Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Posts Tagged ‘paganini’

La trasformazione digitale in Italia

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 dicembre 2017

sanità-digitale“Per favorire la trasformazione digitale in Italia, a partire dal prossimo anno, occorre rendere i servizi pubblici per i cittadini e le aziende accessibili nel modo più semplice possibile, nonchè supportare le pubbliche amministrazioni centrali e locali nel prendere decisioni migliori grazie all’adozione delle più moderne metodologie. Solo così potremo eliminare le barriere che franano il cambiamento nel nostro paese. Le prossime elezioni – puntualizza Paganini, presidente di Competere “sono l’occasione per mettere in piedi un vero programma di trasformazione digitale del Paese, che deve essere condiviso con i cittadini. E’ inammissibile che i partiti si presentino a Marzo senza un piano per la digitalizzazione e l’innovazione nel proprio programma elettorale”. Una situazione che i dati ci confermano visto che, stando al Digital economy and society index, l’indice utilizzato dalla Commissione europea per misurare i progressi realizzati dagli Stati membri in termini di digitalizzazione, il nostro paese, per il secondo anno consecutivo, è fermo al 25esimo posto su un totale di 28 realtà prese in esame.“Certamente le iniziative politiche intraprese nel corso del 2017 hanno migliorato sensibilmente le performance del nostro paese. Infatti, grazie all’obbligo di utilizzo della fatturazione elettronica verso la pubblica amministrazione, il 30% delle imprese (5° posto nell’UE) ha introdotto l’e-invoincing, mentre l’adozione del piano per la banda larga ultraveloce ha incentivato gli investimenti pubblici e privati nelle reti NGA, portando la copertura al 72% nel 2017, in rialzo rispetto al 41% dell’anno precedente” – continua Paganini. “Le prestazioni a rilento dell’Italia dipendono essenzialmente dagli utenti. Bassi livelli di competenze digitali comportano risultati mediocri in diversi indicatori: diffusione della banda larga, numero di utenti di internet, uso dell’e-commerce e numero di lauree in STEM – scienze, tecnologia, ingegneria e matematica – e specialisti delle TIC – tecnologie dell’informazione e della comunicazione. E’ necessario quindi che la politica intervenga con azioni concrete. Noi ci siamo”- conclude Paganini.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tabacco, Paganini: Tassa di scopo favorisce interessi privati

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 novembre 2017

sigarette“Sembra sempre più concretizzarsi l’approvazione di un emendamento al DL Bilancio, il 41.0.26, che vorrebbe introdurre una tassa di scopo sul tabacco per finanziare un fondo per l’acquisto di farmaci. Se così fosse, preoccupa che l’intera Commissione salute sia cascata nel tranello buonista di interessi privati facendosi trasportare dall’emotività” – ha dichiarato Pietro Paganini, professore della John Cabot Unviersity e presidente del think tank Competere.eu, intervenendo a margine di un convegno sullo stato dell’innovazione nel sistema Italia.”Ancora più preoccupante è che l’emendamento sia privo di qualsiasi spiegazione rispetto al funzionamento di questo fondo, una approssimazione che sembra costruita appositamente per privilegiare la burocrazia. Ci chiediamo quindi come agiranno i nostri burocrati rispetto a questo tema: il timore – puntualizza Paganini – è che i fondi introitati dallo Stato dalla vendita del tabacco non vengano investiti per fare ricerca pubblica, bensì per acquistare farmaci di imprese private, che forse non sono nemmeno italiane”.”Una nuova tassa sul tabacco – continua il presidente di Competere – avrebbe effetti negativi sul mercato, riducendo i volumi di vendita e, a causa degli aumenti di prezzo, rischierebbe di colpire duramente un settore già in sofferenza, favorendo il mercato illecito del contrabbando e, paradossalmente, facendo diminuire il gettito”.”Già a seguito del decreto fiscale di giugno scorso, emanato e approvato con modalità poco trasparenti, il Governo ha incassato molto meno di quanto previsto. Come se non bastasse, le proiezioni sull’anno sono pessime e – conclude Paganini – con questa Legge di Bilancio rischiamo di raggiungere due primati: che il Governo incassi meno di quanto previsto dalle accise sul tabacco e che il Parlamento, istituendo un fondo per la ricerca o per l’acquisto di farmaci, mascherandolo come necessario per i cittadini, faccia piuttosto un favore alle industrie farmaceutiche”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »