Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘paesaggi’

Arriva “Calabria è”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 marzo 2019

Roma. 8 Venerdì 8 Marzo 17,00: Inaugurazione e prosegue i giorni 9 e 10 Marzo 2019 a partire dalle ore 10. L’iniziativa Culturale e Sociale nella Capitale d’Italia si tiene presso il prestigioso “Caffè Letterario” via Ostiense n. 95, quartiere Ostiense. La manifestazione è promossa dalle Associazioni Profumi e Sapori della Calabria e Azza Forense, con la collaborazione straordinaria di altre associazioni calabresi radicate, oramai da anni, su tutto il territorio romano, e con il sostegno e il patrocinio della Regione Calabria. L’evento si propone di offrire un viaggio tra terra e cielo, aperto alla città Eterna per testimoniare che la Calabria è paesaggi, storia, tradizioni, enogastronomia, artigianato, arte e cultura. Un percorso, dalla mattina alla sera dall’8 al 10 marzo, a spasso tra molteplici attività culturali e sensoriali che permetteranno di immergersi in un’atmosfera speciale tra film, incontri letterari, degustazioni, momenti musicali che contraddistingueranno l’identità e le tradizioni calabresi. Oltre alle Istituzioni saranno presenti alcuni professionisti calabresi che si sono distinti nel loro lavoro (start up, scrittori, artisti, cantanti, chef, giornalisti, registi…) per capacità e singolarità settoriale mettendo in evidenza la forma dell’eccellenza calabrese. http://www.profumidellacalabria.it (By Federica Rinaudo)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Al Forte di Bard i Paesaggi di Cartier-Bresson

Posted by fidest press agency su domenica, 20 Mag 2018

Dal 17 giugno al 21 ottobre 2018 la mostra realizzata dal Forte di Bard in collaborazione con Magnum Photos International e Fondation Henri Cartier-Bresson di Parigi, presenta 105 immagini in bianco e nero, personalmente selezionate da Henri Cartier-Bresson, scattate tra gli anni Trenta e gli anni Novanta fra Europa, Asia e America. Ciascuna fotografia è rappresentazione di quell’istante decisivo che per il maestro è il riconoscimento immediato, nella frazione di un secondo, del significato di un fatto e, contemporaneamente, della rigorosa organizzazione della forma che esprime quel fatto.
Sebbene in alcune foto compaiano anche delle persone, l’attenzione dell’autore è concentrata in modo particolare sull’ambiente, tanto che si può parlare di Paesaggio della Natura e Paesaggio dell’Uomo. Le immagini in bianco e nero di colui che è stato denominato l”occhio del secolo”, sono raggruppate per tema: alberi, neve, nebbia, sabbia, tetti, risaie, treni, scale, ombra, pendenze e corsi d’acqua. A proporre una promenade tra paesaggi urbani e paesaggi rurali.Sono immagini che riflettono il rigore e il talento di Henri Cartier-Bresson che in esse ha saputo cogliere momenti e aspetti emblematici della natura. Spesso immortalando la perfetta armonia tra le linee e le geometrie delle immagini. Armonia perfetta e serena, ad offrire una interpretazione naturale, calma e bella di un secolo, il ventesimo, per altri versi magmatico e drammaticamente complesso.
Come ha affermato il poeta e saggista Gérard Macé nella prefazione al catalogo Paysage (Delpire, 2001), Cartier Bresson è riuscito a fare entrare nello spazio ristretto dell’immagine fotografica il mondo immenso del paesaggio, rispettando i tre principi fondamentali che compongono la sua personale geometria: la molteplicità dei piani, l’armonia delle proporzioni e la ricerca di equilibrio. Nato nel 1908 a Chenteloup, Seine-et-Marne, Cartier-Bresson fu co-fondatore nel 1947 della celebre agenzia Magnum.
Dopo gli studi di pittura, la frequentazione degli ambienti surrealisti e dopo l’esperienza in campo cinematografico al fianco di Jean Renoir, nel 1931, in seguito a un viaggio in Africa, decide di dedicarsi completamente alla fotografia. Da Città del Messico a New York, dall’India di Gandhi alla Cuba di Fidel Castro, dalla Cina ormai comunista all’Unione Sovietica degli anni cinquanta: HCB percorre la storia del secolo breve con la fedele Leica al collo, scegliendo con cura il punto di ripresa, cogliendo il momento decisivo e dando vita a immagini ormai entrate nell’immaginario comune e che gli sono valse l’appellativo di ‘occhio del secolo.
Orari martedì-venerdì: 10.00-18.00 Sabato, domenica e festivi: 10.00-19.00 Aperta tutti i giorni dal 23 luglio al 2 settembre 10.00-19.30 La Biglietteria chiude 45 minuti prima.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Heiner Müller tre paesaggi

Posted by fidest press agency su domenica, 19 febbraio 2017

mullerRoma dal 23 al 26 Febbraio 2017 ore 20.00 Villa Piccolomini Via Aurelia Antica n. 164 l´Accademia Nazionale d´Arte Drammatica “Silvio d’Amico” presenta Heiner Müller tre paesaggi, studi ideati e diretti con la guida di Giorgio Barberio Corsetti dagli allievi del II anno del Corso di Regia, Tommaso Capodanno, Paolo Costantini, Marco Fasciana. ‘La scrittura del grande drammaturgo tedesco – scrive Giorgio Barberio Corsetti – del secolo scorso è costantemente in bilico nel fulcro della crisi di un’epoca; racconta la modernità, la desolazione, plasmando la materia mitica e tragica e restituendola in figure dell’esilio del nostro tempo. Müller osserva il mito di Giasone e Medea e le tragedie shakespeariane di Tito Andronico e di Amleto attraverso le rovine della storia e della nostra contemporaneità mostrandoci dei paesaggi nei quali degli eroi è rimasta solo una ’traccia’, un’orma sulla riva di fiumi e mari devastati e contaminati. I nostri giovani registi si interrogano sul tempo e sull’arte con lo sguardo inverso dell’Angelo della Storia di Müller, che da un futuro tragico viaggia verso di noi guardando il passato dietro le nostre spalle.”
Il progetto ha coinvolto quattro Corsi dell´Istituzione: gli allievi di Regia, l´intera classe di Recitazione del II anno, gli allievi del Master di Drammaturgia e Sceneggiatura nella funzione di dramaturg e quelli del Master di Critica giornalistica per la comunicazione, e infine otto giovani attori professionisti diplomati in Accademia.
Il laboratorio, durato tre mesi, ha prodotto uno spettacolo itinerante pensato per gli spazi fortemente evocativi di Villa Piccolomini.
L’impegno di Giorgio Barberio Corsetti come maestro delle giovani generazioni di registi, autori e attori dell’Accademia si rinnova ormai da tre anni proponendo ogni volta agli allievi uno studio esaustivo di un autore, da cui trarre poi autonomi progetti di elaborazione scenica: prima Pasolini, poi Kleist, ora Müller. Sono nati così Anatomia Tito Fall of Rome Un commentario shakespeariano, Paesaggio con Argonauti e HamletMaschine, tre diversi studi di altrettante opere dell’autore tedesco. Anatomia Tito Fall of Rome Un commentario shakespeariano. Allievo regista: Marco Fasciana Durata 35 minuti
Il testo, inedito in Italia, viene per la prima volta messo in scena. Il suo traduttore, Francesco Fiorentino, ha gentilmente concesso i diritti di rappresentazione all’Accademia, prima ancora della prossima pubblicazione.
E’ una riscrittura mülleriana del Tito Andronico di Shakespeare. Nel progetto scenico di Marco Fasciana l’azione si svolge attorno a un muro che diventa, di volta in volta, il luogo in cui Tito macella i suoi nemici o si prende cura della figlia violata e mutilata. Su tutti i personaggi spicca la figura di un clown-narratore che commenta (come recita il titolo) l’opera di Shakespeare, ragionando sulla caduta degli imperi e sul rapporto tra “il primo e il terzo mondo”.
HamletMaschine Allievo regista: Tommaso Capodanno Durata 35 minuti
Il pubblico entra in un cabaret anni ’30, dove viene rappresentata, divisa in numeri, tra una canzone e l’altra, come nel più classico varietà, la storia di Amleto o, meglio, dell’attore che lo interpreta.
HamletMaschine è forse il testo più ‘intimo’ di Müller; non solo il titolo reca in maiuscolo le iniziali del suo nome, ma durante il dramma viene strappato un ritratto dell’autore.La scelta di utilizzare l’ambientazione del cabaret è nata da uno studio sulla figura del clown e del saltimbanco nell’opera del drammaturgo e si collega con l’obbligo, per Amleto, di ripetere ogni volta la sua storia dolorosa ad un pubblico da intrattenere.
Paesaggio con Argonauti Allievo regista: Paolo Costantini Durata 30 minuti
Paesaggio con Argonauti è la riscrittura mülleriana del mito di Medea e del viaggio verso la Colchide degli eroi greci guidati da Giasone, così come narrato da Apollonio Rodio.Il pubblico circonda una vasca quadrata, da cui emergono cumuli di vestiti e argonauti-naufraghi, personaggi persi, senza più patria. Sono, come suggerisce il titolo, solo parte del paesaggio e non più protagonisti, non più eroi.
Il principio drammaturgico che ha guidato la messa in scena è quello dell’ambiente: l’allievo regista ha creato una situazione fatta di acqua e musiche elettroacustiche dal vivo, volte a riprodurre “paesaggi sonori”, in connubio o in contrasto con le azioni e le parole degli attori.Prenotazione obbligatoria – fino ad esaurimento posti. (foto: muller)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra del pittore ungherese Premio Munkácsy János Bozsó Paesaggi – sentimenti

Posted by fidest press agency su sabato, 18 febbraio 2017

janos-bozsoRoma, 24 Febbraio -19 Marzo 2016 Galleria dell’Accademia d’Ungheria in Roma (Palazzo Falconieri – Via Giulia, 1) PREVIEW STAMPA 24 febbraio 2017, ore 11.00-14.00 INAUGURAZIONE 24 febbraio 2017, ore 19.30.
La pittura di János Bozsó pittore Premio Munkácsy (1922-1998), si collega con mille fili al paesaggio ungherese, in particolare a quello della grande pianura ungherese (Alföld), quale luogo di nascita dell’artista. Il perenne desiderio di libertà del pittore sembra che abbia trovato la sua massima espressione proprio lì, tra gli orizzonti senza fine. I suoi quadri espressivi, tracciati rigorosamente a colori pieni sono innanzitutto di ispirazione emotiva e trasmettono i vari stati d’animo del loro autore. La vita e l’opera dell’artista sono determinate dalla presenza continua del contrasto tra luce ed ombra. Nelle opere del pittore appaiono regolarmente la gioia della luce del Sole che spiazza tutto, gli alberi che si dissolvono nella nebbia, l’estasi silenziosa dell’ondeggiare delle rive, la melanconia delle ombre blu minacciose. Durante i suoi viaggi in Europa, Bozsó si soffermò in circa dieci paesi, tra cui anche l’Italia, per effettuare delle ricerche circa l’atmosfera locale e l’ambientazione inconfondibile. Le opere di Bozsó oggi sono custodite sia in Ungheria sia all’estero presso musei e collezioni private. Il pubblico ha avuto modo di ammirare le sue mostre in varie parti del mondo, dagli Stati Uniti fino al Giappone. La sua collezione privata più importante, di genere folk e d’arte applicata, venne donata da lui stesso alla propria città natale, a Kecskemét. Difatti visitare la collezione Bozsó a Kecskemét resta una meta da non mancare assolutamente per tutti coloro che si recono nella città. La mostra – che comprende 50 opere di piccola e media dimensione e a cura di Pál Németh – è promossa dall’Accademia d’Ungheria in Roma, dall’Ambasciata di Ungheria Roma, dall’Asssociazione Vàrosok és Falvak e dalla Collezione Bozsó di Kecskemét.
All’inaugurazione della mostra alle 20.30 seguirà il concerto della pianista ungherese Krisztina Fejes. In programma: L.van Beethoven: Sonata n.31, op.110; F.Liszt: Aux Cyprés de la Villa d’Este, Thrénodie II.; F.Liszt: Sonetto 123 del Petrarca, I’vidi in terra angelici costumi; F.Liszt: Napoli e Venezia (Gondoliera – Canzone – Tarantella); Z.Kodály: Balli da Marosszék.Ingresso gratuito. (foto: János Bozsó)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Settimana del Pianeta Terra

Posted by fidest press agency su martedì, 2 agosto 2016

pianeta terraDal 16 al 23 ottobre 2016 il festival della scienza trasformerà le città italiane in laboratori a cielo aperto. Obiettivo del Festival è avvicinare adulti e ragazzi alle Geoscienze, trasmettendo l’entusiasmo per la ricerca e la scoperta scientifica. Per farlo, oltre 230 località italiane per una intera settimana verranno animate dai “Geoeventi” organizzati da università e scuole, enti di ricerca, enti locali, associazioni culturali e scientifiche, parchi e musei, mondo professionale. Dalle escursioni alle visite guidate, dai laboratori didattici e sperimentali alle attività musicali, passando per conferenze, workshop e spettacoli: la “Settimana del Pianeta Terra” offrirà eventi adatti a tutti, valorizzando il patrimonio geologico italiano e mettendo a disposizione l’offerta naturalistica del Paese, fatta di montagne e ghiacciai, grandi laghi, fiumi, colline, coste e paesaggi marini, isole, vulcani. Il festival intende infatti promuovere un turismo culturale, sensibile ai valori ambientali, diffuso su tutto il territorio italiano. Con i Geoeventi saranno messe in risalto le risorse naturali più spettacolari e poco conosciute che spesso, senza saperlo, si nascondono proprio a due passi da casa.“Dopo il successo dello scorso anno, che ha registrato più di 80.000 presenze, siamo passati dalla programmazione biennale a quella annuale e i numeri del 2016 confermano la scelta: contiamo oltre 309 Geoeventi, 72 in più rispetto allo scorso anno. Sono aumentate anche le località coinvolte nel progetto, passate dalle 180 del 2015 alle 230 del 2016. Un’iniziativa che diventa anche un significativo volano economico per molte associazioni geo-naturalistiche attive nel nostro Paese”, ha continuato Rodolfo Coccioni, ha precisato Rodolfo Coccioni, professore ordinario di Paleontologia all’Università di Urbino e co-responsabile della Settimana del Pianeta Terra. Con i Geoeventi sarà possibile vestire i panni del “Geologo per un giorno” con escursioni per conoscere dal vivo come il geologo raccoglie i dati da Gaia e ne trae una miniera di informazioni per la ricostruzione degli ambienti del passato. Saranno raccontate le mille sfaccettature del territorio italiano: dal Nord al Sud si racconteranno i vulcani, anche attraverso la poesia e la pittura, i laghi e le lagune, le frane e le loro cause. Un occhio di riguardo sarà rivolto alla Basilicata e a Matera con una giornata che presenterà al grande pubblico le peculiarità geologiche della regione, attraverso un viaggio che dal capoluogo lucano condurrà fino alla Capitale Europea della Cultura per il 2019.
La “Settimana del Pianeta Terra – L’Italia alla scoperta delle Geoscienze – Una società più informata è una società più coinvolta” è un festival scientifico che coinvolge tutta l’Italia, vive dal 2012 ed è diventato il principale appuntamento delle nostre Geoscienze.
Per una intera settimana di ottobre diverse località sparse su tutto il territorio nazionale sono animate da manifestazioni per diffondere la cultura scientifica, i “Geoeventi”: escursioni, passeggiate nei centri urbani e storici, porte aperte nei musei e nei centri di ricerca, visite guidate, esposizioni, laboratori didattici e sperimentali per bambini e ragazzi, attività musicali e artistiche, degustazioni conviviali, conferenze, convegni, workshop, tavole rotonde. I Geoeventi sono organizzati da università e scuole, enti di ricerca, enti locali, associazioni culturali e scientifiche, parchi e musei, mondo professionale.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Paesaggi del cambiamento tra scienza e esistenza

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 gennaio 2013

Lugano, il 22 gennaio 2013, nel 2° Simposio organizzato dall’Università L.U.de.S. in memoria del suo fondatore, Professor Paolo Sotgiu.
Il Simposio, dal titolo “Scientia et Juventus. Paesaggi del cambiamento tra scienza ed esistenza”, intende affrontare il concetto di cambiamento, cercando di intercettarne natura e figure, quali si manifestano nella medicina, nella biologia, nella filosofia, nell’arte, nell’economia, nella scienza e
nelle dinamiche sociali e storiche. Tra i relatori, tutti di alto profilo, ricordiamo:
• Umberto Veronesi, Direttore scientifico IEO, Presidente Fondazione Umberto Veronesi, “L’evoluzione della ricerca tra genetica, robotica, informatica e nanotecnologie”
• Isabella Bossi Fedrigotti, Scrittrice, giornalista – “Corriere della Sera”, “L’evoluzione del
giornalismo nell’epoca tecnologica”
• Ivan Capelli, Giornalista ed ex-pilota F1,“Dalla Formula 1 alla Formula Uomo: un passaggio antropologico ineludibile”
• Gaetano Pecorella, Senatore della Repubblica Italiana, Dir. Dip. Scienze Giuridiche e SocilaiUniv. L.U.de.S. “Il Giudice come protagonista del cambiamento”

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Italian Experience

Posted by fidest press agency su sabato, 5 marzo 2011

il giorno 4 maggio a Torgiano e il 5 maggio a Roma verrà presentato al network delle 12 scuole straniere e alla stampa mondiale. Italian Experience è il nome del progetto che vedrà impegnate ALMA e Cantine Lungarotti insieme in un’offerta totalmente nuova rivolta alle Scuole Internazionali legate ad ALMA. Il programma prevede moduli settimanali di cucina, pasticceria, sommellerie, dove le lezioni in aula si combinano con visite nei territori alla scoperta dei prodotti tipici ma anche degli straordinari paesaggi rurali e del patrimonio artistico. Tradizione del cibo, insegnato e degustato con veri professionisti, immersione nella cultura che caratterizza lo stile italiano. La location del programma non è casuale: l’Umbria è il “cuore verde” d’Italia e rappresenta uno scrigno eccezionale di specialità enogastronomiche; le Cantine Lungarotti vantano una storia di famiglia tipicamente italiana che rappresenta una sintesi straordinaria di qualità del prodotto, avanguardia nell’ospitalità e cultura del vino. La Cantina, l’Hotel “Tre Vaselle” e i Musei del Vino e dell’Olio sono testimonianze evidenti di questa simbiosi. All’interno del complesso di Torgiano sono in allestimento le nuove aule didattiche disegnate da ALMA. (italian experience)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Goffredo Godi, inedito e non solo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 febbraio 2011

Portici 5 Marzo p.v. alle 18,00Villa Savonarola, Corso Giuseppe Garibaldi 200. Amo dipingere la figura, ma di più il paesaggio. Fin da ragazzo realizzai paesaggi nel piccolo porto del Granatello, a Portici. Non era un luogo pittoresco ma pittorico sì. Così ci dice Goffredo Godi nei suoi appunti di una vita. Una vita intensa di lavoro generoso, metodico e appassionato, instancabile, intrisa di luce e di colore, di pacato tormento e di gioia nello scoprire ed evidenziare i ritmi nascosti nella natura che contribuiscono non solo a formare l’uomo ma addirittura a trasformarlo. La ricchezza dei temi, la forza vibrante del segno deciso, la tavolozza, dotata di un’infinita tonalità di terre e di verdi, plasma e rigenera sulla tela la materia della natura viva eppur velata dall’atmosfera pulviscolare tipica delle giornate con molto sole. Migliaia di toni lungo pendici ampie, sulle quali lo sguardo indugia ripercorrendo incessantemente un panorama che ha per volta un cielo impareggiabile e dal Vesuvio corre al mare e al respiro di un golfo solenne. Quadri quasi sempre opachi nella materia; si avvertono nello spessore delle increspature dei tratti; terribilmente si anela toccarli, esplorandone piano tutta la superficie; ma non si può entrare, con gli occhi, dentro quei paesaggi, perché, pur conservando il soffio fresco del reale, quei paesaggi vivono e brillano nella mente. Immagini che non si riducono semplicemente nell’apparenza, perché il suo interesse e fine è di trasmettere e restituire la realtà non solo com’è percepita, ma anche com’è sentita e vissuta dalla sua sensibilità, di rivelare integralmente le passioni che ha ricevuto guardando ciò che la sua mano dipinge. Sono opere che ci trasmettono l’animo di un uomo che ci lascia una testimonianza autentica della nostra singolare condizione umana. In questo suo modo di dipingere dal vero, immaginazione e percezione si saldano in un’armonica sintesi, che dà vita ad un vero completamente inedito.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il mito del lupo

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 gennaio 2011

Pedara (Ct) Sarà il corto “Per un soffio di vento” del regista Gian Maria Musarra, con la vibrante colonna sonora del violoncello di Giovanni Sollima e la voce narrante di Aldo Leontini, a introdurre sabato 15 gennaio all’Expo di Pedara (Ct) il nuovo romanzo di Sergio Mangiameli dal titolo “Dietro a una piuma bianca” (Puntoacapo Edizioni, 2010). All’incontro, in programma alle 18, interverranno Franco Tassi, direttore storico del Parco Nazionale d’Abruzzo, e Giuseppe Riggio, giornalista e cultore del territorio etneo. Modera il dibattito il giornalista Giuseppe Lazzaro Danzuso. Ambientato fra i paesaggi innevati del vulcano Etna, dove vive l’autore, e gli spazi sconfinati di una terra del Nord, “Dietro una piuma bianca” è il racconto dell’amicizia fra lo scrittore e il suo Alaskan Malamute di nome Klu, un cane da slitta con cui ha vissuto per dodici intensi anni e che gli ha trasmesso la lezione fondamentale della vita: non è la natura ad aver bisogno dell’uomo, ma il contrario.
Il mito del lupo e della natura selvaggia che lo accompagna, come nel celebre “Zanna Bianca” capolavoro di Jack London è il filo conduttore del romanzo. “Non possiamo fare a meno di territori dove si ode ancora l’ululato del lupo (…) sono frammenti preziosi di natura autentica, inviolata, perfetta”. Proprio nel Parco Naturale dell’Abruzzo, il più antico d’Italia, mezzo secolo fa è nata la cosiddetta “Operazione San Francesco” che riuscì a salvare il lupo dall’estinzione. Una testimonianza di cui si fa portavoce lo stesso Tassi. La presentazione di sabato si conclude con l’anteprima del brano “Ultimo ricordo”, musica e voce di Aldo Leontini, testi di Sergio Mangiameli.
“Piuma Bianca, progetti di educazione ambientale” E’ il movimento fondato nel 2008 da Mangiameli e dalla moglie Roberta Scicali. Raccoglie “forze, energie e persone” con l’obiettivo di sensibilizzare la comunità alla difesa dei boschi e della natura in genere attraverso manifestazioni che coinvolgono adulti e soprattutto bambini. L’evento simbolo è stato “Castagni Nostri” che vede ogni anno la collaborazione di istituzioni (Comune di Trecastagni, Corpo Forestale, Parco dell’Etna), forze dell’ordine (Polizia di Stato), scuole e decine di associazioni private. Al tema dei castagni il regista Gian Maria Musarra ha realizzato uno struggente film corto, “Non bastoniamo gli alberi, abbracciamoli” con la colonna sonora del violoncellista Giovanni Sollima che ha ceduto per l’occasione una sua composizione. Attori e giornalisti si sono prestati per uno spot tv di pubblicità-progresso e ambientalisti come Franco Tassi, Giuseppe Riggio e Luigi Lino si sono ritrovati nel messaggio di Piuma Bianca: mutare il concetto di “rispetto della natura” in “appartenenza alla natura”. Info http://www.rifugioariel.it

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Fòcara”: il fuoco più grande del Mediterraneo

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 dicembre 2010

A Novoli per il 16 gennaio. Nel piccolo comune nel cuore del Salento, sono già iniziate ad arrivare le prime fascine di tralci di vite secchi, sapientemente assemblate con tecniche antichissime, tramandate gelosamente di padre in figlio. E saranno proprio queste a costruire il falò di 25 metri di altezza e 20 metri di diametro, che verrà acceso a conclusione di un lungo percorso costellato di eventi. La “Fòcara” è un antichissimo rito nato per la Festa di Sant’Antonio Abate, patrono della città, che ancora oggi racconta dell’identità popolare di questa terra.  Promosso oggi da Regione Puglia, Provincia di Lecce e Comune di Novoli in collaborazione con numerosi partner pubblico-privati, l’evento è carico di simboli legati alla cultura popolare e contadina del territorio.  Il fuoco sacro e rigenerante della terra ogni anno, da secoli, viene acceso la sera della vigilia della festa con una gragnuola di fuochi pirotecnici. Così il “fuoco buono di Puglia, messaggero di pace nel mondo” diventa universale simbolo di pace e di solidarietà. Attorno al fuoco, sono tanti gli eventi che rendono questo appuntamento unico e davvero imperdibile. Dalla riscoperta di un tratto meno noto e celebrato della medievale via Francigena a cui verrà dedicato un convegno, alla vetrina di prodotti tipici e enogastronomici di questa terra, dal concorso fotografico “La Fòcara, paesaggi di fuoco e spirito mediterranei” alla collaborazione con l’associazione “Forlife onlus” per la realizzazione di progetti umanitari per l’Africa “Fòcara for Africa”, fino ai concerti e agli spettacoli intorno al fuoco che quest’anno vedono ospiti d’onore Elio e le Storie Tese, l’inverno del Salento si scalda in questo particolarissimo weekend di gennaio a  Novoli. (Fòcara)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Corrado Colombi: Good morning

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 ottobre 2010

Lodi fino al 14/11/2010 corso Adda, 42 Zero.otto arte contemporanea Periferie, paesaggi urbani e le suggestioni di una natura osservata con un occhio nuovo, attento a quei particolari che molti sottovalutano o ignorano. Il tutto filtrato attraverso una sensibilità non comune per il colore. È quanto appare nelle opere di Corrado Colombi, con cui ZERO.OTTO Arte Contemporanea, a Lodi (c.so Adda, 42) il 10 ottobre inaugura il terzo anno di vita ha scelto. Si tratta di un gradito ritorno per Colombi, che ZERO.OTTO aveva proposto nella collettiva “Naturae – Paesaggi contemporanei”. Dopo la fortunata esperienza, ora l’artista, vincitore nel 2009 del premio “Arte – Mondadori” nella categoria grafica con un acquerello della serie “Pesci rossi”, presente in mostra, ha l’occasione di presentare una panoramica piu’ completa sul suo lavoro. Grandi oli in cui il colore si fa presenza fisica e appassionata accanto a tecniche miste su carta intelata, in cui Colombi sviluppa invece una vena piu’ intima e meditativa. Identico in entrambe le situazioni il fascino della luce, vera protagonista dell’immagine.
Corrado Colombi nasce a Milano nel 1969. Dopo i suoi studi presso l’Istituto d’Arte Cimabue e il Liceo Artistico Statale I° di Milano, si iscrive all’Accademia di Brera dove segue i corsi diretti da Baruzzi, Paolo Scirpa, Laura Panno e Francesco Porzio; in questi anni la sua ricerca si concentra sul disegno e l’incisione. (corrado colombi)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Aurelio Bertoni: I canti dell’acqua

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 ottobre 2010

Bagolino, Bs 23 ottobre 2010 – 12 dicembre 2010 Viaggio pittorico fra Bagolino,  Valle Sabbia e Valli Giudicarie (opere 2009-2010) A cura di Domenico Montalto e Mario Zanetti
“I canti dell’acqua. Viaggio pittorico fra Bagolino, Valle Sabbia e Valli Giudicarie” è il titolo liberamente ispirato ai celebri Canti Pisani del Poeta Americano Ezra Pound della rassegna pittorica. Si tratta di una quarantina di opere – tra dipinti a olio, pastelli, acquerelli e incisioni – eseguite dall’artista tra il 2009 e il 2010 sul tema del paesaggio e della veduta con un’attenzione particolare per l’acqua. (granoturco, image001)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I paesaggi di Rasero

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 ottobre 2010

Cherasco L’esposizione inaugura sabato 16 ottobre alle ore 16 e prosegue fino a domenica 14 novembre, con orario 16-19 dal mercoledì al sabato e 10-13; 15-19 la domenica alla galleria “evvivanoé” di via Vittorio Emanuele 56 con una nuova mostra personale del pittore figurativo paesaggista piemontese Piero Rasero.
La mostra propone una selezione della nuova produzione artistica 2010 di Rasero, che segue i suoi tre attuali filoni principali: le colline delle Langhe e del Roero, i paesaggi innevati della campagna piemontese e, soprattutto, le vedute mediterranee estive della Riviera Ligure e della Provenza. Disponibili anche poster e litografie, tra cui alcune dedicate proprio alla città di Cherasco.
Piero Rasero, di origini monferrine, è nato a Torino nel 1947; oggi vive e opera a Carmagnola (Torino), dopo aver vissuto per anni in diverse regioni d’Italia, con soggiorni nei principali paesi europei. Predilige la pittura a olio, ma lavora anche in “olio magro” (un’antica tecnica risalente all’inizio del Novecento in cui i colori a olio sono diluiti fino a ottenere un effetto simile all’acquerello), litografie e serigrafie. Sei sue opere sono state riprodotte in poster, distribuiti in tutto il mondo.  Sue opere fanno oggi parte di svariate collezioni private, anche al di fuori dell’Europa, e sono esposte in diversi musei del mondo.  Piero Rasero è rappresentato in permanenza da “evvivanoè esposizioni d’arte”. (pergolato, nevicata)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Paesaggi sensibili

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 ottobre 2010

Roma 15 ottobre – ore 11.30 presso Italia nostra, sede nazionale viale Liegi 33  Alessandra Mottola Molfino,  presidente Italia Nostra presenterà: La mappa e la classifica delle coste a rischio rilevate da Italia Nostra con le regioni e i luoghi specifici che “conquistano” la palma nera . Il libro bianco, 50 schede che documentano, con testi e foto le 50 situazioni peggiori, le località minacciate e deturpate. La Mappa delle coste avvelenate con tutti i siti costieri minacciati da insediamenti industriali a rischio o abbandonati e da bonificare. Il programma della “settimana dei paesaggi sensibili 2010” : dal 19 al 24 ottobre eventi, incontri, sopralluoghi, discussioni organizzate dalle sezioni e dai soci in tutta Italia per salvare i loro paesaggi.  Il “mare d’inverno”: dopo l’invasione estiva, il turismo selvaggio lascia in abbandono le rive di mari e laghi. Rapporto fotografico su manufatti edilizi costruiti sulle spiagge, ecomostri, strutture provvisorie che restano definitive, sporcizia, ecc. Il progetto educativo di Italia Nostra: presentazione del concorso nazionale per le scuole “I ragazzi raccontano il paesaggio: narrazioni e immagini nell’era digitale”.interverranno:  Elio Garzillo,  già Direttore Regionale MIBAC della Sardegna e  Consigliere nazionale Italia Nostra Sergio Vellante, Professore di Biodiversità all’Università di Napoli 2 Maria Pia Guermandi, Consigliere nazionale Italia Nostra.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Made in Mugello: Paesaggi

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 settembre 2010

Barberino di Mugello (FI) fino al 27/10/2010 Via Nazionale 16 – Villa di Cafaggiolo. L’arte contemporanea protagonista in Mugello con la mostra “Made in Mugello-Paesaggi”.  Curata dai professori Adriano Bimbi e Giuseppe Cordoni, la mostra rientra nel progetto “Arte in formazione” che vede la stretta collaborazione della Comunità Montana Mugello con l’Accademia di Belle Arti di Firenze ed i Comuni di Barberino di Mugello, Borgo San Lorenzo, San Piero a Sieve, Scarperia, Vaglia, con il contributo della Regione Toscana e della Provincia di Firenze.
Un progetto, un’esperienza, una collaborazione che vanno avanti da 10 anni. E proprio nel decennale, si moltiplicano le iniziative: una mostra con le opere piu’ significative d’arte “mugellana” realizzate lungo i dieci anni oltrepasserà i confini mugellani con due sedi di esposizione, una presso il Palazzo Mediceo del Comune di Seravezza a Lucca, dal 15 dicembre al 15 gennaio, e l’altra a Firenze presso Palazzo Medici Riccardi, dal 20 gennaio al 15 febbraio. La mostra sarà visitabile: martedi’-venerdi’ 9-13 e 17-20, sabato-domenica 10-13 e 15-19 (lunedi’ chiuso). Ingresso gratuito. (paesaggi)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tullio Pericoli. Paesaggi (1999 – 2010)

Posted by fidest press agency su martedì, 6 luglio 2010

Bagolino, (Bs) Inaugurazione sabato 10 luglio 2010, ore 18.00 domenica 11 luglio  2010 – domenica 29 agosto 2010Studio d’Arte Zanetti, Via Fioravante Moreschi, 2   La mostra è a cura di Mario Zanetti, in collaborazione con la storica dell’arte Michela Valotti e presenta una selezione di circa quaranta opere dell’artista, tra oli, acquarelli e disegni, dedicate ai temi del paesaggio e del ritratto. Sono soprattutto i paesaggi – a cui attualmente sempre più l’artista ama dedicarsi – a giocare un ruolo determinante in questa personale. Dalle grandi tele ad olio ai piccoli delicati acquarelli attraverso i segni e la materia emergono le linee di paesaggi, vedute e luoghi. “Mappe dell’anima da cui affiora vivo il legame con il natio paesaggio marchigiano in uno scambio continuo di riflessioni e soluzioni creative che ruotano attorno al tema dell’identità” scrive Michela Valotti – autrice del testo critico nel catalogo che accompagna la mostra edito da Compagnia della Stampa – sottolineando che “il segno ha la priorità sul gesto. La traccia scandisce percorsi di rara profondità, quasi che le superfici della carta, della tela o della tavola siano solo un pretesto per dire altro, per raccontare di storie di genti e di luoghi”.  La personale si inserisce nel percorso di ampio respiro dello Studio d’Arte Zanetti che si dedica all’arte figurativa antica, moderna e contemporanea e alla creazione di incontri e progetti culturali fondati su una forte interrelazione fra arte e territorio. Lo Studio mette oggi a frutto l’esperienza di Mario Zanetti e la sua capacità di costruire e tessere legami e relazioni con il mondo della cultura, delle istituzioni pubbliche e private, dell’economia, delle fondazioni: una passione coltivata in oltre vent’anni di cura dell’Archivio Storico del Maestro Antonio Stagnoli, suo zio, pittore di conclamata notorietà, nativo di Bagolino. Mario Zanetti detiene la vendita esclusiva del lavoro del Maestro e tratta un’interessante rosa di artisti contemporanei.
Lo Studio d’arte Zanetti propone inoltre per sabato 24 luglio alle ore 21.30 – nella sala del Teatro S.Filippo Neri, via Parrocchia, 14 a Bagolino  – la proiezione del film Fantasmi di voce Antonio Stagnoli, presentato alla 60a Mostra d’Arte Cinematografica della biennale di Venezia, nel corso della quale saranno presenti la regista Elisabetta Sgarbi ed il maestro Antonio Stagnoli. (cartolina dalle marche, frammento)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Steve McCurry: Ritratti e paesaggi

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 giugno 2010

Venezia fino al 3/7/2010 Dorsoduro, 65-66 (Zattere) Galleria MOdenArteLa sua bravura e la sua fama hanno fatto il giro del mondo assieme a quegli occhi verdi, atterriti, di una ragazzina afgana rifugiata in un campo profughi del Pakistan e pubblicati su una copertina del National Geographic. Era il 1984 e il fotografo americano Steve McCurry si era recato in quel territorio infuocato del Medio Oriente per documentare l’invasione russa dell’Afghanistan. Molte volte sarebbe tornato in quelle zone, come fotografo dell’agenzia Magnum, continuando a testimoniare i conflitti e le sofferenze delle popolazioni asiatiche, dall’Afghanistan e dal Pakistan, appunto, fino all’India (dove aveva iniziato la sua carriera come fotoreporter free lance), al Tibet, alla Cambogia, alla Birmania, alle Filippine, al Nepal e allo Sri Lanka.  Oggi, dopo il successo della mostra tenutasi presso il Palazzo della Ragione di Milano e in concomitanza con la sua personale alla Galleria Nazionale dell’Umbria, gli scatti del fotografo di Filadelfia saranno ospitati dalla Galleria MOdenArte di Venezia. (ritratto)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Josè Miguel Ferreira

Posted by fidest press agency su martedì, 13 aprile 2010

Biella fino al 15/5/2010 Corso del Piazzo, 18 Galleria Sant’Angelo La rotta del vino di Porto La Galleria Sant’Angelo ospita la prima esposizione dedicata in Italia all’artista portoghese Jose’ Miguel Ferreira. La mostra e’ composta da 40 immagini fotografiche stampate con il procedimento al platino / palladio. Le immagini sono state realizzate nella regione del Douro, zona di coltivazione dell’uva e di produzione del Vino di Porto, ed evocano con fascino le fragranze e la poesia che avvolgono la produzione di questo grande vino.  A partire dal 2002, Jose’ Miguel Ferreira ha realizzato numerosi lavori in cui vengono affrontati da un nuovo punto di vista i paesaggi naturali ed urbani di diversi Paesi europei (Svizzera, Francia, Portogallo) privati quasi completamente della presenza umana. Le sue opere sono un invito a scoprire lo straordinario là dove siamo abituati solo a vedere l’ordinario. Per fare cio’, egli si concentra sulle creazioni dell’uomo, i suoi movimenti e i piccoli dettagli che lo circondano. Questi elementi del reale, catturati dal suo obiettivo, svelano la loro poesia semplice e colpiscono per la loro qualità e per la padronanza del procedimento fotografico della platinotipia. Grazie a questa antica tecnica, le sue fotografie acquisiscono una dimensione atemporale. Esse divengono le immagini venute da qui e da altrove, le testimonianze del passato e del presente.
Jose’ Miguel Ferreira, nato nel 1972, ha realizzato numerosi portfolio, esposizioni e pubblicazioni; ha anche partecipato a incontri pubblici, programmi radiofonici e dimostrazioni tecniche in occasione di manifestazioni fotografiche. (josè)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra: Shi YU, Bai Xiao Gang e Liu Shang Ying

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 aprile 2010

Roma dal 9 al 15 aprile sbarca la Cina Galleria Il Mondo dell’Arte “Palazzo Margutta” – Via Margutta, 55  A prendere parte all’esposizione (ingresso gratuito) tre Maestri dell’Accademia Centrale di Belle Arti di Pechino per la prima volta in mostra nel nostro paese: Shi YU, Lui Shang Ying e Bai Xiao Gang. Questi artisti – “unici per l’affabilità e l’entusiasmo che mettono nel loro lavoro”, come ha spiegato il Maestro Sandro Trotti, che li segue da tempo e che ha dato un importante contribuito al loro arrivo in Italia – si servono di una pittura che, allo stesso tempo delicata ma concreta, racconta la quotidianità della terra in cui sono nati, i paesaggi sperduti che la caratterizzano, gli uomini e le donne che la abitano. E’ per dare vita a tutto ciò che Shi YU, Lui SHANG YING e Bai XIAO GANG si dilettano a esprimersi attraverso un gioco, spesso complesso, di forme e colori (tra i quali spiccano il rosa e l’azzurro) che sembra tendere, a volte, verso l’infinito e che – a ben vedere – risulta essere, invece, l’altro protagonista presente sulla tela.  In mostra in tutto 24 lavori – oli su tela di dimensioni decisamente consistenti – realizzati con una tecnica pittorica dinamica, giovane e immediata ma che, tuttavia, non risulta estranea alla secolare cultura cinese ed è, anzi, proprio figlia di quel realismo socialista tuttora vivo nella società di questo paese e per il quale la rappresentazione della realtà risulta essere anche denuncia sociale. A curare l’esposizione e l’allestimento della mostra, patrocinata dall’Accademia di Belle Arti di Roma, i galleristi Adriano Chiusuri e Remo Panacchia e il Maestro Elvino Echeoni, Presidente dell’Associazione Margutta Arte e direttore artistico de “Il Mondo dell’Arte, che – da anni – propone nella sede espositiva di Via Margutta scambi culturali con artisti provenienti da tutto il mondo.   L’appuntamento per il vernissage è fissato per venerdì 9 aprile 2010 dalle 18.00 alle 21.30. (liu, shi, bai)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Barbara Nati: Il mondo oltre il mondo

Posted by fidest press agency su sabato, 23 gennaio 2010

Pergola (PU) fino al 21/2/2010 via Mezzanotte 84 Sponge Living Space a cura di Daniele De Angelis  Gli spazi della home gallery Sponge Living Space di Pergola (PU), in collaborazione con Arte in Scacco di Vercelli, inaugurano il 2010 con la mostra Il mondo oltre il mondo, personale di Barbara Nati a cura di Daniele De Angelis, quarto appuntamento della stagione espositiva 2009/2010 di Sponge ArteContemporanea.  Se giungesse la fine. Se il lento ma inesorabile impoverimento delle risorse della terra valicasse il punto estremo, la discesa sarebbe un lampo.  Elaborando digitalmente immagini di paesaggi e architetture eterogenee, quali castelli e fabbriche, Barbara Nati mostra allo spettatore una natura prosciugata, ridotta a rocce e deserti; una realtà post-catastrofe, nella quale inattese e anomale fortezze, si stagliano ad indicare la genesi di una nuova civiltà. Strutture che fanno del reimpiego e del riciclo la loro essenza, costruite per innesti, in una simbiosi complessa tra torri di guardia medievali e ciminiere di centrali nucleari. E’ con l’immediatezza dell’immaginazione artistica che un imprescindibile, quanto difficile da realizzare, messaggio etico si invera, spingendo ad un viaggio al di là del tempo e delle contingenze. Immagini proiettate dal futuro; previsioni e presagi di fine, sopravvivenza e rinascita.(barbara nati)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »