Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘open innovation’

“Attivare la circular economy attraverso l’open innovation”

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 luglio 2020

A cura di Riccardo Porro, Chief Operations Officer di Cariplo Factory. La pandemia da Coronavirus ha messo a nudo la fragilità del nostro modello di sviluppo economico rendendo evidenti due facce della stessa medaglia: da un lato, l’evidenza che nessun settore è abbastanza solido per resistere a un cambiamento radicale senza un processo di continua innovazione.
Ora più che mai, è indispensabile ripensare il ciclo economico in termini di economia circolare: un sistema pensato per potersi rigenerare, fondato sulla valorizzazione degli scarti, l’estensione del ciclo di vita dei prodotti, la condivisione delle risorse, l’impiego di materie prime da riciclo e di energia da fonti rinnovabili. Ma un cambiamento di rotta di questa portata, una trasformazione così radicale, non può gravare sulle spalle delle singole imprese. Servono, da un lato, sostegno a livello economico e finanziario, e dall’altro, la capacità di portare il paradigma dell’open innovation anche nella circular economy: vale a dire, fare in modo che le imprese che hanno bisogno di rinnovarsi per andare verso la circular economy possano entrare in contatto con delle realtà in grado di fornire loro gli strumenti per farlo.
Dal primo Rapporto nazionale 2019 sul modello dell’economia circolare realizzato dal Circulary Economy Network, l’Italia è N.1 in Europa in questo ambito: con un punteggio di 103, batte il Regno Unito (90 punti), la Germania (88), la Francia (87) e la Spagna (81). Secondo il rapporto “La bioeconomia in Europa”, realizzato dalla Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo, in collaborazione con Assobiotec e il Cluster SPRING, il mercato è già enorme e in Italia vale circa 345 miliardi di euro e due milioni di occupati: numeri che ci mettono al terzo posto in Europa alle spalle di Germania (414 miliardi) e Francia (359 miliardi).
Vuol dire che siamo perlomeno agganciati al treno di testa. Eppure, rischiamo di perdere contatto, perché dal punto di vista normativo la legislazione del settore è ancora agli albori. Dopo anni di discussioni, ancora oggi tutto il tema dei rifiuti viene trattato secondo specifiche normative su base regionale o comunale, quando invece l’obiettivo finale sarebbe quello di far scomparire le discariche per trasformare gli scarti in materie prime seconde. Motivo per cui abbiamo bisogno di un disciplinare chiaro che tratti i rifiuti come un bene produttivo.La mancanza di una normativa centralizzata genera inevitabilmente grovigli burocratici che allungano i tempi e spesso finiscono per dissuadere le imprese dall’intraprendere la strada della circolarità. Un caso emblematico è quello di Fater, l’azienda leader in Italia nei prodotti assorbenti per la persona (suoi i marchi Pampers e Lines). Per riuscire a recuperare pannolini e assorbenti usati, con l’obiettivo di rimettere la cellulosa nel ciclo produttivo, Fater ha investito milioni di euro in tecnologia. Ma ha poi ha dovuto aspettare quasi 7 anni per il via libera amministrativo.Oggi però a riaccendere i riflettori sull’economia circolare sono i piani di rilancio dell’economia presentati dalla task force di Vittorio Colao e dal governo. È proprio dal sostegno da parte delle istituzioni che in Italia dovrebbe passare il rilancio dell’economia basato su un modello circolare: norme chiare, meno burocrazia e soprattutto un piano di incentivi: non solo da parte dello Stato, ma anche con il sostegno del comparto creditizio – come quello offerto da Intesa Sanpaolo con un plafond da 5 miliardi di euro.
Le aziende hanno ormai compreso che non si tratta di costi, ma di investimenti premiati dalla Borsa, tuttavia a mancare sono ancora le competenze per governare il cambiamento. Ma queste si possono acquisire attraverso l’open innovation, che abilita l’accesso alle idee esterne, in particolare quelle sviluppate da startup innovative. Perché non si possono avere al proprio interno tutti gli strumenti per cambiare. Serve allora, come detto all’inizio, la capacità di portare il paradigma dell’open innovation anche nella circular economy, perché nessuno è in grado di affrontare da solo la complessità dei temi e delle frontiere che portano cambiamenti del genere.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Open Innovation Summit

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 giugno 2018

Saint-Vincent (Aosta) Venerdì 6 e Sabato 7 luglio terza edizione dell’Open Innovation Summit, presso il Parc Hotel Billia, Saint-Vincent Resort & Casinò. Protagonisti dell’evento organizzato da Digital Magics, il più importante business incubator di startup digitali “Made in Italy” attivo su tutto il territorio italiano e quotato all’AIM di Borsa Italiana, saranno i vertici di Cisco Italia, Comune di Milano, Deloitte, Electrolux, Fondazione LINKS, IBM Italia, Intesa Sanpaolo, Moleskine, mytaxi, Oracle, Piccola Industria di Confindustria, PoliHub Startup District & Incubator, Sisal, Smau, Talent Garden, Tamburi Investment Partners.Il Professor Piero Formica, Senior Research Fellow all’Innovation Value Institute, Maynooth University, Irlanda, e vincitore dell’Innovation Luminary Award 2017 – assegnato dalla Commissione Europea – affronterà nel suo keynote speech il rapporto fra Industria 4.0, Università e Innovazione Aperta 2.0.Il giornalista e scrittore Massimo Gaggi porterà il suo punto di vista privilegiato, seguendo dagli USA politica, economia e le trasformazioni sociali, soprattutto in relazione alla rivoluzione tecnologica, e con Homo Premium racconterà l’impatto dell’intelligenza artificiale su società e mercato del lavoro.L’Open Innovation Summit 2018 coinvolgerà dunque i principali attori della digital transformation, talenti e neoimprenditori digitali, incubatori, investitori e imprese che si confronteranno per fare il punto della situazione sugli sviluppi di tutto l’ecosistema dell’innovazione italiana, approfondendo il modello dell’Open Innovation (innovare processi interni, prodotti e servizi delle aziende tradizionali grazie alle tecnologie delle startup) e tematiche nazionali e internazionali come: Industria e Impresa 4.0, Formazione e Competenze Digitali, Intelligenza Artificiale, FoodTech.
L’Open Innovation Summit 2018 è l’appuntamento di sistema dedicato alle sinergie fra startup e aziende consolidate all’interno della terza edizione GIOIN, il primo network per le imprese che vogliono fare innovazione grazie alle tecnologie delle neoimprese digitali.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Open Innovation per la sicurezza e la sostenibilità nell’era delle tecnologie digitali

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 maggio 2018

Roma 31 maggio 2018 ore 9,30 Sala Multimediale Uninettuno Piazza Grazioli, 16. ore 9,30 Benvenuto Prof. Maria Amata Garito Rettore dell’Università Telematica Internazionale UNINETTUNO
9,40 – Giancarlo De Matthaeis – Labozeta S.p.a. – Tecnologie e strumenti di industria 4.0 per la tutela della persona
10,00 – Luigi Campanella – Sapienza Università di Roma – La Scienza: da promotore a garante della società
10,20 – Pietro Pistolese – già ministero della Salute – La sicurezza tra educazione e norme
10,40 – Serlio Selli – Cromatos – L’applicazione del Reach: un esempio nell’industria italiana
11,30 – Pietro Paris -. Ispra -REACH: riferimento mondiale per una chimica sostenibile
11,50 – Stefano Sorge – Aster S.p.a. – Specializzazione Smart Gis delle reti idriche
12,10 – Alfredo Nulli – Pure Storage – Come estrarre valore dalle informazioni nell’economica digitale
12,30 – Gianni Morelli – Società Chimica Italiana – La chimica ed il calcolatore: la lezione di Enrico Fermi nell’era dei Big Data. Segue discussione. Modera: Prof. Luigi Campanella
L’evento sarà trasmesso anche in live streaming sul portale Uninettuno e sulla pagina Facebook.
“L’università telematica, come sede degli eventi del progetto, rappresenta una novità sotto due differenti aspetti: la comunicazione avviene praticamente e soltanto attraverso tecnologie informatiche e deve quindi adeguarsi ad un linguaggio che non prevede in linea di massima il contatto diretto tra comunicatore e utente; l’altro aspetto riguarda l’importanza in una università telematica delle prerogative dello sviluppo industriale (Industria 4.0), che affidano proprio alle tecnologie informatiche non soltanto la comunicazione, ma soprattutto l’organizzazione e il dialogo verso l’interno e verso l’esterno “. E’ quanto dichiara Luigi Campanella, coordinatore scientifico di Labozeta S.p.a.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Open Innovation nel laboratorio 4.0. Sostenibilità e sicurezza nell’era delle tecnologie digitali

Posted by fidest press agency su venerdì, 28 luglio 2017

DecimaMalafede_d0Roma 12 ottobre 2017 ore 9,30 – 16,00 Centro Nazionale delle Ricerche I.N.S.E.A.N. Riserva Naturale di Decima Malafede Via di Vallerano, 139 si tiene un convegno sulle opportunità per approfondire argomenti complessi, come la sicurezza e la sostenibilità, i rischi chimici e biologici, i consumi energetici e dell’inquinamento, il rapporto tra norme tecniche e giuridiche e gli ecosistemi. Si discuterà del processo di collaborazione tra pubblico e privato, di Open Innovation in un’ottica orientata verso l’Industria 4.0 nei molteplici settori industriali e di ricerca, dove le tecnologie applicate alla sensoristica, all’analisi, all’elaborazione, alla trasmissioni dati mettono in moto un processo produttivo virtuoso.
L’Istituto del CNR dispone di due bacini rettilinei, uno di questi con i suoi 470 metri di lunghezza è il quarto più grande al mondo per dimensioni. L’Istituto dispone anche di due canali di circolazione con un generatore di onde. L’Insean CNR, oltre alla collaborazione con la Marina Militare partecipa allo svolgimento di numerosi progetti di ricerca finanziati o cofinanziati da istituzioni nazionali ed internazionali e svolge anche attività di consulenza commissionate da partner istituzionali e industriali, tra cui la General Dynamics e la Us Navy. Tra le barche testate dall’INSEAN prima della loro realizzazione, tutte le barche italiane partecipanti all’America’s Cup: Azzurra, Il Moro di Venezia, Luna Rossa. Attraverso il mix di esperienze eccellenti che l’Insean – Vasca Navale – esprime, si parlerà di Industria 4.0 in un luogo dalle enormi potenzialità che riflettono il significato di automazione industriale integrata, di tecnologie produttive e di qualità degli impianti di energie rinnovabili. Un concentrato di pratiche avanzate svolto attraverso un processo di Open Innovation attraverso software applicativi di ultima generazione, studi dedicati all’Internet of things, stampa additiva 3D, simulazione tra macchine interconnesse, big data e analytic, sensoristica e metrologia applicata in un contesto di sicurezza e sostenibilità.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Seconda edizione dell’Open Innovation Summit

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 giugno 2017

saint vincent casinoSaint-Vincent (Aosta) Venerdì 30 giugno e Sabato 1 luglio Parc Hotel Billia, Saint-Vincent Resort & Casinò seconda edizione dell’Open Innovation Summit, organizzato da Digital Magics, business incubator quotato sul mercato AIM Italia di Borsa Italiana (simbolo: DM). Interverranno: Francesco Maria Cuccia, Capo della Segreteria Tecnica di Carlo Calenda, Ministro dello Sviluppo Economico, Donato Montibello, Consigliere di Giuliano Poletti, Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Progetto Crescere in Digitale; Oscar Pasquali, Capo della Segreteria Tecnica di Valeria Fedeli, Ministro dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca; Domenico Arcuri, Amministratore Delegato di Invitalia, Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa del Ministero dell’Economia, Roberta Cocco, l’Assessore Trasformazione Digitale e Servizi Civici del Comune di Milano, e Francesco Profumo, Presidente della Compagnia di San Paolo, fondazione bancaria e una delle maggiori fondazioni private in Europa che persegue finalità di utilità sociale, allo scopo di favorire lo sviluppo culturale, civile ed economico.
Parteciperanno all’Open Innovation Summit 2017 i vertici di Cisco Italia, Club degli Investitori, Endeavor Italy, EY, Fastweb, growITup, Hub21, IBAN, Innogest, Italia Startup, Leonardo, LVenture Group e LUISS ENLABS, Nana Bianca, Oracle, PoliHub Startup District & Incubator, Politecnico di Torino, QVC, Smau, Talent Garden, Tamburi Investment Partners, Università Telematica Pegaso e Universitas Mercatorum. Il grande evento di networking coinvolgerà i principali protagonisti del digitale, istituzioni, aziende, investitori, incubatori, talenti e neoimprenditori per fare il punto della situazione, in termini evolutivi, di tutto l’ecosistema dell’innovazione italiana. Focus della due giorni sarà la collaborazione virtuosa fra le imprese tradizionali con le startup digitali, che genera valore e innova processi interni, prodotti e servizi aziendali. Si parlerà inoltre di politica, investimenti e innovazione nel settore pubblico; dell’esternalizzazione della Ricerca e Sviluppo nelle grandi imprese; della digital transformation e formazione nella crescita delle PMI italiane e del ruolo degli incubatori.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rapporto Open Innovation e Corporate Venture Capital

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 ottobre 2016

Milano.milanodavedere Martedì 25 Ottobre 2016, Ore 14.00 SMAU, Fieramilanocity Viale Scarampo, Porta Colleoni – Gate 4 Sala Plenaria. Italia Startup e SMAU ti invitano alla presentazione del primo Rapporto sui modelli italiani di Open Innovation e di Corporate Venture Capital, promosso da Assolombarda, Italia Startup e Smau, in partnership con Ambrosetti e Cerved, che si terrà nell’ambito di SMAU martedì 25 ottobre alle ore 14.00.
Una ricerca che punta a 2 obiettivi, condivisi nel contesto dell’Industry Advisory Board di Italia Startup, in coordinamento con il progetto Startup Town di Assolombarda:
– dare una prima dimensione al fenomeno del Corporate Venture Capital italiano, inteso come investimento finanziario e industriale in startup innovative italiane;
– individuare modelli concreti e replicabili di Open Innovation, includendo nell’analisi l’identificazione delle esigenze aziendali, gli incontri conoscitivi, i vantaggi per il business, la costruzione di reti innovative, fino alle vere e proprie acquisizioni.Questi gli argomenti che verranno presentati, con il supporto di testimonianze per le diverse tipologie di modelli individuati.
Programma: Apertura Pierantonio Macola, Smau Stefano Venturi, Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza
Marco Bicocchi Pichi, Italia Startup
Interventi di: Alessandro Braga, Ambrosetti, Guido Romano, Cerved
Tavola Rotonda: Emilio Paccioretti, Arti Grafiche Boccia; Ettore Botto, Reda; Paolo Costa, Spindox; Paolo Penati, QVC Italia; Antonio Grioli, Zucchetti.
Moderatore: Alvise Biffi, Vice Presidente Piccola Industria Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza e coordinatore Industry Advisory Board Italia Startup

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Open Innovation Summit 2016

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 giugno 2016

open innovationSaint-Vincent (Aosta) venerdì 1 e sabato 2 luglio Parc Hotel Billia, Saint-Vincent Resort & Casinò di Saint-Vincent le aziende italiane e l’ecosistema delle startup digitali s’incontrano a Daint-Vincent. Paolo Barberis, Consigliere per l’Innovazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Stefano Firpo, Direttore Generale del Ministero dello Sviluppo Economico e Marco Gay, Presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria interverranno all’Open Innovation Summit 2016 organizzato da Digital Magics, business incubator quotato sul mercato AIM Italia di Borsa Italiana (simbolo: DM). Vi parteciperanno i vertici di Cisco, Club Investitori, dPixel, euro engineering (gruppo Adecco), Gruppo Electrolux, H-FARM, IBAN, IBM Italia, Italia Startup, Kanso, LUISS ENLABS*, Nana Bianca, PoliHub, QVC Italia, Smau, Talent Garden, Tamburi Investment Partners.
I principali protagonisti del mercato, istituzioni, investitori, incubatori, startupper, si confronteranno su evoluzioni, trend e opportunità di innovare processi aziendali interni, prodotti e servizi grazie alle giovani imprese innovative ad alto contenuto tecnologico italiane. I temi dell’Open Innovation Summit 2016 toccheranno politica e investimenti, imprese, produttività e innovazione aperta attraverso l’opportunità di esternalizzare Ricerca e Sviluppo.
L’Open Innovation Summit 2016 è il terzo incontro del GIOIN, il primo network dedicato all’innovazione delle imprese italiane riservato agli imprenditori, al top management e ai professionisti. L’appuntamento ha come obiettivo quello di diventare il punto di riferimento annuale per misurare lo stato dell’Open Innovation del Made In Italy. (foto: open innovation)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »