Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘ordine giudiziario’

Mario Tassone: l’equilibrio tra potere esecutivo, potere legislativo ed ordine giudiziario

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 luglio 2020

Più volte ci si richiama a Montesquieu per la tripartizione tra Esecutivo, Legislativo e Giudiziario. Un equilibrio fra i primi due poteri e il terzo ordine che si è raggiunto dopo un lungo processo democratico. Tenere distinti, in ossequio alle norme fondamentali, i due poteri esecutivo, legislativo e l’ordine giudiziario è un giusto equilibrio perché si affermi lo Stato di diritto. Nel rispetto dei distinti ruoli, I due poterti e l’ordine giudiziario convergono perché democrazia, libertà che sono alla base delle Costituzioni moderne, siano saldo riferimento di sviluppo civile. Sembrava che l’intuizione di Montesquieu fosse granitica e che pulsioni autoritarie fossero affidate alla storia. I diritti civili, la partecipazione, la democrazia si affermavano e si affermano attraverso i Parlamenti. La “prevaricazione” regia fu contenuta e l’equilibrio fra i tre “poteri“ raggiunto dispiegò i suoi effetti positivi. Tutto viene messo in discussione quando uno delle tre articolazioni costituzionali subisce delle attenuazioni nel proprio ruolo e gli altri acquisiscono competenze improprie. E’ quanto sta accadendo nel nostro Paese, e non solo, dove la rappresentanza parlamentare è svuotata. Un Parlamento declinante significa crisi della democrazia, fine dello stato di diritto. Altri poteri prendono il sopravvento come la magistratura che si considera detentrice di un potere assoluto e un esecutivo, che senza controllo parlamentare e quindi dei cittadini, scivola verso l’autoritarismo. La riduzione dei parlamentari, il tentativo di introdurre per i deputati e i senatori il voto a distanza, la democrazia plebiscitaria in cui le leggi vengano approvate a colpi di referendum, il ricorrere smisurato alla decretazione d’urgenza, i continui voti di fiducia sono una espropriazione del Parlamento. I penta stellati, producono attraverso l’uso discrezionale della rete, i parlamentari. È un insulto alla storia democratica del Paese. Fa senso vedere il PD che ha la presunzione di ritenersi erede di tante storie, per dire la verità “opposte “, annullarsi nei 5-Stelle rivedendo posizioni importanti pur di stare al governo. Le maggioranze in democrazia debbono trovare comuni punti programmatici che non possono essere il solo potere.
Le grandi sfide sono la scelta della forma di governo. Le leggi elettorali debbono essere funzionali a questa scelta (repubblica presidenziale, semi presidenziale, cancellierato con il bilanciamento del parlamento, repubblica parlamentare). E’ inutile parlare di riforme elettorali se non si scioglie il nodo della forma di Stato e di governo, in passato affrontato e non risolto! Cerchiamo di mettere ordine nelle istituzioni altrimenti confusione, pressappochismo continueranno ad attentare i diritti dei cittadini.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »