Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 27 n° 290

Posts Tagged ‘palermo’

Il rock italiano dei Tre Terzi

Posted by fidest on Friday, 24 July 2015

treterziPalermo sabato 25 luglio al Dorian Summer alle terrazze del Solemar all’Addaura di Palermo. Claudio Terzo, Ferdinando Moncada, Nicola Liuzzo e Diego Tarantino saranno protagonisti assoluti del concerto di sabato 25 luglio al Dorian Summer, alle terrazze del Solemar in via Cristoforo Colombo 2109 all’Addaura a Palermo.
Si comincia alle 20 con l’aperigrill, ovvero un aperitivo a base di carne insalata e verdure grigliate, da gustare all’ora del tramonto, godendosi uno dei panorami sul mare più belli della città.Alle 22 concerto live dei Tre Terzi, fatto di cover dai Pink Floyd a Lucio Battisti e brani inediti tratti da “Tre terzi”, il primo disco della band. Seguirà dj set. Ingresso a partire dalle 19,30. (foto treterzi)

Posted in Cronaca, Mostre - Spettacoli | Tagged: , , , | Leave a Comment »

“Tancré sotto le stelle”

Posted by fidest on Wednesday, 22 July 2015

TancréPalermo in via Falzone (piazza Inserra), sfida la canicola serale venerdì 24 luglio alle 20,30 nel corso del nuovo appuntamento con la rassegna “Tancrè sotto le stelle”. Il pubblico potrà visitare lo spazio grande tre ettari, vedendo le stalle con gli animali e trascorrendo la serata sotto i secolari alberi d’ulivo, godendo dei sapori dell’aperitivo a base di pesce e pane di Tumminia macinato a pietra. La serata sarà inoltre allietata dall’accompagnamento musicale di un dj che alternerà brani rock e jazz dagli anni Settanta a oggi. Gli eventi del Tancrè continueranno anche nei venerdì successivi.

Posted in Cronaca, Recensioni | Tagged: , , , | Leave a Comment »

“Onore al talento e al merito”

Posted by fidest on Wednesday, 22 July 2015

Palermo-Panorama-bjs-2Palermo città universitaria. Conferiti i Premi di Laurea della Scuola di Medicina e Chirurgia e della Fondazione “Carlo Chianello”. “Mi complimento con i ragazzi per i brillanti risultati conseguiti. Questo riconoscimento vuole essere un augurio per loro e le famiglie perché il futuro sia ancora ricco di soddisfazioni. Li invito ad essere ancora più determinati e volitivi perché saranno la futura classe dirigente che dovrà mirare al bene della comunità che saranno chiamati ad amministrare”.
Lo ha detto il rettore Roberto Lagalla, lunedì sera alla Steri, in occasione della consegna della cerimonia di Conferimento dei Premi di Laurea della Scuola di Medicina e Chirurgia e della Fondazione Carlo Chianello a studiosi italiani e stranieri che hanno validamente contribuito in sede scientifica allo studio ed alla ricerca nel campo dell’oncologia clinica e sperimentale, nonché alla terapia della cancerologia. Alla manifestazione hanno preso parte anche il presidente della Scuola di Medicina Francesco Vitale, il delegato del rettore al Consiglio di Amministrazione della Fondazione “Chianello” Giuseppe Ingrassia e il Pro-Rettore alla Ricerca ed incaricato del coordinamento delle attività dei Delegati alla ricerca e del raccordo funzionale con il Consiglio Scientifico di Ateneo. Giacomo De Leo.
Questi i riconoscimenti assegnati per la Scuola di Medicina e Chirurgia: Premio di laurea “Achille Albanese” a Giuliano Cassataro che ha discusso la tesi di Laurea “Disordini ipertensivi in gravidanza: ruolo del magnesio solfato nella profilassi dell’attacco eclamptico ed eclampsia box”. Per la migliore tesi nell’ambito delle discipline comprese nei piani di studio di Medicina e Chirurgia A.A. 2012/2013; Premio di laurea “Gioacchino Nicolosi” a Federica Scaduto che ha discusso la tesi di Laurea “Evoluzione degli adiuvanti nella trabeculectomia: risultati di uno studio randomizzato su un inserto di collagene biodegradabile versus mitomicina c. follow up a due anni”. Per la migliore Tesi in ambito Chirurgico A.A. 2012/2013; Premio di laurea “Angela Rotolo” a Luca Valore che ha discusso la tesi di Laurea “Tromboembolismo venoso in leucemia acuta mieloide e linfoblastica”. Per la migliore Tesi in ambito Etiologico, della patogenesi e della chemioterapia dei tumori” A.A. 2012/2013; Premio di laurea “Giuseppe Paratore” a Roberta Rizzo per il miglior curriculum A.A. 2012/2013.Con le Borse di studio della Fondazione Chianello sono stati premiati Mario Paolo Colombo (Milano) per l’attività di ricerca focalizzata allo studio dell’oncologia traslazionale con particolare riferimento alla immunoterapia ed alle terapie geniche. Le ricerche originali di carattere sia sperimentale che casistico risaltano le numerose pubblicazioni di ottimo livello qualitativo su riveste di elevata qualificazione e diffusione internazionale. I risultati delle ricerche hanno notevole rilievo concettuale e di tipo pratico contribuendo, quindi, in maniera rilevante all’avanzamento delle conoscenze nel campo dell’oncologia e a Giovanni Palladini (Pavia).Le borse di studio post lauream sono state assegnate a Valentina Audrito (Rosata – TO), per la ricerca dal titolo: “Intracellular/Extracellular NAMPT/visfatin in metastatic melanoma: predictive role in response to treatment and prognosis”; Laura Conti (Rivalta di Torino), per la ricerca dal titolo: “Fighting breast cancer stem cells through the immune-targeting of the xCT cystine/glutamate antiporter”; Roberto Iacovelli (Roma), per la ricerca dal titolo: “Valutazione del ruolo prognostico e predittivo della tossicità cumulativa da inibitori dell’angiogenesi in pazienti affetti da carcinoma renale metastatico trattati in prima linea”; Lavinia Insalaco (Palermo) per la ricerca dal titolo: “Impatto sulla sopravvivenza degli inibitori della TK rispetto alla chemioterapia in pazienti con carcinoma polmonare avanzato” e Rosa Musso (Palermo) per la ricerca dal titolo: “Studio in vitro sulle metastasi ossee”. (foto: premi laurea)

Posted in Cronaca, scuola, Università | Tagged: , , , | Leave a Comment »

“In agriturismo con Le Morgane”

Posted by fidest on Tuesday, 14 July 2015

le morganePalermo venerdì 17 luglio alle 20,30 all’agriturismo e bed and breakfast Al Tancrè in via Gaetano Falzone a Palermo. Un concerto che inaugura il ciclo di serate del venerdì del locale intitolate “Tancré sotto le stelle”. Alessandra Ponente, Cinzia Gargano e Barbara Tutrone, accompagnate dal chitarrista Piero Compagno, snoccioleranno un gran numero di canzoni italiane e straniere sfoggiando la particolarità delle loro voci in sincrono, con tanto di beatbox abbinata alla capacità di tenere il ritmo con strumenti come le marakas e il kazoo. L’ingresso è gratuito. (foto Le morgane)

Posted in Cronaca, Recensioni | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Santa Rosalia è un viaggio nel tempo nella musica con The Hourglass

Posted by fidest on Tuesday, 14 July 2015

The HourglassThe Hourglass2Palermo 15 luglio alle 22 al Plaza lounge bar in piazza Unità d’Italia, per concludere Santa Rosalia con due dei migliori performer della città. Simona Lo Piccolo alla voce e Giorgio Pollicita alla chitarra costruiranno un concerto dai toni folk, che attraverserà la storia della musica dagli anni Sessanta ai giorni nostri. Potranno così essere ascoltate particolari versioni di brani noti, partendo dai Beatles e Cat Stevens e arrivando The Hourglass1ai Of monsters and men. Il duo non mancherà di cantare anche le proprie canzoni inedite. In scaletta anche “The best of you” dei Foo fighters, “Creep” dei Radiohead, “Don’t stop me now” dei Queen, “Torn” di Natalie Imbruglia.
Il Plaza continua così a portare Avanti una politica dell’intrattenimento aperto ai giovani gruppi che vogliono esibirsi in città. Un abbraccio artistico tra un locale che ha deciso di puntare sul nuovo intrattenimento, guardando anche alle nuove leve della musica. Ingresso a partire dalle 19 per l’aperitivo.
Le serate al Plaza continueranno: il 21 luglio con Sergio Munafò, il 23 luglio con gli Ottanta roba, il 24 luglio con Sonja Burgì, il 25 luglio con i Gravità zero. (foto: The Hourglass)

Posted in Cronaca, Recensioni | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Palermo: Sicilia nazione

Posted by fidest on Saturday, 16 May 2015

sicilia nazionePalermo – Oltre 500 persone, sfidando il caldo ed in un giorno feriale, hanno sfilato a Palermo dai Quattro Canti di campagna sino a Piazza Verdi, nel 69° anniversario dell’approvazione dello Statuto, per rivendicare l’autodeterminazione della Sicilia. E’ positivo il bilancio della prima manifestazione pubblica di Sicilia Nazione, il movimento di recente costituzione che sta raccogliendo sempre più adesioni. I partecipanti al corteo si sono poi raccolti al teatro ‘Al Massimo’ di Palermo per ascoltare gli interventi del comitato promotore di Sicilia Nazione. Sono intervenuti i massimi esponenti (da Rino Piscitello, a Massimo Costa a Gaetano Armao) del movimento sicilianista che rifiuta gli eccessi di personalismo e che intende subordinare ogni iniziativa alle decisioni collettive dei suoi attivisti. Il filo dominante di tutti gli interventi è stata la presa d’atto che lo Statuto speciale è stato calpestato e totalmente inapplicato.Crocetta e Renzi con i loro accordi in danno della Sicilia stanno assestando gli ultimi colpi all’autonomia siciliana e la proposta di eliminare la specialità viene persino avanzata senza alcuna vergogna da esponenti a loro vicini. A questo punto, secondo i fondatori di Sicilia Nazione, è stato violato il patto di fatto siglato tra lo Stato Italiano e la Sicilia 69 anni or sono, sulla base del quale si rinunciava alla lotta per l’indipendenza in cambio dello Statuto. Si apre quindi una nuova fase dalla quale non può più essere esclusa la richiesta di indipendenza. Nel corteo infatti sfilava tra gli altri uno striscione con la parola d’ordine principale di Sicilia Nazione: “La Sicilia deve diventare una Nazione federata o uno Stato indipendente”. Gli esponenti di Sicilia Nazione hanno ribadito di essere in sintonia con le lotte indipendentiste degli scozzesi, dei catalani e degli altri popoli in lotta per l’indipendenza e hanno sottolineato il fatto che una Sicilia indipendente avrebbe le risorse necessarie per costruire lo sviluppo finora negato e che comunque, come dimostrano ad esempio le lotte degli scozzesi, la stessa sola battaglia per l’indipendenza determina una crescita delle attenzioni e delle disponibilità da parte dello Stato centrale tale da rendere comunque utile e conveniente un tale impegno. Nel corso dell’iniziativa è stata presentata la campagna #FermiamoCrocetta che nei prossimi mesi caratterizzerà nel territorio l’impegno del movimento. All’incontro hanno preso la parola i rappresentanti di formazioni indipendentiste (Salvo Musumeci del MIS e Antonella Pititto di Noi Siciliani Liberi) che hanno dichiarato la loro partecipazione in Sicilia Nazione pur mantenendo in attività i loro movimenti. All’incontro è intervenuto, su invito degli organizzatori, anche il decano dei giornalisti Giovanni Ciancimino. Alla fine della manifestazione si è esibito il cantautore siciliano Carlo Muratori. (foto: sicilia nazione)

Posted in Cronaca, Spazio aperto | Tagged: , , , | Leave a Comment »

La Chiesa di Palermo gioisce per l’ordinazione di 5 nuovi presbiteri

Posted by fidest on Sunday, 15 March 2015

presbiteriSono giovani del nostro tempo che hanno risposto con generosità alla chiamata al sacerdozio e sono pronti a percorrere il cammino che il “Padrone della messe” ha tracciato per loro. Cinque giovani del Seminario arcivescovile di Palermo pronunceranno il loro “Eccomi” definitivo al Signore e saranno ordinati presbiteri. La solenne celebrazione Eucaristica sarà presieduta dal card. Paolo Romeo, per l’imposizione delle mani e la preghiera consacratoria nella Chiesa Cattedrale sabato 14 marzo 2015, alle ore 18. “Invito ardentemente la Comunità diocesana a pregare per questi giovani – afferma il card. Paolo Romeo – perché siano strumento nelle mani del Signore e si lascino limare dalla Grazia”. I presbiteri eletti, hanno trascorso una settimana a Foligno presso l’oasi San Francesco dei frati cappuccini, in Umbria dove hanno svolto gli esercizi spirituali. Tra coloro che saranno ordinati presbiteri per essere conformati a “Cristo sposo della Chiesa” anche un nigeriano, Charles Chukwudi Onyenemerem, 45 anni, della parrocchia Maria Santissima del divino Amore – San Gaetano a Brancaccio che appartiene ad una famiglia di 6 fratelli ed ha una sorella suora che svolge il suo ministero presso l’ospedale “Mater Misericordiae” di Roma. “Quando ho cominciato il percorso vocazionale mio padre non era d’accordo perché voleva che facessi il medico – dichiara don Charles – è stato grazie a mia sorella suora che è stato come un angelo che ha convinto mio padre a farmi entrare in seminario. Devo ringraziare il Signore per questo dono e in modo particolare per le persone di Brancaccio che mi amano e a cui voglio donare sempre il mio sorriso accogliente”.
Nella famiglia di don Dario Chimenti, 27 anni della Parrocchia SS. Crocifisso (Pietratagliata) in Palermo, c’è anche un fratello religioso Fra Daniele della Fraternità francescana di Betania a Roma. “In questo momento è inevitabile pensare al passato e alla mia vita e non nascondo un pò di paura – dichiara don Dario – perché la responsabilità è molto grande. Posso assicurare che la mia vita sarà totalmente per il Signore e per la sua Chiesa”.
Don Tony Di Carlo 44 anni, della Parrocchia Santo Stefano in Palermo, un diploma di geometra in tasca, prima di entrare in seminario era già inserito nel mondo lavorativo. “Il Signore sa attendere i nostri tempi – dice don Tony – e con me è stato molto paziente. In questo cammino ho sperimentato la sua volontà ed ho ceduto volentieri al suo progetto”.
Don Claudio Grasso 34 anni, della Parrocchia del Santo Sepolcro in Bagheria, da ragazzo ha maturato una forte esperienza formativa tra i dehoniani nell’Italia centrale, dove ha iniziato il suo percorso formativo. “La mia è stata una vocazione provata – afferma don Claudio – riparto da Foligno dove 9 anni fa ho iniziato il mio percorso di studi e dove si è svelato il progetto del Signore per la mia vita”.
E infine don Fabio Zaffuto, 26 anni della Parrocchia San Nicola di Bari in Termini Imerese, sarà il più giovane presbitero dell’Arcidiocesi di Palermo. “Per me sarà una missione che mi deve portare in ogni luogo e nelle periferie, per essere una Chiesa giovane per i giovani che riesce a rinnovarsi e nel contempo pensare alle tante situazioni di sofferenze affinché le persone possano trovare nelle mie energie e dei miei confratelli il meglio”.
I novelli presbiteri presiederanno la loro prima Eucaristia il giorno seguente l’ordinazione secondo il seguente programma:
don Dario Chimenti alle ore 11.30 nella Parrocchia SS. Crocifisso (Pietratagliata) in Palermo, don Tony Di Carlo alle ore 18 nella Parrocchia Santo Stefano in Palermo, don Claudio Grasso alle ore 18 nella Parrocchia del Santo Sepolcro in Bagheria, don Charles Chukwudi Onyenemerem, alle ore 11 nella parrocchia Maria Santissima del divino Amore – San Gaetano a Brancaccio e don Fabio Zaffuto alle ore 18.30 nella Parrocchia San Nicola di Bari in Termini Imerese. (foto presbiteri)

Posted in Cronaca, Spazio aperto | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Rassegna di concerti

Posted by fidest on Wednesday, 21 January 2015

Rassegna di concerti1Rassegna di concertiRassegna di concerti2Palermo. E’ stata organizzata da Cucì enoteca creativa in via Salvatore Marchesi 9 (sotto il colonnato, accanto la chiesa di San Michele), giovedì 22 gennaio alle 20.Si potrà assistere, tra un bicchiere di vino e pietanze sfiziose, a splendidi concerti non invasivi, dal sound soft e delicato, come si addice a un luogo dove si punta al piacere, partendo dal buon bere. A grande richiesta tornano i Radioflores trio, che porteranno uno show fatto di brani swing dagli anni Trenta e Quaranta ai giorni d’oggi. Spazio così in scaletta ad autori come il Quartetto cetra, il Trio Lescano, Mina, ma anche a Simona Molinari, Amy Winehouse e Nina Zilli. In scaletta anche “That’s amore”, “Pippo non lo sa”, “All about that bass”. Il trio é formato da: Nancy Ferraro (voce, kazoo e ukulele), Daniele Guttilla (contrabbasso, basso acustico e percussioni) e Giulio Barocchieri (chitarra acustica e cori). Ingresso con aperitivo o con cena alla carta.

Posted in Cronaca, Mostre - Spettacoli, Recensioni | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Torna al Giardino Inglese di Palermo la pista sul ghiaccio

Posted by fidest on Saturday, 13 December 2014

pista su ghiaccioPalermo on ice 14 dicembre alle 16. Abbigliamento pesante, gambe strette per rimanere in equilibrio e pattini con le lame ben salde ai piedi. Non serve nient’altro per divertirsi a “Palermo on ice”, la pista su ghiaccio che riapre i battenti per il terzo anno consecutivo domenica 14 dicembre alle 16, all’interno del pattinodromo comunale del Giardino Inglese (ingresso diretto da via Duca della Verdura oppure da via Liberta o via Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa). Uno spazio grande oltre 800 metri quadri (la pista ne occupa 600) e coperto da una tensostruttura, dove bambini, adulti, adolescenti e gruppi di amici potranno divertirsi con salti e piroette improvvisate, cercando così di imitare le performance dei campioni.A chi vorrà scivolare saranno forniti dei pattini con le lame su misura (necessari per muoversi e mantenere l’aderenza sul ghiaccio) e calze monouso con cui ci si potrà muovere liberamente lungo la pista, supportati, se si vorrà, dall’aiuto di maestri esperti. Un punto di ritrovo per famiglie, che potranno qui rilassarsi e svagarsi grazie ai numerosi servizi offerti. L’evento è patrocinato in modo non oneroso dal Comune di Palermo. La pista rimarrà aperta ogni giorno fino all’1 febbraio dalle 10 a mezzanotte. Nel corso delle settimane non mancheranno degli appuntamenti speciali
L’ingresso costa 5 euro per chi vorrà pattinare mezz’ora, 7 per un’ora di giri sul ghiaccio. (Vassily Sortino),

Posted in Cronaca, Recensioni | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Asma bronchiale cronica

Posted by fidest on Monday, 2 December 2013

apparato-respiratorio_Sarah-Katrin

apparato-respiratorio_Sarah-Katrin (Photo credit: barbarabevilacqua)

Si presenta in due diversi stati, l’attacco e la fase stazionaria, con sintomi determinati da una costrizione bronchiale che si manifestano nel paziente con un senso di oppressione al torace, fame d’aria (dispnea), respiro sibilante all’espirazione e tosse. Maggiore è l’entità dell’ostruzione bronchiale, più gravi sono le manifestazioni cliniche che possono sfociare nell’attacco d’asma vero e proprio. Per evitare un aggravamento improvviso è necessario tenere sotto controllo la patologia attraverso l’utilizzo regolare di terapie mirate, il cui effetto dipende da due fattori primari: la quantità di farmaco depositato nei polmoni e la sua distribuzione omogenea in tutto l’albero bronchiale. Purtroppo, non sempre il paziente riesce ad assumere correttamente il farmaco prescritto, in parte per via di limiti oggettivi posti dalle soluzioni terapeutiche e in parte per la difficoltà nel seguire la terapia assegnata, compromettendo il controllo della patologia e mettendo a rischio la propria salute.“Spesso, ci accorgiamo che il paziente non segue la cura correttamente – osserva il professor G. Walter Canonica, Direttore della Clinica di Malattie dell’Apparato Respiratorio e Allergologia Di.M.I. Università degli Studi di Genova e Presidente eletto della Società Italiana di Allergologia – attraverso la persistenza dei sintomi. Tuttavia, accade spesso che ciò non dipenda dalla sua volontà, ma da ostacoli pratici, quali la complessità nella gestione del dispositivo. Questo fattore non è da sottovalutare, in quanto compromette il controllo dell’asma e, quindi, la qualità della vita del paziente. I più recenti studi dimostrano infatti che la semplicità e l’efficienza del dispositivo d’inalazione rappresentano un momento cruciale per garantire l’aderenza alla terapia”.Non solo: anche la formulazione del farmaco gioca un ruolo molto importante. È stato dimostrato, infatti, che l’infiammazione alla base dell’asma bronchiale coinvolge anche le vie aeree periferiche. “Le piccole vie aeree – afferma il prof. Nicola Alessandro Scichilone, Dirigente Medico presso la Divisione di Pneumologia II dell’Ospedale V. Cervello di Palermo e Professore di Malattie dell’Apparato Respiratorio, Università di Palermo – sono un target fondamentale per ottenere una corretta gestione dell’asma. Fino ad oggi, le terapie disponibili non garantivano che i principi attivi raggiungessero anche la periferia dell’albero bronchiale, non permettendo una diminuzione dell’infiammazione a carico di questa parte. In molti pazienti, infatti, assistevamo a una persistenza dei sintomi, pur con una corretta aderenza alla terapia. Studi clinici ci hanno permesso di comprendere che le formulazioni extrafini, contenendo particelle di dimensioni minori, sono in grado di raggiungere anche le vie aeree più piccole. Inoltre ciò consente un aumento apprezzabile della deposizione del farmaco rispetto alla dose erogata, producendo conseguenze positive sulla funzionalità polmonare, sul controllo dell’asma e sulla qualità della vita del paziente”.Grazie all’impegno in Ricerca e Sviluppo dell’azienda italiana Chiesi Farmaceutici, da ottobre è disponibile anche sul mercato italiano l’associazione fissa beclometasone/formoterolo in polvere extrafine erogata attraverso un inalatore semplice ed efficace. La nuova soluzione terapeutica è stata realizzata per offrire al medico e al paziente una risposta alle necessità, a oggi non ancora soddisfatte, di migliorare l’aderenza alla terapia.

Posted in Uncategorized | Tagged: , , , | Leave a Comment »

IX Premio Internazionale Beato Padre Pino Puglisi

Posted by fidest on Friday, 29 November 2013

Pino Puglisi

Pino Puglisi (Photo credit: Wikipedia)

Palermo giovedì 3 dicembre 2013 Ai bambini concepiti nei i viaggi della speranza, dalla Sicilia verso il mondo, sarà dedicata a loro la nona edizione del premio “Beato Padre Pino Puglisi”. Non una passerella, ma anche quest’anno, il premio “Beato Padre Pino Puglisi” vuole essere un riconoscimento simbolico per chi facendo il proprio dovere fa anche del bene, promuovendo la dignità degli uomini e l’impegno sociale.
Così nomi comuni tra i premiati che giovedi 3 dicembre 2013, alle ore 21 saliranno sul palco del Politeama Garibaldi di Palermo, come il sindaco di Lampedusa, il vice comandante della Polizia, i rappresentanti della Fondazione Rita Levi Montalcini e tanti altri. A presentare la serata i giornalisti Roberto Gueli e Tiziana Martorana.
L’evento, diventato ormai un appuntamento internazionale, è uno dei principali momenti esclusivamente siciliani dedicato alla riflessione e alle testimonianze sulla lotta alla mafia. Battaglia che ha contraddistinto Padre Pino Puglisi, sacerdote palermitano, ucciso dalla mafia e modello per i giovani e per tutto il mondo, e beatificato proprio quest’anno.
Il premio, organizzato dall’Associazione JusVitae Onlus, in collaborazione con la Cisl di Palermo e il Brass Group, gode anchedel patrocinio del Presidente della Repubblica.
L’ingresso sarà gratuito, gli inviti si possono ritirare nella sede dell’Associazione Je Vitae Onlus, in via La Colla 56

Posted in Cronaca, Spazio aperto | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Dimissioni Papa: dichiarazione card. Romeo

Posted by fidest on Tuesday, 12 February 2013

Tutti abbiamo appreso, con commozione ed interiore partecipazione, la notizia diffusa dai media e confermata poi ufficialmente dalla Sala Stampa Vaticana che ha reso pubbliche le stesse parole del Santo Padre Benedetto XVI davanti all’odierno Concistoro di Cardinali convocato per alcune canonizzazioni. Con la sollecitudine di un Padre, desidero riportarle ai figli di questa Chiesa pellegrina in Palermo: “Dopo aver ripetutamente esaminato la mia coscienza davanti a Dio, sono pervenuto alla certezza che le mie forze, per l’età avanzata, non sono più adatte per esercitare in modo adeguato il ministero petrino. Sono ben consapevole che questo ministero, per la sua essenza spirituale, deve essere compiuto non solo con le opere e con le parole, ma non meno soffrendo e pregando. Tuttavia, nel mondo di oggi, soggetto a rapidi mutamenti e agitato da questioni di grande rilevanza per la vita della fede, per governare la barca di san Pietro e annunciare il Vangelo, è necessario anche il vigore sia del corpo, sia dell’animo, vigore che, negli ultimi mesi, in me è diminuito in modo tale da dover riconoscere la mia incapacità di amministrare bene il ministero a me affidato. Per questo, ben consapevole della gravità di questo atto, con piena libertà, dichiaro di rinunciare al ministero di Vescovo di Roma, Successore di San Pietro, a me affidato per mano dei Cardinali il 19 aprile 2005, in modo che, dal 28 febbraio 2013, alle ore 20,00, la sede di Roma, la sede di San Pietro, sarà vacante e dovrà essere convocato, da coloro a cui compete, il Conclave per l’elezione del nuovo Sommo Pontefice”.
Nella dichiarazione, il Santo Padre ha anche voluto ringraziare tutti i Cardinali per l’amore e il lavoro con cui lo hanno accompagnato nel portare avanti l’onere del ministero petrino. Ha, inoltre, chiesto umilmente perdono per tutti i suoi difetti, e ha concluso dicendo: “Per quanto mi riguarda, anche in futuro, vorrò servire di tutto cuore, con una vita dedicata alla preghiera, la Santa Chiesa di Dio”. Come Padre e Pastore di questa Santa Chiesa che è in Palermo, mi faccio interprete dei sentimenti di tutta la Comunità Diocesana: accogliamo questa sovrana decisione del Santo Padre, figlie e figli miei carissimi, con quella stessa fede che, in questo particolare anno di grazia siamo tutti spronati a professare e confermare, specie nei momenti di smarrimento e confusione.
Esprimiamo filiale vicinanza al Santo Padre Benedetto XVI, nel cui ministero abbiamo sempre confidato per trovare in lui il Successore di Pietro che confermasse la nostra fede. Ciò si è reso visibile nella memorabile Visita Pastorale che egli ha voluto compiere il 3 ottobre 2010 a Palermo, nella quale, con volto gioioso, ha avuto modo di affermare in Piazza Politeama: “Il Vescovo di Roma va dovunque per confermare i cristiani nella fede, ma torna a casa a sua volta confermato dalla vostra fede, dalla vostra gioia, dalla vostra speranza!”.
Assicuriamo al Papa Benedetto XVI la nostra preghiera, perché il Signore lo ricolmi di tutte le grazie necessarie per portare il peso di questa difficile e sofferta decisione, e perché essa stessa non sia oggetto di superficiali strumentalizzazioni ma sia accolta nell’unica prospettiva da tenere presente, quella del bene della Chiesa. Proprio alla Chiesa vogliamo guardare, con occhi di gratitudine, perché in lei siamo nati e in lei cresciamo continuamente, guardando al suo futuro, con quella serena fiducia che le parole del Maestro le hanno continuato ad infondere nei secoli, e che ancora oggi ci rassicurano della sua costante presenza: “Ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo” (Mt 28,20).(Paolo Card. Romeo)

Posted in Cronaca, Spazio aperto | Tagged: , , , | 1 Comment »

Teatro: progetto artistico

Posted by fidest on Tuesday, 8 May 2012

Palermo-Teatro-Massimo-bjs2007-04

Palermo-Teatro-Massimo-bjs2007-04 (Photo credit: Wikipedia)

Il Teatro Massimo di Palermo ha presentato a Milano, presso la Casa degli Atellani, un nuovo progetto artistico per il 2013: in coincidenza con il bicentenario della nascita di Richard Wagner andrà in scena “Der Ring des Nibelungen”. Per la prima volta nella sua storia, il teatro palermitano produrrà un nuovo allestimento del capolavoro wagneriano, programmandolo in un’unica stagione. Il progetto, nato più di due anni fa, segna il raggiungimento di una capacità programmatica e produttiva di rilievo ed è il risultato di un percorso virtuoso impresso dalla direzione del Teatro.
Il “Ring” verrà allestito con la regia di Graham Vick – uno dei più importanti registi di teatro musicale di oggi, particolarmente legato al Teatro Massimo – e con le scene e i costumi di Richard Hudson: uno spettacolo appositamente ispirato e concepito per gli spazi del grande teatro palermitano; a dipanare le trame sonore della Sagra scenica wagneriana sarà invece Pietari Inkinen.
La città di Palermo quindi, già cara a tanti artisti tedeschi e a Wagner (che vi trascorse i mesi invernali fra il 1881 e il 1882), torna a “ospitare” il compositore tedesco realizzando il suo più ampio progetto musicale e drammaturgico. È auspicabile che l’occasione del “Ring” del bicentenario al Teatro Massimo, per la sua unicità nel panorama internazionale, possa essere l’occasione per molti appassionati di visitare a Palermo negli stessi mesi in cui vi soggiornò Wagner, nutrendosi dell’energia che, allora come oggi, si sprigiona dalla terra “dove fioriscono i limoni”. Così la ricorda Goethe, in un’espressione che è l’archetipo di ogni aspettativa riposta dai viaggiatori che, dal nord, sono sbarcati in Sicilia: con il progetto “Wagner a Palermo”, il Teatro Massimo tenta di rinverdire i fasti di una Palermo in cui il turista possa coniugare la “villeggiatura” nel senso più alto del termine con le moderne prerogative del turismo culturale. Le possibili ricadute sull’economia della città sono evidenti, come lo è la preziosa occasione divulgativa dell’ascolto del “Ring” per tutti gli appassionati locali, da tempo desiderosi di tale opportunità. All’interno del progetto verranno predisposti percorsi specifici sulle orme del soggiorno di Wagner a Palermo, dove – secondo il compositore – “c’è solo primavera ed estate”, fra monumenti d’epoca arabo-normanna, barocca e le tante dimore nobiliari che si contesero la presenza del compositore.
Il Teatro Massimo – che nel 1881 era in fase di costruzione (l’inaugurazione è del 1897) – ha sempre mostrato attitudine per i titoli wagneriani, con una predilezione per “Lohengrin” (già nella seconda stagione del 1898 fino ad arrivare all’ultima edizione del 2009), senza tralasciare una rarità come “Das Liebesverbot” (in prima italiana nel 1991). Tuttavia le esecuzioni wagneriane sono diventate sempre più sporadiche negli ultimi quarant’anni: l’occasione del bicentenario della nascita è apparsa quindi ottimale per presentare una nuova produzione del “Ring”, per la prima volta a Palermo in un’unica stagione. Gli appassionati ricordano probabilmente l’edizione divisa in due anni (1970 e 1971) diretta da Lovro von Matacic con un allestimento proveniente dal Teatro di Ginevra.
Il nuovo “Ring” firmato da Graham Vick e Richard Hudson e diretto da Pietari Inkinen sarà l’unico interamente nuovo che andrà in scena in Italia nel 2013 e sarà prodotto esclusivamente dal Teatro Massimo: “Das Rheingold” (22-31 gennaio), “Die Walküre” (21 febbraio – 3 marzo), “Siegfried” (19-30 ottobre), “Götterdämmerung” (23 novembre – 4 dicembre). I cantanti coinvolti, da Franz Hawlata nel ruolo di Wotan, a Robert Brubaker in quello di Mime, a Sergei Leiferkus come Alberich, Lise Lindstrom come Brünnhilde e Christian Voigt come Siegfried, sono tutti specialisti del repertorio tedesco wagneriano e rispondono al meglio anche alle esigenze teatrali dello spettacolo.
La presentazione del progetto “Wagner a Palermo 2013” è stata registrata e sarà presto visibile sul canale satellitare Sky Classica. Piero Maranghi, direttore di rete di Classica, ha sottolineato il legame con il Teatro Massimo di Palermo e anticipato futuri progetti in comune.

Posted in Cronaca, Recensioni | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Orlando tradisce il popolo delle primarie?

Posted by fidest on Saturday, 24 March 2012

Deutsch: Prof. Dr. Leoluca Orlando bei der Ver...

Deutsch: Prof. Dr. Leoluca Orlando bei der Verleihung des Humanismus-Preises im Rahmen des Bundeskongresses des DAV 2008 in der alten Aula der Universität Göttingen. (Photo credit: Wikipedia)

“Attenti alla gelosia dei ‘vecchi’ che vogliono ‘morire’ governando. In questa avvertenza potrebbe condensarsi perfettamente il nostro giudizio sulla scelta di Leoluca Orlando di tradire il popolo delle primarie, il centrosinistra e i cittadini, e candidarsi nuovamente a sindaco di Palermo. Orlando prova, in extremis, a recuperare un protagonismo ormai perduto. Lo fa con un atto che rappresenta il peggior lascito politico che un uomo come lui potesse consegnare alla sua città. Peggio ancora: afferma di candidarsi perché le primarie sono state ‘inquinate’. Così manca di fiducia e rispetto nei confronti dei tanti palermitani che hanno scelto di partecipare al processo democratico e di investire in un progetto per la città. Ci ricorda, l’atteggiamento di Orlando, quello dei ‘vecchi’ democristiani che nel 1985, alla sua prima esperienza da sindaco, ben 25 anni fa, lo contrastavano e che lui stesso tanto duramente (e legittimamente) biasimava. Oggi Orlando ha svenduto (per cosa, peraltro?) la storia di Palermo, della sua esperienza politica e del centrosinistra. Non ha reso un buon servizio né a se stesso né, soprattutto, alla città che vorrebbe, di nuovo, amministrare. Tutto questo ci porta a sostenere ancora più convintamente la candidatura di Fabrizio Ferrandelli. Da lui e dalle migliaia di persone che gli hanno accordato fiducia può nascere una nuova primavera per Palermo. Ad Orlando e all’Idv che lo sostiene nella sua scelta solo un consiglio: smettete, almeno per un po’, di parlare di valori e legalità. Le regole si rispettano. E in questa partita gli unici ‘abusivi’ siete voi”. Lo scrive Angelo Argento, responsabile di TrecentoSessanta Sicilia e componente della Direzione nazionale del PD, sul sito dell’Associazione che fa riferimento ad Enrico Letta.

Posted in Politica, Spazio aperto | Tagged: , , , | Leave a Comment »

“Vucciria”, nel cuore di Palermo tra memoria storica e degrado

Posted by fidest on Thursday, 22 March 2012

Palermo, Vucciria

Palermo, Vucciria (Photo credit: Ruggero Poggianella Photostream ©)

Giovedì 22 marzo, su Rai Tre alle ore 00:45, in onda il documentario di Magazzini Einstein dedicato al celebre mercato reso noto da Guttuso Renato Guttuso riuscì nell’impresa di racchiudere quel trionfo di colori, umori e suoni nella dimensione di una tela. Preferì dipingerla nel suo studio in Brianza convinto che la luce siciliana ne avrebbe alterato i contorni: ma per essere il più realista possibile si fece inviare cibi e qualità di frutta che si smerciavano al suo interno. Il risultato fu sensazionale, visto che il pittore di Bagheria riuscì a trasferire nell’opera tutta la carica di quel rapporto tra uomo e merce che forse solo certi mercati arabi posseggono. La sua “Vucciria”, l’antico mercato storico di Palermo reso famoso prima di lui dal fotografo Enzo Sellerio, resta forse la più celebre tra quelle descritte in pittura anche perché quel luogo che ritrasse ormai non esiste più. Oggi la Vucciria continua a essere rappresentata dagli artisti che si avvicendano di generazione in generazione, ma il nucleo originario ha perso buona parte della sua suggestione. Lo confermano gli stessi ambulanti che la popolano tutti i giorni: una volta era sempre piena di gente mentre oggi la presenza si è notevolmente ridotta. Da mercato vero e proprio è diventato principalmente un posto dove sperimentare tendenze artistiche. Proprio la crisi di questa antica tradizione palermitana è al centro del docu-film “Vucciria” per la regia di Salvo Cuccia, in onda giovedì 22 marzo su Rai Tre alle ore 00:45, che racconta un degrado che ormai sembra travolgere l’intero capoluogo siciliano. La Vucciria di oggi rappresenta il precario equilibrio tra bellezza e distruzione, una Beirut contemporanea con una tradizione millenaria alle spalle. I tanti artisti che ancora arrivano per conoscerla non pensano possa esistere una realtà urbane come questa: affascina per la mancanza di ordine e per essere a tutti gli effetti un laboratorio aperto alla commistione tra moderno e arcano.
Per i critici, al contrario, questo luogo un tempo magico rappresenta a tutti gli effetti una metafora del mondo attuale: un imbuto nel quale converge un’enorme quantità di cose sconnesse e dove probabilmente si aspetta l’arrivo di un cataclisma. Magazzini Einstein è il contenitore televisivo di Rai Educational dedicato a temi, eventi e personaggi dell’arte e della cultura, del presente e del passato. Un laboratorio di nuovi linguaggi per comunicare l’arte, attraverso la cronaca e la società, uno spazio per seguire sul piccolo schermo i principali eventi culturali e letterari dell’anno, un modo per viaggiare con il cuore e la mente nell’arte dei secoli. Più di quattrocento puntate in cui “la cultura fa spettacolo”.

Posted in Cronaca, Recensioni | Tagged: , , , | Leave a Comment »

 
Follow

Get every new post delivered to your Inbox.

Join 1,199 other followers