Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘paestum’

Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Paestum

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 ottobre 2017

PaestumPaestum da giovedì 26 a domenica 29 ottobre 2017 si terrà un’edizione speciale per la Borsa, che compie 20 anni di attività, e un’edizione speciale anche per l’Ente, che sarà accompagnato, in questa sua partecipazione, dalla Camera di Commercio di Izmir. Alle ore 11.30 di venerdì 27 ottobre, presso la Sala Velia, si terrà infatti una conferenza dal titolo “Historical background of ancient Smyrna” che vedrà l’intervento del Prof. Cumhur Tanriver della Ege University (Izmir) e del Prof. Akin Ersoy della Dokuz Eylül University (Izmir). La Turchia ha un patrimonio culturale estremamente ricco, riconosciuto a livello mondiale e premiato con l’iscrizione di molti siti nella Lista Unesco (ultimo inserimento di luglio 2017, lo straordinario sito archeologico di Artemisia). Forse nessun altro Paese ha visto così tante civiltà avvicendarsi sullo stesso territorio. L’Anatolia, grazie alla sua posizione strategica, è stata per millenni un crocevia per i popoli, le culture e le religioni. Popolazioni di origini diverse giunsero qui a ondate e si mescolarono con le popolazioni già stanziate, creando ogni volta una nuova sintesi. Tra il 2.000 a.C. e il 1.500 d.C. questa regione fu al centro della Storia, come testimoniano oggi le rovine e i monumenti che rendono questo territorio un “unicum” da un punto di vista archeologico e artistico.
Non vi è una regione della Turchia che non offra almeno un sito archeologico di grande importanza e turchiadi grande richiamo turistico. Nella Regione dell’Egeo, ad esempio, si trovano le ben note Efeso e Pergamo (Izmir), Afrodisia, Priene, Didima e Mileto (Aydin), Hierapolis e Laodicea (Denizli), Sardi e Tyatira (Manisa); nella Regione del Mar Mediterraneo ci sono invece Aspendos, Myra, Olympos, Xanthos e Letoon, Patara, Perge, Termessos (Antalya), Sagalassos (Burdur), Antiochia di Pisidia (Isparta) ed Elaiussa Sebaste (Mersin); nella Regione del Mar di Marmara, oltre alla città di Istanbul, si trova Troia (Çanakkale); a nord, nella Regione del Mar Nero c’è Hattusha (Çorum) mentre in Anatolia Centrale ci sono Gordio (Ankara), Çatalhöyük (Konya) e l’intera area della Cappadocia; in Anatolia Orientale si trovano Ani (Kars) e Arslantepe (Malatya); infine, in Anatolia Sud-Orientale, ci sono il Monte Nemrut (Adiyaman), Zeugma (Gaziantep) e Göbeklitepe (Sanliurfa). Ma si tratta di una lista solo indicativa, dato che i siti sono molto più numerosi.Tutti questi luoghi, grazie ad una gestione lungimirante del Ministero della Cultura e del Turismo della Repubblica di Turchia e all’impegno delle missioni archeologiche che ci lavorano (sia turche sia straniere, tra cui anche numerose missioni italiane), sono aperti al pubblico. E quasi ovunque si continua a scavare per portare alla luce nuove aree, nuovi monumenti, nuovi manufatti. Ma non solo, molto si sta facendo anche per riportare in Turchia reperti sottratti illegalmente dal Paese, grazie ad accordi bilaterali e transnazionali. Una storia che continua ad essere scoperta e riscoperta, giorno per giorno.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A Enrico Dalcanale la Medaglia d’oro “Piero Pino” della Società Chimica Italiana

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 luglio 2017

Paestum TempliPaestum. La Medaglia verrà consegnata in occasione del XXVI Congresso Nazionale della Società Chimica Italiana che si terrà a Paestum dal 10 al 14 settembre 2017, e in tale occasione il vincitore presenterà una conferenza sui recenti progressi nel campo della Supramolecular Polymer Chemistry.
La Medaglia Pino è conferita congiuntamente dalle Divisioni di Chimica Organica e di Chimica Industriale della Società Chimica Italiana a studiosi operanti nei centri di ricerca, sia accademici che industriali, che abbiano portato contributi di particolare rilievo scientifico, innovativo o applicativo, nei settori della catalisi, della chimica macromolecolare, della chimica organica e della chimica metallorganica e stereochimica.
L’Albo d’Onore della Medaglia, dedicata all’illustre professore e chimico Piero Pino, stretto collaboratore del Premio Nobel per la Chimica 1963 Giulio Natta, include studiosi di fama internazionale quali il prof. Ben Feringa, Premio Nobel 2016.
Al prof. Dalcanale è stata attribuita la Medaglia Pino per le sue ricerche nel campo dei materiali funzionali, in particolare per i sensori ed i polimeri supramolecolari. Questa Medaglia premia l’eccellenza della ricerca scientifica dell’Ateneo di Parma nel campo della Chimica Industriale a livello nazionale ed internazionale, ed al tempo stesso ne certifica la continuità nel tempo. Infatti la stessa Medaglia è stata attribuita alla prof. Marta Catellani nel 2012 per le ricerche nel campo della catalisi omogenea.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Archeologia sotto le stelle”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 agosto 2016

Paestum TempliParco Archeologico di Paestum fino al 17 settembre 2016. E’ il programma di aperture serali dei siti archeologici campani proposto dalla Scabec, la società della Regione Campania che opera per la valorizzazione e promozione dei beni culturali. Dal mercoledì alla domenica tutti i giorni fino al 17 settembre la Scabec offre un cartellone di circa 80 appuntamenti in 5 siti, per conoscere o per rivedere luoghi famosi in tutto il mondo come gli scavi di Pompei, di Ercolano o i Templi di Paestum e per scoprire alcune realtà meno note ma di grandissimo fascino come il Museo Archeologico di Villa Arbusto nell’isola d’Ischia o la Villa Romana Marittima di Minori in Costiera Amalfitana. Percorsi dal tramonto fino a notte fonda con visite guidate o itinerari in audioguida affiancati a performance artistiche internazionali di danza, teatro e musica.
PaestumParticolarmente suggestive le aperture serali del Parco Archeologico di Paestum, in programma dal giovedì alla domenica, che stanno riscuotendo un grande successo. Un mese di visite straordinarie per scoprire il fascino degli antichissimi Templi in un nuovo percorso illuminato ad hoc dal light designer argentino Jorge Pastorino. Un percorso per vivere l’emozione notturna del parco archeologico in piena autonomia. Scaricando l’APP Paestum di notte o acquistando il supporto audio sarà possibile infatti personalizzare la propria visita muovendosi liberamente tra archeologia, natura e storia. Cinque le tappe del percorso di visita digitale: il Tempio di Athena, Heroon, il Santuario con Natatio, il Foro e il Tempio di Nettuno e Basilica in un racconto a metà tra storia e narrativa. Le imprese dei greci, gli eroi della città, i luoghi più importanti di aggregazione cittadina come la palestra e i templi dedicati ad Hera e ad Apollo destinati alle grandi feste religiose. Aperta il sabato notte anche la mostra “Possessioni. Trafugamenti e falsi di antichità a Paestum” nell’adiacente Museo Archeologico.
In programma fino al 17 settembre visite guidate, passeggiate e spettacoli il mercoledì e la domenica negli Scavi di Ercolano, il giovedì e venerdì a Pompei, il sabato alla Villa Arbusto di Ischia. (foto: Paestum Templi, Paestum)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »