Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Posts Tagged ‘onda’

PMI italiane: è tempo di cavalcare l’onda ESG

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 luglio 2021

A cura di Marco Ruspi, Head of ESG di AcomeA Sgr.La sostenibilità rappresenterà sempre di più un elemento centrale non solo per le aziende, ma anche per gli investitori e, a dimostrare l’impatto sempre più marcato che questo tema avrà in futuro, è l’ampia percentuale di fondi del Next Generation EU destinata proprio a iniziative green e digitali, innovazioni che le PMI italiane devono saper cogliere per essere pronte a un futuro sempre più incerto.Proprio il tema della sostenibilità, con una chiave di lettura incentrata sulle piccole e medie imprese, cuore pulsante del tessuto produttivo italiano, è oggetto del Report sulla rendicontazione ESG dell’Aim, redatto da Sustainable Value Investors in collaborazione con AcomeA SGR e presentato nel corso della Digital Round Table “La sostenibilità come nuova strategia d’impresa e di investimento”. Il Report analizza le 149 aziende quotate (al 20 aprile 2021) sul segmento Aim di Borsa Italiana ed evidenzia come, in termini di rendicontazione ESG, le società abbiano ancora ampi margini di miglioramento. Solo la metà delle imprese dell’Aim, infatti, dimostra una focalizzazione proattiva verso la sostenibilità, rilasciando un’informativa ESG. Il trend è in netto miglioramento dal 2020, in quanto sono passate da 45 a 70 le società che pubblicano informazioni ESG qualitative e che presentano un orientamento alla sostenibilità. Rispetto al settore di attività, dallo studio emerge come le imprese dell’Aim attive nel settore della moda (Fashion & Luxury), dell’Health Care, dell’Energy & Utility e dell’Industria, mostrino un più avanzato orientamento alla sostenibilità, mentre Finanza e Media & Communications presentino una minore sensibilità al tema. Volendo fare un confronto con l’orientamento alla sostenibilità di realtà più strutturate, possiamo tranquillamente trarre la conclusione che le PMI italiane non abbiano nulla da invidiare ad esse. Molte, infatti, mostrano già al proprio interno un certo livello intrinseco di sostenibilità. Il fattore decisivo che va a svantaggio delle piccole imprese italiane riguarda, invece, il grado di comunicazione delle informazioni non finanziarie verso l’esterno, che riesce a rendere visibile il valore di una realtà attraendo così sempre più investitori istituzionali.Ad oggi, la maggior parte degli investitori finanziari si focalizza su quelle società che presentano già alti rating ESG e la maggior parte delle strategie ESG si concentra sui Best in Class. Al contrario il fondo AcomeA PMItalia ESG adotta la strategia opposta, focalizzandosi sulle società con un grande potenziale non rendicontato all’esterno, per affiancarle attivamente, attraverso un processo di engagement. In questo modo, a trarre giovamento è sia l’impatto sostenibile della società sull’aspetto sociale, ambientale e di governance verso tutti gli stakeholders, sia la performance finanziaria, permettendo così di migliorare la visibilità verso investitori italiani e internazionali.La sostenibilità è ormai un cammino ineluttabile e rappresenta per le imprese una vera e propria strategia per crescere, per gli investitori un’occasione per ottenere rendimenti davvero competitivi. L’approccio virtuoso da investitori è quello di focalizzarsi sulle aziende che hanno ottime basi di partenza ma anche tanto spazio per migliorare nel tempo. Da qui il valore della testimonianza, durante la Digital Round Table, del top management di cinque società partecipate dal fondo AcomeA PMItalia ESG come Energica Motor Company, Gruppo Fos, Vantea Smart, Reti e Convergenze. Questi imprenditori stanno cogliendo le opportunità offerte dalla sostenibilità, intesa non più come semplice compliance, ma resa una vera e propria opportunità di business. Si tratta di un fattore che, in particolare a certi livelli di innovazione, è in grado di conferire un’elevata competitività in un panorama sempre più internazionale. Si tratta quindi di un’onda da cavalcare, per accogliere il cambiamento portato sotto i riflettori dall’emergenza pandemica, durante la quale, più che mai, è risultata evidente la centralità di persone, ambiente e territorio.Ed è proprio per la sua centralità sul panorama nazionale e internazionale per le aziende e per gli investitori, che la sostenibilità è stata scelta come oggetto della tavola rotonda “Inchiesta sulla Sostenibilità: strategia d’impresa e di investimento per la crescita e il futuro. Parola agli imprenditori” organizzata da AcomeA SGR in occasione del Salone del Risparmio e moderata dal giornalista e direttore di Libero Alessandro Sallusti.Per iscriversi alla conferenza, in programma per giovedì 16 settembre alle ore 11:00, è sufficiente cliccare il link: https://www.acomea.it/conferenza/

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Partono le trasmissioni di Radio Onda UER

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 febbraio 2021

Dopo una fase sperimentale iniziata nel dicembre scorso, sono finalmente iniziate le trasmissioni di Radio Onda UER.Questa web radio è nata nell’ambito delle attività di Formazione Integrale dell’Università Europea di Roma ed è realizzata in collaborazione con gli studenti dello stesso ateneo.Si può già visitare la pagina di Radio Onda UER, dove sono presenti alcuni podcast di trasmissioni da ascoltare e scaricare:https://www.universitaeuropeadiroma.it/formazioneintegrale/radio-onda-uer/Il palinsesto iniziale prevede trasmissioni su temi di responsabilità sociale, eccellenza umana, formazione integrale, sport, cultura, musica e spiritualità. Gradualmente si aggiungeranno programmi su altri argomenti, suggeriti anche dai giovani universitari.“L’avvio di Radio Onda UER rappresenta un passo molto importante per la nostra giovane università”, spiega il giornalista Carlo Climati, coordinatore dell’iniziativa. “Stiamo vivendo un’esperienza bellissima di dialogo con i nostri studenti, che collaborano attivamente alle trasmissioni. La nostra principale fonte di ispirazione sono i Messaggi per le Giornate Mondiali delle Comunicazioni Sociali di Papa Francesco. Questa web radio, infatti, vuole diffondere una cultura di dialogo, di incontro e di accoglienza. Non ci limiteremo solo a comunicare, ma sapremo anche e soprattutto ascoltare, dando spazio a tutte e a tutti”.“Uno speciale ringraziamento vorrei dedicarlo al Rettore Padre Pedro Barrajón LC, che ha creduto fin dall’inizio in questa affascinante avventura”, conclude Carlo Climati. “E poi al Prof. Guido Traversa, a Padre Gonzalo Monzón LC e ai miei compagni della squadra di Formazione Integrale. L’avventura è appena cominciata. Ci auguriamo che il nostro entusiasmo e quello dei nostri studenti possa accompagnare le persone che ascoltano Radio Onda UER, aiutandole a sognare e donando loro un messaggio di speranza”.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cavalcare l’onda dell’innovazione

Posted by fidest press agency su sabato, 24 ottobre 2020

A cura di Christophe Donay, Head of Asset Allocation & Macro Research di Pictet Wealth Management. Questa ondata di innovazione tecnologica presenta quattro caratteristiche essenziali: è dirompente, esponenziale, deflazionistica e globale. Inoltre, riveste un ruolo importante nelle previsioni sulla crescita economica e sulla performance delle varie asset class. Sinora l’attuale ondata di innovazione non ha aiutato granché la crescita e la produttività perché ha semplicemente “rottamato” alcuni settori senza necessariamente aumentare la domanda complessiva.Tuttavia, si profila all’orizzonte una fase molto più creativa in cui i nuovi prodotti e servizi basati su innovazioni recenti contribuiranno finalmente all’espansione economica. L’innovazione, insieme – per così dire – a una crescita salariale più solida ed equa, potrebbe dare impulso a una maggiore produttività. Altri osservatori sostengono invece che i cambiamenti dettati dall’innovazione nei processi produttivi, soprattutto in relazione al ruolo dell’uomo, potrebbero esacerbare le disuguaglianze e sfociare nell’estromissione dei lavoratori non preparati a confrontarsi con le ultime novità tecnologiche o per lo meno in una riduzione dei loro stipendi. Una prospettiva che spiana la strada al populismo. Al contempo, le società più innovative potrebbero invadere il territorio delle funzioni statali – si pensi ad esempio al progetto di valuta digitale di Facebook (Libra) – nonché la privacy di tutti noi. L’innovazione appare spesso come l’uovo di Colombo in grado di trainare l’economia e aumentare la competitività nel lungo periodo. L’offerta di prodotti e servizi innovativi alimenta la domanda, che a sua volta dà impulso alla crescita economica. Ad esempio, l’avvento delle nuove tecnologie di calcolo e comunicazione negli anni ‘90 del secolo scorso ha generato un aumento del PIL annuale degli USA del 3,5%, ben superiore al tasso di equilibrio a lungo termine del 2,5%. Nel 2016 il CEO di Google Sundar Pichai dichiarò che “L’IA è la scoperta più importante dell’umanità, forse ancor più dell’elettricità o del fuoco”.D’altro canto, le innovazioni possono anche far sorgere nuove problematiche, dal momento che riducono la privacy personale e favoriscono le diseguaglianze. In particolare, l’automazione delle occupazioni di basso e medio livello aumenta il divario salariale e contribuisce alla polarizzazione sociale.Al di là di questi timori, l’innovazione può rappresentare una fonte di extra rendimento in un contesto di rendimenti persistentemente bassi. L’asset class che potrebbe trarre maggiori vantaggi da questo trend è quella delle azioni. Basti pensare che negli ultimi 10 anni l’indice Nasdaq, che dà ampio spazio alle società innovative, ha generato rendimenti annui del 20% circa, oltre il doppio di quelli dello Stoxx Europe 600. Gli investitori dovrebbero tenere a mente 4 cose. Primo: i rendimenti azionari delle società più innovative sono destinati a crescere grazie a migliori prospettive di utili e a favorire l’economia nel suo insieme. Secondo: l’attuale ondata di innovazione produrrà probabilmente un aumento delle valutazioni tramite le conseguenti pressioni al ribasso che esercita sui tassi di interesse – un’evoluzione che interessa i mercati azionari come anche le obbligazioni in circolazione. Terzo: l’impatto deflazionistico di questa ondata di innovazione dovrebbe dare ulteriore impulso alle valutazioni delle società attive in quest’area poiché aumenta l’attrattiva dei flussi di cassa in rapida crescita attualizzati a oggi. Quarto: le società innovative dovrebbero cavarsela meglio dei peer poiché (non si limitano a seguire ma) trainano la rivoluzione.Ma spesso un rendimento sopra la media comporta rischi più elevati. Detto ciò, le società davvero innovative di norma superano il mercato a lungo termine. Una prospettiva allettante per chi ha un orizzonte di investimento lungo, soprattutto nell’attuale fase di rendimenti bassi di cui ancora non si vede la fine.Gli investitori potrebbero tuttavia mirare a una buona rappresentanza dei diversi temi legati all’innovazione nei rispettivi portafogli per non perdere l’onda (o le onde) dell’innovazione.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Arriva nel Lazio il progetto di sensibilizzazione di Fondazione Onda per combattere la depressione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 febbraio 2020

La depressione, malattia riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità come prima causa di disabilità a livello mondiale, riguarda circa 3 milioni di italiani, di cui circa 1 milione di persone soffrono della forma più grave, la depressione maggiore. Considerando solo il Lazio, dai dati Istat si stima che circa 112.000 laziali soffrano di depressione maggiore, di cui circa 11.000 non rispondono ai trattamenti, secondo la rielaborazione su base regionale dei dati dello studio epidemiologico italiano Dory, volto a identificare, attraverso un’analisi di database amministrativi, i pazienti affetti da depressione resistente.“In generale, la depressione riguarda in misura maggiore le donne e i disoccupati. Guardando i dati per genere, il tasso di depressione femminile è quasi doppio rispetto a quello maschile (9,1% contro 4,8%). Una malattia quindi in aumento che va adeguatamente considerata”, spiega Roberta Di Turi, Commissione Regionale Farmaci della Regione Lazio. “Dai dati OsMed emerge peraltro che tra i trattati è frequente riscontrare una bassa aderenza (40,1 % dei trattati) e bassa persistenza (a 96 giorni il 50% dei soggetti mediamente interrompe il trattamento). La mancata aderenza e persistenza rendono il trattamento inefficace con gravi ripercussioni sulla qualità della vita dei pazienti stessi e dei loro familiari. Basti pensare alla depressione post-partum per immaginare le gravi conseguenze che possano derivarne. Occorre quindi porre in campo tutte le iniziative possibili per ovviare al problema sia di tipo sociale-culturale che clinico-farmacologico”. In tale contesto, Istituzioni e rappresentati locali a livello medico, assistenziale e sociale si sono incontrati a Roma al Campidoglio per confrontarsi su come affrontare più efficacemente la malattia, superare lo stigma associato alla depressione, facilitare l’accesso alla diagnosi e alle cure più appropriate. Questa rappresenta una delle otto tavole rotonde organizzate da Fondazione Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, che fanno parte del percorso di sensibilizzazione “Uscire dall’ombra della depressione”, patrocinata dalla Regione, dalle società scientifiche SIP – Società Italiana di Psichiatria e SINPF – Società Italiana di Neuropsicofarmacologia, di Cittadinanzattiva e Progetto Itaca, e grazie al contributo incondizionato di Janssen Italia.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Onda premia i vincitori del concorso letterario: “Dai voce alla tua storia”

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 marzo 2019

“Secondo i dati Istat, nel 2065 in Italia la popolazione over 65 raggiungerà i 20 milioni, ovvero il 32,6% del totale: una fetta importante della popolazione sarà definita anziana con tutto ciò che ne consegue a livello sociale e assistenziale”, commenta Francesca Merzagora, Presidente Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere. “La solitudine è tipica di questa fase della vita, per questo è importante preservare la rete familiare e di relazioni per evitare l’isolamento che porta gli anziani, in alcuni Paesi come il Giappone, a ritirarsi e morire in solitudine”.Al tema della solitudine dell’anziano, spesso causata dalla mancanza di autonomia, da malattie o da un tessuto sociale sgretolato, che porta a una condizione di estrema fragilità e ad un progressivo isolamento, è dedicata la seconda edizione del concorso letterario “Dai voce alla tua storia”, promosso da Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, con il patrocinio di Senior Italia-Federanziani e Sottovoce, il contributo incondizionato di Korian e Publitalia ’80.Tra gli oltre 130 scritti pervenuti sono stati selezionati da una giuria 3 lavori, premiati con uno smartphone da Mauro Invernizzi, Country Director Doro, nel corso del convegno “La solitudine e la fragilità dell’anziano: pratica clinica e narrazione si incontrano” organizzato da Onda e tenutosi oggi a Milano: la poesia “Il mio lavoro” di Cristina Petitti di Roreto, Geriatra presso la RSA A.S.Far.M. di Induno Olona (VA), la storia “Le due facce della solitudine” di Gaetano Rigamonti, volontario presso la RSA Fondazione Bellaria Onlus di Appiano Gentile (CO) e il racconto “Vuoto di parole” di Rossella Cravero, caregiver.
“Onda è impegnata da tempo nel promuovere la cultura di un invecchiamento positivo e il più possibile attivo attraverso iniziative specifiche e campagne di sensibilizzazione”, prosegue Merzagora. “Riserva poi un’attenzione speciale alla scelta del luogo di cura per gli anziani, ovvero le Residenze Sanitarie Assistenziali. Dal 2016 è attivo il progetto Bollini RosaArgento che attribuisce un riconoscimento a tutte quelle strutture, ad oggi 153 in tutta Italia, in possesso dei requisiti necessari per garantire non solo una gestione efficace e sicura dell’ospite, ma anche un’assistenza umana e personalizzata in linea con i principi di un ‘invecchiamento attivo”.“Che cosa significano per noi le parole e quanto ci aiutano ad alleviare il nostro dolore? Le parole hanno il potere di curare, aiutare, rendere felici? In tempi difficili, oscuri e divisi più che mai abbiamo bisogno anche del potere della parola scritta per la nostra salute emotiva, psicologica e spirituale”, chiarisce Paola Tincani, giornalista pubblicista e Direttrice di Hachette Fascicoli. “Dunque ‘Dai voce alla tua storia’ è la nostra iniziativa, la solitudine dell’anziano il tema scelto da noi come uno degli aspetti che emergono dai mutamenti della società. Leggendo i tanti scritti ricevuti, più di 130, mi piace pensare ai nostri autori come ad una voce unica che si unisce al grido del grandissimo poeta Dylan Thomas ‘do not go gentle in that good night’: Non entrare lieve in quella buona notte/La vecchiaia dovrebbe infiammarsi e strepitare al termine del giorno/Ribellarsi, ribellarsi alla luce che si estingue…/E tu, padre mio, là sulla cima triste, insulta, benedicimi ora con le tue lacrime furiose, te ne prego./…Ribellati, ribellati alla luce che si estingue”.“I problemi sociali derivanti dalla solitudine dovrebbero essere inclusi tra gli obiettivi dello stato sociale insieme alla povertà, malattia e scolarità”, afferma Luigi Bergamaschini, Professore Associato in Medicina Interna, Università degli Studi di Milano e Direttore della IV UOC di Riabilitazione Neuro-motoria, A.S.P. IMMeS e Pio Albergo Trivulzio. “Tra le cause che portano a uno stato di solitudine, o meglio di percezione della solitudine, ci sono: l’allungamento dell’età media che porta alla progressiva perdita dei coetanei, le caratteristiche delle nostre case che vedono la sempre maggiore perdita di spazi comuni riducendo la possibilità di relazioni e la tecnologia nella comunicazione che uccide i rapporti personali. I risultati degli studi longitudinali indicano che nell’anziano la solitudine è un fattore importante per lo sviluppo della ‘fragilità’ clinica. È indispensabile un intervento culturale che porti alla rivalutazione sociale dell’anziano, ma anche un ripensamento architettonico delle nostre case e delle residenze per anziani per favorire l’instaurarsi di rapporti interpersonali. Non ritengo che in questo ambito un significativo aiuto possa venire da nuovi farmaci”.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Onda promuove il diritto e il valore dell’informazione al paziente

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 dicembre 2018

“Quando un paziente è correttamente informato, si cura meglio e impiega al meglio le risorse sanitarie in termini di servizi e di spesa farmaceutica, innescando un processo virtuoso a vantaggio dell’intero sistema e della collettività”, sostiene Francesca Merzagora, Presidente di Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere. “Alla base di una corretta informazione del paziente però non ci sono dottor Google o i consigli dei seppur ben intenzionati amici, ma una buona comunicazione tra medico e paziente, essa stessa da considerarsi tempo dedicato alla cura”. Per promuovere una corretta informazione del paziente, intesa al tempo stesso come diritto giuridicamente sancito e come valore individuale e sociale, Onda ha pubblicato l’opuscolo “L’informazione al paziente, tra diritto e valore”, con il contributo incondizionato di Roche, disponibile on line sul sito http://www.ondaosservatorio.it. La corretta informazione attraverso la comunicazione medico-paziente ha da sempre rivestito un ruolo cruciale nell’attività clinica, ma oggi, nel vasto panorama di opzioni terapeutiche disponibili, che comprende anche farmaci generici e biosimilari, è ancor più importante al fine di promuovere la continuità delle cure e l’aderenza terapeutica. “Secondo i dati di recenti indagini condotte da Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato solo la metà dei medici dichiara di accertarsi che il proprio assistito abbia compreso le indicazioni su terapie e percorso di cura e delle sue eventuali difficoltà economiche; per un terzo invece non è prioritario informare su alternative terapeutiche o sull’esistenza di farmaci equivalenti o biosimilari”, prosegue Merzagora. “I pazienti d’altro canto hanno una conoscenza scarsa riguardo al farmaco biosimilare: solo il 9% sa la differenza tra biologici e biosimilari, mentre il 41% non ha la minima idea di cosa sia un biosimilare”.
La pubblicazione di Onda offre uno spazio di approfondimento sul tema farmaci biologici e biosimilari, prendendo spunto da tre documenti pubblicati, rispettivamente, da AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco), dalle Società Scientifiche (AIOM – Associazione Italiana di Oncologia Medica, SIF – Società Italiana di Farmacologia, SIFO – Società Italiana di Farmacia Ospedaliera e dei servizi farmaceutici delle aziende sanitarie, CIPOMO – Collegio Italiano dei Primari Oncologi Medici Ospedalieri) affiancate dai pazienti oncologici che fanno riferimento alla Fondazione AIOM e da Farmindustria, voce delle aziende farmaceutiche. I tre position paper condividono la necessità di affidare esclusivamente al giudizio clinico e dunque al medico prescrittore la scelta rispetto al tipo di farmaco (biologico di riferimento vs biosimilare), valorizzando il coinvolgimento attivo del paziente che deve essere sempre correttamente informato sulle motivazioni della decisione terapeutica.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

2° Congresso Nazionale Onda

Posted by fidest press agency su sabato, 8 settembre 2018

Milano, 19 settembre h. 12.30 Hotel Michelangelo – Piazza Luigi di Savoia 6. Un buon sonno gioca un ruolo determinante per un corretto stile di vita e per salvaguardare il benessere psicofisico. La fase della vita che va dai 48 ai 65 anni si rivela particolarmente delicata sotto questo profilo perché se si sperimenta una carenza di sonno, cominciano a manifestarsi i principali disturbi che impattano anche a livello relazionale, come dimostrano i dati dell’indagine conoscitiva di Onda “Post-fertilità e disturbi del sonno” sulla percezione e sull’esperienza dei disturbi del sonno in uomini e donne che verranno presentati e discussi durante la conferenza stampa. Partecipano:
Annamaria Bernardini de Pace, Avvocato matrimonialista
Luigi Ferini Strambi, Primario UO Neurologia-Centro del Sonno, IRCCS San Raffaele Turro e Università Vita-Salute San Raffaele, Milano
Stefano Genovese, Responsabile Unità di Diabetologia, Endocrinologia e Malattie Metaboliche, Centro Cardiologico Monzino IRCCS, Milano
Claudio Mencacci, Direttore Dipartimento di Neuroscienze e Salute Mentale, ASST Fatebenefratelli-Sacco, Milano
Francesca Merzagora, Presidente Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

2° Congresso Nazionale Onda

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 luglio 2018

Milano, 19 settembre h. 12.30 Hotel Michelangelo – Piazza Luigi di Savoia 6. Un buon sonno gioca un ruolo determinante per un corretto stile di vita e per salvaguardare il benessere psicofisico. La fase della vita che va dai 48 ai 65 anni si rivela particolarmente delicata sotto questo profilo perché se si sperimenta una carenza di sonno, cominciano a manifestarsi i principali disturbi che impattano anche a livello relazionale, come dimostrano i dati dell’indagine conoscitiva di Onda “Post-fertilità e disturbi del sonno” sulla percezione e sull’esperienza dei disturbi del sonno in uomini e donne che verranno presentati e discussi durante la conferenza stampa. Partecipano:
Annamaria Bernardini de Pace, avvocato matrimonialista
Luigi Ferini Strambi, Primario UO Neurologia-Centro del Sonno, IRCCS San Raffaele Turro e Università Vita-Salute San Raffaele, Milano
Stefano Genovese, Responsabile Unità Operativa di Diabetologia e Malattie Metaboliche, Centro Cardiologico Monzino, Milano
Claudio Mencacci, Direttore Dipartimento di Neuroscienze e Salute Mentale, ASST Fatebenefratelli-Sacco, Milano
Francesca Merzagora, Presidente Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere Modera: Vera Martinella, giornalista

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

San Nicola e l’Onda – Mostra/Progetto

Posted by fidest press agency su domenica, 22 aprile 2018

Mercoledì 2 maggio, alle ore 10.30, presso la Galleria Comunale “Spaziogiovani”, in Via Venezia 41 a Bari, si terrà, a cura dell’Assessorato alle Politiche Educative Giovanili del capoluogo pugliese, la giornata conclusiva del progetto scolastico “San Nicola e l’Onda” dell’artista barese, triestino d’adozione, Fedele Boffoli (https://www.youtube.com/watch?v=nP7jOY8dGn4), rivolto ai frequentatori delle Scuole della Città Bari; per la circostanza saranno esposti, fino al 4.5 (con orario 10-12 e per la sola giornata del 3.5 anche 15.30 – 17.30), gli elaborati artistici prodotti dai giovani studenti che hanno aderito al progetto. Presenteranno l’evento conclusivo, in attesa della seconda festività barese del Santo, Fedele Boffoli e la scrittrice Adriana Ostuni, attiva al Progetto.
Coniuga gli aspetti calendariali, simbolici e trasformativi, del Santo e delle sue Festività annuali, con quelli dell’Onda, speciale fenomeno della fisica, che racchiude in sé, in un tempo circoscritto e in ordine al modello sferico, un ciclo, completo, di manifestazione, di vita-morte-rinascita, contemplando il movimento e la sua stessa assenza. Così ne scrive, nella presentazione alla mostra, lo stesso autore:
<>

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma: L’onda di piena del Tevere

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 novembre 2010

Arriverà intorno a mezzanotte l’onda di piena del Tevere con un livello delle acque previsto di circa 10 metri a Ripetta. Attualmente, la Protezione civile del Campidoglio sta monitorando la situazione in collegamento con i Vigili del Fuoco, la Polizia Municipale, il Centro Funzionale del Dipartimento nazionale, l’Ardis e le altre strutture regionali coinvolte e la Questura di Roma.Il colmo di piena del Tevere ha raggiunto le stazioni idrometriche di Orte intorno alle ore 10:00, toccando quota 6.44 metri, mentre alla stessa ora a Ripetta si sono toccati i 7,15 metri; la piena scende a valle gradatamente e costantemente, sotto il controllo dei tecnici. La situazione in città è stabile e viene costantemente monitorata dalla Sala Operativa della Protezione civile a Porta Metronia. Le piogge di questa notte hanno richiesto un aumento delle squadre operative con oltre 250 volontari al lavoro e diverse squadre del Servizio Giardini che hanno collaborato alla risoluzione degli allagamenti e alla rimozione dei rami spezzati dal vento.  Le situazioni più critiche si sono verificate intorno alla mezzanotte, in coincidenza con il picco massimo del maltempo, soprattutto in IV, VI, XI e XII municipio.  Nelle ultime 24 ore, i pluviometri hanno registrato medie di 45 millimetri di pioggia al’Eur e a Tor Marancia; 40 millimetri sono stati segnalati a Roma Est e Bufalotta; 30 millimetri a Tor Vergata e Roma Nord. I picchi temporaleschi, inoltre, sono stati associati a venti che hanno raggiunto i 30 nodi. La situazione meteorologica dovrebbe, tuttavia, migliorare con un tempo previsto più favorevole dal punto di vista delle precipitazioni, che sono comunque attese, ma con picchi temporaleschi molto meno intensi di quelli che ci sono stati nel corso di questa notte.  Stando alle previsioni del servizio meteo del Dipartimento nazionale, infatti, i fenomeni piovosi continueranno in modo diffuso ma con una lieve attenuazione dei picchi, almeno fino a venerdì, quando è atteso un nuovo peggioramento.  Resta comunque lo stato di allerta per le strutture della Protezione civile, che sono mobilitate ancora per almeno 36 ore. – lo ha dichiarato Tommaso Profeta, vicecapo di gabinetto del Sindaco e direttore della Protezione civile di Roma Capitale.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Stop ad Affari tuoi un segno di rispetto

Posted by fidest press agency su sabato, 11 settembre 2010

“Un segnale di rispetto nei confronti dei cittadini che pagano il canone”: così Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (UNC), interpreta la mancata programmazione di Affari tuoi, il popolarissimo gioco televisivo su format Endemol dominatore per sette stagioni negli ascolti dell’access prime time di Raiuno, condotto in passato da Paolo Bonolis, Antonella Clerici, Pupo, Flavio Insinna e ultimamente da Max Giusti. Lo stop imposto al programma più seguito di Raiuno (da ieri sera sostituito da “I soliti ignoti”, condotto da Fabrizio Frizzi, in onda alle 20,30, dopo il TG) rappresenta per Dona un segnale chiaro: “Raiuno deve aver compreso che era meglio attendere l’esito delle indagini in corso presso la Procura della Repubblica di Roma, dalla quale, anche se l’azienda di Viale Mazzini risulta parte lesa, potrebbero emergere irregolarità nello svolgimento del gioco”. “Di certo -conclude Dona- chiudere il programma ‘Affari Tuoi’ è un gesto di responsabilità verso i cittadini che, dopo la pubblicazione del mio libro ‘Affari loro’, dedicato ai trucchi nel mondo dei pacchi, hanno una chiara idea di ciò che non vogliono vedere in tv all’ora che fu di Carosello”. Il libro di Massimiliano Dona “Affari loro”, pubblicato da Minerva Edizioni di Bologna, è nelle librerie dallo scorso mese di luglio: l’autore ha deciso di devolvere tutti i proventi della vendita all’Unione Nazionale Consumatori.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rai-Tv: Day time di Rai 2

Posted by fidest press agency su domenica, 5 settembre 2010

Roma  8 settembre ore 12.00 Mòmò Republic piazza Forlanini, 10 –  Conferenza stampa per la presentazione del  Day time di Rai 2  In onda su Rai 2 da lunedì 13 settembre

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Padre Pio: in onda su Rai uno

Posted by fidest press agency su domenica, 20 giugno 2010

20 giugno, RAI UNO manderà in onda, in diretta da Pietrelcina, una trasmissione dedicata interamennte a Padre Pio  condotta da Massimo Giletti. La trasmissione va in onda nell’anno in cui si celebra il Centenario dell’ordinazione sacerdotale di Padre Pio e della celebrazione della sua Prima Messa il 14 agosto di 100 anni fa. Il frate cappuccino, infatti, è stato ordinato sacerdote a Benevento, il 10 agosto 1910. Quattro giorni dopo a Pietrelcina ha celebrato la sua Prima Messa nella Parrocchia “Santa Maria degli Angeli”, oggi Santuario diocesano di “San Pio da Pietrelcina”. Un mese dopo, circa, dalla sua ordinazione, le prime stimmate, quelle da tutti definite “invisibili”, ma non per questo non dolorose.  Per ricordare i tre eventi del 1910 l’editrice “Tau” manda in libreria un piccolo volume dal titolo “Quei tre giorni di Padre Pio. A Pietrelcina un secolo fa” scritto dal giornalista Raffaele Iaria e nel quale l’autore  non vuole raccontare tutto il percorso del frate prima di diventare sacerdote oppure raccontare la sua vita da presbitero a Pietrelcina e successivamente a San Giovanni Rotondo, ma un brevissimo periodo della sua vita: dal 10 agosto al settembre di 100 anni fa e cioè dal giorno della sua ordinazione sacerdotale a Benevento fino alle prime stimmate a Piana Romana di Pietrelcina, passando per il 14 agosto, giorno della celebrazione della sua prima messa in questo borgo del Sannio. Queste pagine – scrive nella prefazione Paolo Bustaffa, direttore dell’agenzia di stampa cattolica “SIR” – portano il lettore in punta di piedi accanto a un frate umile e riservato che vive il momento pubblico del suo ‘sì per sempre’ a Dio con una vibrazione interiore che sorprende lui stesso prima che gli altri. È una fiammata che il tempo non consumerà, anzi al contrario, riaccenderà ogni istante come il roveto ardente sul monte Sinai”.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

SuperQuark

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 giugno 2010

Roma 8 giugno Ore 12.00 Sala A viale Mazzini, 14   Conferenza stampa per la ripresa di SuperQuark  e la presentazione della puntata speciale  Dopo l’Islanda: cosa bolle sotto terra? Un programma di Piero Angela Collaborazione di Alberto Angela, Cristiano Barbarossa,  Barbara Gallavotti, Lorenzo Pinna Regia di Gabriele Cipollitti  Quest’anno SuperQuark, il magazine televisivo di scienza, natura e tecnologia, inaugura la stagione con una puntata speciale interamente dedicata ai vulcani  In onda su Raiuno, giovedì 10 giugno ore 21.10

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Afghanistan: dichiarazione Cazzola (Pdl)

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 settembre 2009

“Adesso è il momento di piangere e rendere l’onore dovuto ai nostri caduti. Ma dobbiamo essere grati al presidente Giorgio Napolitano che, con le sue nobili e ferme parole, ha contribuito alla definizione di una linea corretta del Governo sulla missione italiana in Afghanistan, dopo i dubbi e le incaute affermazioni circolate all’indomani della strage di Kabul e purtroppo ribadite ancora oggi da settori della maggioranza” lo afferma l’on. Giuliano Cazzola deputato del Pdl. “Decisioni – prosegue Cazzola – che riguardano il prestigio dell’Italia, la lotta al terrorismo e la stabilità internazionale non si prendono sulla base dei sondaggi o sull’onda dell’emozione popolare o facendo il verso alle formazioni neocomuniste, ma nell’ambito degli organismi internazionali e insieme agli alleati”.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cd deluxe: “sacco e fuoco”

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 luglio 2009

BandUn grande fermento ha accolto l’uscita del nuovo Cd deluxe “sacco e fuoco”, un successo di pubblico e critica per la celebre cantautrice napoletana che a dicembre 2008 ha realizzato il video di “O paraviso n terra”, nuovo fortunato titolo in rotazione nelle migliori radio italiane, filmandolo a impatto zero e ricevendo numerosi premi. Tutti i festival che nel 2008 hanno ospitato la produzione live di Teresa De Sio hanno costatato la potenza dello spettacolo assistendo a rinnovati favori del pubblico da nord a sud. Sull’onda di quel riscontro parte la nuova produzione estiva con arrangiamenti potenti e graffianti, e con una sorprendente e ritrovata energia vitale. Il progetto è ponte ideale tra la musica tradizionale e le nuove sonorità acustiche, un passaggio ideale per una maggiore conoscenza delle musiche del mondo, delle diverse culture, della continua commistione di generi e suoni. Tutto ciò nel momento di maggiore evoluzione del suono folk, sia quello puro di tradizione che quello di contaminazione, portatori entrambi di un incandescente bagaglio fatto di musiche, strumenti, stili e suggestioni ineguagliabili. Come dice la De Sio: “il folk è il rock del popolo!” http://www.teresadesio.com/tour.htm  (band)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »