Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘organizzazioni’

Corpo europeo di solidarietà: giovani e organizzazioni si incontrano

Posted by fidest press agency su domenica, 12 marzo 2017

bruxelles-1Bruxelles. A tre mesi dall’istituzione del corpo europeo di solidarietà e dall’apertura delle registrazioni per i giovani europei interessati, le organizzazioni accreditate che offrono un collocamento nell’ambito di progetti di solidarietà possono ora usare la banca dati per trovare potenziali dipendenti, tirocinanti o volontari per le loro attività.
Diverse centinaia di posti saranno già disponibili questa primavera e altre migliaia se ne aggiungeranno nei mesi seguenti.
Tibor Navracsics, Commissario per l’Istruzione, la cultura, i giovani e lo sport, ha dichiarato: “Il corpo europeo di solidarietà compie oggi un enorme passo avanti verso il raggiungimento di risultati concreti. Con l’apertura della nostra banca dati alle organizzazioni e alle amministrazioni pubbliche possono cominciare gli abbinamenti e presto i primi giovani europei potranno iniziare le loro attività. Constato con orgoglio che molti giovani hanno già aderito al corpo europeo di solidarietà e sono pronti a fare la differenza. Invito le organizzazioni a seguirne l’esempio e a offrire quanti più posti possibile.”
Marianne Thyssen, Commissaria per l’Occupazione, gli affari sociali, le competenze e la mobilità dei lavoratori, ha dichiarato: “Oggi aggiungiamo un altro tassello fondamentale ai corpi europei di solidarietà. Con l’apertura del sistema online di abbinamento alle organizzazioni e ai partner che offrono un collocamento nell’ambito dei corpi europei di solidarietà, i partecipanti possono iniziare a dare un contributo concreto, acquisendo nel contempo competenze di grande valore per la loro futura vita privata e professionale.”
Possono offrire un collocamento nell’ambito del corpo europeo di solidarietà varie organizzazioni, ad esempio organizzazioni non governative, organizzazioni della società civile, enti locali, regionali e nazionali o imprese sociali. In questa prima fase le organizzazioni interessate a partecipare al corpo europeo di solidarietà possono richiedere finanziamenti mediante i programmi di finanziamento dell’UE già esistenti. Attualmente sono otto i programmi che sostengono il corpo europeo di solidarietà. Ulteriori informazioni sono disponibili nella scheda informativa.
Per partecipare ciascuna organizzazione dovrà sottoscrivere il mandato e i principi del corpo europeo di solidarietà e aderire alla carta del corpo europeo di solidarietà, che stabilisce i diritti e le responsabilità durante tutte le fasi dell’esperienza di solidarietà. Le organizzazioni che sono già accreditate presso un programma di finanziamento hanno automaticamente accesso al sistema online.
Il sistema online del corpo europeo di solidarietà consente l’abbinamento diretto tra le organizzazioni e i giovani interessati a partecipare a un progetto di solidarietà. Al momento della registrazione i giovani possono indicare, oltre ai dati personali, anche le loro competenze, esperienze, disponibilità, preferenze e motivazioni e possono caricare il loro CV.
Il corpo europeo di solidarietà è stato istituito dalla Commissione il 7 dicembre 2016. L’iniziativa offre ai giovani di età compresa tra i 18 e i 30 anni nuove opportunità di partecipare a un’ampia gamma di attività solidali che affrontano situazioni di difficoltà in tutta Europa. Ciò darà loro la possibilità di acquisire un’esperienza preziosa e competenze importanti all’inizio della loro vita lavorativa, e consentirà inoltre di promuovere e rafforzare il valore della solidarietà, che è uno dei valori fondamentali dell’Unione europea. A partire dalla sua istituzione, circa 24 000 giovani europei si sono registrati al corpo europeo di solidarietà; l’obiettivo è raggiungere i 100 000 partecipanti entro la fine del 2020.
Nella sua comunicazione sul corpo europeo di solidarietà la Commissione ha adottato un approccio graduale, basandosi in una prima fase sui programmi e sugli strumenti già esistenti ed elaborando nel contempo una proposta per uno strumento giuridico autonomo per la prima metà del 2017. Al fine di preparare la proposta legislativa, la Commissione ha avviato una consultazione pubblica, integrata da consultazioni mirate con le principali parti interessate. Il 12 aprile 2017 si terrà un forum delle parti interessate per discutere gli elementi essenziali del corpo europeo di solidarietà per il futuro.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Erasmus: i deputati chiedono stanziamenti per le organizzazioni giovanili e per l’apprendistato

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 febbraio 2017

erasmusBruxelles Parlamento europeo. Nel progetto di risoluzione che sarà votato giovedì, i deputati chiedono che il programma comunitario Erasmus+ fornisca a tutti i giovani, e non solo agli studenti universitari, la possibilità di studiare all’estero.Il bilancio di Erasmus+ deve essere più flessibile per offrire a tutti pari opportunità e portare a un aumento dei progetti presentati dalle organizzazioni giovanili, sostengono i deputati nella bozza di risoluzione, che si dicono inoltre preoccupati poiché al programma partecipa un numero limitato di apprendisti.
Il Parlamento invita pertanto la Commissione a dare alle agenzie nazionali una maggiore flessibilità per stornare i fondi nell’ambito delle azioni chiave del programma e consentire così il proseguimento dei progetti di qualità nei settori sotto finanziati.I deputati evidenziano, inoltre, la necessità di ridurre la burocrazia, semplificare i formulari di richiesta e aumentare la percentuale dei finanziamenti anticipati per agevolare le piccole organizzazioni nell’esecuzione dei progetti.
I deputati chiedono, inoltre, alla Commissione di preparare una valutazione critica sul funzionamento dello strumento che garantisce prestiti agli studenti, che dovrebbe aiutare gli studenti dei master a ottenere prestiti a tassi agevolati, garantiti dalla in caso di insolvenza. Da quando è stato lanciato questo piano, nel 2015, vi hanno aderito solamente 130 studenti e quattro banche.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Referendum: sono le organizzazioni le vere sconfitte

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 dicembre 2016

agricolturaCon il referendum di ieri – dichiara in una nota il presidente nazionale Confeuro, Rocco Tiso – è divenuto oramai chiaro come le tante organizzazioni della rappresentanza tradizionale che si sono spese per il SI’ non godano più di alcun riconoscimento da parte del proprio tessuto sociale. In queste settimane infatti – continua Tiso –, nonostante le dichiarazioni di alcuni sindacalisti del settore, abbiamo detto più volte che gli agricoltori si sarebbero espressi per il NO; e così è stato. Questo voto non ha solo seppellito un tentativo di riforma costituzionale mirato a sottrarre il potere di voto alla cittadinanza, ma ha anche decretato con chiarezza lo scollamento tra le tante strutture sindacali che hanno fatto della politica un mestiere e i loro iscritti.
Il risultato di ieri – prosegue Tiso – non rappresenta la fine di un percorso, ma il suo inizio. Da questo momento infatti è essenziale che la politica torni a specchiarsi nei cittadini e a capire di cosa hanno bisogno per migliorare la propria vita. E quindi che torni ad interessarsi del come creare occupazione; ridurre le tasse e abbattere la burocrazia.
Il governo supportato dai poteri forti ha perso. Ora è bene che il prossimo esecutivo si concentri sulle persone e che tutte quelle organizzazioni della rappresentanza tradizionale che si sono spese per questo referendum prendano atto di non avere più una base da sfruttare per poter giustificare le proprie poltrone.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Supporto alle organizzazioni nel loro percorso verso l’eccellenza

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 giugno 2015

EFQMEFQM apre un ufficio di rappresentanza a Milano per aiutare le organizzazioni italiane a raggiungere un’eccellenza sostenibile. Nel 2013, molte aziende, con sede in Italia, si sono riunite e hanno creato il “Club per l’Eccellenza Italia by EFQM” con l’obiettivo di condividere le best practice, sviluppare iniziative nazionali e distribuire prodotti e servizi mirati a offrire supporto alle organizzazioni italiane nel loro percorso verso l’eccellenza. Ad oggi, EFQM ha facilitato questi scambi, ma, come ha spiegato Marc Amblard, Amministratore Delegato di EFQM sono previsti cambiamenti:”Il vincitore del Premio Eccellenza 2014 EFQM è uno stabilimento italiano di Bosch e molte sono le organizzazioni che hanno raggiunto un’elevata maturità grazie all’applicazione del Modello EFQM Excellence. Queste organizzazioni, con sede in Italia, hanno espresso il bisogno urgente di ricevere assistenza locale per migliorare le proprie performance. Abbiamo deciso, quindi, di aprire un ufficio di rappresentanza a Milano dedicato a sostenere le organizzazioni italiane attraverso incontri, formazione ed eventi al fine di condividerne le best practice. Siamo davvero entusiasti di portare i nostri 25 anni di esperienza direttamente in Italia.”L’iniziativa EFQM Italia è stata lanciata al fine di sviluppare ulteriormente gli sforzi del Club per l’Eccelenza Italia. L’iniziativa avrà il sostegno di Telecom Italia, Bosch, Electrolux, Ricoh, Grundfos, Pirelli, ENI, Università di Roma “Tor Vergata”, GSK, Comerindustries e INDIRE. Grazie alla propria presenza a Milano, EFQM sarà in grado di fornire supporto alle organizzazioni italiane in modo ancora più efficace. La nuova sede semplificherà, infatti, i rapporti tra le organizzazioni italiane e EFQM attraverso l’organizzazione di eventi di formazione in italiano, il coordinamento delle valutazioni e l’organizzazione di eventi per la condivisione delle best practice. EFQM Italia, operativa dal prossimo mese di luglio, sarà ospitata da Robert Bosch S.p.A., presso la propria sede di Milano.Informazioni su EFQM: Siamo impegnati ad aiutare le organizzazione a raggiungere l’eccellenza sostenibile attraverso il modello EFQM, un modello di gestione globale utilizzato da oltre 30.000 organizzazioni in Europa e oltre . Per sostenere le aziende nel loro percorso verso l’eccellenza sostenibile, offriamo formazione e strumenti specifici di valutazione, individuiamo e condividiamo best practice e conferiamo riconoscimenti alle organizzazioni di successo.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuovo Consiglio Camera Commercio di Bari

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 gennaio 2011

Si è insediato stamani il nuovo Consiglio della Camera di Commercio di Bari. Ne fanno parte 32 consiglieri in rappresentanza dei settori: agricoltura, artigianato, industria, commercio, cooperative, turismo, trasporti e spedizioni, servizi alle imprese, credito e assicurazioni, organizzazioni sindacali dei lavoratori, associazioni di tutela dei consumatori e degli utenti. I componenti sono stati  nominati dal Presidente della Giunta regionale su designazione delle organizzazioni ed associazioni maggiormente rappresentative a livello territoriale. La riunione è stata presieduta dal consigliere più anziano di età, on. Antonio Laforgia. Nel porgere il saluto augurale ai componenti il nuovo Consiglio,  Laforgia ha auspicato che “da parte di tutti i consiglieri si operi con spirito di servizio e nel rispetto del principio di sussidiarietà per promuovere l’interesse generale delle imprese, in stretta collaborazione con le categorie economiche interessate”.Non è stato possibile procedere all’elezione del nuovo presidente della Camera di Commercio di Bari in quanto è mancato il numero legale previsto dalla L. n. 580/1993 e dallo Statuto dell’Ente per il primo scrutinio (la maggioranza qualificata dei 2/3 dei componenti, ossia almeno 22 consiglieri presenti su 32 membri). La prossima seduta del Consiglio verrà convocata nei tempi previsti dalla normativa, come sottolineato dall’on. Antonio Laforgia al termine dei lavori.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Organizzazioni criminali e confische

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 agosto 2010

La sentenza n. 32273 del 24 agosto 2010 della seconda sezione penale della Cassazione  ha riaperto la possibilità di applicare la confisca obbligatoria anche se il reato si è già prescritto. I giudici hanno però fissato un importante paletto: è il Tribunale a dover accertare, prima di disporre il sequestro, che la responsabilità penale dell’imputato sia effettiva.  Secondo il componente del Dipartimento Tematico “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori, Giovanni D’AGATA,  l’importante decisione della Suprema Corte che fa dietrofront rispetto alla decisione delle Sezioni unite depositata soltanto due anni fa (8834), ha affermato il principio secondo cui “in caso di estinzione del reato, il giudice dispone di poteri di accertamento, al fine dell’applicazione della confisca, non solo sulle cose oggettivamente criminose per loro intrinseca natura (art. 240, comma 2, n. 2 c.p.), ma anche quelle che sono considerate tali dal legislatore per il loro collegamento con uno specifico fatto reato” (art. 240, comma 2 n° I c.p. e art. 12 sexies L. n° 356/’92)”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mass media e integrazione

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 agosto 2010

Hannover Si è tenuta, presso il Marriot Hotel una tavola rotonda sull’integrazione chiamata in vita dal Ministro (sociale, famiglia, salute ed integrazione) Aygül Özkan. L’intenzione del Ministro era quella d’avvicinare il mondo mediatico agli stranieri in modo di facilitare il processo d’integrazione di questi. Presenti al tavolo erano redattori di Tv (ZDF, ARD, RTL, SAT 1, Etc.), di Radio (Radio 21, DSL, NDR Etc.) e di giornali ( HAZ, NP etc) nonché rappresentanti significativi di alcune organizzazioni degli stranieri che vivono in Bassa Sassonia tra cui, per gli italiani, il Presidente del Comites di Hannover Dott. Giuseppe Scigliano. Compatta è stata la posizione del mondo mediatico qui sinteticamente riportata:
Noi non abbiamo nessun mandato per servire la causa dell’integrazione;
Noi non siamo essere il motore ma solamente lo specchio della società in cui operiamo;
Per sopravvivere dobbiamo pensare soprattutto alle quote degli ascoltatori o dei lettori;
Noi non possiamo e non vogliamo influenzare le masse.
Un chiaro no quindi a chi pensava di poter sensibilizzare chi detiene i mezzi di comunicazione di massa.  Di tutt’altro avviso i rappresentanti delle comunità straniere presenti al tavolo e specialmente il Presidente del Comites di Hannover il quale, senza peli sulla lingua, nei suoi interventi ha fatto notare che quanto asserito da redattori e giornalisti, è solo demagogia e senza fondamento. Egli ha espresso chiaramente il concetto che proprio i media influenzano le masse e fanno politica (ha fatto riferimento all’Italia dove il fenomeno è ancora più evidente)  . Egli ha messo altresì in risalto l’irresponsabilità di chi, seguendo la linea a loro imposta (altro che libertà), propone alcuni servizi veramente scandalosi ed ha preso ad esempio una canzone, anti italiana, mandata in onda durante i campionati mondiali di calcio. Ha fatto notare che proprio ad Hannover due  ristoratori italiani sono stati uccisi apparentemente per futili motivi ma nella sostanza  la mano assassina è stata aizzata anche da servizi di basso rango fornito dai media che al posto di mettere in risalto la positività di vedere una nazionale tedesca multietnica, si sentiva solo autorizzata a fomentare il senso nazionalistico dei tedeschi. Egli ha contestato in questa occasione anche il settimanale lo “Spiegel” che tempo addietro ha voluto addirittura dedicare una copertina vergognosa all’Italia: Un piatto di spaghetti ed una pistola accanto. Ha ricordato ai presenti che quasi il 40% dei residenti in Bassa Sassonia, ha origini con un passato migratorio e quindi ha ribadito  il concetto che: “ chi non vuole tenere in considerazione questa utenza è orbo e corre il rischio del collasso economico”. Ha continuato dicendo che: “già adesso quasi tutti hanno una parabolica e guardano i programmi trasmessi dai paesi d’origine, i più giovani navigano in internet ed hanno un loro mondo Online; in Internet ognuno può leggere i giornali che vuole in tutte le lingue ed è aggiornato in tempo reale”. Il Presidente del Comites ha esortato al buon senso chi è preposto a stabilire la linea di chi scrive e nello stesso tempo ha auspicato che, chi ha il potere politico si adoperi affinché nei posti nevralgici dei media (almeno quelli in cui lo Stato potrebbe intervenire) possano essere equamente presenti anche cittadini  con passato migratorio. In chiusura egli ha rilevato che il canone per la TV è pagato anche dagli stranieri.
Sono seguiti tantissimi interventi ed alla fine di questi, il Ministro ha chiesto apertamente ai presenti se sentivano la necessità di creare dei tavoli di lavoro. Il mondo mediatico ha rifiutato l’offerta mostrando così scarso interesse nel prendere in considerazione che la Germania di oggi è multietnica e che le esigenze dei cittadini sono cambiate. In questo modo hanno mostrato quindi di non essere lo specchio della società, così come hanno affermato di essere all’inizio della riunione, ma solo uno strumento antiquato che non segue il passo dei tempi.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Certificazione online non piace a 90% medici

Posted by fidest press agency su domenica, 23 maggio 2010

È quanto afferma in una nota Francesco Pecora, responsabile nazionale comunicazione dello Snami (Sindacato nazionale autonomo medici italiani), che precisa di non avere «preclusioni per le nuove tecnologie», ma si oppone «alle innovazioni tecnologiche improvvisate che non funzionano e che rallentano addirittura il lavoro dei camici bianchi». «Lo Snami – spiega Pecora – non ha preclusioni verso il ministro Renato Brunetta, ma non apprezza la sua scelta di imporre per decreto ai medici compiti gravosi e non remunerati, affermando invece pubblicamente che i camici bianchi percepiscono favolose indennità per la spedizione online dei certificati di malattia. Ciò non corrisponde a verità». Nel mirino di Pecora anche le altre organizzazioni sindacali di categoria. «Lo Snami – sottolinea – non ha avversione nei confronti di altri o altro sindacato, ma contrasta con ogni mezzo quel sindacato che non chiede giusta remunerazione per i nuovi certificati di malattia, appare con il ministro in televisione e non difende i colleghi, fingendo di non rendersi conto che questo nuovo percorso, così come viene proposto, è sgradito al 90% dei medici tutti. Lo Snami – aggiunge – in ogni caso continuerà, anche con altre organizzazioni sindacali, la lotta contro le imposizioni della parte pubblica e contro le denigrazioni, le menzogne e gli atteggiamenti ostili di pochi. Questi – conclude Pecora – sono evidenti colpi di coda di quel sistema consociativo che mistifica una realtà sotto gli occhi di tutti e che negli anni ha portato la medicina generale nel baratro in cui si trova».(fonte doctor news)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Traffico di immigrati

Posted by fidest press agency su domenica, 11 aprile 2010

“Le pratiche illegali per il rilascio di permessi di soggiorno falsi, il traffico di clandestini, le promesse di lavoro non mantenute, il giro di ragazze per la prostituzione, quanti altri titoli ancora dovremo leggere sui giornali prima che si faccia qualcosa per risolvere tali questioni?”. Con questo parole il responsabile per l’Immigrazione dell’Italia dei Diritti Emmanuel Zagbla esprime il suo disappunto in merito alla notizia sul traffico di clandestini, soprattutto di origine curdo-irachena, smantellato dalla polizia di Brindisi. Trenta le ordinanze di custodia cautelare eseguite: gli arresti sono stati compiuti oltre che nel brindisino e nel Veneto, anche a Roma e Foggia. “Queste organizzazioni criminali che operano in Italia ma anche in Africa e in Russia, devono essere al più presto smantellate – afferma l’esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro. “A nulla è valsa la legge Bossi-Fini, l’ignoranza e la delinquenza non si affrontano eludendo il problema. Intanto – conclude Zagbla – tantissimi stranieri con la disperazione negli occhi continuano a cadere nelle mani di criminali lasciati a piede libero”.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cooperazione internazionale

Posted by fidest press agency su sabato, 27 marzo 2010

Dal 16 marzo scorso è aperto il bando per il 2010 relativo all’Azione 3.2 del programma “Gioventù in Azione”. Il bando finanzia progetti che promuovono la cooperazione nel settore della gioventù tra i Paesi partecipanti al programma e i Paesi partner diversi dai Paesi limitrofi all’UE (America Latina, Africa, Caraibi, Pacifico, Asia, Paesi industrializzati). L’obiettivo è quello di promuovere lo scambio di esperienze e buone prassi nel settore della gioventù, migliorare la mobilità dei giovani e degli animatori giovanili, potenziare le capacità delle organizzazioni e delle strutture giovanili, contribuire allo sviluppo delle politiche per la gioventù e favorire partenariati e reti sostenibili fra organizzazioni giovanili. Il bando è rivolto ad organizzazioni senza scopo di lucro attive nel settore in questione, quali ONG, enti pubblici a livello regionale o locale e consigli giovanili nazionali. I progetti potranno essere cofinanziati fino all’80% dei loro costi ammissibili, per un massimo di 100.000 €. La scadenza per la presentazione delle proposte è il 17 maggio 2010.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dalla Spagna il premio Principe de Viana

Posted by fidest press agency su sabato, 13 marzo 2010

(Centro Maderna) Il Governo della regione Spagnola di Navarra e la Cassa di Navarra hanno indetto nei giorni scorsi il Premio Principe de Viana per l’Attenzione alla Non Autosufficienza 2010. Il premio che consiste in un contributo di Euro 40.000,00, vuole essere un riconoscimento a chi si è impegnato a introdurre pratiche innovatrici, a condurre ricerche o a intraprendere iniziative che abbiano contribuito ad alleviare la condizione di non autosufficienza e a migliorare la qualità della vita di anziani e disabili, cercando così di creare un sistema sociale più avanzato. Potranno candidarsi al premio istituzioni pubbliche (governi,ministeri, università,centri di ricerca, ambasciate,consolati ecc..), enti culturali, sociali e organizzazioni non governative legalmente costituite di qualunque paese al mondo che operino nei seguenti ambiti di intervento:  – Progetti per le persone non autosufficienti e per la promozione dell’autonomia personale e la prevenzione della non autosufficienza – Prodotti di sostegno alla non-autosufficienza – Promozione dell’autonomia personale e prevenzione della non-autoosufficienza – Ricerca o interventi volti a migliorare la cura e la qualità della vita delle persone non autosufficienti- Diritti delle persone Il termine ultimo delle domande di partecipazione sarà il 30 marzo 2010.

Posted in Recensioni/Reviews, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Master in Strategia e Pianificazione delle Organizzazioni

Posted by fidest press agency su domenica, 17 gennaio 2010

Parma 18 gennaio, alle 10.30, presso l’Aula Congressi della Facoltà di Economia dell’Università di Parma (via Kennedy 6), si terrà la Lezione inaugurale della XIV edizione del Master internazionale in Strategia e Pianificazione delle Organizzazioni, degli Eventi e degli Impianti Sportivi.  All’incontro, che si svolge con il patrocinio del Comune di Parma, interverranno Marco Brunelli(Direttore generale della Lega Calcio e Direttore del Master), Roberto Ghiretti(Assessore allo Sport del Comune di Parma), Pietro Leonardi (Amministratore Delegato del Parma FC) e Alessandro Melli (Team Manager del Parma FC).

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le proteste della Polizia

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 ottobre 2009

“È già troppo tempo che le forze dell’ordine denunciano la situazione instabile in cui si ritrovano.  Non si può pensare che la sicurezza sia garantita riducendo gli operatori di servizio”. Queste le dichiarazioni di Roberto Soldà, vicepresidente del movimento Italia dei Diritti, riguardo alla protesta dei migliaia di operatori delle Forze di polizia contro i tagli alla sicurezza e per la difesa di dignitose condizioni economiche e professionali. Arrivati da tutta Italia a Roma con  le organizzazioni corrispondenti, i manifestanti hanno organizzato un corteo partito da Piazza Bocca della Verità e arrivato in Piazza Navona per il comizio finale. Durante la manifestazione ci sono stati pesanti contestazioni nei confronti del ministro della Funzione Pubblica Renato Brunetta e contro le ronde volute dal ministro dell’Interno Roberto Maroni. Secondo i sindacati il taglio di circa tre miliardi di euro in tre anni al comparto sicurezza e difesa, unito agli effetti de ll’ex decreto Brunetta ora convertito in legge, sta producendo una pesante riduzione di personale a causa del mancato turn over e un innalzamento dell’età media dei poliziotti italiani. “Il governo diminuendo del  44% le risorse per le attività operative e organizzative e rinviando di tre anni il rinnovo del contratto collettivo di lavoro non fa altro che smentire gli impegni assunti in campagna elettorale.  La sicurezza è un diritto di tutti – ha concluso l’esponente del movimento presieduto da Antonello de Pierro  – . È opportuno che si rivedano i provvedimenti nel più breve tempo possibile.”

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Liberalizzazioni commerciali

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 settembre 2009

New Delhi  3 settembre alle 10.30 ora locale all’angolo tra Ferozshah Road e la Mandi House at 10.30 per la marcia dei movimenti verso il palazzo del Parlamento e a Ginevra a novembre, per celebrare i 10 anni da Seattle con una nuova sconfitta della Wto. Il 3 e 4 settembre a New Delhi circa 20 ministri al commercio dei più potenti Paesi membri della Wto, si incontreranno per sbloccare i negoziati di liberalizzazioni commerciali che dopo il fallimento del vertice di Seattle, avvenuto esattamente 10 anni fa, non sono mai arrivati in porto. Per l’occasione  125 organizzazioni contadine, Ong, sindacati e movimenti sociali di 50 Paesi, tra i quali per l’Italia Fair, inviano una lettera ai propri ministri al commercio e negoziatori alla WTO per chiedere loro di “rigettare ogni tentativo di spingere affrettatamente verso la conclusione del ciclo di negoziati lanciato a Doha nel 2001, perché le proposte in discussione inaspriranno, più che risolvere, quella crisi che sta colpendo la produzione agricola, i poveri e gli affamati di tutto il mondo”. La lettera, sottoscritta dai principali network e organizzazioni dei diversi continenti, chiede ai ministri di “rispettare gli interessi dei contadini, dei lavoratori, dei consumatori, delle donne e dell’ambiente, respingendo ogni ulteriore liberalizzazione del commercio agricolo e di prodotti alimentari, e al contrario propone politiche che garantiscono la sicurezza alimentare, lo sviluppo rurale e salvaguardi I contadini e i piccoli produttori attraverso la sovranità alimentare La crisi globale è una lezione che i leader del mondo non vogliono imparare: il numero dei poveri, degli affamati e degli esclusi che è cresciuto negli ultimi anni come mai nel secolo scorso è la prova concreta deregolare i mercati e accelerare gli scambi, come abbiamo fatto con la finanza, rischia di negare per sempre a molte più persone la sovranità alimentare, il diritto al lavoro, all’istruzione, all’acqua e a molti altri beni comuni. L’incontro di Delhi, e il vertice ministeriale previsto a Ginevra dal 30 novembre al 2 dicembre prossimi, saranno determinanti per fermare ancora questa corsa al massacro.  Fair, organizzazione di economia solidale, nell’ambito della rete internazionale Our World is not for Sale (OWINFS), seguirà gli eventi fornendo aggiornamenti in tempo reale sulle mobilitazioni in corso sul suo sito blog fairwatch.splinder.com e sulla sua pagina Faceboock e mettendo a disposizione tutti i documenti prodotti dalla società civile. Questo, secondo i movimenti, si otterrebbe attraverso: – Una forte protezione e supporto alla produzione di cibo per il consumo interno a livello nazionale che devono essere consentiti all’interno del sistema  commerciale globale. – Una governante globale del commercio che disciplini i comportamenti delle grandi imprese e ponga fine al dumping – Una nuova regolazione dei mercati, che comprenda regole chiare contro la speculazione sulle materie prime agricole e alimentari, e un sistema globale di governo della domanda e dell’offerta per quei prodotti agricoli che vengono scambiati globalmente.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Assemblea A.N.B.I.

Posted by fidest press agency su sabato, 4 luglio 2009

Roma 15 Luglio Alle Ore 9.30 Hotel Parco Dei Principi, Via Frescobaldi, 5 Centro Congressi. Appuntamento, Tradizionale Occasione Di Confronto Sulle Politiche Di Tutela Del Territorio E Di Salvaguardia Delle Risorse Idriche Del Paese, Assume Quest’anno Un Significato Particolare, Perché Rappresenterà Una Prima Occasione Di Verifica Dopo Il Vertice G8, Che Ha, Fra I Temi In Agenda, Anche La Questione Ambientale. All’Assemblea A.N.B.I., Oltre Ai Rappresentanti Dei Consorzi Di Bonifica Operanti In Tutta Italia, Interverranno Esponenti Del Governo E Del Parlamento, Nonché I Vertici Delle Organizzazioni Professionali Agricole, Dei Sindacati Di Categoria, Di Enti Ed Istituzioni.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Convegno Enisa sulla sicurezza

Posted by fidest press agency su domenica, 28 giugno 2009

Londra.  Alcuni importanti relatori si sono riuniti a Londra la scorsa settimana per discutere una serie di problemi concernenti la sicurezza ai quali devono far fronte sia il settore pubblico sia quello privato e per studiare come sensibilizzare i membri dei gruppi di utenti sulla sicurezza delle informazioni. Recentemente varie aziende hanno risentito di fughe di dati sensibili che hanno avuto notevoli ripercussioni. Sensibilizzare in merito gli utenti con metodi e strumenti appropriati è importantissimo per le organizzazioni sia del settore pubblico che di quello privato. Come tenere sotto controllo le informazioni che vengono acquisite da un’azienda e quelle in uscita? Applicando rigorose norme interne e gestendo oculatamente i dati, al tempo stesso accertandosi che sia il personale sia i vari interlocutori dell’azienda siano al corrente dei rischi principali. La sensibilizzazione sui rischi e sulle misure di sicurezza disponibili è la prima linea di difesa nel lungo cammino verso la sicurezza. I relatori hanno discusso della sicurezza dei dati come un rischio aziendale chiave che influisce su noi tutti indipendentemente dalla nostra specifica attività. Mai come ora è stato così cruciale bilanciare costi e vantaggi in relazione alla sicurezza delle informazioni. Nel corso del convegno sono state svolte presentazioni su metodologie innovative, migliori prassi e casi di studio per sensibilizzare i dipendenti sui rischi correlati alla sicurezza delle informazioni e sottolineare le regole fondamentali. Il set di videoclip ENISA su questo tema prodotti di recente è stato lanciato ufficialmente, con l’obiettivo di sensibilizzare gruppi di utenti in tutta Europa, ed è scaricabile dal sito ENISA.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »