Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 106

Posts Tagged ‘online’

Sistema online De Agostini scuola

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 aprile 2020

Nel contesto dell’emergenza sanitaria da Coronavirus con le sue forti ricadute in ambito scolastico, De Agostini Scuola, Ente formatore accreditato MIUR e tra i principali operatori di editoria scolastica in Italia, ha organizzato in tempi rapidi un sistema online totalmente gratuito con strumenti formativi, spunti, contenuti pronti all’uso in classe e aggiornamenti per la didattica a distanza fruibili da parte di tutti i docenti interessati.
“Vicini a te… anche a distanza” è il claim che raggruppa le attività dedicate a garantire continuità didattica e che sottolinea la volontà dell’editore di affiancare in modo concreto i docenti, in questa fase di accelerazione forzata dagli eventi verso la digitalizzazione delle pratiche d’insegnamento, con il conseguente obiettivo di fare sentire più vicini i docenti ai loro studenti.
Oltre che sugli aspetti tecnologici, è inoltre sempre più importante focalizzare l’attenzione sugli aspetti metodologici legati alla didattica a distanza e sul delicato tema della valutazione: con questo approccio, De Agostini Scuola sta affiancando i docenti nel cambiamento del setting dell’aula dalla presenza all’online.Tutte le principali novità targate De Agostini Scuola per la Didattica a Distanza, disponibili gratuitamente e presentate al link https://deascuola.it/didattica-a-distanza/, sono mirate a migliorare le lezioni da casa.Gli insegnanti possono utilizzare le risorse del libro in adozione, con la versione eBook e le corrispondenti risorse per il docente, gli strumenti per la valutazione, i portali disciplinari con lezioni pronte, percorsi e risorse da condividere con i ragazzi. Video, audio, esercizi interattivi possono essere condivisi nelle classi virtuali.Per far esercitare e valutare gli studenti, è possibile preparare in modo semplice e veloce con appositi strumenti (VeriTest e VeriMat) verifiche ed esercitazioni disciplinari, che possono essere assegnante agli studenti condividendo i file su classi virtuali, registri elettronici, via e-mail o WhatsApp.Gli eBook di De Agostini Scuola sono pensati per supportare nello studio gli alunni con DSA e con Bisogni educativi speciali: prevedono audio lettura in modalità karaoke dei testi, audio madrelingua dei testi nei corsi di lingua straniera, testi personalizzabili nella scelta di interlinea e caratteri, video integrati nelle pagine, software per costruire schemi e mappe.Per organizzare le proprie video-lezioni gli insegnanti possono seguire video tutorial su come fare lezione “da remoto” attraverso le piattaforme gratuite più diffuse (WeSchool, GoogleClassrom, Meet di G Suite for Education, Microsoft Teams di Office 365, Jitsi, Zoom), oppure videolezioni sui principali strumenti per creare delle lezioni videoregistrate: Screencast-O-Matic, YouTube, EDpuzzle. Sul fronte della Formazione, sono disponibili una serie di spunti pratici e contenuti sulla didattica a distanza con un ciclo di webinar sugli aspetti metodologici e sulla valutazione, videolezioni disciplinari, tutorial sull’uso di piattaforme e-learning e video su temi di attualità da condividere con la classe.In particolare, è partito il ciclo di webinar e videolezioni gratuiti “OLTRE L’AULA – Indicazioni metodologiche per la didattica a distanza: progettazione, interazione e valutazione” per ragionare sulla rivisitazione dell’ambiente di apprendimento che la didattica a distanza richiede (info e iscrizioni al link https://bit.ly/Didattica_Distanza). Da segnare in agenda:
· mercoledì 1 aprile “Oltre i compiti: mantenere viva la partecipazione degli studenti online” a cura di Livia Petti, ricercatrice presso l’Università degli studi del Molise esperta di didattica e metodologie interattive;
· giovedì 9 aprile “Come valutare gli apprendimenti e con quali strumenti nella didattica a distanza” a cura di Alessandra Rucci, Dirigente Scolastico dell’I.I.S. Savoia Benincasa di Ancona.
Per reperire contenuti disciplinari da utilizzare per le lezioni – nella sezione del sito dedicata alla didattica a distanza https://formazione.deascuola.it/didattica-a-distanza-per-gestire-lemergenza/ – il docente può trovare una serie di spunti e video pronti all’uso da condividere con la classe sui temi di attualità come l’emergenza sanitaria e climatica, oltre a lezioni / contenuti suddivisi per materia a cura di autorevoli scienziati, autori e divulgatori.Infine, per venire incontro all’esigenza di formazione obbligatoria degli insegnanti, in sostituzione del programma di convegni in presenza sospeso in osservanza del DPCM del 9 marzo scorso, De Agostini Scuola ha trasferito sul web gli appuntamenti formativi per i docenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado – iDeAdays, Matematica e Scienze Live, Motivare Coinvolgere Divertire con la Matematica, Lettere al futuro – integrando il programma originario con tematiche legate alla didattica a distanza.
De Agostini Scuola è uno dei principali operatori di editoria scolastica in Italia, con una produzione rivolta a scuole di ogni ordine e grado. I marchi di De Agostini Scuola sono: De Agostini, Petrini, Garzanti Scuola, Garzanti Linguistica, Marietti Scuola, Valmartina, Theorema Libri, Liviana, Ghisetti&Corvi, Cedam Scuola, Cideb e Black Cat. L’offerta universitaria è affidata a UTET Università, CittàStudi e ISEDI.De Agostini Scuola è presente online con deascuola.it (contenuti digitali integrativi, eBook, portali e applicazioni), garzantilinguistica.it (dizionari linguistici), blackcat-cideb.com (materiali per l’apprendimento delle lingue) e dealearning.it (corsi di lingue online), e ha una capillare presenza sui social media.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Acquisti e pagamenti online al tempo del coronavirus

Posted by fidest press agency su martedì, 31 marzo 2020

Un argomento che, sebbene sempre attuale, in questo periodo assume particolarmente rilievo: come il consumatore può tutelarsi nel caso in cui, dopo aver effettuato un pagamento online, la merce non venga consegnata oppure venga consegnata in misura diversa rispetto a quella ordinata.Cosa prevede la Legge? Gli acquisti online debbono essere consegnati entro e non oltre 30 giorni.
Unica deroga è costituita dall’accordo intercorso tra venditore ed acquirente. Cosa accade se il termine di consegna non viene rispettato? Il consumatore ha diritto tanto al rimborso di quanto pagato quanto al risarcimento del danno per la mancata consegna.
Come agire per la tutela dei propri interessi? La prima cosa da fare, nel caso in cui la merce non venga consegnata oppure vi sia un grave ritardo, è quella di sollecitare il venditore inviando una pec o una raccomandata a/r di diffida alla sede legale. Potrebbe anche andar bene utilizzare una chat oppure andare sul sito per inviare una segnalazione ma se la risposta non arriva in modo tempestivo consigliamo di utilizzare pec oppure raccomandata a/r di diffida.Nel caso di mancata consegna della merce è opportuno allegare la prova del pagamento, l’elenco dei beni acquistati, la bolla di consegna, se disponibile, e contestare che nell’ordine consegnato mancano alcuni beni che dovranno essere indicati precisamente e per i quali si richiede il rimborso della somma versata.Nel caso di ritardo nella consegna della merce le comunicazioni da inviare potrebbero essere tre.Nella prima occorre sempre allegare la prova del pagamento nonché indicare il bene o i beni acquistati, ma l’elemento più importante è costituito dall’indicazione della data entro cui la merce avrebbe dovuto essere consegnata. Tale passaggio è necessario per tutelare il proprio diritto!La formula da utilizzare, può essere di questo tipo: “la merce dovrà essere consegnata entro e non oltre la data del… . La mancata consegna nel termine indicato determinerà la risoluzione del contratto per inadempimento”.Altra raccomandazione: la tentazione di indicare un termine nell’immediato è sicuramente forte ma rischia di essere controproducente.Occorre evitare che il venditore possa eccepire di non aver potuto adempiere perché il termine rendeva la prestazione impossibile!Il consiglio è, quindi, quello di dare 15 giorni di tempo.Se la merce arriva… bene!Se la merce non arriva sarà necessario inviare la seconda pec, o seconda lettera raccomandata a/r di diffida, sempre indirizzata alla sede legale, in cui si comunicherà la formale disdetta per inadempimento del venditore utilizzando una formula del genere: “non avendo consegnato la merce nel successivo termine indicato, con la presente comunico formale disdetta determinata dal Vostro inadempimento”.Questa lettera deve essere inviata il giorno, o nei giorni successivi, alla scadenza del termine. Una doverosa precisazione: prima si invia meglio è.La disdetta sarà efficace solo dopo l’invio di questa comunicazione.Il che comporta che se la merce arriva, anche oltre il termine indicato, prima dell’invio della disdetta questa merce dovrà essere accettata.Una volta inviata la disdetta, si potrà, sempre a mezzo pec o raccomandata a/r di diffida (sarebbe la terza comunicazione) richiedere di annullare il contratto per inadempimento del venditore e conseguentemente chiedere il rimborso del prezzo.Altra strada percorribile, se la merce riveste particolare interesse, è quella, sempre con i soliti strumenti, di continuare a richiedere la consegna della merce esigendo, tuttavia, il risarcimento del danno subito a causa della spedizione tardiva.Sebbene superfluo si precisa che in questo caso non deve essere inviata alcuna disdetta!
Cosa fare se il venditore rifiuta il rimborso? Occorre ricorrere all’Autorità Giudiziaria.Il ricorso all’Autorità Giudiziaria può essere duplice.Agire in giudizio, dopo aver esperito la procedura di negoziazione assista, per ottenere il rimborso del prezzo ed il risarcimento del danno ed anche denunciare, entro e non oltre 90 giorni dal pagamento, l’accaduto.Da ultimo si ricorda che i siti delle aste online non sono responsabili di quanto accade con le transazioni e che le richieste vanno rivolte direttamente al venditore anche se l’acquisto è stato effettuato tramite una specifica piattaforma. (Sara Astorino, legale, consulente Aduc)

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pagamenti online: utilità ai tempi del Coronavirus

Posted by fidest press agency su martedì, 17 marzo 2020

La possibilità di effettuare dei pagamenti online non costituisce una novità. Ormai da molto tempo è possibile, ed in alcuni casi costituisce l’unico mezzo di pagamento, utilizzare la modalità online al fine di concludere un acquisto.Questi pagamenti possono avvenire utilizzando la carta di credito oppure delle carte prepagate che possono essere ottenute rivolgendosi a qualsiasi istituto bancario e non. Il primo consiglio, pertanto, che vi diamo e di controllare bene che si tratti di una semplice carta ricaricabile e non di una revolving card. In questo momento di emergenza sanitaria, in cui evitare ogni contatto è il modo migliore per bloccare la diffusione del contagio nonché per proteggere noi stessi e i nostri cari, in diverse compagnie hanno attivato la modalità di consegna contactless.Ovvero nessun contatto.
Come si fa ad evitare il contatto se ordiniamo una pizza? Pagando online ovvero utilizzando la stessa modalità richiesta per poter usufruire della spesa online oppure per ordinare libri o altre merci. La pizza, al pari della spesa o di altri pacchi, verranno poi lasciati di fronte casa così che la persona ed il fattorino, cui dovremmo essere tutti grati, non abbiano contatti.
Sembrerebbe tutto bellissimo tuttavia esiste un “ma”. Quante persone hanno una carta di credito o una ricaricabile? Quanti sono in grado di usarla? Penso alle fascia di età più elevate, magari ad una nonna. I nostri nonni o genitori non sono abituati a questa tecnologia, non hanno questa carta ed alcuni non saprebbero nemmeno utilizzare la spesa online.Va benissimo, quindi, utilizzare questo metodo di pagamento ma credo che bisognerebbe trovare un metodo alternativo anche per garantire la possibilità di usufruire dei medesimi servizi anche a chi non ha carte di credito oppure carte ricaricabili. (Sara Astorino, legale, consulente Aduc)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Federica Web Learning è online

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 marzo 2020

Federica cambia look. La piattaforma multimediale di Web Learning dell’Università di Napoli Federico II, nata nel 2007 come progetto pioneristico di alta formazione online, rinnova la sua immagine. Il restyling verrà presentato in tutta Italia con una campagna adv on air, a partire da oggi.Federica Web Learningè un’eccellenza mondiale nella formazione senza limiti: prima single-university platform europea, è nella top 10 mondiale per produzione di Massive Open Online Courses (MOOC), che hanno raggiunto, in pochi anni, oltre cento milioni di learner sui principali aggregatori globali di formazione, offrendo una risposta didattica innovativa ai bisogni formativi delle generazioni digitali.
Un sapere senza limiti, oltre i confini dello spazio e del tempo, non solo per la sua ampiezza ma anche grazie alle nuove tecnologie che con Federica realizzano il più democratico dei principi illuministi: la condivisione della conoscenza. Questa l’ispirazione della campagna, che cerca di rendere anche visivamente l’idea di un sapere che da sempre è l’unico strumento di emancipazione per l’uomo, come recita il payoff di Federica: Expanding Education. Federica Web Learning conta circa 200 MOOC multidisciplinari, disponibili su Federica.eu (www.federica.eu), tutti ideati e realizzati con docenti dell’Università di Napoli Federico II e con la faculty di prestigiosi Atenei nazionali e internazionali, in collaborazione con un team di giovani professionisti specializzati nelle competenze chiave dell’education technology.Tutti i corsi di Federica sono accessibili gratuitamente da tutti gli studenti universitari italiani, e dai docenti che vogliano adoperarli per supportare o integrare i propri insegnamenti. Una opportunità tanto più preziosa in questa congiuntura drammatica di interruzione delle lezioni in aula.Con la nuova piattaforma, Federica.eu rafforza la sua leadership nella galassia in espansione dell’e-learning, fedele alla sua mission di servizio gratuito e ad accesso libero per l’alta formazione universitaria.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Master online

Posted by fidest press agency su martedì, 3 marzo 2020

Milano. L’international Flex MBA della School of Management del Politecnico di Milano è l’unico programma italiano in distance learning tra i migliori 10 al mondo e il quarto se si considerano solo le business school europee. A sancirlo è il Financial Times che oggi ha reso pubblico l’FT Online MBA 2020 Ranking relativo alle performance dei migliori Master in Business Administration fruibili a distanza.
“In un momento in cui tanto si parla della necessità di accedere da remoto alla didattica, come approccio innovativo, flessibile e inclusivo, non come risposta a un’emergenza, la School of Management del Politecnico di Milano dimostra ancora una volta di avere perseguito questa strada da tempo e con risultati eccellenti – commentano Federico Frattini e Vittorio Chiesa, di recenti nominati rispettivamente Dean e Presidente del MIP, che progetta ed eroga i master e i corsi per conto della School of Management -. La nostra offerta formativa infatti è oramai in gran parte fruibile in modalità smart learning.”.
Erogato grazie a una specifica piattaforma sviluppata in partnership con Microsoft, l’international Flex MBA è la versione full English del Flex MBA, il primo MBA in smart learning lanciato in Italia nel 2014 e divenuto il maggior successo della Scuola, con quasi 500 studenti che hanno frequentato le due aule, italiana e internazionale, ad oggi. Selezionato nel 2016 tra i più innovativi MBA al mondo da AMBA (Association of MBAs), il Flex MBA ha ottenuto per primo in Italia nel 2017 l’accreditamento EOOCS dell’EFMD, che certifica la qualità dei programmi online, e lo scorso anno si è piazzato settimo al mondo nel QS Distance/Online MBA Rankings 2019.
Più in dettaglio, l’International Flex MBA ha ottenuto ottime valutazioni nell’FT Online MBA 2020 Ranking per quanto riguarda l’altissima qualità dell’interazione online tra i colleghi di corso, la faculty e lo staff della Scuola grazie alla piattaforma progettata ad hoc per questo tipo di master, per la capacità di incidere sulle retribuzioni dei partecipanti (che in media aumentano del 40% a tre anni dal diploma) e sulla loro progressione di carriera, per l’ottimo rapporto costi-benefici, per l’alta percentuale di donne (47%) e di profili internazionali (65%) nel Board della Scuola e per le politiche di Corporate Social Responsability.
“Sono risultati straordinari – continuano Frattini e Chiesa – raggiunti grazie ai continui sforzi di miglioramento del programma e di internazionalizzazione del curriculum. Ormai è sotto gli occhi di tutti l’eccellenza del MIP Graduate School of Business nello sviluppo di soluzioni digitali a supporto dei processi di education e la validità dell’offerta formativa online, tesa a rendere ottimale la fruibilità e l’accessibilità dei contenuti senza trascurare la qualità dell’insegnamento e la personalizzazione dell’esperienza formativa”.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le trappole online sui social network

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 febbraio 2020

Ogni giorno, sui social network, i consumatori europei si imbattono in annunci pubblicitari mirati che presentano offerte allettanti. Facebook, Youtube e i social in genere costituiscono infatti dei mezzi rapidi ed efficaci per raggiungere i consumatori e presentare loro offerte irresistibili, ma per alcune società rappresentano ghiotte occasioni per proporre abbonamenti trappola, sottrarre denaro o dati personali con il phishing. Nell’Unione Europea, Regno Unito, Norvegia e Islanda, la rete dei Centri Europei Consumatori ECC-Net assiste gratuitamente i consumatori vittime di tali trappole poste in essere sui social da aziende senza scrupoli.Secondo un recente studio condotto dalla Commissione Europea, il 56% dei consumatori europei e il 58% di quelli italiani sono incappati in simili meccanismi negli ultimi due anni. La più comune trappola social consiste nell’indurre il consumatore a sottoscrivere abbonamenti o ad acquistare beni che poi risultano contraffatti, indisponibili o del tutto inesistenti.Durante il mese di febbraio, la rete ECC-Net affronterà proprio questo argomento nell’ambito della campagna celebrativa del quindicesimo anno della propria attività, avviata nel mese di Gennaio e che coprirà l’intero anno 2020, con l’obiettivo di accrescere la consapevolezza dei consumatori su dodici tematiche chiave in materia di consumo.Uno dei suggerimenti che la rete ECC-Net fornisce attraverso la campagna, è quello di fare uno screenshot con il proprio telefono prima di cliccare sull’allettante annuncio. Successivamente infatti potrebbe risultare molto difficile reperire tracce della trappola in cui si è incappati, poiché l’annuncio sparisce un istante dopo il click.“Uno dei maggiori problemi che riscontriamo è rappresentato dal fatto che i consumatori che si rivolgono al nostro Centro per assistenza, sono sprovvisti di qualsiasi prova o traccia dell’annuncio, di conseguenza non abbiamo concreti elementi probanti da opporre al professionista o da fornire all’Antitrust e alla polizia postale se non il numero di reclami ricevuti. Ecco perché abbiamo deciso di focalizzare la campagna informativa su tale aspetti affinché trappole di tal genere non restino impunite e non proliferino ulteriormente”, afferma Maria Pisanò, direttore del Centro Europeo Consumatori Italia.I social rappresentano spesso i canali ideali per adescare i consumatori con delle offerte troppo vantaggiose per essere reali. “Quando scorriamo le bacheche dei nostri social, siamo spesso di fretta, disattenti o impegnati a fare altro nello stesso momento. Ciò fa sì che dimentichiamo totalmente di fermarci a riflettere e di osservare criticamente l’offerta che ci viene presentata”, continua Maria Pisanò.I consumatori diventano vittime di sottili stimoli psicologici che li inducono ad agire impulsivamente, senza riflettere come accade per i concorsi a premi o prove gratuite che appaiono particolarmente vantaggiose.
I diritti dei consumatori godono oggi di una migliore tutela grazie al nuovo meccanismo di segnalazioni esterne recentemente adottato dalla Commissione Europea con la revisione del regolamento CPC (Consumer Protection Cooperation Network). Tale meccanismo ha notevolmente accresciuto l’efficacia della cooperazione transfrontaliera tra le varie autorità nazionali di enforcement.La rete dei Centri Europei Consumatori, con i suoi trenta punti di contatto in trenta differenti paesi, ricopre un ruolo di fondamentale importanza quale interlocutore privilegiato delle autorità facenti parte del meccanismo di allerta.“Dobbiamo attivarci in ogni modo possibile per impedire ad aziende fraudolente di sfruttare i social network come rapido canale di accesso ai consumatori e che questi continuino ad essere vittime delle loro trappole. Il primo fondamentale passo da compiere è smascherare i truffatori e possiamo farlo solo con l’aiuto dei consumatori” conclude Maria Pisanò.

Posted in Diritti/Human rights, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I consigli per gli acquisti on line

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 novembre 2019

Il Black Friday è ormai un fenomeno in ascesa esponenziale anche in Italia, come attestato dalla stessa Istat, secondo la quale, stando a quanto riportato nel comunicato dello scorso anno relativo al commercio al dettaglio di novembre 2018, la voce Elettrodomestici, radio, tv registrò un boom delle vendite dell’11,7% rispetto a novembre 2017 ed il commercio elettronico registrò un rialzo del 22,4%, sempre su base annua.”Se si mantiene il trend degli ultimi anni, le vendite on line saliranno del 25,8% rispetto al novembre 2018, quando già si era registrato un incremento quasi da primato. Un balzo che si collocherebbe al terzo posto delle crescite tendenziali più alte mai state registrate dall’Istat, ossia dal 2016, considerato che le serie storiche cominciano nel gennaio 2015″ afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Al primo posto resta il mese di luglio 2017, +28% e al secondo posto settembre 2019, con un +26,3%. Anche per questo, per evitare fregature, è bene ricordare le regole per gli acquisti on line” conclude Dona.Di seguito i dieci consigli per lo shopping online in sicurezza:
1) Acquistate solo su siti protetti da sistemi di sicurezza internazionali come SSL e SET: sono riconoscibili dal simbolo di un lucchetto chiuso nella barra di indirizzo;
2) Confrontate le varie offerte prima di procedere all’acquisto, cercando anche online maggiori dettagli sulla reputazione del venditore;
3) Non fatevi prendere dalla fretta o dall’ansia; molti siti giocano su una comunicazione emotiva (timer che scadono, avvisi che indicano che l’articolo è in esaurimento, etc.) ma è il caso di ignorarla;
4) Diffidate dalle offerte estremamente vantaggiose (potrebbero essere siti che “giocano” con l’Iva o che mettono in vendita merce di incerta provenienza);
5) Non fatevi attrarre dallo sconto, ma chiedetevi sempre se state acquistando quello di cui realmente avete bisogno;
6) Controllate il prezzo finale comprensivo di spese di spedizione e altri costi aggiuntivi;
7) Controllate la data di consegna per scongiurare il rischio che il vostro acquisto non arrivi per tempo, se si tratta di un regalo o venga consegnato in un periodo in cui siete in vacanza;
8) Stampate sempre una copia dell’ordine e della pagina contenente l’offerta per conservarla in vista di future contestazioni;
9) Scegliete pagamenti con carta di credito prepagate o paypal (meglio evitare il bonifico) e non comunicate mai i riferimenti o altri dati personali via email (a riguardo leggi anche “Pagamenti on-line, quale scegliere?“)
10) Ricordate che comprando on-line vale il diritto di recesso (da esercitare qualora abbiate cambiato idea comunicandolo entro 14 giorni dalla data di consegna del prodotto). (by Mauro Antonelli)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Coursera Announces Top Online Learning Trends for Brazil in 2019

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 novembre 2019

Coursera, the world’s leading online learning platform, today announced 2019’s most popular courses for Brazilian and global learners. Brazil’s more than two million learners flocked to business and tech courses on Coursera from globally-ranked Brazilian universities like Universidade de São Paulo and Insper.“Online learning has the power to give anyone, anywhere the opportunity to learn new skills,” said Dil Sidhu, Chief Content Officer at Coursera. “Brazil is one of our top markets and their learners’ enthusiasm for business and tech courses illustrates a broader need for citizens to equip themselves with the necessary skills to remain competitive amid the Fourth Industrial Revolution.”Coursera currently has five Brazilian partners, while more than 30 organizations in the country use Coursera for Business to upskill their employees.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

CyberPower Launches Online Publications Center

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 novembre 2019

Cyber Power Systems (USA), Inc., a leader in power protection and management products, announced a new online publications center at its website offering free downloadable educational resources. The online publications center features timely information on power protection, including educational guides or “power primers” on how to select specific types of products, application case studies, and white papers. In addition, CyberPower’s most recent publication is a comprehensive 12-page buyer’s guide on Choosing a Surge Protector.“Our new online publications center is appropriate for consumers, IT professionals, and resellers who are seeking best practices and educational resources on power protection and power management products and many related topics,” said Phil Geraffo, vice president of marketing and product management at CyberPower.Geraffo added: “Power outages and power surges are an ongoing threat to electronics, especially today’s more sensitive electronics and devices. Our Choosing a Surge Protector primer outlines the fundamentals of surge protection, and guides users through the requirements and features to consider when purchasing a surge protector based on the type and value of electronics they have.” CyberPower offers a wide selection of surge protection devices to help homes and businesses safeguard their electronics against power events. All CyberPower surge protection products include lifetime warranties and feature built-in automatic shutdown. Several models include USB charging ports, sleek design and style features such as low-profile plugs and swivel outlets that reduce cord clutter.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nel 2019 gli acquisti online in Italia sfiorano i 31,6 miliardi di euro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 ottobre 2019

Prosegue la crescita dell’eCommerce B2c in Italia. Il valore degli acquisti online sfiora nel 2019 i 31,6 miliardi di euro, +15% rispetto al 2018: l’incremento in valore assoluto è il più alto di sempre (4,1 miliardi di €). Questo lo scenario presentato dall’Osservatorio eCommerce B2c, che quest’anno festeggia i 20 anni dalla prima rilevazione, al convegno promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano e da Netcomm intitolato “L’eCommerce B2c: il motore di crescita e innovazione del Retail!”.*
“Anche quest’anno la crescita è trainata dall’acquisto di prodotti, che raggiungono i 18,1 miliardi di euro (+21%) grazie a 281 milioni di ordini e a uno scontrino medio di circa 66 euro. Sono positivi i risultati fatti registrare sia dai comparti storici (Informatica ed elettronica e Abbigliamento), sia da quelli emergenti (Arredamento & home living, Food&Grocery e Beauty). Nel 2019 le spedizioni eCommerce B2c, esclusi i resi, raggiungono il numero record di 318 milioni.” Afferma Riccardo Mangiaracina, Responsabile scientifico dell’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm Politecnico di Milano “La componente dei servizi è entrata, invece, in una fase di maturità: con un incremento di quasi un miliardo di euro (+8%), raggiunge i 13,5 miliardi di euro grazie a 60 milioni di ordini e a uno scontrino medio di circa 228 euro”. Tra i prodotti, l’Informatica & Elettronica si conferma il comparto più rilevante (+19% e un valore complessivo di 5,3 miliardi di euro) seguito dall’Abbigliamento (+16%, 3,3 miliardi di euro). Tra i settori con il ritmo di crescita più elevato troviamo l’Arredamento & Home living (+30%, 1,7 miliardi di euro) e il Food&Grocery (+42%, 1,6 miliardi di euro).
L’Editoria supera il miliardo di euro (+8%) mentre gli acquisti in tutti gli altri comparti di prodotto valgono insieme 5,2 miliardi di euro nel 2019, in crescita del +21% rispetto al 2018. In questo aggregato si distingue il contributo dei Ricambi auto, con pezzi di ricambio e pneumatici per un valore di 760 milioni di euro (+24%), dei Giocattoli, con 602 milioni (+18%) e del Beauty, con l’acquisto di profumi e cosmetici per un valore di 568 milioni (+27%). Tra i servizi, il Turismo e Trasporti, con 10,9 miliardi di euro, è ancora il primo comparto dell’eCommerce italiano. La crescita (+9%) è determinata dagli acquisti di biglietti per i trasporti ferroviari e aerei, dalla prenotazione di appartamenti e case-vacanza (attraverso gli operatori della sharing economy) e dalla prenotazione di camere di hotel. Gli acquisti online nelle Assicurazioni valgono 1,5 miliardi di euro (+6%) e rimangono focalizzati sulle RC Auto. I comparti di servizio aggregati nell’Altro valgono 1,1 milioni di euro, in linea con il valore del 2018. Rimangono importanti, in questa categoria, i contributi del Ticketing per eventi e delle Ricariche telefoniche.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Faccio Tesoro”: il programma di educazione finanziaria online

Posted by fidest press agency su sabato, 12 ottobre 2019

E’ stato lanciato lo scorso luglio con l’obiettivo di creare una maggiore consapevolezza sui temi del credito e della gestione delle proprie finanze, ha raggiunto, a meno di 3 mesi dal lancio, il milione e mezzo di visualizzazioni, con una media di oltre 17.500 visualizzazioni al giorno sul sito dedicato e sul canale Youtube e punte di 35.000.In occasione del Mese dell’Educazione Finanziaria, CRIF presenta inoltre 13 nuovi video dedicati all’approfondimento di temi quali i mutui, la carta conto, la sicurezza nel mobile banking, il microcredito e gli strumenti per professionisti e imprese. Questi video vanno ad aggiungersi alle 6 sit-com focalizzate su alcune fasi della vita delle famiglie (la nascita di un figlio, l’ingresso nel mondo del lavoro, l’acquisto della casa o di un bene importante come l’auto, la gestione delle finanze familiari, ecc.) e ai 35 video di approfondimento pubblicati a luglio.Inoltre, sul sito http://www.facciotesoro.it, che ospita tutti i contenuti del progetto, da oggi i visitatori potranno mettersi in gioco e verificare le proprie competenze rispondendo a un veloce quiz: scegliendo le domande sui temi più di interesse tra Casa e mutuo, Chiedere un prestito, Budget e credito, Carte di pagamento, i Processi di valutazione, potranno avere un riscontro immediato del proprio livello di conoscenza degli argomenti trattati e i suggerimenti sui video collegati per acquisire ulteriori informazioni e consigli utili.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un italiano su due ormai usa la banca online

Posted by fidest press agency su martedì, 11 giugno 2019

Anche i risparmiatori italiani hanno ormai superato il tabù di Internet: uno su due sceglie il web per gestire il conto corrente e monitorare i movimenti di denaro. I dati dell’indagine realizzata da Doxa per Findomestic in occasione del lancio del nuovo corrente digitale tracciano “l’identikit di un utente sempre più smart e a proprio agio con il mondo online” sottolinea Claudio Bardazzi delle relazioni media. “E’ anche questo il motivo per cui Findomestic – dichiara Gilles Zeitoun, Direttore Generale della banca – da sempre attenta al cliente e all’evoluzione delle sue esigenze, ha deciso di completare la gamma dei propri servizi con un conto corrente che ha nell’interfaccia digitale uno dei suoi principali punti di forza”.
Sono diversi i segnali che confermano la crescente confidenza dei risparmiatori con l’online banking. Ad esempio, dimostrano i risultati dell’indagine realizzata da Doxa per Findomestic, è in aumento la quota di coloro che si affidano al digitale per effettuare operazioni bancarie abituali: secondo le rilevazioni, da luglio 2018 a oggi la percentuale di utenti che utilizzano il sito della propria banca è passata dal 49,1% al 52,1%, mentre app e mobile banking sono attualmente scelti dal 23,2% a fronte del 22,4% del luglio scorso. Anche le operazioni più complesse fanno sempre meno paura: il 28,5% fa ricorso a Internet anche per i casi più delicati e meno frequenti, dato in crescita di ben 7 punti percentuali rispetto alla rilevazione dell’estate passata.
Un po’ a sorpresa gli habitué dell’e-banking non sono i più giovani: è la fascia tra i 55 a i 64 anni a ricorrere più spesso (nel 58,4% dei casi) ai servizi bancari sul web. I millennials, invece, preferiscono il mobile: il 44,6% degli utenti tra i 18 e i 24 anni gestisce il proprio conto corrente dallo smartphone.
Non a caso la società di credito al consumo del Gruppo BNP Paribas, per il debutto del suo conto bancario ha puntato su un’offerta digitale con funzionalità orientate alla gestione consapevole del budget e al risparmio. Una di queste è il trasferimento automatico del denaro dal conto allo strumento di deposito quando la giacenza raggiunge una soglia prestabilita. Inoltre è possibile rateizzare sul conto i pagamenti Findomestic in essere dilazionando la spesa in tre o sei mesi.
L’indagine realizzata da Doxa per Findomestic ha chiesto inoltre al campione quali sono le caratteristiche più importanti di un conto corrente: i bassi costi di gestione risultano l’esigenza più diffusa (55,2%) oltre alla chiarezza e trasparenza dei costi (40,2%) e alla possibilità di gestire tutto online (39,2%). In risposta a questa esigenza, Findomestic propone un canone fisso, con due tariffe: 6,90 euro al mese per il tutto compreso e 3,90 al mese nella versione che comprende l’operatività ordinaria. Il canone mensile del conto è costruito per rendere consapevoli i clienti di quanto si sta spendendo e tutta l’operatività ordinaria del conto corrente è direttamente integrata nel canone senza spese aggiuntive per il cliente. Il canone può anche diminuire di 1 euro se si accredita lo stipendio sul conto, di un 1 euro se si ha già un finanziamento in corso con Findomestic e di un ulteriore euro se è stata stipulata tramite la società una copertura assicurativa. Con queste possibili riduzioni il conto diventa tra i più competitivi del mercato: la versione all inclusive può scendere da 6 euro e 90 centesimi a 3,90 mese, quella base da 3,90 a 0,90 centesimi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Acquisti online e discriminazione geografica del consumatore

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 giugno 2019

 

Dal Dicembre 2018 gli acquisti online in ambito europeo sono tutelati da nuove regole che proteggono il consumatore da discriminazioni legate alla propria nazionalità o residenza. Gli operatori commerciali devono infatti trattare gli acquirenti online di un altro Paese dell’UE allo stesso modo dei clienti locali, consentendo l’accesso ai propri siti e garantendo uniformità di condizioni di vendita.Il fenomeno, denominato “blocco geografico (geoblocking)”, è più diffuso di quanto si creda. Secondo indagini condotte dalla Commissione europea solo il 37% dei siti web permette al clienti di un altro Stato membro di arrivare alla fase finale che precede la conferma dell’ordine e sono numerose le denunce di casi di discriminazione.Le nuove regole sono state sancite dal Regolamento UE 2018/302 a cui è recentemente seguita la designazione, con la legge europea 37/2019, dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato (Antitrust – AGCM) come organo di vigilanza e segnalazione.Da evidenziare che nell’Ue una normativa antidiscriminatoria già esisteva da anni (vedi la Direttiva 2006/123/CE recepita in Italia con il D.lgs. 59/2010) ma il Parlamento europeo, valutando la sua scarsa efficacia, ha ritenuto di doverla rafforzare e rinnovare.(Rita Sabelli, responsabile Aduc aggiornamento normativo)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Halo Labs Products Now Available via Online Marketplace Eaze in California and Oregon

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 maggio 2019

Halo Labs Inc. (“Halo” or the “Company”) (NEO:HALO, OTCQX:AGEEF, Germany:A9KN) is pleased to announce their launch on the leading online cannabis marketplace Eaze to sell it products direct to consumers in California and Oregon. Eaze has established itself as the go to marketplace which provides access to safe, legal cannabis to adults 21+ all over California and Portland. The roll out of Halo’s first product offering through the Eaze marketplace and rapid delivery system is a remarkable brand collaboration.The first product offering will be the GILT branded DabTabs™ Dablets, the proprietary ceramic discs that store an ANSI certified pre-measured dose of either cannabis concentrate or oil and provide a cleaner, smoother, mess free way to consume full spectrum cannabis oils and concentrates. There will additional products launched in the coming months.According to Eaze Insights data, since adult use legalization in California, new cannabis consumers increased by 140%. This data shows a clear curiosity and adoption of cannabis. With this increasing consumer base, dosing technologies have been crucial in educating newcomers about responsible cannabis use.David Orr, Halo CRO, commented: “Eaze has established itself as the leading online marketplace in the cannabis space, and we are excited to be partnering with them to reach the growing numbers of online cannabis consumers. Merchandising and selling our products online provides the opportunity to create more convenient accessibility to Halo’s brand products while reaching a larger consumer base.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Attendibilità dei media online

Posted by fidest press agency su martedì, 14 maggio 2019

Dopo aver vagliato più di 2mila siti negli Stati Uniti prima di sbarcare nel Regno Unito, e da oggi anche in Italia, NewsGuard redazione americana che certifica l’attendibilità dei media online, ha recensito oltre il 70 per cento delle notizie online in Italia promuovendo Agi Agenzia Italia, unico caso tra le agenzie di stampa in Italia, con bollino verde in tutte e 9 le categorie prese in esame.Come è possibile da un lato difendere e valorizzare il giornalismo di qualità e dall’altro garantire ai lettori l’affidabilità delle notizie che si trovano online? Mettendosi a “guardia delle notizie”. Almeno è quello che hanno pensato Steven Brill e Godon Crovitz, quando circa un anno fa hanno dato vita alla startup NewsGuard che si propone di analizzare la credibilità e la trasparenza dei siti di notizie e di informazione.NewsGuard utilizza un approccio giornalistico per combattere le notizie false e la disinformazione. I meccanismi di funzionamento sono quelli di un giornale: ci sono riunioni di redazione, si selezionano i siti da prendere in considerazione, li si analizza e si condividono i risultati. L’analisi prevede la realizzazione di una scheda informativa quanto più possibile dettagliata sul sito preso in considerazione e la verifica del rispetto di nove parametri, divisi in due macro aree: credibilità e trasparenza.”Il panorama dell’informazione italiana non esce male nel complesso dall’analisi di NewsGuard. La stragrande maggioranza dei siti di informazione rispettano i nostri criteri di attendibilità e correttezza, ma non si tratta di pagelle, piuttosto di indicazioni su come migliorare qualità e trasparenza dell’informazione online”. Giampiero Gramaglia, giornalista, ex direttore dell’Ansa e oggi consulente senior di NewsGuard di cui è membro del comitato di consulenza, metodi e criteri usati dalla società che, attraverso un team di giornalisti basati a New York, ha analizzato finora circa 120 siti di informazione italiana, circa il 70% del panorama informativo presente su Internet.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Terrorist content online should be removed within one hour, says EP

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 aprile 2019

Companies could face sanctions of up to 4% of turnover if there are persistent breaches No general monitoring obligation for online platforms, nor compulsory use of filters MEPs insist that free speech and press freedom must be safeguarded Internet companies should remove terrorist content within one hour after receiving an order from the authorities, to combat radicalisation and contribute to public security.
With 308 votes in favour to 204 against and 70 abstentions, Parliament backed on Wednesday a proposal to tackle the misuse of internet hosting services for terrorist purposes. Companies that systematically and persistently fail to abide by the law may be sanctioned with up to 4% of their global turnover.The newly elected European Parliament will be in charge of negotiating with the Council of Ministers on the final form of the text.Once an internet company hosting content uploaded by users (like Facebook or YouTube) that offers their services in the EU has received a removal order from the competent national authority, they will have one hour to remove it or disable access to it in all EU member states. However, they will not be generally obliged to monitor the information they transmit or store, nor have to actively seek facts indicating illegal activity.To help smaller platforms, MEPs decided that, when a company has never received a removal order before, the competent authority should contact it, to provide information on procedures and deadlines, at least 12 hours before issuing the first order to remove content that they are hosting.If a company has been subject to a substantial number of removal orders, the authorities may request that it implements additional specific measures (e.g. regularly reporting to the authorities, or increasing human resources). MEPs in the Civil Liberties Committee agreed not to impose an obligation to monitor uploaded content nor the use of automated tools.The legislation targets any material -text, images, sound recordings or videos- that “incites or solicits the commission or contribution to the commission of terrorist offences, provides instructions for the commission of such offences or solicits the participation in activities of a terrorist group”, as well as content providing guidance on how to make and use explosives, firearms and other weapons for terrorist purposes.
Content disseminated for educational, journalistic or research purposes should be protected, according to MEPs. They also make clear that the expression of polemic or controversial views on sensitive political questions should not be considered terrorist content.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Mrs Thatcher Part III, Online at Christie’s in May

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 aprile 2019

London – Christie’s will offer Mrs Thatcher, Part III, an online sale which will be open for bidding between 2 and 9 May 2019. Coinciding with the 40th anniversary of Margaret Thatcher’s historic election as the United Kingdom’s first female Prime Minister (1979-1990), this constitutes the third and final part in a trilogy of auctions held as part of the arrangements following the death of Mrs Thatcher in 2013. Comprising 170 lots, spanning items relating to Mrs Thatcher’s time in office, personal possessions, her ‘uniform’ jewellery, clothes and handbags, estimates range from £100 to £15,000. The sale is now available to view online in full: http://www.christies.com/mrsthatcher.
The sales began in 2015 when Part I and Part II attracted a global audience, selling 100% and totalling £4,516,038/ $6,831,487/ €6,189,443. Part III will provide further public and private insights into the trajectory of a political titan, presenting unique opportunities, across price levels, for collectors around the world to acquire property from the longest serving Prime Minister of the United Kingdom in the 20th century.Adrian Hume-Sayer, Director, Specialist, Private Collections: “The market’s response to the historic sales in 2015 – both the online sale and the traditional live auction – was remarkable, with the overall result for The Mrs Thatcher Collection Part I and II far exceeding pre-sale expectations. Clients from all over the world seized the opportunity to acquire items which gave insights into the life of Britain’s first female Prime Minister, who was a political giant on the world stage. In May 2019, Christie’s third and final sale in this trilogy of auctions coincides with the 40th anniversary of Mrs Thatcher’s historic election, offering collectors, admirers and enthusiasts with one last chance to bid for a memento of ‘The Iron Lady’.”

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Terrorist content online: companies to be given just one hour to remove it

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 aprile 2019

Internet companies should remove terrorist content quickly, at the latest one hour after receiving an order from the authorities, Civil Liberties Committee agreed.
With 35 votes to 1 and 8 abstentions, the Civil Liberties Committee approved on Monday a draft piece of legislation to tackle hosting services being misused to publicly disseminate terrorist content online across the EU. Hosting service providers that systematically and persistently fail to abide by the law may be sanctioned with up to 4% of their global turnover. Once an internet company hosting content uploaded by users (like Facebook or YouTube) that offers their services in the EU has received a removal order from the competent national authority, they will have one hour to do so. But they will not be generally obliged to monitor the information they transmit or store, nor have to actively seek facts indicating illegal activity.If a company has been subject to a substantial number of removal orders, the authorities may request that it implements additional specific measures (e.g. regularly reporting to the authorities, or increasing human resources). The Civil Liberties Committee voted to exclude from these measures the obligation to monitor uploaded content and the use of automated tools.Moreover, any decision in this regard should take into account the size and economic capacity of the enterprise and “the freedom to receive and impart information and ideas in an open and democratic society”, MEPs agreed.To help smaller platforms, MEPs decided that the competent authority should contact companies that have never received a removal order to provide them with information on procedures and deadlines, at least 12 hours before issuing the first order to remove content that they are hosting.
The legislation targets any material -text, images, sound recordings or videos- that “incites or solicits the commission or contribution to the commission of terrorist offences, provides instructions for the commission of such offences or solicits the participation in activities of a terrorist group”, as well as content providing guidance on how to make and use explosives, firearms and other weapons for terrorist purposes.
Content disseminated for educational, journalistic or research purposes should be protected, according to MEPs. They also make clear that the expression of polemic or controversial views on sensitive political questions should not be considered terrorist content.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Antonio Tajani sul diritto d’autore online

Posted by fidest press agency su martedì, 26 marzo 2019

Strasburgo.“Con il voto di oggi il Parlamento europeo dà il via libera definitivo alla nuova direttiva per la protezione del diritto d’autore. Questo Parlamento ha dimostrato la sua determinazione a proteggere e valorizzare l’inestimabile patrimonio di cultura e creatività europeo. La nostra Unione potrà così beneficiare di regole moderne ed eque per la tutela dei diritti d’autore per il più grande mercato digitale al mondo.
Le industrie culturali e creative sono uno dei settori più dinamici dell’’economia europea, da cui dipende il 9% del PIL e 12 milioni di posti di lavoro. Senza norme adeguate per proteggere i contenuti europei e garantire un’adeguata remunerazione per il loro utilizzo online, molti di questi posti sarebbero stati a rischio, così come l’indotto.
Il Parlamento ha scelto di mettere fine all’attuale far-west digitale, stabilendo regole moderne e al passo con lo sviluppo delle tecnologie. Queste regole permetteranno di proteggere efficacemente i nostri autori, giornalisti, designer, e tutti gli artisti europei, dai musicisti ai commediografi, dagli scrittori agli stilisti.
Fino ad oggi i giganti del web hanno potuto beneficiare dei contenuti creati in Europa pagando tasse irrisorie, trasferendo ingenti guadagni negli USA o in Cina. Con questa direttiva abbiamo riportato equità e fatto chiarezza, sottoponendo i giganti del web a regole analoghe a quelle a cui devono sottostare tutti gli altri attori economici. Abbiamo fornito ai detentori dei diritti d’autore gli strumenti per concludere accordi con le piattaforme digitali in modo da poter vedere riconosciuti i propri diritti sull’utilizzo del frutto della loro creatività. Abbiamo, inoltre, creato maggiore trasparenza e un meccanismo adeguato per la risoluzione delle controversie.Garantire ai giornalisti un equo compenso per il loro lavoro era una priorità del Parlamento. Con questa riforma assicuriamo una vera libertà di stampa e contrastiamo il fenomeno sempre più diffuso delle fake news, salvaguardando l’indipendenza e la qualità dei media, essenziali per una robusta democrazia.Libertà e responsabilità devono sempre andare insieme. Abbiamo adottato una riforma bilanciata, che non impone alcun filtro all’upload dei contenuti e prevede deroghe chiare per tutelare start-up, micro e piccole imprese. Le regole approvate, ad esempio, non limitano in alcun modo Wikipedia o la libertà di satira, né l’utilizzo di Meme. D’altra parte, le grandi piattaforme digitali avranno più responsabilità riguardo ai contenuti che violano i diritti d’autore e dovranno fare la loro parte per garantire il rispetto delle regole”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le stamperie online trasformano il settore della stampa

Posted by fidest press agency su domenica, 3 marzo 2019

Roma Nonostante a più riprese ne fosse stata decretata la fine, il settore europeo della stampa continua a rappresentare un fattore economico determinante con un fatturato di 80 miliardi di euro all’anno. “Le imprese che si affidano al processo di trasformazione possono crescere in maniera sostenuta”, afferma il dott. Michael Fries, CEO di Onlineprinters. Il gruppo aziendale operante a livello internazionale rientra nel novero delle prime 3 stamperie online in Europa.Da tempo nel settore della stampa è in atto un processo di trasformazione. Si tratta di un’evoluzione confermata dalle cifre di Intergraf, l’organo europeo di rappresentanza dell’industria grafica e della stampa: nell’arco di dieci anni (dal 2005 al 2015) il numero di tipografie è diminuito del 14%, arrivando a poco più di 110.000 stamperie nel 2015. Nello stesso periodo il numero dei dipendenti è sceso di circa un terzo, attestandosi a 622.000 unità. Il fatturato, invece, è rimasto relativamente stabile: da oltre dieci anni, infatti, il mercato tipografico europeo genera un fatturato annuo di circa 80 miliardi di euro. “Tuttavia, il settore sta vivendo una trasformazione grandiosa e dirompente che rivoluziona ogni aspetto”, sottolinea il dott. Michael Fries, aggiungendo: “Ogni impresa deve iniziare a mettere in discussione il proprio modello commerciale e adattarlo alle nuove esigenze del mercato. In futuro, prodotti come biglietti da visita e volantini saranno ordinati quasi esclusivamente online e realizzati da grandi stamperie online. Ciò non significa però che le stamperie locali non abbiano futuro. Al contrario: “Si tende a convergere verso un’idea di cooperazione: Stampe speciali, servizi di consulenza locale e servizi personalizzati sono i punti di forza delle tipografie tradizionali. Molte di queste acquistano prodotti come carta da lettera, manifesti e riviste da stamperie online come la nostra e lavorano come rivenditori. Allo stesso tempo, anche noi acquistiamo da fornitori specializzati (ad es. produttori di biglietti da visita Letterpress e articoli pubblicitari), ai quali offriamo inoltre una piattaforma di vendita. La diversificazione del proprio modello commerciale costituisce sicuramente un fattore di successo”. Questa nuova forma di concorrenza comporta solo vantaggi per i clienti: il livello di servizio nel settore è in crescita ed esistono fornitori adatti per ogni progetto di stampa.
All’inizio del 2000, Onlineprinters ha completato il proprio processo di trasformazione, passando da classica tipografia a conduzione familiare ad azienda di e-commerce con un’ottima posizione sul mercato. Il concetto stesso di tipografia locale può comunque continuare a funzionare, prevedendo però un tipo di marketing intelligente oppure una specializzazione in prodotti o servizi specifici. Onlineprinters si è infatti dimostrata un partner affidabile per queste tipografie, soprattutto per quanto riguarda i prodotti più venduti come volantini, biglietti da visita e riviste con punti metallici. La motivazione alla base del cambiamento attuato dalla tipografia commerciale tradizionale E. Meyer a Neustadt an der Aisch, una città nel Sud della Germania vicino a Norimberga, era già allora rappresentata dalla forte pressione concorrenziale registrata in questo settore. Nel 2004 il fondatore Walter Meyer nella sede francone di Neustadt an der Aisch ha deciso di compiere il grande passo, mettendo online il sito web diedruckerei.de e proponendo la stampa di volantini e manifesti. L’obiettivo iniziale era semplicemente quello di dare manforte alla tipografia dei genitori; oggi il gruppo realizza un fatturato annuo di oltre 200 milioni di euro. Il pioniere del settore si è trasformato in una delle più grandi stamperie online in Europa.Contrariamente all’andamento generale del settore, il numero di dipendenti del Gruppo Onlineprinters è in continua crescita: all’inizio, prima dell’ingresso nel mondo di internet nel 2004, a Neustadt an der Aisch si contavano solo circa 20 collaboratori, poi nel 2018 si è arrivati a più di 1.400 dipendenti nell’intero gruppo, formato da aziende attive a livello internazionale in Germania, Gran Bretagna, Danimarca e Polonia. Onlineprinters è sempre alla ricerca di personale qualificato in tutte le sue sedi: attualmente risultano oltre 100 posti vacanti. http://www.diedruckerei.de

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »