Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘orchestra’

Il meglio di Gershwin con l’Orchestra Roma Sinfonietta

Posted by fidest press agency su venerdì, 28 giugno 2019

Roma giovedì 4 luglio 2019 alle 21 alla Casa del Jazz (Via di Porta Ardeatina 55) con un concerto dell’Orchestra Roma Sinfonietta diretta da Gabriele Bonolis e la partecipazione straordinaria del pianista Giuseppe Andaloro.Il programma è interamente dedicato a George Gershwin. Si ascolterà una selezione dell’opera Porgy and Bess, in cui Gershwin realizzò una straordinaria sintesi di musica popolare e colta, rielaborando genialmente diversi generi musicali, come il blues, lo spiritual e il jazz. Nato da una famiglia russa di origine ebraiche stabilitasi da pochissimo a Brooklyn, Gershwin fu il primo compositore d’oltre oceano a superare la soggezione nei confronti della musica colta europea e a creare un’opera inconfondibilmente americana.Al centro del concerto sta la Rapsodia in Blue per pianoforte e orchestra, un vero caleidoscopio musicale, che riflette la molteplicità delle culture che convivevano nelle metropoli americane degli anni Venti: con le sue melodie e i suoi ritmi che richiamano la musica afroamericano, la Rapsodia in Blu rappresenta il momento in cui le porte delle sale da concerto si aprirono alle suggestioni del jazz e fu un enorme successo fin dalla prima esecuzione, a New York nel 1942. Allora stava al pianoforte il compositore stesso, ora invece l’eseguirà Giuseppe Andaloro, uno dei più apprezzati pianisti italiani, che suona regolarmente in prestigiose sale e con grandi orchestre in Italia e all’estero.Insieme a queste pagine celeberrime, il concerto metterà in evidenza tre Preludes e cinque Songs di Gershwin, brani di minori dimensioni ma non meno affascinanti: queste musiche meno costruite e più spontanee hanno un fascino immediato e irresistibile, venivano trasmesse in continuazione da tutte le radio americane e i loro spartiti vennero venduti in milioni di copie.Gabriele Bonolis, per anni collaboratore di Ennio Morricone, svolge un’importante attività personale come direttore d’orchestra con prestigiose orchestre e teatri in Italia e all’estero, tra cui Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, Orchestra Sinfonica “G. Verdi” di Milano, Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma, Festival dei 2 Mondi di Spoleto, Orchestra Sinfonica Nazionale Ceca, Opera di Stato di Dresda.Giuseppe Andaloro svolge sin da giovanissimo un’appassionata e intense attività concertistica ospite di importanti festival (tra cui Salisburgo, Spoleto Due Mondi, Festival Arturo Benedetti Michelangeli di Brescia e Bergamo) e di grandi orchestre (London Philharmonic, Accademia Santa Cecilia di Roma, NHK Symphony Tokyo, Philharmonische Camerata Berlin e molte altre) collaborando con direttori del calibro di Vladimir Ashkenazy e Gianandrea Noseda e con artisti quali Sarah Chang, Giovanni Sollima e John Malkovich.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Concerto dell’orchestra d’archi “La Nota in più”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 Mag 2019

BERGAMO. Sabato 25 maggio alle 17 la suggestiva cornice del Palazzo della Ragione nella Piazza Vecchia di Città Alta ospiterà il concerto dell’orchestra d’archi “La Nota in più”. Strumentisti con autismo e disabilità cognitive, affiancati da musicisti professionisti, si esibiranno in un repertorio classico con l’accompagnamento del coro “Kika Mamoli”.
L’evento è organizzato in occasione della XVIII Giornata del Sollievo, ricorrenza celebrata a livello nazionale per sensibilizzare sul tema del dolore, sulle cure e sulle terapie che possono alleviarlo e su come sostenere i malati sofferenti e quelli inguaribili.“Ogni anno organizziamo un evento che ricordi l’importanza etica e sociale della cura del dolore – hanno spiegato Bruno Locatelli e Cristina Caldara, Coordinatori del Comitato Ospedale-Territorio Senza Dolore del Papa Giovanni XXIII -. Lo scorso anno abbiamo organizzato una camminata perché il cammino è tra i più potenti simboli di libertà. Quest’anno invece abbiamo scelto di puntare sulla musica, coinvolgendo ancora gli amici de La nota in più, che si erano già esibiti all’Ospedale Papa Giovanni XXIII nel 2016 con enorme successo”.
Il video della loro esibizione in hospital street era infatti diventato virale facendo conoscere il centro di Musicoterapia Orchestrale di Bergamo in tutta Italia. Alle musiche di Antonio Vivaldi, Giacchino Rossini, Wolfgang Amadeus Mozart, Bela Bartok e Georges Bizet sarà affidato il messaggio di leggerezza che questa giornata vuole testimoniare. Sotto i portici del Palazzo della Ragione saranno esposti testi e disegni, sul tema del sollievo dalla sofferenza, realizzati dagli studenti delle scuole della nostra Provincia.L’iniziativa è organizzata dal Comitato Ospedale-Territorio senza dolore della ASST Papa Giovanni XXIII, con il patrocinio del Comune di Bergamo ed in collaborazione con l’USR Ufficio Scolastico territoriale di Bergamo, ACP Associazione Cure Palliative, AOB Associazione Oncologica Bergamasca onlus e Cittadinanzattiva.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Arriva in Italia la Lincoln Youth Symphony Orchestra

Posted by fidest press agency su domenica, 10 marzo 2019

Roma Lunedì 11 marzo – ore 19,30 Basilica di Santa Maria sopra Minerva Piazza della Minerva, 42 e Martedì 12 marzo – ore 18,00 Chiesa di San Paolo dentro Le Mura Via Napoli 58
Un’occasione imperdibile per vedere in azione un ensemble di 36 giovani talenti che ha più di 60 anni di storia e dalla quale hanno fatto partire la propria carriera artistica molti musicisti di Lincoln e di altre parti del Paese. Nel 2008, in occasione del suo 50esimo anniversario, la Lincoln Youth Symphony Orchestra ha celebrato la ricorrenza con un concerto di gala dedicato a tutti i membri che furono suoi ex-allievi, condotto da Larry Maupin, amatissimo insegnante di violino e conduttore di Gran Island che fu a sua volta un membro fondatore. Alla guida dell’orchestra si ricordano direttori come Bernard Nevin, Eugene Stoll, Orville Voss, June Moore, Harold Levin, Brian Moore, Michael Swartz, Huadong Lu e Bob Krueger. Clark Potter iniziò a dirigere la LYS nel 2007. Grazie soprattutto alla loro dedizione, la Youth Symphony ha prodotto dei musicisti e delle orchestre eccezionali.
Il diario di viaggio dell’orchestra include recenti tour in Austria (Vienna, Graz, Bad Ischl, Salisburgo e Innsbruck nel 2005), Budapest (2011), Lipsia, Dresda e Praga (2014) e Dublino e Belfast (2016). Si è esibita a Chicago, St Louis e Kansas City e ha partecipato a spettacoli e scambi culturali internazionali con altre orchestre giovanili di Città del Messico, Hong Kong e Guangzhou in Cina, incluso un significativo viaggio a Pechino dove ebbe l’opportunità di suonare presso il Conservatorio Centrale di Musica di Beijing. A Roma torna per la seconda volta dopo dieci anni, presentando un repertorio sinfonico di musica sacra e classica che sarà diretto nei due concerti rispettivamente da Clark Potter e Terry Rush.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il nostro organismo è come una grande orchestra

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 agosto 2018

Se presenta delle stonature esse vanno di certo corrette ma non si può non tenere da conto che parliamo di una musicalità che si esprime con molti strumenti e che essi sono diretti da un solo uomo: il direttore dell’orchestra.
Ma vi è anche qualcosa d’altro d’aggiungere a proposito di malati, malattie e medici. Credo che in un Congresso FADOI (Federazione delle Associazioni dei Dirigenti Ospedalieri Internisti) fu affrontato un tema di certo che ci fa riflettere. Si parlò, tra l’altro, del come un giovane medico può trovarsi ad affrontare durante un turno di notte di guardia.
Uno dei temi discussi nell’assise congressuale ha riguardato l’eventualità che il medico si possa trovare davanti alla necessità di utilizzare una terapia anticoagulante nel caso di una trombosi venosa profonda, situazione assai frequente, potenzialmente molto impegnativa perché può mettere a repentaglio la vita di una persona. In caso citato non è stato casuale poiché la terapia non sempre è possibile praticarla dal medico del pronto soccorso e ciò, ovviamente, gli impedisce d’usare un’arma proprio in quelle situazioni d’urgenza e d’emergenza che i casi richiedono.
La trombosi venosa profonda, come si sa, è la formazione di un coagulo di sangue all’interno di una vena profonda del corpo, che causa un’ostruzione parziale o completa al flusso del sangue. La complicanza più temuta di questa condizione è l’embolia polmonare, un’evenienza che si verifica quando un frammento di trombo si stacca e passa in circolo, per andarsi a fermare a livello delle arterie polmonari.
La trombosi venosa profonda ha un’incidenza annuale di oltre 800.000 casi ed è responsabile di circa 100.000 morti/anno per embolia polmonare associata.
Eppure da qualche tempo il medico ha uno strumento in più nel proprio arsenale terapeutico, rappresentato dai Nuovi Anticoagulanti Orali – NAO, in particolare, il rivaroxaban.
“Ad oggi il farmaco, che oltre la trombosi venosa profonda prevede un’altra importante indicazione quale la prevenzione dell’ictus in pazienti affetti da Fibrillazione Atriale da assumersi in monosomministrazione giornaliera, è prescrivibile solo da un numero ristretto di specialisti, autorizzati dalle singole Aziende Ospedaliere, che sono gli unici abilitati alla prescrizione.
Per completezza d’informazione posso dire che il Congresso ha, inoltre, affrontato il tema delle forme di trombosi superficiali, complicanza di una patologia molto frequente, soprattutto nella popolazione femminile, quali l’insufficienza venosa. In questo caso il trattamento prevede la somministrazione di eparina per via sottocutanea per un periodo breve (4-5 settimane)”. Ma sono tutti i farmaci che rientrano nella competenza del cardiologo in specie nei casi d’emergenza a livello di pronto soccorso e persino durante il trasporto in ambulanza.
In questo non mancano le novità in campo farmacologico a prescindere da quanto può fare un medico di pronto soccorso. Penso, ad esempio a Medtronic che ha annunciato il lancio in Italia di Co-reValve Evolut R, l’innovativo sistema per la sostituzione transcatetere della valvola cardiaca (TAVI: Transcatheter aortic valve implantation), destinato ai pazienti con stenosi aortica severa. Il nuovo dispositivo è autoespandibile e ha ottenuto ad Agosto del 2014 il marchio di Conformità Europea (CE).
L’innovazione, ora disponibile con questa valvola, consiste in un miglioramento delle prestazioni e soprattutto in una maggior facilità d’inserimento. La valvola transcatetere di Medtronic è ora completamente ricatturabile (la valvola può essere reinserita nel catetere) e riposizionabile (la valvola può essere spostata al di sopra o al di sotto della sua collocazione iniziale) durante la fase d’inserimento. La possibilità di ricollocare la valvola in una posizione migliore costituisce un vantaggio significativo nella fase di impianto.
”La nuova tecnologia, che consiste nella valvola aortica transcatetere CoreValve Evolut R e nel nuovo catetere, è stata progettata per essere impiantata in maniera accurata ed efficace al primo tentativo. Inoltre il sistema è dotato di una speciale guaina che, grazie al suo profilo pari a 14 Fr, è il più sottile attualmente disponibile e consente così di ridurre al minimo il rischio di gravi complicanze vascolari. La valvola aortica è una valvola unidirezionale che permette il flusso del sangue dal cuore a tutto l’organismo. (Servizio Fidest)

Posted in Fidest - interviste/by Fidest, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un’Estate da Re debutta al Belvedere di San Leucio

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 luglio 2018

Belvedere di San Leucio (Caserta) Madama Butterfly (Sabato 21 luglio ) e Cavalleria Rusticana (sabato 28 luglio) sempre con inizio alle ore 21.00. Due opere popolarissime e molto amate dal pubblico. Il dramma di una giovane donna innamorata al cospetto di un tracotante invasore raccontato da Giacomo Puccini e la miscela d’amore, gelosia e sangue di Pietro Mascagni lasceranno tutti con il fiato sospeso. Orchestra e Coro del Teatro Municipale Giuseppe Verdi di Salerno accompagneranno le due esibizioni affidate alla direzione rispettivamente di Francesco Rosa ed Francesco Ivan Ciampa ed alla regia di Renzo Giacchieri e Riccardo Canessa.
Di tutto rilievo anche gli interpreti principali. Per Madama Butterfly : Cio Cio-san Hui He; F. B. Pinkerton, Piero Giuliacci; Sharpless, Carlo Striuli; Suzuki, Eufemia Tufano; Goro, Marcello Nardis. Per Cavalleria Rusticana : Turiddu, Diego Cavazzin; Santuzza, Amarilli Nizza; Lola, Anastasia Boldyrena; Alfio, Alberto Mastromarino.
Dopo l’Aperia della Reggia di Caserta, la kermesse inaugura un nuovo teatro sotto le stelle nel cuore della città utopica fondata da Ferdinando IV che ivi realizzò uno straordinario esperimento produttivo e sociale. Le sete di San Leucio sono apprezzate in tutto il mondo e le regole di vita di San Leucio dettate dal monarca Borbone contengono il riconoscimento di diritti universali: uguaglianza uomo-donna, istruzione, sanità, equo salario.Si rinnova il magico connubio tra due grandi capolavori ed una location affascinante che contribuirà a rendere ancora più emozionante l’esperienza degli spettatori che stanno decretando, serata dopo serata, il successo della terza edizione di Un’Estate da Re. Un’Estate da Re. La grande musica alla Reggia di Caserta e al Belvedere di San Leucio” è promossa dalla Regione Campania, organizzata dalla Scabec Spa in collaborazione con la Reggia di Caserta e il Comune di Caserta, sotto la direzione artistica di Antonio Marzullo, con la partecipazione artistica del Teatro di San Carlo di Napoli e il Teatro Verdi di Salerno.Prima degli spettacoli sarà possibile visitare il Museo dell’Archeologia Industriale e della Seta del Belvedere di San Leucio, accompagnati da storici dell’arte ed esperti. Le visite sono gratuite e si effettuano un’ora prima dell’inizio dello spettacolo, per un numero limitato di posti e su prenotazione obbligatoria al numero 800 600 601.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Carlo Maria Pesaresi è il nuovo presidente della Fondazione Orchestra Regionale delle Marche

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 giugno 2018

Il Consiglio di Amministrazione lo ha nominato all’unanimità: Pesaresi è affiancato dai consiglieri Stefania Monteverde, vice sindaco e assessore alla Cultura del Comune di Macerata, Francesco Trasatti, vice sindaco e assessore alla Cultura del Comune di Fermo, Maria Grazia Camilletti e Ivo Costamagna.Avvocato e manager dello sviluppo locale, è impegnato quale consulente nella progettazione culturale e nella amministrazione e direzione di enti del settore. Ha contribuito in modo significativo negli ultimi anni all’avvio dei progetti più innovativi sul fronte dello spettacolo regionale, dall’istituzione del Consorzio Marche Spettacolo (di cui è stato Presidente) alla costituzione della Rete Lirica delle Marche. Succede a Patrizia Casagrande Esposto, scomparsa nel dicembre scorso.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Orchestra di Villa Pamphilj in concerto

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 aprile 2018

Roma sabato 7 aprile ore 11.30 Teatro Villa Pamphilj Villa Doria Pamphilj Via di San Pancrazio 10 – P.zza S. Pancrazio 9/a. L’Orchestra di Villa Pamphilj, nata nell’ambito delle attività di musica d’insieme della Scuola Popolare di Musica Donna Olimpia e all’interno del progetto del Teatro di Villa Pamphilj nel gennaio 2015, è ormai giunta al quarto anno di attività musicale e concertistica.Lo speciale percorso della formazione avviato, promosso e coordinalo dalla Scuola Popolare di Musica Donna Olimpia, ha visto via via avvicendarsi nell’organico dell’orchestra allievi ed ex allievi aprendosi contemporaneamente al contributo del territorio cittadino. L’organico comprende musicisti giovanissimi e strumentisti più maturi, studenti di conservatorio e ottimi dilettanti desiderosi di partecipare ad un progetto di musica d’insieme complesso e stimolante. Il repertorio dell’Orchestra di Villa Pamphili si configura nel segno dell’eclettismo e della contaminazione, comprendendo brani che vanno dalla classica al jazz, dal pop alla musica etnica all’interno di un continuum che tende a tenere insieme Kurt Weill e Frank Zappa, Henry Mancini e Nino Rota fino a Ravel e Bela Bartok.Ad armonizzare queste risorse c’è l’idea di un sound peculiare da raggiungere per mezzo degli arrangiamenti originali del M° Fabrizio Cardosa che ne è il direttore.
Fabrizio Cardosa ha compiuto i principali studi musicali presso il Conservatorio di S.Cecilia di Roma, diplomandosi in Composizione (1984), Musica corale e direzione di coro (1985), Musica elettronica (1984). Ha inoltre compiuto studi di Viola da gamba, strumento con il quale si dedica al repertorio dei secoli XVI e XVII. Ha composto brani di musica strumentale, vocale ed elettronica ed è autore degli spettacoli musical-teatrali: “Cronopios, famas e speranze”(per voci, strumenti ed attori, 1995); “L’Hospitale de’ pazzi incurabili” (per otto vocalisti ed attore, 1999); “Volatili Insetti e Pennuti” (per cori di ragazzi, commissionato dal Ministero P. Istruzione, 2000); “Le città invisibili” (per orchestra, vocalisti e attori, 2001); “TRE per OTTO” (per orchestra, soli e coro, 2004); “Rispettive Identità” (per soli e orchestra, 2011); “La vera fiaba” (per cori di adulti e bambini e strumenti 2012). Fabrizio Cardosa ha insegnato TEORIA E SOLFEGGIO presso i Conservatori di Frosinone e Pescara. Ha inoltre tenuto diversi seminari sia sulla musica vocale antica che sul jazz a cappella, in Italia oltre che ad Amsterdam e al Cairo presso gli istituti di Cultura Italiana. Ha insegnato nelle scuole musicali St. Louis, Università della musica, Percentomusica, Neuma e SPM Donna Olimpia. Come direttore Fabrizio Cardosa ha guidato l’”Orchestra e Coro regionale del Lazio”(ARCL), l’”Esti Dal” di Bracciano ed il “Chorton” di Roma. Ha fondato nel 1984 il “Kammerton vocal ensemble”, gruppo impegnato in un progetto personale di jazz vocale e attualmente dirige il coro polifonico della SPM Donna Olimpia. Ha fondato e dirige l’“Orchestra di Villa Pamphili” formata da giovani musicisti e patrocinata dalla SPM Donna Olimpia. Ha curato la direzione di musical quali “The Full Monty” (versione italiana per la regia di Gigi Proietti) che ha debuttato in prima nazionale nel dicembre 2001 e Vacanze Romane” (prima assoluta al Teatro Sistina di Roma nel febbraio 2004) con Serena Autieri e Massimo Ghini per la regia di Pietro Garinei. Dal 2011 al ’14 ha suonato e arrangiato le musiche dello spettacolo “Cantavamo, cantiamo e canteremo” di Moni Ovadia. Nel 2016 ha diretto l’orchestra nello spettacolo di inaugurazione per Roma dell’opera di W. Kentridge “Triumphs & laments”. http://www.donnaolimpia.it

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Orchestra Mozart per LuganoMusica

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 marzo 2018

Lugano. Da domenica 1 aprile (Pasqua) a giovedì 6 aprile l’Orchestra Mozart – orchestra fondata da Claudio Abbado che affianca grandi solisti e prime parti di orchestre a giovani talenti provenienti da ogni parte del mondo – sarà in residenza a Lugano per ben 4 concerti (due sinfonici e due cameristici) presso la Sala Teatro del LAC, nell’ambito della stagione di LuganoMusica.Sotto la direzione prestigiosa del M° Bernard Haitink, i due concerti sinfonici si terranno il giorno di Pasqua, domenica 1 aprile, alle ore 17.00, e mercoledì 4 aprile alle ore 20.30.I programmi alternano alle due ultime sinfonie di Franz Schubert (La Grande e l’Incompiuta) due concerti di Mozart: il venticinquesimo per pianoforte in do maggiore (solista Paul Lewis) e il quinto per violino (solista Vilde Frang).I due concerti cameristici con i Solisti dell’Orchestra Mozart si terranno invece il giorno di Pasquetta, lunedì 2 aprile alle ore 17.00, e giovedì 5 aprile alle ore 20.30 e presenteranno, accanto a capolavori cameristici di Schubert (Trio in si bemolle maggiore e Ottetto), opere di due maestri del secondo Novecento: Luciano Berio (Opus Number Zoo) e György Ligeti (Bagatelles).
In occasione di tutti e quattro i concerti, alle ore 19.00 presso il “Caffè degli Artisti”, creato per l’occasione, si terranno incontri e dialoghi di approfondimento con artisti ed esperti.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A Pasqua l’orchestra Mozart con Haitink in residenza

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 marzo 2018

Lugano 1, 2, 4 e 5 aprile 2018 L’Orchestra Mozart, compagine che affianca grandi solisti e prime parti di orchestre a giovani talenti provenienti da ogni parte del mondo, torna a LuganoMusica per una residenza pasquale che in cinque giorni presenterà due concerti sinfonici e due cameristici presso la Sala Teatro del LAC. Sotto la direzione prestigiosa del maestro Bernard Haitink, i due concerti sinfonici si terranno il giorno di Pasqua, domenica 1 aprile, alle ore 17.00, e mercoledì 4 aprile alle ore 20.30. I programmi alternano alle due ultime sinfonie di Franz Schubert (La Grande e l’Incompiuta) due concerti di Mozart: il venticinquesimo per pianoforte in do maggiore (solista Paul Lewis) e il quinto per violino (solista Vilde Frang).
I due concerti cameristici con i Solisti dell’Orchestra Mozart si terranno invece il giorno di Pasquetta, lunedì 2 aprile alle ore 17.00, e giovedì 5 aprile alle ore 20.30 e presenteranno, accanto a capolavori cameristici di Schubert (Trio in si bemolle maggiore e Ottetto), opere di due maestri del secondo Novecento: Luciano Berio (Opus Number Zoo) e György Ligeti (Bagatelles).
L’entusiasmo comunicativo dei musicisti che compongono l’Orchestra Mozart, aggiunto all’altissimo livello artistico di ognuno di loro e dell’orchestra nel suo complesso, corrisponde perfettamente allo scopo che LuganoMusica vuole raggiungere con la rassegna dei concerti di Pasqua.In occasione di tutti e quattro i concerti, alle ore 19.00 presso il “Caffè degli Artisti”, creato per l’occasione, si terranno incontri e dialoghi di approfondimento con artisti ed esperti.
Concerto domenica 1 aprile, ore 17.00 Orchestra Mozart Bernard Haitink, direttore Paul Lewis, pianoforte
Il primo concerto dell’Orchestra Mozart si apre con un’opera del Genio di Salisburgo: il Concerto in do maggiore K. 503. Bernard Haitink accompagnerà il pianista inglese Paul Lewis – allievo di Alfred Brendel e apprezzato interprete del classicismo viennese – nell’opera che sancì il distacco, nel 1787, fra Mozart e il pubblico della sua città. Sembra infatti che il concerto fosse destinato a Praga, città che si apprestava ad accogliere trionfalmente il compositore proprio nel momento in cui Vienna gli voltava le spalle. Nella seconda parte del programma, Haitink dirigerà l’ultima Sinfonia di Franz Schubert (la Grande in do maggiore), che vanta due padrini d’eccezione: Robert Schumann, scopritore dell’autografo e incantato della divina monumentalità della Sinfonia e Felix Mendelssohn, che la battezzò postuma nel 1839 al Gewandhaus di Lipsia. Mozart e Schubert sono anche un omaggio alla tradizione dell’Orchestra Mozart, in quanto già al centro degli interessi e dell’attività del fondatore: Claudio Abbado.
Dopo il concerto, alle ore 19.00 presso il Caffè degli artisti si terrà un incontro dal titolo “La Bologna musicale – Mozart, Rossini, Wagner”. Giada Marsadri dialoga con il Prof. Loris Azzaroni, Presidente della Regia Accademia Filarmonica di Bologna, sede dell’Orchestra Mozart.
Concerto lunedì 2 aprile, ore 17.00 Solisti dell’Orchestra Mozart
Accanto al grande repertorio sinfonico, l’Orchestra Mozart ha coltivato la musica da camera. È nella natura di questa compagine esercitare anche in formazione completa quell’arte dell’ascolto, dello studio e della condivisione indispensabili nella musica da camera, seguendo il pensiero musicale del fondatore, Claudio Abbado. Così, per il secondo concerto della residenza a LuganoMusica, i Solisti della Mozart propongono, oltre all’accostamento fra una versione per pianoforte e quintetto d’archi del Concerto in la maggiore K. 414 di Mozart e del Trio per archi in si bemolle maggiore di Schubert, una gustosa opera di Luciano Berio. Si tratta di Opus Number Zoo, per quintetto di fiati. Secondo l’Autore «è un breve lavoro d’occasione scritto nel 1951 per un pubblico di giovani e rivisto nel 1970. I quattro brani che lo compongono corrispondono ciascuno a un testo letto dai musicisti, isolatamente o assieme. I quattro poemi, che narrano vicende di animali, sono di Rhoda Levine». Dopo il concerto, alle ore 19.00 presso il Caffè degli artisti: “Musica e poesia – Dante”, con Igor Horvat (lettore) e Riccardo Ronda (pianista). In programma, Après une Lecture de Dante di Franz Liszt.
Concerto mercoledì 4 aprile, ore 20.30 Orchestra Mozart Bernard Haitink, direttore Vilde Frang, violino.
Anche il secondo concerto sinfonico dell’Orchestra Mozart sotto la direzione di Bernard Haitink nasce nel segno dei sommi vertici della musica viennese: Mozart e Schubert. L’apertura e la chiusura del concerto sono affidate a due fra le più celebri Sinfonie del repertorio: l’inquieta e fantastica “Incompiuta” di Schubert e la “Jupiter”, diamante della corona sinfonica di Mozart. L’Incompiuta eseguita postuma nel 1865 (più di quarant’anni dopo la sua composizione) è l’emblema del suo autore fin dal tema principale. Il titolo latino per il testamento sinfonico di Mozart che richiama il Re degli Dei sottolinea l’olimpica monumentalità della forma e l’equilibrio magistrale fra armonia e contrappunto, sempre congiunto a semplicità, leggerezza, trasparenza. Fra le due Sinfonie Haitink accompagna nel Quinto Concerto per violino di Mozart l’affermata solista norvegese Vilde Frang, scoperta bambina da Mariss Jansons e vincitrice nel 2012 del prestigioso Credit Suisse Young Artists Award. Prima del concerto, alle ore 19.00 presso il Caffè degli artisti nella Hall: Enrico Parola, giornalista, Etienne Reymond, direttore artistico di LuganoMusica, e i musicisti dell’Orchestra Mozart faranno un’introduzione al concerto.
Concerto giovedì 5 aprile, ore 20.30 Solisti dell’Orchestra Mozart. I Solisti dell’Orchestra, abituati fin dalla fondazione a formare organici variabili, dal trio all’ottetto, a cui hanno partecipato di volta in volta diverse prime parti dell’orchestra (Alessandro Carbonare, Giuliano Carmignola, Guilhaume Santana, Jacques Zoon) o affermati solisti (Guy Braunstein, Bruno Canino, Till Fellner e Ingrid Fliter), presentano le sei Bagatelles per quintetto di fiati dell’ungherese György Ligeti (1957). Segue l’Ottetto per archi e fiati in fa maggiore di Schubert. Commissionato dal conte viennese Troyer, eccellente clarinettista amatore, con l’indicazione di realizzare un’opera nello spirito del Settimino di Beethoven, l’Ottetto di Schubert brilla di una luce propria così forte da oscurare anche il modello.
Prima del concerto, alle ore 19.00 presso il Caffè degli artisti: “Musica e Poesia – Petrarca”, con Cristina Zamboni (lettrice) e Cecilia Facchini (pianista). In programma i Tre Sonetti del Petrarca, S 270 di Franz Liszt.www.luganomusica.ch
Biglietti per i concerti dell’Orchestra Mozart: Fr. 132.- / 13.20Biglietti per i concerti con i Solisti dell’Orchestra Mozart: Fr. 20.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

LuganoMusica: Dutoit sostituito da Urbanski

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 marzo 2018

LuganoMusica il 18 maggio alle ore 20.30 al LAC il concerto sarà diretto dal M° Krzysztof Urbanski con la Royal Philharmonic Orchestra (solista, Radu Lupu) in programma nell’ambito di Urbanski sostituisce Charles Dutoit che, a seguito di alcune accuse di molestie, ha rassegnato le dimissioni da Direttore dell’Orchestra lo scorso gennaio. Il programma musicale del concerto subirà una variazione: al posto dello Scherzo fantastique, verrà eseguito Scherzo à la russe dello stesso Stravinskij. Il programma finale sarà dunque:
Igor Stravinskij Scherzo à la russe
Wolfgang Amadeus Mozart Concerto per pianoforte n. 27 in si bemolle maggiore K 595
Igor Stravinskij L’Uccello di fuoco
Krzysztof Urbanski a 36 anni è uno dei migliori direttori della sua generazione. Accanto ai suoi incarichi stabili a Indianapolis, Amburgo e Tokio, è ospite delle Orchestre Filarmoniche di New York, Los Angeles, Monaco di Baviera, Rotterdam nonché della Staatskapelle di Dresda, della London Symphony Orchestra, della Philharmonia Orchestra, della Tonhalle di Zurigo, dei Wiener Symphoniker,ecc.
Eseguirà il primo dei tre grandi balletti del “periodo russo” di Stravinskii, l’Oiseau de feu (L’uccello di fuoco), lavoro con il quale il compositore divenne nel 1910 celebrità mondiale (in apertura del programma lo scintillante Scherzo à la russe).
Eccezionale la presenza, al centro della serata, di una leggenda del pianoforte, Radu Lupu, che Urbanski accompagnerà nell’ultimo concerto per pianoforte di Mozart, quello in si bemolle maggiore K 595.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Orchestra Sinfonietta Isartal in Rossini e Beethoven

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 giugno 2017

sinfoniettaRoma giovedì 15 giugno alle 20.30 Aula Magna della Sapienza (Città Universitaria – Palazzo del Rettorato – Piazzale Aldo Moro 5 la Sinfonietta Isartal diretta da Winfried Grabe. La Sinfonietta Isartal è l’orchestra giovanile di Monaco di Baviera e della sua regione ed è formata da studenti degli ultimi anni di conservatorio, che alla spontaneità e all’entusiasmo della giovinezza uniscono il rigore della formazione musicale tedesca: il risultato è un livello paragonabile a quello di un’ottima orchestra professionale. D’accordo col loro direttore stabile Winfried Grabe i giovani musicisti hanno scelto di aprire il concerto con un omaggio all’Italia, l’Ouverture del Barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini. Poi passeranno a due dei massimi capolavori della musica sinfonica tedesca, il Concerto per violino op. 64 di Felix Mendelssohn-Bartholdy, con il solista Daniel Nodel, e la Sinfonia n. 7 di Ludwig van Beethoven.
Winfried Grabe è un musicista che si sente a casa in moti idiomi musicali diversi. Ha iniziato come violinista, suonando in prestigiose orchestre e fondando un proprio quartetto. È poi passato alla direzione, fondando un’orchestra di dimensioni flessibili, dal piccolo gruppo al grande organico sinfonico. La musica da film è un altro aspetto del suo lavoro: ha composto la musica per molti film tedeschi che hanno avuto successo in campo internazionale, come “La grande invenzione di Gregor”, che ha avuto una nomination agli Oscar. Dal 2014 è direttore dell’Isartal Sinfonietta, realizzando così il suo sogno di lavorare con giovani musicisti.
Solista nel Concerto op. 64 di Mendelssohn è il violinista Daniel Nodel, nato in Russia, con studi in Russia, Germania e Usa. Dopo essersi affermato in vari cocnorsi, ha iniziato una carriera che lo ha portato a suonare come solsiat con varie importanti orchestre americane ed europee. Inoltre dal 2013 è direttore artistico del festival di Samos in Grecia. (foto: sinfonietta)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Concerto Orchestra Sinfonica di Vienna

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 Mag 2017

Wiener ConcertRoma lunedì 29 maggio alle 20.30 nell’Aula Magna dell’Università La Sapienza (Città Universitaria – Palazzo del Rettorato) l’orchestra del Wiener Concert-Verein fondata nel 1987 dai membri dell’Orchestra Sinfonica di Vienna si esibirà per un concerto.
Saranno eseguiti alcuni celebri valzer e polke, e Wolfgang Amadesu Mozart, con la Sinfonia in la maggiore K. 201 e con il Concerto per tre pianoforti e orchestra K. 242, una preziosità di raro ascolto, che vedrà schierati sul palco dell’Aula Magna della Sapienza tre pianoforti “gran coda”, alla cui tastiera saranno tre bravissimi pianisti italiani, Marcello Mazzoni, Andrea Padova e Marco Scolastra. L’orchestra viennese spesso suona senza direttore, come in questa occasione: un virtuosismo che solo poche orchestre possono permettersi. È stata ospite di importanti festival musicali tra cui Wiener Festwochen, Festival di Bregenz, Mozart Festival di Würzburg, l’Autunno di Praga, il Ljubljana Festival, il Vienna Klangbogen e l’International Arts Festival di Shenzhen (Cina).
 Ha lavorato con acclamati direttori come Vladimir Fedosejev, Leopold Hager, Marcello Viotti, Claus Peter Flor, Krzysztof Penderecki, Fabio Luisi e Martin Sieghart. Ulf Schirmer ne è il Direttore Ospite Principale dal 2004. Nell’anno dedicato a Mozart (2006), l’orchestra ha effettuato tournée in Canada, Germania, Francia, Ungheria,
Croazia, Slovenia e Svizzera. Il suo repertorio
spazia dalle composizioni orchestrali del periodo classico viennese fino alla musica contemporanea austriaca passando per i capolavori più celebri di ogni epoca e nazionalità.
 Nel 2001, 2002 e 2006 sono stati premiati dalla “Ernst von Siemens Music Foundation”.
Nel 2015 l’incisione del Wiener Concert-Verein con musiche di Michael Haydn è stata insignita dell’Amadeus Classic Award per la categoria “Orchestra and Large Ensemble”, competendo con le incisioni delle Orchestre Filarmoniche di Vienna e Berlino. (foto: Wiener Concert)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presentazione di !W0w! World: Orchstra Wonderful

Posted by fidest press agency su domenica, 13 novembre 2016

rossini-orchestra-reggio-torinoTorino Venerdì 18 novembre ore 12.00 Sala di Rappresentanza Auditorium Rai “Arturo Toscanini” Piazza Rossaro, Conferenza stampa per la presentazione di !WOW! WORLD. ORCHESTRA. WONDERFUL Bambini e Musica con la “favolosa” Orchestra Sinfonica Nazionale RaiLa Fondazione per la Scuola della Compagnia di San Paolo, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, l’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte e la Compagnia Venti Lucenti presentano lo speciale progetto pensato per avvicinarei giovanissimi alla musica e al grande repertorio sinfonico.
Il 20 novembre, in occasione della Giornata Internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, “Il Mago di Oz” di Lyman Frank Baum, con la regia e scrittura scenica di Manu Lalli e l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai diretta da Pietro Mianiti.Interverranno:
Manu Lalli – Direttore artistico della Compagnia Venti Lucenti e regista dello spettacolo Ludovico Albert – Presidente della Fondazione per la Scuola della Compagnia di San Paolo Fabrizio Manca – Direttore Generale Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte, Ministero Istruzione, Università e Ricerca Roberto Nepote – Direttore del CPTV Rai di Torino Paola Carruba – Sovrintendente dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai. Domenica 20 novembre alle ore 16, presso l’Auditorium Rai “Arturo Toscanini” con replica il 21 novembre per le scuole.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il talento della Theresia Youth Baroque Orchestra chiude la quarta edizione di Musikè

Posted by fidest press agency su martedì, 17 novembre 2015

chiaraPadova. Appuntamento conclusivo, domenica 22 novembre 2015 alle ore 17.00, all’Auditorium Pollini di Padova, con la quarta stagione di Musikè, rassegna promossa e organizzata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo. L’ultimo appuntamento di Musikè sarà anche l’ultimo di Musikè Giovani, sezione della rassegna dedicata ai giovani talenti. Dopo le Orchestre dei Conservatori di Adria, Rovigo, Padova e la Turkish National Youth Philharmonic, Musikè ospiterà quest’anno per la prima volta un’orchestra giovanile specializzata nel repertorio barocco e classico: la Theresia Youth Baroque Orchestra (TYBO), compagine sinfonica professionale, formata da giovani musicisti sotto i 30 anni di età, provenienti dalle principali scuole di musica antica di tutta Europa. Fondata dall’editore Mario Martinoli, la TYBO è il primo e più importante tassello del Progetto Theresia – International Network for Cultural Patronage, che ha l’obiettivo di reintrodurre nella cultura odierna l’antico e per certi aspetti perduto concetto di mecenatismo culturale privato.A guidare l’orchestra sarà la violinista e direttrice svizzera Chiara Banchini, figura di riferimento per l’esecuzione della musica del XVII e XVIII secolo su strumenti originali e fondatrice dell’Ensemble 415, considerato uno dei gruppi più autorevoli per il repertorio sei-settecentesco. Direttore ospite delle orchestre da camera di Durban, Adelaide, Stoccolma, Barcellona e Berna, è componente di giurie di concorsi internazionali, come il prestigioso Premio Bonporti, di cui è stata presidente.All’Auditorium Pollini la TYBO, proporrà un programma interamente dedicato al repertorio settecentesco, con lavori di Carl Philipp Emanuel Bach, Johann Christian Bach, Franz Joseph Haydn e Luigi Boccherini.La prima parte del concerto offrirà la rara opportunità di ascoltare la musica di due dei numerosi figli di Johann Sebastian Bach. Si comincia con la Sinfonia in mi minore Wq 178 composta orchestranel 1756 da Carl Philipp Emanuel Bach (1714 – 1788), autore e insegnante tra i più rilevanti nella Germania protestante del XVIII secolo, per continuare con la Sinfonia concertante per flauto, due violini, violoncello e orchestra C44 di Johann Christian Bach (1735 – 1782), musicista versatile che, oltre a cimentarsi con l’opera italiana, ebbe grande influenza sul giovane Mozart e sulla vita culturale londinese. I solisti, selezionati tra gli orchestrali, saranno Laura Lovisa al flauto, Agnieszka Papierska e Klaudia Matlak ai violini, Maria Misiarz al violoncello. Nella feconda e lunga parabola creativa di Franz Joseph Haydn (1732 – 1809) tutti i generi musicali rivestono una grande importanza. Il teatro musicale è il vertice del suo impegno presso i nobili ungheresi Esterházy: la Theresia Youth Baroque Orchestra propone, nella seconda parte, l’Ouverture dall’opera L’isola disabitata Hob. XXVIII:9. In chiusura di concerto verrà eseguita la Sinfonia n. 26 in re maggiore G520 di Luigi Boccherini, cresciuto in una famiglia interamente dedita alla musica e profondamente legato allo stile italiano durante il massimo fulgore del classicismo viennese. (foto: chiara, orchestra)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Spettacolo: “Giulia Ananìa & Bella, Gabriella!”

Posted by fidest press agency su martedì, 10 novembre 2015

GabriellaPigneto Giovedì 19 novembre alle 20.00 dar Ciriola (Via Pausania, 2), ospiterà in esclusiva un estratto dello spettacolo “Giulia Ananìa & Bella, Gabriella!”, la dedica emozionale alla grande Gabriella Ferri e alla sua Roma, di ieri e di oggi.Una serata all’insegna della romanità verace, della cucina della tradizione che si intreccia alla città multietnica… storie, canzoni e poesie (quelle scritte per la Ferri da Pasolini e dai grandi poeti del suo tempo). Uno spettacolo, tra concerto e reading, messo in scena da Giulia Ananìa, con un’orchestra ad hoc e due attori talentuosi, Lilith Primavera e Michele Botrugno, che leggeranno grandi poeti che hanno scritto per Gabriella e per Roma.La serata prevede una cena/spettacolo e gli attori e i musicisti saranno seduti tra il pubblico, sonorizzando i racconti delle nonne del quartiere e le loro ricette mentre “gli chef” dar Ciriola faranno provare cosa vuol dire mangiare oggi a Roma. Il menu, che sarà a sua volta interpretato in romanesco antico, prevede trippa alla romana e polpettine al vino al bianco accompagnati da ciriole e due calici di vino.
Uno spettacolo ad alto tasso di romanità in uno dei locali simbolo di una bella rinascita di proposta culinaria e culturale. dar Ciriola, infatti, non è un posto a caso, ma è scelto proprio per ospitare il progetto, poiché rappresenta appieno lo stile di “Bella, Gabriella!”. La ciriola è il pane popolare ed economico. Il panino delle borgate e della vera tradizione capitolina caduto nell’oblio e ora tornato in auge proprio grazie ai proprietari di questo posto, che hanno deciso di far riscoprire l’autentica tradizione romana.“Bella, Gabriella!” è un progetto di Giulia Ananìa (cantautrice, poetessa e paroliera) nato dall’amore smisurato per la Ferri, che ha coinvolto un ensamble d’eccezione: Stefania Placidi (chitarra classica), Felice Zaccheo (mandolino), Filippo Schininà (percussioni), Stefania Nanni (Fisarmonica, Xilofono, Tromba) e i due attori Lilith Primavera e Michele Botrugno. Lo spettacolo, nato tre anni fa, ha in breve conquistato l’Italia andando in scena e registrando il tutto esaurito in alcuni dei festival e teatri più importanti del Paese con concerti-evento che hanno coinvolto il pubblico: Musei in Musica al Museo di Roma in Trastevere, Festa de’ Noantri a S. Maria in Trastevere, Eutropia e molte piazze dei comuni laziali, arrivando anche in Belgio e Francia.
Cena + Spettacolo €18,00 (Il menu, che sarà interpretato in romanesco antico, prevede: trippa alla romana e polpettine al vino bianco accompagnati da ciriole e due calici di vino). Per la cena prenotazione obbligatoria (foto: gabriella)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In scena l’opera Sacred Concert di Duke Ellington

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 ottobre 2015

concertoRoma Domenica 11 ottobre 2015 alle ore 12:00 presso il Teatro Eliseo Verrà messa in scena l’opera Sacred Concert di Duke Ellington, compositore ed arrangiatore nato nel 1899 a Washington D.C. Ellington ha rappresentato una delle massime espressioni musicali e artistiche del ‘900 storico. Geniali le sue innovazioni strumentali e di orchestrazione, originalissima e sconfinata la sua produzione musicale. I tre Concerti Sacri sono basati sul Vecchio Testamento ed esprimono l’apice della creatività e della poetica del Duca. Il Concerto Sacro che viene presentato dall’Orchestra e Coro del Conservatorio Santa Cecilia, è una sintesi che scaturisce dal materiale musicale dei tre diversi concerti. Viene presentato in una versione originale e riadattata dal M° Alfredo Santoloci, direttore del Conservatorio, con interventi di alcuni testi ispirati al tema della Pace. Gli autori di queste celebri frasi sulla pace e la libertà, sono di: Martin Luther King, Paolo VI, J.F. Kennedy, Ghandi, Kathami, B. Butto ed Ellington stesso.L’orchestra proporrà inoltre Rapsodia in Blue di George Gershwin. Capolavoro assoluto della musica del compositore americano, è un brano che venne concepito originariamente per due pianoforti. Nella versione proposta in questa occasione, l’arrangiamento originale è stato realizzato dal compositore e direttore d’orchestra Alfredo Santoloci. L’Orchestra e Coro jazz del Conservatorio Santa Cecilia, rappresentano una delle eccellenze della produzione musicale di uno dei conservatori più famosi al mondo. Gli oltre 1.500 studenti, provenienti dai diversi continenti, sono la conferma e la dimostrazione di un prestigio ed una reputazione che è rimasta intatta da oltre un secolo. La formazione orchestrale ed i coristi coinvolti nel Concerto sacro, sono selezionati tra i più meritevoli e preparati del conservatorio. (foto: concerto)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il nuovo astro del violincello

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 gennaio 2015

narekRoma martedì 3 febbraio alle 20.30 nell’Aula Magna della Sapienza.Narek Hakhnazaryan suonerà in duo con la giovane pianista kazaka Oxana Shevechenko, che, dopo gli studi a Mosca e Londra, è stata premiata in importanti concorsi in Gran Bretagna, Italia, Giappone, Russia e Lituania e ha intrapreso una brillante carriera di concertista in Europa, America ed Asia. Dunque non è una semplice accompagnatrice ma è in grado di far dialogare il pianoforte col violoncello da pari a pari.Sono in programma cinque capolavori dell’Ottocento e del Novecento, da Beethoven a Stravinsky.
Nato nel 1988 da una famiglia di musicisti, Narek Hakhnazaryan è apparso sulla scena internazionale dopo aver vinto il Primo Premio e la Medaglia d’Oro al XIV Concorso Internazionale Ciajkovskij di Mosca nel 2011. In seguito a quest’affermazione ha debuttato con prestigiose orchestre, tra cui la London Symphony Orchestra e l’Orchestra del Teatro Mariinskj di San Pietroburgo, entrambe dirette da Valery Gergiev, l’Orchestra Sinfonica di Tokyo, la Chicago Symphony, la Filarmonica della Scala. Si è inoltre esibito in numerosi recital in tutta Europa e negli Stati Uniti.
Apre il concerto l’Adagio e Allegro op. 70 di Robert Schumann, che aveva una predilezione particolare per il violoncello, la cui voce intensa e pensosa corrispondeva perfettamente alle sue romantiche meditazioni.
Ludwig van Beethoven scrisse cinque sonate per il violoncello, che sono tra le sue opere più importanti, sebbene non tra le più note. Le due Sonate op. 102 – di cui si ascolterà la seconda, in re maggiore – inaugurano la sua ultima ed esaltante fase creativa e offrono una vasta gamma di idee geniali e fortemente innovative sotto tutti gli aspetti, formale, armonico e melodico.
Sono poche le musiche di Frédéric Chopin che non abbiano il pianoforte come protagonista esclusivo e tra queste la maggior parte è dedicata al violoncello, come l’Introduzione e Polacca Brillante in do maggiore op. 3, in cui il violoncello ha modo di sfoggiare la sua ampia cantabilità in raffinate ed eleganti melodie, sul fluido e arabescato accompagnamento del pianoforte.
La Sonata per violoncello e pianoforte di Claude Debussy appartiene ai suoi ultimi anni, quando videro la luce alcune delle sue opere più profondamente moderne e allo stesso tempo più attente a riallacciare i rapporti con la musica francese del periodo d’oro, quello di Luigi XIV. È una musica calma, intima, sognante, venata qua e là da momenti di inquietudine, che ben si spiegano con le preoccupazioni per le vicende della prima guerra mondiale e con l’acuirsi della malattia che in pochi anni avrebbe condotto il compositore alla morte.
Igor Stravinsky ricavò la Suite italienne, ricavata dal suo balletto Pulcinella, a sua volta basato su musiche italiane del Settecento. Destinati originariamente al violino, gli otto brevi pezzi di questa suite sono talvolta eseguiti anche dai violoncellisti e in questo caso il loro carattere brillante e apertamente virtuosistico diventa una vera sfida alle possibilità dello strumento. (foto narek)
BIGLIETTI: Interi: da 15 euro a 25 euro (ridotti da 12 euro a 20 euro) – under 30: 8 euro – under 14: 5 euro

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rossini’s William Tell concert

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 novembre 2014

rossini orchestra reggio torinoToronto Monday, November 24 – 6:30pm Istituto Italiano di Cultura – 496 Huron St., On the occasion of Rossini’s William Tell concert performed by Teatro Regio di Torino, hosted by the Toronto Symphony Orchestra, with Mo. Gianandrea Noseda, conductor, on December 5, 2014. Libretto by Étienne de Jouy and Hippolyte-Louis-Florent Bis based on Friedrich von Schiller’s Wilhelm Tell.
First Performance: 3 August 1829, Paris Opéra.
Arnold, a Swiss patriot and son of the venerable Swiss leader, Melcthal, has saved from drowning Matilda, daughter of the Austrian tyrant Gessler, whom the Swiss abhor. Arnold and Matilda have fallen in love with each other.
Gianandrea Noseda, conductor
Dalibor Jenis, baritone (Guglielmo Tell)
Enea Scala, tenor (Arnoldo Melcthal)
Angela Meade, soprano (Matilde)
Marco Spotti, bass (Gualtiero Farst)
Fabrizio Beggi, bass (Melcthal)
Marina Bucciarelli, soprano (Jemmy)
Anna Maria Chiuri, mezzo-soprano (Edwige)
Gabriele Sagona, bass (Gessler)
Mikeldi Atxalandabaso, tenor (Ruodi)
Saverio Fiore, tenor (Rodolfo)
Paolo Maria Orecchia, bass (Leutoldo)
Orchestra and Chorus Teatro Regio Torino

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Santa Cecilia: concerto sinfonico

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 giugno 2014

santa ceciliaRoma Domenica 22 giugno 2014 alle 19.00 nella sala Accademica del Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma, in via dei Greci 18, concerto sinfonico con alcuni giovani direttori d’orchestra, il boliviano Daniel Monte, il polacco Pawel Gorajski e l’italiano Daniele Moroni, tre giovani promesse del podio scelte tra gli allievi del corso di Direzione d’Orchestra tenuto dal M° Dario Lucantoni. Suona l’Orchestra del Corso di Direzione del Conservatorio “Santa Cecilia”.Sono in programma la Sinfonia n. 4 in la maggiore op. 90 “Italiana” di Felix Mendelssohn, le Danze popolari rumene di Béla Bartók e le Danze di Galànta di Zoltán Kodály. La famosa Sinfonia dedicata nel 1833 all’Italia dal compositore romantico tedesco Felix Mendelssohn ha la luminosità, il brio e la gioia di vivere che affascinavano gli artisti del nord quando venivano nel nostro paese. L’Italiana si conclude con un festoso Saltarello, danza tipica delle zone tra Lazio e Campania, quindi c’è un sottilissimo filo rosso con le danze rumene di Bartok e con quelle ungheresi di Kodaly. Le “Danze popolari rumene” (1917) di Béla Bartók sono il frutto dei suoi studi etnologico-musicali, condotti in Ungheria e nei paesi vicini con metodo perfettamente scientifico, che gli permisero di raccogliere un numero altissimo di musiche popolari. Queste danze, che attingono all’autentica tradizione della Transilvania, sono caratterizzate da una grande varietà ritmica e da contrasti espressivi che vanno dall’accorata malinconia alla sfrenata allegria. Zoltan Kodaly era cresciuto a Galanta, villaggio ungherese con una forte presenza di gitani, e lì era venuto per la prima volta a contatto con il verbunkos, una danza in cui la tradizione magiara si mescola con influenze gitane. Oltre quarant’anni dopo, nelle Danze di Galanta (1933) rielaborò quei ricordi col raffinato mestiere d’un grande compositore e con le risorse d’una moderna orchestra sinfonica. Nata per esigenze didattiche, l’Orchestra del Corso di Direzione del Conservatorio “Santa Cecilia” è formata da strumentisti di grande esperienza, da alcuni dei migliori diplomati del conservatorio – cui offre un primo sbocco professionale – e da studenti iscritti agli ultimi anni di corso, coinvolti con l’obiettivo di contribuire alla loro alta specializzazione. Oltre che nella storica Sala Accademica del Conservatorio, l’Orchestra si è esibita in altre sale della capitale, tra  cui il Teatro Argentina e l’Aula Magna dell’Università “La Sapienza”, sempre con notevole successo di pubblico.Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti.

 

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma Università Sapienza: Concerto Musica

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 marzo 2012

Portrait of Beethoven in 1804, by which point ...

Image via Wikipedia

Roma giovedì 15 marzo 2012 ore 20.00 aula magna – palazzo del Rettorato piazzale Aldo Moro, 5 si terrà il concerto dell’Orchestra del teatro dell’Opera, diretta da Pinchas Steinberg. Il concerto sarà dedicato a Ludwig van Beethoven con la Sinfonia n. 4 op. 60 in si bemolle maggiore e la famosissima Sinfonia n. 5 op. 67 in do minore. L’Orchestra del Costanzi si esibirà con un concerto gratuito, offerto dall’Op

era di Roma a La Sapienza che registra l’avvio di un felice sodalizio tra la Fondazione lirica e l’Ateneo. Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti. http://www.operaroma.it

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »