Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 55

Posts Tagged ‘organizzazione’

Fano Yacht Festival

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 dicembre 2009

Fano 23, 24 e 25 aprile e 30 aprile, 1 e 2 maggio 2010 , Salone Nautico dell’Adriatico Fano Yacht Festival protagonista a Genova in una bellissima serata, incorniciata dal tramonto sul porto genovese, presso il ristorante La Marina, in occasione del Salone Nautico più prestigioso d’Italia. Gli organizzatori del FYF hanno scelto questa location di rilievo per lanciare l’edizione 2010 del Salone Nautico dell’Adriatico (23-24-25 aprile; 30 aprile 1-2 maggio 2010). Si è confermata una mossa di successo che ha permesso di avvicinare prestigiosi cantieri, nuovi espositori e la stampa specializzata, tutti presenti a Genova per il Salone.   Soddisfatta l’organizzazione per l’ottima risposta di presenze che ha visto confermate le proprie strategie di sviluppo e ha sentito vivo anche il sostegno delle autorità intervenute dimostrando che il Salone di Fano è al centro dei progetti delle Istituzioni perché riconosciuto come potenzialità per l’economia e lo sviluppo territoriale.  I marchi più  importanti della cantieristica internazionale hanno già  accordato la loro presenza nel 2010 al più grande Salone del versante adriatico. Cantieri, dealer ed espositori di settore hanno accolto con interesse le principali novità presentate come la formula del doppio week-end ideata per favorire gli affari e dare valore aggiunto alla manifestazione. Scelta che consentirà di ridurre il rischio di condizioni meteorologiche avverse e soprattutto offrirà agli espositori la possibilità di raccogliere un maggior numero di contatti e chiudere proficui accordi commerciali.  La gamma delle barche esposte, gli stand espositivi con i prodotti e i servizi alla nautica, il decoro degli arredi, l’eleganza del “J” Lounge & Restaurant, la disposizione dei pontili, le prove in mare, la VIP area, sono solo alcuni dei valori che offre il Fano Yacht Festival.  Nel periodo infrasettimanale tra i due week-end, da lun 26 a giov 29 aprile, saranno organizzate azioni di “matching” così da attivare un sistema di relazioni “one to one” di potenziali clienti fortemente orientati all’acquisto; le serate potranno essere allietate da eventi dedicati alla moda, al teatro e all’arte in collaborazione con la Città e il territorio circostante.   La giusta dose di “Festival” del Salone Nautico dell’Adriatico, negli anni ha garantito al visitatore la possibilità di concludere affari trascorrendo anche un piacevole week-end grazie all’accogliente location del porto turistico fanese e alla ricchezza del calendario eventi. Tra questi convegni, tavole rotonde e un ricco programma di esibizioni e spettacoli sportivi così da trasformare il molo in un vero teatro affacciato sul mare.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Protezione civile trasformata in s.p.a.

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 novembre 2009

Dopo il cambio di natura e spirito su cui era originariamente fondata la Protezione Civile, che da struttura per le attività di prevenzione, previsione e salvaguardia del territorio è divenuta primariamente un gestore di “grandi eventi”, si preannuncia un altro grave stravolgimento che avrà con pesanti ricadute sui cittadini ed i lavoratori. Il Governo sta infatti predisponendo un decreto legge secretato in cui si prevede, tra l’altro, il trasferimento di competenze dal Dipartimento per la Protezione Civile ad una costituenda S.p.A.. In questo modo anche il soccorso diventa un business, un attività che si pone l’obiettivo di guadagnare sulla pelle della popolazione. Secondo la RdB, con questo provvedimento si intende sottrarre il controllo democratico del Parlamento da questo pezzo importante dell’organizzazione statale, sulla falsariga di quanto si sta consumando in merito alla “Servizi Difesa S.p.A.”. Si crea una nuova struttura in grado di acquistare inceneritori da società private con i soldi pubblici stanziati per far fronte alle calamità nel paese, per poi cederli agli enti locali, configurando un ulteriore indebitamento dei comuni. Una società per azioni all’interno della quale i lavoratori della Protezione Civile, a cui verranno sottratte competenze e funzioni, verranno pubblicizzati e quindi, come già successo per i Vigili del Fuoco, privati dei diritti sindacali e gerarchicamente “comandati”. “Ed i vigili del fuoco ? – si interroga Antonio Jiritano della RdB VVF – Non ce ne è menzione nella bozza del decreto! A questi non rimarrebbe altro che fare da specchietto per le allodole negli scenari colpiti da calamità, come rappresentazione mediatica dello Stato sul territorio, esautorati del loro ruolo nella cabina di regia delle emergenze, estromessi da tutte le attività di protezione civile, dopo la sottrazione di funzioni e competenze operata dalla nuova tipologia contrattuale”.   “Sarà un ruolo di pura manovalanza pagata a basso prezzo – prosegue Jiritano – ed in alcuni casi nemmeno pagata. Rimaniamo con le sofferenze giornaliere per prestare il soccorso, con i debiti in aumento nei confronti dei creditori, i mezzi ormai tanto usurati dai chilometri percorsi, il personale in servizio che lavora giorno notte e festivi senza ferie o tempo libero per le famiglie. Al soccorso ci penseranno le assicurazioni, visto che nello stesso decreto è prevista l’assicurazione obbligatoria per le civili abitazioni. Ma non è questo che i cittadini e i lavoratori vogliono”, conclude il dirigente RdB.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Protezione Civile e Vigili del Fuoco

Posted by fidest press agency su sabato, 28 novembre 2009

Dopo il cambio di natura e spirito su cui era originariamente fondata la Protezione Civile, che da struttura per le attività di prevenzione, previsione e salvaguardia del territorio è divenuta primariamente un gestore di “grandi eventi”, si preannuncia un altro grave stravolgimento che avrà con pesanti ricadute sui cittadini ed i lavoratori. Il Governo sta infatti predisponendo un decreto legge secretato in cui si prevede, tra l’altro, il trasferimento di competenze dal Dipartimento per la Protezione Civile ad una costituenda S.p.A.. In questo modo anche il soccorso diventa un business, un attività che si pone l’obiettivo di guadagnare sulla pelle della popolazione. Secondo la RdB, con questo provvedimento si intende sottrarre il controllo democratico del Parlamento da questo pezzo importante dell’organizzazione statale, sulla falsariga di quanto si sta consumando in merito alla “Servizi Difesa S.p.A.”. Si crea una nuova struttura in grado di acquistare inceneritori da società private con i soldi pubblici stanziati per far fronte alle calamità nel paese, per poi cederli agli enti locali, configurando un ulteriore indebitamento dei comuni. Una società per azioni all’interno della quale i lavoratori della Protezione Civile, a cui verranno sottratte competenze e funzioni, verranno pubblicizzati e quindi, come già successo per i Vigili del Fuoco, privati dei diritti sindacali e gerarchicamente “comandati”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il futuro servizio diplomatico UE

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 ottobre 2009

I deputati europei chiedono di essere coinvolti pienamente nell’istituzione del Servizio europeo di azione esterna previsto dal trattato di Lisbona, ricordando i loro poteri di bilancio in materia. Propongono poi di formare delle “ambasciate dell’UE” unificando i servizi delle varie istituzioni europee nei paesi terzi e di creare una Scuola europea di diplomazia.     Il Parlamento invita anzitutto la Commissione, il Consiglio, gli Stati membri e il prossimo Vice Presidente / Alto Rappresentante dell’UE a impegnarsi chiaramente per pervenire, con la partecipazione del Parlamento, “a un piano completo, ambizioso e consensuale per la creazione del SEAE”. In merito all’organizzazione e al funzionamento del SEAE, i raccomanda che si giunga ad un accordo politico con il Parlamento in una fase precoce “per evitare di sprecare tempo prezioso in controversie politiche riguardanti la forma che il SEAE dovrà assumere dopo l’entrata in vigore del trattato di Lisbona”.  Secondo il Parlamento, inoltre, le delegazioni della Commissione esistenti in paesi terzi, gli uffici di collegamento del Consiglio e, per quanto possibile, gli uffici dei rappresentanti speciali dell’UE, “dovrebbero essere unificati per formare ‘ambasciate dell’Unione’ ed essere diretti da funzionari del SEAE”, che risponderebbero al Vice Presidente / Alto Rappresentante dell’UE. Il SEAE, peraltro, dovrebbe provvedere a che nelle delegazioni dell’UE figurino persone di collegamento per garantire la cooperazione con il Parlamento europeo (per esempio per promuovere i contatti parlamentari nei paesi terzi).   Le ambasciate dell’Unione in paesi terzi, d’altro lato, dovrebbero fornire “sostegno logistico e amministrativo ai membri di tutte le istituzioni dell’Unione”. I deputati propongono poi di esaminare la misura in cui, laddove necessario, il personale delle ambasciate dell’Unione distaccato dai servizi consolari nazionali “possa assumere gradualmente, in aggiunta alle sue attività politiche ed economiche, funzioni consolari per i cittadini di paesi terzi e funzioni attinenti alla protezione diplomatica e consolare dei cittadini dell’Unione in paesi terzi”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovo direttore regionale dell’OMS per l’Europa

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 settembre 2009

Copenhagen. Zsuzsanna Jakab è stata nominata nuovo direttore regionale dell’OMS (Organizzazione mondiale della sanità) per l’Europa dal Consiglio di amministrazione della Regione europea dell’organizzazione stessa a Copenhagen. Zsuzsanna Jakab, uno dei cinque candidati alla posizione e prima rappresentante ungherese a dirigere una regione dell’OMS, è attualmente direttore del Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie.  Zsuzsanna Jakab assumerà il nuovo incarico il primo febbraio 2010, subentrando al dott. Marc Danzon che ha ricoperto il ruolo di Direttore regionale per l’Europa negli ultimi 10 anni.  Nel discorso rivolto ai delegati della Commissione, Zsuzsanna Jakab ha dichiarato la propria intenzione di migliorare il programma sanitario nell’ambito dell’OMS e di promuovere la collaborazione fra i 53 stati membri della Regione europea. “Sono pronta a lavorare con ogni singolo stato della regione e farò tutto il possibile affinché l’Ufficio regionale dell’OMS per l’Europa rimanga un centro solido con un ruolo direttivo nell’ambito della politica sanitaria e della sanità pubblica, in grado di operare in stretta collaborazione con l’Europa e naturalmente con l’UE, come pure a livello globale, a vantaggio di tutta la regione e dell’OMS stessa”. Zsuzsanna Jakab ha inoltre sottolineato il proprio impegno volto a rafforzare la collaborazione con la sede dell’OMS sotto la direzione del dott. Margaret Chan.  Zsuzsanna Jakab è stata nominata direttore del Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie (ECDC) dell’Unione europea (UE) a marzo del 2005. Precedentemente a tale incarico con l’ECDC, era stata Segretario di Stato nel Ministero della sanità ungherese.  Prima di entrare nel governo ungherese, ha lavorato per 11 anni presso l’Ufficio regionale dell’OMS per l’Europa in Danimarca, dove a ricoperto diversi ruoli tra cui quello di coordinatrice della Division of Information, Evidence and Communication, di direttore del Country Health Development nonché di coordinatrice del Policy and Country programme e dell’EUROHEALTH programme. Nata in Ungheria nel 1951, Zsuzsanna Jakab ha conseguito un master presso la University of Sciences di Eotvos Lorand, Faculty of Humanities di Budapest, un master presso la University of Political Sciences di Budapest, un diploma per i due corsi di base sulla sanità pubblica frequentati presso la Nordic School of Public Health di Gothenburg, in Svezia, e un diploma post-universitario presso il National Institute of Public Administration and Management.

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Come organizzare la conoscenza

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 settembre 2009

Trieste 22 settembre dalle 9.30 alle 16.00 alla Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di si svolge il convegno Open Access, archivi aperti e valutazione della ricerca: i nuovi compiti dell’organizzazione della conoscenza. Organizzato dalla Sissa e dall’Associazione Italiana Biblioteche, l’incontro vuole riflettere sui meccanismi che regolano i processi della comunicazione scientifica e sul web del futuro: sostenibile, interattivo e trasparente per una informazione largamente disponibile alla società. «Ci troviamo di fronte all’esplosione del cosiddetto “green Open Access”, degli archivi e repositories istituzionali (con oltre 23 milioni di documenti) e a una crescita significativa del “gold Open Access”, cioè delle riviste ad accesso aperto –  commenta Andrea Wehrenfennig, responsabile del servizio bibliotecario della Sissa -. Allo stesso tempo é evidente che in Italia in questo campo siamo ancora lontani da quanto realizzato in molti altri paesi, nonostante l’impegno formale a sostenere l’Open Access preso da quasi tutte le università italiane, che hanno sottoscritto la Dichiarazione di Berlino sull’accesso aperto». Dichiarazione finalizzata a sostenere nuove possibilità di diffusione della conoscenza, non solo attraverso le modalità tradizionali ma anche e sempre più attraverso il paradigma dell’accesso aperto via internet. Il convegno intende fare il punto sulla situazione e stimolare la discussione tra gli attori coinvolti: docenti, ricercatori, bibliotecari, informatici. Per far conoscere meglio le esperienze più interessanti a livello globale, sia nel campo delle riviste Open Access che in quello degli archivi aperti, e soprattutto le interazioni possibili con la valutazione della ricerca, che può utilizzare come indicatori anche i dati sulle citazioni e gli scarichi provenienti dagli archivi aperti. La partecipazione al convegno è gratuita e aperta a tutti

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Associazionismo sociale

Posted by fidest press agency su martedì, 15 settembre 2009

Undici milioni di euro stanziati nel 2009 per l’associazionismo dal Ministero del Welfare per la realizzazione di iniziative e progetti. Lo rende noto la Direttiva ministeriale 30 luglio pubblicata in Gazzetta ufficiale il 10 settembre scorso. Dal Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali arrivano le linee di indirizzo per le associazioni di promozione sociale che vogliano presentare progetti o avviare iniziative di formazione e di informatizzazione. Una disponibilità di 11 milioni di euro dedicata, per l’anno 2009, alla realizzazione di progetti rivolta alla popolazione più soggetta a situazioni di marginalità e disagio, ma anche alla promozione di tutela di anziani o bambini, e dei ragazzi più giovani, in particolare coloro che non sono inseriti nel tessuto occupazionale del Paese. Disabilità, tutela dell’infanzia e dell’adolescenza, promozione dell’inclusione sociale e sostegno a situazioni di marginalità, attenzione ai cittadini anziani e alle qualità della vita di chi vive in condizioni di non autosufficienza. Queste dunque le aree che il Welfare intende sostenere con i contributi alle associazioni, invitate, quest’anno, a rivolgere un’attenzione particolare alle popolazioni dell’Abruzzo colpite dal sisma dell’aprile scorso. Gli interventi legati all’evento sismico otterranno un punteggio maggiore se proposti e realizzati con l’impegno della regione Abruzzo. Possono presentare richiesta di contributo le associazioni di promozione sociale che risultino iscritte nei registri, singolarmente o in forma di partenariato tra loro. La richiesta di contributo può prevedere la collaborazione di enti pubblici. I moduli per la presentazione della domanda sono disponibili nella sezione “documenti” di questo approfondimento. Dossier “Associazionismo sociale: le linee di indirizzo per l’anno 2009”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Monte bianco: boa vista ultramarathon

Posted by fidest press agency su venerdì, 28 agosto 2009

boa vistaLa formula della Boa Vista UltraMarathon è sempre la stessa, sin dalla sua prima edizione: 150 chilometri su sentieri “appoggiati” al deserto che spesso finisce nel mare senza soluzione di continuità, e tracciati sterrati disegnati dal vento e dall’uomo su infinite pietraie. Una competizione che un tempo sarebbe stata definita “estrema” per via della conditio sine qua non della autosufficienza che ogni concorrente deve garantire a se stesso. Infatti, l’esperienza ha insegnato che non sarà importante competere contro decine di avversari, ma sarà decisivo misurarsi con la natura dell’isola, selvaggia e per questo seducente.  Una gara dai risvolti internazionali richiede una organizzazione di altro livello che nel caso della ultramaratona africana vede una partnership tra il locale Boa Vista Marathon Club e Friesian Team, noto gruppo sportivo che in Italia è noto per organizzare eventi nel campo della multidisciplina. A sostegno dell’organizzazione un gruppo di aziende che vede il titolo di main sponsor a I.T.T. nota azienda di trasporti navali. Altre aziende supportano l’evento tra cui l’istituto assicurativo Garantia Seguros e il residence Cà Nicola, centro nevralgico e logistico di tutta la manifestazione. Una gara no-stop di 150 chilometri nella quale la forza d’animo conta quanto se non più delle gambe, il tutto unito alla strategia di gara da scegliere attraverso il road-book consegnato alla partenza e dove bisogna stabilire non solo il miglior tragitto per arrivare alle postazioni di controllo e al traguardo, ma anche dove effettuare le poche soste consentite per recuperare un minimo di energie. Energie che per tanti arrivano dalla maestosità dei paesaggi attraversati in un viaggio che per molti versi rispecchia la varietà della vita. L’isola di Boa Vista è la terza per dimensioni dell’arcipelago di Capo Verde, ed è contornata da spiagge bianche bagnate da acque trasparenti in una natura dominata da suggestive dune di sabbia dorata.  http://www.boavistaultramarathon.com, (boa vista)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le autonomie locali

Posted by fidest press agency su domenica, 23 agosto 2009

Ci chiediamo ora che più di qualcuno tra i « signori che contano » ha la possibilità di meditare più a lungo, magari sotto un ombrellone o in una baita di montagna o in una crociera su una “barca di famiglia” dal pavimento maiolicato, se non si possa fare una riflessione in più sul modo come permettere alle esangui casse dello Stato di cambiare effettivamente logica di prelievo che non sia il solito andazzo con le manovre grandi e piccole che siano di aggiustamento, a mezza stagione, dei conti pubblici. L’unica possibilità sarebbe quella di porre mano alla più logica ed opportuna riforma strutturale nel sistema di organizzazione dello Stato e delle sue rappresentatività. Pensiamo, ad esempio, a due riforme tra tutte le possibili: quella di abolire le province e l’altra le Asl. Per entrambe sappiamo bene che a tenerle in piedi non vi sono ragioni di altro motivo se non politiche e di poteri clientelari. Non si tratta, ovviamente, di licenziare gli addetti a tali servizi ma, semmai, di trasferirli in altri settori potenziandoli (regioni, comuni, ospedali, centri assistenziali di varia natura e di primo intervento). Tutto questo è possibile perché in tali settori abbiamo uno sviluppo tecnologico molto basso ed elevarlo significa automatizzare servizi che oggi richiedono l’impiego di molte unità il cui utilizzo sarebbe prezioso altrove. Pensiamo alla mancanza di personale infermieristico nei nosocomi e nelle stesse cliniche private. Pensiamo, inoltre, alle mancate potenzialità di utilizzo di quella massa di ex-lavoratori che possono agevolmente e sia pure in part-time assolvere compiti delegati dalle amministrazioni locali per il controllo del territorio, per i rilievi dei prezzi al consumo, per presidiare le scuole, per rendere, tutto sommato, più agevole la vita dei cittadini in quelle aree di maggiore intensità abitativa e che notoriamente sono carenti di servizi. Perché quelli che contano nel “Palazzo” non incominciano a pensarci, almeno un poco? Forse ci vuole proprio un colpo di sole o una doccia ghiacciato per scuotere una indifferenza così marcata verso le soluzioni più logiche anche se è necessario dover pestare qualche callo di troppo.

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Frutta a domicilio

Posted by fidest press agency su sabato, 8 agosto 2009

La lista della spesa si fa al telefono, poi, entro dodici ore, si riceve la merce direttamente a casa gratuitamente. Succede in Campania, dove da tre anni opera Primi Frutti, azienda che vende a domicilio frutta e verdura fresca.  Tutte le fasi, dalla vendita alla consegna, sono gestite da un sistema integrato di CRM, Gat.crm di Siseco, azienda specializzata in soluzione IT. «Quando abbiamo iniziato, nel 2007, utilizzavamo un software in commercio per la gestione dell’azienda, ma c’erano delle difficoltà in quanto non tutte le fasi di vendita erano informatizzate – prosegue Casalino -. Gli ordini si prendevano al telefono e venivano scritti a mano quindi venivano trasmessi nel magazzino: la telefonia non era integrata con il resto dell’organizzazione, e questo era un vero problema che rallentava il processo e rendeva difficile la gestione. La velocità e l’efficienza per noi sono tutto, quindi abbiamo deciso di optare per una soluzione di CRM su misura, in grado di seguire tutte le fasi della nostra attività. Questo ci ha permesso di aumentare l’efficienza del 40%». I risultati per Primi Frutti non hanno tardato ad arrivare, come dimostra il trend positivo che caratterizza l’azienda che sembra resistere a venti di crisi e recessione. Il parco clienti ha continuato a crescere, grazie al passaparola e ad azioni di marketing. «Facciamo offerte di telemarketing one to one, mirate in base alle esigenze del cliente e alle preferenze che ha dimostrato – spiega ancora Casalino -. Anche questi dati sono registrati dal CRM che divide i clienti in gruppi e rende più facile preparare proposte mirate». La nuova sfida adesso è internet: dall’anno scorso primi frutti è anche on-line con il sito http://www.primifrutti.it. Si possono consultare le offerte della settimana e contattare l’azienda per gli ordini, telefonicamente o via mail.
GAT.crm è il CRM (Customer Relationship Management) multicanale di Siseco (www.siseco.com) che consente di aumentare il proprio business, fornendo un servizio di qualità eccellente, gestendo le informazioni e migliorando l’intera connettività aziendale. Inoltre sul profilo funzionale ha sviluppato il sistema seguendo l’evoluzione “on demand” (cioè secondo le richieste del cliente) e l’evoluzione pianificata, mentre sul profilo tecnico sono disponibili tutte le funzionalità più evolute come Gat.Web, Georeferenziazione, Voice Over IP, IVR, Sms e integrazioni con il mondo ERP (es. SAP, Navision, Axapta…). GAT.crm si presenta estremamente affidabile e scalabile grazie ad oltre 10 anni di esperienza e oltre 20 mila utenti attivi. La soluzione è modulare e consente alle aziende di automatizzare i processi di CRM (contatti clienti, canali di vendita, ciclo attivo) e la gestione analitica dei dati (reportistiche, analisi, statistiche automatizzate) per una maggiore efficacia dei reparti Commerciale e marketing, essendo anche perfettamente integrato con IphoneBox, un centralino software che consente di avere una soluzione modulare per gestire tutte le esigenze telefoniche, fax, sms e VoIP. IphoneBox permette una gestione trasparente delle linee VoIP e della telefonia internet, espandibile senza limiti di interni e linee. Inoltre consente l’integrazione con Outlook, la registrazione delle chiamate e la gestione di tutte le sedi remote: la soluzione perfetta per la direzione di filiali e uffici distaccati. Nel corso degli anni sono molte le società diventate clienti di Siseco, fra loro anche Telecom Italia, Il Sole 24 ore, Fastweb, Wind, Editalia, L’Osservatore Romano, Michelin, Iperclub vacanze, Smart, B-service.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Servizio civile nazionale

Posted by fidest press agency su domenica, 2 agosto 2009

L’On. Mimmo LUCA’ (Deputato PD Piemonte) ha presentato un’Interrogazione al Presidente del Consiglio dei Ministri e al Ministro dell’Economia e delle Finanze relativa alla situazione di grave difficoltà segnalata dall’ANPAS (Associazione Nazionale per le pubbliche assistenze). L’interrogazione è stata anche sottoscritta dai Deputati PD del Piemonte Mario LOVELLI, Stefano ESPOSITO, Luigi BOBBA, Anna ROSSOMANDO, Marco CALGARO, Giorgio MERLO, Antonio BOCCUZZI ed Elisabetta RAMPI. Spiega l’On. Mimmo LUCA’: “Il Presidente dell’ANPAS -Comitato Regionale del Piemonte, organizzazione che si avvale ogni anno del prezioso lavoro dei giovani del Servizio civile nazionale per lo svolgimento delle proprie attività, ha denunciato nei giorni scorsi la grave situazione che si sta determinando a causa della riduzione delle risorse destinate al Servizio civile. Le risorse per il finanziamento dei progetti per il Servizio civile nazionale hanno subito un forte ridimensionamento, passando dai 300 milioni di euro previsti nella Finanziaria 2008, che hanno permesso l’impiego di 35.000 volontari, ai 171 milioni di euro per il 2009 che non consentiranno di avviare più di 25.000 giovani”. A causa di questi pesanti tagli nessuno dei progetti per il servizio civile presentati dall’ANPAS Piemonte è stato ammesso, e questo significa che i 185 giovani volontari impiegati con il bando del 2008 non verranno rimpiazzati.  “La mancanza di giovani volontari renderà praticamente impossibile per le strutture ANPAS del Piemonte di far fronte alle crescenti domande legate ai bisogni sociali e socio-sanitari dei cittadini, in particolare quelli più deboli – conclude l’On. Mimmo LUCA’ – per questo abbiamo interrogato il Governo chiedendo che vengano riviste le modalità per l’accesso al finanziamento dei progetti per il Servizio civile, prevedendo un adeguato incremento delle risorse, al fine di consentire alle strutture ANPAS di portare avanti il proprio lavoro, dando a tante ragazze e ragazzi un’importante opportunità di formazione umana e professionale”.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’internazionale dei giornalisti ha espulso Israele

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 luglio 2009

“L’internazionale dei giornalisti, con voto unanime,  ha espulso Israele. Una vergogna che disonora i giornalisti. Che ne dice la Fnsi? Quali istruzioni ha dato al compagno-conte Paolo Serventi Longhi e come si è comportato? “Il Foglio” dice che lo stesso ha votato  contro Israele, unico Paese  democratico del Medio Oriente. La Fnsi non può far finta di nulla! Questo avviene, mentre l’Iran minaccia la distruzione di Israele, impegnata contro il terrorismo musulmano e, quindi, in difesa di noi occidentali. Bisogna impedire un secondo Olocausto. Israele lotta per la sua libertà e per la sua vita. Non possiamo e non dobbiamo abbandonare un Popolo  che ogni giorno paga, con il sangue dei suoi figli,  l’ostilità del mondo arabo forte di un miliardo di persone (contro 7 milioni). La Fnsi è quel sindacato che, nell’ottobre 1978, era indeciso se aderire all’organizzazione dei giornalisti liberi d’Occidente o se aderire alla analoga organizzazione con sede a Praga occupata e violentata dalle truppe sovietiche. Un precedente da non dimenticare. Stiamo parlando del Congresso della Stampa di Pescara, dove alta e forte si alzò la voce di  Walter Tobagi in difesa delle nostre libertà e dell’Occidente democratico. Ero presente a quel congresso a fianco di  Walter Tobagi. Passò la linea di Tobagi, una vittoria sofferta e moralmente altissima”. http://www.francoabruzzo.it

Posted in Confronti/Your opinions, Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Scuola, una battaglia vinta

Posted by fidest press agency su domenica, 12 luglio 2009

La sentenza della Corte Costituzionale sulla scuola dà ragione alla Toscana e alle altre regioni che avevano fatto ricorso, lo scorso ottobre, contro una parte del decreto 112 con cui il ministro dell’istruzione Mariastella Gelmini dettava provvedimenti sul dimensionamento scolastico. La Toscana, per prima, aveva protestato con forza contro un provvedimento giudicato gravemente lesivo delle competenze sull’organizzazione della rete scolastica affidate alle Regioni dalla Costituzione.  Pronunciandosi sul ricorso, la Consulta ribadisce che titolari della competenza sull’organizzazione della rete scolastica sono, appunto, le Regioni. Grazie a questa sentenza si evita così il rischio di veder ridotte le Regioni a mere esecutrici di decisioni prese a livello nazionale. Prendiamo atto con soddisfazione di quello che per noi è un importante risultato politico. E’ una vittoria cioè, contro una impostazione che vede nella scuola solo un costo da tagliare e non una leva per lo sviluppo, un bene da preservare e sul quale investire.  Noi siamo da sempre in controtendenza con questa impostazione ed è per questo che abbiamo visto nella difesa di questa competenza, ignorata sistematicamente dal ministro Gelmini, la migliore garanzia contro un inaccettabile impoverimento dell’offerta formativa e della rete scolastica e una limitazione, nei fatti, del diritto allo studio dei ragazzi e delle ragazze toscani.  Quella condotta dalla Toscana è stata una battaglia seria, che non si è limitata a dire no ai tagli. Abbiamo esercitato le competenze che ci sono state affidate dalla Costituzione portando avanti di concerto con gli enti locali il piano annuale di dimensionamento scolastico. Si è così avviata una razionalizzazione della rete scolastica, come dimostra l’alto numero di scuole con oltre 900 allievi sul territorio regionale e il rapporto fra alunni e insegnanti che, in Toscana, è uno dei più alti a livello nazionale. Parallelamente, però, abbiamo voluto salvaguardare, sempre nel rispetto delle esigenze del territorio, la presenza delle scuole nei piccoli Comuni delle zone montane e disagiate, dove la scuola ha una funzione preziosa di presidio culturale e sociale cui non è possibile rinunciare. Tutto questo l’abbiamo fatto anche con investimenti sulla qualità della didattica, come dimostrano i progetti Senza Zaino ed Errequadro. (Gianfranco Simoncini)

Posted in Diritti/Human rights, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

G8? No, grazie. Gsott8!

Posted by fidest press agency su martedì, 30 giugno 2009

Roma, 1 luglio, ore 12c/o Fnsi, Corso Vittorio Emanuele 349, primo piano presentazione dell’iniziativa che si svolgerà dal 2 al 6 luglio, a pochi giorni dal G8 che si terrà in Abruzzo, nella zona del parco geominerario del Sulcis, in Sardegna,  organizzazioni nazionali e locali daranno vita al Gsott8. A Carbonia, Iglesias, Monteponi, Montevecchio, Villamassargia, oltre 100 esperti di oltre 70 organizzazioni di 40 paesi di tutto il mondo saranno protagonisti di cinque giorni di dibattiti, spettacoli, visite guidate, mostre, laboratori delle produzioni locali.L’obiettivo è quello di mettere a confronto riflessioni  e pratiche di diverse parti del mondo, per proporre alternative produttive, economiche, ambientali e sociali all’attuale modello di sviluppo. Parteciperanno, tra gli altri, Nnimmo Bassey, direttore di Environmental Rights Action, organizzazione nigeriana che lavora con le comunità del Delta del Niger contro gli impatti negativi dell’estrazione petrolifera nella Regione.  Parteciperà anche Zakir Kibria, direttore esecutivo di una delle principali Ong del Bangladesh e uno dei principali attivisti della società civile del sud-est dell’Asia.  Saranno inoltre presenti alcuni dei promotori, tra cui Monica Di Sisto, vicepresidente Fair, Maurizio Gubbiotti, della segreteria nazionale di Legambiente, Raffaella Bolini, della presidenza Arci, Luca Manes della Campagna nazionale per la riforma della Banca Mondiale, Luigi Camposano della Fiom nazionale. Tanti gli ospiti italiani e internazionali  che parteciperanno ai lavori del Gsott8, ne citiamo alcuni: c’è il rappresentante della Commissione Giustizia e Pace, organizzazione della Chiesa cattolica che in Congo è attiva per la protezione dei diritti economici e sociali delle comunità che subiscono gli impatti dell’estrazione petrolifera anche italiana.  C’è uno dei coordinatori dei movimenti indigeni che si sono sollevati in Perù.  C’è la ricercatrice americana che ha scoperto e denunciato le violazioni dei diritti del lavoro nei supermercati Wal-mart.  C’è una rappresentante dei contadini de La Via Campesina, il più grande movimento dell’agricoltura familiare nel mondo.   Ci sono le organizzazioni sindacali italiane, preoccupate per l’impatto della crisi dalla fabbrica, al campo, in città. C’è un sopravvissuto al conflitto tra Bangladesh e India, che insieme alle donne del suo villaggio lo ha ricostruito due volte grazie al commercio equo e solidale. Ci sono Province e Comuni sardi, che stanno cercando di uscire dalla crisi senza lasciare indietro nessuno dei propri cittadini. Ci sono molti loro cittadini che da anni si sono organizzati per resistere producendo in modo diverso. Ci sono più di  100 attivisti, sindacalisti, esperti, lavoratori, produttori, che si incontreranno dal 2 al 6 luglio, nelle zone minerarie del Sulcis Iglesiente e del Medio Campidano. Si effettueranno collegamenti video e radio con Genova, con l’Abruzzo e, via internet,  con tutto il mondo per mettere questi saperi preziosi a disposizione di ciascuno.

Posted in Confronti/Your opinions, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Centri italiani per immigrati

Posted by fidest press agency su sabato, 27 giugno 2009

Franco Maccari, Segretario Generale del COISP – Sindacato indipendente di Polizia, tira le somme dopo essere stato, nelle ultime settimane, in diversi Centri di identificazione ed espulsione (CIE) ed in Centri di accoglienza richiedenti asilo (CARA) italiani. Le ultime strutture visitate, sempre assieme a rappresentanti locali del COISP, sono state quelle di Milano, Roma, Foggia, Elmas (Ca). “Ebbene – spiega Maccari – già sapevamo, perché è ovvio che sia così, che ogni regione presenta proprie specificità legate alle diverse caratteristiche del territorio ed alla tipologia dei flussi di clandestini che li interessano. Ma fa veramente effetto toccare con mano quanta diversità possa esserci, tra una realtà e l’altra, in termini di organizzazione e di considerazione delle necessità degli operatori delle Forze dell’ordine. Questo lungo viaggio ha mostrato, via via lungo la strada, come si possa passare da situazioni di ‘normalità’ e di relativa ‘serenità’ di servizio, a situazioni di disagio, fino a situazioni di vero e proprio scempio, di vergognosa inadeguatezza, di clamorosa pericolosità, nella gestione di un pur sempre delicato e difficile compito come quello di garantire la sicurezza in questi centri”. E’ quanto accade soprattutto al sud. Osserva, infatti, Maccari: “ci si trova di fronte ad una vera e propria vergogna senza limiti. Avevamo già potuto constatare, e raccontare ampiamente all’intero Paese, le condizioni assurde del CIE di Lampedusa. E, oggi, ci troviamo a fare i conti con una realtà, quella del CARA di Foggia, che è assolutamente unica in Italia. Dire che gli appartenenti alle Forze dell’ordine siano lasciati a se stessi è veramente troppo poco. Aggirandosi per il CARA quello che si vede è davvero difficile da mandare giù, e l’indignazione serra lo stomaco. Il Centro ospita ben 700 persone e, soprattutto, si estende su ettari ed ettari di terreno. E’ vero che i problemi legati alla sicurezza sono diversi rispetto a quelli che si presentano nei CIE, ma comunque ne sorgono quotidianamente. E si può capire quale rischio ciò rappresenti se si considera che ad occuparsi della vigilanza sono destinati 14 militari, 2 poliziotti o finanzieri. Da una parte 700 clandestini, che nella notte – si racconta qui – diventano almeno 900 visto che dai vari buchi disseminati nella recinzione in tanti entrano per mangiare e dormire. Dall’altra 16 operatori per la sicurezza. Il rapporto non mi pare che necessiti di alcun altro commento!”. “Da ciò si deduce – incalza Maccari – che è tristemente assodato come il diverso grado di attenzione di buona volontà di chi rappresenta la Polizia di Stato nelle diverse realtà del Paese si riverberi sulle condizioni dei colleghi chiamati a prestare il proprio servizio. Non serve certo un indovino per capire dove si ha veramente a cuore la sicurezza e la dignità degli uomini e delle donne in divisa e dove, invece, non ci si pone neppure il problema di come essi ‘sopravvivono’ a servizi massacranti e seriamente pericolosi. Il mio giro per l’Italia, a visitare i vari centri in cui ci si occupa degli immigrati clandestini, mi ha mostrato una volta di più quanto tutto ciò sia vero, e quanto bisogno ci sia di sopperire all’ignavia di alcuni, che relega i colleghi all’inferno

Posted in Diritti/Human rights, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I 20 anni di actionaid

Posted by fidest press agency su martedì, 16 giugno 2009

Roma 24 giugno all’Open Colonna del Palazzo delle Esposizioni,Via Nazionale 194, i 20 anni di lotta di ActionAid Italia in difesa del diritto al cibo, all’acqua, alla salute e all’educazione nel Sud del mondo, saranno celebrati il prossimo in occasione della prima Assemblea Internazionale dell’organizzazione. L’Assemblea, che avrà luogo a Roma dal 24 al 28 giugno, rappresenta il culmine del processo di internazionalizzazione di ActionAid, iniziato nel 2004, per il quale l’Italia ha svolto un ruolo determinante. I rappresentanti degli oltre 40 Paesi in cui opera l’organizzazione, insieme a tutti i direttori internazionali, si incontreranno per definire una nuova governance, ancora più partecipata e democratica. La celebrazione del ventennale di ActionAid sarà anche l’occasione in cui verranno resi pubblici i nomi de LeD8, il gruppo delle otto donne delle istituzioni e della società civile, scelte per il loro ruolo, il loro carisma e una particolare sensibilità alle questioni di genere, che, insieme ad ActionAid, nelle sedi istituzionali e fino al 2010, si impegneranno per la difesa dei diritti delle donne e per ribadire che nell’anno del G8 qualunque questione globale è “cosa da donne”.  All’evento farà da cornice “Hunger Free Women Speak Out”, la mostra fotografica che ripercorre la lotta di più di 80.000 donne di tutto il mondo che rivendicano l’accesso e il controllo della terra. Nei paesi poveri sono infatti le donne a produrre tra il 60 e l’80% degli alimenti, ma possiedono solo l’1% della terra. La mostra farà anche da filo conduttore alle posizioni di ActionAid rispetto all’agenda del G8 italiano de L’Aquila.  All’incontro sono stati invitati i rappresentanti delle più alte cariche dello Stato tra le quali il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il Sindaco di Roma Gianni Alemanno, il Presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo, il Presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti, Deputati e Senatori, Ambasciatori, imprenditori, giornalisti, rappresentanti della società civile e i major donors.  Saranno altresì presenti Maria Rosa Villecco Calipari (Deputato PD e capogruppo in Commissione Difesa); Nella Condorelli (direttrice di Women in the city); Grazia Francescato (Portavoce dei Verdi Italiani); Carola Gancia (imprenditrice e cotitolare di Fairplay eventi) e i delegati di tutti i Paesi dell’Africa, Asia e America Latina in cui ActionAid opera.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La situazione politica in Perù

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 giugno 2009

Sembra incrinarsi dopo le dimissioni del ministro Carmen Vildoso in seguito alla crisi provocata dalla morte di decine di Indios che continuano a protestare per l’eccessivo sfruttamento della foresta, loro unica base vitale. La crisi ha ormai raggiunto una dimensione internazionale dopo le accuse ufficiali mosse da Lima alla Bolivia di Evo Morales di aver sostenuto e garantito protezione ai rivoltosi. Inoltre Alberto Pizango, uno dei leader della rivolta e dirigente dell’AIDESEP, l’organizzazione che riunisce le diverse associazioni indigene dell’Amazzonia peruviana, dopo essersi rifugiato presso l’ambasciata del Nicaragua a Lima, ha ottenuto asilo politico da Managua. L’altra spina nel fianco della folle politica di sfruttamento dei territori indigeni è padre Mario Bartolini che da oltre trenta anni vive in Amazzonia al fianco degli Indios. Accusato dal governo peruviano di “istigazione alla rivolta” tramite la piccola emittente radiofonica che dirige – La voz de Caynarachi – Mario Bartolini in settimana dovrà presentarsi in tribunale. Non è la prima volta che padre Bartolini viene accusato di essere un agitatore. Più volte minacciato di morte, è stato denunciato dal Grupo Romero, l’azienda che sta procedendo al disboscamento di intere aree dell’Amazzonia peruviana per la produzione di biocarburante. Dal primo processo a suo carico padre Bartolini è uscito con l’assoluzione piena. Ora rischia l’espulsione dal paese. Il governo peruviano ha emesso nel frattempo una moratoria di 90 giorni per il decreto legge che avrebbe ulteriormente facilitato lo sfruttamento delle risorse nella selva amazzonica. L’Associazione per i popoli minacciati (APM) chiede al governo di Alan García di ritirare definitivamente questa legge come tutte le altri leggi che violano la Dichiarazione Generale delle Nazioni Unite per i Diritti dei Popoli Indigeni nonché la Convenzione ILO 169 che fissa in modo vincolante i diritti delle popolazioni indigene, firmata e ratificata dal governo peruviano nel 1994.L’APM inoltre sostiene l’operato di Padre Bartolini e di tutti coloro che vedono nello sviluppo come quello imposto dal governo peruviano l’ultima minaccia che potrebbe portare alla scomparsa definitiva di intere popolazioni indigene dell’Amazzonia peruviana.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Comitato regionale Dc in Piemonte

Posted by fidest press agency su sabato, 13 giugno 2009

Torino giovedì  18 giugno 2009 alle ore 21.00 Corso Monte Cucco n. 15 (quarto piano)   Tra i punti all’ordine del giorno un commento all’esito delle elezioni europee ed amministrative; tesseramento alla D.C.-Terzo Polo di Centro per l’anno 2009; organizzazione dei Congressi provinciali e regionale della Democrazia Cristiana – Terzo polo di Centro indetta dal Segretario organizzativo regionale della D.C. Terzo Polo di Centro del Piemonte dott. Francesco Mutti. Sarà presente all’incontro anche il Segretario Politico Nazionale della Democrazia Cristiana dott. Angelo Sandri.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Innovazione di Processo

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 giugno 2009

Roma 16 Giugno 2009 – Scuderie Ruspoli – Via della Fontanella Borghese, 56/B Trasformare le difficoltà in opportunità, risparmiando  “Innovare i processi” è certo la via maestra per ottenere questi obiettivi e costituisce una sfida per tutte le direzioni aziendali: l’organizzazione, la finanza, la produzione, nessuno ne resta escluso. L’impatto sul sistema informativo aziendale, poi, è doppiamente gravoso. Il CIO è abituato a valutare, studiare ed applicare le novità che l’ICT produce in continuazione a velocità talvolta difficili da sostenere, ma la “macchina” che ha a disposizione è, tradizionalmente, piuttosto “rigida” e supportare l’organizzazione in questo suo adattamento ad un mercato che richiede flessibilità e versatilità non è compito facile. Dovrà innovare … per innovare! … e rendere partecipe tutta l’organizzazione di cosa potrà o non potrà fare. Le tecnologie informatiche ci offrono, per fortuna, molte opportunità e strumenti, sia di carattere tecnologico che applicativo, e noi vorremmo illustrargliele, discuterne con lei e, se possibile, avere il suo contributo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Rivoluzione Del Controllo Di Gestione

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 giugno 2009

La globalizzazione dei mercati e la diminuzione dei margini aziendali, impongono alle Piccole e Medie Imprese l’esigenza di indirizzare la propria organizzazione verso un maggiore controllo di gestione. Risulta quindi vitale in questi tempi di crisi per le imprese, disporre di informazioni tempestive al fine di valutare l’economicità e la correttezza strategica delle proprie decisioni. Per questo Gem Consulting dalla primavera di questo anno ha qualificato consulenti in grado di supportare le aziende in un sistema di pianificazione e controllo di gestione fornito dalla certificazione D-1001:2008 creata dall’ente Dasa-Rägister S.p.A.. Il percorso per la certificazione D-1001:2008 è molto simile a quello necessario per gli altri standard riconosciuti e prevede un importante momento di analisi dell’organizzazione aziendale al fine di poter rendere quest’ultima conforme ai requisiti della norma. Ovviamente i requisiti della norma sono applicabili a tutte le aziende, indipendentemente dal tipo, dalla dimensione e dai prodotti forniti o servizi erogati.  La D-1001:2008 è stata concepita per una facile integrazione con la UNI EN ISO 9001:2008, anche se può trovare applicazione a prescindere dall’esistenza nell’organizzazione di un sistema di gestione della qualità. È chiaro come l’adozione di un sistema di pianificazione e controllo di gestione D-1001:2008 garantirà alle Piccole e Medie Imprese Italiane una marginalità di profitto prestabilita e la sopravvivenza dell’azienda nel tempo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »