono infatti un milione e duecentomila i documenti inviati in formato elettronico, con un tasso di copertura stimato pari al 58%.  I due Ministri confermano inoltre che, come già stabilito dalle Circolari del Ministro Brunetta dell’11 marzo 2010 (n. 1/2010/DFP/DDI) e del 28 settembre scorso (n. 2/2010 DFP/DDI), le sanzioni previste dalla normativa di riferimento si applicheranno a partire dal 1° febbraio 2011. Le sanzioni non si applicheranno in caso di impossibilità a procedere per motivi tecnici alla trasmissione telematica. Al fine di risolvere con tempestività le ultime criticità connesse all’applicazione della nuova procedura sono stati attivati presso il Ministero della Salute Tavoli tecnici di approfondimento cui partecipano rappresentanti delle Regioni e delle Amministrazioni centrali interessate.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Primo distretto imprenditoriale on-line europeo

Posted by fidest press agency su domenica, 26 settembre 2010

Pavia 29 settembre 2010, presso l’aula Foscolo dell’Università degli Studi di Pavia (ore 10,30), avrà luogo il convegno Progetto @bilita: industria 2015 e tecnologie per il made in Italy. Relatori: Angiolino Stella (Magnifico Rettore Università di Pavia), Ennio Lucarelli (Presidente ISED) Miro Fiordi (Amministratore delegato del Credito Valtellinese), Alberto Pasina (Ass. Turismo provincia di Sondrio), Fabio Moro (Amministratore delegato del pastificio di Chiavenna). Moderatore: Paolo Giudici (Ordinario di Statistica, Università di Pavia)
Il progetto @bilita nasce dall’esperienza pilota sviluppata in Provincia di Sondrio da ISED, in collaborazione con il Dipartimento di Statistica ed Economia Applicate  dell’Università di Pavia.  In Valtellina il progetto di integrazione è già avvenuto ed il multi portale storevaltellina.it è operativo dal mese di settembre 2010. Nell’ambito del multi portale decine di produttori del territorio hanno l’opportunità di promuovere le proprie eccellenze in tutta Europa, condividendo strumenti di gestione e di metodi di approccio al mercato. Lo sviluppo del progetto di ricerca prevede l’estensione del progetto pilota valtellinese ad altri distretti territoriali, italiani ed Europei, utilizzando tecnologie e ricerche di frontiera. In particolare, hanno sinora aderito ad  @bilita, oltre al distretto Valtellinese, esponenti di spicco delle filiere del Made in Italy, dal Distretto Nautico Produttivo del Tigullio (rappresentativo di oltre 500 imprese), a Richard Ginori, alla Maison Gattinoni, consentendo così di costruire una piattaforma di servizi a misura di produttore e di filiera produttiva. Il convegno pavese intende lanciare il progetto a livello nazionale.In conclusione si evidenzia che il vero punto di forza del progetto è rappresentato dall’eccellenza dei partner partecipanti. In particolare sono presenti cinque centri di ricerca: Le università di Pavia, di Roma La Sapienza e Tor Vergata, del Politecnico di Milano, insieme al supporto tecnologico di INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare).

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Certificati medici on-line

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 settembre 2010

La fase di collaudo per il nuovo sistema di certificazione medica telematica è terminata. Ma non scatteranno le sanzioni per i medici inadempienti, almeno fino a febbraio 2011. E’ l’esito scaturito il 15 settembre dalla riunione indetta dalla commissione tecnica sul nuovo sistema di invio on-line dei certificati di malattia. «Il segretario generale del Sindacato dei Medici Italiani (Smi), Salvo Calì, commenta positivamente la notizia di uno stop alle sanzioni –  dichiara Gian Marco Polselli, segretario regionale Smi-Lazio- Ritenendo incomprensibile la scelta di non continuare il collaudo». Questo ulteriore periodo senza sanzioni, richiesto a gran voce dallo Smi, «deve essere utilizzato, però, per instaurare un dialogo concreto a livello regionale – sottolinea ancora Gian Marco Polselli – E’ impensabile illudersi che un cambiamento così radicale nel lavoro dei medici di medicina generale possa realizzarsi “quasi per magia”, senza che la Regione garantisca i supporti informatici gestionali e logistici appropriati per poter adempiere al decreto Brunetta.  Addossando, inoltre, ai singoli medici, la responsabilità e l’onere della messa a regime di un sistema che prevede sanzioni pesantissime anche per errori formali, senza una formazione, senza un regolamento regionale e senza risorse. Visti gli obblighi della normativa sull’invio dei certificati telematici, con scadenza il 19 luglio e poi il 15 settembre, il Sindacato dei Medici Italiani del Lazio (Smi), ha inviato, invano, innumerevoli richieste alla presidente Renata Polverini, affinchè venisse concordato un Tavolo tecnico per risolvere le criticità che si stavano evidenziando con i primi invii, ma anche per discutere altre inadempienze contrattuali. Tutte richieste, finora, cadute nel vuoto. Per tale motivo abbiamo sollecitato un’audizione urgente in Commissione sanità. I medici sono impegnati nella modernizzazione dell’assistenza, ma non accettano di farlo a scapito dell’attività clinica, di prevenzione, diagnosi e cura. Lo Smi-Lazio – conclude Gian Marco Polselli – chiede di discutere e concordare tempi, percorsi e risorse adeguate a livello regionale. Ma, per far questo, urge quella disponibilità, da parte della Regione Lazio, fino ad oggi negata».

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Certificati malattia on-line

Posted by fidest press agency su domenica, 12 settembre 2010

La Commissione tecnica incaricata di procedere al collaudo generale del sistema per la trasmissione telematica dei certificati di malattia, ai sensi della “Circolare Brunetta” n.1 dell’11 marzo 2010, si è riunita questo pomeriggio presso la sede del Dipartimento per la Digitalizzazione della PA e l’Innovazione Tecnologica. La Commissione è composta da rappresentanti del Dipartimento per la digitalizzazione della pubblica amministrazione e l’innovazione tecnologica e del Dipartimento per la Funzione pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero della Salute, del Ministero dell’Economia e delle Finanze, dell’INPS, dell’INPDAP, della FNOMCeO e della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome. Nel corso della riunione la Commissione ha proseguito l’esame del livello di funzionalità del nuovo sistema e ha preso atto della pressoché ultimata distribuzione delle credenziali di accesso necessarie per l’invio dei certificati di malattia ai medici di famiglia, nonché del completamento dei servizi resi disponibili dalla piattaforma informatica ai medici, ai lavoratori e ai datori di lavoro. La prossima riunione della Commissione per questa fase del collaudo è prevista per martedì 14 settembre.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Certificati medici on-line

Posted by fidest press agency su sabato, 11 settembre 2010

E’ stata completata la rilevazione sullo stato di attuazione della procedura di invio telematico dei certificati medici, realizzata da Formez PA su incarico del Dipartimento per la Innovazione e la Digitalizzazione della PA. Il monitoraggio, iniziato lunedì 9 agosto, è stato avviato al fine di verificare la distribuzione ai medici delle credenziali di accesso (PIN). La rilevazione, che ha anche l’obiettivo di evidenziare quali siano state le motivazioni che hanno rallentato l’adeguamento alla nuova procedura, è rivolta alle Regioni e alle Province Autonome di Bolzano e Trento. Da notare che le Regioni Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia e Toscana hanno optato per il sistema CNS (Carta Nazionale dei Servizi), potendo cioé già effettuare l’invio telematico dei certificati senza attendere la consegna del PIN.  Nel periodo intercorso tra il 9 agosto ed il 10 settembre sono state contattate 167 (su un totale di 168, escluse le quattro Regioni aderenti alla CNS) tra ASL ed Aziende Ospedaliere operanti sul territorio nazionale. Le amministrazioni che hanno partecipato e risposto in modo esaustivo all’intervista sono state l’82%, mentre il 18% delle organizzazioni ascoltate ha fornito dati parziali e a tutt’oggi non completi, Dalle interviste è emerso che la distribuzione dei PIN alle 168 aziende è conclusa. Il 100% delle ASL avevano attivato già ad agosto il piano di distribuzione dei PIN (e hanno medici già operativi), mentre lo stesso piano era attivato dal 73% delle aziende ospedaliere. In molti casi le ASL/AO hanno stabilito autonomamente la quantità di credenziali da distribuire secondo regole interne. Le singole aziende sanitarie hanno infatti indicato delle “quantità obiettivo” di medici che ritengono siano coinvolti nel processo di certificazione medica, escludendo quanti non rilasciano certificati da trasmettere. Sul totale delle aziende che hanno completato le interviste, la “quantità obiettivo” di medici da raggiungere è risultata pari a 93.000 credenziali di accesso. Per tutte le aziende è stata data priorità alla certificazione online dei medici di base, in alcuni casi anche dei pediatri. La ricerca, confrontata con i dati di attivazione rilevati dal Ministero dell’Economia, ha confermato che per molte aziende sanitarie la distribuzione ai medici di base è in fase di completamento, mentre risulta già avviata nella totalità delle aziende sanitarie intervistate, anche la distribuzione ai medici ospedalieri. Gli ostacoli alla distribuzione, registrati principalmente nelle aziende ospedaliere, sono da ricondurre soprattutto a problemi organizzativi-burocratici interni alle aziende (reticenza dei medici a ritirare materialmente la busta contenente il PIN; periodo di ferie; dissenso dei sindacati; attesa di direttive definitive nel caso di alcune Regioni; problemi di natura tecnico-informatica, ma solo per un numero di casi molto limitato).  La situazione varia da Regione a Regione (sempre escludendo le quattro regioni con Carta Nazionale dei Servizi): le ASL che risultano vicine al completamento del risultato obiettivo che si sono prefissate sono prevalentemente nelle Marche, Veneto, Piemonte, Sardegna, Val d’Aosta e Provincia Autonoma di Trento, mentre le situazioni più complicate risultano in Sicilia, Puglia e Campania.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Certificati malattia on line

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 settembre 2010

I nuovi dati forniti dall’INPS confermano il successo della nuova procedura per la trasmissione telematica dei certificati di malattia prevista dal decreto legislativo n.150 del 2009 (riforma Brunetta).  Prosegue l’aumento del numero di certificati inviati per via telematica: nelle ultime 24 ore sono stati oltre 11.000 gli invii effettuati, per un totale di certificati trasmessi a oggi pari a 322.339.  Riscontrano consenso anche i servizi aggiuntivi messi a disposizione delle imprese dal nuovo sistema. Particolarmente interessate sono le grandi imprese, se si considera che a oggi sono circa 5.000 i datori di lavoro privati già collegati al nuovo sistema di trasmissione telematica dei certificati di malattia, per un totale di oltre 3 milioni di dipendenti.  Dal 7 settembre, con l’avvio della procedura realizzata dall’INPS per la richiesta via PEC da parte dei datori di lavoro delle attestazioni di malattia dei propri dipendenti, sono completamente disponibili tutti i servizi previsti dal nuovo sistema di trasmissione. È  infatti possibile per tutti i datori di lavoro (sia pubblici che privati) visualizzare le attestazioni di malattia relative ai propri dipendenti sia collegandosi via web al sistema INPS, sia richiedendone all’Istituto l’invio alla propria casella di Posta elettronica certificata.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I quotidiani on-line non vanno registrati

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 agosto 2010

Como. Un sito internet dalle caratteristiche di un quotidiano online non ha obbligo di registrazione in Tribunale e pertanto non può essere sottoposto a sequestro come previsto dalla legge 8 febbraio 1948 numero 47 che, in base all’articolo 16, punisce le testate non registrate qualificandole ‘stampa clandestina’. Il non obbligo è contemplato dal Dlgs 70 del 2003 ed è stato ribadito dal Giudice preliminare di Como Nicoletta Cremona disponendo l’immediato dissequestro del portale Nadirpress.net sottoposto al provvedimento su disposizione del Procuratore capo Alessandro Maria Lodolini, “per aver intrapreso la pubblicazione di un giornale quotidiano (da considerarsi prodotto editoriale) senza eseguire la registrazione prescritta dall’articolo 5 della Legge 8 febbraio 1948”. Immediato il  ricorso da parte del responsabile, Bob Decker, che attraverso l’avvocato Manuel Gabrielli ha ottenuto, dallo stesso giudice che l’11 giugno aveva convalidato l’azione del Procuratore, l’immediato dissequestro. Il caso era stato assegnato al sostituto Antonio Nalesso, poi passato al collega Mariano Fadda che nel suo parere alla richiesta della difesa ha dato il consenso accogliendo, come del resto il giudice, le tesi dell’Avvocato Gabrielli spiegando che «da un’attenta rilettura del caotico quadro normativo in materia l’istanza di dissequestro merita accoglimento». La legge 62 del 7 marzo 2001 equipara un sito internet che fornisce informazione quotidiana a una pubblicazione cartacea con tutti gli obblighi connessi. Nel disporre il sequestro, però, non si era tenuto conto del decreto legislativo n. 70/2003 che, all’articolo 7 (comma 3), afferma: “La registrazione della testata editoriale telematica è obbligatoria esclusivamente per le attività per le quali i prestatori del servizio intendano avvalersi delle provvidenze previste dalla legge 7 marzo 2001, n. 62″. “Non avendo mai chiesto, e non avendo alcuna intenzione, di accedere alle provvidenze in questione – ha sostenuto la difesa – Nadirpress non ha alcun obbligo di registrazione in Tribunale” e pertanto il sequestro non avrebbe dovuto essere eseguito e non aveva motivo d’esistere”. Si tratta del primo pronunciamento di dissequestro in italia che tiene conto della Legge 2003 creando quindi un precedente in giurisprudenza. (fonti: . AGI del 9 agosto 2010 e Il Sole 24 Ore dell’11 agosto 2010 a firma Giovani Negri) Testo in http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=3025

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Farmacie on line

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 luglio 2010

«Quando le insidiose logiche del mercato prevalgono sui principi di sicurezza e sulle politiche di welfare vuol dire che si ha più a cuore il business che non la tutela della salute della gente. La dura presa di posizione di Federanziani, che dice no alla vendita di farmaci on line e che condividiamo in pieno, è più che fondata». A dichiararlo è Luigi d’Ambrosio Lettieri, segretario della dodicesima Commissione Igiene e Sanità del Senato e relatore delle risultanze di un’indagine conoscitiva svolta dalla Commissione sul delicato argomento. «Appare quanto meno sorprendente che l’Italia possa guardare con interesse a tale ipotesi», sostiene il senatore D’Ambrosio Lettieri, «soprattutto alla luce delle risultanze dell’indagine conoscitiva conclusasi da poco in Senato. La relazione finale ha registrato quanto emerso nel  corso delle numerose audizioni in ordine ai rischi dell’e-commerce farmaceutico, sia per la percentuale elevatissima di contraffazioni emersa nella lodevole attività degli organi di polizia giudiziaria, sia per l’assenza dell’irrinunciabile attività di consulenza svolta da medici e farmacisti per evitare abusi e uso non appropriato di farmaci”. Il ministro della Salute Ferruccio Fazio ha, peraltro, voluto rassicurare i farmacisti dopo i malumori degli ultimi giorni, chiarendo che le future farmacie on-line «saranno una estensione delle farmacie tradizionali», anche perché, ha spiegato Fazio, «noi non ci vogliamo far imporre regole telematiche dalla Comunità europea». (fonte: farmacista33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Carta: cambio direttore

Posted by fidest press agency su sabato, 17 luglio 2010

Il numero di Carta in edicola dal 16 luglio, per la prima volta da quando questo giornale è nato, non porta la firma di Pierluigi Sullo come direttore, né quella di Anna Pizzo. Entrambi, insieme a Marco Calabria, hanno fondato questo giornale. Il Consiglio di amministrazione della cooperativa, con il consenso degli altri soci e dei lavoratori non soci che in questi anni hanno firmato le garanzie bancarie per la sopravvivenza di Carta, ha deciso a maggioranza di accettare le dimissioni di Gigi, frutto di una lunga e difficile discussione sulla campagna Carta Zero e sulla produzione di un quotidiano on line a partire da gennaio 2011. http://www.carta.org/rivista/19748

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Auto usata ex noleggio si acquista on line

Posted by fidest press agency su domenica, 30 Mag 2010

GE Capital rinnova il servizio @iFleet, il portale di rivendita di auto a fine noleggio che, nella sua nuova versione, offre la possibilità di acquistare veicoli usati provenienti da tutta Europa, consentendo a concessionari e rivenditori di auto di risparmiare tempo, energia e denaro. GE Capital è uno dei maggiori istituti finanziari attivo nella gestione delle flotte aziendali a livello europeo e il nuovo servizio offrirà la possibilità di acquistare veicoli provenienti dal noleggio a lungo termine GE nei mercati europei.  Il portale, accessibile 24 ore su 24, garantisce la massima trasparenza, riservatezza e sicurezza nell’accesso. Per ogni veicolo in offerta è disponibile una scheda informativa dettagliata e corredata di fotografie, con l’indicazione di optional, accessori, età e chilometraggio.  L’offerta @iFleet è suddivisa in due diversi canali di acquisto: concessionari e rivenditori possono acquistare a prezzi stabiliti una o più auto comprese in un elenco permanente; concessionari e rivenditori possono inviare settimanalmente (nei giorni previsti da GE) un’offerta per una lista di auto indicate. Il rivenditore che presenta l’offerta più elevata, e convalidata da GE all’ora di chiusura delle proposte, si aggiudica i veicoli. Alla chiusura della sessione, @iFleet informa automaticamente il vincitore attraverso un’email che conferma l’avvenuta transazione.
General Electric (NYSE: GE) è “Imagination at work”, una società diversificata nella tecnologia, nei media e nei servizi finanziari, dedita a creare prodotti che rendano la vita migliore. http://ge.ecomagination.com/
GE Capital, con sede centrale a Norwalk, CT, è la divisione globale di GE fornitore di prodotti e servizi finanziari per distributori, partner e clienti finali.   GE Capital, in Europa, con beni gestiti per oltre 45 miliardi di dollari e clienti in 15 paesi europei, impiega circa 4000 dipendenti e ha sede centrale a Londra, in Inghilterra. GE Capital a livello EMEA offre una vasta gamma di soluzioni tra le quali: Factoring, Inventory Finance, Mubadala in Abu Dhabi. http://www.gecapital.com
GE Capital Italia, con base a Milano e 600 dipendenti, nel 2009 ha gestito circa 12 miliardi di dollari di asset. Si propone come piattaforma unica per rispondere alle esigenze di finanziamento di aziende. http://www.gecapital.it/
La divisione Fleet Services è la società leader globale nel Noleggio a Lungo Termine e nella gestione di flotte aziendali; con più di 336.000 veicoli in gestione in Europa, ha sedi in Belgio, Francia, Germania, Italia, Olanda, Portogallo, Spagna, Svezia, Svizzera e Regno Unito.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Certificati on line congelati

Posted by fidest press agency su martedì, 13 aprile 2010

I certificati di malattia continueranno a fare uso esclusivo della cara vecchia carta ancora per alcune settimane. In teoria i medici avrebbero dovuto passare alla certificazione on line dallo scorso 4 aprile, a quindici giorni esatti dal decreto che sulla Gazzetta ufficiale del 19 marzo scorso dettava modalità e tempi della digitalizzazione targata Brunetta. In realtà il via vero e proprio scatterà soltanto più avanti perché Sogei, il partner tecnologico del dicastero della Funzione pubblica, deve ancora mettere a punto la piattaforma del Sac (Sistema di accoglienza centrale) alla quale i medici dovranno collegarsi per compilare i certificati on line. Meglio così, perché la pausa dà a Fnomceo e sindacati di categoria il tempo di convincere il ministro Brunetta a “limare” il provvedimento. Alla Federazione degli ordini non piace il passaggio che obbligherebbe i medici a riscontrare «oggettivamente» i dati clinici riportati dal paziente, una condizione che renderebbe ingestibile la certificazione delle assenze brevi. La controproposta della Fnomceo è quella di emanare al più presto un provvedimento correttivo che eviti appesantimenti burocratici insostenibili. Ai sindacati dei medici di famiglia sta anche a cuore la governabilità del sistema: il timore è che alla fine l’on line accresca le incombenze anziché alleggerirle, anche perché la compilazione dei certificati telematici prevede l’inserimento di informazioni che prima erano fornite dal lavoratore.   «Nei prossimi mesi – afferma Giacomo Milillo segretario nazionale della Federazione italiana medici di famiglia (Fimmg) – ci sarà sicuramente l’avvio del progetto con l’invio dei primi certificati, ma tutto questo servirà per collaudare il piano. Forse inizialmente si è sparso panico inutilmente su questo argomento, ma almeno qualcosa si è smosso». Secondo il segretario, «fare un certificato online richiede certamente meno tempo che farlo a mano, ma il problema deriva dai problemi di connessione che ci sono nel nostro Paese, dove manca ancora la banda larga». Per questo motivo, conclude Milillo, «anche da noi c’è bisogno di un tempo fisiologico, come in tutti gli altri Paesi», prima dell’avvio definitivo ed efficace del progetto». Lo Snami in un comunicato diffuso alla stampa, punta il dito proprio su alcune “novità”: «Stante il risparmio garantito all’Inps e il parallelo aggravio burocratico per il medico di famiglia» si legge nella nota «chiediamo un adeguato riconoscimento economico per l’incombenza non prevista dall’Accordo collettivo nazionale ». Se ne riparlerà nell’incontro tra tecnici del dicastero e Fnomceo in programma per il 13 aprile. (fonte doctor news)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Qui autovie: è on-line il numero di gennaio

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 gennaio 2010

Si parla dello sviluppo dei corridoi Paneuropei e dei progetti di nuova viabilità nell’area Balcanica. Sono gli argomenti sui quali si sviluppa il focus di “Qui Autovie” il magazine on line di Autovie Venete nel numero di gennaio. Le ricadute sul territorio della trasformazione in autostrada della Villesse-Gorizia, le prospettive della Sdag di Gorizia e il sistema di monitoraggio meteo utilizzato da Autovie per programmare gli interventi antighiaccio, gli altri argomenti trattati in questo numero.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il fascino di Roma

Posted by fidest press agency su domenica, 13 dicembre 2009

Secondo una ricerca di Hotels.com la Basilica di San Pietro è il secondo monumento più amato dai viaggiatori di tutto il mondo, e non solo…gli italiani hanno guadagnato il podio come turisti più “culturalmente impegnati”, secondi solo agli spagnoli! Hotels.com, leader nell’hotel booking online, ha realizzato un sondaggio su oltre 10.000 viaggiatori per verificare quale fosse il monumento preferito dai turisti di tutto il mondo. La Basilica di San Pietro ha superato il Taj Mahal, la Statua della Libertà e il Golden Gate Bridge, guadagnandosi il secondo posto. Solo l’icona di Parigi, la Torre Eiffel, ha superato Roma aggiudicandosi il primo posto, distanziando notevolmente tutti gli altri monumenti. L’imponente costruzione di ferro è stata votata da un viaggiatore su sei (16%), guadagnando quindi un certo vantaggio sulla Basilica di San Pietro (9%) e sul Taj Mahal indiano (8%), con i quali condivide il podio. Tre noti simboli americani – il Golden Gate Bridge, l’Empire State Building e la Statua della Libertà – chiudono le prime sei posizioni raggiungendo ciascuno il 7% delle preferenze dei viaggiatori. I risultati della ricerca di Hotels.com hanno dimostrato che, non solo siamo molto affezionati alla nostra capitale, ma giudichiamo la Basilica di San Pietro il monumento più bello del mondo! Nonostante – secondo una recente analisi di Hotels.com – gli italiani conoscano molto meglio Londra e Parigi rispetto alle città di casa propria, l’amore per la nostra terra è sempre imprescindibile.  La top ten italiana include anche la “vicina” Torre Eiffel (11%), che esercita sempre un fascino particolare sul Belpaese, seguita a ruota dall’incompiuta, ma bellissima, Sagrada Familia spagnola (9%). A sorpresa, le più famose icone londinesi non sono tra le nostre preferite: il Big Ben infatti è stato votato solo dal 5% dei viaggiatori, mentre il London Eye appena dal 2%. In coda alle preferenze italiane si piazzano il Merlion di Singapore (0,3%) e il Tempio del Cielo di Pechino (1,2%).
Hotels.com è una società del Gruppo Expedia attiva con uno staff dedicato nei principali mercati mondiali. Azienda leader nella sistemazione in hotel in tutto il mondo, Hotels.com offre ai suoi clienti una delle più vaste scelte disponibili on-line, consentendo di prenotare hotel indipendenti, catene alberghiere e sistemazioni in appartamento in più di 100.000 strutture in tutto il mondo.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Servizi consolari a distanza

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 novembre 2009

Un numero sempre maggiore di connazionali all’estero, potrà entrare in contatto con la Pubblica Amministrazione italiana ed in particolare con le strutture consolari più vicine: questo tipo di servizio on-line offre quindi al connazionale italiano emigrato all’estero la possibilità di essere subito in rete con il Consolato per fruire dei relativi servizi. Il programma vedrà  coinvolte molte capitali europee di diversi Stati ed anche importanti Metropoli. L’On.Razzi, esaminando la rete dei servizi che il Ministero  si propone di offrire si è complimentato molto per questa innovativa iniziativa che viene incontro alle esigenze degli italiani all’estero eliminando soprattutto odiose perdite di tempo. Nel corso della presentazione, fatta dal consigliere Ministeriale Dott.Ferrari, l’On.Razzi ha avuto l’opportunità di suggerire l’inserimento di un altro servizio importante e di gran valore per i connazionali, evidenziando che sarebbe stato utile aggiungere un nuovo link destinato ai servizi scolastici ed alla cultura italiana all’estero. Su questo tema, cioè  sull’insegnamento della lingua italiana e divulgazione della cultura italiana, l’On.Razzi non perde occasione di far presente di come il tema sia di grandissima utilità per quella grande moltitudine di stranieri interessati all’apprendimento della nostra lingua e cultura.  In questo contesto, dunque, l’On.Razzi ha segnalato e suggerito al Dott.Ferrari di non dimenticare l’inclusione del link, tra i servizi che il Ministero offrirà on-line, riguardante la lingua e la cultura italiana. Con grande soddisfazione l’On.Razzi ha potuto apprendere dal Ministero degli Affari esteri che il suggerimento è stato recepito e che quindi la versione definitiva dei servizi consolari on-line che verranno prossimamente offerti, includerà anche il link riguardante l’insegnamento e la divulgazione della lingua e della cultura italiana all’estero.  In questo modo l’On. Razzi vede coronare, nell’interesse della italianità e della divulgazione della lingua italiana all’estero, il proprio obiettivo per il quale si batte da anni: “con la lingua e la cultura italiana all’estero diamo lustro e visibilità a tutta la Nazione e al popolo italiano”. Quello ottenuto dall’On. Razzi è di grande prestigio per tutti noi : più Italia nel mondo.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vendere online anche le vacanze

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 luglio 2009

Il gruppo Bravofly, sito già leader in Europa per la vendita di voli low cost ha deciso di vendere online anche le vacanze. Forte degli ottimi risultati ottenuti dalla distribuzione degli altri prodotti su tutti i siti del gruppo: voli low cost e di linea, hotel in tutto il mondo e autonoleggio in collaborazione con i maggiori distributori del settore, Bravofly apre il nuovo promettente mercato per la vendita dei pacchetti vacanza online, con il supporto di Viaggiare, la società italiana del gruppo, che comincerà a realizzare le migliori combinazioni di volo+hotel anche per gli utenti di Volagratis.  In un momento di crisi che ha portato al fallimento anche importanti tour operator, il gruppo Bravofly è invece pronto per offrire il nuovo servizio ai suoi utenti italiani. Come gli altri grandi operatori Europei che prima in Germania, poi in Francia hanno investito sulla vendita online dei pacchetti vacanza e negli ultimi anni hanno assistito ad una buona crescita del mercato, anche Bravofly ha tutte le potenzialità per ottenere risultati positivi in Italia. Attualmente in Europa la percentuale di pacchetti vacanza venduti online è del 15%, si prevede una crescita delle vendite online fino al 28% nel 2011 (EyeforTravel Research), e l’Italia non può restarne fuori.  Oltre all’esigenza di innovazione e crescita nell’ambito del Turismo online, Bravofly lavora e si evolve continuamente per dare soddisfazione ai propri utenti e nuove opportunità a chi ancora non conosce la qualità del servizio offerto e la volontà di soddisfare qualunque desiderio di viaggio.
La vendita dei pacchetti online su Volagratis.it è diventata necessaria anche per questo: per dare risposta alle nuove esigenze del viaggiatore, che oggi vuole poter scegliere tra la composizione di un pacchetto vacanza in piena autonomia, e la possibilità di acquistare un prodotto già pronto consigliato dal tour operator. Gli utenti del web crescono e con loro si diversificano le esigenze. Molti probabilmente sono proprio i viaggiatori che erano abituati alla prenotazione delle vacanze offline e che confidano nel servizio del tour operator.  Chiunque prenoti il suo viaggio con Volagratis avrà la possibilità di comporre il suo viaggio come crede selezionando singolarmente volo e hotel che preferisce e noleggiando un auto dallo stesso sito, oppure potrà decidere di farsi consigliare la combinazione di volo e hotel direttamente nella sezione vacanze dove troverà comunque tutta l’assistenza di cui ha bisogno.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Immatricolazioni on-line

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 Mag 2009

Le immatricolazioni ai Corsi di Laurea, Corsi di Laurea Magistrale e Corsi di Laurea Magistrale a ciclo unico dell’Università di Parma per l’anno accademico 2009-10 si effettueranno, per la prima volta, esclusivamente on-line all’indirizzo web http://www.unipr.it/immatricolazioni. Gli studenti potranno immatricolarsi da qualunque PC collegato a Internet. Dalla data di apertura delle immatricolazioni, prevista per la metà di luglio, l’Università di Parma metterà comunque a disposizione alcuni PC presso il Centro Servizi di P.le Barezzi n. 3 a Parma, dove sarà possibile immatricolarsi on-line e richiedere informazioni.  Sul sito dell’Università (www.unipr.it -> Offerta formativa 2009-2010), saranno disponibili dal mese di giugno 2009 tutte le informazioni sui Corsi di studio attivati per l’anno accademico 2009-10 e la data di apertura delle immatricolazioni.  Questo servizio innovativo sarà particolarmente utile per gli studenti, e sono circa il 70% degli iscritti, residenti fuori della provincia di Parma, che potranno così agevolmente immatricolarsi in qualsiasi momento e senza doversi necessariamente recare presso le Segreterie Studenti.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »