Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘opere italiane’

Bonhams presenta una nuova, accurata selezione di opere italiane della seconda metà del XX secolo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 giugno 2016

pomodoroApollonioLondra, 29 giugno 2016 101 New Bond Street, Bonhams presenta una nuova, accurata selezione di opere italiane della seconda metà del XX secolo. La stima iniziale di questa selezione e’ di £ 372,000-512,000 (€ 470.000-645.000).Fra le proposte, Giallo di Agostino Bonalumi (lotto 11), eseguita intorno al 1967 e stimata £90,000-120,000 (€114.000-151.000): opera di grandi dimensioni con la classica estroflessione tipica dell’artista in questo periodo, una sporgenza che rende l’opera tridimensionale, ottenuta con un inserto in legno nel telaio. Appartiene al periodo più ricercato dai collezionisti italiani e esteri, ed e’ apparsa sul mercato per l’ultima volta nel 1997.
Dello stesso periodo La Colonna del viaggiatore, 1960, VIII di Arnaldo Pomodoro (lotto 19), il più importante scultore italiano vivente, stimata £60,000-80,000 (€75.000-100.000). Ha fatto parte della prestigiosa collezione del Barone Lambert ed e’ rimasta poi nella stessa famiglia fino ad oggi. Le opere di Pomodoro degli anni ’60 di queste dimensioni e qualità sono rare e di grande impatto.Presenti altre due opere molto interessanti appartenenti all’arte ottico–cinetica: sono Spazio Elastico (1974) di Gianni Colombo (lotto 14) stimata £45,000-65,000 (€56.000-81.000), e Struttura in Acciaio 6×6 (1969) di Marina Apollonio (lotto 13) stimata £20,000-30,000 (€25.000-38,000). Gianni Colombo, co-fondatore del Gruppo T, è considerato uno dei più importanti artisti italiani del Dopoguerra; il mercato ha iniziato solo recentemente a riscoprire la sua arte in opere, rare da reperire, che propongono un’innovativa ed elegante visione della Luce e dello Spazio. La scultura di Marina Apollonio e’ la piu’ grande e importante dell’artista ad essere offerta sul mercato. Il trend per l’arte ottico-cinetica e’ in rialzo e lavori anni ’60-70 dei maggiori esponenti di questo movimento sono attualmente molto ricercate. La selezione di opere italiane proporrà anche opere di Lucio Fontana, Alighiero Boetti, Mario Merz ed Ettore Spalletti.
Il top lot dell’asta e’ Mao di Andy Warhol del 1973 (lotto 8), stimata £580,000-780,000 (€730.000-980.000). Quest’opera appartiene ad una prestigiosa collezione americana, non appare sul mercato da 35 anni e ha come provenienza la mitica galleria Leo Castelli di New York, che ha venduto alcune delle opere piu’ importanti della Pop Art americana. E’ una tela unica per l’abbinamento dei colori e per lo spessore della pittura acrilica, uno dei pochi esemplari che porta la firma e la data dell’artista insieme con lo stampo della Andy Warhol Art Authentication Board, ed e’ anche riprodotta nel Catalogo Ragionato dell’artista. Mao e’ sicuramente una delle serie più conosciute dell’artista, presente nei musei di tutto il mondo.
La precedente asta dell’11 Febbraio scorso si è rivelata la migliore di Bonhams per l’Arte del Dopoguerra e Contemporanea, totalizzando £5,722,025 (€7.200.000, diritti compresi) con una percentuale di venduto per lotto dell’85% e di valore del 96%. Quest’asta ha confermato il trend in rialzo per opere rare, storiche e ‘fresche’ sul mercato con il record price per la scultura Untitled (Red Fan) del 1965 di Kazuo Shiraga, venduta per £1,538,500 (€1.940.000, diritti compresi), che corrisponde anche al record price per una scultura del gruppo Gutai in generale, e per opere di arte del dopoguerra italiano che attirano sempre di più non solo gli acquirenti internazionali ma anche musei e fondazioni in tutto il mondo. (foto: pomodoro, Apollonio)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

X Edizione del premio Roma

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 aprile 2009

Roma 20 Aprile 2009 – ore 11.00 Villa Sciarra- Wurts Istituto Italiano di Studi Germanici Via Calandrelli, 25 Conferenza Stampa per le celebrazioni del “Premio Roma”.  il concorso letterario di Narrativa Straniera, Narrativa Italiana e Saggistica aperto ad autori di opere pubblicate in lingua italiana. Nel corso della presentazione il Presidente del Premio Roma Aldo Milesi renderà noto il vincitore del Premio Internazionale alla Cultura, riconoscimento assegnato come ogni anno dalla Giuria, su proposta del Presidente del Premio, ad una illustre personalità che si sia distinta in campo internazionale. La Presidenza del Premio si riserva inoltre la facoltà di decidere, per altre discipline, l’istituzione di Premi Speciali, che verranno poi assegnati su scelta diretta della Giuria, presieduta da Sergio Campailla. Questa X edizione, infine, si preannuncia ricca di eventi e spunti interessanti anche dal punto di vista degli interscambi culturali che il Premio promuove con altre città del mondo e, per quest’anno, la Capitale scelta è Vienna. Negli anni scorsi il Premio si è gemellato con Madrid, Parigi, Berlino, Miami ed Atene.  Il prossimo 12 maggio,  infatti, il Presidente del Premio Aldo Milesi presenterà l’attuale edizione nella sede dell’Ambasciata d’Italia in Vienna con la partecipazione di personalità del mondo culturale e politico austriaco.“Il tratto identitario nasce dal gemellaggio simbolico costruito di volta in volta e in piena sintonia con il Ministero degli Affari Esteri – spiega il Dr. Milesi – con città, nazioni ed approdi etnici nei quali il dibattito culturale scandisce da tempi incommensurabili la vita della società umana”.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »