Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘optional’

La verità è un optional?

Posted by fidest press agency su lunedì, 1 gennaio 2018

bocca della veritàE’ mia convinzione che oggi più che in passato sia necessario avere una mente intuitiva, culturalmente preparata e votata agli approfondimenti, per sfuggire alle insidie di una informazione capziosa, volutamente di parte e abile nel dare una visione distorta, nel senso pro domo sua, degli accadimenti in specie afferenti la sfera economica, politica e sociale. Il recente referendum costituzionale ci ha dato una “prova provata” di tutto questo, ma questa volta il risultato ha dimostrato che se ben informati gli elettori sono in grado di dare risposte “sorprendenti” ai mistificatori di professione. E’ che l’idea che si son fatta taluni uomini politici e i personaggi che passano per i rappresentanti dei “poteri forti”, ovvero di coloro che detengono le leve del potere e sono in grado di condizionare i media, è che l’opinione pubblica deve essere amministrata dall’alto e manipolata a dovere non avendo che una scarsa considerazione della sua capacità di pensare con la propria testa e soprattutto di elaborare il pensiero in termini critici e di soppesarne i pro e i contro.
Ora, anche in base agli accadimenti internazionali, c’è il pericolo che questi “manovrieri” corrano ai ripari cercando di bloccare quei veicoli indipendenti dai loro influssi come l’informazione che proviene dal web. E’ un rischio concreto e ne hanno i mezzi. Sta a noi ora e non poi bloccare le loro trame e dimostrare che un paese, ma anche una comunità mondiale, non si governa con il controllo delle menti ma con la libertà di pensiero e che il fine ultimo sta nel prevalere dell’essere sull’avere. (fonte: Centri studi di cultura politica della Fidest)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La verità è un optional?

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 gennaio 2017

Online Banking ComputerE’ mia convinzione che oggi più che in passato sia necessario avere una mente intuitiva, culturalmente preparata e votata agli approfondimenti, per sfuggire alle insidie di una informazione capziosa, volutamente di parte e abile nel dare una visione distorta, nel senso pro domo sua, degli accadimenti in specie afferenti la sfera economica, politica e sociale. Il recente referendum costituzionale ci ha dato una “prova provata” di tutto questo, ma questa volta il risultato ha dimostrato che se ben informati gli elettori sono in grado di dare risposte “sorprendenti” ai mistificatori di professione. E’ che l’idea che si son fatta taluni uomini politici e i personaggi che passano per i rappresentanti dei “poteri forti”, ovvero di coloro che detengono le leve del potere e sono in grado di condizionare i media, è che l’opinione pubblica deve essere amministrata dall’alto e manipolata a dovere non avendo che una scarsa considerazione della sua capacità di pensare con la propria testa e soprattutto di elaborare il pensiero in termini critici e di soppesarne i pro e i contro.
Ora, anche in base agli accadimenti internazionali, c’è il pericolo che questi “manovrieri” corrano ai ripari cercando di bloccare quei veicoli indipendenti dai loro influssi come l’informazione che proviene dal web. E’ un rischio concreto e ne hanno i mezzi. Sta a noi ora e non poi bloccare le loro trame e dimostrare che un paese, ma anche una comunità mondiale, non si governa con il controllo delle menti ma con la libertà di pensiero e che il fine ultimo sta nel prevalere dell’essere sull’avere. (fonte: Centri studi di cultura politica della Fidest)
The truth is an option?
Online Banking ComputerAnd ‘my belief that today more than ever it is necessary to have an intuitive mind, culturally prepared and voted to insights, to escape the pitfalls of a specious information, deliberately biased and skillful in giving a distorted view, meaning pro domo sua, of events especially related to economic, political and social. The recent constitutional referendum gave us a “solid proof” of all this, but this time the result has shown that if well-informed voters are able to give “surprising” answers to mystifying the profession. And ‘that the idea that we are made certain politicians and the characters who pass through the representatives of the “big powers”, ie those who hold the levers of power and are able to influence the media, is that public opinion It must be administered properly manipulated from above and not having a poor view of his ability to think for themselves and especially to develop critical thinking in terms and weigh up the pros and cons.
Now, even by international events, there is the danger that these “maneuverable” will seize the relay trying to block those independent vehicles from their influences how information coming from the web. It ‘a real risk, and they have the means. It’s up to us now and not then stop their plots and to demonstrate that a country, but also a world community, is not governed by mind control but with the freedom of thought and that the ultimate goal is to prevail on being ‘ have. (Source: the Fidest political culture studies centers)

Posted in Confronti/Your and my opinions, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Quando la povertà è un “optional”

Posted by fidest press agency su martedì, 4 gennaio 2011

Lettera al direttore.Gentile direttore di Fidest, la ringrazio per la nota al mio pezzo da voi intitolato: “La vita di Gesù e le sciocche critiche”. E la ringrazio anche per il titolo eloquente. Da bambino rimasi deluso quando mi accorsi che a portare in doni (povere cose allora, giacchè era il  tempo della guerra) non era la Befana, ma mamma e papà. Alla stessa maniera mi sembra restino delusi coloro ai quali si comunica che ciò in cui hanno creduto per anni, magari per una vita, non risponde a verità. Solo che per un adulto, accettare il cambiamento delle proprie cognizioni, è molto più difficile che per un bambino. C’è una sorta di ribellione: possibile che io mi sia ingannato? Oppure: possibile che io mi sia lasciato ingannare? Nel caso specifico: possibile che io non possa più cantare, colmo di pena: “E vieni in una grotta al freddo e al gelo…ti vedo qui a tremar…A te che sei del mondo il Creatore, mancano i panni e il fuoco”?
E qualcuno addirittura s’indispettisce (un signore su Affaritaliani) e mi dà del bastian contrario. Per fortuna non ho accennato a San Francesco, che pure si era ingannato sulla povertà di Gesù, altrimenti apriti cielo! Ma le mie considerazioni nulla vogliono togliere, e nulla tolgono, al sacrificio di Cristo, oppure alla grandezza del Poverello d’Assisi. Assolutamente nulla. (Renato Pierri)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Le leggi europee non sono un optional

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 giugno 2010

“Il rispetto delle leggi europee sul trasporto aereo e sui pacchetti turistici non è un optional del quale si può fare a meno a discrezione!”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (UNC) e Rappresentante italiano nel Gruppo Consultivo Europeo per i Consumatori (ECCG), commentando le dichiarazioni rilasciate dal boss della Ryanair, Michael O’Leary, che ha annunciato il rifiuto di ogni risarcimento per i viaggiatori ed anche che la compagnia low-cost sarebbe pronta a sfidare la direttiva europea (nota come legge UE 261) in tema di risarcimento, per i passeggeri vittime del vulcano islandese Eyjafjallajökul. “Michael O’Leary dovrebbe avere più rispetto dei consumatori europei perché è proprio grazie a loro che la sua compagnia ha conquistato il mercato e lui ha fatto un sacco di quattrini. La chiave del successo di Ryanair -prosegue Dona- è dovuta fino ad oggi alla sua diversità rispetto alle compagnie di bandiera: maggiore attenzione per il cliente, più sensibilità per il viaggiatore, non solo condizioni economiche più favorevoli. Essere low-cost non può consentire  low rights (pochi diritti) quando si reclama un risarcimento”. “Ryanair sta cambiando rotta -incalza Dona- e sono ormai note alcune condotte commerciali sempre meno rispettose dei consumatori: ecco, allora anche le organizzazioni di consumatori dovranno fare la loro parte! Noi stessi stiamo preparando un dossier da presentare all’Autorità Antitrust ed all’ENAC perché siano valutate alcune pratiche commerciali scorrette attuate dalla compagnia aerea a cominciare dall’aumento delle tariffe per i bagagli durante il periodo estivo. Altro che low cost!”. “O’Leary dice che sono dei ‘ridicoli bastardi’ quei consumatori che avendo speso  30 euro per un volo,  adesso ne chiedono 3.000 indietro, come risarcimento? Dipende da caso a caso -conclude Dona- ma a volte la pretesa è del tutto legittima: anche all’Unione Nazionale Consumatori si sono presentati alcuni turisti che hanno speso poche decine di euro per il biglietto ma, non essendo partiti, reclamano giustamente due o tremila euro cioè il costo del pacchetto turistico non goduto a causa dell’annullamento del viaggio”.

Posted in Diritti/Human rights, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Analyst Briefing on ADAS and sensors

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 Maggio 2010

London on Tuesday, 4 May, 2010 at 4:00pm BST. The market for ADAS features and sensors is undergoing a paradigm shift with volume car makers actively introducing new ADAS features. Total unit shipments of ADAS are likely to increase from 4 million units in 2009 to well over 11 million units by 2016, but the optional price of most of the ADAS systems are very high compared to what consumers are willing to pay. To provide unique insights into the ADAS and sensors market, the Automotive & Transportation Group at Frost & Sullivan (http://www.transportation.frost.com) is pleased to announce that it will be hosting an online analyst briefing presentation on Tuesday, 4 May, 2010 at 4:00 pm BST.This briefing will benefit vehicle manufacturers, ADAS suppliers, ADAS sensors suppliers, investment firms, insurance companies. Highlights of the briefing include analyses of the European and North American market trends, forecasts of ADAS systems and Sensors , Legislative Trends, Vehicle Manufacturer (VM)  Analysis.
Electric Vehicles Unplugged 2010: taking place at the House of Lords and at the Society of Motor Manufacturers & Traders in London on June 22 – 23, will bring together key decision makers including Government, OEMs, Supplier Infrastructure companies and Major Fleet Managers, to provide insights into the structure of new business models and their implications for industry stakeholders. This unique workshop will also allow attendees to understand the position that key industry players are taking towards infrastructure and to debate the pros and cons of different solutions in development across Europe.
Frost & Sullivan, the Growth Partnership Company, enables clients to accelerate growth and achieve best-in-class positions in growth, innovation and leadership. The company’s Growth Partnership Service provides the CEO and the CEO’s Growth Team with disciplined research and best-practice models to drive the generation, evaluation, and implementation of powerful growth strategies. Frost & Sullivan leverages over 45 years of experience in partnering with Global 1000 companies, emerging businesses and the investment community from 40 offices on six continents. To join our Growth Partnership, please visit http://www.frost.com.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il pensiero liberale per bocca di Putin

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 aprile 2010

“L’idea di far tenere a Vladimir Putin lezioni di pensiero liberale, susciterebbe un moto di incredula tenerezza per la confessata ignoranza abissale, se Silvio Berlusconi non fosse il più importante uomo di stato italiano. Siccome lo è, la sua idea di far tenere a Putin lezioni di pensiero liberale suscita solo un rigetto  sdegnato per l’evidente tentativo di raggirare gli italiani spacciando come liberale il vissuto di un dirigente del KGB russo, prima comunista e da anni rigido autocrate”. “Ancora una volta, il Presidente del Consiglio continua a non capire che il pensiero liberale non può essere un optional con cui farsi bello”. (fonte federazione liberali)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rivelazioni Codacons sul traffico romano

Posted by fidest press agency su martedì, 10 novembre 2009

“«Piatto ricco mi ci ficco», dice un proverbio, quindi da ultimo anche questa risorsa in difesa dei consumatori si butta sull’argomento del giorno scoprendo la cosiddetta acqua calda senza entrare troppo nello specifico della metodica di ricerca. Occorrerebbe vedere se ci sia stata in passato coerenza di comportamenti”. Queste le parole di Vittorio Marinelli, responsabile per il Lazio dell’Italia dei Diritti, circa il dato rilasciato da uno studio del Codacons sul traffico capitolino, secondo il quale ogni cittadino perde 11 giorni l’anno per andare al lavoro in macchina. Nella fattispecie, in orario di punta, partendo dalla zona sud di Roma sono necessarie 2 ore per raggiungere la parte opposta. Lo stesso tempo impiegato da un treno per giungere a Bologna, Napoli o Firenze. “Questa associazione, – aggiunge l’esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro – che insieme alle altre gestisce diverse decine di milioni l’anno di contributi dello Stato, è sempre in prima fila nel protestare contro gli aumenti della benzina. A noi sembra invece che una delle poche cose che si faccia bene a tassare sia proprio il carburante. Bisognerebbe quindi vedere se abbiano mai fatto politica in favore dei mezzi di trasporto non inquinanti come la bicicletta. Nel panorama confederativo in cui in Italia tutti sguazzano – conclude Marinelli – l’uniformità di parere e’ purtroppo un optional”.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »